''Palio Marinaro, bilancio estremamente positivo''

«Il bilancio del PalIo Marinaro dell’Assunta e del Saraceno e quello dei Tre Porti è estremamente positivo visto che tutto è andato bene e che anche gli equipaggi di fuori si sono divertiti e si sono complimentati con noi». Ad esprimersi così il presidente dell’associazione Mare Nostrum 2000, Sandro Calderai che traccia un bilancio positivo della manifestazione afferente il 39° Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno ed il 10° Palio Marinaro dei Tre Porti  che ha avuto il patrocinio della Regione Lazio, Citta’ Metropolitana Di Roma Capitale, Città di Civitavecchia e dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, del C.O.N.I. CR Lazio e del C.S.I. CP di Roma, del Comitato Parolimpico R.L, FIDS C.R. Lazio, della Fondazione Cassa Di Risparmio di Civitavecchia e del sostegno pastorale della diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, inserita anche questo anno nel cartellone dei Festeggiamenti del Natale cittadino nella sezione “La Vecchia Estate”. Al termine delle varie combattute regate del Palio Marinaro fra i Rioni Storici c’è stata la vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Nel Palio Marinaro dei Tre Porti ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1 con l’equipaggio composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli;  3° posto per Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Calderai poi prende l’occasione per porgere «un sentito ringraziamento a quanti con la loro presenza, collaborazione, partecipazione e contributo hanno reso possibile lo svolgimento del programma presentato». In particolare Calderai ringrazia: “i soci storici della Mare Nostrum 2000: Enrico Grieco, Antonino Ponzio, Elio Urbani, Roberto Muliello, Mario Piscini, Mario Borgi, Claudio Guida, Agostino Coppola, Ciro Cozzolino, Francesco Cristini. A loro il ringraziamento più grande perché fanno un grandissimo lavoro nascosto ma fondamentale: si occupano della manutenzione delle barche, allenano i team, si occupano del progetto del canottaggio nelle scuole e di tante altre cose importanti. Grazie poi al Consiglio Direttivo e i soci; i Capitani e i Governatori dei Nuovi Rioni Storici: Margherita Fraticelli, Patrizia Manunza, Cristiana Giardini, Vincenzo Ricotta, Gianfranco Gargiulo, Gennaro Lo Iacono, Davide Orlandi, Ciro Farace, Daniele Pinchi, Paolo Parigiani, Massimiliano Rossi, Roberto Ansaldo; i giudici Giovanni Spinelli (prestato dalla LNI di cui è vicepresidente) e Vincenzo Ricotta; il realizzatore del campo di gara Marco Corti della L.N.I; atlete e atleti che hanno gareggiato nelle varie discipline sportive:  dal canottaggio con Palio Marinaro che hanno dato vita a gare entusiasmanti difendendo con onore i colori della città ai Giochi al Mare e alla Lotta Saracena, alla Vela e ai bambini impegnati nella Prova di Pesca sportiva con la canna, i ragazzi del Circolo Canottieri Civitavecchia del coach Franco Tranquilli; le forze dell’ordine civili e militari per la collaborazione prestata durante le gare e tutta la manifestazione;  le associazioni presenti per la loro presenza e collaborazione;  l’IIS Stendhal e Via della Immacolata P.A. Guglielmotti con il Liceo Artistico collegato realizzatori del Damasco; la testimonial per il canottaggio Silvia Felicioni; la direttrice artistica per la serata delle premiazioni e intrattenimento Barbara Brugè; gli artisti dell’estemporanea di pittura e quanti si sono esibiti nella forma di “amichevole partecipazione” la serata del 28 luglio; il maestro Arnaldo Massarelli per aver concesso di utilizzare la stampa di CV del 1715 nel materiale pubblicitario.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio Marinaro dà i suoi verdetti

Per una frazione di secondo l’equipaggio di Castiglione della Pescaia (Rione Piazza) ha battuto l’equipaggio Civitavecchia 1 conquistando la Coppa del X Palio Marinaro dei Tre Porti del settore maschile; sul terzo gradino del podio l’equipaggio Civitavecchia 2 con il team composto dai ragazzi della cantera del Circolo Canottieri Civitavecchia di mister Franco Tranquilli. Per il settore femminile vittoria dell’equipaggio di Livorno, argento per il team delle ‘‘Tenaci’’ di Civitavecchia (reduci dalla vittoria del Palio Marinaro 2018 conquistata il giorno prima) e bronzo per il team di Fiumicino. Anche quest’anno alla Marina di Civitavecchia si è svolta una ricca duegiorni di festa e eventi inerenti il palio Marinaro tra i Rioni Storici di Civitavecchia (39^ edizione) e il Palio Marinaro dei Tre Porti (X edizione) con una serie di iniziative a margine di questo evento sportivo. Tutta la manifestazione è stata promossa, organizzata e curata alla perfezione da Sandro Calderai e dai soci dell’associazione ‘‘Mare Nostrum 2000’’ Sabato mattina il Palio Marinaro si è aperto con la sfilata; a questo momento. Nel pomeriggio (dalle 17 in poi) si sono svolte le regate valide per l’assegnazione del titolo. Al termine delle varie combattute regate vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Combattuta la Lotta Saracena: vittoria di Emanuele Arciprete; a seguire Gabriele Lisiola; Dario Masoni e Matteo Lisiola. Nella gara dimostrativa di canottaggio fra gli atleti del Circolo Canottieri Civitavecchia vittoria dell’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Gabriele e Matteo Lisiola, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); secondi Giuseppe Corati, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Gabriele Grassi e Paolucci senior (timoniere). Domenica poi si è svolto il Palio Marinaro dei Tre Porti che ha visto svolgersi gare combattutissime con vittorie decise sul finale. Ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1: i civitavecchiesi Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli per gran parte della gara hanno avuto la supremazia poi per un guasto alla pedaliera hanno perso qualche secondo e l’espertissimo team toscano hanno sferrato la remata vincente piazzando la prua della loro barca davanti ai locali. Terzo Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Anche questa edizine 2018 va in cantiere e verrà ricordata come una bella manifestazione pienamente riuscita. Il popolo del Remo è cresciuto, ora bisogna che i civitavecchiesi imparino ad amare questa manifestazione che unisce tradizione, sport, solidarietà, cultura, storia, folklore. Complimenti all’attivissimo patron Sandro Calderai, ai soci storici per il grande lavoro che fanno nell’anno; agli allenatori, ai giudici (Vincenzo Ricotta, Giovanni Spinelli), ai collaboratori e agli atleti, a Tranquilli per il supporto e per i suoi ragazzi. 
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Circolo Canottieri super ai Regionali

Il Circolo Canottieri di Civitavecchia con i suoi ragazzi fa man bassa di medaglie e titoli regionali a Sabaudia. Semplicemente unico quanto avvenuto al Lago Paola in uno scenario sportivo tra i più importanti per questo movimento giovanile. 
Un manipolo di ragazzi guidati dall’allenatore Franco Tranquilli, col sudore di una stagione solo un lontano ricordo nelle vogate, che hanno portato in alto il nome del Circolo Canottieri Civitavecchia e di quella civitavecchiesità che li rappresenta appieno. Perché se non si è segnata la storia poco c’è mancato. 
Tra le tante difficoltà di questo sport, sia sul piano fisico che delle strutture presenti in città, hanno sconfitto società storiche di questo mondo sportivo. Più di settecento atleti hanno colorato la vetrina della manifestazione, con l’Esercito Italiano, le Fiamme Gialle, il Circolo Canottieri Aniene, il Circolo Canottieri Roma e il Circolo Canottieri Lazio, indiscusse protagoniste di un movimento che gli appartiene, che sono rimaste a guardare i nostri ragazzi sul podio di alcune categorie. Risultato che inorgoglisce e che dà alle corse del dopo scuola per gli allenamenti, ai compiti fatti la sera tra la stanchezza di braccia e gambe e soprattutto a quella voglia di faticare per primeggiare, un sapore d’altri tempi sportivi a questi ragazzi e alla loro guida Franco Tranquilli.  
Titoli e campioni regionali andati a Alessandro Paolucci e Federico Foschi nel Doppio categoria ragazzi; Alessandro Paolucci, Federico Foschi, Edoardo Azoitei e Matteo Lisiola nel 4 di coppia Categoria ragazzi; Giordano Floris nella categoria Allievi B2 con l’imbarcazione 7,20 metri.
Predominanti le incoraggianti e altre posizioni nella graduatoria finale raggiunte dagli altri ragazzi. Pregevoli e superbi i secondi posti ottenuti nel “2 senza” della categoria Cadetti da Gabriele Lisiola e Giuseppe Corati, e da Michele Pizzichelli nel Singolo della categoria Junior.  Alessio Gualtieri alla prima gara nel singolo è invece giunto sesto nella categoria Cadetti, mostrando il piglio giusto per un suo futuro sportivo da protagonista. 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Circolo Canottieri super ai Regionali

Il Circolo Canottieri di Civitavecchia con i suoi ragazzi fa man bassa di medaglie e titoli regionali a Sabaudia. Semplicemente unico quanto avvenuto al Lago Paola in uno scenario sportivo tra i più importanti per questo movimento giovanile. 
Un manipolo di ragazzi guidati dall’allenatore Franco Tranquilli, col sudore di una stagione solo un lontano ricordo nelle vogate, che hanno portato in alto il nome del Circolo Canottieri Civitavecchia e di quella civitavecchiesità che li rappresenta appieno. Perché se non si è segnata la storia poco c’è mancato. 
Tra le tante difficoltà di questo sport, sia sul piano fisico che delle strutture presenti in città, hanno sconfitto società storiche di questo mondo sportivo. Più di settecento atleti hanno colorato la vetrina della manifestazione, con l’Esercito Italiano, le Fiamme Gialle, il Circolo Canottieri Aniene, il Circolo Canottieri Roma e il Circolo Canottieri Lazio, indiscusse protagoniste di un movimento che gli appartiene, che sono rimaste a guardare i nostri ragazzi sul podio di alcune categorie. Risultato che inorgoglisce e che dà alle corse del dopo scuola per gli allenamenti, ai compiti fatti la sera tra la stanchezza di braccia e gambe e soprattutto a quella voglia di faticare per primeggiare, un sapore d’altri tempi sportivi a questi ragazzi e alla loro guida Franco Tranquilli.  
Titoli e campioni regionali andati a Alessandro Paolucci e Federico Foschi nel Doppio categoria ragazzi; Alessandro Paolucci, Federico Foschi, Edoardo Azoitei e Matteo Lisiola nel 4 di coppia Categoria ragazzi; Giordano Floris nella categoria Allievi B2 con l’imbarcazione 7,20 metri.
Predominanti le incoraggianti e altre posizioni nella graduatoria finale raggiunte dagli altri ragazzi. Pregevoli e superbi i secondi posti ottenuti nel “2 senza” della categoria Cadetti da Gabriele Lisiola e Giuseppe Corati, e da Michele Pizzichelli nel Singolo della categoria Junior.  Alessio Gualtieri alla prima gara nel singolo è invece giunto sesto nella categoria Cadetti, mostrando il piglio giusto per un suo futuro sportivo da protagonista. 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Parte la ''1000 vele per Garibaldi''

Domani alle 10.00 dalle acque antistanti il Porto di Riva di Traiano prenderà il via la XIII edizione della ‘‘1000 Vele per Garibaldi’’ con la prima tappa che prevede la traversata da Roma a Caprera per 125 miglia complessive. Al via 16 barche, con il vincitore dell’ultima tempestosa edizione, il Bavaria 36 Gastone di Sandro Spallotta, pronto a difendere il titolo da avversari agguerriti, come il Sunfast 3600 Lunatika di Stefano Chiarotti o il Comet 45S Libertine di Marco Paolucci. In Sardegna troveranno ad attenderli anche il Team di Simone Camba su Masaccio, che raggiungerà la flotta dopo aver partecipato alla 100 miglia del Golfo degli Angeli a Cagliari. Le barche saranno ospiti del Comune di La Maddalena, che patrocina la manifestazione nel bellissimo porto di Cala Gavetta, che sarà la base per le successive regate del 5 e 6 giugno prossimo nelle acque dell’Arcipelago, in un campo di regata di eccezionale bellezza.
La premiazione è prevista il giorno 7 giugno alle 19.00 a Cala Gavetta.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc sbanca 5-2 il campo del San Lorenzo e avvicina i playoff

<p>Nella 32esima giornata del campionato di Promozione la <strong>Cpc2005</strong> sbanca 5-2 il rettangolo del San Lorenzo e arriva a un punto dal Ronciglione. Cinquina degli uomini di Blasi che mantengono la Cpc2005 a ridosso del terzo posto. Partita dominata in lungo e in largo dai portuali, serve a poco l&rsquo;impegno di un S. Lorenzo retrocesso, mentalmente da tempo, e da oggi anche matematicamente. La apre Luciani con una pennellata delle sue che spolvera l&rsquo;incrocio, poi Ruggiero e Catracchia nella prima frazione e De Carli, due volte nella ripresa. Poi l&rsquo;attesa &egrave; solo per il fischio finale e la gara di domenica con il Montalto. C&rsquo;&egrave; aria di smobilitazione a S. Lorenzo, solo 15 in lista, ma questo non gli vieta, dimostrandolo sul campo, di onorare il campionato fino alla fine. Formazione tipo per mister Blasi che tenta l&rsquo;avvicinamento al Ronciglione, perdente in mattinata a Bomarzo. Vige la necessit&agrave; vera di mettere i tre punti nel carniere, solo cos&igrave; si potrebbe dare un senso a questo finale di stagione. Con l&rsquo;obbiettivo dei playoff nella testa per i portuali, la retrocessione dietro l&rsquo;angolo per il S Lorenzo, inizia la gara al comunale di S Lorenzo. Blasi schiera la squadra con il solito 4-3-3. Serpieri e Brunetti davanti a Nunziata, con Cherchi e Gravina a supporto e a interdire sulle fasce. Nella zona nevralgica capitan Bevilacqua in cabina di regia, con l&rsquo;esperienza di Luciani e l&rsquo;estro di Esposito a supporto. Davanti a cercar la via del gol bomber Catracchia, supportato dall&rsquo;estro di Ruggiero e a sorpresa da Paolucci. In panchina e pronti a entrare in caso di bisogno Desini, da impiegare tra i pali, con Capretti, Memmoli, Paolini, Lanari, Delogu e De Carli per i giocatori di movimento. Risponde mister Goretti con Barbarella tra i pali, davanti a lui Andriangelo, Manga, Morbidelli, Marchini. A centrocampo Thiam, Dimarelli, Federig, e Verrei. Baracchino e Solt a cercar la via del gol. In panchina Equiiani, Calistri, Fini e Raffaelli. Partenza col freno tirato per la CPC2005 che stenta a trovare i giusti equilibri in campo. S. Lorenzo generoso che trama buoni fraseggi e al 7 con Baracchini impegna Nunziata, pregevole la staffilata da fuori area deviata dal portiere sopra la trasversale. La CPC2005 al primo vero affondo passa. Mani al limite dell&rsquo;area del centrale viterbese, lancio di Esposito in profondit&agrave; a servire Catracchia, Ravaioli vede la volontariet&agrave; e decreta la punizione. Luciani si presenta alla battuta e piazza la sfera sotto l&rsquo;incrocio. CPC2005 in vantaggio. Tramortito il S. Lorenzo che non riesce pi&ugrave; a mettere uomini pericolosi sulla tre quarti portuale, di riflesso la CPC2005 amministra il gioco addormentando la gara. Dura poco la gara in avanti di Paolucci, si infortuna Cherchi ed entra De Carli, con l&rsquo;esterno che si posiziona tra i quattro di difesa. La CPC2005 dilaga nel giro di nove minuti, prima Ruggiero al 36&rsquo;, dopo un dribbling avvolgente nel cuore dell&rsquo;area, e Catracchia da sotto misura allo scadere portano il risultato sul tre a zero. In avvio di ripresa fa la voce grossa il S. Lorenzo, assist di testa di Baracchini per Thiam, staffilata dal limite dell&rsquo;area che si infila sotto l&rsquo;incrocio. Uno a tre per la CPC2005. La CPC2005 sembra in affanno col S. Lorenzo che per&ograve; non mette troppa pressione. All&rsquo;11 doppio cambio entra Lanari ed esce Luciani, buona la sua gara, e Paolini per Paolucci. Serve freschezza atletica in mezzo al campo ora. Il cambio ripaga quasi subito nell&rsquo;economia della gara, cross di Paolini per De Carli che in scivolata insacca alle spalle di Barbarella: quattro a uno. C&rsquo;&egrave; il tempo di rivedere anche Delogu in campo quando alla mezz&rsquo;ora sostituisce Catracchia. La gara non &egrave; ancora finita, il S. Lorenzo vacilla e rischia la goleata, con De Carli che capitalizza al massimo l&rsquo;assist di Ruggiero, mettendo alle spalle di Barbarella, dopo una deviazione, la palla della quinta marcatura. Esce Ruggiero tra gli applausi ed entra Memmoli. Manca poco e si aspetta solo la fine della gara. La CPC2005 gingischia troppo e quasi allo scadere Raffaelli va in rete, buona l&rsquo;azione corale del S. Lorenzo, sancendo di fatto il parziale finale. Vince anche l&rsquo;<strong>Atletico Ladispoli</strong>, che supera 1-0 in casa la Virtus Acquapendente. Al Galli il <strong>Citt&agrave; di Cerveteri </strong>impatta invece 2-2 col Montefiascone. Si arrende, infine, il <strong>Santa Marinella/Severa</strong>: al Tamagnini finisce 2-0 per il Canale Monterano.&nbsp;</p>

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Palio Marinaro: ecco i primi rioni vincitori

Pantano con l’equipaggio femminile del Liceo Scientifico e San Liborio con l’equipaggio IIS Calamatta 3 i rioni storici vincitori del 38° Palio Marinaro dei Rioni Storici dedicato agli equipaggi Junior. Ieri mattina dopo la benedizione ad opera di Don Cono si è aperta la 38^ edizione del Palio Marinaro in onore della patrona di Civitavecchia Santa Fermina. Dal forte Michelangelo si è snodato il corteo aperto dalla banda Ponchielli con tutti gli equipaggi, gli stendardi dei rioni storici, le miss per ogni rione grazie alla scuola di portamento My Fair Lady di Federica Incalcaterra, i bambini delle scuole primarie che hanno aderito al progetto legato al palio: ‘‘Un aquilone per rione’’, i figuranti della Pro Loco, le associazioni varie e in particolare l’Andos con le ‘‘Dragonesse’’. All’inaugurazione e al corteo ha partecipato anche il deputato Alessandro Battilocchio. Nel molo del porto dove si sono tenute le regate era allestito il ‘‘Villaggio della Solidarietà’’ con Cri, Avis, Andos, Susan G. Komen, gruppo missionario dei salesiani. Per tutti è stato offerto un ricco buffet grazie all’IIS Stendhal (Alberghiero e Turistico), dalla tenuta Gattopuzzo, i ristoranti Lo Stuzzichino e Dolce & Salato, le pasticcerie Verde e Sweet Art. Il sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino si è gustato tutte le regate complimentandosi con il presidente Sandro Calderai, coi volontari della Mare Nostrum e con tutte le scuole che hanno partecipato e alla fine ha premiato i vincitori. (Agg. 14/4 ore 19.03 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PRIMA REGATA DELLA CATEGORIA JUNIOR – La prima giornata si è chiusa con un completo successo per questa manifestazione che da anni patron Calderai e tutti i volontari della Mare Nostrum portano avanti con impegno, sacrificio e abnegazione. Questa edizione 2018 ha visto alla ribalta le ragazze degli equipaggi femminili: le atlete sono state strepitose e hanno gareggiato con tempi incredibili. Sul massimo gradino del podio il Liceo Scientifico con Carlo Mentonelli, Giulia Carucci, Ludovica Mancinelli, Beatrice Tranquilli e Davide Orlandi; argento per l’IIS Calamatta con Chiara e Aurora Gambaro, Alessia Lucente, Chiara Raucci. Bronzo per IIS Calamatta 2 con Nicole Marcucci, Giulia Guida, Micaela Pintus, Cristina Astuti ed Elio Urbani. Per quanto riguarda i maschi, podio totalmente diviso fra tre equipaggi dell’IIS Calamatta: vittoria per il rione San Liborio con l’equipaggio composto da Luca Pugliano, Alessandro Paolucci, Giorgio Homan, Leonardo De Amicis ed Edoardo Chialà. Secondo posto per IIS Calamatta 1 con Gabriele Urbani Alessandro Agnino, Simone De Pari, Matteo Granella ed Elio Urbani; terzo posto per IIS Calamatta 2 con Michele Pizzichelli, Edoardo Atzei, Marco Santangelo, Gabriele Rizzotto. Giudici delle regate Vincenzo Ricotta, Giovanni Spinelli, Mario Piscini; il campo di gara è realizzato dalla Lni Civitavecchia; importante supporto in acqua dalla Protezione Civile e dai carabinieri. (Agg. 14/4 ore 19.34 SEGUE)

IL PROGRAMMA PER IL PALIO DEI SENIOR DI SCENA DOMANI – Si svolgerà domani invece il Palio Marinaro dei Rioni Storici fra gli equipaggi Senior maschili e femminili. Alle 9 ci sarà il ritrovo degli atleti al Molo Sardegna del Porto Storico seguirà la verifica degli equipaggi e le estrazione delle batterie e delle acque; a seguire eliminatorie e finali per la categoria Senior m/f; poi ci sarà la gara fra gli Equipaggi Integrati con la collaborazione dell’Ass. Stella Polare e del Nucleo Sommozzatori Santa Marinella. Alle 12 la Regata del Terzo Tempo formata da equipaggi misti concluderà le gare sportive poi dalle 12.30 le premiazioni. (Agg. 14/4 ore 19.55)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Endlessgame taglia il traguardo della Garmin Roma per Tutti

Alle ore 23:43:55 giovedì Endlessgame, il Cookson 50 del Red Devil Sailing Team, ha passato la linea del traguardo di Riva di Traiano conquistando la Line Honours della Garmin Marine Roma per Tutti. L’arrivo nella notte è stato affascinante e i gommoni del Centro Nautico Riva di Traiano hanno atteso i vincitori sulla linea d’arrivo porgendo loro l’ormai tradizionale bottiglia di spumante per un primo brindisi a bordo e in banchina. Alla Garmin Marine Roma per Tutti, Endlessgame ha navigato con a bordo Pietro Moschini, Giuseppe Puttini, Gabriele “Ganga” Bruni, Stefano Pelizza, Pierluigi Fornelli, Stefano Selo, Vittorio Rosso, Giuseppe Filippis, Fabio Montefusco, Giovanni Buono, Giuseppe Leonardi, Francesco Izzo. Nella sua scia la lotta per il podio è serrata. Divise da poche miglia: Muzika2, X442 di Simone Taiuti; Vai Mo’, J122 di Alberto Costella e O’ Guerriero, Comet 41S di Anna Maria Gallelli si stanno contendendo i restanti due gradini del podio. (Agg. 13/4 ore 17.12 SEGUE)

SFIDA ANCOR APERTA ANCHE NELLA GARMIN MARINE ROMA PER 2 – Affascinante la lotta tra gli equipaggi della Garmin Marine Roma per 2. Sono in tre a contendersi la vittoria, tre equipaggi eccezionali che hanno dato vita ad un match race ininterrotto fin dalla partenza da Riva di Traiano. Scricca, Comet 38S con a bordo Leonardo Servi e Franco “Ciccio” Manzoli; Libertine, Comet 45S con Marco Paolucci e Lorenzo Zichichi e Aigylion, GS34 timonato da Alberto Bona e Oris D’Ubaldo. Tra il primo e il terzo, attualmente, la distanza è inferiore alle due miglia. Ma le posizioni si invertono di ora in ora e le scelte tattiche diverse che stanno facendo in queste ultime ore determineranno la vittoria finale. (Agg. 13/4 ore 17.48 SEGUE)

TRA I SOLITARI STABILE IN TESTA ANDREA FANTINI – Tra i solitari continua la cavalcata vincente di Andrea Fantini con il suo Class 40 Enel Green Power, seguito dal dentista e poeta Oscar Campagnola, sul suo Comfortina 42 Fair Lady Blue e da My Way, Open 60 di Michele Cassano. (Agg. 13/4 ore 18.16)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, sul rettangolo della capolista Ottavia in palio una fetta di stagione

Per la 29esima giornata del campionato di promozione la Compagnia Portuale Civitavecchia sarà ospite, stamane, dell’Ottavia, in una gara che per i tirrenici vale un campionato. A sei dal termine, infatti, per la Cpc2005 la sfida contro i romani,  diventa il crocevia di una intera stagione. All’andata, Catracchia e Ruggiero regalarono i tre punti alla compagine diretta da mister Blasi, che in una rincorsa partita della terza giornata, consolidata da questo big match, gli regalò poi il primato insieme ai romani prima di Natale. Qualcosa è cambiato da quell’incontro e diciamo in negativo, con il vertice lontano dodici punti e un terzo posto mantenuto a stento da confermare, perché in queste sei gare tutto è nelle mani dei portuali in quanto, uscire indenni da questo impianto, risultati delle contendenti permettendo, sarebbe già un notevole passo in avanti. Bomarzo e la gara casalinga con il Ronciglione nel giro di quindici giorni, daranno l’esatto quadro delle ambizioni della roja. Tante le defezioni a partire da Poggi e Loiseaux, all’apice dei lungo degenti di una stagione forse con troppi infortuni, con Luciani, Paolini e Paolucci che saranno valutati solo nel riscaldamento pre gara. Formazione quasi obbligata per Blasi che dovrebbe rispecchiare quella delle ultime uscite, con tanti under provenienti dalle giovanili a comporre il restante. Arbitrerà Andrea Giordani della sezione di Aprilia, coadiuvato da Matteo Manni di Frosinone e Alessandro De Lorenzo di Latina. Il Santa Marinella/Santa Severa, invece, viaggia alla volta di Cerveteri. Il gruppo di mister Zeoli sarà chiamato ad una sfida difficile in quanto, i giovani del tecnico Cotroneo, sono in un ottimo momento di forma e soprattutto in casa sono molto pericolosi. Per quanto riguarda i giocatori a disposizione, Zoli dovrà fare a meno dell’esterno Del Monte e del difensore Castelletti. «Abbiamo l’occasione per migliorare la nostra classifica – spiega Zeoli – ora però bisognerà sapere quanto i giocatori sono motivati in questa gara. Abbiamo avuto delle difficoltà nel fare gli allenamenti (visto che il Comune ha deciso di togliere la corrente al campo di calcio di Santa Severa – ndr), ma per questo non significa che non dobbiamo impegnarci al massimo per raggiungere la posizione migliore in questo campionato». «Giocando in casa abbiamo il dovere di puntare al risultato pieno – dice Cotroneo – sappiamo che ci troveremo di fronte un’ottima squadra, ma noi siamo riusciti a vincere a Santa Severa ed ora ci riproviamo». Per quel che riguarda l’Atletico Ladispoli, la compagine di mister Morelli sarà di scena stamani sul campo amico contro il Bomarzo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc: sorride di gusto la Juniores

Una Juniores ridotta ai minimi termini batte 2-0 a domicilio l’Aurelio Fiamme Azzurre, nel match valevole per la 22^ giornata del campionato, e ritorna a respirare. I quattordici in lista hanno avuto il piacere di riportare la Cpc2005 fuori dalla zona playout, dopo una partita gagliarda e ben giocata in tutti gli elementi. Spicca la personalità di Desini che tra i pali ha finalmente dimostrato il suo valore, di Lava capace di respingere sulla riga un gol già fatto, quelle di Palmieri e Mastropietro, autori dei gol che valgono la vittoria e di Nocchia, stavolta in versione di assist man. La classifica ora vede a due punti dai portuali lo stesso Fiamme Azzurre, per loro sestultima posizione con ventisei punti, a 4 lunghezze dai portuali il Vetralla e a cinque l’Accademia Sporting Roma. In terzultima posizione e a sei punti  dalla Cpc2005 c’è momentaneamente l’Astrea, mentre chiudono la classifica il Tolfa, penultimo al momento con 20 punti e il fanalino di coda la Corneto a soli 17 punti. La salvezza passerà essenzialmente per gli scontri diretti con Tolfa e Corneto, in un girone che ancora può dire molto. La cronaca parla di una Cpc2005 già vicina al gol dopo due minuti, con De Carli che a due metri dalla porta si mangia un gol già fatto. Intorno al quarto d’ora un’occasione per i locali con Gullo, che in mischia manda fuori. Un minuto dopo azione per palati fini degli spettatori: Lanari, sugli sviluppi di un corner, serve De Carli con un delizioso tacco al volo, ma il giocatore portuale tira fuori. Al 25’ è Memmoli ad avere la palla del vantaggio dopo un errore dell’estremo difensore dell’Aurelio, col giocatore portuale che non riesce a tramutarla in rete l’occasione. Due minuti dopo la Cpc2005 passa in vantaggio, cross di Nocchia e Palmieri insacca la sfera del meritato vantaggio. Ora c’è solo la Cpc2005 in campo che capitalizza poco il possesso palla e, fino al fischio di fine primo tempo, non crea null’altro di pericoloso. Per i locali invece al 40’ è Di Biagio a far compiere a Desini il primo intervento della gara. La Cpc2005 comincia la ripresa come l’aveva terminata, possesso palla e occasioni da rete. Al 6’ è De Carli a tirare fuori dopo l’assist di Memmoli, direttamente da calcio di punizione. Tre minuti dopo Lanari da fuori area fa compiere un vero e proprio miracolo a Mucciarelli, abile a respingere la sfera; che, tra l’altro, era stata deviata da un compagno di squadra. Al 12’ la Cpc2005 raddoppia ancora con Nocchia a dare il via all’azione: il giocatore serve una palla d’oro a Mastropietro che insacca il definitivo due a zero. L’Aurelio esce fuori e tenta di segnare il gol che rimetterebbe in discussione la gara. Al 20’ Lava salva sulla riga il tiro scagliato a botta sicura da Gullo. Cinque minuti dopo staffilata su punizione di Palmarini che Desini devia, compiendo un mezzo miracolo, però la sfera rimane lì e ancora Desini si oppone a Indulgente, che nell’occasione aveva tirato a botta sicura. Ora la gara è in mano all’Aurelio Fiamme Azzurre che al 29’ va ancora vicina al gol, punizione dubbia concessa al limite dell’area e Conforzi fa compiere un altro miracolo a Desini. Finiscono praticamente qui le emozioni della gara. Ora dopo la sosta c’è il Pescatori Ostia a minare i sogni salvezza dei portuali.
In campo per la Cpc2005: Desini, Mastropietro, Lava, Capretti, Catarinacci, He, Memmoli, Nocchia, De Carli, Lanari, Palmieri. A disposizione: Serpente, Visciola, Totu. Allenatore: E. Gallina. (Agg. 27/03 ore 17.11 SEGUE)

LA GARA DEGLI ALLIEVI DELLA CPC2005 – Si fermano a due le vittorie consecutive degli Allievi della Cpc2005 che, nel match valevole per la 22^ giornata della stagione, sono costretti a cedere gli onori delle armi con il risultato di 5-1 allo Sporting Tanas; quarta forza del torneo. In un campionato dove il divario tra le prime del girone e le altre sembra insormontabile, diciamo che regge bene l’urto non capitolando come per esempio accaduto col Montespaccato. Lo Sporting passa dopo appena un minuto con  Fecchi, ma la Cpc2005 c’è e con Del Gaudio per due volte va vicinissima al pareggio. Lo Sporting tira la volata e in due minuti annichilisce le speranze dei portuali, quando prima al 6’ Dridi raddoppia e due minuti dopo con Di Leva che segna la terza rete. Tutto fa supporre all’ennesima goleada ma così non è. La Cpc2005 regge bene sul rettangolo di gioco e al 37’ ha la palla per ridurre lo svantaggio con Visciola, ma il rigore calciato non s’insacca alle spalle di Chiarucci. Ripresa sulla falsa riga della prima frazione, con la gara combattuta, ma col parziale che pende dalla parte dei locali. Lo Sporting passa ancora due volte con Fecchi e Dridi, 15’ e 30’, ma la Cpc2005 sempre in gioco riesce quasi allo scadere, col rigore trasformato da Maccarini, a rendere il parziale meno pesante.
In campo per la Cpc2005: Di Marco, Maccarini, Vanzetti, Zacchei, De Amicis, Rovai, Matricardi, Del Gaudio, Visciola, Cagnetta, Pantano. A disposizione­: Paolucci, Gallina, Stefanini, De Santis, Poveromo, Curis. Allenatore: F. Da Lozzo. (Agg. 27/03 ore 17.43 SEGUE)

PAREGGIO SENZA RETI PER I GIOVANISSIMI DELLA ROJA – Finisce nel più classico zero a zero tra i Giovanissimi della Cpc2005 e i pari età dell’Empire Sport Academy. Gara dettata dalla splendida giornata e dalle occasioni vanificate all’ultimo istante dal giovane portiere ospite. Non era iniziata così bene la gara per  i portuali, coi ragazzi di mister Smeraglia troppo raccolti all’indietro e i romani a dettare le trame e gioco. Dura poco l’assalto visto che la Cpc2005, col passare dei minuti, prende metri di campo; costringendo gli avversari a sporadici contropiedi. Se ne conteranno almeno cinque o sei di palle gol, ma nessuna così clamorosa per i rossi portuali. Finisce con un pareggio senza reti al fischio finale in una categoria, dove va sottolineato, la classifica serve a poco; ma nella quale l’obiettivo è creare un gruppo solido per il futuro. E di buone realtà col apssar del tempo se ne iniziano a intravedere. (Agg. 27/03 ore 18.12)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###