MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI, FORESTALI E DEL TURISMO – DECRETO 18 luglio 2018

Sistema dei controlli e vigilanza per i vini che non vantano una
denominazione di origine protetta o indicazione geografica protetta e
sono designati con l'annata e il nome delle varieta' di vite, ai
sensi dell'articolo 66, della legge 12 dicembre 2016, n. 238, recante
la disciplina organica della coltivazione della vite e della
produzione e del commercio del vino. (18A06019)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Clandestino nascosto nel portabagagli: due denunce

CIVITAVECCHIA – Favoreggiamento all'immigrazione clandestina. Di questo devono rispondere un cittadino italiano di origine tunisina ed un tunisino denunciati dalla Polizia di frontiera a seguito dei controlli sui mezzi e passeggeri della tratta Tunisi-Civitavecchia-Tunisi. Durante un servizio di ronda da parte del personale di bordo è stato infatti trovato nascosto nel portabagagli dell'auto con la quale i due si erano imbarcati a Tunisi un clandestino di nazionalità tunisina. Al momento dello sbarco lo straniero è stato quindi consegnato agli agenti della Polizia di frontiera che, diretti dallo dottoressa Lorenza Ripamonti, hanno avviato le indagini per risalire al proprietario del mezzo e ad eventuali passeggeri. Il clandestino, interrogato, ha dichiarato di aver cercato di passare la frontiera con la complicità del proprietario dell'auto e del suo accompagnatore, negando però di aver versato somme di denaro ai due. 

Dai riscontri effettuati, è risultato evidente che sia il cittadino italiano proprietario della vettura che il tunisino che lo accompagnava erano a conoscenza della presenza a bordo del clandestino cui era stata fornita anche una utenza telefonica per mettersi in contatto con uno di loro durante il viaggio e, successivamente, dopo lo sbarco a Civitavecchia. I due sono stati così denunciati per favoreggiamento all'immigrazione clandestina, mentre lo straniero, sprovvisto di documenti, è stato respinto. 

Sempre nell'ambito dei controlli frontalieri, stavolta all'imbarco per Barcellona, gli agenti di Polizia hanno arrestato un cittadino del Ghana: aveva con sè un titolo di viaggio che aveva insospettito gli operanti e che, a seguito di minuziosi controlli, è risultato palesemente falso.  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

AZIENDA SANITARIA LOCALE DI MATERA – DIARIO

Rinvio del diario del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la
copertura a tempo indeterminato di un posto di dirigente
veterinario di igiene della produzione, trasformazione,
commercializzazione e trasporto alimenti di origine animale e loro
derivati, area B.
(18E09255)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Violenza sessuale: denunciato un pakistano dalla Polizia di Tarquinia

TARQUINIA – Nella giornata di ieri gli uomini della Polizia di Stato del Commissariato di Tarquinia hanno  denunciato in stato di libertà un cittadino Pakistano di 24 anni, beneficiario del progetto di prima accoglienza, per il reato di violenza sessuale nei confronti di altra rifugiata nigeriana, di anni 25.

I fatti traggono origine dalla denuncia della donna, coniugata e madre di una bambina piccola, la quale lamentava di aver ricevuto da parte del pakistano offerte di denaro e lavoro in cambio di prestazioni sessuali. Ma nonostante il rifiuto, l’uomo passava alle vie di fatto cominciando a molestarla. 

La  specifica attività investigativa della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Tarquinia, volta anche  alla ricostruzione della personalità del soggetto, ha consentito di appurare  che lo stesso, già in altre circostanze aveva mostrato particolari attenzioni sessuali   nei confronti di altre donne.

Ma non solo. A carico del pakistano  si erano già registrati atteggiamenti reattivi e violenti nei confronti dei propri connazionali, tanto che era già stato richiamato ufficialmente a tenere un comportamento corretto alla fine del 2017.

L’ultima denuncia aggrava la posizione dello straniero, già destinatario di un provvedimento di rigetto della protezione internazionale emesso dalla Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale di Roma, avverso il quale lo stesso ha presentato ricorso.

Continueranno scrupolosi ed incessanti  i servizi della Polizia di Stato  volti a stroncare ogni tipo  di reato  sul litorale viterbese.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGOLAMENTO 13 luglio 2018, n. 1010

Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1010 della Commissione, del 13
luglio 2018, recante approvazione di una modifica non minore del
disciplinare di una denominazione registrata nel registro delle
denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche
protette [«Radicchio Variegato di Castelfranco» (IGP)] – Pubblicato
nel n. L 181 del 18 luglio 2018
(18CE1687)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incendio Bertini: nessun danno ambientale per Arpa

CIVITAVECCHIA – Nessun problema ambientale. Nessuno sforamento dei limiti. Nessun valore anomalo registrato. Secondo Arpa Lazio l’incendio che ha interessato il 31 luglio scorso il centro demolizioni Bertini in zona industriale non ha avuto conseguenze negative sull’ambiente. La conferma arriva dai risultati dei campionamenti di aria e suolo effettuati nella zona tra il 31 luglio ed il 5 agosto scorso.  

Arpa, così come richiesto dal Comune a seguito dell’incendio che aveva visto svilupparsi una densa colonna di fumo nero visibile per diverse ore in tutta la città, ha comunicato i risultati delle analisi relative alla concentrazione di Diossine, Furani, PoliCloroBifenili e Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) nei filtri del campionatore mobile installato in zona industriale ed anche quelli relativi alla concentrazione di Diossine, Furani e IPA in tre campioni di suolo prelevati nell’area di potenziale ricaduta delle polveri collegate all’incendio.

“Secondo i risultati delle analisi  – hanno spiegato da Palazzo del Pincio – per nessuno degli inquinanti rilevati, in aria o nel suolo, si sono registrati valori anomali o in eccesso rispetto ai riferimenti normativi disponibili o alle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità”. È possibile consultare la comunicazione di Arpa nella sezione Informazioni Ambientali del sito istituzionale del Comune di Civitavecchia.

Già a pochi giorni dall’incendio Arpa aveva rassicurato la popolazione a seguito delle risultanze delle analisi dei dati degli inquinanti rilevati nelle stazioni della rete regionale di monitoraggio localizzate in prossimità dell’incendio (stazione Fiumaretta) e ubicata nel quadrante interessato dalla direzione prevalente dei venti nella fascia orario 9-13 (stazione Aurelia). Anche in questo caso, infatti, non si erano registrati superamenti dei limiti, così come l’analisi dei dati di concentrazione oraria non aveva evidenziato sforamenti.

Intanto vanno avanti le indagini. La Polizia sta attendendo le risultanze di alcuni accertamenti tecnici e ad oggi non esclude alcuna pista. Né quella dell’origine dolosa dell’incendio, sulla quale si erano concentrate le indagini nei primi giorni, ma né tantomeno quella di una causa accidentale, dovuta ad un’autocombustione per i diversi materiali accumulati ed il caldo di quei giorni. Nel frattempo però l’area rimane ancora sotto sequestro, con i cancelli che si aprono soltanto al mattino per consentire alla società di procedere con la bonifica dei luoghi, così come accordato dalla magistratura. Ma la chiusura forzata di queste settimana sta già avendo ripercussioni negative sull’azienda, costretta in questi giorni ad inviare le prime lettere di licenziamento a tre operai. Una decisione sofferta anche per i vertici della società che, finora, hanno garantito lo stipendio a tutti pur senza introiti. Ma, come avevano detto più volte anche gli stessi operai in queste settimane, una situazione del genere non poteva essere protratta a lungo. La speranza è che, a breve, possa essere dissequestrato il cantiere per poter almeno riprendere l’attività, in attesa degli esiti dell’inchiesta avviata dalla magistratura.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGOLAMENTO 12 luglio 2018, n. 996

Regolamento di esecuzione (UE) 2018/996 della Commissione, del 12
luglio 2018, recante approvazione di una modifica non minore del
disciplinare di una denominazione registrata nel registro delle
denominazioni di origine protette e delle indicazioni geografiche
protette [«Limone Femminello del Gargano» (IGP)] – Pubblicato nel n.
L 178 del 16 luglio 2018
(18CE1669)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 2 DI MARCA TREVIGIANA DI TREVISO – CONCORSO (scad. 7 ottobre 2018)

Conferimento dell'incarico quinquennale di direzione di struttura
complessa per l'U.O. servizio veterinario igiene alimenti di
origine animale.
(18E08819)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###