La Vecchia ospita l'Atletico Vescovio nella nuova casa di Allumiere

di MATTEO CECCACCI

Ottenere i primi tre punti stagionali: questa è la missione principale del Civitavecchia Calcio 1920 che, nel match valevole per la terza giornata d’Eccellenza, sfida alle 15.30 alla Cavaccia di Allumiere l’Atletico Vescovio di mister Ermanno Pansa. Un match che dirà molto sul prosieguo della stagione, perché nelle prime due giornate entrambe le squadre non hanno fatto molto bene, in particolar modo i romani. I biancorossi, infatti, sono reduci da due sconfitte consecutive, prima con il Villalba 1-0 e poi la batosta del poker subito all’esordio in casa domenica scorsa con la quotata Valle del Tevere, mentre i nerazzurri hanno solamente raccolto due punti, frutto dei due segni ics (1-1) maturati con Ronciglione United e Casal Barriera, ma la penalità di un punto inflitta la settimana scorsa a causa delle vertenza Staffa mette i tirrenici al sestultimo posto. È effimero mettere in risalto l’attuale situazione negativa che grava sul club civitavecchiese, ma il continuo tormento delle notizie che si sono susseguite in poco meno di una settimana non stanno sicuramente dando pace alla Vecchia: basti pensare alla multa di 150 euro inflitta mercoledì 5 settembre dal giudice sportivo a causa delle troppe proteste dei tifosi nei confronti della terna arbitrale riguardo la gara d’esordio, poi due giorni dopo i 1000 euro di ammenda, il punto di penalizzazione e l’inibizione di sei mesi al presidente Stefano Biondi; insomma, tutto questo pesa, ma per fortuna c’è uno staff straordinario che non fa per niente preoccupare l’intero organico di Andrea Rocchetti. La rosa, infatti, è pronta e reattiva, gli allenamenti si sono svolti sul manto erboso della Cavaccia di Allumiere nel migliore dei modi. Tanti i giovani che hanno fatto bene e ottime le notizie su Befani che sembra essersi ripreso dall’infortunio, mentre il classe ‘00 Rasi dovrebbe rientrare entro metà novembre. L’Atletico Vescovio, invece, dovrà fare a meno del difensore Angelo Ciampini squalificato per due giornate, ma farà di tutto per trovare il primo sorriso stagionale. Si stimano sulle tribune collinari circa 100 supporter nerazzurri. «Sarà fondamentale – spiega il difensore Luca Iacomelli – fare bottino pieno. Purtroppo non abbiamo raccolto quanto seminato di buono in queste prime due giornate, ma la partita di oggi sarà l’occasione giusta per rifarci. Non dovremo farci ingannare dalla classifica, loro sono una squadra che può metterci in difficoltà, dovremo imporre il nostro gioco sin da subito pressandoli alti ed evitando le loro ripartenze. Dispiace a tutti non giocare a casa davanti alla nostra gente, il numero di spettatori contro il Ronciglione ci aveva impressionato, ma sono sicuro che molti dei nostri tifosi non sapranno stare senza la propria Vecchia e verranno a sostenerci anche alla Cavaccia». Infine il figlio del patron ha voluto concludere lasciando parole di conforto all’amico di una vita, attualmente infortunato, Samuele Cerroni: «Gioco insieme a Samuele da quando eravamo poco più che tredicenni e non vederlo in campo durante la settimana e la domenica è una brutta sensazione, perché so quanto lui tenga al Civitavecchia Calcio e quanto stia cercando di recuperare più in fretta possibile».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Tirreno conquista 73 medaglie e uno strepitoso argento a squadre

Bilancio esaltante per la Tirreno Atletica Civitavecchia ai campionati italiani Aics di atletica leggera: 143 atleti gara, 110 presenze tra atleti, dirigenti e accompagnatori, 73 medaglie di cui 18 ori, 25 argenti e 30 bronzi e la conquista dell’argento su 21 squadre nazionali; ad impreziosire ulteriormente la trasferta sulla riviera romagnola gli innumerevoli personal best. I portacolori locali hanno rappresentato il Comitato di Roma, dalla categoria esordienti fino alla classe 1937 dell’inossidabile Riccardo Virtuoso che non manca mai di dare l’esempio di energia  a tutti gli atleti.
Il bilancio tecnico rassicura gli allenatori biancoazzurri: la crescita degli atleti si dirige verso un buon corso; tanti record personali realizzati e tanti sfiorati grazie alla tenacia e determinazione con cui tutti gli atleti, dai più piccoli ai più grandi , hanno affrontato le varie competizioni. 
La manifestazione “Verdeazzurro” di Aics, in cui è inserito il campionato italiano di atletica leggera giunto alla 53esima edizione, abbinato al Trofeo Pietro Mennea, memorabile campione e socio Aics, è una rassegna di sport, socialità e convegni sulle tematiche sociali, aggiornamenti su normative gestionali e approfondimento su tutto ciò che ruota intorno al mondo dello sport come strumento sociale, l’edizione 2018 ha visto circa 6000 atleti sulla riviera romagnola.
La Tirreno Atletica Civitavecchia è stata determinante nel portare la Provincia di Roma al secondo posto nella classifica di qualità, migliorando così il terzo posto dello scorso anno; questo a conferma della avvenuta  crescita  in termini di quantità e di qualità di risultati. 
Molto soddisfatto il Presidente Ubaldi: «Superfluo stilare una lista di nomi o una classifica di merito, quando il fattore determinante per l’ottima riuscita è stata la coesione tra tutte le categorie e lo spirito di sportività ispirato dal ricordo del grande Pietro Mennea». 
Luigi Gatti, figura storica dell’atletica civitavecchiese, interviene con parole di grande approvazione per il fermento che ruota intorno al mondo dell’Atletica locale: «Atleti motivati, partecipi, a volte impazienti di ottenere grandi risultati comunque sempre pronti a sudare per ottenere gli obiettivi concordati con i tecnici;  collaborazione delle famiglie con la Società, studio ed aggiornamento continuo degli allenatori e dirigenza attenta a creare un clima di cooperazione sportiva. Tutto questo è l’associazionismo che la Tirreno porta avanti giornalmente».
Rientrata al Moretti Della Marta, la squadra Tirreno mantiene ben caldi i muscoli per affrontare un Settembre impegnativo: Mennea Day sulle orme dei 200m mondiali e  campionati regionali Allievi, Cadetti e Ragazzi con tutte le categorie che fremono di gareggiare galvanizzati dall’esperienza coinvolgente appena trascorsa.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una Flavioni nostrana parte dalla Lombardia

di MATTEO CECCACCI

La Flavioni Handball Civitavecchia riparte dalla vittoria del Cassano Magnago sull’Ariosto Ferrara per 38-33, risultato maturato nell’ultima giornata dello scorso campionato, che ha indirettamente regalato alla formazione di coach Patrizio Pacifico la salvezza e la permanenza per il terzo anno consecutivo nella massima categoria nazionale di pallamano. 
Nel match valevole per il primo turno del campionato femminile di serie A1, la Flavioni parte proprio dalla Lombardia per sfidare domani alle 18.15 il Cassano Magnago di Davide Kolec. Un caso, una coincidenza per dirgli subito grazie? Forse, ma di tempo per i ringraziamenti c’è ne sarà ben poco, se non nel pre gara, perché poi nei successivi 60’ sarà battaglia fino all’ultimo secondo. Le civitavecchiesi ripartono da un dato molto importante, ovvero che l’intera rosa è composta tutta da civitavecchiesi: mai successo prima. Tante le new entry nostrane, ma altrettanti gli addi, come quello di Hiraldo, Ramazzotti e Crosta. L’obiettivo stagionale è ovviamente la salvezza, ma per cominciare col piede giusto sarà fondamentale ottenere subito i due punti con il quotato Cassano Magnago.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, invasione di zanzare

LADISPOLI – Acqua stagnante sul fondo della piscina e tantissima melma…. l'habitat ideale dove far nascere tanti piccoli ranocchi e soprattutto il luogo ideale da dover far "sbocciare" le tante odiose zanzare. Una situazione di disagio dove le condizioni igienico-sanitarie sono messe in seria discussione. Ci troviamo a via Claudia, a Ladispoli. Qui la denuncia arriva da privati cittadini, stanchi ormai di dover trascorrere 4 stagioni su 4 (eh si perché le zanzare sopravvivono anche alle rigide temperature invernali, non dando tregua nemmeno a Natale) con prurito costante causato dai morsi incessanti del tanto odiato insetto. A causare il problema, che ormai si protrae da anni, sarebbe a quanto pare una piscina privata nella zona, lasciata all'incuria. "Lo stato di abbandono e incuria in cui versa e la mancanza di una adeguata copertura della vasca che si inonda ad ogni acquazzone – si legge nella lettera/denuncia inviata all'amministrazione comunale e indirizzata al sindaco Grando in prima persona – hanno reso l'area una fonte di incontrollata proliferazione delle zanzare, problema che d'estate diventa insostenibile". Non solo zanzare, però: "L'acqua di cui si riempie la vasca con le piogge, che resta di fatto stagnante per la maggior parte dell'anno, con ovvia maggiore incidenza nei mesi invernali, è bacino di accumulo anche di guano di uccelli, foglie marce, immondizia di ogni sorta che col vento cade nell'acqua, con conseguente nauseabondo odore di fogna". Una situazione ideale, insomma, per le zanzare di sopravvivere anche alle temperature rigide dell'inverno. 
Una vera a propria piaga che ha spinto negli anni, alcuni residenti a segnalare la situazione, oltre che al Sindaco, anche alla Asl di Ladispoli, senza però, ottenere alcun effetto. Ed a quanto pare non sarebbe servita nemmeno l'ordinanza emessa dal sindaco Alessandro Grando, prima dell'inzio della "stagione delle zanzare". Un vero e proprio vademecum dove si ordinava la pulizia di canali, la rimozione di acque stagnanti (pubbliche e private) per evitare, appunto, il proliferare delle zanzare. Un documento, quello firmato dal primo cittadino, che sì avrebbe prodotto, grazie alla denuncia di alcuni residenti, all'elevazione di alcune sanzioni ma che, col trascorrere dei giorni, delle settimane, si è comunque rivelato inefficace. La melma è ancora lì e con essa anche le zanzare. Con i cittadini che più volte si sono recati dai vigili urbani per chiedere di far rispettare l'ordinanza. Ma da questo fronte tutto tace, con i residenti che nonostante le denunce e le segnalazioni continuano a vivere una situazione problematica. "Ci chiediamo – dicono – quale sia l'utilità di un'ordinanza se si rivela impossibile farla rispettare e dove finiscano i denari pagati dai contribuenti alle prese con servizi 'fantasma'". La situazione relativa al problema delle zanzare è già "pesante" di per sè con le disinfestazioni programmate dal Comune, rese inutili "dall'incuria in cui versano tutti i canali della cittadina, con la crescita senza freno di vegetazione"; se poi ci si mettono anche i privati cittadini trasformando una piscina (un luogo dove trascorrere insieme le belle giornate, e trovare refrigerio dal caldo torrido estivo), la situazione rischia di sfuggire di mano.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, nominata la commissione di liquidazione

SANTA MARINELLA – E’ stata nominata ieri mattina la Commissione straordinaria di liquidazione che verificherà tutti gli atti amministrativi relativi all’equilibrio di bilancio e ai debiti lasciati dalla precedente amministrazione. Il Comune di Santa Marinella ,infatti, ha ricevuto il decreto del Presidente della Repubblica Mattarella, con i tre nominativi incaricati per l’amministrazione della gestione e l’indebitamento pregresso, nonché per l’adozione di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti dell’Ente, così come recita lo stesso decreto. Una buona notizia, contrariamente a quanto si possa pensare, poiché la nuova amministrazione si trova nella reale possibilità di presentare alla commissione una proposta di bilancio riequilibrato per l’anno 2018. «In soli due mesi – spiega il sindaco Tidei – siamo riusciti a recuperare oltre 2.700mila euro, frutto di lavoro incessante di questa Giunta e di un gruppo di esperti che, a titolo gratuito, hanno lavorato notte e giorno per riuscire a conseguire un risultato che né la precedente amministrazione né il Commissario Straordinario erano riusciti ad ottenere. Mi auguro che la commissione possa esaminare quanto prima la nostra proposta per avere, nel caso di esito positivo, la possibilità di approvare il bilancio in consiglio comunale ed assumere immediatamente impegni di spesa per l’annualità 2018». «Si traccia una linea – conclude il sindaco – si apre una fase nuova nell’interesse esclusivo di Santa Marinella e dei suoi cittadini. Credo di aver iniziato a mantenere la promessa fatta in campagna elettorale quando ho lanciato l’hastag #losofare». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giornata formativa per la Protezione Civile Comunale di Ladispoli

LADISPOLI – Incontro formativo ieri a Ladispoli per i nuovi volontari della Protezione civile comunale. Obiettivo dell'incontro: fornire ai nuovi arrivati importanti nozioni sulle attività di Prociv. Ad aprire l'incontro il responsabile operativo comunale, Salvatore Zingale, che ha spiegato le varie regole comportamentali che un volontario deve adottare durante un servizio o un'emergenza, con l'importanza dell'utilizzo della radio, mezzo salva vita, che rende possibile la comunicazione tra i volontari. Il responsabile operativo Prociv ha anche sottolineato l'importanza dei corsi all'interno del gruppo, sottolineando che questi saranno ripetuti più volte, dando così la possibilità ai volontari di ottenere una formazione completa. Tra i corsi anche quello di diritto, già annunciato nei giorni scorsi dal presidente del consiglio Maria Antonia Caredda che metterà a disposizione del gruppo la sua professionalità; e quello sanitario che sarà organizzato di concerto col responsabile sanitario del gruppo Alessandro Colace. A spiegare invece alle new entry, la funzionalità delle varie attrezzature in dotazione alla Prociv, è stato il responsabile della formazione dei volontari Roberto Crescenzi. Tra i mezzi a loro disposizione utilizzati durante le emergenze vanno ricordati la motosega, l'idrovora, il generatore, gli estintori e la torre faro. Durante il corso, ovviamente, i riflettori sono stati puntati anche sulla sicurezza in cui devono operare i volontari, garantita dall'uso di accorgimenti indispensabili a garantirne l'incolumità, come ad esempio i DPI (dispositivi di protezione individuale) come maschere, guanti, casco. 
Attività, quelle portate avanti dai volontari della Prociv, rese possibili, come sottolineato anche dal responsabile operativo Zingale, dal lavoro di squadra, non solo tra volontari della Prociv ma anche con i volontari delle altre associazioni presenti sul territorio. 
Presente all'incontro anche il Capo segreteria del Sindaco e Incaricato alla Tutela degli Animali, dell'Ambiente e della Protezione Civile, Miska Morelli, che ha ringraziato la Prociv per il suo impegno, non solo nelle attività messe a punto per garantire la sicurezza sul territorio, ma anche nella formazione dei suoi volontari. Formazione fondamentale, ha sottolineato Morelli, che va incentivata e resa costante.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fattori: derby e spettro della chiusura

Per la seconda giornata del girone di andata del campionato di Promozione, il turno prevede i due derby tra il Santa Marinella e la Csl e tra il Corneto Tarquinia e il Montefiscone. 
Dopo l’esordio positivo in casa della Vigor Acquapendente, culminato in un due a zero con le firme di Ruggiero e Gallo, la Cpc2005 diretta da Paolo Caputo attende stamani il Bomarzo. Al Tamagnini, alle 11, andrà in scena la prima gara tra le mura amiche, esordio assoluto per la compagine portuale, nel fortino di Campo dell’Oro. Avversario è l’ostico Bomarzo reduce, all’esordio, dal pareggio casalingo con il Pian due Torri. La rifinitura di venerdì ha dato le definitive indicazioni per i venti da portare in lista gara, con l’unica assenza certa di Lanari che è fermo da tempo per un problema alla caviglia.
Derby intenso, quello di stamani al Comunale di Civitavecchia tra il Santa Marinella e la Csl Soccer. Una gara che regalerà sicuramente emozioni forti con un grande gioco fin dai primi minuti. Da una parte ci sono i ragazzi di mister Fracassa, reduci dalla sconfitta di mercoledì per 1-0 coi Pescatori Ostia nel primo turno preliminare di Coppa Italia, che cercheranno a tutti i costi il riscatto, in particolar modo per ottenere i primi tre punti stagionali dopo aver impattato 1 a 1 all’ultimo secondo all’esordio con il Città di Cerveteri. Una rosa che, nonostante tutto, piace e convince i tanti tifosi e i vertici dirigenziali che sperano nella vittoria. «Sono molto fiducioso – spiega a tal proposito il tecnico Daniele Fracassa – per la gara che andremo a giocare, stiamo bene e vogliamo dimostrarlo sul campo». 
«Rispettiamo il Santa Marinella – dice il ds D’Aponte – che ha delle ottime individualità sia in campo che fuori, basti pensare a Bonaventura, Iacobucci e Stenbock, oltre al preparatissimo mister Stuccilli. Noi, però, andremo al Fattori per prenderci i tre punti, sappiamo che sarà un derby combattuto, ma allo stesso tempo leale ed onesto». 
Dall’altra sponda, invece, c’è il Santa Marinella, che dopo l’amara sconfitta con l’Atletico Ladispoli, vuole a tutti i costi vincere. Privi di Carra, Sanfilippo, Famà e Iacobucci, i padroni di casa puntano a portare via i tre punti. «Ovviamente l’obiettivo è quello di riscattare la sconfitta di domenica – dice Paolo Di Martino – non siamo contenti della gara giocata con l’Atletico Ladispoli e quindi dovremo cambiare atteggiamento. E’un derby molto importante, loro stanno bene sulle gambe. Mentre noi abbiamo problemi di conoscenza visto che ci sono undici giocatori nuovi. La nostra squadra deve migliorare fisicamente e tecnicamente, sono certo che con questa rosa possiamo fare bene. Starò in tribuna perché posso vedere meglio gli errori che facciamo». 
Turno esterno per la Corneto Tarquinia che alle 11 sarà di scena sul campo del Montefiascone. Mister Del Canuto dovrà rinunciare a Varchetta mentre gli altri sono a disposizione. 
«Domenica scorsa abbiamo ottenuto una vittoria importante – dice il tecnico – e direi anche meritata seppur faticosa. Andare a Montefiascone è sempre difficile. Loro sono molto ringiovaniti, conosco bene l’ambiente perché li ho allenato per quattro anni. Hanno un gruppo molto solido. Noli abbiamo fatto un’ottima squadra, vogliamo divertirci e fare un bel campionato, poi tireremo le somme». 
Gara esterna per l’Atletico Ladispoli che questa mattina affronta l’Urbetevere. Assenti Giustini, Screponi, Pulcini e Rago, i ragazzi di Neto puntano al secondo successo consecutivo. 
«La nostra linea quest’anno è quella di portare avanti i giovani – spiega il tecnico – non è facile ma dobbiamo provarci. Abbiamo dei ragazzi validi e puntiamo su di loro per un progetto di tre anni. Un progetto nato già lo scorso anno con Centanni e che quest’anno porto avanti io. Purtroppo la retrocessione ha lasciato il segno, la società inizialmente non voleva partecipare al campionato e invece abbiamo deciso di seguire il progetto giovani e fare una squadra di tutti under presi dalla juniores, insieme a giovani arrivati da altre squadre limitrofe. I presupposti ci stanno. Oggi ci troveremo di fronte dei neo promossi». 
Dopo la bella prova di domenica scorsa a Tarquinia in cui la squadra collinare meritava almeno un punto, alle 15.30 il Tolfa attende allo Scoponi l’Acquapendente, reduce dalla sconfitta casalinga con la forte Cpc. Contro l’ostica squadra viterbese la giovane compagine biancorossa (domenica scorsa in alcuni frangenti ha giocato con ben 7 under in campo) è attesa da una partita dura e complicata da lottare su ogni palla secondo lo spirito tolfetano. Per questa gara mister Sperduti ha convocato tutti. Rientrano Mecucci e l’infortunato Capolonghi, ancora assente Galli (che ritornerà tra due settimane); fuori invece Mojoli.
«lo abbiamo perso fino a gennaio – spiega il team manager Salcatore Incorvaia – perché in partenza per l’Erasmus». 
«Siamo di nuovo alle prese con un’altra partita difficile contro una squadra di tutto rispetto che ha costruito una rosa per ritornare in Eccellenza, non a caso l’Acquapendente é nominata insieme alla Cpc e al Corneto tra le favorite alla vittoria del campionato – spiega patron Giorgio Franchi – noi siamo molto fiduciosi, i ragazzi hanno lavorato sodo e bene durature la settimana, le motivazioni ci stanno tutte e il gruppo sembra essersi riformato come ai vecchi tempi e quindi mi aspetto domani una partita ad alti livelli domani. Inoltre è la prima giornata di campionato che giochiamo allo Scoponi e ciò avrà pure una sua influenza. Infine stanno crescendo molto i giovani a cui mister Sperduti da molta fiducia. Sono certo che domani faremo la partita». 
«Abbiamo affrontato il Tarquinia domenica scorsa – afferma mister Sperduti – ma ci ha detto male. Nonostante le assenze avremmo potuto portare a casa un pareggio. Recupero per oggi Mecucci e Capolonghi, mentre resteranno fuori Galli e Moioli. Noi siamo abbastanza equilibrati perché oltre ad aver riconfermato la vecchia guardia, ho inserito buoni giovani fuori quota, tutti prodotti del posto. Vogliamo fare una stagione positiva, se poi ci troviamo lassù, punteremo al miglior posto possibile». 
Partita interna per il Città di Cerveteri che stamani al Galli affronterà la Roma Academy. Un incontro molto interessante, soprattutto dopo quello che hanno fatto vedere gli etruschi nella sfida con la Csl che sono riusciti a pareggiare in pieno recupero.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Manca una certificazione: bloccato il cantiere della Privilege

CIVITAVECCHIA – Ha dell'assurdo quanto sta accadendo sulla questione Privilege Yard. Dopo l'acquisto dello scafo prima e dell'interno compendio cantieristico poi da parte della Royalton maltese, si è infatti abbattuta una tegola sull'iter.   

"Apprendiamo oggi che il riavvio del cantiere Privilege e un ulteriore investimento da oltre 130 milioni di euro in 2 anni da parte dei nuovi proprietari sono frenati dalla mancanza di una banale certificazione, che ad inizio agosto ha impedito la stipula dell’atto notarile di compravendita del cantiere, con il passaggio dal fallimento alla società costituita ad hoc dalla Royalton, che aveva già versato sul conto della curatela i circa 6 milioni di euro offerti all’asta per acquistare tutto il compendio". Questo quanto confermato dal capogruppo de La Svolta Massimiliano Grasso. 

"È assurdo ed inaccettabile – ha aggiunto – che per una incredibile svista e superficialità del notaio e del curatore fallimentare, che non ha richiesto l’Ape (Attestato di Prestazione Energetica), tra i documenti necessari per qualsiasi rogito immobiliare, in tempo utile per la stipula del contratto, oggi la città, il porto e il territorio debbano perdere giorni preziosi per lo sviluppo e l’occupazione: la Royalton avrebbe potuto entrare in possesso dell’area già un mese fa e oggi si sarebbe già potuto riaprire il cantiere, cominciando a riassumere gran parte dei lavoratori disoccupati. Ogni giorno perso per questa inaccettabile mancanza, è un giorno perso per il lavoro e la ripartenza di Civitavecchia. Per questo invito il Sindaco ad attivarsi immediatamente con il Giudice fallimentare affinché obblighi il curatore a non perdere altro tempo per ottenere la certificazione mancante e fissare subito un nuovo appuntamento per l’atto notarile. I disoccupati di Civitavecchia non possono più attendere i comodi di nessuno”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Navetta Cerveteri – Fiumicino, la Regione non sospenda il servizio''

LADISPOLI – Anche Ladispoli dice no alla sospensione delle navette per l'aeroporto di Fiumicino. 
"Lo scorso maggio avevamo salutato con soddisfazione la riattivazione del collegamento dei bus urbani tra Ladispoli, Cerveteri e Fiumicino, ricordando come fosse uno dei servizi di trasporto pubblico maggiormente utilizzati nel nostro territorio. Ed auspicavamo che si uscisse dalla fase sperimentale, con la trasformazione in definitivo. Purtroppo, a distanza di quattro mesi, siamo nuovamente davanti alla sospensione del servizio, prevista per il 7 settembre”. A parlare è l'assessore alla mobilità, Amelia Mollica Graziano, che ha lanciato un appello alla Regione Lazio affinchè si adottino tutti i provvedimenti per non sospendere il collegamento con l'aeroporto Leonardo da Vinci ed i Centri commerciali di Fiumicino, una linea che ha trasportato oltre 36 mila passeggeri negli otto mesi di fase sperimentale, a costi peraltro popolari.
“Con una lettera inviata in queste ore alla Regione siamo tornati ancora una volta a ribadire – prosegue l'assessore Mollica Graziano – che stiamo parlando di un servizio utilissimo sia per dipendenti e passeggeri dell’aeroporto che per tutti coloro che vanno nei centri commerciali a fare shopping e non debbono più spendere soldi per utilizzare l’auto, sia per i ragazzi interessati ad andare al cinema. Ricordiamo che i comuni hanno sempre contribuito alle spese del servizio erogando i fondi necessari per la copertura dell’Iva. Chiediamo di confermare il finanziamento della linea urbana fino ad ottenere la messa a regime del collegamento all’interno dell’appalto intercomunale di trasporto pubblico tra Ladispoli e Cerveteri. L’amministrazione comunale di Ladispoli non intende mollare la presa su questa vicenda che dal 7 settembre rischia di provocare un evidente disagio agli utenti del trasporto pubblico”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###