''Parte l'operazione spiagge sicure. In campo tutte le forze dell’ordine''

S. MARINELLA – Parte anche a Santa Marinella l’operazione “Spiagge Sicure”, coordinata dalla Prefettura di Roma. In campo con un’attività congiunta che si esplicherà in due distinte operazioni sia a Santa Marinella che a Santa Severa, scenderanno il Comandante del locale ufficio Marittimo Vitale con gli uomini della locamare della Guardia Costiera di Santa Marinella, i Carabinieri di Santa Marinella e Santa Severa agli ordini dei Comandanti di Stazione Bernardini e Gazzillo, il personale della Polizia Locale di Santa Marinella con il Comandante Marinangeli e quelli della Polizia di Stato del Commissariato di Civitavecchia agli ordini del dottor Regna. Le attività riguarderanno soprattutto il controllo e il contrasto al commercio ambulante abusivo, la verifica delle installazioni sulle spiagge ed il contrasto al commercio abusivo di frutti di mare. «E’ un’operazione importante alla quale questa amministrazione comunale tiene molto – afferma il vicesindaco Andrea Bianchi – che serve a ristabilire i requisiti minimi di vivibilità delle nostre spiagge e a rendere più sicure le vacanze per i nostri ospiti. Auspico il sempre maggiore impegno delle forze dell’ordine sul nostro territorio, donne e uomini che ringrazio e ringrazierò sempre per l’impegno e la dedizione che offrono alla collettività attraverso il loro prezioso lavoro, fatto di sacrificio ma anche di umanità e preziosa competenza tecnica. Operazioni straordinarie come questa che sto annunciando non devono far dimenticare il lavoro quotidiano di tutti gli operatori della sicurezza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chiuso il sito Internet del Comune di Santa Marinella

S. MARINELLA – Chiuso a tempo indeterminato il sito web ufficiale del Comune di Santa Marinella. Stamattina infatti i dipendenti comunali hanno avuto questa ennesima sorpresa che ha mandato su tutte le furie il sindaco Pietro Tidei. «La società che gestisce il sito – dice il primo cittadino – è subentrata all’azienda che ha vinto il bando ed è risultata assegnataria del contratto e che poi per vicissitudini economiche ha dovuto lasciare. Tra le prestazioni migliorative della ditta originaria c’era anche la gestione del sito, cosa che non è mai avvenuta. Oggi la città di Santa Marinella è senza sito internet, peraltro un servizio che è necessario ai fini della trasparenza e della pubblicità degli atti comunali, perché un’azienda che ha lavorato senza contratto, arbitrariamente, oggi sa bene che il vento è cambiato, che non basterà la sciatteria di un’intera amministrazione comunale a tenerla a galla ma che dovrà dimostrare il suo diritto a percepire qualsiasi somma di denaro pubblico e questo non lo può fare. Invece di tentare di regolarizzare una situazione assurdamente illegale, ha preferito interrompere un pubblico servizio che essendo gestito senza contratto le ha consentito di avere a disposizione i dati personali e sensibili di migliaia di utenti senza autorizzazione alcuna. «Di questo il primo cittadino si vedrà costretto ad interessare la Magistratura, attraverso la locale stazione dei Carabinieri. «Perché una città e un’amministrazione comunale – continua Tidei – non possono rimanere senza un servizio essenziale di punto in bianco. Questa cosa sarà oggetto di lavoro della commissione che intendo far nominare dal consiglio comunale di lunedì prossimo, è uno dei punti all’ordine del giorno, affinché vengano accertate le evidenti responsabilità, occorrendo anche penali, della passata amministrazione e dei dirigenti comunali che non hanno voluto vigilare. Dobbiamo cambiare approccio, dobbiamo trapiantare il seme della massima legalità anche a Santa Marinella, dobbiamo risultare trasparenti ed inclusivi, sempre, ma anche inflessibili contro chiunque abbia approfittato della sua posizione, politica o amministrativa che fosse, per attività contrarie agli interessi pubblici». «Oggi – conclude il sindaco – la città si ritrova senza un servizio essenziale, che provvederemo a ripristinare al più presto, come stiamo facendo per tutti i servizi e gli appalti che giorno dopo giorno fanno emergere gravi criticità. Ci siamo messi subito al lavoro, senza indugi, perché Santa Marinella è stata finora abbandonata a se stessa e sfruttata. Questo non dovrà accadere mai più».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: ''Sulla farmacia apriremo una commissione d’inchiesta''

SANTA MARINELLA – Continua il botta e risposta tra il sindaco Tidei e l’ex delegato al cimitero Eugenio Fratturato. Nella discussione, si era parlato della farmacia comunale, che Fratturato ha politicamente gestito per un anno, causando il botta e risposta tra i due. «La simpatia di Eugenio Fratturato – dice Tidei – non potrà mai essere messa in discussione, altrimenti la sua replica alla mia dichiarazione, assolutamente piena di scuse puerili, non avrebbe alcun valore. Sulla competenza di Fratturato quale amministratore, dobbiamo purtroppo nutrire qualche dubbio ed i fatti non possono non darci ragione. Oggi ci illustra che la sua delega alla farmacia aveva un contenuto parziale, non era relativa alla vicenda finanziaria dell’azienda comunale. Se non si occupava di conti, in cosa impegnava il suo tempo il consigliere delegato Fratturato? Non crediamo certo a sistemare le scatole di medicine sugli scaffali né a scegliere il personale da assumere. Dire che la sua delega fosse parziale la riteniamo un’offesa all’intelligenza dei cittadini che si sono ritrovati, senza saperlo, a dover gestire un altro degli innumerevoli debiti che l’amministrazione, di cui faceva parte anche Fratturato, ha saputo collezionare in pochissimo tempo. Un milione di euro di debito, con i fornitori che non vogliono più scaricare le merci, cioè le medicine, non credo sia un esempio di buona gestione da tramandare alle prossime generazioni. Fratturato invece di chiedere scusa alla città e di venirci a spiegare come intende aiutarci a risolvere questo problema, minaccia sbraitando di mettere la cosa in mano a ad un legale. A proposito di azioni legali, lo informo che nel prossimo consiglio comunale, che si terrà prima della fine del mese, verrà messo all’ordine del giorno la costituzione di una commissione consiliare d’inchiesta sulla gestione della farmacia comunale, il cui rapporto finale dovrà essere trasmesso alla Procura regionale della Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica di Civitavecchia». «Se non gestiva la farmacia comunale proprio Fratturato con la sua delega – conclude Tidei – a cosa serviva questa delega che si era fatto attribuire specificamente, con quella del cimitero? Ce lo dovrebbe spiegare proprio lui, con parole sue, senza chiamare in suo soccorso l’assessore Minghella che invece di criticare sta aiutando fattivamente a rimettere in corsa questa città». Immediata la risposta di Fratturato. «Ben venga una commissione di inchiesta o anche ispettiva per la verifica dell’operato della precedente amministrazione su tutte le tematiche riguardanti l’Ente e sul perché e chi ha deciso che, con gli incassi della farmacia, venissero liquidate fatture riguardanti altri settori del Comune. Per il mio operato non devo ne giustificare ne chiedere scusa a nessuno, ho sempre svolto la mia attività politica alla luce del giorno in collaborazione con i vertici dell’amministrazione con i dirigenti e con i dipendenti comunali. Se Tidei ha la necessita di spostare l’attenzione dei cittadini dalle sue nomine, vedi l’assessore Minghella e il Presidente del Consiglio Marongiu, con la notizia che sono giacenti in Comune fatture di svariati milioni di euro da pagare, non è una sorpresa per nessuno ne tantomeno per Lui. Io cammino a testa alta e non chiedo soccorso a Minghella che, come dice Tidei, sta aiutando fattivamente a rimettere in corsa questa città».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Servono proposte concrete da valutare collegialmente''

SANTA MARINELLA – Il consigliere comunale di minoranza Francesco Fiorucci invita l’amministrazione a trovare tutte le soluzioni possibili per risolvere la crisi economica che attraversa la città. 
«La situazione economico finanziaria del nostro Comune – dice Fiorucci – presenta numerosi problemi la cui origine dovrà essere valutata ed accertata da chi di dovere. L ‘impegno dei nuovi amministratori e di tutto il consiglio comunale, deve essere rivolto a trovare soluzioni gestionali idonee ad affrontare lo stato di crisi della nostra città. La realtà la conosciamo, bisogna procedere con proposte concrete da valutare collegialmente, in grado di risanare tale condizione negativa. Santa Marinella ha una vocazione principalmente turistica tale caratteristica deve essere considerata il volano della rinascita economica e culturale della nostra città. A tale scopo, al fine di finanziare il miglioramento dei servizi e del decoro urbano, proporrei l’adozione di una imposta di soggiorno, già applicata da più di 900 comuni italiani, tra i quali Civitavecchia mentre a Roma, per fare un esempio, l’imposta ha creato nel 2016 un gettito di più di 140 milioni di euro. La tassa di soggiorno è un’imposta che deve pagare chi usufruisce dell’affitto di camere, dell’affitto breve di un appartamento o porzione di abitazione o del pernottamento in una struttura ricettiva per soggiornare in un città. L importo varia da dieci centesimi a cinque euro a notte per persona. È quindi un’esigua imposta che non grava sul bilancio familiare dei cittadini di Santa Marinella. Poiché opero nel settore turistico da molti anni, posso garantire che i turisti normalmente chiedono oltre ai costi dei servizi, l’ammontare della tassa di soggiorno. La tassa di soggiorno, a mio avviso, non comporterebbe nessuna flessione sul numero delle presenze, allineandola a tutte le altre città turistiche».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scuola: Benedettine, proroga di due anni

SANTA MARINELLA – La trattativa con l’istituto delle Suore Benedettine ha portato un buon risultato. Il Sindaco Pietro Tidei ha confermato che, a seguito di incontri e serrate trattative, l’Istituto ha concesso al Comune una proroga di due anni sull’utilizzo della struttura come scuola materna e pertanto le aule di via Cicerone potranno essere utilizzate per l’anno scolastico in corso e per quello successivo. “Due anni scolastici sono esattamente il tempo occorrente per programmare ed eseguire i lavori di messa in sicurezza dell’edificio scolastico delle Vignacce – ha detto Pietro Tidei – che quindi potrà continuare a servire i piccoli studenti residenti nella zona sud di Santa Marinella”. Le Suore Benedettine hanno anche manifestato l’intenzione di procedere alla vendita dell’intero immobile di via Cicerone. Il Sindaco Tidei darà incarico all’agenzia del territorio di procedere alla valutazione dell’edificio e delle sue pertinenze che potrebbero essere sfruttate, considerata l’ubicazione, la possibilità di creare parcheggi nelle adiacenze, l’estensione e la conservazione delle superfici, per sopperire alla necessità di uffici dell’amministrazione comunale sfruttando i finanziamenti già stanziati per la costruzione del municipio e abbattendo i canoni passivi molto onerosi già pagati dal Comune. In ogni caso l’operazione dovrà attentamente essere valutata considerata anche la richiesta economica, ancora ignota, che sarà formulata dall’Istituto. Sembra infatti che il valore effettivo dell’immobile si aggiri sui quattro milioni di euro ma che la trattativa si può chiudere sui tre milioni e mezzo. In questo modo, il sindaco potrebbe risolvere in un solo colpo due problemi, quello relativo alla carenza di aule e quello della mancanza di una vera e propria sede comunale. Sarebbe l’occasione per rispettare il programma elettorale che prevedeva la sistemazione degli istituti scolastici e della realizzazione di un municipio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella Film festival: Jean Gili presidente di giuria

SANTA MARINELLA – Il Santa Marinella Film Festival avrà un presidente di giuria di caratura internazionale. Infatti, Jean Gili, uno dei nomi più prestigiosi del cinema mondiale, farà parte della commissione che giudicherà le opere presentate. Apprezzato per aver creato e diretto per anni il prestigioso Festival del Cinema Italiano di Annecy, è noto a tutti i cultori della materia, come raffinato critico cinematografico, collaboratore delle maggiori riviste specializzate di Francia (scrive regolarmente per la rivista Positif), Jean Gili si è distinto come profondo conoscitore del cinema. Ha autorevolmente ribaltato i giudizi sommari, emessi in odium auctoris, sul cinema del ventennio, con due testi che sono diventati pietre miliari della storia del cinema, l’Italia di Mussolini e il suo cinema e il cinema italiano all’ombra dei fasci. Jean Gili ha inoltre scritto su tutti i nostri più importanti registi e attori, da Rosi ai fratelli Taviani, da Nanni Moretti a Luigi Comencini, da Ettore Scola a Fellini, Visconti e Mastroianni. Ha curato L’Italia allo specchio del suo cinema, opera omnia in due volumi, il secondo dei quali edito nel 2017.
Dopo aver insegnato all’Università di Nizza, dove è nato nel 1938 e poi all’Università di Parigi, attualmente è professore emerito all’Università di Parigi 1 Pantheon la Sorbonne.
Con Jean Gili in giuria, il Santa Marinella Film Festival continua la sua crescita nel prestigio e nella reputazione nazionale ed internazionale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Guanto d’Oro'': Anna Lisa Brozzi esce ai quarti di finale

Il pugile elite prima serie Anna Lisa Brozzi della scuderia Santa Marinella Ring esce di scena ai quarti di finale del prestigioso ‘‘Guanto d’Oro’’ andato in scena di Rivisondoli: ad estrometterla dal torneo l’altra laziale Maria Cecchi. 
La Brozzi, accompagnata dai maestri Sebatiani e Mazzalupi, ha dato il massimo delle sue energie residue, tenendo conto che la grande attività svolta nella prima fase dell’anno della ragazza ha ridotto al lumicino la sua concentrazione, elemento  fondamentale per affrontare competizioni di alto livello come quella del ‘‘Guanto d’Oro’’. 
La Brozzi, da gennaio 2018 ad oggi, ha disputato sei combattimenti, vincendone cinque e pareggiandone uno; è inoltre diventata campionessa italiana ai campionati universitari svolti nel mese di maggio a Termoli. 
L’uscita dal ‘‘Guanto d’Oro’’ da parte della pupilla del team santamarinellese non mette in discussione neanche minimamente le sue qualità, ma dà la consapevolezza che nella categoria dei 54 kg la Brozzi è in buona compagnia: una classe ricca di giovani talenti dove per emergere bisogna dare sempre il massimo. Ora per la Brozzi un meritato riposo estivo, per poi riprendere a settembre con lo sguardo indirizzato verso l’ultimo e più importante torneo dell’anno: gli Assoluti femminili.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Assessorato allo Sport, l’impegno sarà onorato''

SANTA MARINELLA – Gli ultimi incontri sostenuti dal sindaco Tidei con i suoi “compagni di cordata” hanno consentito di chiarire alcune situazioni che stavano creando malcontento nella coalizione di centro sinistra. Anche se ancora permangono mugugni sulle scelte del sindaco di inserire nella giunta esecutiva due assessori esterni, il clima all’interno della maggioranza è più sereno. Sabato, il primo cittadino, ha incontrato il leader della lista Amici dello Sport e alcuni membri del direttivo, per  spiegare qual è il suo pensiero su un gruppo che, con i suoi 450 voti, ha consentito a Tidei di vincere le elezioni. Il responsabile della lista Paolo Di Martino, infatti, non aveva digerito l’esclusione di un suo rappresentante nella giunta esecutiva, peraltro assicurato prima delle elezioni. Nel corso dell’incontro, il sindaco ha spiegato perché, alla lista giunta terza nella coalizione vincente, non è stato assegnato alcun assessorato. «Ho dovuto tenere fede ad alcuni impegni presi con altri personaggi che hanno sostenuto la mia candidatura – ha riferito Tidei – e quindi, considerato il numero limitato di assessori e le aspettative dei tanti che hanno contribuito al mio successo, ho dovuto prendere delle decisioni immediate. Comunque, ho riconosciuto alla lista Amici dello Sport l’ottimo risultato conseguito alle elezioni con i suoi 450 voti ed ho promesso che verranno gratificati in tempi brevi dell’assessorato allo sport, al momento in cui verrà a liberarsi, per qualsiasi motivo, un posto in giunta. Per ora terrò per me la delega allo sport, e al momento dell’assegnazione dell’assessorato alla lista di Di Martino, consegnerò anche la delega relativa». Ovvia la soddisfazione dei rappresentanti della lista degli sportivi. «Il sindaco ci ha assicurato che manterrà l’impegno preso in fase preelettorale – dice Paolo Di Martino – e questo per noi è sufficiente per ribadirgli la nostra fedeltà alla maggioranza. Attenderemo fiduciosi che si liberi un assessorato per poter avere la delega allo Sport e iniziare il lavoro previsto nel nostro programma elettorale. Resto perplesso sull’atteggiamento di Jacopo Iachini, che è il nostro rappresentante in consiglio comunale, che dal momento in cui è stato eletto, non lo abbiamo mai visto. Non ha partecipato neppure all’incontro e questo è un segnale che lui probabilmente voglia seguire una sua strada». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''La responsabilità della sconfitta del centrodestra è della Lega''

SANTA MARINELLA – L’ex candidato della lista Fratelli D’Italia Alfredo De Antoniis dopo essere stato duramente attaccato, risponde ai responsabili della Lega cittadina. «Sono contento – dice De Antoniis – delle attenzioni ricevute da sedicenti esponenti leghisti ma loro dicono delle assurdità, primo perché scrivere che la Lega non è più in mano a me, fa capire la levatura del progetto politico. Far parte di un partito e fallo nascere e crescere localmente non è un noleggio, ma un ideale in cui credere, qualcosa che contraddistingue le azioni politiche e di vita quotidiana. Non mi stupisco che oggi, chi si dichiara duro è puro, lo fa per interessi politici personali, ma vorrei capire come è possibile parlare di chi è stato sempre a destra, come il sottoscritto e additargli voli pindarici quando ci si è candidati a sinistra, poi nel centro destra per finire ad essere i paladini dell’immigrazione e dello Sprar e da due mesi a questa parte essere diventati leghisti. Forse qualcuno ha la memoria corta o fa finta di non ricordare eppure non dovrebbe, perché in caso di dissesto, le responsabilità principali saranno proprio dei leghisti dell’ultimo minuto, che dopo essersi caricati l’ex sindaco Bacheca, si caricheranno tutte le responsabilità politiche di questo disastro. Prima di pontificare, farei un esame di coscienza, la responsabilità della sconfitta del centro destra è proprio della Lega, che prima ha spaccato un’intera area per cercare di vincere in altri comuni del Lazio, scaricando Santa Marinella al proprio destino, e poi ha fatto perdere il progetto pulito di Bruno Ricci”. “Sul mio appoggio a Tidei – continua De Antoniis – mi viene da ridere, forse si aspettavano che facessi campagna elettorale per loro, ma dovrebbero sapere che ho una dignità e una fermezza politica che non mi fa agire per interessi, ma per ideali. Capisco che certi personaggi non sono abituati a un tale modo di fare politica, ma dovrebbero riuscire a comprenderlo. Al ballottaggio ho lasciato libero il mio elettorato di scegliere tra astensione e votare Bruno Ricci, proprio perché le imposizioni non mi sono mai piaciute e non le ho fatte ai miei elettori. Piuttosto mi ricordo di un articolo di Tidei che indicava i neo leghisti come richiedenti di un posto nel Pd con tanto di testimoni, è mai stato smentito o è stato sbagliato solo il carro su cui salire?”. “In piena libertà – conclude l’ex candidato – informeremo i vertici della Lega di quello che è successo, perché abbiamo costruito questo partito nella nostra città fin dai tempi di Noi con Salvini essendo tra i fondatori del partito su questo litorale”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Marongiu: ''Ricci cerchi altrove le ragioni della sua sconfitta''

SANTA MARINELLA – Il neo presidente del consiglio comunale Roberto Marongiu ribatte alle esternazioni dell’ex candidato sindaco del centro destra Bruno Ricci. «In consiglio comunale – dice Marongiu – dopo essere stato da me invitato a non polemizzare più sulla stampa, ma a lavorare per il bene della città con attività prepositiva da fare in consiglio comunale, Ricci, dopo aver sommessamente fatto un intervento striminzito a consiglio comunale già chiuso, continua imperterrito a non digerire la sua sconfitta ed a cercare alibi e capri espiatori. Non vorrei essere la causa delle sue notti insonni, pertanto invito Ricci a fare il mea culpa per la sconfitta». «La mia posizione è stata chiarita anche in consiglio comunale, non so dove altro lo debba dire, eppure mi sembra di parlare un italiano abbastanza comprensibile – precisa Marongiu – gli rispiego ancora che al primo turno le mie liste hanno deciso di correre autonomamente, perché le distanze tra il nostro progetto amministrativo e quello rappresentato da Ricci erano e sono tutt’ora enormi. Non è un caso che al primo turno anche l’architetto Carlo Pisacane, Alfredo De Antoniis e Giampiero Rossanese, abbiano fatto la mia stessa scelta, probabilmente le diversità tra questi ed il progetto che lui rappresentava erano profonde. Pertanto chi ha deciso di correre per proprio conto al primo turno certamente e difficilmente avrebbe cambiato idea con un sostegno a Ricci in caso di ballottaggio. Tale concetto è evidente a tutti tranne che a lui. Ricci, ricerchi altrove le ragioni della sua sconfitta ed in particolare colga dalla stessa degli elementi di positività e di crescita amministrativa e politica».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###