Vecchia: sfide decisive per Allievi e Giovanissimi

di MATTEO CECCACCI

In casa Civitavecchia Calcio 1920 sembra che le cose stiano migliorando. Nell’ultimo fine settimana sono state ottenute due vittorie, due sconfitte e un solo segno ics, dovuto ai classe 2002 di Marco Mazza che hanno pareggiato la sfida in trasferta con la Polisportiva Oriolo. Ora l’obiettivo si concentra maggiormente sul mantenimento delle due categorie elite rimaste, ovvero gli Allievi di Rocchetti e i Giovanissimi di Oliviero che dovranno obbligatoriamente vincere rispettavamente con Ottavia e Rieti, per disputare poi a maggio i playout tra le mura amiche. Per l’ultima giornata della stagione gli Juniores Elite di Pino Brandolini non sono usciti affatto con il sorriso dal Fattori, in quanto hanno ceduto 3-0 con l’Atletico Vescovio, ma i nerazzurri con la salvezza già  acquisita e festeggiata da alcune settimane e con la testa già in vacanza sono scesi in campo con una nonchalance che li ha portati a giocare con molta superficialità. Il primo squillo del match è di Cerroni che, squalificato dall’eccellenza, al 22’ prova a centrare lo specchio della porta, ma la sua conclusione è fuori misura. Poco dopo gli ospiti si fanno avanti e siglano il vantaggio con Girardi, bravo a trafiggere Paniccia sul primo palo. Nella ripresa la Vecchia risulta non pervenuta e il Vescovio ne approfitta immediatamente, segnando il 2-0 al 74’ grazie al neoentrato Piccionetti e il tris finale all’88’ con Cori che a porta vuota non può che appoggiare il pallone in rete. Al triplice fischio di Ventrelli di Ciampino i biancorossi impazziscono di gioia ed esultano per il raggiungimento diretto della salvezza che costa il mantenimento della categoria per il prossimo anno; gioia immensa, dunque, per mister Centomani e Patron Cardella presente in tribuna che nello spogliatoio hanno festeggiato fine a tardo pomeriggio insieme all’intera rosa. Per il Civitavecchia nessun rammarico, ma tanti, tantissimi scambi di maglie, sorrisi e abbracci tra calciatori e dirigenti per una stagione giocata nel migliore dei modi. Un ottimo percorso dei ragazzi, disputato con il sudore sulla fronte in ogni partita; sudore che ogni talvolta colava sulla maglia nerazzurra aveva il significato di lottare sempre fino all’ultimo secondo, perché chi veste questa maglia sa bene cosa vuol dire. Un elogio, però, va fatto a quel tecnico di nome Pino Brandolini che ha valorizzato ogni singolo ragazzo facendoli crescere sotto ogni aspetto, dall’umiltà al rispetto per gli avversari; un grande nome per la società nerazzurra. Un encomio, invece, va al capocannoniere Edoardo Indorante e a capitan Pietranera che con le loro prestazioni, magie calcistiche, dedizione e amore per questo sport hanno dato alla squadra quel tocco in più per distinguersi dalle altre compagini. Infine, un plauso a tutti quei tifosi sempre presenti che, nonostante freddo e pioggia, hanno sempre sostenuto i classe 2000 aiutandoli a mantenere la categoria, che il prossimo anno andrà ai ragazzi di Rocchetti, con la speranza che sfruttino al meglio questa inestimabile eredità. (Agg. 24/4 ore 17.43 SEGUE)

I RISULTATI DEI TEAM DEGLI ALLIEVI DEL CIVITAVECCHIA CALCIO 1920 – Goleada della Vigor Perconti sugli Allievi Elite di Andrea Rocchetti che escono battuti 5-0 tra le mura amiche del Tamagnini. Non era questa la partita da vincere, ma la Vecchia nonostante questo ha messo in campo tutte le possibili energie fino allo scadere. I blaugrana, già vincitori della regalur season da ben tre settimane, dell’ex tecnico Luigi Miccio hanno espresso grande gioco dimostrando al pubblico una grande lezione di calcio degna del nome della categoria elite. I nerazzurri, senza Mercuri da oltre tre settimane, che sembrerebbe non far più parte della rosa a causa di comportamenti ritenuti del tutto inadeguati dalla società, sono scesi in campo con una formazione più mista che mai: ben tre i classe 2002; Marini, Di Domenico e Luciani. Ma la nota di merito, questa volta, va al portiere di Pasquale Oliviero, ovvero Alessandro Conti: l’ex Aurelio Fiamme Azzurre, pupillo di Marinelli, è stato autore di una sensazionale prestazione che l’ha portato a realizzare ottime parate. «Un grande ragazzo – spiegano dalla società – sia dentro che fuori dal campo. La bravura di questo portiere va messa in risalto, in quanto può essere una promessa per il nostro futuro». I cinque gol della Vigor sono maturati nel primo tempo grazie ai sigilli di Santamaria al 35’ e Finucci al 39’ mentre nella ripresa a chiudere la cinquina ci hanno pensato Giovannone, De Bellis e Rossi. Al termine della gara i nerazzurri non si scoraggiono e alla sconfitta non ci pensano più di tanto, la consapevolezza che questo match avrebbe avuto poco valore già lo si sapeva in settimana. Il vero scontro diretto ci sarà domenica 29 in casa dell’Ottavia (-1) per l’ultima partita della stagione che promette una grande tensione. Sarà di fondamentale importanza vincere a Roma, perché se i classe 2001 vorranno disputare i playout in casa, dovranno mettere in atto tutte le loro forze e i sacrifici di un’intera stagione per gli ultimi 90’ che valgono la categoria, sperando in un passo falso della Totti S.S. con l’Urbe. «Non bisogna – spiega il centrocampista Sansolini – mai mollare un colpo. Siamo un gruppo unito e lotteremo fino alla fine, abbiamo abbastanza carica per domenica e andremo a Roma per fare la nostra partita. Io ci credo, d’altronde come tutti i miei compagni». Un punto per gli Allievi Regionali Fascia B di Marco Mazza che inspiegabilmente non riescono più a vincere una partita. Il segno ics con la Polisportiva Oriolo è il culmine di una serie di gare che non sta rispecchiando affatto i classe 2002. Forse il troppo caldo primaverile sta facendo effetto ai ragazzi che, dal 25 marzo scorso non ottengono più punti, e se l’obiettivo fino a qualche settimana fa era agguantare i primi posti della classifica, ora impensabilmente è cercare di difendere il sesto posto. Il match, che nei primi 40’ ha visto grande equilibrio per entrambe le squadre, ad aprire le danze sono i viterbesi con Aramini che non riesce a beffare Formisano tra i pali. I civitavecchiesi reagiscono, ma la conclusione di Di Domenico viene parata dall’estremo difensore. Ultimo tentativo di tempo è di Luciani che, approfittando di un cross dalla sinistra, non riesce a tirare bene nella direzione della porta. Nella ripresa partono forti i locali che vanno in vantaggio alla prima azione dopo 1’ grazie a Bartoli. I nerazzurri accusano e il colpo e devastano ogni due per tre la porta difesa da Gentili, ma le belle parate e un po’ di sfortuna negano il pareggio agli ospiti. L’1-1 avviene a 10’ dal termine grazie a Pippo Prestigiacomo, bravo a beffare Loru. Al termine della gara Mazza con Castellini non possono che spartirsi un punto a testa e a cinque giornate dal termine non resta che cercare di accumulare più punti possibili per raggiungere una salvezza matematica. Oggi i nerazzurri giocheranno con la quarta della classe Monterosi mentre l’Oriolo farà visita alla capolista Montefiascone. (Agg. 24/4 ore 18.09 SEGUE)

LE GARE DELLE SQUADRE DEI GIOVANISSIMI IN MAGLIA NERAZZURRA – Fenomenale vittoria dei Giovanissimi Elite di Pasquale Oliviero che hanno rifilato il tris all’ottava forza del girone Campus Eur grazie alla doppietta di bomber Corona e Sannino. Tre punti importanti che, nonostante la condanna ai playout già da due giornate, influiscono per la posizione della graduatoria. Al Tobia parte tutto col piede giusto, è l’ex aquilotto Corona a trafiggere dopo 60’’ Rossi. I locali rispondono con Velocci, ma la saracinesca Fioretti non concede. Nel finire dei primi 35’ arriva il 2-0 con Sannino che, approfittando di uno svarione difensivo con il portiere fuori dai pali, appoggia il pallone in rete. Nella ripresa partono forte nuovamente i nerazzurri che con Corona chiudono definitivamente i conti. Poco dopo, però, il match si accende quando Di Biase di Aprilia concede un netto rigore ai locali; dagli undici metri si presenta Ricasoli, ma il fenomeno Fioretti compie una parata a dir poco fantastica. La Vecchia insiste e cerca il poker, ma Fastella prima e Zagami dopo non centrano lo specchio della porta. Nel finire di tempo Liberati viene espulso ingenuamente e salterà con molto dispiacere per la società la sfida col Rieti. Nel recupero, per il gol della bandiera, ci pensa Bonifacio che trafigge un incolpevole Fioretti. Al termine della gara ai locali di mister Bernardini non resta che pensare all’ultima di campionato con l’Ottavia, mentre per i nerazzurri, che con questi tre punti d’oro si piazzano alla quartultima casella della lista, devono doverosamente vincere a tutti i costi, senza se e senza ma lo scontro direttissimo col Rieti, terzultima forza del girone, per decretare chi giocherà i playout in casa. Unico rammarico l’assenza del fuoriclasse Liberati, ma a compensare c’è l’intera formazione di talenti con un tecnico preparato come Oliviero.
Ottimo riscatto dei Giovanissimi Regionali Fascia B di Andrea Gualtieri che dopo l’inaspettato pareggio col Montefiascone annientano tra le mura amiche l’Ostiantica 4-1. I primi 35’ hanno visto una prima fase di stallo, per poi andare in vantaggio con Feula che, dopo aver sbagliato il rigore, approfitta della respinta del portiere per l’1-0. Trascorrono appena 5’ e dalla sinistra Palma fa partire un cross pennellato per Jacopino Mancini che di sinistro sfonda la porta dell’estremo difensore. Il 3-0 arriva al 28’ grazie al sigillo di Orlandi che ringrazia Luchetti per l’assist. Nella ripresa non cambiano le carte in tavola e i civitavecchiesi chiudono subito il match andando a segno con il talentuosissimo Dario Luchetti, senza dubbio il migliore il campo: il promettente esterno destro classe 2004, che possiede grandi doti e qualità, si sta maggiormente distinguendo in questa stagione per quanto dimostrato finora. «Dario – spiegano dalla società – è un centrocampista di classe. È uno dei nostri migliori talenti che vantiamo e vogliamo tenercelo stretto. Per quanto riguarda le chiamate arrivate da club professionistici siamo contenti, ma stiamo valutando. Per ora continuerà a crescere nella cantera nerazzurra, poi se un giorno meriterà, saremo i primi a spedirlo nei palcoscenici nazionali». Nel finire di tempo i pupilli di Gualtieri sbagliano diverse occasioni e al 5’ di recupero incassano il gol della bandiera da parte del lidense Forani che trafigge un incolpevole De Rosa. Al triplice fischio è 4-1 Vecchia che porta i tirrenici al terzo posto insieme al Campus Eur, agganciato a 46 punti grazie al pareggio maturato col Calcio Tuscia, a -4 dalla Leocon. «Sono contento – spiega il tecnico Gualtieri al termine della gara – della prestazione generale dei miei ragazzi. Peccato per quel pareggio col Montefiascone, avessimo vinto saremo stati sopra al Campus Eur, ma tornare indietro non si può. Tutto si giocherà sabato quando li affronteremo in casa dinanzi ai nostri tifosi. Bisogna continuare ad allenarci e credere al secondo posto finché la matematica non ci condanna. Voglio fare – conclude il mister – un encomio particolare a Bracchi e al portierino del 2005 De Rosa, che ogni volta che viene chiamato in causa risponde prontamente; complimenti ad entrambi». (Agg. 24/4 ore 18.41)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc ottiene soltanto un punto

Gli Juniores regionali della Cpc cedono all’Atletico Ladispoli con il risultato di 1-0. La risolve Giustini al 38’ del primo tempo con un pallonetto sull’incolpevole Desini. Alla fine dei novanta e passa minuti la spunta l’Atletico Ladispoli, capitalizzando una delle poche occasioni da rete che gli sono capitate in questa gara. Da segnalare con dispiacere la direzione di Schiada, talmente insufficiente da far mettere sul taccuino almeno tre rigori solari e due fuorigioco inesistenti a scapito dei portuali. Dall’altra parte da segnalare, per dovere di cronaca, un calcio di rigore non concesso sullo zero a zero.
«Fa male – dicono dalla Cpc – scrivere di questi episodi perché il calcio è fatto anche di errori nella direzione di gara, ma questo non toglie che la cernita degli arbitri andrebbe fatta con più oculatezza. Non serve coprire le caselle delle gare ad ogni costo, bensì andrebbero riviste le modalità dei campionati, diventati talmente tanti da far perdere il conto, e del perché ci si ostini a delegare persone non in grado di essere super partes nelle gare tra ragazzi. Non c’è malizia sia chiaro da parte di questi signori, ma si buttano stagioni nelle società e si può arrivare in quell’oltre dei comportamenti post gara».
La gara ha poco da raccontare se non la realizzazione dell’Atletico Ladispoli nella prima frazione con Giustini, che capitalizza al massimo con un pallonetto, intorno al 38’,  un rinvio corto di testa di  Desini in uscita disperata. Poche le occasioni vere se non qualche timido accenno da parte ladispolana. Ripresa con un gioco così spezzettato e vistose perdite di tempo da parte degli ospiti, che hanno fatto saltare i nervi anche ai più calmi. A nulla valgono le proteste sacrosante di giocatori e dirigenti per quanto fatto da Schiada durante la gara. Vince l’Atletico Ladispoli e si porta a casa i tre punti. (Agg. 24/4 ore 17.33 SEGUE)

IL MATCH DEGLI ALLIEVI DELLA CPC – Match ball fallito dagli Allievi regionali che escono sconfitti dal Fattori per mano dell’Oriolo. Vittoria degli ospiti che gli permette di scavalcarli in classifica. In caso contrario la zona rossa sarebbe stata a nove punti, e a cinque dalla fine, tutto avrebbe preso un’altra piega. La zona retrocessione rimane a debita distanza, ma indubbiamente servirà più carattere nelle ultime cinque gare rimaste. Il gol nel primo tempo sugli sviluppi di un corner, con Marianella abile e scaltro a trafiggere Di Marco. Precedentemente Matricardi era andato vicino alla segnatura, ma sulla sua strada aveva trovato un ottimo Natili, bravo a deviare in corner. Nel recupero Maccarini ha la palla dell’uno a uno, dopo tante occasioni fallite dagli ospiti per il raddoppio, ma vede la sfera spegnersi sulla traversa. Oggi, nell’infrasettimanale col Petriana, servirà solo vincere. (Agg. 24/4 ore 18.04 SEGUE)

LA PARTITA DEI GIOVANISSIMI IN MAGLIA ROJA – Ottimo il pareggio dei Giovanissimi in casa della Tevere Roma. Al vantaggio dei portuali con Francesco Rossi nei primi minuti, aveva risposto la Tevere Roma nel recupero. Ripresa con la compagine portuale alla ricerca del gol, non arrivato per un soffio e sfiorato in almeno due occasioni. Buona la prestazione dei ragazzi diretti da Smeraglia. Oggi al Fattori arriva la Vis Aurelia. (Agg. 24/4 ore 18.37)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Tanti progetti per il presente e il futuro di  Allumiere''

ALLUMIERE –  «Ancora progetti per il presente ed il futuro della nostra comunità. I buoni progetti vengono condivisi ed approvati all’unanimità oltre gli schieramenti politici: ottimo lavoro». Ad esprimersi così il sindaco di Allumiere, Antonio Pasquini dopo che è stato approvato all’unanimità nel consiglio comunale di giovedì il project financing per il progetto di efficientamenro energetico comprensivo di fornitura elettrica. «Tra le linee programmatiche generali dell’amministrazione comunale di Allumiere vi sono iniziative rivolte all’utilizzo di energie pulite, alla tutela delle emissioni, nonché alla riduzione dell’inquinamento luminoso e atmosferico e, quindi ambientale – spiega il sindaco Pasquini – la nostra amministrazione ha avviato una politica di razionalizzazione delle energie comuni, attuando una serie di interventi e misure volte a realizzare un piano di efficientamento finalizzato al contenimento e riduzione dei costi di gestione degli impianti di pubblica illuminazione, oltre che alla loro messa in sicurezza normativa. Usufruendo di finanziamenti ministeriali e regionali nel corso degli anni ha attuato interventi di efficientamento negli edifici scolastici sul territorio comunale. L’attività di programmazione amministrativa del Comune di Allumiere è volta ad eseguire interventi in pubblica utilità e risulta in linea anche con le politiche nazionali e regionali in tema di risparmio energetico e di razionalizzazione ed ammodernamento delle fonti di illuminazione in ambienti pubblici; attualmente sono presenti e stimati nel territorio comunale circa 730 punti di illuminazione pubblica e circa 450 punti di illuminazione negli edifici scolastici di proprietà comunale. La rete della pubblica illuminazione risulta in gestione al Comune di Allumiere che assicura il servizio di erogazione della stessa attraverso la fornitura energetica da parte di ENEL nonché attraverso la manutenzione ordinaria/straordinaria sui punti luce stradali e di spazi urbani comunali. Quindi  riteniamo necessario dare corso ad interventi di efficientamento della pubblica illuminazione comunale che, in via definitiva, producano una diminuzione della spesa corrente attualmente sostenuta dall’Ente con riferimento a tale servizio. Stante l’indisponibilità di risorse necessarie da parte del nostro Comune, ravvisiamo l’esigenza di avvalerci di meccanismi di ricorso al sistema di partenariato pubblico – privato con la previsione dell’attivazione di procedure di project-financing». Quindi con l’appricazikbe unanime della delibera si procederà con modalità tecnologiche innovative alla realizzazione di un programma di efficientamento della rete di illuminazione pubblica esistente comprensivo della gestione del servizio di pubblica illuminazione e di fornitura ed erogazione dell’energia elettrica; il tutto finalizzato a conseguire una riduzione dei livelli di spesa corrente rispetto a quelli attualmente sostenuti dal Comune. Le procedure dovranno comunque prevedere la valorizzazione del patrimonio pubblico infrastrutturale con nuove opere “compensative” o con interventi di riqualificazione urbana e di valorizzazione del patrimonio immobiliare comunale; sarà quindi demandato il responsabile del settore tecnico l’adozione di ogni atto, adempimento, e/o procedura necessari ed opportuni al fine di dare integrale esecuzione con riferimento alle motivazioni indicate nel presente atto deliberativo, con particolare riguardo al partenariato pubblico/privato e alla procedura di project financing. «Siamo felici per questo ulteriore passo in avanti. Il project è stato approvato all’unanimità».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ciontoli: «Dio mio quanto odio.  Aiutaci»

LADISPOLI – C’è grande incredulità tra i membri del gruppo Giustizia e Libertà e tra tutti coloro che sono vicini alla famiglia di Marco Vannini per quanto espresso da Antonio Ciontoli sul proprio profilo facebook. 
Quanto scritto potrebbe essere interpretato dai più come una provocazione. Antonio Ciontoli, nelle sue parole, invoca Papa Francesco.
“Santo Padre grazie per la speranza di vita che mi doni, ma un grazie particolare perché le tue Sante iniziative hanno aperto il cuore a chi ne ha tanto bisogno…Amore non odio” e “Dio mio quanto odio. Aiutaci”.
Queste le frasi affidate da Antonio Ciontoli al proprio profilo social (riprese pubblicamente a livello nazionale dalla trasmissione Quarto Grado), prima e dopo la sentenza dello scorso18 aprile.  
Frasi che, senza dubbio, sono state recepite dalle tante persone vicine ai Vannini come la provocazione di un uomo che, comunque, è stato condannato in primo grado a 14 anni per omicidio volontario. La famiglia Ciontoli, ricordiamolo, si è sempre sentita vittima e si è sempre lamentata per l’odio che le è stato rivolto.
Sono passati quattro giorni dal 18 aprile, data in cui la corte d’assise ha pronunciato la sentenza con cui ha condannato Antonio Ciontoli a 14 anni, il resto della sua famiglia a 3 anni e assolto Viola Giorgini. In questi giorni sono state molteplici le interpretazioni della sentenza. Piena di enfasi quella del giornalista Carmelo Abbate a Quarto Grado:  “Una sentenza vigliacca, che manca di coraggio. Le sentenze si rispettano, ma in democrazia si possono criticare. Questa sentenza, a mio avviso, risolve la questione tra addetti ai lavori. 
Addetti ai lavori che risultano tutti vincitori: vince la difesa dei Ciontoli perchè Viola è stata assolta, i 3 membri della famiglia vedono derubricata l’accusa a omicidio colposo e Antonio Ciontoli si becca le attenuanti. Vince anche la difesa dei Vannini perchè l’avvocato Gnazi ha fatto un ottimo lavoro, portando a casa un successo notevole spostando la discussione da omissione di soccorso ad omicidio. Gli unici sconfitti sono mamma Marina e papà Valerio, perché la sentenza ‘se ne fotte di loro’ già nel momento in cui scinde due destini: quello dei familiari del Ciontoli considerati, alla fine, spettatori quasi incoscienti e quello di Antonio considerato l’artefice massimo. Ma se il sig. Ciontoli è l’artefice massimo allora la pena deve essere consona, dura. Invece ottiene le attenuanti. Perché è incensurato? In questo modo però, non si giudica il comportamento dell’imputato dopo il reato: ha mentito e depistato le indagini. E si becca le attenuanti? Per questo, a mio modo di vedere, è una sentenza vigliacca”.
Una vicenda che, come ovvio, è destinata a proseguire: i legali della famiglia Ciontoli hanno già fatto sapere che ricorreranno in appello per chiedere omicidio colposo per Antonio Ciontoli e l’assoluzione per il resto della famiglia. Stessa cosa potrebbe fare il PM Alessandra D’Amore per impugnare la sentenza di primo grado. 
Ora non resta che attendere le motivazioni della sentenza per farsi un’idea più chiara sul verdetto emesso dalla corte.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L'Aureliano strappa il pass per i playoff

Grandi risultati per l’Aureliano Tennis Team. Settimana particolarmente densa di risultati positivi, forse, alcuni, oltre ogni aspettativa. Playoff per le squadre di serie C maschile e femminile. Le ragazze domani si giocano la prima partita della post season dopo essere riuscite a pareggiare con la capolista  Tc Anzio e giocano in casa. I ragazzi di scena invece a Roma contro il Tc La Pisana. «Comunque andranno le cose – fanno sapere dalla società – saranno grandi risultati, perché i componenti delle squadre sono solo ragazzi del circolo, cresciuti qui, così come maestri e istruttori. I complimenti vanno anche ai due capitani Andrea Oroni per la femm inile e Simone Sbrozzi per la maschile». (Agg. 21/4 ore 18.06 SEGUE)

I RISULTATI DEGLI ATLETI DEL CLUB CIVITAVECCHIESIE – I ragazzi dell’Aureliano di scena a Nepi in tre finali: un super derby, visto che i finalisti appartengono tutti alla scuola civitavecchiesi. Ottimo risultato a Vasto anche per Andrea Fiano, che ha superato brillantemente cinque turni, uscendo solo ai quarti in un torneo di macroarea Nex Gen. Isabella Oroni, Under 12, vince lo stesso torneo di Vasto in maniera abbastanza decisa. (Agg. 21/4 ore 18.33 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DEI DIRIGENTI DELL'AURELIANO TENNIS TEAM – «In bocca al lupo – concludono dal club di via Montanucci – a tutti i nostri piccoli ma grandi atleti e sempre grazie a coloro che ne curano la crescita sportiva». 
Squadra femminile: Virginia Poggi, Lavinia Bollo, Federica Del Gaiso, Eleonora Copponi, Eleonora Palumbo, Martina Russi.
Squadra maschile: Fabio Caniglia, Emanuele Corrao, Edoardo Guzzetti, Flavio Cardoni, Emanuele Postiglione, Carlo Piaggio. (Agg. 21/4 ore 19.02)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Team Ballerini colleziona podi

Continua a collezionare podi il Team Franco Ballerini – Primigi Store che torna da una domenica di corse ad alto livello con due ottimi risultati. Brillano i ragazzi diretti da Davide Lenzi nella prima corsa internazionale dell’anno, quel Trofeo Città di Loano che come nel 2016 vide la squadra gialloblu chiudere al 2° posto con il solo Karel Vacek a precedere il corridore laziale. Vento, scatti e controscatti hanno caratterizzato la corsa ligure entrata nel vivo lungo le rampe del GPM di Bivio Magliolo laddove Vacek ha fatto la selezione scollinando con 1’00’’ su un gruppetto di inseguitori di cui faceva parte anche Tiberi, splendidamente aiutato dai suoi compagni di squadra Passa, Quagliozzi e Roberti. In discesa l’alfiere del team ladispolano si liberava dei suoi compagni d’avventura, ma era troppo tardi per rinvenire su Vacek. Il secondo posto è comunque un ottimo risultato per un corridore del primo anno. Molto bene anche i ragazzi di Breschi e Fradusco in quel di Reda di Faenza dove Filippo Baroncini ha sorpreso tutti anticipando di 5’’ un gruppo regolato da Matteo Pongiluppi sull’atleta ladispolano Marco Cecchi, al secondo podio stagionale. In grande evidenza anche Alessio Riccardi che è stato protagonista dell’azione più importante di giornata, disinnescata dal gruppo a tre giri dalla fine. Prossimi appuntamenti sabato il Gran Premio Sogepu e domenica il 3° Gp Pitti Shoes – Memorial Guidoni Mauro. (Agg. 20/4 ore 16.51 SEGUE)

LE DICHIARAZIONI DI ANTONIO TIBERI – «Quando si sono mossi i big – dice Antonio Tiberi – non sono riuscito a seguire l’attacco decisivo, ma poi ho rimontato in vista del GPM. In discesa mi sono buttato giù con coraggio e ho staccato tutti ma Vacek era troppo lontano. Sono soddisfatto del risultato perché è importante al primo anno anche se rimane un piccolo rammarico». (Agg. 20/4 ore 17.22 SEGUE)

I COMMENTI DI MARCO CECCHI – «In generale – spiega Marco Cecchi – la corsa è andata bene, la squadra è stata eccellente perché ha cercato di chiudere su tutti gli attacchi, ma non siamo riusciti a contrastare quello decisivo. Speravo nella vittoria perché stavo molto bene e sarebbe stata fondamentale per il morale. Nel finale comunque mi sono sentito molto bene e ho ottime sensazioni per il futuro». (Agg. 20/4 ore 17.53)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I piccoli atleti del Crc impegnati su più fronti

Al Moretti Della Marta l’Under 14 del Civitavecchia Rugby Centumcellae subisce pesante una sconfitta per 59-14 contro la Nuova Rugby Roma. Gli allenatori Alessandro Crinò e Germana Raponi, pur essendo soddisfatti per la prestazione della squadra, hanno detto di voler vedere progressi nel finale di stagione. (Agg. 19/4 ore 17.44 SEGUE)

I RISULTATI DELL'UNDER 12 DEL CRC – Gran bel raggruppamento sempre al Casaletto Rosso delle Under 12 di Arvalia Villa Pamphili 1 e 2, MonteVirginio, Fiamme Oro 1 e 2, Union Rugby Viterbo 1952, Unione Rugby Capitolina 1 e 2, Unione Rugby Ladispoli e ovviamente Crc. La compagine di Fabrizio Regina e Marco Maddaloni ha offerto una grandissima prestazione sotto tutti i punti di vista, condita da tanto gioco, grinta e voglia di lottare. Gli allenatori si sono detti orgogliosi della prestazione dei loro atleti. Al Giannattasio, tana della Nea Ostia, raggruppamento delle Under 6 composto da Honey Sport 1 e 2 ,MonteViriginio, Fiamme Oro1 e 2, Nuova Rugby Roma 1 e 2 , la stessa Nea Ostia 1 e 2 e Crc. I bimbi di Enrico Diottasi e Rosanna Piermarini, nell’occasione seguiti da Adrian Di Giusto, esprimono ottimo gioco di squadra e tantodivertimento, portando buoni risultati. Finale di 8-8 contro le Fiamme Oro, 5-2 alla Nea Ostia, 7-5 alle Honey e infine 10-2 alla Nuova Rugby Roma. (Agg. 19/4 ore 18.13 SEGUE)

AL MORETTI DELLA MARTA IL TROFEO SANTA FERMINA DI MINIRRUGBY – Infine, va segnalata anche la presenza del rugby ai festeggiamenti per Santa Fermina. Al Moretti della Marta domani dalle 17 la prima edizione del Trofeo Santa Fermina MiniRugby organizzato dal Crc in occasione della ricorrenza per la patrona di Civitavecchia. (Agg. 19/4 ore 18.46)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cv Skating vola alle finali nazionali

Si chiude la regular season del campionato femminile e le Snipers Civitavecchia si piazzano quarte: grazie a ciò le civitavecchiesi giocheranno il 12 e 13 maggio, in sede da stabilire, la Final Four per l’assegnazione dello scudetto.
Nell’ultimo appuntamento in casa, disputato l’8 aprile al PalaMercuri, le ragazze di capitan Novelli hanno ottenuto una vittoria contro Vicenza per 5-3 e una sconfitta all’ultimo secondo beffarda contro Buja 4-3.
«L’ultima giornata di campionato – dice la nerazzurra Mara Faravelli – ci ha portato una vittoria e una sconfitta. Entrambe le partite le abbiamo giocate a quattro linee inserendo anche le giocatrici giovanissime del vivaio di Civitavecchia, con cui mi complimento per l’ottima prestazione. Ora dobbiamo solo concentrarci sulle finali. Siamo una squadra in continua crescita e con tanta voglia di vincere perciò credo che ora dobbiamo cercare di eliminare i nostri soliti errori e mettere tutte noi stesse per l’ultimo impegno di questa stagione». (Agg. 18/4 ore 17.41 SEGUE)

L'UNDER 14 CHIUDE LA REGULAR SEASON DA IMBATTUTA E VOLA ALLE FINALI NAZIONALI – La regular season degli Snipers Pizza a Volontà under 14 si chiude a punteggio pieno, con altre due roboanti vittorie: 16-4 contro Bari e 13-1 contro i Castelli Romani. Grazie a questo doppio successo i civitavecchiesi chiudono con dodici vittorie su dodici incontri con addirittura 180 gol fatti e solo 9 subiti. Dall’11 al 13 maggio la squadra sarà impegnata ad Asiago per le finali nazionali giovanili dove si affronteranno le otto migliori squadre d’Italia.
«Per il secondo anno consecutivo – spiega il presidente Riccardo Valentini – la nostra under 14 andrà alle finali nazionali giovanili e questo per noi è un onore. I ragazzi continuano a migliorare e a livello zonale non hanno rivali. Sicuramente la musica cambierà a livello nazionale, ma sarà un’altra bella esperienza che riusciremo a regalare ai nostri atleti, a prescindere dal risultato che otterremo». (Agg. 18/4 ore 18.07 SEGUE)

L'UNDER 16 SI GIOCA GLI SPAREGGI – Ancora soddisfazioni per gli Snipers Pizza a Volontà che conquistano gli spareggi per le finali nazionali under 16 vincendo a Bari contro i pari età pugliesi per 7-3 (2-2 il primo tempo). Dopo un primo tempo combattuto, nella ripresa i civitavecchiesi smaltiscono le fatiche per la lunga trasferta, si adeguano al diverso campo da gioco e prendono il largo.
«Dopo la conquista delle finali nazionali – conclude patron Valentini – in maniera diretta con l’under 14, ora ci qualifichiamo per gli spareggi con l’under 16, segnale dell’ottimo lavoro che la Cv Skating sta svolgendo da anni sul settore giovanile. Ora aspettiamo di conoscere sede e avversarie degli spareggi, nella speranza di conquistare le finali nazionali anche qui».
Il tabellino: G. Nambuletto, Trotta (2), Padovan (1), De Fazi (2), Mandolfo (2), Carannante, Buzzi, R. Nambuletto, Serrano, Galli. (Agg. 18/4 ore 18.39)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cortocircuito Vecchia: è buio pesto

di MATTEO CECCACCI

Weekend assolutamente da dimenticare per il club nerazzurro di Largo Martiri di Via Fani che tra sabato e domenica ha ottenuto solamente due punti, frutto dei pareggi rimediati grazie alle compagini di Oliviero e di Gualtieri. Segni ics che hanno il sapore del mantra, in quanto la rincorsa ai propri obiettivi, seppur opposti, sembrano svanire nel nulla. Purtroppo, a metterci il carico, c’è anche la prima squadra di Ugo Fronti che sembra essere affetta da una vera e propria paraggite acuta, ma a dar manforte e a far sorridere l’intero direttivo societario, in particolare il nuovo direttore sportivo Fabio Ceccacci, successore di Mauro Magi, ci pensano i ragazzi, soprattutto quei classe 2000 Forieri e Cedeno, autori di una prestazione eccelsa nella gara di domenica contro il Tor Sapienza, oltre alle tante chiamate che arrivano in società da club di prestigio per visionare i tanti talenti per spedirli nel mondo del professionismo.
Sconfitta di misura per gli Juniores Elite di Pino Brandolini che sabato a Via della Pisana contro l’Urbetevere non sono riusciti ad ottenere i tre punti. Nella penultima giornata del campionato i classe 2000 insieme ai gialloblu non hanno molto da giocarsi, in quanto la salvezza matematica è stata messa in cassaforte già da parecchio tempo, ma i primi 45’ hanno visto grande equilibrio. Il primo squillo è di capitan Pietranera che non c’entra lo specchio della porta, al 18’ arriva il vantaggio locale grazie all’ex Campus Eur Giorgio Marrella che, bravo a scattare due difensori, entra in area e lascia partire un tiro a giro che Paniccia può solo guardare. La Vecchia non reagisce e l’Urbe ne approfitta tenendo in mano il pallino del gioco e alla mezz’ora sempre con Marrella cerca il raddoppio con un gran tiro dai trenta metri, ma Paniccia respinge in angolo compiendo una straordinaria parata. Nella ripresa i nerazzurri partono male, dopo 10’ rimangono in dieci a causa dell’ingenua espulsione di Indorante che termina anticipatamente il suo campionato, ma è più che giusto fare un plauso al classe ‘00 nativo di Roma che con i suoi 16 gol stagionali  vanta il merito di essere stato il capocannoniere della rosa, dando il massimo in ogni partita segnando anche alcuni eurogol decisivi; la società non può che esserne fiera di questo bomber. Tornando al match, la Vecchia non risente moltissimo l’inferiorità numerica e va vicino al pareggio con Rasi, ma il suo colpo di testa va alto sopra la traversa. Poco dopo è Zappalà a provarci, ma a tu per tu con l’estremo difensore sbaglia incredibilmente il gol del raddoppio. Nel finire di tempo i ragazzi di Brandolini hanno due nette occasioni per ristabilire gli equilibri: il primo a provarci è Paniccia da calcio di punizione, ma il pallone termina di poco fuori e all’ultimo minuto è Rasi a tentare il pareggio, ma la sua conclusione viene respinta da Langellotti. Al triplice fischio di De Paolis di Cassino è 1-0 Urbe che si avvicina al Civitavecchia a -2 mentre i nerazzurri rimangono al sesto posto della classifica con 48 punti all’attivo a -2 dal Campus Eur, con la possibilità di chiudere la regular season al quinto posto, sperando in una sconfitta del Campus Eur, ospite della capolista Tor di Quinto. I tirrenici chiuderanno l’ottima stagione davanti ai propri tifosi contro l’Atletico Vescovio con un sorriso amaro per non aver raggiunto il sogno playoff. (Agg. 17/4 ore 16.16 SEGUE)
 

I RISULTATI DEGLI ALLIEVI DEL CIVITAVECCHIA – Sconfitta pesantissima in chiave salvezza per gli Allievi Elite di Andrea Rocchetti che tra infortuni, indisponibili e squalificati si sono dovuti presentare al Don Calabria con il supporto di alcuni classe 2002 di mister Mazza cambiando l’assetto tattico. Spicca, infatti, la posizione del centravanti Gravina schierato addirittura in difesa. L’Aurelio Fiamme Azzurre di Marinelli vuole i punti per evitare la zona playout e schiera il tris d’attacco dal forte potenziale: Ciaglia, Tagliaferri e Bote. A sbloccare il match sono proprio gli amaranto dopo 11’ grazie al bel gol di Di Biagio, bravo a ricevere il pallone in area da calcio di punizione. Poco dopo i locali vanno vicino al raddoppio con Ciaglia, ma la traversa salva Sanfilippo. La Vecchia si sveglia e reagisce alla mezz’ora con il gran bel colpo di testa di Fede Converso che spiazza Filippo, ma nemmeno il tempo di esultare che dopo 120» arriva nuovamente il vantaggio dei locali grazie al tiro dalla distanza di Costa. I secondi 40’ vedono un Civitavecchia in balia dell’Aurelio che crea occasioni a più non posso: la prima è opera di Bote che dinanzi a Sanfilippo colpisce il palo, poi è Palumbo a provarci, ma l’estremo difensore blocca la sfera. I nerazzurri provano a ristabilire gli equilibri, ma la retroguardia romana tiene bene. Al termine della partita possono esultare i ragazzi di Marinelli che, salendo al sestultimo posto della classifica con 34 punti, evitano il baratro dei playout. I nerazzurri, invece, a due giornate dal termine si vedono stazionare al quartultimo posto della graduatoria con 28 punti all’attivo in una situazione molto complessa e complicata che li vedrà domenica ospitare davanti ai propri tifosi in quel del Tamagnini per l’ultima volta, i vincitori del campionato della Vigor Perconti, ma il vero e proprio scontro diretto ci sarà domenica 29 quando i tirrenici andranno nella capitale per affrontare l’Ottavia in una partita che prospetterà grande tensione.

Seconda sconfitta consecutiva per gli Allievi regionali fascia B di Marco Mazza che cedono di misura lo scontro casalingo con il Palocco. Dopo il passo falso nel campo Ludovichetti di Ostia che aveva portato a subire quattro gol, i classe 2002 perdono posizioni per ambire i primi posti della classifica; la terza piazza ora dista ben 8 lunghezze. I primi 40’ hanno visto grande equilibrio, ma ad avere la meglio sono gli ospiti con la rete di Gitto. I locali rispondono prontamente con Di Domenico prima e Marino dopo, ma entrambe le conclusioni non impensieriscono il portiere. Il Palocco tenta di raddoppiare, ma Formisano tra i pali risulta decisivo. Nella ripresa i nerazzurri tentano l’impossibile: Mazza carica i suoi, li incita e getta in mischia i rinforzi, ma nulla serve nel proseguio della gara. Il portiere Magistris si rivela una vera e propria saracinesca. Nel finire di tempo il Palocco sfiora il raddoppio con Vannini che sbaglia un’occasione clamorosa a tu per tu con l’estremo difensore. Al triplice fischio del direttore di gara i nerazzurri crollano al sesto posto della classifica con 30 punti all’attivo in compagnia dei Pescatori Ostia, con l’obbligo di ritornare quanto prima a vincere e ottenere i tre punti che mancano ormai da due settimane per cercare di agganciare quei posti che valgono le finali, anche se ora distano ben otto punti. Per il Palocco, invece, una vittoria importante che fa stazionare i capitolini al quintultimo posto della graduatoria con 24 punti in compagnia della Polisportiva Oriolo, prossima rivale dei civitavecchiesi, mentre i romani attenderanno il Montefiascone secondo della classe. (Agg. 17/4 ore 16.44 SEGUE)

LE GARE DEI GIOVANISSIMI IN MAGLIA NERAZZURRA – Campionato dal finale triste per i Giovanissimi Elite che nella giornata di domenica, nonostante il 2-2 col Grifone Monteverde, si vedono proiettati nell’abisso dei playout, ancora da stabilire con chi giocarli e dove. Inutile ribadire e ripercorrere il passato di stagione dei classe 2003, ma i complimenti vanno fatti lo stesso ai ragazzi per la dedizione e il sacrificio messo, oltre all’ottimo lavoro del tecnico Oliviero svolto nell’ultima parte di campionato. Il match, dalle mille emozioni, ha visto nei primi 35’ azioni scoppiettanti e a tratti divertenti. Il primo sigillo è di marca nerazzurra grazie a Mancini dopo un’ottima azione corale. I rossoblu rispondono con Anello, ma il fenomeno Fioretti non concede. Nella ripresa gli ospiti rimettono in sesto la gara con Rozzini, ma i nerazzurri non ci stanno e dopo 60» rispondono con Liberati che trafigge Barbario. Quando sembra che la Vecchia ha il pallino del gioco in mano ecco che arriva la beffa a 5’ dal termine: Buonamici riceve il pallone da Lo Monaco e spiazza del tutto l’estremo difensore. Al triplice fischio dell’arbitro esce fuori l’amarezza dei ragazzi di Campagna che rimangono inanellati al settimo posto della classifica mentre i civitavecchiesi non possono che uscire a testa alta da un match che li ha visti probabilmente padroni del campo, ma consapevoli del fatto di dover giocare a maggio i playout: risultato di una stagione che doveva e poteva cominciare in modo diverso. Ora l’obiettivo è mantenere la categoria e vincere a tutti i costi lo scontro direttissimo tra due settimane in casa contro il Rieti nell’ultima di campionato, pensando anche alla gara di domenica contro il Campus Eur.
Pareggio amarissimo per i Giovanissimi regionali fascia B di Andrea Gualtieri che ottengono lo stesso risultato dell’andata coi rivali del Montefiascone. Un 1-1 che allontana sempre di più i classe 2004 dall’obiettivo secondo posto e che li fa crollare inaspettatamente al quarto posto della classifica con 43 punti all’attivo a -2 dal Campus Eur e a -4 dalla Leocon. I primi 35’ vedono una grande prevalenza dei nerazzurri che, nonostante la difficoltà di un campo molto difficile da calcare per tutti, vanno in vantaggio dagli undici metri al 18’ grazie alla conclusione di bomber Ricky Feula. I locali provano a rispondere, ma Senserini è attento. All’intervallo è 1-0 Vecchia. Al rientro dagli spogliatoi i nerazzurri tengono il pallino del gioco in mano e vanno anche in superiorità numerica in quanto al 20’ viene espulso Lellis. Ma stranamente l’inferiorità fa innervosire di più i civitavecchiesi che i viterbesi che poco dopo trovano il pareggio grazie ad un calcio di punizione a pochi minuti dal termine. La Vecchia non ci sta e mette il tutto per tutto, ma non riesce a trafiggere l’estremo difensore locale. Al termine dei 70’ sorridono i ragazzi del Montefiascone che ottengono un punto d’oro che li fa salire al quartultimo posto della lista con 17 punti in compagnia del Calcio Tuscia in attesa dell’ostica trasferta col Virtus Bracciano. I nerazzurri, invece, attenderanno sabato tra le mura amiche del Tamagnini l’Ostiantica che naviga nei bassi fondi della classifica in un match assolutamente da vincere per continuare a rimettersi in moto con le dirette concorrenti Leocon e Campus Eur. «Sono molto amareggiato e arrabbiato – commenta mister Gualtieri al termine della gara – per questo pareggio. Dobbiamo ancora crescere, non possiamo perdere punti in questa maniera e regalare le partite in questo modo. Abbiamo peccato di presunzione e di lucidità oltre a non essere stati intelligenti. In settimana ci siamo allenati poco e male e alla fine questi sono i risultati. Credo – conclude il tecnico nerazzurro – che i risultati si ottengono allenandoti e se non lo fai è naturale che non ottieni grandi successi, spero che i miei ragazzi capiscano questo». (Agg. 17/4 ore 17.15)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nautico Calamatta, studenti in prima linea

CIVITAVECCHIA – Si conclude giovedì a Civitavecchia la crociera addestrativa a bordo della "Signora del vento" per quaranta alunni del terzo e quarto anno dell'indirizzo  Trasporti e Logistica, articolazione Conduzione del Mezzo, opzioni Conduzione del Mezzo Navale “C.M.N.” e Conduzione di Apparati ed Impianti Marittimi “C.A.I.M.” dell'istituto Calamatta. La crociera, partita sabato scorso da Gaeta, rientra nell'ambito del progetto di alternanza scuola lavoro. Gli studenti, dopo un corso preliminare sulla sicurezza a bordo, hanno partecipato alle attività giornaliere di routine, dalla preparazione dei pasti, servizio mensa e pulizia stoviglie e cucina ai turni di guardia in macchina ed in plancia, dalla manutenzione ordinaria e straordinaria al riordino delle cabine. Gli studenti sono stati impegnati anche nelle attività addestrative durante la navigazione, come quelle di manovra (ormeggio e disormeggio), di navigazione (guardia in plancia o in sala macchine) ed attività didattica di indirizzo (carteggio, rilevamento punto nave, avvio impianti). 

Nella giornata di ieri, in rada ad Agropoli, alla presenza dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Agropoli e delle autorità locali, si è svolta un’esercitazione su dispositivi di salvataggio. Grazie ai dispositivi messi a disposizione dalla Navigation’s di Mazara del Vallo, gli studenti hanno indossato alcune inmersion suite con le quali hanno simulato l’abbandono nave azionando le boette fumogene, hanno partecipato all’azionamento di una zattera autogonfiabile sulla coperta della Signora del Vento e toccando con mano tutte le dotazioni previste dalla normativa di riferimento. 

Venerdì invece, sempre a bordo della "Signora del Vento", svolgeranno le prove finali della Gara Nazionale, indetta dal MIUR, per gli studenti frequentanti il IV anno degli Istituti Tecnici dei Trasporti e della Logistica. Il prestigioso incarico di organizzare la gara nazionale è stato affidato all’IISS Luigi Calamatta, vincitore della gara di indirizzo nell’anno scolastico precedente, con l’alunno Alberto Castiglione. 

Gli obiettivi perseguiti dalla gara nazionale sono la valorizzazione delle eccellenze, la verifica delle conoscenze, delle abilità, delle competenze e dei livelli professionali raggiunti, lo scambio di esperienze tra realtà socioculturali diverse, creando un approccio diretto per un sistema integrato scuola-formazione. 

Gli studenti vincitori saranno inclusi nell'Albo Nazionale delle Eccellenze, pubblicato sul sito dell'Indire e otterranno gli incentivi previsti dall'art. 4 del D. Lgs. 262/2007. Una volta imbarcati i concorrenti della gara e i tutor accompagnatori, la Signora del Vento mollerà gli ormeggi per effettuare un tratto di navigazione costiera necessaria ai fini della seconda prova della Gara Nazionale che si svolgerà tra i saloni, la plancia e la coperta, al termine della quale, dopo il rientro in porto, l’iniziativa si concluderà con un evento finale di consegna degli attestati di partecipazione alle Eccellenze provenienti da tutti gli Istituti Nautici d’Italia.

"Come rappresentante dell'amministrazione di Civitavecchia sono orgogliosa di avere un evento del genere nella nostra città – afferma l'assessore all'istruzione Alessandra Lecis – con il patrocinio del Comune. Ancora una volta Civitavecchia si conferma fucina di talenti e di eccellenze: merito della grande vivacità culturale e professionale dei ragazzi, troppo spesso sottovalutati, e dell'ottimo lavoro della scuola che li mette nelle migliori condizioni per eccellere. Sono risultati di cui andare fieramente orgogliosi come collettività".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###