Cremona, l’ex marito e il prete africano. La lite per gelosia finisce in ospedale

Il coniuge segnalato per stalking, il parroco, un religioso in servizio da anni in una parrocchia del Piacentino, è stato sospeso

Leggi articolo completo

@code_here@

Campo estivo, ragazzini presi a bastonate dagli animatori

La denuncia dei genitori di tre ragazzini. I giovanissimi erano vacanza con la parrocchia, denunciano violenze. Il parroco: disguidi, ma niente maltrattamenti

Leggi articolo completo

@code_here@

Migranti morti nel Mediterraneo: veglia ecumenica ai Santi Martiri Giapponesi

CIVITAVECCHIA – Una preghiera ecumenica per le vittime dei viaggi verso l'Europa e l'invocazione per le comunità cristiane affinché siano sempre più aperte e accoglienti verso i fratelli che arrivano in fuga da guerre e povertà. È questo il significato della veglia "Morire di speranza" che la Comunità di sant'Egidio promuove in collaborazione con la Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia, le Chiese Evangeliche Battiste e la Chiesa Ortodossa Rumena.

La preghiera si svolgerà 12 luglio alle 18.30 presso la parrocchia dei Santi Martiri Giapponesi di Civitavecchia. Saranno presenti tanti cittadini immigrati che stabilmente vivono nel territorio della diocesi e una delegazione di rifugiati che sono venuti recentemente in Italia dalla Siria e dall'Eritrea nel contesto del progetto dei corridoi umanitari che la Comunità di sant'Egidio ha promosso e organizzato in collaborazione con Conferenza Episcopale Italiana, la Chiesa Valdese e la Federazione delle Chiese Evangeliche.

Alla veglia seguirà una processione sul mare per deporre una corona di fiori in memoria delle vittime dei naufragi alla quale parteciperà una delegazione della Guardia Costiera di Civitavecchia in rappresentanza degli equipaggi che hanno partecipato a numerose operazioni di salvataggio in mare.

La celebrazione sarà presieduta da monsignor Riccardo Mensuali della Comunità di sant'Egidio di Roma e concelebrata dal parroco padre Eusebio Gonzalez Hernandez. Saranno presenti il pastore Italo Benedetti della Chiesa Evangelica Battista e padre Giovanni Dimulescu, della Chiesa Ortodossa Rumena.

Dal 1988 sono morte lungo le frontiere dell'Europa oltre 36.000 persone. Nel 2017 sono stati 3.139 i migranti morti nel Mediterraneo mentre tentavano di raggiungere il vecchio continente via mare, con una media di quasi 10 morti al giorno. E il 2018 purtroppo si mostra altrettanto agghiacciante: da gennaio ad oggi risultano morte più di 1.200 persone.

La preghiera “Morire di speranza”, che da 13 anni la Comunità di Sant'Egidio propone nei vari Paesi europei e che a Civitavecchia si svolge per la quinta volta, è promossa per non dimenticare la speranza di tante persone e la sofferenza di chi cerca protezione in Europa; per non rassegnarsi o assuefarsi alle tragedie ma impegnarsi per un mondo più umano e giusto. I promotori desiderano inoltre chiedere ai governi, ai legislatori e all'Unione Europea di porre in essere ogni sforzo per proteggere i profughi e salvaguardare la vita e la dignità dei migranti. Aprire vie legali per chi ha diritto di chiedere asilo, attivare programmi adeguati di reinsediamento per i rifugiati e stabilire quote d’ingresso per i lavoratori stranieri sono misure non derogabili per governare il complesso fenomeno delle migrazioni e rendere le nostre società più inclusive e per questo sicure.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Borgata Aurelia: i residenti chiedono maggiore attenzione da parte del Pincio

CIVITAVECCHIA – "Maggiore attenzione alle esigenze del quartiere ed alle problematiche ataviche che lo contraddistinguono in negativo, poiché gli aureliani sono stanchi di sentirsi ripetere la solita cantilena che essendo Borgata Aurelia un quartiere privato – ma ad uso pubblico – non può essere avviato nessun intervento in favore di questa comunità; non essendo per questo esonerata dal pagare le tasse ha diritto a vedersi garantiti servizi elementari come l’illuminazione pubblica ed il ripristino del manto stradale poiché è in gioco la sicurezza delle persone". È questa la richiesta rivolta all'amministrazione comunale da parte dei residenti del quartiere periferico cittadino che, nei giorni scorsi, hanno partecipato all'assemblea pubblica convocata dal Comitato di quartiere per discutere delle problematiche e delle criticità della zona. 

Ed è emersa soprattutto la preoccupazione per le sorti della farmacia comunale e per la sua possibile chiusura. Alcuni cittadini hanno infatti segnalato come, negli ultimi mesi e in diverse occasioni – anche oggi ad esempio per "problemi tecnici" come spiegato da Csp – la farmacia è rimasta chiusa perché non si è riusciti a garantire la sostituzione dell'unica farmacista assegnata in pianta stabile. La richiesta rivolta al sindaco, in questo senso, è quella di risolvere la questione al fine di scongiurare la chiusura prolungata della farmacia nel periodo estivo, soprattutto per evitare disagi alle persone più anziane. 

Problemi poi per la mancanza totale di illuminazione pubblica ed il cattivo stato del manto stradale, con alcune strade talmente pericolose da non essere più transitabili nè dai pedoni nè dai veicoli. Lamentata poi l'esclusione del quartiere dal servizio dell'isola ecologica itinerante.  

"È stato posto poi l'accento sulla mancata assegnazione al comitato di quartiere – hanno spiegato – dei locali pubblici del centro culturale Ennio Cima, dove si sarebbero potute organizzare attività di tipo culturale, ricreativo e di servizio per la comunità; il fatto che tale locale sia da sempre inutilizzato non aiuta a comprendere quali siano le ragioni che hanno indotto l’amministrazione a non fornire una risposta alla richiesta formale di assegnazione presentata dal comitato stesso". Comitato che, costituito due anni fa, ha portato avanti una serie di iniziative ed attività a favore della comunità: lo sfalcio dell’erba in alcune aree frequentate dai bambini, l'allestimento presso i locali della parrocchia della mostra dei presepi, la messa a dimora di circa 80 piante – ottenute dal parco regionale dei Monti Aurunci anche grazie all’intervento del consigliere regionale Gino De Paolis – per preservare e garantire per i prossimi decenni l’elemento distintivo e caratterizzante del quartiere riconosciuto come "città giardino”, interventi di pulizia straordinaria delle strade e di alcune aree verdi che nel corso degli anni erano state trasformate in vere e proprie discariche, pulizia e manutenzione del centro polivalente Ivan Lottatori, unico spazio pubblico del quartiere, attualmente chiuso ed inutilizzato in attesa che venga emanato un secondo bando pubblico per la relativa assegnazione. E ancora la riparazione di buche presenti sul manto stradale. "Tutti lavori – hanno concluso – realizzati grazie alle donazioni di privati non essendo questo comitato destinatario di fondi o aiuti economici da parte dell’Amministrazione comunale".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santuario delle Lacrime: la Curia sollecita il Pincio e dice no alla via crucis alberata

CIVITAVECCHIA – "Un importante gesto di vicinanza alla comunità parrocchiale di Sant’Agostino e alla Chiesa della nostra diocesi". Così la Curia Vescovile ha definito la raccolta di 2600 firme consegnata nei giorni scorsi per sollecitare la realizzazione del Santuario della Madonna delle Lacrime, con annesso centro pastorale in sostituzione dell’esistente tendone, "opera – hanno spiegato – attualmente nella fase finale del processo di approvazione da parte degli uffici tecnici comunali. Un percorso complesso che, negli anni passati, ha coinvolto anche la Regione Lazio proprietaria di alcuni terreni, nonché altri soggetti, e che finalmente sta per giungere alla fase operativa".

Più volte, negli ultimi mesi, il vescovo Marrucci e gli uffici della Curia hanno sollecitato il Comune per la conclusione dell’iter burocratico, e tornano a farlo oggi, dopo che l’assessore Ceccarelli ha promesso la convocazione, entro le prime settimane di luglio, della conferenza dei servizi.

Per la realizzazione dell'opera la Conferenza episcopale italiana si è impegnata a un finanziamento con fondi dell'otto per mille che andrà ad aggiungersi alle risorse che verranno impiegate dalla Diocesi di Civitavecchia-Tarquinia e dalla comunità parrocchiale di Sant'Agostino. Si tratta di un impegno economico rilevante, che non vede contributi pubblici di alcun tipo, e che si unisce allo sforzo della Diocesi per la realizzazione della nuova chiesa e del complesso parrocchiale di San Liborio, sempre a Civitavecchia, anche questo finanziato solo con fondi Cei e della comunità.

A Sant'Agostino, vicino all'attuale chiesa, sorgerà una struttura pastorale multifunzionale che oltre ed essere luogo di celebrazioni sarà a disposizione della comunità diocesana per convegni, incontri dei giovani e manifestazioni. Riguardo al percorso di Via Crucis "alberata e nel verde", così come richiesto nella petizione, la Curia vescovile precisa che tale opera non risulta nel progetto e che non è tra le priorità pastorali e di culto della parrocchia di Sant'Agostino, pertanto non verrà presa in considerazione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL'INTERNO – COMUNICATO

Approvazione della nuova denominazione assunta dalla Parrocchia di S.
Romano, in Milano (18A03765)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Domani l’infiorata della Madonna Addolorata

CERVETERI – Si rinnova anche quest’anno il tradizionale appuntamento con l’Infiorata dedicata alla Madonna Addolorata, patrona della parrocchia Santa Maria Maggiore, organizzato dalla parrocchia con i rioni e le famiglie di Cerveteri. L’appuntamento è per domani a partire dalle ore 18.30. «Splendide composizioni disegnate in strada utilizzando fiori e petali di ogni genere – ha detto Lorenzo Croci, assessore allo sviluppo sostenibile del territorio – coloreranno il percorso, che partirà dalla Chiesa di Madonna dei Canneti, attraversando la via Settevene Palo, per poi passare nel centro storico, il rione della Boccetta fino a raggiungere la Chiesa. Un ringraziamento speciale va alla comunità Parrocchiale di Santa Maria Maggiore, a Don Gianni e a Padre Ronaldo, ai Rioni di Cerveteri e a tutte le famiglie che anche quest’anno rendono possibile lo svolgimento di questo appuntamento entrato nella tradizione di Cerveteri». Sfileranno lungo le vie del paese, anche i musicisti e le musiciste del Gruppo Bandistico Caerite diretti dal Maestro Augusto Travagliati.
Viabilità: Si comunica a tutti gli utenti che domani, per consentire lo svolgimento dell’infiorata, dalle ore 15 il capolinea di Piazza Aldo Moro sarà spostato in via Madonna dei Canneti – Largo Almunecar

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Bianca, celebrazioni nella parrocchia ‘‘Nostra signora di Lourdes’’

ALLUMIERE – Giornata solenne sabato scorso nella frazione del Comune di Allumiere, La Bianca. Nella parrocchia ‘‘Nostra Signora di Lourdes’’ si è svolta, infatti, la ‘‘Dedicazione e l’unzione della chiesa e dell’altare’’ ad opera del Vescovo di Civitavecchia e Tarquinia, monsignor Luigi Marrucci che ha concelebrato con il parroco ed altri sacerdoti (il parroco di Allumiere e quello di Tolfa) la solenne Celebrazione Eucaristica dopo la processione iniziale dei sacerdoti. Presenti tantissime persone non solo della frazione ma anche provenienti da Civitavecchia, Allumiere e Tolfa. Dopo l’invocazione dei santi e, in particolare, di Santa Maria Goretti, San Paolo della Croce, San Vincenzo Ferrer, San Crispino da Viterbo e il beato Lorenzo Maria Salvi, il vescovo ha deposto le reliquie nella ‘‘finestrella’’ situata la mensa dell’altare. Toccante la grande ‘‘Preghiera di Dedicazione’’ con la quale il vescovo ha espresso l’intenzione di dedicare in perpetuo la chiesa di Dio e ha chiesto al Padre la sua benedizione. Molto apprezzate le parole del pastore durante l’omelia. Sono seguiti poi i riti dell’unzione dell’altare e delle mura della chiesa; l’incensazione dell’altare e dell’ambiente della chiesa; la copertura e l’illuminazione dell’altare. Erano presenti alcuni rappresentanti istituzionali dell’amministrazione comunale e c’era anche il primo cittadino di Allumiere, Antonio Pasquini, appena rientrato da un impegno a Bruxelles.

(Rom. Mos.)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL’INTERNO – COMUNICATO

Approvazione della nuova denominazione assunta dalla Parrocchia di S.
Michele Arcangelo, in Tortona (18A02604)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###