Cestistica sul parquet del Sora 2000

Dopo la bella vittoria sulla Fortitudo Roma, la Stemar 90  è di scena alle 18 sul parquet del Sora 2000; le due formazioni giocheranno per la dodicesima giornata del campionato di serie C Gold maschile.
 Un successo, quello maturato domenica scorsa al PalaRiccucci in concomitanza dei 70 anni di attività della Cestistica Civitavecchia, che ha ridato fiducia alla formazione di coach Lorenzo Cecchini, rilanciando la stessa in classifica a quota 10 con una gara da recuperare, a soli 2 punti dall’ottava piazza che vale i playoff.
Ora serve un’altra affermazione per chiudere l’anno nel migliore dei modi.
La missione non è certo impossibile, visto che Sora con le sue quattro vittorie su undici match disputati non sembra essere un team irresistibile.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Civitavecchia-Orte: i commenti della politica

CIVITAVECCHIA – Tanti i commenti a margine dell'inaugurazione del tratto Cinelli-Monte Romane Est della trasversale Civitavecchia-Orte. Nei lavori sono state coinvolte quattro società, per oltre 250 operai impegnati. Il tratto Cinelli-Monte Romano presenta tre gallerie artificiali per uno sviluppo di oltre 400 metri, tre viadotti per un totale di 1300 metri e altri 4,7 chilometri realizzati accanto all'Aurelia bis. La trasversale è fondamentale per la mobilità delle persone e delle merci dall’autostrada del Sole verso il porto di Civitavecchia e costituisce il collegamento diretto tra il porto di Civitavecchia e la costa adriatica.

MARIETTA TIDEI E GINO DE PAOLIS – "L'apertura del tratto Cinelli-Monte Romano Est rappresenta un importantissimo passo in avanti per la Orte-Civitavecchia, infrastruttura chiave per lo sviluppo del nostro territorio e, più in generale, per la nostra Regione. Nonostante la confusione dell'attuale governo, che sul tema infrastrutture e sulla Orte-Civitavecchia ha le idee poco chiare, questa opera sta vedendo la luce. È grazie ai fondi stanziati dai governi precedenti e al lavoro portato avanti dalla Giunta regionale di centrosinistra guidata da Nicola Zingaretti se oggi possiamo festeggiare questo risultato. Ci auguriamo che anche l'oltranzismo dei comitati per il no possa cessare perché senza infrastrutture non c'è mobilità adeguata, sviluppo, crescita. Il nostro territorio ha necessità di più collegamenti, di aprirsi all'esterno, creando sinergie più grandi. Ci auguriamo che il nodo dei ricorsi si sciolga favorevolmente e anche dal governo attuale arrivi quella giusta e doverosa attenzione che fino ad oggi è mancata così da poter completare l’ultimo tratto". Lo dichiarano, in una nota congiunta, la consigliera regionale del Pd Marietta Tidei e il consigliere regionale della Lista Zingaretti Gino De Paolis.

ENRICO PANUNZI – "Ho sempre creduto in quest'opera, perché strategica per la Tuscia, il Lazio e l'Italia. Il presidente Zingaretti ha sottolineato che ci sono voluti 9 anni per le procedure burocratiche e solo due per realizzare i lavori – prosegue il vice presidente della X commissione – un plauso va alla Regione Lazio per aver confermato il finanziamento di 117 milioni di euro, nonostante il debito di 12miliardi di euro trovato, e alle ditte dell'ati che hanno rispettato i tempi di consegna. Sono 6 chilometri importanti, perché rompono, almeno in parte, l'isolamento della nostra provincia, e ci avvicinano al porto di Civitavecchia e al litorale. Se il completamento della trasversale è l'obiettivo finale, c'è un passaggio intermedio da raggiungere. Quello di superare la strozzatura dell'arco di Monte Romano, uno dei simboli del ritardo infrastrutturale della Tuscia. Consegniamo alla Tuscia e ai suoi cittadini un'infrastruttura fatta bene e costruita in tempi rapidi. A dimostrazione che, se c'è unità di intenti tra le istituzioni, è possibile realizzare progetti nel migliore dei modi anche nel settore delle opere pubbliche". 

EMILIANO MINNUCCI – “L’inaugurazione di questa mattina del penultimo tratto di strada della Civitavecchia – Orte rappresenta l’ennesimo passo in avanti verso il completamento di un’opera fondamentale per la crescita dell’intero territorio regionale. In particolare quello compreso tra la tuscia romana e l’alto Lazio” ha detto il consigliere della Regione Lazio, Emiliano Minnucci. “Il completamento della trasversale è necessario da qualsiasi punto di vista, a partire da quello della mobilità e dello sviluppo socio-economico del nostro territorio. Collegare definitivamente il porto di Civitavecchia, con il suo indotto, al cuore del nostro Paese è senza ombra di dubbio un risultato di eccezionali proporzioni maturato, e possiamo dirlo senza possibilità di smentita, dal protagonismo dall’ultimo Governo di centro sinistra e dalla stessa Regione Lazio e a cui, insieme alla collega Marietta Tidei, abbiamo garantito il nostro contributo sia dagli scranni del Parlamento che da quelli della Pisana” ha concluso Minnucci.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giù il cappello Corneto Tarquinia: sconfitta la Csl e vetta in solitaria

Finisce 5-0 il derby tra la Cpc2005 e il Santa Marinella, dopo una gara mai in dubbio per i padroni di casa. Gli ospiti reggono bene per sessanta minuti, poi però, dopo un rigore dubbio subito quando il risultato era per 1 a 0 per i portuali, sono letteralmente naufragati. Due sono gli ex tra le fila del Santa Marinella dei tempi dell’Eccellenza, il centrocampista Puca e l’esterno difensivo Capoccia. Per Caputo la soluzione allo squalificato Treccarichi è Esposito al fianco di Bevilacqua. Regge bene il fortino allestito da Morelli nei primi quindici minuti, ordinato il Santa Marinella frena le progressioni in verticale dei portuali. Al 16’ però i locali passano in vantaggio. Cross vellutato di Ruggiero per Tabarini che, di testa insacca sul palo sinistro. È un’altra gara ora, la Cpc2005 è pericolosa ad ogni affondo e Ruggiero quando punta l’avversario è incontenibile. Al 28’ Funari va al tiro ma Sanfilippo si supera nel respingere. Il Santa Marinella vacilla, il 2 a 0 sembra nell’aria. Sanfilippo nega il raddoppio al 42’ su tiro di Ruggiero, e si va a riposo poco dopo. Nella ripresa il Santa Marinella entra in campo con il piglio giusto, i portuali non offrono spunti ma troppe volte i tirrenici arrivano dalle parti di Pancotto. Nel momento di maggiore sforzo degli ospiti, però, la CPC2005 raddoppia. Feuli viene contrato in area da un avversario e tra le proteste dei tirrenici l’arbitro concede il rigore che Tabarini trasforma. Il Santa Marinella regge il campo dignitosamente anche se non impensierisce Pancotto, ma è stanca e nel giro di due minuti tracolla altre due volte. Prima Tabarini e subito dopo Lancioni portano la roja sul quattro a zero. Si attende il fischio finale, anche se la Cpc prima della fine serve la cinquina. Serpentina di Delogu che serve Loiseaux solo davanti a Sanfilippo, non sbaglia il tap-in che vale il cinque a zero. La Csl Soccer incassa la prima sconfitta tra le mura amiche del Gagliardini. Al Dlf il Corneto Tarquinia del tecnico Stefano Del Canuto asfalta per 3-0 i rossoblù di Daniele Fracassa. Un risultato giusto e meritato per i tarquiniesi, che nel primo tempo passano in vantaggio grazie al colpo di testa di Catracchia, per poi replicare poco dopo con il classe ‘99 Petroselli, uno dei migliori Under oltre a Forieri e Loi che hanno sfornato una prestazione eccezionale. Nella ripresa la Csl prova a reagire cercando di rientrare in partita, ma nel momento migliore dei locali, inizia il Iacomini show che para l’incredibile, negando la gioia a Peveri, Gaeta e Saraceno. Poco dopo gli ospiti chiudono il conto con un altro pregiato fuori quota che porta il nome di Massaini. Al triplice fischio esulta il Corneto Tarquinia che conquista la vetta in solitaria. «Risultato senza appello – ammette il tecnico civitavecchiese Daniele Fracassa – peccato perché abbiamo concesso la rete del vantaggio di Catracchia su una disattenzione. Il raddoppio ci ha tagliato le gambe. Potevamo rientrare in partita con l’ex Gaeta, Iacomini ha fatto due parate su Peveri impressionanti. Le giocate dei singoli hanno fatto la differenza e la Corneto ha dei giocatori straordinari. Complimenti a Del Canuto ed ai suoi, ripetere l’impresa come contro la Cpc non ci è riuscita». Il Città di Cerveteri esce sconfitto per 2 a 0 dalla trasferta ad Acquapendente, che torna al successo che gli mancava da un mese. Lo fa con una prestazione di carattere al cospetto di un Città di Cerveteri che ha confermato i problemi emersi nel recupero di mercoledì col Pian Due Torri. Una doppietta di Verri tra primo e secondo tempo fa pendere l’ago della bilancia verso gli aquesiani che hanno meritato i tre punti anche sul piano del gioco nonostante le assenze di Nuccioni ed Avola. Ottimo il debutto di Bellacima che non ha reso vita facile a due brutti clienti come Di Fiandra e Teti poi uscito per infortunio Le sconfitte con il Montefiascone e la Polisportiva Cimini assieme al punticino insapore con il Canale Monterano vanno in archivio. «È un giorno che ci penso – dice mister Zeoli  – una squadra che dopo le ottime prestazioni con Csl e Cpc ne fa due inguardabili contro Pian Due Torri ed Acquapendente, mi lasciano perplesso. Le assenze di Roscioli, Castelletti, Paraschiv e Bacchi non possono essere una giustificazione. Queste non deve essere un alibi». L’Atletico Ladispoli subisce una nuova sconfitta casalinga, questa volta contro un ottimo Montefiascone che fa suo lo scontro salvezza. Renzi e Davidenkos ad inizio e fine della prima frazione sono gli autori dei due gol. Brachino completa il blitz nella ripresa. La squadra di Centaro infila il quarto risultato utile consecutivo. Il Tolfa batte in casa per due a zero con gol di Galli e Trincia il Duepigreco Roma e balza al sesto posto in classifica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fiumicino solo in vetta, la Cpc tallona le prime

Finisce in goleada la decima giornata del campionato di serie C2 maschile tra Cpc2005 e Futsal Ronciglione, sette a zero il risultato alla fine dell’ora di gioco per i portuali al centro sportivo di San Liborio. 
Cerrotta e compagni conducono la gara dal primo all’ultimo minuto. Ronciglione, non pervenuto. 
Vittoria che mantiene gli uomini di mister Branchesi nei piani altissimi della classifica, ieri il recupero con l’Eur Massimo.
Inizio tambureggiante dei rosso portuali, prima Agozzino e poi Leone portano la Cpc2005 avanti di due reti nel giro di sette minuti. La formazione di Civitavecchia amministra gioco, possesso e rende nulle le occasioni ospiti, solo Loi nel finale impensierisce Cacace. 
Si va a riposo sullo striminzito due a zero, ma nella seconda frazione sarà altra cosa. Cerrotta in otto minuti ne segna due, Panunzi al 9’ fa cinquina,  la Cpc2005 affonda gli artigli e il sinistro di Agozzino ancora per due volte brucia l’estremo difensore ospite. Finisce sette a zero, di più non si poteva chiedere.
Cpc2005: Cacace, Agozzino, Cerrotta, Caselli, Frusciante, Leone, Pagliari, Persi, Petretto, Panunzi, Ranzoni, Trappolini. Allenatore: M. Pieri (in sostituzione di Branchesi squalificato).
Futsal Ronciglione: Ferretti, Sconocchia, Desio, Mariani, Zucci, Chiricozzi, Loi, Balonelli, Altavilla, Leonardi, Ercoli.
Doppia sconfitta per le due squadre di Santa Marinella. 
La Td di mister Vincenzo Di Gabriele sono stati battuti in trasferta dal Laurentino Fonte Ostiense 80 per 3 a 2, mentre il Santa Severa Futsal ha lasciato i tre punti in casa alla Virtus Monterosi. 
Nonostante i gol di Trovaglini e Maggi, i tirrenici non sono riusciti a superare una formazione che viaggia al secondo posto in classifica. 
«Noi ce l’abbiamo messa tutta – dice mister Di Gabriele – ma abbiamo incontrato una squadra molte ben preparata. Avremmo potuto fare il colpaccio, ma quando si ha a che fare con tanti giovani, bisogna anche considerare il fattore esperienza. Comunque sono soddisfatto di come hanno giocato i ragazzi, meno del risultato». 
Sconfitta anche per la Futsal Santa Severa che in casa, nel posticipo del lunedì, ha perso per 3 a 1 con la Virtus Monterosi. 
I ragazzi del neo allenatore Luchetti ce l’hanno messa tutta pur di vincere il primo incontro casalingo ma nonostante gli sforzi hanno ceduto ad una avversaria che è apparsa più attenta in fase difensiva.
Ottimo risultato per la Futsal Academy a Roma contro La Pisana squadra ostica e accreditata per salire di categoria. 
Finisce in parità 1 a 1 che alla fine sa di beffa per i tirrenici. I postumi del derby della scorsa settimana si fanno ancora sentire visto che devono rinunciare per infortunio a Bertini (distorsione alla caviglia fuori 2 mesi), Guzzone e  Rocchi, Rosalba e Rossi per problemi di lavoro, Saraudi squalificato potendo contare solo su sette giocatori e due portieri.
Nunzi da decano del calcio a 5 mette bene la squadra in campo schierando Lancia in porta, Notarnicola, Fattori, Pinna e Cibelli (migliore in campo) difendendo con ordine e ripartendo in velocità soprattutto con Cibelli che al 15’ va vicino al gol ma il palo gli nega il vantaggio.
Passano pochi minuti e al 18’ lo stesso Cibelli imbeccato da un assist di Ferraccioli, bravo a trovare un corridoio, porta in vantaggio la Futsal Academy con un diagonale basso davanti al portiere in disperata uscita. 
La squadra difende il vantaggio rinculando gli attacchi romani ma allo scadere del primo tempo trovano il pareggio con Cuce bravo a girarsi in aerea e trafiggere Lancia. Finisce il primo tempo  1 a 1. 
La ripresa è la fotocopia del primo tempo con La Pisana a fare gioco e la Futsal Academy a difendere a denti stretti il pareggio.
Le uniche emozioni arrivano da un altro palo clamoroso di Cibelli e due tiri liberi per gli avversari dove Lancia si supera per ben due volte respingendo i tiri avversari in angolo.
A dieci secondi dalla fine la clamorosa palla gol per la Futsal Academy capita a Ferracioli che arriva in ritardo sul secondo palo mettendo la palla fuori di un nonnulla.
Grande iniezione di fiducia per i ragazzi Civitavecchiesi che sabato affronteranno la trasferta di Ronciglione ultimo in classifica.
Il Real Fiumicino/Futsal Isola fa tre su tre negli scontri diretti della prima metà di stagione e guadagna la vetta solitaria del girone D: il roster di Consalvo s’impone 5-1 nel fortino dell’Eur Massimo e fa scivolare il team di Gimelli dal trono ai piedi del podio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Azione cattolica e Gruppo giovanile insieme dopo ben 25 anni

ALLUMIERE – Riuscita e partecipata sabato ad Allumiere la solenne ‘’Cerimonia delle promesse’’ svoltasi nella parrocchia collinare e officiata dal parroco Don Stefano. Per la prima volta, dopo 25 anni di ostilità, il gruppo dell’Azione Cattolica Ragazzi e il Gruppo Giovanile Parrocchiale hanno partecipato insieme alla messa e organizzato insieme la cerimonia e la festa. Essendosi dimessi tutti i capi dell’Azione Cattolica, il consiglio è decaduto e su spinta del parroco e del presidente diocesano di Azione Cattolica Massimiliano Solinas e con la buona volontà e l’impegno dell’educatrice Paola Maestri ad Allumiere l’Acr è ripartita con il gruppo 2006. La Maestri insieme alla presidente del Ggp, Cnzia Bucci e a tutto lo staff del Ggp (questo gruppo opera da 25 anni al servizio dei ragazzi, dei giovani e dell parrocchia) hanno organizzato la cerimonia dividendosi anche i compiti e i momenti. L’animazione musicale della messa è stata effettuata dal Ggp. In due momenti nell’ambito della messa dell’8 dicembre Ggp e Acr hanno fatto le proprie promesse, rinnovando l’impegno per il nuovo anno associativo. Al termine della cerimonia è intervenuto il presidente diocesano dell’Azione Cattolica, Massimiliano Solinas, che si è complimentato per l’impegno della Maestri e per l’unione e la collaborazione fra i due gruppi. Soddisfatto il parroco Don Stefano che ha sempre spinto per una vita associativa in comune e in collaborazione fra i due gruppi pur mantenendo ogni gruppo i suoi valori, le proprie caratteristiche e peculiarità. Alla fine il Ggp ha consegnato i fazzoletti ai nuovi arrivati e l’ACr ha invece consegnato le tessere ai propri ragazzi. Al termine della cerimonia c’è stata una grande festa insieme all’insegna dell’Unione, della collaborazione e della pace, il modo migliore per prepararsi alla venuta di Gesù.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I corsi, il trucco, le emergenze: come si preparano hostess e steward

Dentro il centro di formazione degli assistenti di volo di Singapore Airlines, definita la migliore del mondo anche per il 2019. Qui l’addestramento dura quattro mesi

Leggi articolo completo

@code_here@

Flavioni, ultima chance dell’anno

di MATTEO CECCACCI

Chiudere il girone d’andata almeno con un sorriso: questo è l’obiettivo della Flavioni Handball Civitavecchia nel match valevole per la 9^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1. Le gialloblu della presidentesse Lola Gorla domani alle 16.30 al PalaSport affronteranno le romagnole del Casalgrande Padana del tecnico Yassine Lassouli per uno scontro diretto a tutti gli effetti. Le casalgrandesi, reduci dalla bellissima vittoria nel derby per 27-24 ai danni dell’Ariosto Ferrara, hanno conquistato il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto in casa del Leno il 22 settembre scorso e attualmente stazionano al penultimo posto con quattro lunghezze all’attivo in compagnia del Cassano Magnago e Leno. Le biancorosse inoltre hanno recentemente realizzato un acquisto coi fiocchi che porta il nome del centrale della Nazionale italiana Irene Fanton che già la scorsa settimana si è contraddistinta nella partita interna con l’Ariosto.
Riguardo il team di coach Patrizio Pacifico mancheranno due fondamentali pedine come l’ala sinistra Francesca Fanelli, assente per motivi di salute, e il centrale Mara Bonamano, ancora infortunata. Le civitavecchiesi, quindi, sono chiamate ad una sorta di impresa non facile da realizzare, ma capitan Maruzzella e compagne cercheranno di dare il massimo come sempre, approfittando anche del rientro dell’italo-romena Alexandra Ravasz che è tornata dalla Sicilia già da due settimane riprendendo a pieno ritmo le sedute d’allenamento.
Una partita, dunque, tutta da seguire perché gli ingredienti per assistere a 60’ intensi ci sono tutti, d’altronde l’occasione per conquistare i primi due punti tanto attesi dal popolo ‘‘parassita’’ è molto ghiotta e chiudere col sorriso  la prima fase della stagione sarebbe il top, per poi tornare il 12 gennaio più carichi che mai cercando di iniziare il girone di ritorno nel migliore dei modi che si aprirà con la sfida interna contro il Cassano Magnago.
«Vedo il gruppo – spiega l’assente della gara Mara Bonamano – molto compatto e abbiamo buone possibilità per vincere. Riguardo la mia situazione infortunio dipende dalla visita che avrò tra pochi giorni, ma la certezza è che rientrerò sicuramente ad anno nuovo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mtb Santa Marinella:  arriva un doppio trionfo 

Secondo appuntamento consecutivo con il Roma Master Cross a Ostia presso il Wild Village nella gara intitolata alla memoria di Dimitri Buttarelli a un mese dalla tragica morte: il migliore del gruppo santamarinellese è stato Angelo Ciancarini con primo posto tra i master 6, molto buone le performances di Diego Antimi (5°M2), Daniele Tulin (3°M4), Mauro Iacobini (11°M4), Luca Frenguellotti (14°M4), Daniele Bagnoli (14°M5), Mauro Gori (13°M6), Vincenzo Scozzafava (2°M7), Sandro Costa (3°M7) e Gianluca Magnante (6°élite sport) che hanno preso parte alla gara disputata di sabato pomeriggio primo dicembre. A Vetralla dove Lorenzo Borgi non si è lasciato sfuggire l’occasione di conquistare il primato tra i master 6, condividendo la propria fatica con il compagno di squadra Sandro Costa, secondo tra gli M7. In Toscana è stato impegnato Libero Ruggiero a Tammari dove ha chiuso in prima posizione la propria gara tra i master 2 mentre in Puglia a Gallipoli, quinta prova del Giro d’Italia Ciclocross, l’élite Domenico Abruzzese si è dovuto fermare dopo due giri ma non ancora al meglio della forma per i problemi al ginocchio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mtb Santa Marinella:  arriva un doppio trionfo 

Secondo appuntamento consecutivo con il Roma Master Cross a Ostia presso il Wild Village nella gara intitolata alla memoria di Dimitri Buttarelli a un mese dalla tragica morte: il migliore del gruppo santamarinellese è stato Angelo Ciancarini con primo posto tra i master 6, molto buone le performances di Diego Antimi (5°M2), Daniele Tulin (3°M4), Mauro Iacobini (11°M4), Luca Frenguellotti (14°M4), Daniele Bagnoli (14°M5), Mauro Gori (13°M6), Vincenzo Scozzafava (2°M7), Sandro Costa (3°M7) e Gianluca Magnante (6°élite sport) che hanno preso parte alla gara disputata di sabato pomeriggio primo dicembre. A Vetralla dove Lorenzo Borgi non si è lasciato sfuggire l’occasione di conquistare il primato tra i master 6, condividendo la propria fatica con il compagno di squadra Sandro Costa, secondo tra gli M7. In Toscana è stato impegnato Libero Ruggiero a Tammari dove ha chiuso in prima posizione la propria gara tra i master 2 mentre in Puglia a Gallipoli, quinta prova del Giro d’Italia Ciclocross, l’élite Domenico Abruzzese si è dovuto fermare dopo due giri ma non ancora al meglio della forma per i problemi al ginocchio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il vescovo Gino Reali nella caserma dei vigili del fuoco

di DANILA TOZZI

CERVETERI – Due scale a pioli di legno legate con la corda e un casco da vigile del fuoco. Un crocifisso fatto di cose semplici e attrezzi da lavoro: così i pompieri di stanza nella caserma di Marina di Cerveteri in via Fontana Morella hanno voluto onorare la memoria delle loro Santa protettrice, Barbara, in occasione della liturgia Eucaristica dove si è celebrata presieduta da sua Eccellenza, il Vescovo della nostra diocesi Mons. Gino Reali. Accompagnato dal parroco Mons. Domenico Giannandrea della chiesa San Francesco d’Assisi di Cerenova e da una folta rappresentanza della comunità la Messa è stata animata da uno stuolo di ministranti e coristi e si è svolta in un’atmosfera di partecipazione e devozione, alla presenza di un bel numero di pompieri in divisa cui il Vescovo da subito ha rivolto parole di ringraziamento e gratitudine per il difficile compito che quotidianamente svolgono. Luminosa, ampia e addobbata ad hoc nella sala deposito degli automezzi, il Vescovo Reali ha così potuto fare l’annuncio di Natale attraverso un’omelia pacata ed eloquente. Il richiamo al Vangelo di Luca, la stessa parola Avvento (Ad-venire) che rimanda al cammino a volte faticoso della fede e del messaggio di Cristo che nessuno abbandona, l’immagine del bambino “a cui rivela la Parola…i piccoli che ascoltano…” che come tale dovremmo imitare per camminare «umili, nei confronti del Signore e nei confronti degli altri, pieni di speranza, fratelli l’uno con l’altro». Quindi il richiamo inevitabile alla Santa, morta in modo atroce per il più alto ideale in cui credeva e a lei dovremmo ispirarci. Un messaggio chiaro e semplice come quella croce realizzata con materiale comune, come il legno e la corda, a ricordare che anche Gesù nato da due persone del popolo e partorito in una stalla aveva però il mondo nelle sue mani, mani piccole di bimbo la cui nascita è circondata dalla luce e dal mistero cui gli stessi pastori avvertiti della Sua presenza si preoccuparono di andarLo ad adorare. Ancora l’umiltà dei gesti, delle parole che trasfigurano tutte le azioni e i messaggi che Cristo ci ha lasciato in eredità. E quale migliore periodo dell’anno, il Natale, appunto, per fare memoria della Sua venuta, di ripercorrere attraverso una serena riflessione tutta la strada fatta a conclusione di questo anno liturgico, capire quanto e come “conta” Lui nella nostra vita? Infine, la solenne benedizione e ancora un ringraziamento sentito per l’attività dei pompieri e un augurio alle autorità intervenute i sindaci di Cerveteri Alessio Pascucci e di Ladispoli Alessandro Grando, la polizia di Stato, la polizia locale, la comunità parrocchiale di Marina di Cerveteri che ha voluto salutare il Vescovo Reali con affetto e vicinanza.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###