Chiuso il sito Internet del Comune di Santa Marinella

S. MARINELLA – Chiuso a tempo indeterminato il sito web ufficiale del Comune di Santa Marinella. Stamattina infatti i dipendenti comunali hanno avuto questa ennesima sorpresa che ha mandato su tutte le furie il sindaco Pietro Tidei. «La società che gestisce il sito – dice il primo cittadino – è subentrata all’azienda che ha vinto il bando ed è risultata assegnataria del contratto e che poi per vicissitudini economiche ha dovuto lasciare. Tra le prestazioni migliorative della ditta originaria c’era anche la gestione del sito, cosa che non è mai avvenuta. Oggi la città di Santa Marinella è senza sito internet, peraltro un servizio che è necessario ai fini della trasparenza e della pubblicità degli atti comunali, perché un’azienda che ha lavorato senza contratto, arbitrariamente, oggi sa bene che il vento è cambiato, che non basterà la sciatteria di un’intera amministrazione comunale a tenerla a galla ma che dovrà dimostrare il suo diritto a percepire qualsiasi somma di denaro pubblico e questo non lo può fare. Invece di tentare di regolarizzare una situazione assurdamente illegale, ha preferito interrompere un pubblico servizio che essendo gestito senza contratto le ha consentito di avere a disposizione i dati personali e sensibili di migliaia di utenti senza autorizzazione alcuna. «Di questo il primo cittadino si vedrà costretto ad interessare la Magistratura, attraverso la locale stazione dei Carabinieri. «Perché una città e un’amministrazione comunale – continua Tidei – non possono rimanere senza un servizio essenziale di punto in bianco. Questa cosa sarà oggetto di lavoro della commissione che intendo far nominare dal consiglio comunale di lunedì prossimo, è uno dei punti all’ordine del giorno, affinché vengano accertate le evidenti responsabilità, occorrendo anche penali, della passata amministrazione e dei dirigenti comunali che non hanno voluto vigilare. Dobbiamo cambiare approccio, dobbiamo trapiantare il seme della massima legalità anche a Santa Marinella, dobbiamo risultare trasparenti ed inclusivi, sempre, ma anche inflessibili contro chiunque abbia approfittato della sua posizione, politica o amministrativa che fosse, per attività contrarie agli interessi pubblici». «Oggi – conclude il sindaco – la città si ritrova senza un servizio essenziale, che provvederemo a ripristinare al più presto, come stiamo facendo per tutti i servizi e gli appalti che giorno dopo giorno fanno emergere gravi criticità. Ci siamo messi subito al lavoro, senza indugi, perché Santa Marinella è stata finora abbandonata a se stessa e sfruttata. Questo non dovrà accadere mai più».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Allarme erosione a Ladispoli

LADISPOLI – L’allarme erosione continua ad allarmare i ladispolani. Non solo gli operatori balneari che in alcuni casi hanno dovuto rinunciare a file di ombrelloni e lettini, ma anche i residenti e turisti. Costa “rosicchiata” soprattutto nella zona alle spalle di via Roma, dove la spiaggia libera praticamente non esiste più.
“Una volta venivamo qui con gli amici e si stava davvero bene in questo fazzoletto di spiaggia, purtroppo quest’anno c’è il mare e si può stare soltanto sugli scogli”, è la triste constatazione di Loredana, romana ma da tanti anni pendolare a Ladispoli. 
Più a nord ancora a soffrire è la Palude di Torre Flavia, sito naturale protetto da Città Metropolitana. In queste ore però arrivano buone notizie da Palazzo Valentini. 
"Abbiamo lavorato sodo – annuncia il consigliere metropolitano, Federico Ascani – per ottenere dei fondi, decine di migliaia di euro, per le opere di salvaguardia ambientale e manutenzione straordinaria di adeguamento igienico-sanitario finalizzate alla gestione e fruizione del Monumento Naturale. Soldi inseriti nel bilancio targato 2019".
Naturalmente Ladispoli attende i milioni di euro della Regione Lazio che dovranno arrivare entro i prossimi anni, come promesso anche dal vicesindaco e assessore al Demanio, Pierpaolo Perretta.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emergenza idrica: vertice al Pincio

CIVITAVECCHIA – Un tavolo tecnico, per affrontare il problema che sta investendo molti quartieri cittadini, coinvolgendo anche zone che non avevano mai registrato problemi, e per trovare soprattutto soluzioni per archiviare questa crisi. L'emergenza idrica è stata al centro del  vertice di ieri a Palazzo del Pincio, tra amministratori e tecnici comunali e tecnici di Acea, la società che da aprile ha preso in carico la gestione del servizio idrico cittadino. 

Il sindaco Antonio Cozzolino si è detto fiducioso che al massimo entro la giornata di domani la situazione potrà tornare alla normalità, con i disagi che potranno essere confinati ad un paio di ore al giorno, concentrate nella notte. I tecnici di Palazzo del Pincio hanno infatti fornito una serie di consigli e suggerimenti ai colleghi della Spa romana per riportare in equilibrio l'intero sistema di distribuzione: perché è qui, secondo il primo cittadino, che si deve lavorare. "Quando si prende in carico un sistema come quello locale sconosciuto, complicato e malmesso – ha spiegato – occorre "prendere confidenza" e accogliere i suggerimenti di chi in questi anni ci ha lavorato". I tecnici Acea sono quindi impegnati sui serbatoi e sui punti di accumulo cittadini per rimettere in equilibrio la rete idrica, seguendo le indicazioni fornite loro, con opportune manovre ed aggiustamenti. "Anche perché – ha ricordato Cozzolino – a differenza dello scorso anno, con l'apporto idrico pari a 160 l/s, oggi la città ne conta il doppio e quindi i problemi non avrebbero ragione di esistere".  

L'obiettivo è quindi quello di evitare il protrarsi di una crisi idrica che sta mettendo in seria difficoltà centinaia di famiglie. Anche oggi sono state diverse le segnalazioni giunte da più parti, da Campo dell'Oro a via Buonarroti, passando per piazzale Torraca e zona Benci e Gatti. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scarico del carbone, il centrodestra scende in campo

CIVITAVECCHIA – "Siamo dalla parte dei lavoratori e di chi fa impresa vera. Se a qualcuno non sta bene, basta che lo dica. Pubblicamente". Il centrodestra unito entra nel dibattito scaturito dalla vertenza per lo scarico del carbone a Tvn. Forza Italia, Fratelli d'Italia, La Svolta, Forza Civitavecchia  e le liste civiche del centrodestra esprimono solidarietà ai lavoratori, "vere vittime della vertenza Enel esplosa in queste ore in città. Vedere vacillare una stabilità lavorativa, seppur garantita dal patto sociale stabilito dalla stessa azienda elettrica, di questi tempi è quanto di più nefasto possa accadere all’interno di una famiglia. C’è da dire però – hanno aggiunto – che la levata di scudi da parte di certe sigle sindacali ha più il sapore della difesa datoriale che di quella occupazionale. È chiaro che oggi le norme sulla distorta liberalizzazione del mercato, tanto care alla sinistra, debbano essere applicate su tutti, ma a partire da certi manager che contavano di operare in un regime di monopolio, facendosi scudo di lavoratori assunti con contratti “atipici”: che tradotto in termini brutali nient’altro è diventato che consenso in cambio di posti di lavoro. Davanti all’evidenza dei fatti non possiamo tradire i nostri valori liberali e abbandonare quanti lavorano all’interno di questo sistema malato, per noi, fin dall’inizio".

Secondo il centrodestra non ci possono essere più "monopoli né tanto meno posizioni di rendita da difendere. Le aziende che fino ad ora hanno lavorato in Italia in regime di monopolio, devono iniziare a fare i conti con la competitività e la professionalità del mercato moderno. Questa è l’unica garanzia – hanno aggiunto – per la crescita e di conseguenza per i loro lavoratori: vietato perciò strumentalizzarli con il terrorismo psicologico, senza dire loro la verità del perché siamo arrivati a questo punto, che il mercato non può essere condizionato per interessi personali e politici. Invece, salvaguardarli davvero. D’altronde stiamo parlando di una  una società che da anni gestisce la movimentazione del carbone di Tvn: senza aver fatto alcuna gara, solo tra il 2011 e il 2016 con Enel ha contato commesse per quasi 40 milioni di euro. A preoccuparsi, ora, siano perciò i vertici aziendali: sarà dura, per loro mantenere il privilegio quasi scontato sul terreno dei consensi, tema tanto caro ad un certa politica di sinistra. Torniamo a dirlo: noi del centrodestra restiamo e resteremo invece vicino ai lavoratori, vere vittime della situazione proprio alla luce di quanto abbiamo detto. Strumentalizzare il rischio occupazione, con lavoratori che guadagnano forse 1200 euro – hanno aggiunto – è il più meschino dei comportamenti. Crediamo invece nella validità del modello sociale europeo, nei valori sociali e liberali, che si basa sui principi inscindibili di efficienza economica, di giustizia sociale, di concorrenza e solidarietà, di responsabilità personale e di protezione sociale. Questi principi diventano più che mai pregnanti nella realtà locale. Siamo fortemente convinti che una sana e trasparente competizione sia sinonimo di occupazione, sviluppo e soprattutto benessere sociale. Ora la scelta da quale parte stare spetta ai due colossi industriali. Porto e Enel – hanno concluso – scegliere se cedere al ricatto camuffato da vertenza occupazionale, perpetrato da chi in questi anni ha sapientemente coltivato un potere fatto di  privilegi e prebende, oppure intraprendere la strada della trasparenza e della sana competizione, salvaguardando la professionalità degli occupati senza interessarsi di quella dei manager e dei voti da garantire loro".

 

 

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Un servizio civile che funziona

CIVITAVECCHIA – La Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della gioventù e del Servizio civile – ha rilasciato il nulla osta a tutti i progetti di Servizio civile universale per 2661 volontari da impiegare nella Regione Lazio. A Civitavecchia, così come l’anno scorso, saranno assunte presso la locale Protezione Civile 4 persone, tramite bando, per una durata di 12 mesi. «Una Protezione Civile che funziona rende un servizio impagabile alla comunità – spiega il sindaco Antonio Cozzolino – e come primo cittadino sono orgoglioso che per il secondo anno consecutivo 4 giovani possano avere la possibilità di vivere un’esperienza tanto gratificante quanto educativa. Ringrazio il coordinatore dell’unità di crisi Valentino Arillo e tutta la sua squadra di volontari per l’ottimo lavoro che svolgono al fianco delle istituzioni con sacrificio e abnegazione, segnale positivo di una cittadinanza attiva, frutto di senso civico e di una vera passione per la Protezione Civile». 
«Un altro risultato per il territorio – afferma Valentino Arillo – che dà continuità a quelli che sono i progetti della Protezione Civile nell’assistenza ai cittadini, nella gestione dei piani di emergenza e informazione alla popolazione. Il fatto che i 4 giovani che hanno lavorato con noi in questo anno abbiano fatto esplicita richiesta di rimanere come volontari all’interno della Protezione Civile ci rende particolarmente orgogliosi: è sintomo che i ragazzi hanno vissuto quest’esperienza con il cuore e vogliono rimanere a far parte di questo splendido gruppo. Un bellissimo segnale per la città». Prossimamente sarà emanato un bando nazionale, che avrà la massima diffusione sia sui canali istituzionali della Protezione Civile che su quelli del Comune di Civitavecchia, a cui gli interessati potranno partecipare indicando la Protezione Civile di Civitavecchia come destinazione gradita per lo svolgimento del servizio civile.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Morali 3° di categoria e 4° assoluto allo Slalom del Mare di Vico Equense

di GLORIA TROTTI

Trasferta sorrentina lo scorso weekend per Antonio Morali del Gruppo Piloti Civitavecchiese, che ha corso lo Slalom del Mare di Vico Equense, ottenendo un ottimo quarto posto assoluto e un terzo piazzamento nella categoria E2SC a bordo della sua Elia Avrio Evo. Il driver civitavecchiese la settimana precedente aveva dovuto rinunciare alla gara casalinga a causa di un carter saltato durante le prove: «Con il mio preparatore Cristian Fedeli abbiamo lavorato in officina – commenta Morali – fino al venerdì, quindi è stata una gara di test per la macchina, che comunque ha risposto bene. Nonostante il percorso troppo stretto non fosse molto adatto alla mia categoria, posso ritenermi soddisfatto».
Buone notizie anche da parte dell’equipaggio formato dalla coppia Serena D’Amora e Roberto Di Giulio, reduci dal 40esimo Rally Alta Val di Cecina svoltosi domenica 24 giugno. Con la loro Renault Clio RS hanno ottenuto un ottavo posto assoluto e una vittoria nella loro classe, la N3. Commenta così la co-driver D’Amora: «È un bel percorso, immerso in un paesaggio suggestivo. Fin dal sabato, durante le prove, siamo andati bene. Roberto non ha fatto errori, una trasferta molto soddisfacente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Morali 3° di categoria e 4° assoluto allo Slalom del Mare di Vico Equense

di GLORIA TROTTI

Trasferta sorrentina lo scorso weekend per Antonio Morali del Gruppo Piloti Civitavecchiese, che ha corso lo Slalom del Mare di Vico Equense, ottenendo un ottimo quarto posto assoluto e un terzo piazzamento nella categoria E2SC a bordo della sua Elia Avrio Evo. Il driver civitavecchiese la settimana precedente aveva dovuto rinunciare alla gara casalinga a causa di un carter saltato durante le prove: «Con il mio preparatore Cristian Fedeli abbiamo lavorato in officina – commenta Morali – fino al venerdì, quindi è stata una gara di test per la macchina, che comunque ha risposto bene. Nonostante il percorso troppo stretto non fosse molto adatto alla mia categoria, posso ritenermi soddisfatto».
Buone notizie anche da parte dell’equipaggio formato dalla coppia Serena D’Amora e Roberto Di Giulio, reduci dal 40esimo Rally Alta Val di Cecina svoltosi domenica 24 giugno. Con la loro Renault Clio RS hanno ottenuto un ottavo posto assoluto e una vittoria nella loro classe, la N3. Commenta così la co-driver D’Amora: «È un bel percorso, immerso in un paesaggio suggestivo. Fin dal sabato, durante le prove, siamo andati bene. Roberto non ha fatto errori, una trasferta molto soddisfacente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Morali 3° di categoria e 4° assoluto allo Slalom del Mare di Vico Equense

di GLORIA TROTTI

Trasferta sorrentina lo scorso weekend per Antonio Morali del Gruppo Piloti Civitavecchiese, che ha corso lo Slalom del Mare di Vico Equense, ottenendo un ottimo quarto posto assoluto e un terzo piazzamento nella categoria E2SC a bordo della sua Elia Avrio Evo. Il driver civitavecchiese la settimana precedente aveva dovuto rinunciare alla gara casalinga a causa di un carter saltato durante le prove: «Con il mio preparatore Cristian Fedeli abbiamo lavorato in officina – commenta Morali – fino al venerdì, quindi è stata una gara di test per la macchina, che comunque ha risposto bene. Nonostante il percorso troppo stretto non fosse molto adatto alla mia categoria, posso ritenermi soddisfatto».
Buone notizie anche da parte dell’equipaggio formato dalla coppia Serena D’Amora e Roberto Di Giulio, reduci dal 40esimo Rally Alta Val di Cecina svoltosi domenica 24 giugno. Con la loro Renault Clio RS hanno ottenuto un ottavo posto assoluto e una vittoria nella loro classe, la N3. Commenta così la co-driver D’Amora: «È un bel percorso, immerso in un paesaggio suggestivo. Fin dal sabato, durante le prove, siamo andati bene. Roberto non ha fatto errori, una trasferta molto soddisfacente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Elezioni, per il Pd un risultato storico''

SANTA MARINELLA – Con i suoi 950 voti, il partito democratico conquista il primo posto in classifica tra i gruppi politici presenti alle elezioni. «Le amministrative vedono premiata la nostra scelta – dice il segretario del Pd e consigliere di maggioranza Pierluigi D’Emilio – la nostra linea politica, le nostre proposte. Alcuni ci hanno criticato in modo onesto e politicamente corretto, altri hanno buttato fango ad ogni refolo di vento. Alla fine, dopo 70 anni, si apre un nuovo ciclo per Santa Marinella. Oggi abbiamo vinto, ma i problemi non si spostano di un millimetro, sono tutti li che aspettano di essere risolti. Abbiamo una grande responsabilità, quella di costruire un futuro che non sia solamente per noi. Abbiamo lavorato duramente, sacrificato il tempo alle nostre famiglie ai nostri figli, ma lo abbiamo fatto per loro perchè si meritano di meglio della desolante realtà che ci hanno consegnato. Oggi il Partito Democratico è il primo partito a Santa Marinella e a Santa Severa e questo, per chi ha seguito la storia politica della nostra città, sa che è un risultato storico». 
Sul fronte opposto, l’esponente di Forza Italia Paolo Roberto Galli, elogia Tidei per i provvedimenti presi in questi primi giorni del suo mandato. «Bisogna riconoscere che il sindaco di Santa Marinella si è subito messo a lavoro – dice Galli – ha subito attivato una task force per verificare i conti comunali ma, a mio modesto parere, non dichiarerà nessun dissesto. Ha saldato le suore benedettine, ha cambiato le bandiere della balconata dell’ufficio del sindaco, ha verificato lo stato della situazione sulla pulizia della città. Ora però attendiamo le prime decisioni. Chi saranno gli assessori? Riuscirà a soddisfare tutte le promesse fatte? Chi sarà il nuovo presidente del consiglio comunale? L’opposizione è viva e vegeta. Vigileremo senza sconti sull’operato del sindaco e della nuova Giunta».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###