Exercise 2018, grande esercitazione di Prociv nei giorni scorsi ad Allumiere

ALLUMIERE – Si è conclusa domenica 9 dicembre ''Exercise 2018'' ossia l’esercitazione di protezione civile svoltasi lo scorso weekend presso la Cavaccia di Allumiere organizzata dal gruppo comunale di Prociv di Allumiere in collaborazione con Aeopc Italia su proposta del sindaco Antonio Pasquini.

All’evento hanno partecipato numerosi gruppi e associazioni di Tolfa, Civitavecchia, Propyrgi di S.Marinella con il nucleo sommozzatori e la Misericordia, gruppo cinofili di Civitavecchia, gruppo comunale di Tarquinia, Aeopc Tarquinia, Aeopc Roma, Aeopc Viterbo Favl, Castiglione in Teverina, Aeopc Monterosi, Apc Marta, Avab di Enza Vergari, Vallerano, Vignanello, Modavi Roma, Calcata, la CRI di Allumiere e Tolfa, gruppo Copcea di Castel S.Elia. Il campo base e la sala operativa sono stati allestiti nei pressi del campo sportivo, dove sono state montate le tende per l’alloggiamento dei volontari.

"Le esercitazioni sono iniziate sabato mattina con l’accreditamento dei gruppi, poi è stato simulato un grosso incendio nella zona artigianale dove risultavano due contadini intossicati: sono intervenute sei squadre Aib, la Misericordia e la CRI per il recupero dei feriti che venivano trasportati presso il campo base per il primo soccorso. Dopo pranzo – spiega il coordinatore della Prociv Allumiere, Alfonso Superchi abbiamo simulato la ricerca di due dispersi all’interno del Faggeto, precisamente alla Cava del Silenzio, qui sono intervenuti i cinofili di Civitavecchia, sette squadre di ricerca, la Cri e la Misericordia per il soccorso.

Al rientro al campo base abbiamo avuto un’enorme sorpresa: è venuto a farci visita l’ex sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi; lui ha salutato i volontari e ha ringraziato tutti noi per quello che facciamo, una sua frase mi ha colpito e riempito di orgoglio “Voi siete stati la fortuna della mia vita” detta con grande umiltà e sincerità da un uomo che oggi più di ieri sta lottando per la sua gente". Dopo cena in notturna si è svolta una simulazione di una scossa di terremoto con evacuazione del Palazzo Comunale e ritrovamento di due gemellini che sono stati tratti in salvo e calati dal balcone municipale. Domenica mattina, dopo la visita del funzionario della Regione Lazio Tibaldeschi è stata simulata la caduta di un pescatore nel laghetto della Farnesiana, recuperato dai sommozzatori di S.Marinella e il crollo del borgo con un ferito; a seguire il crollo della scuola materna di via del Faggeto con un disperso.

"Molte attività durante le quali ci siamo messi alla prova per migliorarci e per trovare i punti di forza e le critictà; sicuramente avremo commesso degli sbagli, io in primis, ma anche quelli servono per crescere. Devo ringraziare tante persone che hanno permesso la riuscita dell’evento: il sindaco Pasquini e la sua amministrazione, le contrade di Allumiere, l’Università Agraria che ci ha fornito la carne, la Comunità Montana, il sindaco Landi, l’onorevole Alessandro Battilocchio che, nonostante i numerosi impegni, è venuto per i saluti finali prendendosi un impegno davanti a tutti, quello cioè di affrontare alcune problematiche riguardanti la Protezione civile in Parlamento, Carlo Piroli della Prociv di Città Metropolitana di Roma, il comandante della stazione dei Carabinieri Andrea Nuzzi, l’ex sindaco Peppino Cammilletti, la ASL che ha messo a disposizione due dottori, la CRI di Allumiere e Tolfa coordinate con maestria dalla volontaria Sonia Matricardi, l’Unione Sportiva di Allumiere, l’elettricista Carlo Marazzi, l’ing. Spellucci per la location della Farnesiana, le cuoche Teresa, Francesca, Bruna e Alessio che si sono occupati della cucina, Andrea Verbo, Bernardo Sgamma, Silvia Caravaglia, Iole Superchi, Francesca Scarin, Karin Minerva e Luigi Maffei per le foto. Un ringraziamento speciale ad areti Acea e all’ing. Stefano Liotta per averci messo a disposizione un drone per le riprese dall’alto. Ringrazio Alessandro Sacripanti, un amico, un instancabile collaboratore, un uomo che dedica tutta la sua esistenza al volontariato, che giorno dopo giorno ci dà la possibilità di imparare e di migliorare le nostre capacità operative, infine ringrazio di cuore tutti i ragazzi del mio gruppo: Andrea, Alessia, Emilia, Fabrizio, Pietro, Leonardo, Erasmo, Cristian, Ivana, Serena per la collaborazione perché senza di loro non avrei potuto fare niente. Chiedo scusa ai paesani se abbiamo procurato un po’ di allarme, ma anche il paese deve essere preparato ad eventi di emergenza".

Il sindaco Pasquini, con l’assessore Luigi Artebani, a fine manifestazione hanno consegnato ad Alfonso Superchi una targa per il gruppo come ringraziamento per l’ottima organizzazione dell’evento.

"Come amministrazione non posso che elogiare l’operato del mio gruppo di protezione civile e di Alfonso Superchi – spiega il sindaco Pasquini – il quale ha dimostrato forti capacità organizzative e una valida preparazione, sono orgoglioso di come hanno gestito questi due giorni di esercitazione. Squadra vincente non si cambia, andiamo avanti così collaborando sempre di più. Forte il legame con il vicino paese di Tolfa, con il quale dobbiamo cercare di unire le nostre forze. Purtroppo spesso ci troviamo ad affrontare problematiche burocratiche, ma mi impegnerò per superarle insieme a voi, perché voi siete la nostra forza. Ringrazio tutti i gruppi che sono venuti nel nostro territorio sacrificando due giornate di festa, che potevano trascorrere in famiglia, dimostrando di possedere un alto senso civico".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mariella Cammilletti eletta all’assemblea regionale del Pd

ALLUMIERE – L’allumierasca Mariella Cammilletti eletta all’assemblea regionale del Pd. Ad Allumiere e Tolfa sabato si sono svolte, come in tutti i Comuni d’Italia, le elezioni primarie del Pd: ad Allumiere netto trionfo della lista Astorre e con lui vittoria della collinare Mariella Cammilletti capolista della lista Rigenerazione Democratica con Astorre; a Tolfa invece vittoria di ‘’Avanti Insieme Mancini segretario’’ che sosteneva Mancini e aveva come capolista l’onorevole Marietta Tidei che già fa parte di diritto dell’assemblea regionale del Lazio. Ad Allumiere ben 582 sono stati coloro che hanno votato ed espresso le loro preferenze dimostrando grande partecipazione democratica alle primarie aperte del PD. Vittoria netta per il nuovo segretario regionale Bruno Astorre con 434 preferenze, secondo Mancini con 137 e poi Alemanni con 8 preferenze. Grazie a questo risultato,  Mariella Cammilletti è entrata a far parte dell’assemblea regionale. «Nella nottata con Fabio Quartieri e Fabio Fronti visto il bel risultato ottenuto da Astorre ad Allumiere e Santa Marinella siamo andati a Roma, presso il comitato elettorale e con tanti amici,  abbiamo festeggiato il risultato finale, vittoria con il 70% – commenta il sindaco Pasquini – strabiliante il risultato ottenuto da Astorre ad Allumiere tanto che ha triplicato il risultato del candidato Mancini e che mostra quanto i cittadini di Allumiere sostengano Astorre che in questi anni sempre ci è stato vicino, ci ha supportati e ha ascoltato le nostre isranze. Sia a livello regionale che locale è una politica givane e dinamica attenta al locale. Siamo felicissimi per l’affermazione di Mariella Cammilletti, la sua presenza nell’assemblea regionale porterà Allumiere sempre più al centro del territirio sia dal punto di vista politico che amministrativo. Abbiano chiesto noi a Roma di avere un capolista di Allumiere e abbiamo scelto Mariella perche’ la riteniamo pronta a lavorare al meglio. Un ringraziamento ad Allumiere ci viene da parte del segretario regionale e Senatore BrunoAstorre, dal presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori, e dal capo segreteria PaoloBianchini. Un grazie speciale mio a tutti coloro che sabato ad Allumiere hanno collaborato per raggiungere questo grande risultato. Insieme si va più lontano». Meno partecipate le elezioni a Tolfa dove i votanti sono stati 153, tra questi ci sono stati due schede bianche. La lista ‘’Avanti Insieme con Mancini segretario’’ ha ottenuto 61 preferenze; ‘’Controcorrente per Alemanno’’ 56 preferenze; le tre liste che sostenevano Bruno Astorre ‘’Roma e Provincia Democratica con Bruno Astorre’’, ‘’Cambiamo con Bruno Astorre’’ e ‘’Rigenerazione Democratica con Bruno Astorre’’ hanno ottenuto rispettivamente 7 voti, 7 voti e 20 voti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Palestra, l’ok del ministro dopo un impegno forte della giunta

ALLUMIERE – Altro bersaglio centrato dall’amministrazione comunale di Allumiere: la giunta Pasquini è riuscita, infatti, a far approvare il suo progetto per la riqualificazione e la ristrutturazione della palestra comunale. Il progetto era stato già presentato all’interno del fondo ministeriale per lo sport aperto lo scorso anno, ma non era rientrato tra le opere beneficiarie di finanziamento. Il sindaco e il suo team, certi della validità dell’idea, hanno scelto di riproporlo e ridiscuterlo con il nuovo ministro riuscendo questa volta a rientrare nella lista della seconda annualità di finanziamento «Purtroppo in un primo momento con il ministro Lotti, a cui va il merito dell’istituzione di questo fondo importantissimo per le strutture sportive periferiche, fu escluso. Oggi la nostra amministrazione, interagendo con il ministero, è riuscita rientrare nel nuovo elenco dei progetti finanziati – spiega entusiasta il primo cittadino Antonio Pasquini – lo scorso mese abbiamo lavorato molto per presentare un intervento forte e deciso con cui siamo riusciti a far percepire la bontà, anzi, la necessità, di un progetto come questo per una comunità come Allumiere. L’importanza della riqualificazione e della messa a norma della palestra era una delle esigenze emerse ben prima della nostra elezione, durante la campagna elettorale, confrontandoci con la dirigenza dell’ASV Allumiere e siamo ben felici di poter dare risposta alle richieste di un’associazione storica che rappresenta da anni un valore aggiunto per la comunità». Il finanziamento cui il Comune di Allumiere ha avuto accesso è erogato dal Fondo ‘’Sport e Periferie’’ del Consiglio dei Ministri finalizzato alla rigenerazione e alla realizzazione di impianti sportivi favorendone l’adeguamento alle normative e la maggiore fruibilità. Il fondo viene amministrato dal Coni e quella corrente è la sua seconda annualità. Il finanziamento destinato alla palestra di Allumiere ammonterà a circa 345mila euro con cui saranno realizzati diversi importanti interventi sulla struttura già esistente. Sono previste azioni per dotare la palestra di un parcheggio e di una pavimentazione esterna nonché di una recinzione perimetrale. L’accessibilità sarà garantita con l’abbattimento delle barriere architettoniche e non mancherà la sicurezza col nuovo sistema antincendio di cui la palestra sarà dotata. I principali interventi interni vedranno la realizzazione di un migliorato impianto di illuminazione e l’adeguamento del sistema di smaltimento delle acque cui seguirà la ristrutturazione degli spogliatoi. La punta di diamante di questo progetto è certamente la nuova tribuna telescopica a lungo desiderata da pubblico e atleti. Questa consentirà di sopperire alla grave mancanza degli spalti che fino ad ora aveva costretto gli spettatori degli incontri pallavolistici a seguire i match in piedi o su sedute di fortuna. Grande soddisfazione espressa dal delegato allo Sport, Gabriele Volpi, il quale ha seguito il progetto.  «Ringrazio tutta la squadra: l’ASV Allumiere, gli uffici comunali e in particolar modo i tecnici Mencarelli e Vela che con me hanno definito il progetto dell’impianto polivalente. Grazie a questo fondo riusciremo a garantire alla popolazione di Allumiere che utilizza la struttura un luogo più sicuro in cui fare sport e fare comunità e a tutta la popolazione una struttura dignitosa che potrà essere luogo anche di nuove future iniziative – dichiara il delegato Volpi e continua – la palestra e il Campo Sportivo della Cavaccia sono due siti che in molti ci invidiano. Bisogna continuare a valorizzarli e investire su di essi. Il via libera della Regione allo spostamento dell’isola ecologica potrebbe consentire l’ampiamento del campo sportivo e speriamo di collegare le due strutture con una pista ciclo-pedonale sulla cui progettazione stiamo lavorando». Intanto l’amministrazione comunale, in collaborazione col Gruppo Podistico Monti della Tolfa ‘’L’Airone’’, stanno preparando la seconda edizione della gara podistica ‘’Corsa dei Faggi’’ prevista per il 6 gennaio tra l’abitato e i boschi di Allumiere».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Niente più carburante ad  Allumiere

ALLUMIERE – Chiusura e rimozione del distributore in piazza della Repubblica ad Allumiere. Gli allumieraschi ormai da un mese non hanno più un distributore di carburante all’interno del territorio comunale. Come dichiarato dal sindaco Antonio Pasquini «la decisione non è stata presa dall’amministrazione collinare, ma dalla stessa Tamoil. L’azienda, a seguito dell’entrata in vigore nel 2018 del decreto del Ministero dell’Interno che stabilisce le nuove caratteristiche tecniche e le norme di installazione degli impianti di distribuzione di carburanti e scadute infine le proroghe per gli adeguamenti, il 19 ottobre ha chiuso il punto rifornimenti. La scelta della Tamoil è stata obbligata». La ditta a quanto sembra ha rimandando la chiusura finché possibile, ma si è infine trovata costretta a procedere per non incorrere in sanzioni economiche e penali per l’azienda e per il suo personale gestore. L’impianto non rispettava le ultime normative in merito alla sicurezza, alla garanzia di viabilità e all’impatto ambientale. La posizione del distributore infatti, tra le altre cose, non garantiva un adeguato isolamento del carburante dal suolo sottostante, né la presenza di un’area di rifornimento e scarico che, a norma di legge, deve essere esterna alla carreggiata e/o alla viabilità. L’amministrazione comunale già dal suo insediamento è in attività per affrontare il problema legato all’eventuale chiusura del distributore che già da alcuni anni era attivo solamente grazie a diverse proroghe Ministeriali ed in parziale contrasto con le normative vigenti. Per la collocazione di un nuovo distributore di carburante sarà necessario basarsi sul vigente Piano Regolatore Generale di Allumiere. Il P.R.G. in vigore propone due siti potenziali: Via Basoli o il rettilineo detto “della Vaccareccia”, lungo la strada provinciale Braccianese-Claudia. I due siti presentano alcune problematiche: per quello presso Via Basoli è fondamentale la demolizione del campo didattico ed un’ingente spesa economica a fronte di un servizio limitato ai soli residenti; quello presso il rettilineo lungo la Braccianese non elimina il problema della distanza dal centro urbano che rimarrebbe notevole. Nonostante ciò, e a fronte delle già negative risposte verbali, è in corso di pubblicazione un avviso con richiesta di manifestazione d’interesse rivolto a privati interessati nella realizzazione presso i due siti. Allo stesso tempo, l’amministrazione ha scelto di non lasciare intentata la terza ed ultima via, quella certamente più laboriosa, legalmente e a livello di sicurezza ma che ha incontrato il favore degli investitori: l’inserimento del nuovo distributore all’interno del progetto di riqualificazione del bivio de La Bianca. «Sarà complicato – spiega il sindaco Antonio Pasquini – la zona è segnalata come zona rossa PAI, soggetta a frane, e si trova tra due strade provinciali. Abbiamo avuto alcuni incontri con gli uffici preposti presso la Regione Lazio e la Città Metropolitana di Roma, con cui abbiamo riattivato anche il monitoraggio della zona della frana nei pressi del bivio. In questi incontri è stato nuovamente sottoposto all’attenzione il progetto redatto dal nostro Ufficio Tecnico, già presentato in Consiglio Comunale alcuni mesi fa. Siamo consapevoli che le possibilità non siano a nostro favore ma, finché rimane una speranza, tenteremo». Uno spiraglio per la realizzazione di questo progetto permane, per questo, l’amministrazione si è immediatamente attivata già da diversi mesi per presentare in tempi celeri tutta la documentazione necessaria agli uffici che prenderanno in carico la questione. È convinzione dell’amministrazione che la realizzazione di una nuova area di servizio presso il bivio de La Bianca sarebbe la soluzione migliore per andare incontro alle esigenze degli investitori, a quelle della cittadinanza e permetterebbe la riqualificazione del bivio oramai da troppo tempo abbandonato in un pessimo stato di conservazione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

‘‘Allumiere Futura’’: ''Avevamo ragione noi sulla non fattibilità''

ALLUMIERE – «Allora avevamo  ragione noi, quando mettevamo in guardia la “distratta” amministrazione Pasquini sulla non fattibilità della nuova isola ecologica alla zona artigianale a causa della critica viabilità dei mezzi in quella zona». Comincia così la nota del gruppo politico collinare: ‘‘Allumiere futura’’: i vertici del gruppo puntano il dito contro l’amministrazione comunale riguardo alla questione dell’ipotesi di realizzazione dell’Isola ecologica nella erigenda zona artigianale: «Nononostante ciò che abbiamo fatto presente ai nostri amministratori – proseguono da Allumiere Futura – il sindaco e il delegato all’Ambiente hanno continuato sulla propria strada, sordi ad ogni avvertimento, arrivando anche al punto di scontrarsi con qualche cittadino onorario del nostro paese. Oggi, invece, l’amministrazione comunale, costretta a fare retromarcia, ha ripiegato sulla realizzazione dell’Isola Ecologica in sinergia con il comune di Tolfa nella zona vicino al deposito Cotral con il protocollo d’intesa firmato il 23 ottobre dai due sindaci, guarda caso la stessa zona che noi avevamo indicato ma il nostro suggerimento era stato snobbato». I vertici del gruppo collinare scrivono poi: «Siamo sicuri che la firma di questo protocollo in futuro porterà ulteriore giovamento ad Allumiere, sia per la gestione condivisa dei servizi, sia per la possibilità di accedere a finanziamenti pubblici di maggior spessore. Si tratta, forse, dell’unica possibilità per risollevare il nostro paese dall’imbarazzante situazione in cui è precipitato in questo anno e mezzo di amministrazione Pasquini, senza più un  distributore di carburante, con la scuola ancora chiusa, il bocciodromo che cade a pezzi, il traffico in tilt completo (il Cotral ha incontrato più volte il nostro sindaco per cercare una soluzione, senza mai trovarla) e tanto altro ancora. Una volta Fontanatonna fece uscire un foglio umoristico sull’amministrazione Battilocchio denominato ‘’il paese di Bengodi’’: oggi, con loro al potere, è morto anche Bengodi e da ridere c’è rimasto proprio poco».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Oltre 100mila euro per la scuola di via Turati

ALLUMIERE – La giunta Pasquini investe ulteriori 140mila euro per il plesso scolastico di via Turati, mentre proseguono a ritmo serrato i lavori. La scuola è rimasta chiusa dal 2014 a causa della caduta di materiale edile dal soffitto di una delle aule. Da quella data le vicissitudini dello storico edificio sono state molteplici: lavori iniziati e non terminati, cambi di ditte, liti e contestazioni tra R.U.P., impresa, direttore dei lavori e la precedente amministrazione comunale. Finalmente, poi, nei primi mesi del 2018 l’impresa Tethys, a seguito di una nuova gara di appalto, ha iniziato gli attuali cantieri. Sono passati 16 mesi dall’insediamento dell’amministrazione Pasquini ed i lavori sono ripresi in maniera celere, questo sebbene l’organico dell’Ente collinare abbia subìto il cambio della segreteria e della dirigenza dell’ufficio tecnico, trovandosi ad attendere i necessari tempi tecnici per gli avvicendamenti. Seguendo le normative vigenti la nuova gara d’appalto per affidare i lavori è stata gestita dalla Città Metropolitana di Roma Capitale. L’amministrazione comunale nel frattempo, con determinazione e senso di responsabilità, ha citato in causa l’impresa Nobilia per ‘’danni alla comunità di Allumiere e per fornitura di materiali scadenti’’. Il progetto originario di ristrutturazione è stato riveduto e corretto: non era, infatti, prevista la realizzazione di un impianto elettrico certificato e dell’impianto antincendio, passaggi fondamentali per la fruibilità della struttura scolastica e l’ingresso in classe dei bambini, che sono stati invece aggiunti nel nuovo progetto. «Queste  fondamentali aggiunte hanno fatto salire i costi di realizzazione – spiega il primo cittadino, Antonio Pasquini – l’importo previsto originariamente risultava nettamente insufficiente al completamento dei lavori, ma la caparbietà degli amministratori, in sinergia con la direzione lavori ed i responsabili dell’ufficio tecnico, hanno permesso di stravolgere il progetto originario e renderlo funzionale, sicuro e perfettamente rispettoso delle normative». Al momento sono stati eliminati tutti i lavori esterni ed i fondi sono stati spostati sui lavori da realizzarsi all’interno della struttura: «È stato necessario reperire ulteriori fondi risultando quelli stanziati ancora insufficienti – spiega il sindaco – dopo vari incontri con la Regione Lazio e l’Enel in questi giorni siamo riusciti a reperire ulteriori 140mila euro che saranno dedicati al completamento delle opere interne, quali l’impianto elettrico con luci a led, l’impianto interno antincendio e la tinteggiatura delle aule». La giunta Pasquini è in contatto con la Regione Lazio per ulteriori 250mila euro finalizzati al completamento delle facciate esterne e del cortile dello storico edificio di piazza Turati. «E’ nostra intenzione rendere il plesso agibile e funzionale il prima possibile per permettere ai bambini di tornare in aule che abbiano tutti i requisiti igienico sanitari e d’illuminazione fondamentali e – prosegue ancora il primo cittadino collinare – anche dovese tardare l’arrivo dei fondi necessari al rifacimento degli esterni della scuola, siamo disponibili a discutere con la Dirigente Scolastica ed il corpo docente il miglior modo per garantire l’ingresso dei bambini al termine dei lavori all’interno della struttura». In questi giorni, nel rispetto delle normative vigenti, il plesso è affollato da operai intenti nelle opere murarie ed elettriche, di lavorazione dei ferri e di controsoffittatura. «È un piacere vedere tanta attività – dichiara il sindaco Pasquini – di fondamentale importanza è stato anche il sopralluogo effettuato presso il plesso scolastico del faggeto: per far rendere conto della situazione in cui crescono i nostri bambini alcuni mesi fa ho personalmente portato in visita al plesso i titolari dell’impresa edile, alcuni dirigenti dell’Enel e della Regione Lazio. L’aver constatato di persona la scarsa superficie a disposizione dei bambini e la quasi assenza di luce naturale in alcune aule, che si sommano all’ampia differenza di età dei ragazzi che frequentano il plesso e condividono gli spazi, ha sollecitato in queste persone il ‘’senso genitoriale’’ che è presente in tutti noi e devo ammettere che tutti hanno percepito l’importanza di completare i lavori il prima possibile’’. In questi giorni la ditta che porta avanti i lavori in piazza Turati ha effettuato le lavorazioni di controsoffitto ed elettriche al secondo piano, la posa in opera delle travi al primo piano e le saldature  delle travi già poste in opera al piano terra. Tutti sono operativi per la riapertura del l’edificio delle scuole dalla ditta, che ha impiegato tutte le forze spendibili, fino ai funzionari regionali, in attività per reperire ulteriori fondi per il completamento dei lavori. Il sindaco Pasquini ci tiene a fare alcuni doverosi ringraziamenti: «Anzitutto all’Impresa Tethys ed Armeni per il grande impegno. Il massimo della gratitudine va all’impagabile lavoro di collaborazione tra gli architetti Lucidi e Mencarelli e l’ing. Funari, l’avvocato Astolfi che ci segue costantemente e la costante vicinanza al Comune di Allumiere del Presidente del Consiglio Regionale Daniele Leodori e del senatore Bruno Astorre che ci guidano nel reperimento dei fondi fondamentali per l’esecuzione dei lavori».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il volontariato: l'importanza di fare rete e guardare al futuro

CIVITAVECCHIA – "La partecipazione, il fare rete, una nuova legge regionale per il volontariato sono gli argomenti che ci interessano. Le associazioni ancora una volta hanno fatto sentire la propria presenza e di questo non possiamo che esserne soddisfatti, grazie al lavoro di squadra che svolgono sul territorio le portavoce".

Soddisfatti gli organizzatori e le persone presenti ieri pomeriggio presso la biblioteca del centro storico culturale del Corpo delle Capitanerie di Porto, al Forte Michelangelo, in occasione dell'incontro territoriale, relativo all'area Asl Rm4 distretti 1 e 2, della conferenza regionale del volontariato presieduta da Maria Lorena Micheli, che ha espresso grande soddisfazione per l'incontro. Le portavoce territoriali Anna Battaglini e Rossella De Paolis hanno apprezzato la grande partecipazione, dando quindi appuntamento a tutti al 27 novembre alla conferenza in Regione Lazio. 

"Molte le associazioni presenti da tutto il territorio, di ogni settore. Numerosi i saluti ricevuti dagli Amministratori locali – hanno spiegato – il Sindaco Landi di Tolfa, il Sindaco Pasquini di Allumiere, il Sindaco Tidei di S.Marinella hanno inviato messaggi di stima, assenti per motivi istituzionali, anche l'Assessore Cordeschi alle Politiche Sociali del Comune di Ladispoli ha inviato il suo messaggio di saluto. Presenti alla conferenza l'onorevole Alessandro Battilocchio, sempre vicino ad ogni iniziativa del volontariato e che in ogni occasione esprime il suo apprezzamento, come pure hanno espresso apprezzamento la consigliera regionale Marietta Tidei, e la presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia Gabriella Sarracco, entrambe hanno apprezzato molto l'intervento tecnico del dottor Mario German De Luca, relatore dei centri dei Servizi. Il dottor. Albè ha portato i saluti del dott.Quintavalle della Asl Rm4. Alessandro Poleggi ha presentato i suoi programmi in qualità di delegato alla Disabilità del Comune di S.Marinella. La presidente Elena De Paolis, apprezzando l'ottima iniziativa, ha portato i saluti del Tavolo Tecnico Cultura Agibilità".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###