Flavioni, l’imperativo è vincere

di MATTEO CECCACCI

La Flavioni è in pensiero per il problema al ginocchio sinistro di Chiara Bonamano, infortunio subìto sabato scorso durante gli sgoccioli di gara contro la Leonessa Brescia, ma allo stesso tempo sorride e festeggia il rientro del terzino sinistro italo-romeno Alexandra Ravasz dopo il concepimento della sua primogenita col pugile Gianluca Rosciglione. Due situazioni opposte che scaturiscono sentimenti contrastanti, ma la Flavioni Handball Civitavecchia di coach Patrizio Pacifico non si deve scoraggiare e deve pensare a far esultare i propri tifosi che aspettano ormai dal 15 settembre i primi due punti stagionali. Le gialloblu della presidentessa Eleonora Gorla, quindi, nel match valevole per la 4^ giornata del campionato di pallamano femminile, hanno solo una missione da compiere: vincere domani con il Dossobuono che staziona al penultimo posto della classifica con soli due punti all’attivo insieme al Casalgrande Padana. Una sfida che vede nelle file delle veronesi l’ex di turno Martina Crosta che tanto bene ha fatto nella Flavioni, mentre alle gialloblu mancherà l’infortunata Chiara Bonamano, che attende l’esito della risonanza magnetica. Appuntamento, dunque, domani alle 16.30 al PalaSport.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al via i lavori per la rete di videosorveglianza

CERVETERI -Al via i lavori per la realizzazione della prima rete di videosorveglianza nel territorio comunale di Cerveteri. Formalizzata la consegna dei lavori alla ditta appaltatrice. I tempi di realizzazione dell’intervento saranno piuttosto rapidi e la consegna è prevista nel mese di dicembre 2018.
Come già annunciato, sono venti le telecamere che saranno installate con l’obbiettivo di monitorare gli accessi alle frazioni più importanti per popolazione e al Capoluogo.  
Nel dettaglio, verranno installate 3 telecamere a Valcanneto (via Giordano, via Paisiello e via Monteverdi) e 6 telecamere a Cerenova (all’accesso principale della via Aurelia intersezione con Viale Campo di Mare, lungo la via Fontana Morella agli incroci con Largo Roma, via Caerevetus e Viale Benedetto Marini e in via del Bagolaro). Le rimanenti dieci telecamere saranno installate nel Capoluogo (via Fontana Morella incrocio con via Morlacca, in via della Lega, agli svincoli della via Settevene Palo Bis di via Italo Chirieletti, via Paolo Borsellino, via Passo di Palo, via Aldo Quarino e via Settevene Palo, in via del Sasso e agli incroci di via Fontana Morella con via dei Montarozzi, via Tenuta di Zambra e via dell’Acquamatta).
Come già annunciato più volte dal vicesindaco Zito con un successivo lotto si procederà a monitorare anche gli accessi nelle frazioni del Sasso, Due Casette, Borgo San Martino e I Terzi.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al via i lavori per la rete di videosorveglianza

CERVETERI -Al via i lavori per la realizzazione della prima rete di videosorveglianza nel territorio comunale di Cerveteri. Formalizzata la consegna dei lavori alla ditta appaltatrice. I tempi di realizzazione dell’intervento saranno piuttosto rapidi e la consegna è prevista nel mese di dicembre 2018.
Come già annunciato, sono venti le telecamere che saranno installate con l’obbiettivo di monitorare gli accessi alle frazioni più importanti per popolazione e al Capoluogo.  
Nel dettaglio, verranno installate 3 telecamere a Valcanneto (via Giordano, via Paisiello e via Monteverdi) e 6 telecamere a Cerenova (all’accesso principale della via Aurelia intersezione con Viale Campo di Mare, lungo la via Fontana Morella agli incroci con Largo Roma, via Caerevetus e Viale Benedetto Marini e in via del Bagolaro). Le rimanenti dieci telecamere saranno installate nel Capoluogo (via Fontana Morella incrocio con via Morlacca, in via della Lega, agli svincoli della via Settevene Palo Bis di via Italo Chirieletti, via Paolo Borsellino, via Passo di Palo, via Aldo Quarino e via Settevene Palo, in via del Sasso e agli incroci di via Fontana Morella con via dei Montarozzi, via Tenuta di Zambra e via dell’Acquamatta).
Come già annunciato più volte dal vicesindaco Zito con un successivo lotto si procederà a monitorare anche gli accessi nelle frazioni del Sasso, Due Casette, Borgo San Martino e I Terzi.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Severa, in 50 con guanti e rastrello

SANTA MARINELLA – Una cinquantina di persone tra volontari, addetti alla Gesam, la società che ha in appalto il servizio di raccolta differenziata, consiglieri comunali, assessori, delegati e i volontari della Protezione civile e della Pro loco di Santa Severa, a cui si sono aggiunti il sindaco Pietro Tidei e il suo vice Andrea Bianchi, hanno provveduto ieri pomeriggio a ripulire completamente il centro di S. Severa e le arterie limitrofe. Muniti di sacchi, rastrelli, guanti e contenitori per il verde, l’esercito ecologista si è diviso in gruppi ed ognuno ha provveduto ad asportare dalla strada e dalle aree adiacenti ai villini storici, foglie, rami, sacchi di plastica e ogni tipo di rifiuto. 
Sono state inoltre ripulite la zona 167, le strade che portano al castello e i vialetti della zona commerciale, quella maggiormente frequentata da turisti e residenti. «Una iniziativa che mi auguro che venga ripetuta con costanza – commenta il delegato per Santa Severa Italo Donnini – ringrazio tutti i volontari che hanno partecipato alla raccolta dei rifiuti ed in particolare il sindaco Tidei e il suo vice Bianchi, che hanno dimostrato una grande sensibilità verso il decoro della nostra frazione. A Santa Severa, la pulizia di questo territorio è una priorità, perché presentare ai villeggianti e ai turisti una località pulita, significa che l’amministrazione ha a cuore il rispetto dell’ambiente». Appena tornato dalle sue vacanze in Grecia, il primo cittadino, ha messo i guanti e insieme ai volontari si è dedicato alla raccolta del fogliame. «Una faticaccia che ho fatto volentieri – afferma il 74enne Pietro Tidei – piegarsi in due per raccogliere le foglie, alla mia età, non è facile, comunque credo di aver dato lezione a qualche giovane virgulto presente a questa iniziativa. Questa amministrazione sta dimostrando grande attenzione verso la pulizia della sua città e di Santa Severa. Da un paio di mesi andiamo costantemente sul territorio a raccogliere i rifiuti che quei cittadini con scarso senso civico gettano in ogni angolo della città. Dobbiamo dare un segno tangibile a questi sporcaccioni, facendogli capire che ognuno deve fare la sua parte per avere una città pulita».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scarico del carbone: l'Adsp si appella al Tar

CIVITAVECCHIA – Dopo l’appello presentato contro la sentenza del Tar del Lazio che imponeva il pagamento al Comune dei primi due milioni di euro relativi all’accordo sottoscritto nel 2015, l’Autorità di Sistema Portuale è intervenuta anche nel procedimento riguardante la gara Enel sullo scarico del carbone. Molo Vespucci, infatti, con il patrocinio dell’Avvocatura dello Stato si è costituita in giudizio nel ricorso presentato al Tar del Lazio da parte di Minosse, la società costituita ad hoc e che per dieci anni – per affidamento diretto – ha scaricato il carbone al molo di Torre Nord. L’Adsp, contro interessata come ente vigilante sulle operazioni portuali, con questa entrata nel procedimento di fatto si pone al fianco di Enel, contro la stessa Minosse. La pace accordata in Regione Lazio tra le parti – con i portuali che hanno sospeso ogni azione di lotta promessa ed Enel che si è impegnata a sospendere i termini per la  presentazione delle offerte di gara – scade il 30 settembre prossimo. Queste settimane, quindi, saranno cruciali per capire che strada sarà intrapresa in questo senso per cercare di risolvere questa delicata vertenza che potrebbe avere importanti ripercussioni nello scalo, sotto ogni punto di vista.

Così come delicata è la questione relativa alla movimentazione dei container. Dopo la riunione fiume di mercoledì scorso in Autorità Portuale, non sembra che la strada verso l’accordo sia vicina. A quanto pare, infatti, la proposta avanzata da Molo Vespucci non sarebbe praticabile secondo i legali di Cfft, la società che si occupa del traffico agroalimentare: sembra infatti che l’Adsp abbia proposto di estendere la concessione del terminal container alla banchina 24, quella appunto dove sorge il terminal Cfft, per consentire a Rtc di eseguire le operazioni di scarico anche dei container agroalimentari, con l’accordo della società italo-belga che però non sembra al momento condividere questa ipotesi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Centinaia di persone  per la festa della Radica

TOLFA – "Festa della Radica 2018: è stata dura ma ce l’abbiamo fatta". Ad esprimersi così il consigliere comunale di Tolfa, Antonio Stefanini dopo lo straordinario successo per la ''Festa della Radica'' che si è svolta sabato e domenica scorsa. Centinaia di persone hanno, infatti, invaso le vie del centro storico assistendo ad un magnifico salto nel passato. Scenografie studiate nel dettaglio che hanno decorato ed abbellito il cuore di Tolfa, tantissimi giochi popolari, laboratori culinari poetici e ludici, piatti frugali esposizioni artistiche e tanto tanto divertimento. La manifestazione è iniziata Sabato mattina con la tradizionale gara di pesca (organizzata in collaborazione con i laghi Albatros) che ha visto oltre 100 piccoli pescatori. Nel pomeriggio da via Roma a piazza Armando Diaz si è potuto assistere a laboratori ludici curati  dell’associazione La Filastrocca, laboratori di giochi circensi organizzati da Novella Morellini dell’ass. Catapulta, mentre sotto la supervisione dello Slow Food si sono svolte attività sul cibo attraverso i commercianti di Tolfa: col pastificio artigianale Coccodè ed il panificio Armani è stato spiegato l’importanza della pasta artigianale delle farine utilizzate, degli abbinamenti delle varie tipologie di pasta ai vari piatti della tradizione tolfetana; per quanto riguarda il pane sono state spiegate le caratteristiche del pane giallo dei Monti della Tolfa, la lavorazione e le materie prime utilizzate; in entrambi i laboratori sono stati coinvolti i bambini che hanno potuto mettere “le mani in pasta” e realizzare piccoli prodotti. Poi c'è stato il laboratorio del circolo poetico Bartolomeo Battilocchio curato da Agnese Monaldi e dal suo presidente Adele Natali che ha visto recitare ai bambini poesie in ottava rima endecasillabe ed inoltre sono state realizzate attività creative di poesia e pittura. Tra quanto proposto comunque il ruolo principale lo hanno avuto i giochi popolari che hanno visto centinaia di partecipanti tra bambini ed adulti. Tra tutti i giochi il principale è stato il tiro alla fune che con i suoi vincitore ha sancito la squadra che poi ha rappresentato Tolfa alla tanto attesa gara del tiro alla fune intercomunale. La giornata di sabato è stata arricchita dalle performance della banda folcloristica LA Racchia di Vejano dal “banno è morto Nino” e dalle tantissime foto esposte (ass. Click, il norvegese Dag Duckert, Roberta sfascia, Mario Filabozzi , Generatio 90). Il sabato si è concluso con una cena con prodotti tipici ed il concerto delle Sinergie Popolari. Le attività della domenica sono iniziate molto presto con la messa in piazza A.Diaz a seguire il battesimo del Buttero e poi nuovamente giochi popolari su via roma, caccia al tesoro e aperitivo alla Rocca organizzata dagli amici del Country food di Allumiere che hanno accompagnato i visitatori prima del pranzo per le vie del centro storico per poi arrivare fin su al castello con i nostri amici a quattro zampe, gli asini per degustare un aperitivo con prodotti locali. Nel pomeriggio ci sono stati i giochi popolari e lo show cooking realizzato da Antonio Morra proprietario dello storico ristorante da Buzzico che cucinando a vista pietanze tipiche ha riscontrato un grande successo e poi si è svolta la tanta attesa processione “E' Morto Nino” che ha accompagnato le squadre i visitatori e le istituzioni dalla piazza del Comune fino al campo di gara (p.zza A. Diaz). I Comuni aderenti sono stati, oltre ovviamente a Tolfa, Allumiere, Ladispoli, Campagnano, Formello, Palestrina e Canale Monterano. La gara, accompagnata dalle performance delle tamburine di Canale Monterano e dall’ass. Wild Eagles, è stata una competizione sentita, dura, ma ricca di sportività che ha visto trionfare il Comune di Palestrina andati in finale con i tiranti di Formello, terzo posto per Tolfa dopo il derby con Allumiere. "Il duro lavoro ed i sacrifici sono stati premiati – sottolinea Antonio Stefanini consigliere comunale delegato alle Tradizioni e membro dell’ass. organizzatrice – abbiamo lavorato tanto ma ci siamo riusciti. Segnati nel viso, stanchi nelle braccia e nelle gambe, con la mente ancora affaticata per le tantissime cose a  cui pensare e risolvere chiudo gli occhi e come in un sogno rivivo i momenti di quei due giorni di festa appena trascorsi. Solo ora come in un colpo mi alzo di scatto, la fatica svanisce, la mente si fa più chiara ed il cuore si gonfia di gioia e di amore. Siamo consapevoli del fatto che ogni singolo sforzo non è stato mai vano, ci alziamo più forti per andare sempre più avanti. Per la storia dei padri e per il futuro dei figli le nostre tradizioni sono vive e salde, come salda è la Radica, stirpe e sangue della nostra comunità. Ringrazio i membri di Generatio 90 che hanno dato anima e corpo donando ogni volta un pezzo del loro cuore; tutto lo staff della cucina per il lavoro e l’ottimo cibo proposto; le piccole e instancabili nuove  leve; le mogli e i mariti che ci hanno supportato e sopportato in questo periodo; le istituzioni nella persona del sindaco Luigi Landi, Marco Santurbano presidente dell’Agraria e Vittorio Ferlicca per il supporto logistico fornito, Alessandro Battilocchio, Devid Porrello e Matteo Manunta della Ragione Lazio, Gabriele Volpi Comunità Montana, i Comuni di Allumiere, Campagnano, Canale Monterano, Formello, Palestrina, Ladispoli, don Giovanni Demeterca, tutte le associazioni che hanno realizzato insieme a noi questo evento, il circolo poetico Bartolomeo Battilocchio per la scenografia realizzata insieme alla Protezione Civile, Alessandro Ansidoni l’associazione Slow Food Costa della Maremma laziale "Gruppo Ufficiale", DD Impianti e Sicurezza Claudia Pagliarini, la Filastrocca Fabbi, Laghi Albatros official, gli amici del CountryFood Allumiere, Novella Morellini ass. Catapulta, Tolfa volley Asd, Scuola Calcio Tolfa-Allumiere asd, ass. Click, Giuliano Profumo e i suoi ragazzi della Wild Eagles Asd, la tamburine di Canale Monterano, l'associazione culturale Ordo Scarabeus, Unione Rugby Ladispoli Settore giovanile, ass. opes italia, Le Sinergie Popolari, la compagnia teatrale il Barsolo, Stefano Tofone, Roberta Santoni, Adele Natali, le alchimiste dell’ago e filo Velleda e Marisa, Simona Sestili, Roberta Sfascia, Rosa Dellachiesa e Riccardo, Mario Filabozzi, Marco Muneroni, Stefania Bentivoglio, Emanuela Massaroni, Antonio Sestili e Antonio Filabozzi, al pastificio Coccode, al panificio Armani e il ristorante Da Buzzico, a Egidio Virgili e la sua squadra di veri professionisti, a Vincenzo Pierini,  a tutte le comparse, ad Aldo Borghini e Italo Ciambella sempre disponibili per la collettività. Un grazie a tutti i commercianti e ristoranti di Tolfa. Il nostro obbiettivo era di trasmettere quanto vive nel cuore di ogni tolfetano, di far conoscere la nostra storia, la nostra cultura e devo dire visto le tantissime persone che non solo hanno vestito i panni di visitatore ma di partecipante che sono rimaste entusiaste, possiamo dire: abbiamo colto nel segno". Molto soddisfatto il sindaco Landi che si associa ai ringraziamenti di Stefanini e sottolinea: "Questa festa è la vera festa dei tolfetani, della nostra comunità che fa divertire tutte  le generazioni a 360° è magnifico veder divertisi insieme bambini e adulti, i piccoli che vivono i racconti dei loro genitori e dei loro nonni e gli adulti che rivivono la loro fanciullezza. Faccio con il cuore vivi ringraziamenti a tutta la macchina organizzativa che da mesi lavora per regalare alla comunità di Tolfa una due giorni veramente meravigliosa".   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Castrum Novum, un luogo abitato anche nell’età del bronzo  

SANTA MARINELLA – Il Sindaco Pietro Tidei e il direttore del museo della navigazione antica Flavio Enei, hanno tenuto ieri una conferenza stampa sulle scoperte effettuate a Castrum Novum. Il sito archeologico, mostra risultati incredibili, frutto degli scavi condotti dall’equipe internazionale italo-francese che dal 2010 sta curando il lavoro nell’area urbana e nelle immediate adiacenze riportando in luce interessanti testimonianze dell’abitato e dei suoi monumenti. «I dati archeologici indicano che l’insediamento venne costruito dai romani su un leggero rilievo affacciato sul mare – spiega Enei – sui resti di un precedente abitato etrusco che controllava la rada portuale con il punto di approdo a sud del Capo Linaro. Gli scavi dimostrano che anche prima degli etruschi il luogo risulta abitato nella preistoria, nell’età del bronzo». Lo scavo, coordinato da Enei e da Sara Nardi e da Grégoire Poccardi delle Università francesi di Amiens e Lille 3, con i ricercatori dell’Università della West Boemia, vede impegnati sul campo anche i volontari specializzati per i beni culturali del Gruppo Archeologico Cerite. Le attività di ricerca si svolgono sotto la supervisione della dottoressa Rossella Zaccagnini della Soprintendenza Archeologica. «Grazie all’impegno di tante persone – continua Enei –  dallo scorso anno sta tornando in luce l’impianto del Castrum di epoca repubblicana con un tratto delle mura di cinta spesse circa tre metri e lunghe oltre cento. A ridosso del muro sono stati ritrovati i resti degli alloggiamenti dei soldati che nel III secolo a.C., difendevano la città fortezza e controllavano un lungo tratto di costa. Sulla sommità del rilievo sono stati identificati i resti di un teatro avente una cavea di circa 25 metri e subito fuori dalle mura un’ampia piazza pavimentata in basoli di selce e calcare. Insomma, in così breve tempo, anche grazie ai risultati delle prospezioni magnetometriche e georadar, si sta ricostruendo l’impianto urbano e topografico originario di un’antica colonia romana della quale fino a poco tempo fa si sapeva ben poco». “Un patrimonio che va assolutamente valorizzato e portato all’attenzione mondiale – dice Tidei – credo che sia un esempio unico di città fortificata, occasione per i visitatori e per il Comune che potrebbe trarre benefici dagli introiti derivanti da questo reperto archeologico. Un grazie a tutta la comunità internazionale scientifica che sta lavorando, volontariamente in questo scavo. Speriamo di portarlo a termine rapidamente utilizzando i fondi europei. Daremo a questa comunità internazionale uno spazio nell’area militare di Torre Chiaruccia che l’Aeronautica Militare ci ha donato, per trovare quindi accoglienza in una location vicinissima allo scavo dove sorgerà la Citta della Scienza».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cfft rilancia e guarda all'interporto

CIVITAVECCHIA – Un capannone di ben 4mila metri quadrati, dove poter stoccare merce varia non alimentare, come prodotti farmaceutici o per l'infanzia. È quello che ha preso in affitto la Civitavecchia Fruits Forest Terminal, la società italo belga che gestisce il terminal agroalimentare all'interno del porto. Un'operazione che, di fatto, conferma la volontà dell'azienda di voler rimanere sul territorio, di credere nello sviluppo, nonostante i problemi sorti negli ultimi mesi che ne hanno messo in discussione l'operatività. 

Mentre riprenderanno a breve gli incontri e le riunioni per cercare di trovare una soluzione, dopo la decisione dell'Adsp di obbligare lo scarico di tutti i container, compresi quelli dell'agrolimentare, alla banchina 25 gestita dalla Rtc, la Cfft ha deciso di rilanciare e di confermare di voler rimanere sul territorio. E così ha preso in affitto il capannone nell'interporto. (SEGUE)

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Solidarietà, è l’ora della Notte Blu

SANTA MARINELLA – Si terrà oggi, a partire dalle 18 e sino a tarda notte, la prima edizione della manifestazione “Notte Blu per la Solidarietà” in collaborazione con l’associazione “Artisti per la solidarietà” ed il contributo di Enel. Teatro, musica, spettacolo, enogastronomia, esibizioni delle scuole di danza locali e tanto altro ancora presso le zone di Piazza Civitavecchia, piazza Trieste, Largo Gentilucci, l’area del Porticciolo e parte della via Aurelia, che saranno chiuse al traffico veicolare per l’occasione. Tra gli eventi da segnalare, Giobbe Covatta con il suo nuovo spettacolo “La Divina Commediola”, alle ore 21.45 presso il porticciolo di Santa Marinella con ingresso gratuito. Questo format prevede inoltre l’apertura straordinaria delle attività commerciali per consentire ai cittadini, visitatori, di poter passeggiare tra vie, palazzi, divertirsi, fare shopping e trascorrere una serata in compagnia ed allegria. “Un ringraziamento speciale ai volontari della Protezione Civile, alle associazioni locali e a tutti coloro che volontariamente stanno lavorando da giorni per la buona riuscita della manifestazione” dice il delegato al turismo Pierluigi D’Emilio. Per l’occasione la biblioteca effettuerà l’apertura straordinaria in fascia serale e notturna. Sarà possibile ammirare la nuova mostra “Grafiche d’Autore”, curata da Luciana Schiazza e allestita nella scala espositiva. 
Le litografie e i disegni, eseguiti tra il 1960 e il 1980, periodo di vivace ricerca artistica nel campo della grafica, supportata dalle grandi biennali internazionali che dal ‘53 al ‘70 valorizzarono questa espressione artistica, sottolineando la forza del tratto unita alla poetica del disegno. La mostra rimarrà in visione fino al 30 settembre. Opere di Renato Guttuso, Giuseppe Migneco, Mario Abis, Sofia Negri, Gianriccardo Piccoli, Luca Martini, Lanfranco Fenaroli, Francesco Tabusso, Aldo Spoldi, Italo Cirotti, Mario Di Paolo, Laura Virgilio, Nino Caffè, Karl Plattner, Franco Travi, Walter Longaretti, M. Gabriella Britti, Gabriele Forte.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Solidarietà, è l’ora della Notte Blu

SANTA MARINELLA – Si terrà oggi, a partire dalle 18 e sino a tarda notte, la prima edizione della manifestazione “Notte Blu per la Solidarietà” in collaborazione con l’associazione “Artisti per la solidarietà” ed il contributo di Enel. Teatro, musica, spettacolo, enogastronomia, esibizioni delle scuole di danza locali e tanto altro ancora presso le zone di Piazza Civitavecchia, piazza Trieste, Largo Gentilucci, l’area del Porticciolo e parte della via Aurelia, che saranno chiuse al traffico veicolare per l’occasione. Tra gli eventi da segnalare, Giobbe Covatta con il suo nuovo spettacolo “La Divina Commediola”, alle ore 21.45 presso il porticciolo di Santa Marinella con ingresso gratuito. Questo format prevede inoltre l’apertura straordinaria delle attività commerciali per consentire ai cittadini, visitatori, di poter passeggiare tra vie, palazzi, divertirsi, fare shopping e trascorrere una serata in compagnia ed allegria. “Un ringraziamento speciale ai volontari della Protezione Civile, alle associazioni locali e a tutti coloro che volontariamente stanno lavorando da giorni per la buona riuscita della manifestazione” dice il delegato al turismo Pierluigi D’Emilio. Per l’occasione la biblioteca effettuerà l’apertura straordinaria in fascia serale e notturna. Sarà possibile ammirare la nuova mostra “Grafiche d’Autore”, curata da Luciana Schiazza e allestita nella scala espositiva. 
Le litografie e i disegni, eseguiti tra il 1960 e il 1980, periodo di vivace ricerca artistica nel campo della grafica, supportata dalle grandi biennali internazionali che dal ‘53 al ‘70 valorizzarono questa espressione artistica, sottolineando la forza del tratto unita alla poetica del disegno. La mostra rimarrà in visione fino al 30 settembre. Opere di Renato Guttuso, Giuseppe Migneco, Mario Abis, Sofia Negri, Gianriccardo Piccoli, Luca Martini, Lanfranco Fenaroli, Francesco Tabusso, Aldo Spoldi, Italo Cirotti, Mario Di Paolo, Laura Virgilio, Nino Caffè, Karl Plattner, Franco Travi, Walter Longaretti, M. Gabriella Britti, Gabriele Forte.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###