Usi civici, Italia in comune chiede un tavolo tra Agraria, comitati e Petrelli

CIVITAVECCHIA – «Invitiamo il presidente Daniele De Paolis a sedersi intorno ad un tavolo con il comitato costituitosi e Vittorio Petrelli per capire quale possa essere veramente la strada da intraprendere per concludere con successo una tormentata storia vissuta ancora una volta sulla pelle dei cittadini».

È quanto dichiara Italia in comune Civitavecchia in merito alla vicenda usi civici, dopo l’evento dei giorni scorsi organizzato dall’Università agraria. «Sicuramente – proseguono dal partito – è stato fatto un passo in avanti rispetto a ieri in quanto alcune zone oggi non risulterebbero più gravate da usi civici. Condizionale d’obbligo in quanto bisogna comunque aspettare l’iter burocratico di conferma della Regione Lazio». Italia in comune è dura e dice che, nel pratico, poco è cambiato. «Molti cittadini presenti all’evento – incalzano dal partito – denunciano principalmente una colpevole omissione da parte degli enti pubblici competenti, che avrebbero dovuto dichiarare e vantare illo tempore diritti o richieste di affrancazione, tutelando in tal modo il diritto all’informazione all’atto delle stipule di compravendita».

Un duro commento per l’evento di giovedì scorso che per Italia in comune è stata una semplice «passerella politica in prossimità delle elezioni – tuonano dal partito – dove qualcuno aveva bisogno di autoreferenziarsi omettendo di riconoscere che tale piccolo successo è stato dovuto alla costanza di un comitato di cittadini e, per onor del vero, di Vittorio Petrelli unico a rappresentarne da sempre ragioni e diritti. È da qui che Italia in Comune vuole partire, promuovendo una strada concreta e condivisa per la risoluzione del problema che vada a vantaggio – concludono da Italia in comune Civitavecchia – dello stato di diritto e delle ragioni dei cittadini evitando ulteriori decennali attese di leggi nazionali o sentenze di tribunali».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant'Egidio: pesca e solidarietà

CIVITAVECCHIA – Domenica scorsa tra il porto di Civitavecchia e la Marina, si è svolto l'evento “A pesca di un sorriso”, organizzato dall’Asd Amici del mare di Civitavecchia, alla presenza del vice Sindaco del Comune di Civitavecchia Daniela Lucernoni. I circa 80 kg di pesce pescato sono stati donati a Sant'Egidio e la stessa comunità li ha messi a disposizione degli ospiti delle convivenze protette, che ne sono stati entusiasti.  

L'esperienza delle convivenze protette della Comunità di Sant'Egidio nel territorio della  ASL Roma 4, in particolare nel Comune di Civitavecchia,  è stata avviata  da alcuni anni ed oggi, dalla prima convivenza realizzata il 4 ottobre del 2012,  si è arrivati a 7 convivenze con 22 posti letto; gli ospiti delle convivenze protette, che hanno problemi di disagio sociale e disturbo mentale,  hanno ottenuto importanti miglioramenti in termini di qualità della vita,  salute fisica e mentale a fronte di costi limitati. Uno degli obiettivi delle convivenze protette è la promozione della sana ed equilibrata alimentazione di cui il pesce, nella sua varia tipologia, è un elemento fondamentale.  

I volontari di Sant'Egidio aiutano ogni giorno con servizi essenziali (pasti caldi, distribuzione pacchi alimentari, vestiti usati, medicine, etc )  tanti cittadini civitavecchiesi che vivono in condizioni di estrema povertà.

“Volevamo ringraziare – sottolineano dalla Comunità di S. Egidio – gli organizzatori dell’evento che ci hanno donato tutto il pescato e volevamo ricordare che sabato prossimo, 22 settembre, alla Repubblica dei Ragazzi  – villaggio del fanciullo, sarà organizzata  una cena  a base di pesce per ringraziare tutti quelli che ogni giorno aiutano la nostra comunità”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Agraria Tarquinia:  Civita, mondo etrusco  e mondo romano in primo piano fino al 27 ottobre

TARQUINIA – L’Università Agraria di Tarquinia ha organizzato una serie di appuntamenti tendenti alla diffusione della conoscenza del prezioso patrimonio archeologico culturale della terra. Previsto fino a sabato 27 ottobre un intenso programma di incontri, visite, mostre ed altro  legati al mondo etrusco e romano. 
«L’appuntamento ‘‘Incontri di Autunno’’ – spiega la consigliera Laura Amato – è  promosso dalla dottoressa Lorella Maneschi ed è un’occasione importante e unica nel suo genere che valorizza il ricco patrimonio tarquiniese».
«Confidiamo che sarà una possibilità gradita per i tanti concittadini interessati – aggiunge la consigliera dell’Agraria Rosanna Mojoli – poter assistere e visitare gli scavi aperti presso il Pianoro della Civita; da qui l’idea, nata insieme all’assessore dell’Università Agraria Stefania Ceccarini, di organizzare un incontro in loco con gli studenti dell’IISS Vincenzo Cardarelli». «Un lavoro di squadra il nostro,  – prosegue Rosanna Mojoli – richiestoci dal vicepresidente Alberto Tosoni, che ci ha permesso come Ente di collaborare e supportare l’organizzazione di questo fitto calendario di eventi che mostrerà anche quanto di bello e affascinante si trovi nel sottosuolo della Civita. Rinnoviamo l’invito a partecipare in quanto fortemente convinti dell’occasione imperdibile per ammirare i mosaici, i pavimenti rinvenuti in quest’ultima campagna di scavi che rimarranno aperti per tutto il mese di settembre».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chiara Bordi in finale a Miss Italia, il Comune di Tarquinia mette a disposizione la sala consiliare per seguire la diretta

TARQUINIA – La casa comunale apre le proprie porte per tifare Chiara: in occasione della finale di Miss Italia, in programma questa sera in diretta televisiva su La7 a partire dalle 21 e 10, che vedrà tra le protagoniste anche la tarquiniese Chiara Bordi, il Comune di Tarquinia ha deciso di mettere a disposizione lo schermo della sala consiliare per consentire ai tarquiniesi che lo vogliano di raccogliersi tutti assieme per sostenere la propria giovane concittadina.

Sin dalle 21, quindi, porte aperte al palazzo comunale e con il via della trasmissione dita incrociate per Chiara.

Superate le selezioni e ottenuta, a Montalto di Castro, la fascia di Miss Etruria, Chiara ha poi raggiunto Jesolo, dove ha affrontato con successo i turni successivi, finendo tra le 33 finaliste che stasera sfileranno sul palco di Milano. Ieri sera è andata in onda la puntata che ha raccontato le eliminatorie, con Chiara apparsa serena nel suonare la chitarra davanti ai giudici strappando il pass per la finale.

Stasera Tarquinia la sosterrà, insieme a molti – anche nel mondo della politica e dello spettacolo – che, di lei, negli ultimi giorni, hanno apprezzato il suo coraggio e la sua personalità nell’affrontare alcuni attacchi mediatici: Chiara, vittima cinque anni fa di un incidente stradale, è la prima ragazza che partecipa a Miss Italia indossando una protesi. L’appuntamento è organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con Giancarlo Milioni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Proseguono le visite al castello di Santa Severa

SANTA MARINELLA – Fino al 30 settembre gli orari di visite al castello di Santa Severa resteranno invariati. Sarà possibile entrare nel maniero dal martedì al venerdì dalle 9.00 alle 18, mentre sabato e la domenica dalle 10.00 alle 19.00. Il questo modo si potrà meglio godere delle giornate di sole e di bel tempo che caratterizzano la stagione così da proseguire il trend positivo di questi mesi. Infatti, il complesso, ha accolto i turisti nella struttura ricettiva dell’ostello inaugurata di recente e ha attratto numerosi visitatori che, grazie alla nuova musealizzazione e alla realtà virtuale, lo hanno premiato con oltre seimila visitatori in soli due mesi. Complice, il successo del cartellone delle sere d’estate, organizzato dalla Regione Lazio in collaborazione con Laziocrea, Mibact e Coopculture , che è stato un appuntamento fisso per i turisti anche con diversi sold out come nel caso di Renzo Arbore e l’orchestra italiana, Maurizio Battista e Lillo e Greg in Best of. E poi i monologhi di Max Giusti e Edoardo Leo, oltre ai tantissimi appuntamenti di musica, teatro, intrattenimento, letteratura, conferenze e percorsi in notturna.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trieste, locandina censurata: salta la mostra sulle leggi razziali

Il manifesto dell’evento organizzato dal liceo Petrarca non è piaciuto al Comune, che ha chiesto alla scuola di modificare l’immagine dell’iniziativa

Leggi articolo completo

@code_here@

La sezione Aia di Civitavecchia apre le iscrizioni per il corso arbitri

Sono aperte le iscrizioni al corso per arbitro di calcio organizzato dalla sezione Aia di Civitavecchia. Le lezioni partiranno nel mese di ottobre e oltre che nei locali sezionali di via Galileo Galilei, si svolgeranno parallelamente anche a Tarquinia, Cerveteri e Ladispoli. Il corso è totalmente gratuito ed è aperto a tutti i ragazzi e le ragazze dai 15 ai 35 anni. A conclusione del ciclo di lezioni si dovrà sostenere un esame finale, che una volta superato consentirà di diventare arbitro federale Figc a tutti gli effetti. Ai nuovi arbitri sarà fornito tutto il materiale per svolgere il proprio incarico e si avrà inoltre diritto ad un rimborso economico per ogni gara diretta, a dei crediti formativi scolastici e alla tessera federale che permette l’accesso gratuito in tutti gli stadi italiani. Una parte importante è legata alla vita associativa, con la possibilità inoltre di usufruire di un polo di atletica per gli allenamenti durante la settimana. Per informazioni si può contattare il numero telefonico 3668317999 o visitare il sito internet www.aiacivitavecchia.it.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Andrea Pierosara: ''Non è un passo indietro, ma un momento di crescita''

«Non è un passo indietro la rinuncia alla serie C Silver, ma che sia da ora in avanti solo un ulteriore stimolo e un momento di crescita sportivo e societario. Perpetrato da qui in avanti solo con il nostro vivaio». Così il presidente del Pyrgi Santa Severa Andrea Pierosara. A due giorni dall’uscita dei calendari da parte della segreteria della Fip, che vedranno il Pyrgi Basket giocare il campionato di serie D, la massima carica Pierosara spiega i motivi della rinuncia, momentanea, alla C Silver. Un percorso meditato nel tempo e atto alla valorizzazione dei talenti che la società ha nel proprio settore giovanile. Una categoria che dopo cinque anni viene abbandonata, ma solamente per ritornarci più agguerriti che mai.
«Quello che posso dire con orgoglio – dichiara il Presidente Andrea Pierosara – è che la C Silver non è stata la punta di diamante isolata del Pyrgi Basket. Abbiamo in questi anni pianificato, ampliato, strutturato e fatto crescere tutto il minibasket nelle sedi di Civitavecchia e S. Marinella, oltre ad un settore giovanile che si è consolidato ed è cresciuto, portando avanti e sviluppando tutte le categorie maschili. A questo va aggiunto, senza dimenticarlo, che per due anni c’è stata nella nostra società anche una serie C Femminile. Cinque anni indimenticabili e pieni di soddisfazioni per la prima squadra, sudore e caparbietà nell esserci nel modo più appropriato. È indimenticabile anche il primo derby con la Cestistica, una differenza di storia di 70 anni di storia che non ha inciso e che ci aveva visto trionfare, per altro contro una squadra che in quell’anno sarebbe stata promossa. Questo ha fatto sì che, oltre a far crescere il nostro vivaio in maniera esponenziale, si sia portata avanti anche la territorialità degli atleti. Sono rari i casi di giocatori/amici di Roma che hanno indossato la maglia del Pyrgi, e chi lo ha fatto è stato solo per il semplice piacere di giocare con noi. Il tempo poi ha evidenziato alcune problematiche che ci hanno destabilizzato a livello di rosa. I problemi di studio di alcuni, collegati al lavoro di altri, così come altre distrazioni personali e senza dimenticare i gravi infortuni di quattro o cinque atleti, che prevedono ancora tempi lunghi di recupero o la fine delle stesse carriere, che sommato il tutto ci hanno messo in serie difficoltà nella pianificazione e nello sviluppo della serie maggiore. La passata stagione abbiamo giocato un dignitosissimo campionato di serie C, salvandoci ai playout e onorandolo appieno fino al fischio della sirena dell’ultima gara, dimostrando così che potevamo benissimo onorare la categoria. Nella decisione di scendere di categoria ha inciso, da una parte il livello di roster di squadra e la conseguente giovane età della rosa, che catapultata in serie C forse non si sarebbe espressa nelle sue potenzialità, così come i costi esorbitanti per la C. Ho chiesto così, dopo una lunga riflessione, al presidente del Comitato Fip Lazio di poter giocare la serie D. Campionato dove possono esordire i sedicenni o i diciassettenni e crescere in maniera adeguata, e con costi minori di mantenimento. È un punto d’inizio, diciamo un anno zero, dove nelle piene potenzialità del settore giovanile cerchiamo le basi solide per il futuro. Preferisco creare un settore agonistico forte e che sia la pietra miliare per il futuro della prima squadra. Ho investito pesantemente quest’anno sul settore giovanile, under 13/16/18 e minibasket in todos, dove ho apportato delle modifiche qualitative con l’aggiunta di quattro allenatori grandi di età e di esperienza, con la presenza anche di un allenatore a livello nazionale che porteranno indubbiamente una maggiore qualità e disponibilità verso i ragazzi. I giovani al centro del progetto, questo voglio come baluardo per l’intera stagione, mostrato nell’evento di giugno alla Marina e che sarà consolidato con la manifestazione “Settembre Sport” organizzato dal comune. Dove saremo l’unica presenza per il consorzio del basket e che mostreremo a chi vorrà avvicinarsi, utilizzando fino a consumarli i tre campi da gioco che saranno collocati per l’intera giornata sulla superficie della Marina. Il Pyrgi basket è più viva che mai, la nave ammiraglia che sembrava colpita dalla perdita della serie maggiore è solo in rifacimento per andare ancora più lontano. Con i nostri giovani alla guida».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L'Università Agraria: ''Metà dei terreni gravati sono in realtà liberi da usi civici''

Un convegno molto partecipato quello che si è tenuto ieri al teatro Buonarroti dal titolo “Usi Civici sblocco possibile ? ” organizzato dall’Università Agraria di Civitavecchia.
L’evento ha visto la partecipazione di tutta la dirigenza dell’Università Agraria locale che è intervenuta con il Presidente De Paolis, il Vicepresidente, l’Assessore Dalmirani, l’avvocato Pucci ed il consulente tecnico Monaci.
Quest’ ultimo ha illustrato la nuova perizia effettuata per conto dell’Università Agraria nella quale si ricostruiscono le vicende storiche della famiglia Guglielmi e dei rapporti intercorsi con l’Associazione Agraria di Civitavecchia.
Nella perizia si arriva alla conclusione che almeno il 50% delle superfici che la sentenza del Commissario agli Usi Civici e la Regione Lazio avevano identificato come interessate da usi civici sono in realtà libere dai gravami civici che attualmente non consentono ai proprietari di disporre liberamente dei propri beni. L’Agraria si è impegnata a trasmettere la nuova perizia al Commissariato agli Usi Civici ed alla Regione Lazio.
Presenti, tra il folto pubblico, il sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei che ha rivolto un plauso all’azione dell’ente ed ha consigliato la conciliazione giudiziaria a tutti coloro che , permanendo all’interno delle aree soggette ad uso civico, abbiano dei casi “urgenti “ da risolvere, impegnandosi a sollecitare il gruppo parlamentare del PD ad una iniziativa legislativa.
La rappresentanza dell’amministrazione comunale di Civitavecchia ha annunciato che anche il Comune ha commissionato una nuova perizia che inoltrerà al Commissariato agli Usi Civici in vista dell’udienza giudiziaria fissata per il prossimo novembre. «L’amministrazione comunale è diventata parte attiva in questa vicenda – ha spiegato il consigliere comunale Emanuele La Rosa in un comunicato stampa fiume in cui ha ampiamente criticato l’azione della Regione Lazio sul tema -. Il Pincio continuerà a seguirla e, data l’inadeguatezza dimostrata finora dalla Regione nel gestirla, auspica un atto definitivo da parte del Commissariato agli Usi Civici affinché faccia chiarezza su quali siano realmente le aree urbanizzate vincolate da usi civici. Quando la nuova cartografia sarà pronta, tutti gli Enti coinvolti dovranno collaborare per trovare una soluzione finale e a costo zero per tutti i Cittadini e speriamo che la Regione inizi finalmente a lavorare a favore dei Cittadini e non contro come ha fatto quando emanò la determina del 2013 e per come ha gestito i rapporti con l’amministrazione comunale».
Vittorio Petrelli ed il coordinamento del comitato dei cittadini, pur prendendo atto dei risultati della nuova perizia che smentiscono, almeno parzialmente, la perizia dell’arch. Paola Rossi che ha accertato la presenza degli usi civici su gran parte del territorio di Civitavecchia, hanno ribadito la convinzione della totale erroneità della perizia dell’arch. Rossi. Convinzione suffragata dalla documentazione che hanno avuto modo di acquisire nelle ricerche effettuate.
E’ intervenuto anche l’ing. Andrea Bargiacchi che ha rappresentato come, a seguito del convegno sugli usi civici tenutosi ad inizio luglio, l’ onorevole Alessandro Battilocchio, non presente in sala perché trattenuto presso la Camera dei Deputati per il prolungarsi del dibattito sul Decreto “Milleproroghe”, abbia depositato la scorsa settimana in Parlamento una proposta di legge mirata ad integrare la Legge sugli usi civici 1766/27 prevedendo la possibilità di disporre la cessazione dei diritti di uso civico, e la relativa sdemanializzazione, dei terreni urbanizzati che da almeno trenta anni hanno perduto la vocazione agricola e di quei terreni che, pur non essendo trascorso il termine dei trenta anni, sono stati legittimamente edificati precedentemente all’accertamento dell’esistenza degli usi civici.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Frammenti, alta moda e cultura

di GIAN MARCO TRICOMI

CIVITAVECCHIA – Grande attesa per il ritorno dell’evento culturale di alta moda ‘‘Frammenti’’, in programma per mercoledì prossimo alle 21 presso l’affascinante cornice di Porta Livorno ed organizzato da Franco Ciambella e l’associazione ‘‘Il Mosaico’’. L’evento, oltre che per l’immenso valore culturale, si distingue anche per l’impegno sociale dato dalla collaborazione con la Assproha onlus, alla quale verranno destinati gli incassi delle libere donazioni.

Il programma di questo «contenitore di cultura», come è stato definito dallo stesso Franco Ciambella, vedrà sfilare le creazioni di Luigi Borbone, ispirato da una figura di donna dalle infinite sfumature; del Koscanyo Couture, che proporrà abiti ispirati al complesso dell’Alhambra di Granada e agli stili barocchi della sua Sicilia; dell’Accademia di Belle Arti ‘‘Lorenzo da Viterbo’’, della quale studenti si sono ispirati alla figura di Lilith, donna che nell’eden riscopre il suo lato oscuro; ed infine, ovviamente, di Franco Ciambella che si cimenterà nell’impresa di interpretare la bellezza della leggendaria Giulia Farnese.

Saranno ospiti, a rimarcare il carattere culturale e mai commerciale della serata, il tenore Piero Mazzocchetti, il chitarrista Giandomenico Anellino, la cantautrice promessa NaElia e la showgirl Annalisa Mandolini. Grande la soddisfazione espressa anche dall’assessore D’Antò per la visibilità internazionale data al territorio grazie all’assoluto livello artistico della serata. Gli organizzatori ringraziano quindi l’amministrazione comunale, nonché l’Autorità portuale e tutte quelle realtà private che hanno permesso la realizzazione dell’evento.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###