Gravi rischi per le acque termali e la Ficoncella

CIVITAVECCHIA – "L'assenza assoluta di idee e di obiettivi chiari da parte di Cozzolino e del M5S ora rischia di creare danni irreparabili anche per le terme e la Ficoncella". Ne è convinto il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso, che si dice preoccupato per il permesso rilasciato recentemente dalla Regione Lazio alla società Terme dei Papi di Viterbo – che ha acquistato dal fallimento il Casale dei Bagni adiacente alle terme taurine – per la ricerca di acqua termominerale, nell'ambito del progetto "Terme Imperiali". 

"Quanto sta accadendo nel comparto termale rischia di compromettere per sempre la possibilità di realizzare le terme e anche gli stessi bagni della Ficoncella tanto cari a intere generazioni di civitavecchiesi – ha spiegato Grasso – peraltro ciò avviene proprio ora che, risolti gli annosi contenziosi legati al fallimento della Terme Taurine, la vera partenza del sogno turistico-termale di Civitavecchia è legata all'effettiva manifestazione di una volontà politica in tal senso da parte dell'Amministrazione Comunale. L'avvio di nuove perforazioni infatti, (anche alla luce di quanto accadde quando vennero effettuate le ricerche e le opere di captazione per l'impianto termale con l'evidente modificazione della portata e della temperatura di buona parte dei flussi di acqua anche alla Ficoncella), potrebbe incidere negativamente con i millenari equilibri sotterranei del bacino e delle sorgenti delle originarie terme di Traiano. Peraltro, tutto questo avviene non per l'avvio dell'impianto termale comprendente anche la parte pubblica, ma nell'ambito di una iniziativa imprenditoriale privata, del tutto legittima, ma nata con finalità di certo diverse da quelle che oltre trent'anni fa portarono all'avvio del percorso infinito per la creazione del polo termale, in cui il Comune di Civitavecchia era protagonista di un progetto di enorme interesse pubblico".

E secondo il leader della Svolta, "tutto questo avviene, ancora una volta, anche a causa dell'assenza di un indirizzo chiaro da parte dell'Amministrazione Cozzolino, che da un lato – ha aggiunto – è ancora alle prese con il tentativo di estromettere la Pro Loco dalla gestione del sito archeologico termale, dall'altro anziché assumere l'iniziativa per avviare il procedimento del polo turistico termale, assiste inerte ad una operazione commerciale rischia di compromettere tutto il resto, a partire dall'esistenza stessa della Ficoncella. In Conferenza dei Servizi il Comune di Civitavecchia prima ha espresso parere favorevole, attraverso l'Ufficio Lavori Pubblici, poi solo dopo la conclusione positiva della stessa Conferenza dei Servizi, il Sindaco Cozzolino in commissione regionale consultiva per le acque minerali e termali, si è "ricordato" di intervenire, esprimendo parere negativo con la gravissima motivazione che "con l'attivazione del pozzo di mette a rischio la potenzialità delle terme di Traiano e di conseguenza si determina l'impossibilità di valorizzare anche il parco annesso e il parco archeologico". Il risultato è stato il rilascio del permesso, con la prescrizione che qualora si verifichi una "interferenza negativa" con i pozzi o le sorgenti della adiacente concessione mineraria delle terme di Traiano, il pozzo per la ricerca dell'acqua dovrà essere chiuso e dovranno essere ripristinate le condizioni iniziali: come se ciò fosse possibile senza danni per i predetti equilibri millenari, che una volta consentivano addirittura di fare arrivare le benefiche acque fino a viale Garibaldi".

Un'ultima riflessione Grasso la dedica al fatto che, poco più di dieci anni fa, "di fronte ai soldi pubblici spesi per la realizzazione dei serbatoi di accumulo e per le captazioni delle acque termali che ancora oggi fanno disperdere inutilmente tantissima acqua, la proprietà di Aquafelix, progetto di rilevanza turistica strategica, tanto da essere inserito nelle norme di attuazione del Piano Provinciale Territoriale Generale insieme al parco termale, chiese – ha ricordato il consigliere – di poter utilizzare parte di quelle stesse acque per prolungare in inverno l'apertura del parco acquatico, garantendo anche il funzionamento e la manutenzione degli impianti realizzati per le terme e rimasti inutilizzati. Nessuno ha mai risposto agli imprenditori civitavecchiesi, mentre oggi per una analoga operazione, si consentono all'impresa viterbese nuove perforazioni potenzialmente dannosissime, che il Sindaco – con la sua inerzia – non è riuscito a scongiurare, forse anzi incoraggiando (non si sa quanto inconsapevolmente) il progetto nella sua fase iniziale. Sarebbe stato necessario, di fronte a questo pericolo potenziale incombente, che il Comune avesse impugnato subito la determinazione dirigenziale dello scorso settembre con cui è stato rilasciato il permesso per le perforazioni. Al momento, visto il silenzio assoluto del Sindaco su una vicenda così importante – ha concluso Grasso – non è chiaro cosa abbia fatto per scongiurare questo rischio, né cosa intenda fare. Dovrà spiegarlo presto, in Consiglio Comunale e alla città. Certo è che noi diciamo a chiunque: giù le mani dalle terme e dalla Ficoncella".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Melbourne, separate le gemelline siamesi unite per il torso

L’intervento è durato sei ore. Le bimbe, che hanno 15 mesi e sono originarie del Bhutan, ora stanno bene

Leggi articolo completo

@code_here@

REGOLAMENTO 11 settembre 2018, n. 1232

Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1232 della Commissione, dell'11
settembre 2018, che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n.
1354/2011 per quanto riguarda i contingenti tariffari dell'Unione per
le carni ovine e caprine originarie della Norvegia e della Nuova
Zelanda – Pubblicato nel n. L 231 del 14 settembre 2018
(18CE1947)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGOLAMENTO 28 agosto 2018, n. 1206

Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1206 della Commissione, del 28
agosto 2018, recante apertura e modalita' di gestione di contingenti
tariffari dell'Unione per le carni ovine e caprine e le carni ovine
trasformate originarie dell'Islanda – Pubblicato nel n. L 219 del 29
agosto 2018
(18CE1888)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGOLAMENTO 17 luglio 2018, n. 1012

Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1012 della Commissione, del 17
luglio 2018, che istituisce un dazio antidumping provvisorio sulle
importazioni di biciclette elettriche originarie della Repubblica
popolare cinese e che modifica il regolamento di esecuzione (UE)
2018/671 – Pubblicato nel n. L 181 del 18 luglio 2018
(18CE1689)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DECISIONE 14 giugno 2018, n. 874

Decisione di esecuzione (UE) 2018/874 della Commissione, del 14
giugno 2018, che stabilisce che la sospensione temporanea del dazio
doganale preferenziale a norma dell'articolo 15 del regolamento (UE)
n. 20/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio non e' appropriata
per quanto riguarda le importazioni di banane originarie del
Nicaragua – Pubblicato nel n. L 152 del 15 giugno 2018
(18CE1460)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

REGOLAMENTO 4 giugno 2018, n. 823

Regolamento di esecuzione (UE) 2018/823 della Commissione, del 4
giugno 2018, che chiude il riesame intermedio parziale delle misure
compensative applicabili alle importazioni di trote iridee o
arcobaleno originarie della Repubblica di Turchia – Pubblicato nel n.
L 139 del 5 giugno 2018
(18CE1449)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Festa della birra sulla trincea: location sbagliata

CIVITAVECCHIA – Pochi stand, una decina, tavoli e panche per sedersi, qualche camion parcheggiato. E poi il deserto. Decine e decine di metri di trincea completamente inutilizzati ed inutilizzabili dai cittadini. Questa è la festa della birra organizzata a Civitavecchia. Con tutti il rispetto per chi lavora nell’European Beer Market, probabilmente la location indicata è stata completamente sbagliata, come denunciano molti cittadini. Sarebbe stato meglio utilizzare isola pedonale, oppure meglio dislocarla in qualche quartiere periferico, come era nelle intenzioni originarie dei Cinque Stelle, facendo rivivere proprio i quartieri. E invece un terzo della trincea di piazza Blasi occupata, ed il resto vuoto, senza possibilità di parcheggio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DECISIONE 15 marzo 2018, n. 477

Decisione di esecuzione (UE) 2018/477 della Commissione, del 15 marzo
2018, relativa alle esenzioni dal dazio antidumping esteso su alcune
parti di biciclette originarie della Repubblica popolare cinese a
norma del regolamento (CE) n. 88/97 [notificata con il numero C(2018)
1506] – Pubblicato nel n. L 79 del 22 marzo 2018
(18CE1085)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###