Snc: l'inizio di una crisi inaspettata

di MATTEO CECCACCI

‘‘La crisi, spesso diventa occasione di crescita interiore’’. Così Isabel Allande (scrittrice cilena naturalizzata statunitense) commenterebbe il post gara della Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 6^ giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2, inanella la quarta sconfitta consecutiva cedendo le armi 12-10 ai diretti rivali del Pescara; in una gara che fino al terzo periodo ha visto una Snc solida, concreta e ben disposta in acqua. (Agg. 21/4 ore 18.33 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PARTITA DELLA SNC CIVITAVECCHIA – La prima frazione di gioco è a favore dei biancoblu di coach Mammarella che partono più forti che mai: dopo 16’’ arriva il sigillo di Giordano per poi replicare con il croato Delas a 1’18’’.
I rossocelesti non ci stanno e reagiscono immediatamente con il centrovasca Leo Checchini che nell’arco di 30’’ realizza una fantastica doppietta che carica il morale dei compagni, soprattutto quello di Bogdanovic che sigla la rete che vale il +1. A non far chiudere la Snc in vantaggio nel primo quarto, però, ci pensa il capocannoniere Di Fulvio che, beffando Visciola, chiude il primo parziale sul 3-3.
Il secondo periodo vede pochi gol in confronto alla prima frazione, ma a partire col piede giusto questa volta sono i civitavecchiesi che, con il classe ‘95 Bogdanovic dai cinque metri, toranano in vantaggio; però, nemmeno il tempo di esultare, che il giovane Di Nardo ristabilisce gli equilibri.
L’ultimo gol lo infila a 20’’ dalla fine D’Aloisio che fa andare il team biancoblu all’intervallo lungo con il parziale di 1-2 per il 4-5 momentaneo, dopo che Caponero aveva avuto l’occasione per pareggiare, ma la sua conclusione non centra lo specchio della porta pescarese. Al rientro in acqua, al contrario del terzo tempo, si assiste ad una valanga di reti. I primi 3’ sono tutti di marca rossoceleste, grazie ai sigilli di Bogdanovic, Castello e ancora Bogdanovic. 
Poi è il classe ‘99 Di Nardo a interrompere il trend positivo della Snc che non molla e va nuovamente in rete con Checchini dai cinque metri per il +3. La compagine ospite accusa il colpo e trafigge per ben due volte Visciola, prima con D’Aloisio e dopo con Di Fulvio grazie a un rigore, giudicato molto generoso. Il parziale adesso dice 4-3 Snc per l’8-8 momentaneo, negli ultimi 480’’ succede qualcosa che nessuno mai avrebbe messo in conto: un blackout totale della Snc. Sono addirittura quattro i gol che i rossocelesti incassano dai pescaresi in 4’ grazie alla doppietta di bomber Di Fulvio per il suo definitivo poker, Delas e infine Di Nardo (tripletta). 
I locali cercano di rialzarsi, ma l’espulsione del tecnico Pagliarini e il grave infortunio di Iula (presunta rottura del setto nasale a causa di una gomitata non vista e non sanzionata dai due direttori gara) influiscono sul morale dei giocatori che non riescono più ad andare avanti. Sono le reti di Bogdanovic su rigore (cinque gol per lui) e Castello a decretare il definitivo 10-12 sulla sirena finale, che fa così incassare la quarta sconfitta consecutiva. Insuccesso che mette a rischio il quarto posto dei rossocelesti che vedono avvicinarsi a -4 proprio il Pescara oltre ai Muri Antichi; per non parlare dell’abisso di ben 10 lunghezze che divide ora i civitavecchiese dal Latina, terzo della classe. (Agg. 21/4 ore 19.02 SEGUE)

I COMMENTI DEL TECNICO ROSSOCELESTE MARCI PAGLIARINI – «È stata – spiega coach Pagliarini al termine della gara – una partita in cui abbiamo giocato bene fino al terzo tempo, poi abbiamo avuto un calo d’intensità che ci ha fatto sbagliare tanto sotto porta. Le decisioni arbitrali hanno peccato anche questa volta, è inconcepibile non sanzionare la scorrettezza su Iula. Ora bisogna uscire da questo momento negativo, tornando alla vittoria sabato quando affronteremo a Salerno il Tgroup Arechi». (Agg. 21/4 ore 19.31)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc: vincere per uscire dal tunnel

di MATTEO CECCACCI

Ottenere una vittoria, o quantomeno un punto, per uscire da una situazione che non rispecchia affatto la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 6^ giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2, affronterà domani alle 15 in quel del PalaGalli i rivali del Pescara del tecnico Francesco Mammarella. (Agg. 20/4 ore 17.09 SEGUE)

I ROSSOCELESTI VIVONO UN MOMENTO NEGATIVO DOPO TRE SCONFITTE DI FILA – Sono tre le sconfitte consecutive per la compagine di Marco Pagliarini che, dopo la super vittoria del 17 marzo scorso col Salerno per 11-10, è scivolata inaspettatamente al quarto posto della classifica con 28 punti all’attivo a -7 dal Latina, che affronterà in casa i pugliesi del Waterpolo Bari in una sfida apparentemente facile. Un periodo no per i civitavecchiesi che dopo l’impresa targata Salerno ha ceduto con Vis Nova, Roma Nuoto e Cesport; quest’ultima sconfitta, maturata sabato scorso a Napoli con il risultato di 11-10, molto probabilmente è stata causata oltre che dall’approccio sbagliato anche dalle pesanti assenze come quella dell’allenatore e dei difensori Minisini e Muneroni, entrambi fulcri portanti della retroguardia rossoceleste. A cinque giornate dal termine la classifica si fa più intensa e frizzante, le prime tre posizioni occupate rispettavamente da Roma Nuoto (38), Salerno (37) e Latina (35) sembrano, infatti, prendere sempre più distacco dalla Snc che dovrà necessariamente ottenere i tre punti per inseguire i primi posti, sfruttando al meglio le migliori energie e potenzialità per un finale di stagione da chiudere in bellezza. Sarebbe da evitare a tutti i costi quel quarto posto in graduatoria che significherebbe affrontare a fine anno il forte team Genova Quinto del girone Nord. I biancoblu, invece, con in rosa bomber Di Fulvio, sono reduci dalla pesante sconfitta subita in casa per 11-6 col Salerno e si trovano nella quinta piazza in compagnia dei siciliani del Muri Antichi a quota 21 punti. Gli abruzzesi cercheranno senza ombra di dubbio i tre punti per accorciare la distanza proprio sulla Snc. Sarà una gara dalle mille emozioni, in cui entrambi i team vogliono riscattarsi del 9-9 dell’andata e quindi non resta che affidarsi al destino, perché come diceva Hester Browne ‘‘Ciò che è destinato a te, troverà comunque il modo di raggiungerti’’. (Agg. 20/4 ore 17.42 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL PORTIERE CIVITAVECCHIESE GIORDANO VISCIOLA – A commentare il pre gara il portierissimo Giordano Visciola (nella foto in alto): «Dovremo scendere in acqua più agguerriti che mai. Purtroppo veniamo da una serie di sconfitte che dovevamo evitare, ma a causa di diversi fattori siamo stati penalizzati. Il nostro quarto posto deve migliorare, siamo una squadra giovane e i rivali ci studiano sempre prima di affrontarci. Dobbiamo dare il massimo per questa società e per questi colori, perché i risultati arrivano tramite sacrifici e dedizione e noi bisogna capire questo. Io credo che possiamo arrivare in alto, basta crederci fino in fondo». (Agg. 20/4 ore 18.04)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc, arriva la terza sconfitta consecutiva

Sedicesima giornata del campionato dei serie A2 maschile amara per la Snc Enel Civitavecchia, che nella vasca della Felice Scandone cede le armi 11-10 ai padroni di casa della Studio Senese Cesport, inanellando così la terza sconfitta consecutiva. (Agg. 14/4 ore 19.06 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PARTITA – I rossocelesti pagano la partenza lenta, con i primi due parziali che finiscono 3-2 e 5-3 per i campani; si va all’intervallo lungo sull’8-5. Nella seconda parte di gara la formazione di coach Marco Pagliarini ci prova e con le reti di Bogdanovic e Checchini arriva a -2 (9-7). L’ultimo quarto di gioco si apre con la doppietta di Checchini per il momentaneo 9-9, Ruocco buca Visciola, Castello trafigge Turiello e si va sul 10 pari a due minuti dalla fine; a chiudere la contesa in favore della Cesport, però, ci pensa Miskovic. Con questa sconfitta il Civitavecchia scivola a -10 dalla capolista Roma, -8 dal Salerno e -7 dal Latina; resta a +7, invece, il vantaggio sulla quinta piazza. (Agg. 14/4 ore 19.38 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL CAPITANO DAVIDE ROMITI – «Abbiamo sbagliato – spiega capitan Romiti – approccio alla partita. Fisicamente stiamo bene, ma mentalmente abbiamo dei cali. Forse i troppi complimenti ricevuti non ci hanno fatto bene. Ora ripartiamo dal Pescara». (Agg. 14/4 ore 19.57)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc, vedi Napoli e poi… vinci

di MATTEO CECCACCI

‘‘Vedi Napoli e poi Muori’’. Che sia un detto celebre si sa, ma quello che interessa allla Snc Enel Civitavecchia nel match valevole per la quinta giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile di serie A2 è vincere a tutti i costi. Domani alle 17.15 nella cornice della piscina Felice Scandone, i rossocelesti dopo le due sconfitte di fila non possono più compiere passi falsi, in quanto hanno l’obbligo di puntare ai primi posti della classifica, oltre all’ottenimento della salvezza matematica che sembra ormai essere in cassaforte. (Agg. 13/4 ore 17.29 SEGUE)

IL MOMENTO DELLA SNC CIVITAVECCHIA – I civitavecchiesi, reduci dalla pesante sconfitta per 10-6 con la capolista Roma Nuoto, che affronterà alle 15 il Vis Nova in un derby tutto da deliziare, si trovano piazzati nella quarta casella della graduatoria a -4 dal Latina, a – 6 dal Salerno e a -7 dalla capolista Roma Nuoto. Sono tanti i punti persi nel girone di ritorno: basti pensare alle tre sconfitte subìte, di cui due al PalaGalli con le dirette concorrenti e a quella col Vis Nova al Foro Italico.  Insuccessi dovuti ai tanti, troppi sbagli sotto porta, una pecca che deve essere migliorata soprattutto per il finale di stagione che sta giungendo al termine; sono sei, infatti, le ultime partite della regular season che decreteranno la vincitrice del campionato e le tre compagini che avranno accesso ai playoff. Tornando al match dinanzi ai tirrenici c’è una compagine dal nome Cesport con un coach come Fabrizio Rossi e con un vantaggio più unico che mai: giocare davanti ai propri tifosi. I campani, usciti a testa altissima dalla vasca del Salerno che li ha visti perdere 12-10, si trovano al quartultimo posto della lista a quota 16 punti in compagnia dei rivali del Tgroup Arechi. I gialloblu, inoltre, che vantano tre sconfitte consecutive cercheranno a tutti i costi di dare filo da torcere al settebello di Pagliarini, ince ntrando il pallino del gioco a quel ragazzo classe ‘90 di nazionalità serba Srdan Miskovic, attualmente a 30 centri. (Agg. 13/4 ore 17.53 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEL CENTROVASCA ROSSOCELESTE LEONARDO CHECCHINI – A commentare il pre gara è il classe’ 97 Leo Checchini: «Dovremo scendere in acqua determinati, ma allo stesso tempo anche tranquilli, perché siamo nella zona playoff. Riguardo le mie poche realizzazioni negli ultimi due match sono dovute maggiormente ai miei sbagli davanti porta, ma ci può stare considerando che sono le uniche gare del campionato in cui non sono andato a segno; non mi butto giù, anche perché la cosa più importante è la vittoria di squadra, al di là di chi segna. Le tre sconfitte – conclude il centrovasca – nelle ultime quattro gare sono state frutto di alcuni atteggiamenti sbagliati e di troppe occasione sprecate, ma con il latina meritavamo la vittoria mentre con il Vis Nova abbiamo giocato male, ma entrambe ci stanno strette. D’ora in poi niente più sconfitte, bisogna vincere». (Agg. 13/4 ore 18.19)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Snc affonda, la Roma Nuoto emerge

di MATTEO CECCACCI

Terzo stop consecutivo per la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 4^ giornata di ritorno del campionato di pallanuoto maschile, ha ceduto nettamente con il risultato di 10-6 alla Roma Nuoto capolista. Una gara negativa per i rossocelesti che, al di là della supremazia delle calottine capitoline, si sono visti chiaramente sfavoriti sul fronte arbitrale: sono tanti, infatti,  gli episodi e le azioni da rivedere, a partire dal pugno rifilato dallo scorretto classe 2000 Michele De Robertis, che al 5’ del terzo periodo ha provocato una piccola ferita a capitan Romiti, che solo i due arbitri Barletta e Pascucci incredibilmente non hanno visto e sanzionato; ma andiamo con ordine. I primi 8’ si aprono con le marcature ospiti, grazie ai sigilli dei più giovani della rosa di coach Gatto: il 2001 Faraglia e il 2000 Narciso. In mezzo la rete del mancino Castello per il parziale 1-2. La seconda frazione vede appena dopo 1’ il gol del momentaneo pareggio del difensore Muneroni a cui risponde subito De Robertis che apre di lì in poi un tris fulmineo con i sigilli di Narciso, per la sua personale doppietta, Moroni e Africano. All’intervallo lungo il tabellino dice 2-6.  Al rientro in vasca partono bene ancora una volta i giallorossi che dopo 20’’ fanno centro con De Robertis, a cui risponde la doppietta del serbo Bogdanovic per il 4-7, ma a 30’’ dalla fine l’esperto Camilleri porta i suoi sul +4 per un parziale di 2-2.  Gli ultimi 480’’ vedono ancora una volta ben quattro gol, ma a cominciare nel migliore dei modi questa volta sono i locali con Caponero, che però viene immediatamente raggiunto da Camilleri. A 25’’ dal termine Bogdanovic mette a segno la sua tripletta personale per il 6-9, ma agli sgoccioli succede qualcosa di incredibile che ha a che fare col passato: Calcaterra segna il rigore, tra l’altro molto discutibile, a 5’’ dalla fine ed esulta così tanto da attizzare dopo il fischio finale un faccia a faccia tra le due dirigenze. Pagliarini espulso e Romiti chiedono spiegazioni ai direttori di gara, Calcaterra cammina disinvolto con un sorriso ironico non consapevole però del risultato dell’andata e l’intero PalaGalli non può che rimanare sconcertato e allibito dinanzi a tanta scorrettezza da parte dei giocatori della Roma, in particolare dei più piccoli. Ai rossocelesti ora non rimane che pensare all’ostica trasferta col Cesport nel capoluogo campano per trovare una vittoria che manca ormai da ben tre settimane. Attualmente la classifica vede proprio i giallorossi al comando con 35 punti, il Salerno a 34, il  Latina a 32 (9-9 col Pescara) e la Snc quarta a quota 28, a +7 dagli abruzzesi. «Non è più forte di noi – commenta il tecnico Pagliarini al termine della gara – ma faccio i complimenti alla Roma Nuoto perchè ha meritato. Eravamo carichi, ma poi l’approccio alla gara ci ha un po’ condizionato. L’atteggiamento degli arbitri ci ha penalizzato molto, hanno cambiato il modo di fischiare e questo non va per niente bene».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc, i numeri non mentono

di MATTEO CECCACCI

Se la matematica non è un’opinione, i numeri fin da sempre hanno avuto un valore più che fondamentale, soprattutto per le statistiche di una squadra. La Snc Enel Civitavecchia, reduce dall’inaspettata battuta d’arresto nella vasca della Roma Vis Nova per 8-7, è crollata al quarto posto della classifica a quota 28 lunghezze a -3 dal Salerno e Latina entrambe a pari punti. Decisivo, quindi, sarà il match di sabato prossimo nella vasca amica del PalaGalli, quando alle 15 i rossocelesti lotteranno contro i giallorossi della Roma Nuoto per ottenere a tutti i costi i tre punti. (Agg. 31/03 ore 17.32 SEGUE)

IL PUNTO SULLA CLASSIFICA DEL GIRONE SUD DI SERIE A2 – Una graduatoria quella del girone sud, molto diversa e livellata in ben altro modo a differenza della classifica del girone nord, perché se da una parte sono quattro le compagini a contendersi il primato della classifica raggruppate in appena quattro punti, dall’altra parte c’è il Genova Quinto che, con i suoi 42 punti (punteggio pieno) dopo 14 sfide giocate, potrebbe già essere nominata vincitrice del campionato, ma la bellezza del nord Italia è la situazione dei team che si trovano al di sotto della capolista. Ben sei le squadre raccolte in appena tre punti che fino all’ultimo secondo si giocheranno le tre posizioni utili per accedere ai playoff di fine stagione: il Bologna secondo a 31 punti, il Crocera terzo a quota 30, il Lavagna quarto a 29 e il Plebiscito con il Camogli entrambe quinte con 28 punti all’attivo. I civitavecchiesi, che ancora hanno ampie possibilità per puntare al primo posto, in quanto dista solo quattro lunghezze, e perché mancano ancora otto partite da disputare, c’è da tener conto però, che hanno già affrontato tutti gli scontri diretti, anche se manca la Roma Nuoto (prossima rivale) non hanno tutti gli scontri a favore, in particolare col Latina. A dar manforte però, ci sono i numeri: sull’attacco la Snc vanta ben 135 centri realizzati, così come la Roma Nuoto. Ad avere il primato della fase offensiva è il Salerno del tecnico Matteo Citro con 145 reti, mentre la cenerentola dell’attacco è il Latina con solo 123 gol. Quest’ultima però, detiene la miglior difesa con 94 gol subiti in appena 14 gare disputate, a seguire il Salerno con 96, Roma Nuoto 116 e infine proprio la Snc con 120 reti subite, una media di 8 gol a partita. Un dato, sul reparto difensivo, che non fa bene affatto al team di Marco Pagliarini, che dovrà obbligatoriamente migliorare l’assetto difensivo, in quanto ad inizio stagione si pensava fosse il fiore all’occhiello come l’attacco. (Agg. 31/03 ore 17.58 SEGUE)

IL MOMENTO DELLA SNC CIVITAVECCHIA TRA ASSENZE PESANTI E OBIETTIVI STAGIONALI – Sicuramente le assenze del portierissimo Visciola a inizio stagione hanno molto influito in questo, ma con difensori di alto profilo e capacità ci si aspettava qualcosa di più. Ora per la Snc l’obiettivo è vincere lo scontro diretto con la Roma Nuoto e continuare al meglio le ultime gare dando nello sprint finale più energie possibili per ottenere quei playoff che darebbero accesso a quel sogno di nome A1: un regalo fantastico per il popolo civitavecchiese che manca da ormai troppi anni. (Agg. 31/03 ore 18.26)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cortocircuito Snc Enel

di MATTEO CECCACCI

Battuta d’arresto per la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la terza giornata di ritorno, esce inaspettatamente sconfitta 8-7  dal Foro Italico per mano della Vis Nova. Un corto circuito del tutto imprevisto per i rossocelesti, che ora scendono al quarto posto in solitaria a quota 28 punti, superati da Latina e Salerno, sconfitto dalla Roma Nuoto ora capolista. Vittoria a tutto tondo invece, per i leoni della Roma Vis Nova che, con questi tre punti proseguono la corsa verso i playoff ai danni della stessa Snc e del Pescara. (Agg. 24/03 ore 18.39 SEGUE)

LA CRONACA DELLA PARTITA – Ad aprire le marcature nel primo periodo sono gli ospiti con Minisini, a cui rispondono i padroni di casa con un tris, firmato dalla doppietta di Ferraro e dal gol di Rella. Il team di Pagliarini non si perde d’animo e agguanta il pari con Romiti (4-4), ma il georgiano Bitadze  realizza in extremis il gol del vantaggio che porta le compagini all’intervallo lungo. Al rientro in acqua è ancora Bitadze a ripetersi, a cui rispondono prontamente Minisini e Bogdanovic rimettendo il punteggio in parità (6-6). La svolta del match, infine, avviene verso la fine della terza frazione, quando Gobbi e Ferraro siglano il +2 (8-6). Poi Bogdanovic va in gol e prova a spronare i suoi per la rimonta, ma la rete sancisce il -1. Al termine del match esultano i capitolini, i tirrenici non possono che uscire rammaricariti e amereggiati, in virtù anche della vittoria della Roma Nuoto (prossima rivale casalinga) sul Salerno. (Agg. 24/03 ore 19.07 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DI CAPITAN DAVIDE ROMITI – Sulla gara il capitano della Snc Civitavecchia Davide Romiti (nella foto): «Dispiace aver perso questo importante match. Le partite le facciamo sempre noi, ma spesso gli altri sfruttano i nostri errori. Abbiamo commesso troppi sbagli sotto porta. Loro sono stati più compatti e hanno preparato bene la gara su di me non dandomi spazio. Ora la sfida contro la capolista Roma Nuoto al rientro dalle vacanze diventa fondamentale». Parziali: 2-1, 3-3, 3-2, 0-1. Roma Vis Nova: Serrentino, Antonucci, Murro, Ferraro 3, Cardoni, Rella 1, Bitadze 3, Vittorioso, Vitola, Gobbi 1, Ciotti, De Bonis, La Grotta. Allenatore: Calcaterra. Snc Civitavecchia: Visciola, Muneroni, Iula, De Rosa Diego, Bogdanovic 3 (1 rigore), Pagliarini, Minisini 2, Midio, Romiti 1, Castello 1, Checchini, Caponero, Greco Mattia. Allenatore: Pagliarini. (Agg. 24/03 ore 19.31)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Impresa Snc: battuta la capolista

di MATTEO CECCACCI

Impresa. Questa è la parola che si può addire alla Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 2^ giornata di ritorno, ha battuto i campani del Salerno, primi della classe. Un successo importante che ha sballato del tutto i pronostici, ma i tirrenici con la giusta grinta e determinazione hanno potuto ottenere un successo fondamentale. Vittoria che li porta al terzo posto della classifica a pari punti col Latina, a quota 28 lunghezze. (Agg. 17/03 ore 18.47 SEGUE)

I PRIMI DUE QUARTI – I rossocelesti partono forti e siglano la rete del vantaggio grazie al sigillo del mancino Castello il quale viene raggiunto 15’’ dal gol di Luongo. Trascorrono appena 60’’ e i locali passano in vantaggio grazie alla rete del serbo Cupic; vantaggio che dura ben poco, perché dopo 1’ è Checchini a ristabilire gli equilibri. Ma quando tutto sembra terminare sul 2-2 ecco che arriva la beffa a 50’’ dal termine: è Pica a siglare il momentaneo 3-2. Nella seconda frazione segna Romiti dopo 30’’, raggiunto immediatamente dalle realizzazioni di Agostini e Saviano nell’arco di 3’. La Snc accusa la rimonta e pareggia con Bogdanovic, ma i giallorossi ribaltano la situazione dopo 10’’ con Luongo. Il 3-3 è opera di Minisini a 2’ dal termine, ma a 3’’ dall’intervallo lungo il Salerno in sacca il 4-3 con Luongo. (Agg. 17/03 ore 19.16 SEGUE)

DOPO L'INTERVALLO LUNGO – Al rientro in acqua il settebello di Pagliarini mette a segno due gol nei primi 3’ grazie a Romiti e Checchini. Ad accorciare le distanze a 2’ dalla fine è ancora una volta Agostini per la sua personale doppietta. Al termine del terzo tempo è 8-7 Salerno. Nell’ultimo quarto è un botta e risposta a dir poco pirotecnico che porta la Snc al successo. Due i gol rossocelesti ad inizio ripresa con la tripletta di Romiti e il gol di De Rosa. Parrilli risponde per i locali, ma la Snc con Bogdanovic prima e Checchini poi per l’11-9. Nulla serve a 40’’ dalla fine il gol di Cupic per l’11-10 finale che sancisce così una vera e propria impresa per la Snc Enel Civitavecchia. (Agg. 17/03 ore 19.48)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Snc ospite della capolista

di MATTEO CECCACCI

Ripartire da Salerno e dare più di sé stessi. Questo dovrà fare la Snc Enel Civitavecchia che, nel match valevole per la 2^ giornata di ritorno, affronterà i campioni d’inverno del Campolongo Hospital Salerno. Domani alle 18 nella piscina Simone Vitale i due coach Pagliarini e Citro cercheranno a tutti i costi i tre punti per raggiungere l’obiettivo playoff, anche se con due posizioni di classifica ben diverse: il Salerno primo della classe e la Snc quarta, distante ben sei lunghezze. (Agg. 16/03 ore 12.24 SEGUE)

IL MOMENTO DELLE DUE SQUADRE – I rossocelesti, reduci dalla pesantissima sconfitta casalinga col Latina, dovuta ai troppi errori davanti porta, dovranno scendere in acqua concentrati e determinati fin dal primo minuto. I giallorossi invece, che finora hanno collezionato nove vittorie, due pareggi e una sola sconfitta, non dovranno sottovalutare affatto la Snc, in quanto arriverà carica di energie e pronta per compiere un vero e proprio miracolo. Ancora brucia, infatti, la sconfitta dell’andata in quel del PalaGalli il primo dicembre scorso, quando i tirrenici persero 10-8 in un match che contava diverse assenze importanti. Quella campana sarà senza dubbio una trasferta ostica e difficile, ma a smorzare la tensione c’è l’altro big match di giornata delle 15 che vede scontrarsi la seconda e la terza della graduatoria: Latina e Roma Nuoto. Inutile dire che la Snc dovrà sperare in un pareggio, oltre che in una sconfitta del Pescara, distante  sei lunghezze, ospite del fanalino di coda Roma Arvalia 2007. (Agg. 16/03 ore 12.56 SEGUE)

IL COMMENTO SULLA GARA DEL ROSSOCELESTE MARCO MUNERONI – A dire la sua sul match è il marcatore rossoceleste classe ‘97 Marco Muneroni: «Sarà una partita molto difficile, ma scenderemo in acqua a viso aperto e senza paura. C’è molta voglia di riscatto dopo l’ultima partita che ci ha visti uscire sconfitti dal PalaGalli. Col Latina abbiamo sbagliato molto sotto porta, ma ora è troppo facile puntare il dito; sono errori che fanno parte del gioco e se alla fine abbiamo perso sicuramente abbiamo sbagliato qualcosa come squadra. Il mio primo gol – continua Muneroni – non è ancora arrivato, ma giocando in un ruolo difensivo non è facile, anche perché devo ancora migliorare molto nella fase offensiva. Sono davvero contento per lo spazio che coach Pagliarini mi sta concedendo e spero di ripagarlo al meglio. Tornando al match con la capolista – conclude la calottina rossoceleste numero due – dobbiamo pensare alla nostra partita e fare tutto il possibile per prendere punti. Sarebbe da ipocriti dire che un pareggio tra Latina e Roma Nuoto non ci farebbe davvero comodo e quindi ci speriamo, tanto quanto crediamo nell’obiettivo playoff». (Agg. 16/03 ore 13.25)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Un successo ‘‘La psicologia incontra le persone’’

TOLFA – Grande successo a Tolfa per l’originale e importante iniziativa ‘’La psicologia incontra le persone’’, iniziativa realizzata dal Comune, grazie al lavoro del consigliere di maggioranza con delega ai Servizi sociali, Claudia Pagliarini. 
Molto partecipati i primi due incontri durante i quali sono stati  affrontati i temi riguardanti la scuola (il primo ) e le personalità narcisistiche (il secondo). 
Oltre trenta sono stati i partecipanti per ognuno degli incontri: gli intervenuti si sono confrontati per oltre due ore insieme agli esperti.  
Il prossimo appuntamento, che si terrà sempre al Polo Culturale (ex convento padri Agostiniani) è per venerdi 6 aprile; durante questo appuntamento si affronterà l’importante tema dal titolo: ‘’Le relazioni di coppia».
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###