Risolto il trentennale problema del vecchio canile all’ex  Tara Bianca

TOLFA  – Il Comune di Tolfa e la Fondazione Peretti comunicano che nel mese è stato risolto l’annoso problema relativo ai cani ospitati presso il sito ‘ex Tara Bianca’, a Tolfa. Infatti, grazie ad un accordo di compartecipazione alle spese tra le due istituzioni, i circa quindici cani rimasti nel sito sono stati trasferiti presso il canile-rifugio della Fondazione Prelz. Si chiude quindi una storia tortuosa, durata quasi trenta anni e che ha visto in alcuni momenti la presenza di oltre cento cani, con eventi anche particolarmente difficili come la requisizione dell’area da parte dei Nas. 
Negli anni l’amministrazione comunale di Tolfa, in collaborazione con l’associazione ‘Mondi a confronto’ e la stessa Fondazione, aveva proceduto ad una importante attività di sensibilizzazione sulla situazione, che aveva portato ad un processo di adozione dei cani stessi. 
Il Sindaco di Tolfa Luigi Landi che da anni segue in prima persona questa vicenda, oltre a esprimere soddisfazione,  ha encomiato la Fondazione Peretti «per la grande sensibilità dimostrata e per l’enorme aiuto dato alla risoluzione della problematica».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Monti: «La maggioranza viveva in un bolla ora è arrivato il momento-Tsipras»

L’ex premier: credo che le forze che sostengono questo governo non avessero mai avuto realmente momenti di confronto con la realtà oggettiva

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Inizia ‘‘A Way of Life’’

Parte oggi il progetto di promozione sociale nelle scuole del comprensorio ‘‘A Way of Life’’ che vede Mattia Camboni, campione di windsurf civitavecchiese, testimonial ed esempio di successo nello sport. Il progetto, sponsorizzato da Enel e supportato da Unicef e Switch, vuole promuovere tra i ragazzi piu giovani uno stile di vita sano, produttivo e costruttivo, un percorso che vede, attraverso la storia di Mattia ed esempi di sport piu blasonati, vincenti o meno, come, credere nei propri sogni, lavorando con costanza, umiltà e sacrificio, renda la strada verso la loro realizzazione alla portata di tutti.
«Pensavo di non essere all’altezza di questo progetto – ha spiegato il portacolori della Nazionale italiana –  quando mi è stato proposto. Credevo la mia giovane età fosse un ostacolo nel raccontare qualcosa, invece ho potuto citare degli esempi di atleti, i quali mi hanno motivato nei momenti di difficoltà, e questo ha reso tutto piu semplice e tangibile. Mi auguro – ha concluso il finalista delle Olimpiadi di Rio – ci sia molta interazione con gli studenti e sarò pronto a rispondere ad ogni loro domanda e curiosità, sulla mia carriera, sugli allenamenti, i sacrifici e volendo anche sull’ultimo modello di sneakers in uscita».
Gli appuntamenti saranno oggi all’Istituto Stendhal, venerdì 7 dicembre alla Scuola Carducci di S.Marinella, giovedì 13 dicembre alla scuola Manzi, sabato 15 dicembre all’ITIS Marconi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tutto pronto per il decennale della Festa dell’Olio Nuovo

CERVETERI – «Anche quest’anno – dice  Riccardo Ferri, assessore all’Agricoltura – gli organizzatori della Festa dell’Olio Nuovo hanno preparato un programma ricchissimo e capace di coniugare in maniera impeccabile tradizione e nuove proposte. Un appuntamento diventato ormai tradizionale nella nostra Città ed un’ottima occasione per promuovere le eccellenze e le tipicità del nostro territorio. Cittadini e turisti sono quindi invitati a degustare i migliori prodotti delle nostre terre e per visitare il nostro centro Storico».
Questa edizione presenta intanto  una novità assoluta. il connubio tra olio e vino. L’Assessorato all’Agricoltura, con l’associazione Momenti Divini, propone  la Piazza del Vino e dei Sapori, con i prodotti più esclusivi delle cantine vitivinicole del territorio. Tanto avrà luogo a Piazza Risorgimento. La Festa dell’Olio Nuovo di Cerveteri compie dieci anni, e torna come tradizione nel primo week end di dicembre. 
Si conferma come l’evento che da un decennio richiama migliaia di visitatori provenienti da tutto il Lazio per degustare le eccellenze olearie e i prodotti tipici del territorio etrusco. Due giorni di iniziative organizzate dall’assessore Ferri e dall’associazione  Olio E.V.O., e patrocinato dalla presidenza del Consiglio Regionale del Lazio e da ARSIAL, che si terranno questo weekend all’interno del centro storico.
Sabato: il programma  prevede un lungo ciclo di convegni, dimostrazioni pratiche e spettacoli itineranti. Alle 14.45 aprono i battenti gli stand dei produttori di olio e degli espositori di artigianato locale. Alle 15, lo stand Esigibili proporrà con Riccardo Macari dimostrazioni di tecniche di potatura. Alle 16.30 il dottor Massimo Griscioli terrà la conferenza tecnica dal titolo ‘Danni da gelo e gestione post emergenza dell’uliveto’. A seguire, un divertente complesso di Stornellatori itineranti animerà la manifestazione per le vie del centro storico.
Domenica:  ricco e di qualità sarà anche il programma di questa giornata, con stand gastronomici e di artigianato pronti ad aprire già dalle 9.30. Alle 10 ci sarà la sfilata in musica del Gruppo Bandistico Cerite, seguita dall’esposizione di auto d’epoca del Club Vecchi4Tempi. Dalle 10,20  si terrà un secondo appuntamento  presso lo stand Esigibili, con le dimostrazioni di tecniche di potatura seguite da Riccardo Macari. Alle 11, poi, un interessante convegno, curato dal dottor Pietro Barachini di Vivai Spoolivi di Pescia, dal titolo ‘Il futuro dell’olivicoltura italiana un modello da seguire’. A mezzogiorno e un quarto scocca l’ora della premiazione del Concorso del Miglior Olio Nuovo 2018, seguita poi da degustazioni enogastronomiche gratuite. Alle 15 il dottor Nicola Di Noia guiderà gli ospiti nel riconoscere un buon olio extravergine d’oliva, con degustazioni guidate degli oli in concorso. Il lato dell’intrattenimento è affidato alla Zambra Dixie Jazz Band del maestro Augusto Travagliati e dall’Associazione I Rasenna, con la rappresentazione di ‘Scene di vita etrusca’.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La famiglia al centro del percorso promosso dalla Diocesi

CIVITAVECCHIA – "La famiglia accompagna il discernimento vocazionale" è il titolo dell’incontro che l’Ufficio di Pastorale per la famiglia propone per domenica prossima, 2 dicembre, alle 15.30 nella parrocchia di San Felice da Cantalice a Civitavecchia. L’iniziativa è rivolta a tutta la comunità, in modo particolare a famiglie, catechisti, animatori parrocchiali e giovani.

L’incontro sarà condotto da Andrea Pecoraro ed Emanuela Spinella, coppia di coniugi che offre percorsi di accompagnamento ai giovani adulti in percorsi di affettività per aiutarli a una scelta consapevole.

Si tratta del primo appuntamento che l’Ufficio diocesano propone per questo anno pastorale. Saranno complessivamente cinque le iniziative che si ripeteranno, con cadenza mensile, per un cammino che si concluderà il 17 maggio con una veglia di preghiera.

«La proposta dell'Ufficio per le famiglie – spiega don Federico Boccacci, vicario episcopale per la pastorale – vuole essere una provocazione e un sostegno per un’animazione più capillare da realizzarsi nelle parrocchie. Gli incontri proposti sono pochi ma significativi e si vanno ad aggiungere ai percorsi di preparazione al matrimonio che sono aspetto fondamentale della pastorale della famiglia».

Il calendario prevede due incontri incentrati sul compito della famiglia in relazione al discernimento vocazionale quindi una tematica strettamente legata al Sinodo dei giovani appena concluso e alla prospettiva vocazionale che l'intera pastorale deve avere. Inoltre, sottolinea il sacerdote, «verranno svolti due incontri rivolti non solo alle coppie dal cuore ferito ma a tutte quelle famiglie che stanno facendo esperienza della crisi che, come ricorda Papa Francesco nell’esortazione Amoris Laetitia, possono essere momenti di rilancio e rinnovamento della vita matrimoniale. Infine è prevista una veglia di preghiera, già realizzata diverse diocesi, per favorire l'accoglienza e l'integrazione di ogni diversità ovvero per aiutare la chiesa ad assumere atteggiamenti di materna accoglienza verso ogni persona».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crc, sette giorni alla grande sfida

Crc, fra una settimana arriva uno dei momenti svolta della stagione. Domenica prossima la squadra allenata da Giampiero Granatelli e Mauro Tronca si gioca una fetta importante di campionato. In programma c’è la trasferta contro Romagna, capolista del girone 2 del torneo di serie B. 
Sono sei i punti che dividono le due “big” con i civitavecchiesi che inseguono al terzo posto dopo un percorso fin qui assolutamente lineare. 
Lo staff tecnico è fiducioso a pochi giorni da questa supersfida, nonostante la pesante assenza di Athos Onofri per squalifica. 
Ecco alcune considerazioni di coach Granatelli: «Il caso Onofri ormai è chiaro a tutti, quando si ha una reazione di stizza ad una provocazione nel nostro gioco si paga un caro prezzo – spiega il tecnico -. Capisco la reazione del momento ma quando si è inseriti in un progetto come il nostro questo è un lusso che non possiamo permetterci. Continuiamo ora nella nostra marcia ancora più coesi, compenseremo l’assenza di Onofri con uno sforzo collettivo maggiore». 
Il Crc mantiene una marcia positiva, ora però arrivano gli scogli di domenica prossima e quello contro Florentia fra due settimane: «Il nostro campionato finora è il linea con le aspettative che avevamo ad inizio stagione – aggiunge Granatelli -. Chi ci precede è sicuramente una buona squadra quanto noi. Ci mancano i punti di penalizzazione di inizio anno e forse un punto perso per strada. Giocheremo le prossime due partite con le due squadre che ci precedono, sono molto fiducioso sulla qualità del gioco che possiamo esprimere. Saranno partite delicate dove la maturità del collettivo verrà messa alla prova. La nostra è una squadra di recente formazione e secondo me abbiamo abbattuto tutti i tempi di coesione tra i ragazzi fuori e dentro il campo».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crc, sette giorni alla grande sfida

Crc, fra una settimana arriva uno dei momenti svolta della stagione. Domenica prossima la squadra allenata da Giampiero Granatelli e Mauro Tronca si gioca una fetta importante di campionato. In programma c’è la trasferta contro Romagna, capolista del girone 2 del torneo di serie B. 
Sono sei i punti che dividono le due “big” con i civitavecchiesi che inseguono al terzo posto dopo un percorso fin qui assolutamente lineare. 
Lo staff tecnico è fiducioso a pochi giorni da questa supersfida, nonostante la pesante assenza di Athos Onofri per squalifica. 
Ecco alcune considerazioni di coach Granatelli: «Il caso Onofri ormai è chiaro a tutti, quando si ha una reazione di stizza ad una provocazione nel nostro gioco si paga un caro prezzo – spiega il tecnico -. Capisco la reazione del momento ma quando si è inseriti in un progetto come il nostro questo è un lusso che non possiamo permetterci. Continuiamo ora nella nostra marcia ancora più coesi, compenseremo l’assenza di Onofri con uno sforzo collettivo maggiore». 
Il Crc mantiene una marcia positiva, ora però arrivano gli scogli di domenica prossima e quello contro Florentia fra due settimane: «Il nostro campionato finora è il linea con le aspettative che avevamo ad inizio stagione – aggiunge Granatelli -. Chi ci precede è sicuramente una buona squadra quanto noi. Ci mancano i punti di penalizzazione di inizio anno e forse un punto perso per strada. Giocheremo le prossime due partite con le due squadre che ci precedono, sono molto fiducioso sulla qualità del gioco che possiamo esprimere. Saranno partite delicate dove la maturità del collettivo verrà messa alla prova. La nostra è una squadra di recente formazione e secondo me abbiamo abbattuto tutti i tempi di coesione tra i ragazzi fuori e dentro il campo».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Preferiamo operare con dati e documenti alla mano''

S. MARINELLA – «Abbiamo appreso dalla stampa il monito di Fratelli d’Italia verso il centrodestra locale. Non avendo compreso nei confronti di chi fosse, cogliamo l’occasione per fare alcune precisazioni”. Ad affermarlo è il coordinatore locale della Lega Roberta Felici. “La Lega – continua – ha fatto un percorso molto lineare, in campagna elettorale ha appoggiato la candidatura di Bruno Ricci, al primo e al secondo turno. La coalizione ha espresso tre consiglieri di opposizione uno dei quali, Massimiliano Calvo, in quota Lega. E’ lui il nostro sguardo interno sull’amministrazione, difatti, man mano che gli atti arrivano, vengono visionati e valutati. Preferiamo operare con dati e documenti alla mano piuttosto che fare domande tramite comunicati stampa, anche perché, molte delle notizie che trapelano, anche dai consiglieri di maggioranza, finché non si tramutano in concretezze, sono solo intenzioni. Fare opposizione a desideri o propositi da programma elettorale riteniamo non essere efficace visto che la campagna elettorale è terminata e guardiamo avanti. Questo non significa però che vogliamo dare lezioni o stabilire come le altre forze politiche dell’area di centrodestra debbano opporsi all’amministrazione Tidei. In particolare facciamo notare, per esempio, che ci sono state occasioni in cui le modalità per esprimere il disappunto erano divergenti ma non per questo non ambedue legittime”. “In occasione del centenario della vittoria della prima guerra mondiale – spiega la Felici – la Lega ha creduto fosse imprescindibile la sua partecipazione alla cerimonia, Fratelli d’Italia no. Per la giornata internazionale dedicata alla violenza contro le donne FdI ha comunicato la non partecipazione, mentre la Lega vuole tendere una mano. Facendo seguito all’invito mosso dal sindaco Pietro Tidei sui social, chiediamo che la panchina rossa destinata a simbolo della lotta alla violenza contro le donne, venga dedicata a Pamela Mastropietro, non solo perché Pamela è stata barbaramente uccisa da uomini senza scrupoli, ma anche perché Santa Marinella è luogo caro alla sua famiglia e città in cui la ragazza ha trascorso momenti felici nel suo breve percorso di vita”. “In attesa di riscontri positivi che siamo certi arriveranno – conclude l’esponente politico – ricordiamo che ci sono circostanze che impongono un comportamento scevro da ogni tipo di pregiudizio e per noi, domenica, non sarà importante mettere il simbolo del partito ma ricordare Pamela”.    

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###