Il Natale dell'Arciconfraternita del Gonfalone

CIVITAVECCHIA – "L’Arciconfraternita del Gonfalone si prepara al Natale mettendo a disposizione dei vivitavecchiesi le bellezze della Chiesa della Stella sia dal punto di vista culturale che spirituale, perché il Natale rappresenti soprattutto un momento interiore". Motivo per il quale l'Arciconfraternita, attraverso il priore David Trotti, invita ogni cittadino a godere di questo periodo visitando la chiesa dedicata a Maria e partecipando alle attività.

Dal 17 dicembre al 5 gennaio 2019, la chiesa sarà aperta dalle 8 alle 12 e dalle 17 alle 19 (dal lunedì al venerdì), il sabato dalle 8 alle 12 tutti i giorni con l’esclusione delle domeniche e del 24, 25, 26 dicembre 2018 e 1, 2 gennaio 2019. Sarà aperta e visitabile la Mostra dei Presepi. Uno di quelli in mostra realizzato in maniera magistrale dal confratello Maurizio Le Blanc offrirà una esperienza speciale quasi un immergersi in un mondo fatato e meraviglioso, sembrerà di essere protagonisti all’interno del presepe stesso.

Mercoledì 13, in occasione della festa di Santa Lucia, la Chiesa della Stella onorerà la Santa con una giornata di devozione e preghiera. Alle 9,30 ci sarà una Messa ed alle 17,00 la Santa Messa Solenne con il Bacio delle reliquie della Santa. Nei giorni del 10,11,12 triduo alle 17.

Domenica 16 alle 17.30 la chiesa della Stella ospiterà il Concerto di Natale diretto dal Maestro Claudio Gargiulli con il gruppo “Pastorella Manzi” che eseguirà brani tradizionali natalizi. Domenica 23 la Chiesa sarà aperta anche dalle 21 alle 24 per accogliere le Pastorelle Civitavecchiesi.

"Come si vede un programma denso e coinvolgente ha aggiunto Trotti – che è possibile realizzare solo grazie alla generosità dei civitavecchiesi che speriamo anche quest’anno vogliano aiutarci con le loro offerte". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Natale dell'Arciconfraternita del Gonfalone

CIVITAVECCHIA – "L’Arciconfraternita del Gonfalone si prepara al Natale mettendo a disposizione dei vivitavecchiesi le bellezze della Chiesa della Stella sia dal punto di vista culturale che spirituale, perché il Natale rappresenti soprattutto un momento interiore". Motivo per il quale l'Arciconfraternita, attraverso il priore David Trotti, invita ogni cittadino a godere di questo periodo visitando la chiesa dedicata a Maria e partecipando alle attività.

Dal 17 dicembre al 5 gennaio 2019, la chiesa sarà aperta dalle 8 alle 12 e dalle 17 alle 19 (dal lunedì al venerdì), il sabato dalle 8 alle 12 tutti i giorni con l’esclusione delle domeniche e del 24, 25, 26 dicembre 2018 e 1, 2 gennaio 2019. Sarà aperta e visitabile la Mostra dei Presepi. Uno di quelli in mostra realizzato in maniera magistrale dal confratello Maurizio Le Blanc offrirà una esperienza speciale quasi un immergersi in un mondo fatato e meraviglioso, sembrerà di essere protagonisti all’interno del presepe stesso.

Mercoledì 13, in occasione della festa di Santa Lucia, la Chiesa della Stella onorerà la Santa con una giornata di devozione e preghiera. Alle 9,30 ci sarà una Messa ed alle 17,00 la Santa Messa Solenne con il Bacio delle reliquie della Santa. Nei giorni del 10,11,12 triduo alle 17.

Domenica 16 alle 17.30 la chiesa della Stella ospiterà il Concerto di Natale diretto dal Maestro Claudio Gargiulli con il gruppo “Pastorella Manzi” che eseguirà brani tradizionali natalizi. Domenica 23 la Chiesa sarà aperta anche dalle 21 alle 24 per accogliere le Pastorelle Civitavecchiesi.

"Come si vede un programma denso e coinvolgente ha aggiunto Trotti – che è possibile realizzare solo grazie alla generosità dei civitavecchiesi che speriamo anche quest’anno vogliano aiutarci con le loro offerte". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stazione ferroviaria: caos e disagi per i passeggeri

CIVITAVECCHIA – Caos totale alla stazione di Civitavecchia, diventata in questi giorni uno snodo per soli frequentatori abituali. Impossibile per i viaggiatori occasionali prendere un treno senza disagi: i lavori di restyling, in corso già da tempo, stanno aggiungendo confusione in un punto che già non brilla per ordine ed efficienza. Salendo le scale del sottopassaggio con in tasca un biglietto già acquistato ma ancora da convalidare, ci si rende subito conto dell’anomalia: è infatti possibile arrivare fino ai bagni pubblici, mentre per i binari bisogna inventarsi qualcosa di diverso perché la strada è interrotta dalle transenne. Il tempo stringe, così il viaggiatore torna indietro e si fionda sul marciapiede esterno, percorrendolo di corsa per poi rientrare in stazione dalla porta principale, quella della biglietteria. Dopo aver obliterato velocemente, un’occhiata lampo al tabellone che indica orario e punto di partenza del treno, poi a gambe levate verso il binario 1T. Ma le porte sono tutte chiuse e dalla stazione non si esce nemmeno passando dal bar. Indicazioni zero. Chi conosce la stazione di Civitavecchia si avventura di nuovo sul piazzale esterno e prova a raggiungere in tempo il binario 1T passando dal parcheggio delle ferrovie; troppo tardi: il treno sta partendo. L’esempio tipico di una stazione ferroviaria che non funziona, dove i lavori di ammodernamento anziché portare giovamento creano disagi a chi deve partire. Sarebbe bastato segnalare adeguatamente il disservizio, mettendo così i viaggiatori nella condizione di non avere problemi. Ma evidentemente a chi ha fatto dei ritardi e dei mezzi obsoleti il proprio marchio di fabbrica, è chiedere troppo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Made in Italy agroalimentare, il senatore Battistoni (FI): "Il Senato ha dato prova di compattezza sul tema"

VITERBO – “Oggi ho avuto l'onore di parlare a nome dell'intero gruppo di Forza Italia in Senato nella dichiarazione di voto per l’importantissimo ordine del giorno sulla difesa del made in Italy agroalimentare. Un atto che ha visto un fronte unitario e comune di tutti i partiti politici contro quelle organizzazioni e quelle Nazioni che stanno mettendo sotto attacco il nostro regime alimentare e la nostra dieta mediterranea". Così in una nota il senatore di Forza Italia Francesco Battistoni. "Ho ricordato ai colleghi senatori – afferma l'azzurro viterbese – che nel 2010 l'Italia ha ottenuto un importante riconoscimento dall'Unesco, che ha definito la dieta mediterranea patrimonio culturale immateriale. A tal proposito vale la pena ricordare le prime righe di questo importante traguardo: "la dieta mediterranea … rappresenta all'insieme delle pratiche, delle rappresentazioni, delle espressioni, delle conoscenze, delle abilità, dei saperi e degli spazi culturali con i quali le popolazioni del Mediterraneo hanno creato e ricreato nel corso dei secoli una sintesi tra l'ambiente culturale, l'organizzazione sociale, l'universo mitico e religioso intorno al mangiare".

"Oggi il senato ha dato una prova di compattezza su questo tema – conclude Battistoni –  e questo ordine del giorno impegna il governo a promuovere campagne per incoraggiare regimi alimentari equilibrati in Italia e posso garantire il grande impegno e la battaglia che metteremo in campo per difendere la nostra storia, la nostra identità nazionale che è palesemente sotto attacco da quel processo di imitazione che prende il nome di Italian Sounding.”

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Fermina, Civitavecchia protagonista ai festeggiamenti di Amelia

CIVITAVECCHIA – Sabato scorso Santa Fermina è stata festeggiata ad Amelia e in onore dei 40 anni di gemellaggio tra le due città il comitato di Civitavecchia ha portato la statua della Santa al Duomo di Amelia. “Quest’anno i festeggiamenti sono stati molti sentiti per le due comunità – ha commentato il presidente del comitato permanente cittadino Ombretta Del Monte – stiamo andando oltre i due appuntamenti del 28 aprile e del 24 novembre, mettendo in campo più azioni in programma come quelle già svolte insieme all’Ente Palio Colombi la scorsa estate.  L’aver portato la statua di Santa Fermina nei festeggiamenti amerini è un gesto di stretta convivialità con la cittadina umbra. Insieme si cercano l'inserimento di prospettive e rappresentanze per dare risorse a nuovi obiettivi di crescita. Ringrazio tutte le rappresentanze amerine per la splendida accoglienza, in particolar modo la sindaca Laura Pernazza e il presidente Ente Palio Colombi, Carlo Paolocci".

Nutrita la delegazione civitavecchiese, rappresentata oltre che dalla De Monte, anche dal sindaco Antonio Cozzolino, il consigliere Salvatore Cardinale, il Direttore Marittimo del Lazio Vincenzo Leone, il vicario monsignor Rinaldo Copponi, monsignor Cono Firringa, l’avv. Roberto Saccarello Cavaliere di Grazia Magistrale Cisom Viterbo-Rieti, il priore David Trotti dell’Arciconfraternita del Gonfalone, il priore Giacomo Catenacci della Confraternita Orazione e Morte, Giovanni Zena responsabile dei portatori della Statua, Enrico Gargano presidente associazione Marinai d’Italia, Fabio Uzzo responsabile della staffetta di Civitavecchia, ed i fotografi Massimo La Rosa e Salvatore Rocchetti.

"Abbiamo ricevuto la consueta calorosa accoglienza, lampante testimonianza – ha sottolineato il sindaco Cozzolino – di quanto da entrambe le comunità sia vivo e sentito questo gemellaggio che quest'anno festeggia i suoi 40 anni. Voglio quindi ringraziare la sindaca Laura Pernazza e l'assessore alla cultura Federica Proietti nonché il presidente dell'ente Palio dei Colombi Carlo Paolocci. Dal nostro lato mi sento di dover ringraziare la presidente del comitato festeggiamenti di Santa Fermina Ombretta Del Monte e con lei tutti i miei concittadini che rendono lustro a Civitavecchia tenendo vivo il nostro gemellaggio con Amelia nel nome della comune Santa Patrona. Gemellaggio che quest'anno ha visto anche un forte coinvolgimento delle scuole e per questo ringrazio i bambini, le insegnanti e l'assessore Alessandra Lecis". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nascono ''I Borghi Marinari di Roma''

LADISPOLI – Parte da Ladispoli il progetto ''Borghi Marinari di Roma: la tua vacanza dove il mare incontra la storia'', il progetto promosso da Rete d'Imprese in collaborazione con l'Arsial. Innovazione, integrazione e internazionalizzazione i tre assi su cui punta il progetto che vuole andare a proporre un'offerta di turismo integrato costiero del litorale nord del Lazio che comprende enogastronomia, ricettività, ambiente, archeologica, mare e cultura.
Tutto è partito con la precedente amministrazione comunale. Quando cioè l'ex amministrazione Paliotta decise di partecipare al bando proposto dalla Regione Lazio per la creazione di una piattaforma in grado di riunire le peculiarità del litorale, da Ladispoli a Montalto di Castro, così da valorizzare i 150 km di costa laziale, mettendo a sistema imprese turistiche, balneari, culturali, ristoratori, albergatori e selezionati produttori di eccellenze agroalimentari. Il programma di Rete, per il quale sono stati stanziati circa 100mila euro, prevede una serie di azioni strategiche ed operative tra cui la realizzazione della piattaforma digitale ed App dei Borghi Marinari di Roma che diventerà volano turistico della vacanza sulla costa del litorale nord. «Grazie a questi strumenti – ha spiegato il presidente Rete d'Imprese dei Borghi Marinari di Roma, Massimo Castellano – gli utenti potranno scegliere un itinerario, attraverso la visualizzazione completa dell'offerta in cui tutto è integrato: la parte paesaggistica, la parte museale, la ricettività e il settore enogastronomico. La messa a sistema dell'intero comparto turistico territoriale è un segnale forte che va a diretto sostegno dell'utente e che ci offre la possibilità di esportare questo modello su altri mercati, con l'obiettivo finale di portare i comuni dei Borghi marinari di Roma alla Fiera internazionale del Turismo di Miami». La Rete sta inoltre realizzando un progetto, in stretta collaborazione con l'Università La Sapienza di Roma e la start up innovativa Sara EnviMob, coordinato dal professor Armando Montanari per specializzare azioni territoriali e favorire l'individuazione di un'offerta che potrà essere efficacemente promossa anche attraverso le eccellenze agroalimentari del territorio e l'azione coordinata dei produttori locali. «Turismo, cultura e cibo è un triangolo virtuoso che io chiamo economia della bellezza – ha proseguito il presidente di Arsial, Antonio Rosati – C'è una grande domanda di prodotti italiani e dobbiamo essere bravi a promuoverli in modo adeguato. Cooperare per competere, come fanno i Borghi marinari di Roma, è la strada giusta per un turismo che porta a Roma, ma non solo. Per farlo però è necessario fare sistema e gioco di squadra».
Ed ad essere convinto che il gioco di squadra e il nuovo sistema che la Rete d'Imprese intende portare avanti grazie al finanziamento ottenuto dalla Regione Lazio in tal senso è anche il vicesindaco e assessore al Demanio marittimo di Ladispoli, Pierpaolo Perretta che ha seguito il progetto sin dai primi passi, in stretta collaborazione con la Rete d'Imprese e il suo presidente Massimo Castellano. Il vicesindaco ha puntato i riflettori sulla necessità per il territorio di poter contare su uno strumento, come quello proposto, che possa valorizzarne le sue peculiarità così da poter attrarre turisti a beneficio dei Comuni stessi che ne fanno parte. E a tal proposito non si può dimenticare quanto già realizzato dalla Rete d'Imprese (Ribomar) durante il periodo estivo appena trascorso: il piano collettivo di salvamento, una dimostrazione concreta della «partecipazione attiva nel territorio», come sottolineato dal Vicesindaco, «in grado di costruire un rapporto tra pubblico e privato, che viene a costituirsi attraverso un percorso virtuoso che ha l'obiettivo di creare la possibilità di un miglioramento territoriale. Il piano di salvamento collettivo messo in atto a Ladispoli – ha spiegato infatti Perretta – non era finalizzato a un ritorno economico ma alla tutela del territorio». Ed è per questo motivo che l'amministrazione comunale del sindaco Grando e in particolare ilvicesindaco Perretta che ha seguito il progetto hanno voluto esprimere la loro soddisfazione per il lavoro svolto dal presidente Castellano e per «tutte le iniziative che andranno ad arricchire il nostro territorio che ha bisogno di un'impresa balneare presente, attiva e che voglia impegnarsi per valorizzare proprio quel territorio sul quale operano da tantissimo tempo».
Il progetto proposto dalla Ribomar è stato presentato nei giorni scorsi all'Enoteca regionale Vyta di via Frattina. Appuntamento al quale ha preso parte anche il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale, Francesco Maria Di Majo che ha promosso il lavoro di Confimprese Italia Turismo, sottolineando come questo vada nella giusta direzione, ossia quella del consolidamento del processo di Zona di Libero Scambio (ZLS) a cui la Rete d'Imprese ha lavorato insieme alla Regione Lazio, e grazie alla quale tutte le imprese, e in particolar modo quelle del turismo, potranno beneficiare di semplificazioni procedurali e di altri vantaggi, avendo il porto come baricentro di questo sistema turistico integrato.
Densi di contenuti, infine, anche gli interventi degli altri partner di progetto che hanno animato l'evento. Tra questi Andrea Maffini, Ceo di High Quality Italy, che ha lanciato i lineamenti di un progetto di internazionalizzazione basato sulle eccellenze agroalimentari del Lazio e la possibilità di avviare percorsi di alta formazione per i professionisti del settore della ricettività, in collaborazione con il più prestigioso istituto di settore statunitense, il Culinary Institute of America. Parallelamente Paolo Giraud, vicepresidente della Rete Nova e delegato per il commercio nel Lazio dell'Ambasciata del Vietnam, ha tracciato un percorso che potrà essere seguito dalle aziende laziali del food & beverage interessate a posizionarsi con successo sul mercato vietnamita e del sud est asiatico.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La capolista Margutta Asp vuole continuare a sognare

Dopo aver ottenuto il primo posto, in coabitazione con la Virtus Latina la settimana scorsa, grazie al successo interno contro il Dream Team Casalandia, la Margutta torna in trasferta.
Per la settima giornata di serie C femminile, domanialle 17 Iengo e compagne faranno visita allo Spes Juventute Pallavolo, compagine quartultima in classifica con soli 5 punti all’attivo.
«C’è poco da dire – afferma coach Alessio Pignatelli – noi andiamo lì per prenderci i tre punti. La loro è una squadra ostica, che lotta su ogni pallone. Starà a noi rendere la gara semplice, facendo valere la nostra qualità e mettendo la giusta intensità».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La capolista Margutta Asp vuole continuare a sognare

Dopo aver ottenuto il primo posto, in coabitazione con la Virtus Latina la settimana scorsa, grazie al successo interno contro il Dream Team Casalandia, la Margutta torna in trasferta.
Per la settima giornata di serie C femminile, domanialle 17 Iengo e compagne faranno visita allo Spes Juventute Pallavolo, compagine quartultima in classifica con soli 5 punti all’attivo.
«C’è poco da dire – afferma coach Alessio Pignatelli – noi andiamo lì per prenderci i tre punti. La loro è una squadra ostica, che lotta su ogni pallone. Starà a noi rendere la gara semplice, facendo valere la nostra qualità e mettendo la giusta intensità».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Centinaio a Tarquinia: ''Il vostro territorio è una nuova emozione''

TARQUINIA – Una sala gremita ha atteso l'arrivo del ministro delle Politiche Agricole e Forestali Gian Marco Centinaio; agricoltori, politici, imprenditori, amministratori e semplici cittadini per confrontarsi su alcuni dei tanti problemi che il settore agricolo attraversa.

E' Alessandro Giulivi , responsabile della Lega Lazio Tarquinia e promotore dell'incontro, a fare gli onori di casa: “Agricoltura e Turismo sono due pilastri fondamentali nell'economia della nostra provincia. Un binomio vincente per far crescere il territorio. Purtroppo i nostri agricoltori si trovano a combattere contro lentezze burocratiche che frenano il circolo produttivo. Per questo chiediamo al Ministro la possibilità di istituire sportelli Agea, che possano snellire i processi di pagamento, in ogni provincia”. Giulivi ha poi presentato il progetto “Campus Zero”, studiato con la Link Campus University e il Comune di Tarquinia per la realizzazione del primo campus ecologico d'Italia.

Il senatore Umberto Fusco ha ringraziato il Ministro per la sua presenza, tanto attesa a Tarquinia, augurandosi che sia il primo di molti altri incontri.

A fare eco alle parole di Giulivi è lo stesso Ministro Centinaio:“ E' paradossale che l' Ue dia i soldi allo Stato per il comparto agricolo e questi non vengano erogati a causa di empasse burocratiche. Sto mettendo in piedi una commissione che controlli gli Enti pagatori e pensando a sportelli Agea territoriali. Da quando mi sono insediato ho trovato più di ottanta decreti non firmati dal precedente governo, riuscire a dare risposte a tutti non è facile. Sicuramente i pagamenti comunitari agli agricoltori sono una priorità assoluta”. Centinaio ha parlato anche di tutela dei consumatori“metteremo i dazi sul riso di Cambogia e Birmania, visto che non rispetta i nostri standard sanitari e di sicurezza alimentare. I prodotti enogastronomici italiani valgono 42 miliardi di euro di esportazione per questo vanno tutelati e supportati”. Eccellenze agroalimentari che creano un indotto turistico non indifferente:“Chi sceglie il nostro Paese lo fa anche perché si mangia bene. Non solo le mete più conosciute, ma anche le piccole realtà devono entrare nel settore turistico, perchè sono sensazioni “diverse”, ed oggi chi viaggia, dopo aver visto Roma, cerca nuove emozioni. E il vostro territorio è una nuova emozione”.

Presente in sala una delegazione del sindacato del Corpo Forestale che, contro la Riforma Madia, ha fatto un accorato appello al Ministro perchè tutto torni come prima. Il ministro ha assicurato il suo sostegno per risolvere quello che secondo lui “è' un errore a cui porre assolutamente rimedio”. Oltre a loro, gli addetti del Polo museale di Tarquinia e Cerveteri,(tra l'altro in un territorio che è patrimonio Unesco) che il 26 novembre vedranno scadere il loro contratto, diciotto persone, a cui il ministro ha dato rassicurazioni, “il Mibact si sta occupando della questione e presto riaprirà un nuovo bando”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###