Porto-Fs: si chiude un’epoca

CIVITAVECCHIA – Si sono conclusi nelle scorse settimane i lavori previsti per la rimozione dello storico ponte di imbarco 1 Civitavecchia – Golfo Aranci e per la riqualificazione della zona delle ex Ferrovie dello Stato, ad opera dell’impresa Segi S.p.A. che ha deciso di avvalersi sul posto della ditta civitavecchiese Sportiello srl. Il ponte venne fatto costruire attorno agli anni ‘50 dalla società a Messina e trasferito a Civitavecchia proprio a bordo delle navi traghetto Fs, montato tra il 1957 ed il 1960 dalla Sportiello, la stessa storica azienda che lo ha smantellato. 
«Ci tenevo a fare il punto della situazione e dare un aggiornamento – spiega il presidente Francesco Maria di Majo – sulla conclusione dei lavori di rimozione dell’invaso e sulla riqualificazione dell’intera area dell’ex ferrovie dello stato. La ditta incaricata da Rfi ha fatto un ottimo lavoro riconsegnando all’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, un’area pulita ed in ordine e, soprattutto, nel rispetto del cronoprogramma». 
I lavori hanno interessato anche la bonifica dei serbatoi interrati presenti che erano collegati direttamente con l’ex deposito costiero presente nell’area di “Largo della Pace”. «Questo intervento – spiegano da Molo Vespucci – si inserisce tra quelle operazioni programmate dall’AdSP per rendere l’ambito del porto storico e l’accesso di “Varco Vespucci”, sempre più orientato ad accogliere attività dedicate al diportismo e ai servizi ad esso collegati, con eliminazione di quelle servitù che risultavano ambientalmente impattanti per la loro vicinanza al centro cittadino». Si chiude quindi un’epoca, segnata dallo stretto rapporto tra lo scalo cittadino e le Ferrovie. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant’Egidio, ultimo giorno di festeggiamenti

TOLFA – Si concludono oggi a Tolfa i festeggiamenti in onore del patrono Sant’Egidio. L’evento nuovo di oggi è la seconda edizione del ‘‘Palio degli anelli’’. La manifestazione equestre si terrà al campo sito a poggio Cedraulli a partire dalle ore 16 L’evento è promosso dall’Asd Cavalieri Tolfa che ha messo in palio per il cavaliere che vincerà un bellissimo Cencio dipinto dall’artista di Tarquinia facente parte dell’Asd Cavalieri di Tolfa, Patrizia Papi. La gara prevede che ogni cavaliere gareggia singolarmente: tutti i cavalieri si sfideranno su un percorso a forma di otto e lungo il percorso si dovranno prendere i 6 anelli. La bardatura dei cavalli e dei cavalieri sono rigorosamente alla ‘‘maremmana’’. Dal tempo di gara verranno sottratti gli abbuoni degli anelli presi. Il secondo e terzo premio è stato offerto dalla Federcaccia sezione di Tolfa. Alle 21,30 in piazza Vittorio Veneto appuntamento col concerto degli Echoes; seguirà alle 22,30 l’estrazione della tombola che vede protagonisti tutti i cittadini in piazza Vittorio Veneto col cartellone montato sul balcone della facciata comunale. Alle ore 23 uno straordinario spettacolo pirotecnico a ritmo di musica, sempre su piazza Vittorio Veneto chiuderà la grande estate di Tolfa.  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant’Egidio, Matia Bazar in piazza Vittorio  Veneto a Tolfa

TOLFA – Dopo gli oltre 50 eventi estivi con la partecipazione di migliaia di visitatori, Tolfa chiude in bellezza la stagione estiva con il momento tradizionale più importante e sentito: i festeggiamenti in onore di Sant’Egidio Abate. Oggi alle 17 presentazione del libro di Marco e Bruno Fracassa “L’Eremo della Ss. Trinità di Allumiere” presso il Polo Culturale. Stasera poi l’evento clou, ossia il grande concerto gratuito dei Matia Bazar in piazza Vittorio Veneto alle 21,30. Domenica 2 settembre gran finale con la serata tradizionale più attesa da tutti coloro che vivono a Tolfa o che hanno origini tolfetane, quella della tombola e dei fuochi artificiali. Si inizierà alle 21,30 in piazza Vittorio Veneto con il concerto degli Echoes; seguirà alle 22,30 avrà luogo l’estrazione della grande tombola che vede come da sempre protagonisti tutti i cittadini in piazza Vittorio Veneto col cartellone montato sul balcone della facciata comunale. Alle ore 23 uno straordinario spettacolo pirotecnico a ritmo di musica, sempre su piazza Vittorio Veneto chiuderà la grande estate di Tolfa. Sempre il 2 settembre avrà luogo anche la gara a cavallo “2° Palio degli anelli” presso il campo di Poggio Cedraulli, a cura della Asd Cavalieri di Tolfa. Gli eventi del weekend di Sant’Egidio Abate sono realizzati dal Comune di Tolfa e dalla Pro Loco anche grazie al supporto della Regione Lazio, in modo particolare nelle more del progetto Plastic Free: si avrà dunque un’attenzione particolare nella gestione dei rifiuti in plastica con l’utilizzo di materiali biodegradabili e la sensibilizzazione della cittadinanza sul tema del risparmio dei rifiuti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant’Egidio, Matia Bazar in piazza Vittorio  Veneto a Tolfa

TOLFA – Dopo gli oltre 50 eventi estivi con la partecipazione di migliaia di visitatori, Tolfa chiude in bellezza la stagione estiva con il momento tradizionale più importante e sentito: i festeggiamenti in onore di Sant’Egidio Abate. Oggi alle 17 presentazione del libro di Marco e Bruno Fracassa “L’Eremo della Ss. Trinità di Allumiere” presso il Polo Culturale. Stasera poi l’evento clou, ossia il grande concerto gratuito dei Matia Bazar in piazza Vittorio Veneto alle 21,30. Domenica 2 settembre gran finale con la serata tradizionale più attesa da tutti coloro che vivono a Tolfa o che hanno origini tolfetane, quella della tombola e dei fuochi artificiali. Si inizierà alle 21,30 in piazza Vittorio Veneto con il concerto degli Echoes; seguirà alle 22,30 avrà luogo l’estrazione della grande tombola che vede come da sempre protagonisti tutti i cittadini in piazza Vittorio Veneto col cartellone montato sul balcone della facciata comunale. Alle ore 23 uno straordinario spettacolo pirotecnico a ritmo di musica, sempre su piazza Vittorio Veneto chiuderà la grande estate di Tolfa. Sempre il 2 settembre avrà luogo anche la gara a cavallo “2° Palio degli anelli” presso il campo di Poggio Cedraulli, a cura della Asd Cavalieri di Tolfa. Gli eventi del weekend di Sant’Egidio Abate sono realizzati dal Comune di Tolfa e dalla Pro Loco anche grazie al supporto della Regione Lazio, in modo particolare nelle more del progetto Plastic Free: si avrà dunque un’attenzione particolare nella gestione dei rifiuti in plastica con l’utilizzo di materiali biodegradabili e la sensibilizzazione della cittadinanza sul tema del risparmio dei rifiuti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trionfo del Comune di Allumiere nell'XI edizione del Drappo dei Comuni

TOLFA  – Proseguono a Tolfa i festeggiamenti in onore del patrono Sant'Egidio. Dopo la cena di gala con gli abbinamenti Comuni-Scuderie e l'elezione di Miss Drappo 2018 oggi è il giorno del Drappo.

La giornata è cominciata con la seconda edizione della ''Giostra degli anelli'' organizzata dall'Asd Cavalieri Tolfa presieduta da elisabetta Marini in collaborazione con il Comune e con la Pro Loco. Divertente e appassionante la gara equestre coi fanitini che in corso lungo la strada interrata di viale d'Itlia con una lancia dovevano centrare gli anelli. Ad avere la meglio è stato Angelo Volpi del Rione Casalaccio; secondo posto per Pierluigi Papa per il Rione Sughera; terzo Emiliano Marini dei Cappuccini. Speaker dell'evento Lucia Tagliani.

Al vincitore il Drappo realizzato da Silvia Di Silvestro; coppe per il secondo e terzo classificato.

A seguire si è svolto il partecipatissimo primo Palio degli asini promosso dalla scuderia ''Come va va'' del presidnete Patrizio Carminelli in collaborazione con il Comune di tolfa e la Pro Loco. Ideatore della gara Eraldo Pagliarini; mossiere Orfeo Fracassa; addetti alle gabbie e giudici di campo Amedeo belloni, Franco Marcelli, Marco Mecucci e Alessio Testa (quest'ultimo è il presidente della Pro Loco).

Alla competizione sono stati iscritti 27 somari e ad avere la meglio su tutti la scuderia Burò che ha fatto da ''asso piglia tutto'' piazzando i propri asiini nelle prime 4 posizioni della classifica: vincitore assoluto Bruno.

Ora sta per partire il corteo con il sindaco, le autorità degli 8 Comuni in gara, i gonfaloni, Miss Drappo 2018 Ilaria Mariani, Miss Giuria Popolare 2018 Elena Ciambella e il Drappo 2018 realizzato da Silvia Di Silvestro.Il corteo sarà accompagnato dalla banda musicale Verdi di Tolfa diretta dal maestro Stefania Bentivolgio e si susseguiranno poi le varie batterie.

Prima batteria Civitavecchia (su Vidoc, scuderia Carduccii) contro Cerveteri (su Su Conte, scuderia Monte Castagno); seconda batteria Oriolo Romano (su Nalmahmoud, scuderia Orlandi) contro Santa Marinella (su Tuscia, scuderia Pennesi-Pierotti); terza batteria Allumiere (su Urban Shire, scuderia Fontana Tonna) contro Tolfa (su Sorighittu, scuderia Monumento); quarta e ultima batteria Canale Monterano (su Saphiria, scuderia Monte Canino) contro Manziana (su Spoon River, scuderia Pasquali).

(Segue con aggiornamenti in diretta)

PRIMA BATTERIA: Il cavallo Vidoc della scuderia Carducci si è infortunato quindi vittoria del Comune di Cerveteri con Su Conte della scuderia Monte Castagno

SECONDA BATTERIA: Si è appena conclusa la seconda batteria fra i Comuni di Oriolo Romano (con il cavallo Nalmahmoud della scuderia Orlandi) contro il Comune di Santa Marinella (sul cavallo Tuscia, della scuderia Pennesi-Pierotti): vince e passa il turno il Comune di Santa Marinella.

TERZA BATTERIA: sta per partire ora la terza batteria che è un vero e proprio derby. A sfidarsi, infatti, saranno i Comuni di Allumiere con il cavallo Urban Spire della scuderia Fontana Tonna contro il comune di Tolfa col cavallo Sorighittu della scuderia Monumento. Si è appena conclusa l'avvincente gara che ha visto vincere il cavallo Urban Shire della scuderia Fontana Tonna per il Comune di Allumiere.

QUARTA BATTERIA: sta per partire la quarta e ultima batteria che vede sfidarsi Canale Monterano (su Saphiria, scuderia Monte Canino) contro Manziana (su Spoon River, scuderia Pasquali). Vittoria per Canale Monterano con Saphiria.

 

PRIMA SEMIFINALE: Cerveteri contro Santa Marinella. La vittoria se l'è aggiudicata il Comune di Santa Marinella col cavallo Tuscia della scuderia Pennesi-Pierotti montato dal fantino Palbucci. Santa Marinella (campioni uscenti 2017) sono quindi il primo Comune finalista.

SECONDA SEMIFINALE: Allumiere contro Canale Monterano. La sfida si è appena conclusa con la vittoria del Comune di Allumiere con il cavallo Urban Spire e il fantino Di Stasio.

FINALE TERZO E QUARTO POSTO: Sta per partire la finalina che vede sfidarsi Canale Monterano contro Cerveteri. A vincere è stato il cavallo Su Conte della scuderia Monte Castagno per il Comune di Cerveteri con il fantino Pasini Jacopo che, quindi, si aggiudica il terzo posto. Medaglia di legno per il Comune di Canale Monterano (con Saphiria scuderia Monte Canino fantino Mario Mocci) che chiude al quarto posto.

FINALE PRIMO E SECONDO POSTO: A sfidarsi i Comuni di Allumiere (cavallo Urban Spire della scuderia Fontana Tonna fantino Di Stasio) e Santa Marinella (cavallo Tuscia della scuderia Pennesi-Pierotti fantino Palbucci). Vittoria per il Comune di Allumiere col fantino Di Stasio. Il Comune collinare raggiunge così le due vittorie come Trevignano.

Dal balcone il presidente della pro Loco alessio Testa e il sindaco Luigi Landi hanno calato il Drappo alla squadra vincitrice della Fontana Tonna che ha rappresentato il Comune di Allumiere. Secondo posto per il Comune di Santa Marinella e terzo posto per CErveteri.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Palio, trionfo della Contrada Buró a Ferrara

ALLUMIERE – Importante affermazione in trasferta per la Contrada Buro. I bianconeri domenica 27 maggio con l'asino Angelino hanno partecipato al palio che si è svolto in piazza San Giovanni a Ferrara e hanno sbaragliato tutta la concorrenza trionfando su tutti. "Per noiera già un onore la partecipazione ad un Palio così prestigioso – spiega il presidente del Burò, Stefano Stefanini – ma vincerlo eraimpensabile. La lunghezza della gara, circa 800 metri rispetto aicirca 350 metri percorsi nel  palio di Allumiere, rende la vittoria unevento eccezionale. Tra i somari presenti ve ne erano alcunifortissimi, tra  tutti l’asino ''Cento Lire'' vincitore dell'edizione 2017 di questo Palio. Grazie all’invito ricevuto dal presidente del Borgodi Santa Lucia, Vittorio Trabanelli, abbiamo potuto dimostrare atutti la forza del nostro Angelino e soprattutto l'efficacia del grande e proficuo lavoro svolto dalla nostra scuderia. La gara è stata moltoemozionante e si è svolta con  un testa a testa tra il nostro somaro,montato dal fantino locale Andrea Mattiolo ed il somaro Cento Liremontato da Valentina Marsili fino al traguardo, dove il nostro asino con uno sprint eccezionale è riuscito a tagliare per  primo iltraguardo facendoci emozionare. Lo scorso anno la nostra Contradaha partecipato a molte gare vincendole praticamente tutte: è mancatasolo la vittoria al Palio di Allumiere, dove ci siamo piazzati secondia pari merito con la Contrada La Bianca, dietro alla Contradafortissima della Polveriera che ha vinto meritatamente. Quest’annocon un Angelino in stato di grazia ed una scuderia che sicuramentevalorizzerà ancora di più il nostro parco asini potrebbe essereveramente l’anno buono. La Contrada comunque è in grandefermento e sicuramente laboriosa, la sartoria che sforna semprenuovi vestiti che anche quest’anno avrà grande possibilità divittoria. Quest’anno come lo scorso anno siamo presenti, con i nostrivestiti, nel corteo storico di Tarquinia. Non mi rimane cheringraziare il Borgo Di San Luca per l’ospitalità e la cortesia con cuiha accolto e per ultimo la nostra stalla che per organizzazione ecompetenza si è dimostrata altamente professionale. Dedico questavittoria a tutte le contradaiole e i contradaioli, ma soprattutto a chiha reso possibile tale successo: il delegato del direttivo alla scuderiaGiovanni Panarissini; i responsabili della scuderia Claudio Appetecchi e Claudio Bastianini; i fantini Daniele Dini, Rinaldo Monaldi e Giammarco Fracassa; gli allenatori Roberto Matricardi, Simone Cimaroli, Fabrizio Mariani e i due vicepresidenti MarcelloFeliciani e Enrico Ceccarelli".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Traghetti Fs: il porto volta pagina

CIVITAVECCHIA – Il porto di Civitavecchia volta pagina. Si chiude infatti un’epoca, segnata dallo stretto rapporto tra lo scalo cittadino e le Ferrovie. In questi giorni infatti sono in corso i lavori di smantellamento dello storico ed ultimo ponte di imbarco 1 a servizio delle navi traghetto delle Fs, ad opera dell’impresa Segi S.p.A. Che ha deciso di avvalersi sul posto della ditta civitavecchiese Sportiello srl, per conto di Rfi.

Il ponte venne fatto costruire attorno agli anni ‘50 dalla società a Messina e trasferito a Civitavecchia proprio a bordo delle navi traghetto Fs, montato tra il 1957 ed il 1960 dalla Sportiello, la stessa storica azienda che oggi lo sta smantellando. Una gru da oltre mille tonnellate sta operando all’interno di quello che era l’invaso ferroviario, con le operazioni che si concluderanno entro la metà di giugno.

Dopo la dismissione del servizio con Golfo Aranci, attivo dal 1961 al 2009, lo smantellamento una decina di anni fa dell’invasatura 2 sempre ad opera della ditta Sportiello e dopo la rimozione dei binari ferroviari nel 2015, oggi si chiude un ciclo, portando via quella che era di fatto l’ultima traccia di quella presenza, con le navi traghetto Fs che per oltre sessant’anni hanno legato il loro nome al porto di Civitavecchia.

Tyrsus, Hermaea, Gennargentu, Logudoro, Garibaldi: sono i cinque traghetti che riempivano l’invaso, servendosi di quel pontile che oggi, pezzo per pezzo, sta scomparendo segnando la fine di un’epoca.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pincio e Marina, parchetti nel degrado

CIVITAVECCHIA – Altro che parchi giochi per i bambini. Sono avvolti nel degrado, infatti, le due aree verdi del Pincio e della Marina, come denunciato da uno dei tanti genitori che, quotidianamente, trascorrono lì qualche ora con i propri figli.  

"Oltre alla pulizia, effettuata sempre in modo superficiale e poco accurata – ha spiegato un papà – la prima cosa che salta all’occhio è il completo disinteresse nella gestione delle strutture e l’assoluta mancanza di manutenzione: erbacce ovunque, mancanza di pavimentazione anti trauma, con i pochi giochi presenti ormai ridotti ai minimi termini; scivoli e giochi a molla sono rotti e le altalene mancano già da mesi. Nei giorni scorsi abbiamo fatto una passeggiata a Tarquinia: a piazzale Europa è stato montato un gioco, fruibile anche dai diversamente abili, che farebbe invidia a qualsiasi altro Comune; cosa intelligente, è stato posto sotto il controllo di una telecamera dedicata con un sicuro effetto deterrente nei confronti di atti vandalici. È possibile che a Civitavecchia non si riesca ad ottenere tanto? È possibile che non esistano norme e regolamenti che diano indicazioni sulla sicurezza delle aree dedicate ai bambini?". Uno sfogo che, senza dubbio, riesce ad esprimere l’opinione di tutti i genitori che, insieme ai loro bimbi, frequentano questi parco giochi cittadini. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pirgo e Marina, parchetti nel degrado

CIVITAVECCHIA – Altro che parchi giochi per i bambini. Sono avvolti nel degrado, infatti, le due aree verdi del Pincio e della Marina, come denunciato da uno dei tanti genitori che, quotidianamente, trascorrono lì qualche ora con i propri figli.  

"Oltre alla pulizia, effettuata sempre in modo superficiale e poco accurata – ha spiegato un papà – la prima cosa che salta all’occhio è il completo disinteresse nella gestione delle strutture e l’assoluta mancanza di manutenzione: erbacce ovunque, mancanza di pavimentazione anti trauma, con i pochi giochi presenti ormai ridotti ai minimi termini; scivoli e giochi a molla sono rotti e le altalene mancano già da mesi. Nei giorni scorsi abbiamo fatto una passeggiata a Tarquinia: a piazzale Europa è stato montato un gioco, fruibile anche dai diversamente abili, che farebbe invidia a qualsiasi altro Comune; cosa intelligente, è stato posto sotto il controllo di una telecamera dedicata con un sicuro effetto deterrente nei confronti di atti vandalici. È possibile che a Civitavecchia non si riesca ad ottenere tanto? È possibile che non esistano norme e regolamenti che diano indicazioni sulla sicurezza delle aree dedicate ai bambini?". Uno sfogo che, senza dubbio, riesce ad esprimere l’opinione di tutti i genitori che, insieme ai loro bimbi, frequentano questi parco giochi cittadini. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###