Christian Gasparri è Guanto d'Oro d'Italia 2018

di ALESSIO ALESSI

Christian Gasparri domina la categoria dei Leggeri e conquista ‘‘Il Guanto d’Oro d’Italia 2018 – Trofeo A. Garofalo’’. 
Il giovane ma già titolato pugile della Cosmo Boxe si muove sul ring allestito all’interno della Palestra di via Leti di Fermo con la solita maestria, spazzando via uno dopo l’altro tutti i suoi avversari.
Una kermesse importante non solo per l’alto livello tecnico dei partecipanti, ma anche per il forte valore sociale veicolato dalla campagna ‘‘Un Pugno al Terremoto’’.
La manifestazione ha aperto i battenti venerdì scorso con i quarti, turno che ha immediatamente sorriso a Gasparri, il quale ha superato con un netto 5-0 Daniele Marte. 
Sabato è stata la volta delle semifinali, con l’atleta di Tarquinia, seguito all’angolo dai maestri Riccardo e Angelo Gasparri, ancora sugli scudi grazie ad un altro 5-0 ai danni di Giuseppe Ferlick. 
Un percorso straordinario che ha portato il classe ’99 in finale, dove ha incrociato i guanti col romano Daniel Spada il quale, seppur in grado di dare filo da torcere a Gasparri, si è dovuto arrendere 5-0 alla classe del talento della Cosmo Boxe, così come avevano fatto i suoi ‘’colleghi’’ in precedenza.
Ora per Gasparri, già nel giro della Nazionale Elite, l’obiettivo principale è arrivare pronto agli Italiani, col sogno olimpico che potrebbe passare proprio da lì. 
«È stato un torneo impegnativo – spiega il maestro e papà Riccardo – ma Christian ha dimostrato tutto il suo valore. Nonostante i match siano stati duri e combattuti, non ha mai rischiato seriamente la sconfitta. Adesso – conclude il tecnico della Cosmo Boxe – ci attende un dual match il prossimo 20 luglio a Tarquinia, poi a settembre inizieremo la preparazione in vista dei campionati italiani Elite in programma a dicembre».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Angelo Rizzo sfida Andrea Pesce

Si è svolta oggi a Grosseto la conferenza stampa di presentazione del primo Trofeo Umberto Cavini, manifestazione all’interno della quale il pugile di Civitavecchia Angelo Rizzo sfiderà sulla distanza delle sei riprese Andrea Pesce nella categoria pesi Massimi. Main event della serata in scena sabato 30 giugno a Piazza Dante sarà il titolo italiano dei Super Piuma tra Michael Magnesi e Francesco Invernizio. 
Il ‘‘Grizzly’’, seguito come sempre all’angolo dal tecnico Emiliano Corrente, per la prima volta da quando è entrato nel professionismo sarà accompagnato anche dal maestro Mario Massai, con quale si sta allenando da qualche mese. 
«Mi sono preparato al meglio per questo match – spiega Angelo Rizzo – sia alla Action Gym che alla Boxe Massai&Branco. Ho eseguito qualche seduta di guanti con Sergio Romano e giovedì ho in programma lo sparring con Danilo Staccone».   

Ale. Al.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Vecchia riparte dal progetto giovani con Rocchetti in panchina

Manca ancora molto all’inizio del campionato di Eccellenza Laziale 2018-19, ma il Civitavecchia è già al lavoro, con il calciomercato che aprirà ufficialmente i battenti il primo luglio. 
La prima novità è l’ufficialità di Andrea Rocchetti in panchina e gli addii di ben quattro giocatori che durante la scorsa stagione si sono fatti valere in molti match: l’esterno Matteo Coco, l’attaccante Ciro Di Fiandra e i centrocampisti Fabio Filangeri e Marco Marino; in forse la permanenza in nerazzurro di Merino. A rinforzare il club di Via Bandiera saranno quattro o cinque acquisti di qualità, nomi importanti per patron Iacomelli che andranno a fare l’ossatura della squadra, circondati dai numerosi talenti del vivaio nerazzurro. Già sono certezze i nomi dei baby fenomeni Cerroni, Iacomelli e Fatarella oltre a Befani e De Santis, ma tanti altri saranno inseriti dalla Juniores Elite poco prima della preparazione. 
A chiarire la situazione nerazzurra il diesse dell’agonistica Fabio Ceccacci: «Abbiamo scelto il tecnico Rocchetti perchè conosce meglio di qualcun altro i giovani talenti che faranno parte di un progetto molto importante. Da lunedì fuori i nomi degli allenatori delle giovanili».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli in''D''imenticabile

Festa grande a Ladispoli: dopo un’emozionante cavalcata e di fronte al folto pubblico amico dello stadio Angelo Sale la società del presidente Paris stacca il pass per la Serie D. 
Nel match di ritorno della finale playoff i rossoblu guidati da mister Pietro Bosco  pareggiano 1-1 contro il Villafranca Veronese e conquistano la massima categoria dilettantistica grazie al 2-2 dell’andata ed alla regola che premia chi segna di più in trasferta nel doppio confronto. 
Ladispoli in vantaggio al 12’ grazie ad Alessio Gallitano. Così come avvenuto in Veneto, il difensore civitavecchiese segna di testa su palla inattiva. 
Nel secondo tempo la squadra di Bosco soffre e subisce il pareggio ospite con Bordignon, che prima sbaglia il rigore e poi segna sulla ribattuta. 
Il Ladispoli ha la palla gol decisiva, ma Cardella spreca.
Alla fine il pubblico ladispolano che ha riempito la tribuna del Sale fa festa insieme a giocatori e dirigenti, per una promozione frutto di una progettazione mirata proprio al salto nella massima categoria dilettantistica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Malore durante la partita del Ladispoli, soccorso dai volontari della Prociv

LADISPOLI – Storia a lieto fine quella di domenica che ha visto come protagonista uno spettatore dello stadio Angelo Sale durante la partita di calcio che ha portato all'avanzamento in serie D del Ladispoli. Lo spettatore, un anziano, ha accusato un malore durante lo svolgimento del match. Ad accorgersi della situazione alcuni tifosi ultras del Ladispoli che hanno immediatamente allertato i volontari della Protezione civile di Ladispoli che si sono subito avvalsi dell'aiuto del personale paramedico della Fenice. Per fortuna la situazione è tornata presto alla normalità grazie all'ottima "catena di montaggio" messa in campo dai volontari della Protezione civile (sia comunale che La Fenice).  Si sarebbe trattato solo di un calo i pressione dovuto all'eccessivo caldo della giornata.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Festa grande per il Ladispoli. E’ serie D

LADISPOLI- Il Ladispoli giocherà in serie D nella prossima stagione e dà il via alla mega festa. Nel match di ritorno della finale playoff i rossoblù pareggiano per 1-1 contro il Villafranca davanti al pubblico amico dell’Angelo Sale e conquistano la massima categoria dilettantistica grazie al 2-2 dell’andata ed alla regola che premia chi segna di più in trasferta nel doppio confronto. Ladispoli in vantaggio al 12° grazie ad Alessio Gallitano. Così come avvenuto in Veneto, il difensore civitavecchiese segna di testa su palla inattiva. Nel secondo tempo la squadra di Pietro Bosco soffre e subisce il pareggio ospite, con Bordignon che prima sbaglia il rigore e poi segna sulla ribattuta. Il Ladispoli ha la palla gol decisiva, ma Cardella spreca. Alla fine è grande festa per il pubblico ladispolano, che ha riempito la tribuna del Sale. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, ultimo sforzo per la Serie D

Tutto è pronto per l’ultima e più importante partita della stagione del Ladispoli: il ritorno della finale playoff di Eccellenza. Dopo una stagione spettacolare, domani alle 16.30 sul rettangolo dell’Angelo Sale, Ladispoli e Villafranca Veronese si contenderanno un posto nella Serie D. 
Nel match di andata giocato nella caldissima Villafranca la scorsa domenica, non si è andato oltre il 2-2: a sbloccare il risultato un’incornata vincente del giovane Gallitano servito nell’occasione da un ottimo Vincenzo Lupo. Il Villafranca però non si dà per vinto e a pochi secondi dal duplice fischio Elia, complice anche una disattenzione difensiva rossoblu, supera Travaglini e trova la rete del momentaneo pareggio. La seconda frazione di gioco si apre con gli ospiti un po’ in difficoltà, e che finiscono sotto ad opera di Faye che stacca più in alto di tutti e spedisce il pallone alla destra dell’estremo difensore rossoblu. A ristabilire l’ordine ci pensa Federico Cardella che dagli undici metri riporta la situazione in parità. Termina 2-2 quindi, un risultato che di fatto favorisce il Ladispoli, ma che non deve comunque far adagiare i rossoblu. 
A più di un mese dalla fine del campionato e dopo aver disputato tre gare, i tirrenici di mister Pietro Bosco non sentono la stanchezza, non conoscono più la sconfitta e soprattutto ci credono. 
Nel frattempo continua a ritmo battente la prevendita per i biglietti della sfida: si prevede infatti ancora una volta il tutto esaurito fra i biglietti acquistati in questi giorni e quelli che verranno venduti direttamente allo stadio. 
Si colorerà quindi di rossoblu la tribuna dell’Angelo Sale, pronta a dare l’assalto alla sfida più importante degli ultimi 13 anni. 
Per l’occasione, visto l’elevato numero di richieste in tempi record, un’azienda del territorio sta preparando oltre 200 sciarpe che verranno vendute all’ingresso dello stadio.
La società comunica che anche per la sfida contro i veneti saranno aperti tre ingressi, il GATE 1 riservato a chi acquista il biglietto il giorno della partita, accrediti, stampa e tifosi ospiti, al GATE 2 invece potranno accedere le prevendite, gli Hospitality Pass e le autorità, mentre al GATE 3 tutti i componenti della scuola calcio con relativi accompagnatori. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Torneo ''Trovò'': i Giovanissimi nerazzurri volano in finale

di MATTEO CECCACCI

I Giovanissimi Elite del Civitavecchia Calcio 1920 del tecnico Pasquale Oliviero nella giornata di domenica scorsa sono stati protagonisti al torneo ‘‘Trovò’’ a Siena dove hanno battuto la quotata padrona di casa Robur Siena 4-3 ai calci di rigore dopo aver terminato a reti inviolate gli interi 70’. Il match, un vero e proprio quarto di finale, è stato fortemente condizionato dai 31° che si sono abbattuti nella città toscana, ma che nonostante questo ha visto buon gioco e grande calcio spettacolo. I nerazzurri hanno prevalso nel primo quarto d’ora di gioco creando tre nitide occasioni dinanzi al portiere, ma le conclusioni sono fuori misura. I bianconeri reagiscono, ma Fioretti impedisce il gol a chiunque tenti di segnarlo. La ripresa viene giocata sulla falsa riga dei primi 35’ dove spiccano diverse occasioni sia da una parte che dall’altra, ma gli estremi difensori sono bravi a trasformare le proprie porte in vere e proprie saracinesche. Al termine del match niente supplementari ma direttamente calci di rigore, una vera e propria lotteria. Per la Vecchia mister Oliviero affida i cinque tiri dagli undici metri a Corona, Liberati, Mastropietro, Bonamano e Criscoli (penalty sbagliato), mentre la responsabilità tra i pali viene riposta all’ex Aurelio Fiamme Azzurre Ale Conti subentrato nella ripresa al posto di Fioretti. Mai più scelta fu azzeccata, detto fatto, è proprio Conti (due rigori parati) a regalare la vittoria alla squadra e concedere ai suoi compagni il pass alla semifinale vinta giovedì sempre dagli undici metri (4-3) nei confronti del Grosseto dopo che nel primo tempo Mastropietro aveva siglato l’1-0 con un eurogol fantastico per poi essere raggiunto nella ripresa da Scorsini. Grande soddisfazione, dunque, per il diesse Fabio Ceccacci che ha scelto di seguire tutte la gare con il team di Oliviero: «Non ho parole. Vedere il sudore sulle maglie nerazzurre dei ragazzi non per il caldo, ma per la fatica che hanno messo nelle due partite mi riempie d’orgoglio, è questo lo spirito giusto dei ragazzi del Civitavecchia Calcio che sta a significare cosa vuol dire avere un settore giovanile così competitivo e forte a tutti i livelli. Tutto questo è straordinario ed è solo l’inizio per un anno pieno di sorprese e cambiamenti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Successo per il match benefico ‘Cerveteri ci mette il Cuore’

CERVETERI – Grande partecipazione di famiglie, ragazzi e ragazze e sportivi allo stadio Enrico Galli per l’evento benefico ‘Cerveteri ci mette il cuore’, che ha visto scendere in campo due selezioni dell’Assocentauri Calcio appartenenti alla Polizia di Stato e la All Stars & Vecchie Glorie del calcio di Cerveteri. 
Un incontro amichevole all’insegna della solidarietà che ha visto scendere in campo anche personaggi noti del mondo dello spettacolo, che non hanno fatto mancare il proprio apporto a questa iniziativa.
Promotrice dell’evento, con il patrocinio degli Assessorati alle politiche culturali e sociali, è stata la consigliera comunale Manuela Nasoni. 
La gara si è conclusa con il punteggio di 5 reti a 4 per la squadra di Cerveteri, ma la vera vincitrice è stata la solidarietà: ben 3500 euro, tanti stati infatti i fondi raccolti a favore di Smaisoli, realtà a sostegno delle famiglie dei bambini affetti da Sma, atrofia muscolare spinale, che si trovano in difficoltà economica a causa della malattia. Grande interesse inoltre per la Lamborghini Huracan al servizio della Polizia di Stato, per l’occasione esposta a Cerveteri. 
Questa macchina con motore V10 da 610 CV di potenza massima e trazione integrale, viene utilizzata per il soccorso e il trasporto di sangue ed organi e per eventuali eventi di beneficenza. Tante le persone che sia in Piazza Aldo Moro, sia al campo Enrico Galli si sono regalati un selfie con il bolide targato Polizia di Stato. Presente, anche la Fanfara della Polizia di Stato, che con generosità e disponibilità non ha fatto mancare il suo sostegno all’iniziativa. 
«E’ stata una grande festa – ha dichiarato Nasoni – coincisa tra l’altro con la chiusura delle attività annuali della Scuola Calcio della nostra città. Colgo l’occasione per ringraziare di cuore l’Assocentauri Calcio appartenenti alla Polizia di Stato, che immediatamente hanno dato la loro disponibilità a rendere possibile questo evento, gli atleti di Cerveteri, ed i personaggi del mondo dello spettacolo che ancora una volta hanno scelto di scendere in campo in prima persona per la solidarietà, oltre a tutti i cittadini, gli atleti, le società, e coloro che sono intervenuti ed hanno reso possibile l’evento».

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc, al PalaGalli vietato sbagliare

di MATTEO CECCACCI

Una gara da dentro o fuori, vincere o perdere, essere inferiore o eccellere: alternative, dicotomie per continuare a sognare la tanta ambita serie A1. Un obiettivo che la Snc Enel Civitavecchia e il Genova Quinto si contenderanno domani al PalaGalli alle 21.30 per gara2 del primo turno playoff. Si ripartirà dalla consapevolezza rossoceleste delle forti doti tecniche che il team di Gabriele Luccianti possiede, ma d’altronde i genovesi hanno ottenuto 22 vittorie su 22 gare disputate e di certo non ci si poteva aspettare una squadra facile da affrontare, anche se mercoledì la Snc è uscita sconfittia dalle Piscine di Albaro 9-5 mettendo in grande difficoltà i liguri dal punto di vista natatorio. Un match, quindi, che decreterà chi continuerà la scalata verso la massima serie, ma c’è da mettere in conto l’eventuale vittoria civitavecchiese che, nel caso avvenisse, porterebbe alla ‘‘bella’’ mercoledì prossimo a Genova alle 21. Numeroso, dunque, sarà il pubblico allo Stadio del Nuoto che caricherà fin dall’inizio il team di Pagliarini; e allora che l’impresa abbia inizio. A dire la sua sulla partita ci pensa capitan Romiti: «Possiamo arrivarci tranquillamente a gara3, non c’è molta differenza tra loro e noi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###