Rubinetti a secco per diverse ore

di TONI MORETTI

CERVETERI – La scoperta, stamattina intorno alle sette: i rubinetti asciutti e subito come ci ha abituati si invia un messaggio al sindaco pascucci per avvertirlo della situazione che si era venuta a creare. L’o stupore più grande, credetemi, l’ho avuto quando verso le sette e cinquanta arriva il suono della campanella che avvertiva la ricezione di un messaggio sul cellulare  Era il sindaco che rispondeva: «Si ho scritto ad Acea». Ma Successivamente verso le nove un altro messaggio del sindaco informa che «a causa di un guasto elettrico all’impianto di sollevamento, il serbatoio che rifornisce Cerveteri Capoluogo è rimasto senza acqua». Avvertiva tra l’altro che ACEA era già intervenuta per la riparazione ma che per la delicatezza del danno ci sarebbero volute alcune ore per il ripristino del servizio. Intanto  due autobotti avrebbero alleggerito il disagio provocato dall’emergenza. Non si può dire che il suo monitorare in prima persona e il suo coinvolgimento diretto nelle attività che riguarda l’Acea nella gestione del servizio idrico, non sia costante. Sarà che tra l’amministrazione e l’azienda ci sono state estenuanti trattative per le condizioni e le criticità in cui sin dall’inizio è stata trovata la rete idrica e fognaria, trattative che comunque hanno trovato sempre soluzioni soddisfacenti per la continuazione del rapporto, grazie anche all’impegno e alla disponibilità dei dirigenti Acea, che forse, in fondo in fondo, qualcosa da farsi perdonare, ce l’hanno. Appena sono uscito da casa, naturalmente ho raccolto gli “smadonnamenti” di chi comunque non perde occasione di dire che anche quando piove il governo è ladro, ma nelle prime ore del pomeriggio comunque,  i rubinetti hanno ripreso a distribuire acqua e i bar, che la mattina facevano il caffè con l’acqua minerale e lo servivano nel bicchierino usa e getta, hanno ripreso a servirlo nella tazza e a farlo con l’acqua della rete idrica. 
Disagio si comunque e comprensibile  irritazione di chi ha dovuto in qualche modo arrangiarsi ma non più di quanto succede a chi al mattino trova la batteria a terra e l’auto non parte.Il notevole ritardo nel ripristino è stato comunque dovuto al fatto che non ci si è accorti subito del guasto che ha consentinto lo svuotamento dei serbatoi lasciando gradualmente tuttà la città all’asciutto.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«L'ambulanza impiegherà 30 minuti e non più 12 per arrivare in ospedale»

LADISPOLI – Che ne sarà della via Settevene Palo Nuova di Cerveteri? I massi crollati dal costone tufaceo sono ancora lì, la strada di collegamento con Bracciano è ancora chiusa. Lecito farsi questa domanda anche perché le istituzioni locali non hanno ancora chiaro il quadro della situazione. Non solo i cerveterani protestano, anche centinaia di ladispolani ogni giorno percorrono l’arteria provinciale in direzione delle località del lago, e dell’ospedale Padre Pio di Bracciano. Inevitabili i disagi anche per i vigili del fuoco e i mezzi del 118. “Se fino a venerdì mattina un’ambulanza impiegava da Cerveteri 12 minuti per raggiungere l’ospedale Padre Pio di Bracciano, ora ce ne vorranno 30 di minuti”, critica Mario Pagano, delegato Ares 118 Funzione Pubblica Cgil. “Ci sono altre strade naturalmente ma questa era quella che abbatteva i tempi raggiungendo prima l’ospedale e il pronto soccorso di Bracciano”, prosegue ancora Pagano. La strada è franata nel 2014 e da allora si viaggia a senso unico alternato tra i chilometri 12 e 13. Quattro anni di attesa per ricostruire l’arteria principale franata in più parti. Nel 2015 la ex Provincia spese più di 200mila euro per risistemare l’enorme voragine che dopo poco tempo tornò ad inghiottire metà carreggiata. Fu uno spreco di soldi pubblici. Ora cittadini e automobilisti, ma soprattutto le migliaia di pendolari giornalieri, sono preoccupati davvero e pensano che la strada rimanga chiusa per ragioni di sicurezza. L’altro pomeriggio il drone pilotato da Luigi Cicillini, membro della protezione civile di Ladispoli, ha sorvolato il costone per osservare nel dettaglio eventuali crepe nelle fessure. Visivamente emergono delle criticità nelle pareti, spetterà ora ai tecnici preposti studiare un piano per la rimozione dei massi e la messa in sicurezza dell’area.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mari (FI): ''Sindaco responsabile della sicurezza dei cittadini''

CIVITAVECCHIA – «Più che una perdita idrica, si potrebbe definire un laghetto artificiale al centro della città, tra via Buonarroti e via del Bricchetto». È la segnalazione del vice coordinatore locale di Forza Italia Emanuela Mari che porta all’attenzione l’ennesima segnalazione di degrado cittadina.

«Dopo aver adottato la tattica ‘‘È tutta colpa di Acea’’ – prosegue l’azzurra – certificata da una mail inviata ad un cittadino che aveva effettuato la segnalazione, mi vedo costretta a ricordare all’amministrazione comunale tutta  e al  Sindaco in persona, che sono i primi responsabili  sia in sede civile che penale della sicurezza dei cittadini – tuona Mari – che é naturalmente messa a repentaglio da questa enorme perdita che perdura da oltre una settimana».

Mari punta il dito contro i pentastellati e conclude dura: «Nell’ attesa di un intervento celere, ritengo responsabile l’amministrazione comunale di qualsiasi avvenimento che metta a repentaglio l’incolumità dei cittadini».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Hype, il nuovo calendario in cui Tarquinia viene raccontata dai tarquiniesi

TARQUINIA – Torna il calendario de lextra.news, tornano i dodici mesi che raccontano Tarquinia; ma, dopo quattro splendidi anni di divertimento e sorrisi, non sarà #checinema.
Come annunciato durante la presentazione dell’edizione dello scorso anno, infatti, il format che per quattro anni ha riproposto le iconiche immagini del cinema e della musica con personaggi e scenari tarquiniesi chiude il proprio ciclo.
“L’esperienza #checinema è stata esaltante – spiega Stefano Tienforti, direttore de lextra.news e ideatore del format – ma già dall’edizione scorsa sentivamo il bisogno di cambiare genere e, almeno per un po’, provare nuove strade. Tra il dubbio di restare fermi qualche anno e la voglia di cercare nuove idee, è nato Hype”.
Questo è, infatti, il titolo del nuovo progetto, che prova a trovare un modo diverso per raccontare Tarquinia: ogni pagina, infatti, proporrà la foto di un evento – dal Cristo Risorto al Presepe Vivente, da Corri per la Befana al DiVino Etrusco –, naturalmente abbinandola al mese in cui è in programma.
“L’idea è nata pensando a come lextra.news segua, giorno dopo giorno, la vita tarquiniese – spiega Tienforti – e gli eventi che la animano, e che dedicare lo spazio ai momenti di aggregazione e divertimento potesse essere sia un modo di omaggiare la vitalità e l’associazionismo cittadino, sia uno strumento di promozione nei confronti di turisti e visitatori ai quali cercheremo di distribuirlo”.
«Man mano che maturava questa possibilità, e che i nostri partner commerciali e istituzionali manifestavano apprezzamento, – continua Tienforti – ci siamo chiesti come rendere i concittadini ancora più partecipi, già che l’interazione è stata la vera chiave del successo di #checinema. Allora abbiamo pensato di chiedere agli appassionati tarquiniesi di fotografia, o ai semplici curiosi che hanno immortalato un momento con la propria camera, se volessero partecipare all’iniziativa. Tarquinia, insomma, raccontata dai Tarquiniesi: chi vorrà proporci i propri scatti potrà contattarci o tramite la pagina Facebook de lextra.news o alla mail redazione@lextra,news. Tutto il materiale che ci arriverà andrà unito all’archivio ormai decennale del sito per ricavare le dodici foto del 2019. Queste, oltre che sulle pagine di Hype, finiranno in una mostra che sarà ospitata dal Cinema Etrusco di Tarquinia, storico partner delle nostre iniziative».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecco Hype, il nuovo calendario in cui Tarquinia viene raccontata dai tarquiniesi

TARQUINIA – Torna il calendario de lextra.news, tornano i dodici mesi che raccontano Tarquinia; ma, dopo quattro splendidi anni di divertimento e sorrisi, non sarà #checinema.
Come annunciato durante la presentazione dell’edizione dello scorso anno, infatti, il format che per quattro anni ha riproposto le iconiche immagini del cinema e della musica con personaggi e scenari tarquiniesi chiude il proprio ciclo.
“L’esperienza #checinema è stata esaltante – spiega Stefano Tienforti, direttore de lextra.news e ideatore del format – ma già dall’edizione scorsa sentivamo il bisogno di cambiare genere e, almeno per un po’, provare nuove strade. Tra il dubbio di restare fermi qualche anno e la voglia di cercare nuove idee, è nato Hype”.
Questo è, infatti, il titolo del nuovo progetto, che prova a trovare un modo diverso per raccontare Tarquinia: ogni pagina, infatti, proporrà la foto di un evento – dal Cristo Risorto al Presepe Vivente, da Corri per la Befana al DiVino Etrusco –, naturalmente abbinandola al mese in cui è in programma.
“L’idea è nata pensando a come lextra.news segua, giorno dopo giorno, la vita tarquiniese – spiega Tienforti – e gli eventi che la animano, e che dedicare lo spazio ai momenti di aggregazione e divertimento potesse essere sia un modo di omaggiare la vitalità e l’associazionismo cittadino, sia uno strumento di promozione nei confronti di turisti e visitatori ai quali cercheremo di distribuirlo”.
«Man mano che maturava questa possibilità, e che i nostri partner commerciali e istituzionali manifestavano apprezzamento, – continua Tienforti – ci siamo chiesti come rendere i concittadini ancora più partecipi, già che l’interazione è stata la vera chiave del successo di #checinema. Allora abbiamo pensato di chiedere agli appassionati tarquiniesi di fotografia, o ai semplici curiosi che hanno immortalato un momento con la propria camera, se volessero partecipare all’iniziativa. Tarquinia, insomma, raccontata dai Tarquiniesi: chi vorrà proporci i propri scatti potrà contattarci o tramite la pagina Facebook de lextra.news o alla mail redazione@lextra,news. Tutto il materiale che ci arriverà andrà unito all’archivio ormai decennale del sito per ricavare le dodici foto del 2019. Queste, oltre che sulle pagine di Hype, finiranno in una mostra che sarà ospitata dal Cinema Etrusco di Tarquinia, storico partner delle nostre iniziative».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport per tutti nelle piazze di Tarquinia

TARQUINIA – Tutto pronto: oggi Tarquinia si prepara a vivere la propria festa dello Sport e della Creatività, grazie a  ‘‘Io Pittore per Caso #sportedition’’ e, sino a tarda sera, la Notte Bianca dello Sport, organizzata in collaborazione con il Coni Lazio.
Ecco in breve il programma degli appuntamenti per una manifestazione molto ricca che diverrà un grande contenitore di stimoli e divertimento per tutte le età. 
Alle ore 17, al via lungo Corso Vittorio Emanuele la distribuzione dei fogli e dei colori per i bambini per l’edizione 2018 di Io Pittore per Caso: tema della giornata, naturalmente, lo sport, con i piccoli che potranno riprodurre il loro sport-cartoon preferito. Contemporaneamente, al via il concorso di pittura estemporanea in piazza Cavour, che proseguirà sino alle 20 con i giurati che seguiranno le operazioni per poi sancire, alla fine, il vincitore.
La premiazione si svolgerà in serata, quando sul palco allestito in piazza Matteotti saliranno le autorità cittadine e il presidente del Coni Lazio, per celebrare non solo i pittori, ma anche le associazioni sportive impegnate in strada per presentare le proprie discipline.
Dal pomeriggio, infatti, in nove differenti piazze cittadine sarà possibile praticare e sperimentare vari sport, sia grazie alle associazioni tarquiniesi sia ai tecnici federali del Coni che porteranno alcune specialità non presenti nel panorama sportivo tarquiniese.
E ancora musica, animazione, gonfiabili, mercatini, truccabimbi: un enorme villaggio grande quasi come tutto il centro storico pronto ad animarsi sino a tarda serata.
‘‘Io Pittore per Caso #sportedition e la Notte Bianca dello Sport sono organizzati dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Tarquinia, Manuel Catini, dal delegato allo Sport, Stefano Zacchini, dall’assessore alla Cultura e Spettacolo, Martina Tosoni, dal delegato al Commercio, Stefania Ziccardi, dal Coni – Comitato Regionale Lazio, dal Centro di Aggregazione Giovanile e dalla cooperativa Alicenova. Un lavoro  di squadra come ribadito nel corso della presentazione della manifestazione avvenuta nei giorni scorsi con i vari assessorati che si sono uniti per alzare la qualità di un evento che promette grandi risultati in termini di visibilità per il territorio e di partecipazione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport per tutti nelle piazze di Tarquinia

TARQUINIA – Tutto pronto: oggi Tarquinia si prepara a vivere la propria festa dello Sport e della Creatività, grazie a  ‘‘Io Pittore per Caso #sportedition’’ e, sino a tarda sera, la Notte Bianca dello Sport, organizzata in collaborazione con il Coni Lazio.
Ecco in breve il programma degli appuntamenti per una manifestazione molto ricca che diverrà un grande contenitore di stimoli e divertimento per tutte le età. 
Alle ore 17, al via lungo Corso Vittorio Emanuele la distribuzione dei fogli e dei colori per i bambini per l’edizione 2018 di Io Pittore per Caso: tema della giornata, naturalmente, lo sport, con i piccoli che potranno riprodurre il loro sport-cartoon preferito. Contemporaneamente, al via il concorso di pittura estemporanea in piazza Cavour, che proseguirà sino alle 20 con i giurati che seguiranno le operazioni per poi sancire, alla fine, il vincitore.
La premiazione si svolgerà in serata, quando sul palco allestito in piazza Matteotti saliranno le autorità cittadine e il presidente del Coni Lazio, per celebrare non solo i pittori, ma anche le associazioni sportive impegnate in strada per presentare le proprie discipline.
Dal pomeriggio, infatti, in nove differenti piazze cittadine sarà possibile praticare e sperimentare vari sport, sia grazie alle associazioni tarquiniesi sia ai tecnici federali del Coni che porteranno alcune specialità non presenti nel panorama sportivo tarquiniese.
E ancora musica, animazione, gonfiabili, mercatini, truccabimbi: un enorme villaggio grande quasi come tutto il centro storico pronto ad animarsi sino a tarda serata.
‘‘Io Pittore per Caso #sportedition e la Notte Bianca dello Sport sono organizzati dall’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Tarquinia, Manuel Catini, dal delegato allo Sport, Stefano Zacchini, dall’assessore alla Cultura e Spettacolo, Martina Tosoni, dal delegato al Commercio, Stefania Ziccardi, dal Coni – Comitato Regionale Lazio, dal Centro di Aggregazione Giovanile e dalla cooperativa Alicenova. Un lavoro  di squadra come ribadito nel corso della presentazione della manifestazione avvenuta nei giorni scorsi con i vari assessorati che si sono uniti per alzare la qualità di un evento che promette grandi risultati in termini di visibilità per il territorio e di partecipazione. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vaccini: scoppia la polemica nel M5S

ROMA – Scoppia la polemica sul tema vaccini all’interno del Movimento Cinque Stelle laziale. Ad innescarla un post del consigliere regionale, collega di Devid Porrello, Stefano Barillari. Nel post Barillari teorizzava la supremazia della politica sulla scienza, giustificando così il dubbio sulla validità dei vaccini.

“Allora ve lo dico chiaramente – dice Barillari -. La politica viene prima della scienza. I politici devono ascoltare la scienza, collaborare, non farsi ordinare dalla scienza cosa è giusto e cosa è sbagliato, accettando le parole della scienza mainstream come dogmi religiosi. Perché la scienza DEVE ESSERE DEMOCRATICA, e quindi deve ascoltare tutti… compresi ricercatori e scienziati, che con dati alla mano, contestano il dogma ufficiale”.

Sul tema naturalmente sono intervenuti politici di ogni schieramento e lo stesso post è stato commentato e criticato da centinaia di migliaia di persone.

Alla fine è arrivato il distinguo del Movimento Cinque Stelle regionale sul tema: “Il Movimento 5 Stelle prende totalmente le distanze dalle dichiarazioni del consigliere regionale del Lazio Davide Barillari – ha scritto il Movimento in un comunicato stampa. – La linea del Movimento sui vaccini è quella messa nero su bianco nel contratto di governo votato dagli iscritti e portata avanti dal ministro della Salute Giulia Grillo”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Week end all'insegna dei controlli sulla costa

LADISPOLI – Multe e poi ancora multe sulla costa di Ladispoli. Agli ambulanti, ai vacanzieri romani venuti in auto e anche ai pescatori non in regola. Polizia locale e Capitaneria di porto hanno usato il pugno duro nel fine settimana appena trascorso.

Venerdì e sabato multati a Ladispoli dalla Polizia locale, domenica mattina anche dalla Capitaneria di porto a Campo di Mare. Vita dura per gli ambulanti in spiaggia che si spostano da una parte all’altra del litorale nord ma che alla fine vengono sempre braccati. Pesanti contravvenzioni scattate anche ieri per una decina di vu cumprà (ogni verbale si aggira sulle cinquemila euro per vendita senza autorizzazione). La guardia costiera, in sinergia con la Polizia locale, ha sequestrato vestiti, costumi, bracciali, collanine, gonfiabili e giochi per bambini. Solo nella giornata di venerdì nove ambulanti erano stati costretti a lasciare tutto il materiale ai vigili urbani di Ladispoli. “Sulla nostra costa le forze dell’ordine stanno semplicemente applicando la direttiva del Ministero degli Interni riguardante la campagna di lotta all’abusivismo commerciale denominata Action Day”, aveva spiegato l’assessore alla Sicurezza e alla Polizia locale di Palazzo Falcone, Amelia Mollica Graziano. Ma i controlli durante il giorno hanno riguardato anche la sicurezza in mare. Un pescatore è stato bloccato e multato per essersi avvicinato abusivamente con la propria barca a poche miglia dalla costa in via Marco Polo. Gli uomini della capitaneria guidati dal comandante Strato Cacace hanno provveduto anche al sequestro di una quarantina di boette con al seguito piombi e ami da utilizzare per la pesca abusiva, naturalmente tutto materiale pericoloso per i bagnanti. Infine multe a raffica anche sul lungomare agli automobilisti indisciplinati, soprattutto vacanzieri romani che avevano lasciato le loro vetture in via Marina di Torre Flavia dietro lo stabilimento la Baia, area demaniale a pochi metri dalla sabbia. Lo scorso anno in quel punto un’ambulanza non riuscì a transitare per colpa delle auto parcheggiate in modo selvaggio. Una donna stava affogando e una volta recuperata in acqua aveva bisogno urgente del 118.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###