La Flavioni non può sbagliare: servono i due punti

di MATTEO CECCACCI

‘‘La città di Brescia consente di vedere senza essere visti e di essere visti senza vedere’’. Così lo storico critico cinematografico Serge Daney descriveva uno dei capoluoghi più belli della Lombardia e la Flavioni Handball Civitavecchia dovrà fare in questo modo nel match valevole per la 3^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1: vincere senza farsi notare da nessuno e tornare in città con i due punti ottenuti. Le gialloblu di coach Patrizio Pacifico sfidano alle 18 al centro sportivo San Filippo il Leonessa Brescia del tecnico Gaspare Scalia, reduce dal pirotecnico pareggio di 31-31 di sabato 22 settembre in Emilia Romagna contro l’Ariosto Ferrara, dopo la sconfitta all’esordio casalingo per 18-20 contro le venete del Mechanic System Oderzo. Le civitavecchiesi, invece, vengono da due sconfitte consecutive, Cassano Magnago prima e Jomi Salerno dopo, ma la rosa è in formissima, pronta e carica per vincere e ottenere i primi due punti stagionali per la felicità dei numerosi tifosi e dell’intera dirigenza. Il club bresciano, quindi, vanta un solo punto in classifica come l’Ariosto Ferrara e le tirreniche stazionano a zero punti insieme al Leno. Una gara, dunque, alla portata per la Flavioni che dovrà cercare di battere la compagine che in estate cercò il terzino Chiara Bonamano. Intanto ha preso parte agli allenamenti Ravasz, da poco diventata mamma. «È una gara difficile – spiega il centrale Francesconi – ma siamo cariche. Il campo dirà la sua».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Flavioni non può sbagliare: servono i due punti

di MATTEO CECCACCI

‘‘La città di Brescia consente di vedere senza essere visti e di essere visti senza vedere’’. Così lo storico critico cinematografico Serge Daney descriveva uno dei capoluoghi più belli della Lombardia e la Flavioni Handball Civitavecchia dovrà fare in questo modo nel match valevole per la 3^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1: vincere senza farsi notare da nessuno e tornare in città con i due punti ottenuti. Le gialloblu di coach Patrizio Pacifico sfidano alle 18 al centro sportivo San Filippo il Leonessa Brescia del tecnico Gaspare Scalia, reduce dal pirotecnico pareggio di 31-31 di sabato 22 settembre in Emilia Romagna contro l’Ariosto Ferrara, dopo la sconfitta all’esordio casalingo per 18-20 contro le venete del Mechanic System Oderzo. Le civitavecchiesi, invece, vengono da due sconfitte consecutive, Cassano Magnago prima e Jomi Salerno dopo, ma la rosa è in formissima, pronta e carica per vincere e ottenere i primi due punti stagionali per la felicità dei numerosi tifosi e dell’intera dirigenza. Il club bresciano, quindi, vanta un solo punto in classifica come l’Ariosto Ferrara e le tirreniche stazionano a zero punti insieme al Leno. Una gara, dunque, alla portata per la Flavioni che dovrà cercare di battere la compagine che in estate cercò il terzino Chiara Bonamano. Intanto ha preso parte agli allenamenti Ravasz, da poco diventata mamma. «È una gara difficile – spiega il centrale Francesconi – ma siamo cariche. Il campo dirà la sua».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Flavioni, sconfitta di lusso

di MATTEO CECCACCI

Non ci si aspettava di certo una vittoria contro le pluricampionesse del Jomi Salerno, ma neanche una prestazione eccelsa che la Flavioni Handball Civitavecchia, nel match valevole per la 2^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1, ha regalato ai tanti tifosi presenti sugli spalti del PalaSport Insolera Tamagnini. Una sfida difficile, d’altronde coach Patrizio Pacifico l’aveva detto già alla vigilia, ma le sue ragazze hanno dimostrato veramente di valere tanto e avere molta voglia di fare bene in questo campionato. Riguardo la sfida, i primi 30’ hanno visto un Salerno superiore alla Flavioni, che ha messo fin da subito le carte in tavola chiudendo la prima frazione sul 15-7 grazie alle mattatrici Dalla Costa e Gomez. Nella ripresa il sette di coach Pacifico continua a giocare bene, mette il turbo e accorcia le distanze, portandosi addirittura sul -6, merito delle reti dei due terzini, migliori del match, Enrica Bartoli e Chiara Bonamano. Le campane di Hrupec, però, concretizzano ogni contropiede e chiudono la partita sul 24-17. Una Flavioni, dunque, che stecca all’esordio stagionale, ma rimane una buona performance che fa ben sperare per le prossime gare, partendo da sabato prossimo quando le civitavecchiesi torneranno nuovamente in terra lombarda per sfidare il Leonessa Brescia di Gaspare Scalia, reduce dallo scoppiettante pareggio con l’Ariosto Ferrara per 31-31. Da mettere in risalto, comunque, l’ottima prestazione del portiere classe 2000 Andrada Bulache, dato molto positivo che da certezze sul valore inestimabile del vivaio gialloblu. A ottobre confermato il rientro di Ravasz.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Flavioni sfida le campionesse d’Italia

di MATTEO CECCACCI

Esordio casalingo per la Flavioni Handball Civitavecchia di coach Patrizio Pacifico, che domani alle 16.30 al PalaSport Insolera Tamagnini sfida le campionesse d’Italia del Jomi Salerno del tecnico Neven Hrupec nel match valevole per la 2^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1. Le civitavecchiesi sono reduci dalla sconfitta rimediata sabato scorso in Lombardia col Cassano Magnago per 29-19, mentre le campane hanno vinto nettamente tra le mura amiche della palestra Caporale Maggiore Palumbo 28-15 con le romagnole dell’Ariosto Ferrara. Si prospetta un match con tantissimi gol e grande qualità, con le ragazze di capitan Erika Maruzzella che, nonostante la consapevolezza di affrontare una delle squadre più forti del girone, vogliono la prima vittoria stagionale  e dall’altra le atlete di capitan Coppola che cercano a tutti i costi la seconda vittoria consecutiva e senza dubbio l’ennesimo primato nazionale. «Sarà una gara difficile – spiega il forte terzino sinistro Enrica Bartoli – e complicata. Sfrutteremo al meglio il fattore casa con il sostegno dei tifosi; il nostro parquet è difficile per tutte le compagini. Troverò tra le fila del Salerno la mia ex compagna di nazionale Antonella Coppola. Per me è una sfida importante, vengo da un secondo intervento fatto a giugno e ho molta voglia di riscatto. Partiamo svantaggiati, lo sappiamo, ma la palla è rotonda».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Flavioni, inizio in salita

di MATTEO CECCACCI

Che sarebbe stata un’annata complicata si poteva immaginare e la prima giornata di campionato ne ha dato conferma. All’esordio stagionale in serie A1 femminile, la Flavioni Handball Civitavecchia di coach Patrizio Pacifico perde 29-19 in casa del Cassano Magnago di Davide Kolec. Una sfida a senso unico, dove le lombarde hanno sempre avuto in mano il pallino del gioco per tutta la durata del match. Pesa come un macigno la prima mezz’ora che ha visto le varesotte andare avanti di ben sette centri chiudendo sul risultato di 15-8. Nel secondo tempo, invece, le civitavecchiesi entrano sul parquet più cariche e determinate, con una lucidità mentale maggiore che le porta a riaprire la gara e andare sul -4, grazie alla straordinaria performance del terzino Chiara Bonamano e del centrale Annagiulia Francesconi, autrici di ben sei centri ciascuna. Le locali, però, non si fanno raggiungere e siglano  altri quattordici sigilli, di cui dieci del pivot Alessandra Bassanese, migliore della partita. Una sfida negativa per le gialloblu della presidentessa Eleonora Gorla che non iniziano nel migliore dei modi e, considerando che sabato prossimo al Palazzetto Insolera Tamagnini arriva la compagine campione d’Italia Jomi Salerno, sembra andare tutto in salita. Attualmente in classifica a zero punti ci sono anche Brescia, Leno, Ariosto Ferrara e Casalgrande Padana.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###