Bis Tabarini, ma il Pian Due Torri risponde

Seconda uscita per la compagine diretta da Caputo, di fronte il Pian due Torri di Ranaldi. Se si cercavano progressi sul piano del gioco si sono visti, visto il poco tempo dall’avvio della preparazione, da non tenere conto dei carichi muscolari e sedute tattiche a cui sono stati sottoposti i giocatori delle due società. Comunque, nel complesso, un buon primo tempo da parte delle due squadre, tonico e a tratti fisico, per calare vistosamente nella ripresa. Tutti a referto alla fine dei novanta minuti e questo fa ben sperare per il ritmo partita. Assenti all’avvio, per i postumi dei carichi muscolari di questi giorni, Ruggiero, Nunziata e Serpieri. Tra i pali si sistema Di Rauso, di fronte a lui Funari e Gimmelli, con ai lati Treccarichi e Gallo. Il duo di centrocampo è composto da Bevilacqua e Esposito, Tabarini falso nueve e, ad agire sul piano offensivo, Delogu, Ndao e Cazzulani. Risponde Ranaldi con Salsano tra i pali, sulla linea difensiva Tiberi, Paris L, Amoroso e Grossi. A cercare la via del gol Orsini, con Mastropietro, Buscia, Celeroni e Solazzo a supporto. Gara vivace già dalle prime battute, maschio il gioco del Pian Due Torri, che contrasta bene i portuali a centrocampo.
L’unica occasione degli ospiti capita sui pedi di Solazzo, esterno della rete, poi la Cpc2005 prende le misure sul rettangolo vere e con Ndao, Gallo e Tabarini prende anche il possesso della metà campo avversaria, lasciandogli di fatto solo il contropiede. La CPC2005 preme, crea poco se non superiorità numerica, e il Pian Due Torri alla prima occasione passa in vantaggio. Presunto fallo di Funari nel cuore dell’area e l’arbitro concede il penalty: se ne incarica Celeroni che spiazza Di Rauso. La Cpc2005 non ci sta e riagguanta subito il pari, cross di Gallo, la difesa romana cilecca, e Tabarini insacca alle spalle di Salsano. Uno a uno al venticinquesimo.
Il risultato di parità dura ben poco, il Pian Due Torri mostra lo spirito battagliero che, forse, la accompagnerà per l’intera stagione e alla mezz’ora segna ancora. Azione corale con la sfera che arriva a Orsini, lesto, sul filo del fuorigioco, a siglare il due a uno.
Quando si pensa ad andare negli spogliatoi a racimolare idee ed energie Tabarini, dopo una progressione di cinquanta metri, insacca con un fendente da fuori area la sfera che vale il due a due. Ripresa con la compagine portuale rivoluzionata nell’undici.
Gloria per Di Rauso, China e Di Gennaro al posto di Bevilacqua e Esposito, Feuli e Cherchi per Treccarichi e Cazzulani, mentre Memmoli e Metta per Ndao e Delogu, Davanti Spanò per Tabarini. Anche Ranaldi rivoluziona il Pian dei Torri, completamente cambiato l’undici iniziale. La partita scivola via senza sussulti, la CPC2005 è padrona del campo, seppur non crei occasioni degne di nota, e il Pian due Torri agisce di rimessa. Le emozioni sono ben poche, l’unica cosa da annotare è l’esordio tra i pali di Di Marco in prima squadra, subentrato sul terreno di gioco al posto di Gloria a metà tempo. Memmoli tenta la via del gol per due volte, nulla di fatto per gli annali.È però Allegri sul finire a scaldare i guantoni a Di Marco, con la gara che si conclude poco dopo sul due a due. Domenica arriva il Morandi al Tamagnini.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Acqua, via alle agevolazioni sulle bollette

SANTA MARINELLA – Continua il rapporto di collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’Acea, in merito all’iniziativa tendente a privilegiare quelle famiglie che hanno un basso reddito. Hanno diritto alle agevolazioni sulla bolletta dell’acqua, i nuclei familiari che possiedono dei precisi requisiti, tra cui l’essere residenti o domiciliati nell’abitazione alimentata dall’utenza per la quale si chiede l’agevolazione, non possedere una casa classificata nelle categorie signorili, ville o palazzi di pregio artistico, avere un indicatore Isee dai 13 mila euro per nuclei fino a tre componenti, ai 17 mila euro per quelli con cinque componenti. Nel caso di nuclei familiari residenti in un condominio, la richiesta di agevolazione  deve essere presentata utilizzando lo specifico modulo nel quale l’amministratore attesta che il nucleo familiare in questione fa parte del condominio servito dall’utenza condominiale e si impegna affinché l’agevolazione tariffaria venga portata in detrazione dell’importo dovuto dall’interessato per i consumi idrici. La richiesta deve essere inviata mediante e-mail all’indirizzo agevolazioni@ato2roma.it. L’Acea si riserva di operare tutti i controlli che ritiene necessari per accertare la veridicità delle dichiarazioni. Nel caso in cui risulti una dichiarazione falsa, oltre ad essere applicate le sanzioni previste dalla legge, decadranno le agevolazioni, per cui l’intestatario del contratto di fornitura risulterà immediatamente debitore nei confronti del gestore per una somma corrispondente all’agevolazione già accordata.  L’agevolazione consiste in una nota di credito da applicare sulla bolletta dell’anno successivo alla richiesta.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Torna Sport’n ‘Roll: via alle iscrizioni per i tornei

TARQUINIA – Dopo la splendida e caldissima parentesi di luglio, ad agosto Sport’n’Roll torna a Tarquinia Lido e promette ancora di più: dal 13 al 18 agosto – con pausa per la sera di Ferragosto – un programma sportivo e musicale pazzesco. Partiamo da alcune anticipazioni sportive: sulle arene allestite al Lido di Tarquinia si alterneranno sport e giochi tra i più spettacolari. A partire, il 13 e 14 agosto, dal Calcetto Saponato: chiunque può creare la propria squadra di amici, prenotare e giocare gratuitamente sul campo in piazza degli Eventi. Non mancheranno i tornei: si parte, lunedì 13, con il Beach Tennis – iscrizione gratuita, tramite Alessio, 334 6937726 – quindi spazio alle sfide calcistiche nella gabbia 3 contro tre: il 16 agosto riservate agli under 11 e under 14, il 17 e 18 agosto ai più grandi. Possibilità di creare squadre sino a cinque persone, iscrizione gratuita contattando Matteo al 334 1777525. Non mancherà il beach volley, in programma il 14, 16 e 17 agosto. La chiusura, il 18 agosto, è affidata al basket, con il torneo 3 contro tre sul campo dello stabilimento balneare La Pineta.  Tutte le informazioni sui premi in palio possono essere reperite sui canali social – Instagram e Facebook – di Sport’n’Roll. Quelli appena elencati non saranno, però, gli unici appuntamenti del weekend: tanta musica – nel weekend sarà resa nota la line up – e ancora esibizioni di ritmica e arti marziali e lezioni gratuite di zumba, lunedì 13 agosto, pilates, martedì 14 e venerdì 17. E tante altre sorprese, svelate giorno per giorno sui social legati all’evento. 
Sport’n’Roll è organizzato dalla ProLoco Tarquinia con il patrocinio del Comune di Tarquinia e la collaborazione di Assotur, Sib, Evensound, Domus Artis, Cag e Camping Village Riva dei Tarquini. (La foto a corredo è opera di Marcello Brandi)
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, l’inizio promette bene

Partita la preparazione del Santa Marinella Calcio. Lunedì pomeriggio i rossoblu si sono ritrovati al Comunale di Civitavecchia per sostenere il primo allenamento della stagione alla presenza dei dirigenti e dei tecnici Stuccilli e Di Martino. Il gruppo ha lavorato per oltre due ore prima di lasciare lo stadio. La società ci tiene a ringraziare la Cpc2005 del presidente  Sergio Presutti per l’ospitalità. 
Il team, potrà disporre anche quest’anno del supporto della Gi.Ma. Sicurezza, con cui ha rinnovato l’accordo come sponsor e che abbinerà la sua attività commerciale al sodalizio tirrenico. 
Entrato in società nel 2013, dalla stagione 2015-2016 Patrizio Gramegna è il massimo responsabile del club rossoblu, quest’anno al suo fianco avrà come membri del direttivo Venanzio Bravetti, Alessandro Civico, Massimo Di Stefano, Massimo Falasca, Guido Rosati, Gavino Usai e Luciano Varchetta. 
«Tra la fine della scorsa stagione e l’inizio della nuova – spiega il patron – non abbiamo mai staccato la spina. Io e il mio gruppo di dirigenti siamo felici, perché anche quest’anno porteremo il nome della nostra città nel Lazio. D’altro canto siamo anche rammaricati, perché per la quinta stagione consecutiva, ci troveremo a giocare un intero campionato in trasferta per la nota indisponibilità degli impianti sportivi cittadini. Il campo di calcio è tutto per una squadra dilettantistica: è la sua sede, è il suo fortino inespugnabile, è il punto di ritrovo di simpatizzanti e tifosi, e questo a noi purtroppo manca. Poi ci sono anche gli elevati costi di gestione, il decremento di spettatori e tifosi sballottati da un campo all’altro e la mancanza del settore giovanile. Mi auguro che tutto ciò prima o poi finisca. La società – conclude Gramegna – ha totale fiducia nella gestione tecnica di Di Martino e Stuccilli, persone valide e competenti che, nonostante un budget di spesa ben definito, mi sembra che stiano facendo bene. Sono arrivati calciatori di categoria e tanti giovani di buon livello, siamo contenti tra l’altro di poter riabbracciare alcuni dei protagonisti della bella cavalcata di due anni fa che ci ha ridato la promozione, quali Fanari, Iacovella, Mancini, Paoloni, Scaramozzino e Zimmaro». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Comunali, prosegue lo stato d’agitazione

CIVITAVECCHIA – Prosegue lo stato d’agitazione del personale del comune di Civitavecchia. Ancora nessuna soluzione sulla vertenza che coinvolge i dipendenti di Palazzo del Pincio, dopo l’incontro dei giorni scorsi con una delegazione dell’amministrazione le sigle sindacali che hanno proclamato lo stato d’agitazione (Cgil, Uil e Rsu) hanno dichiarato di non essere soddisfatte.

“Durante la riunione – si legge in una nota della Rappresentanza sindacale unitaria – il presidente della delegazione trattante non ha accolto la proposta della scrivente di iniziare la trattazione dell’utilizzo delle risorse in assenza della piattaforma del contratto collettivo decentrato, creando dei ritardi nella trattazione della materia in questione”.

Le sigle sindacali ricordano che la vertenza è ancora in atto e aperta e che se non ci sarà una convocazione entro cinque giorni – la nota è stata inviata ieri – saranno costrette a rivolgersi al prefetto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Buona la prima per la Cpc2005

Prima amichevole ufficiale per le due compagini, il cielo è plumbeo e minaccia pioggia, con un caldo asfissiante sul terreno di gioco che accompagna Cpc2005 e Montalto al Tamagnini. Pronti e via, prime schermaglie senza nessun segno di nota. 
La Cpc2005 sembra avere più benzina nelle gambe in questo avvio e prima che scocchi il decimo passa in vantaggio. 
Spanò arpiona la sfera sulla tre quarti e innesca Ruggiero, questo alla vera prima occasione dei portuali, e sull’out sinistro, dopo una breve serpentina del funambolo civitavecchiese, Ruggiero scarica il sinistro con la palla che supera Quattrotto e finisce nel sacco. Rossi in vantaggio. 
Neanche il tempo di rimettere la sfera al centro che il Montalto arriva al pari. Angelucci ruba una palla sull’out destro e scaglia un tiro verso Di Rauso, nel mezzo c’è Gimmelli che involontariamente devia e mette la sfera alle spalle del portiere: è uno a uno. 
La partita è tattica e non decolla. Prima Ruggiero su punizione, facile la parata, poi Funari, buona la progressione ma fuori tempo il colpo di testa, e dall’altra l’ex De Carli, palo per lui, mettono in apprensione gli estremi difensori. 
Gambe imballate e si vede lontano un miglio, serve solo trovare la continuità in queste uscite. 
Al 20’ è però Spanò a riportare i portuali avanti, rimpallo che lo favorisce sulla tre quarti e con pallonetto, che non lascia scampo, supera Quattrotto: due a uno. 
Finisce in pratica qui la prima frazione con la pioggia che inizia a cadere smorzando l’afa. 
Ripresa al piccolo trotto, tante le trame e poche le occasioni, con il Montalto che però arriva al pari dopo poco, Nunziata non arpiona bene la sfera e Fanciulli è lesto a insaccare: due a due. Tatticismo e qualche occasione accompagnano la gara fino allo scadere, ma sul fischio finale Gallo mette nel mezzo una palla troppo invitante per Lipparelli che non fallisce l’appuntamento: tre a due.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, ancora polemiche su piazza Almirante

LADISPOLI – "Daremo vita ad un comitato per togliere le vie dedicate a tutti i comunisti nella zona artigianale di Ladispoli". Al momento sembra essere solo una provocazione quella lanciata dai social dal consigliere comunale di maggioranza di Fratelli d’Italia, Giovanni Ardita. Una polemica infinita insomma riguardo alla ormai celebre piazza Almirante di Ladispoli pronta a prendere a sorgere di fronte all’ex stadio Martini Marescotti e all’attuale piazza Grande, il progetto urbanistico finito più volte nel mirino di ambientalisti e soprattutto il Movimento Cinque Stelle. Ardita è scatenato: “se la sinistra continua a fare ostruzionismo, saremo obbligati a presentare una proposta per verificare nella commissione toponomastica se più o meno le vie dedicate al alcuni personaggi della sinistra locale o nazionale a Ladispoli se erano meritevoli di ricevere un’intitolazione di una via o di una piazza”, rilancia Giovanni Ardita.

Nettamente contro le posizioni di Ardita e company è il Comitato cittadino appena nato per dire “no” all’intitolazione a Giorgio Almirante, ex segretario del Msi.

“Siamo cittadine e cittadini liberi, associati, appartenenti a partiti politici ed istituzioni e abbiamo scelto di riunirci in un comitato per dire No a Piazza Almirante a Ladispoli. Nella vita si può scegliere di raccontare e vivere molte storie ma quella di piazza Almirante si sta rivelando decisamente una storia sbagliata. Almirante non si è mai pentito delle sue posizioni fasciste e sulle leggi razziali”, è un passaggio della nota del Comitato.

“La nostra comunità – sostiene il Comitato – ha avuto storicamente il dono dell’accoglienza. Sin dalle origini, quando famiglie intere si trasferirono dalle colline di Cerveteri così come da Pozzuoli, Mantova, Macerata, dalla Sicilia, dalla Sardegna ecc. sulla costa di Ladispoli. Lo stesso è avvenuto anche negli ultimi decenni, con il transito dei russi e dei cileni ad esempio e con l’arrivo di cittadini comunitari, immigrati e innumerevoli romani espulsi dalla Capitale a causa della crisi. Tutto ciò ci ha reso una comunità importante ed eterogenea, quasi una piccola metropoli. Ora ci troviamo di fronte a chi, attraverso continue provocazioni, sta cercando di snaturare l’essenza della nostra Ladispoli”.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, ancora polemiche su piazza Almirante

LADISPOLI – "Daremo vita ad un comitato per togliere le vie dedicate a tutti i comunisti nella zona artigianale di Ladispoli". Al momento sembra essere solo una provocazione quella lanciata dai social dal consigliere comunale di maggioranza di Fratelli d’Italia, Giovanni Ardita. Una polemica infinita insomma riguardo alla ormai celebre piazza Almirante di Ladispoli pronta a prendere a sorgere di fronte all’ex stadio Martini Marescotti e all’attuale piazza Grande, il progetto urbanistico finito più volte nel mirino di ambientalisti e soprattutto il Movimento Cinque Stelle. Ardita è scatenato: “se la sinistra continua a fare ostruzionismo, saremo obbligati a presentare una proposta per verificare nella commissione toponomastica se più o meno le vie dedicate al alcuni personaggi della sinistra locale o nazionale a Ladispoli se erano meritevoli di ricevere un’intitolazione di una via o di una piazza”, rilancia Giovanni Ardita.

Nettamente contro le posizioni di Ardita e company è il Comitato cittadino appena nato per dire “no” all’intitolazione a Giorgio Almirante, ex segretario del Msi.

“Siamo cittadine e cittadini liberi, associati, appartenenti a partiti politici ed istituzioni e abbiamo scelto di riunirci in un comitato per dire No a Piazza Almirante a Ladispoli. Nella vita si può scegliere di raccontare e vivere molte storie ma quella di piazza Almirante si sta rivelando decisamente una storia sbagliata. Almirante non si è mai pentito delle sue posizioni fasciste e sulle leggi razziali”, è un passaggio della nota del Comitato.

“La nostra comunità – sostiene il Comitato – ha avuto storicamente il dono dell’accoglienza. Sin dalle origini, quando famiglie intere si trasferirono dalle colline di Cerveteri così come da Pozzuoli, Mantova, Macerata, dalla Sicilia, dalla Sardegna ecc. sulla costa di Ladispoli. Lo stesso è avvenuto anche negli ultimi decenni, con il transito dei russi e dei cileni ad esempio e con l’arrivo di cittadini comunitari, immigrati e innumerevoli romani espulsi dalla Capitale a causa della crisi. Tutto ciò ci ha reso una comunità importante ed eterogenea, quasi una piccola metropoli. Ora ci troviamo di fronte a chi, attraverso continue provocazioni, sta cercando di snaturare l’essenza della nostra Ladispoli”.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Presidente Rai: Foa bocciato in commissione Vigilanza

«Sono a disposizione dell’azionista», dichiara lui in una nota. A San Macuto hanno votato 23 componenti: i voti favorevoli sono stati 22 (sotto il quorum previsto di 27)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Materiale elettrico contraffatto: sequestro da 94mila euro

CIVITAVECCHIA – I funzionari dell’Ufficio delle Dogane e Monopoli di Civitavecchia hanno sequestrato in due operazioni 17 pallet di materiale elettrico (motori, cavi e connessioni) per un valore di oltre 94.000 euro, per fallace indicazione di origine.
I prodotti, di origine e provenienza tunisina, riportavano la denominazione di un marchio commerciale italiano che in assenza di idonee indicazioni al riguardo avrebbe potuto indurre in inganno il consumatore sulla reale origine. Gli articoli si trovavano all’interno di un autoarticolato ed erano destinati ad una nota società del settore con sede in provincia di Milano.
La merce è stata sottoposta a sequestro amministrativo e all’importatore sono state irrogate due sanzioni amministrative da 20.000 euro ciascuna con segnalazione alla Camera di Commercio per la violazione della tutela del Made in Italy.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###