Ladispoli, strage di auto sul lungomare

Andare a fare jogging, o rilassarsi sulla spiaggia per una agognata e meritata tintarella e tornare scoprendo che l’auto è stata scassinata. Non c’è un solo caso a Ladispoli, ben due in pochi giorni sulla ciclabile di Palo in via Corrado Melone, e anche altri simili episodi sul lungomare di Marina San Nicola, frazione balneare rinomata. Un incubo per gli automobilisti. “Il tempo di andare a fare una corsetta, poco più di mezz’ora, poi sono tornata indietro e purtroppo i vetri della mia macchina erano stati sfondati”, è il commento amaro di una delle vittime che ha subito il furto della borsetta. Non solo auto. I malviventi a Ladispoli hanno preso di mira anche le biciclette. Sempre più persone segnalano il furto della propria due ruote che era stata magari legata anche con una catena. Niente, i balordi non si fermano e ci impiegano pochi secondi per sbarazzarsi dell’incomodo e portarsi via la bici come se nulla fosse. Nelle scorse settimane era tornata in azione anche la banda delle gomme, aspettando cioè che i clienti dei vari supermercati della città uscissero con la spesa trovando il pneumatico bucato. Un diversivo per rubare abilmente portafogli e cellulare o la borsa, comunque tutto lasciato incustodito sul sedile dell’auto. Casi registrati nel parcheggio della Conad di viale Europa e dell'Eurospin di via Palo Laziale. Varie indagini sulle quali stanno lavorando i carabinieri della stazione di Ladispoli, coordinati dalla compagnia di Civitavecchia. Così come stanno indagando su uno degli ultimi raid avvenuto sulla via Aurelia all’ingresso nord quando i rapinatori, di notte, sono entrati nel bar di un distributore di benzina saccheggiando la cassa e portando via l’incasso. Ci sarebbero le telecamere ad aver ripreso la scena o comunque frammenti della rapina che ha riacceso i fari inevitabilmente sulla sicurezza a Ladispoli, dopo i tantissimi furti nelle periferie durante il periodo invernale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Agraria, raggiunti importanti obiettivi

ALLUMIERE – Fontana Tonna comunica ai cittadini la situazione dopo il primo anno e mezzo di insediamento nella giunta dell’Agraria «rispettando ciò che avevamo messo nel programma». Per il problema idrico «La caldissima stagione estiva del 2017 – spiegano da Fontana Tonna – è stata affrontata portando al minimo il disagio per la mancanza di acqua nei fontanili, vigilando sul Pozzo di Poggio Felcioso e collaborando giornalmente col Comune di Civitavecchia (allora gestore della conduttura dell’Oriolo) per la fornitura dell’acqua nei fontanili dei comparti; quest’anno stiamo in contatto con ACEA (oggi nuovo gestore dell’Oriolo) per risolvere definitivamente il problema idrico nei nostri comparti e il Pozzo di Poggio Felcioso è monitorato per evitare dannosi sprechi». I fontanaroli proseguono: «Abbiamo cercato di migliorare il risultato del frantoio qualitativamente e quantitativamente dando possibilità di lavoro per 2 mesi a 6 compaesani. Grazie al buon risultato economico ottenuto abbiamo acquistato e sostituito dei pezzi logori per avere un impianto funzionante già dall’inizio della prossima stagione. Per l’agricoltura abbiamo ripreso la lavorazione delle nostre terre per la produzione di foraggio producendo circa 3mila ql di fieno biologico che serviranno per il sostentamento invernale dei nostri animali. Stiamo portando avanti, insieme ai panificatori locali, un progetto per rivalutare il grano ‘‘Senatore Cappelli’’: quest’anno ne è stato prodotto 100 ql. Per le strade rurali a nostre spese abbiamo sistemato la strada delle Piane del Mignone abbandonata da tempo e fatto un accordo col Comune: l’Agraria metterà a disposizione i propri mezzi per i lavori che verranno effettuati nel periodo estivo». Per l’allevamento verranno stanziati fondi per la rivalutazione dell’azienda di Colle di mezzo». I fontanaroli poi concludono: «è un piccolo riassunto di questo primo periodo; continueremo a mettere a conoscenza i cittadini riguardo i progetti e movimenti che si succederanno. L’Ente è sempre disponibile per qualsiasi delucidazione; la giunta si riunisce costantemente una o due volte la settimana e coloro che hanno avuto bisogno di chiarimenti sono stati accolti e ascoltati. Ricordiamo al nostro amico ‘‘poeta’’ che il bene di un paese non si fa’ sperando che la gente diserti il voto. Se il problema del coordinatore di Leu, Ceccarelli, è la mancanza di un’opposizione all’Agraria poteva fare una lista e mettersi in gioco operandosi per il bene comune, invece di rischiare di far commissariare l’Ente con tutto quello che ne sarebbe conseguito».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, via agli appuntamenti di "Leggere per crescere estate"

TARQUINIA – Parte domenica, 15 luglio, l'iniziativa dell'Assessorato Cultura e Spettacolo e Pubblica Istruzione '' Leggere per Crescere Estate ''.

Dopo il successo dell'edizione invernale, tornano le  letture ad alta voce per bambini. L'idea di Leggere per Crescere, nata dalla volontà di voler avvicinare i bambini alla lettura, si è rivelata fin dalla prima edizione un appuntamento molto seguito dai più piccoli e non solo. "Abbiamo pensato di trasferire questa iniziativa a Tarquinia Lido e proporre delle letture all'aperto sia per permettere agli utenti in vacanza di usufruire delle attività culturali della biblioteca sia per far sperimentare ai bambini nuovi modi di vivere la lettura e l'ascolto”, spiega l'assessora Martina Tosoni.

"Un modo nuovo quindi  – sottoline la Tosoni –  per passare qualche ora insieme, leggendo all'ombra delle pinete, in riva al mare o nell'antico Borgo delle Saline, un percorso che sicuramente aiuterà i nostri bambini a crescere e ad avere più attenzione alla lettura, esercizio formativo imprescindibile per la crescita di un individuo. Le favole e racconti letti, proposti dalla volontaria Dottoressa Alessandra Fanelli, saranno seguiti da dibattiti, domande e interventi.''  

Leggere e Crescere Estate vi aspetta il 15 e 22 luglio e il 12 e 26 agosto. L'appuntamento è in via di Porto Clementino presso il casottino di legno, attuale presidio della Croce Rossa. 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc2005 promette scintille

L’anno zero della Cpc2005 a livello calcistico era nell’aria e se n’è avuta la conferma ieri mattina. Una conferenza stampa presenziata dai vertici portuali, tenutasi presso gli uffici della Compagnia Portuale Civitavecchia, dove il presidente onorario Enrico Luciani, il presidente Sergio Presutti, il tecnico Paolo Caputo, il direttore sportivo Sandro Fabietti e il direttore generale Patrizio Presutti   hanno presentato la prossima stagione. 
Si è prima ribadito che la priorità è un calcio aperto a tutti, a partire dalla scuola calcio, con quote accessibili, si sono poi gettate le basi per un futuro da protagonisti.
Sandro Fabietti e Paolo Caputo sono gli uomini chiave per la rinascita e il consolidamento di un movimento che da ora in avanti ha intenzione di essere il faro per il calcio cittadino.
Per l’inizio dei lavori allo stadio Fattori si attende l’ok dei beni culturali, una risposta che potrebbe arrivare domani come a ottobre. 
Nel frattempo le squadre portuali svolgeranno preparazione e gare ufficiali al Tamagnini.
Il presidente della Cpc2005 Sergio Presutti in primis ha delineato e sottolineato le linee guida: «Iniziamo questa stagione con la convinzione di far praticare calcio a tutti, come del resto da tempo facciamo, ma in special modo quest’anno dove abbiamo deciso di ampliare e consolidare la nostra realtà. Onorato di intraprendere questo cammino, sempre con sulle spalle il nome importante della Compagnia Portuale di Civitavecchia che ci guida ovunque, con il nuovo ds Sandro Fabietti e il mister Paolo Caputo. Si guarda al presente e al futuro, quanto fatto in passato ci serva solo come esperienza. C’è la determinazione più che la convinzione di far bene, con il lavoro e dei ruoli ben definiti all’interno della società. Personaggi forti e preparati, tutti, con cui iniziamo questa nuova avventura calcistica».
«È un nuovo anno calcistico che iniziamo innanzi tutto con la definizione dei ruoli, – dichiara Patrizio Scilipoti -. Lavoro di collaborazione da parte nostra, parte amministrativa di cui ci faremo carico, ma che è stata determinata dalla scelta di due uomini chiave: Sandro Fabietti e Paolo Caputo. In loro quella professionalità necessaria a far crescere la società, e nell’ambito dilettantistico sono certo che sono i nomi migliori a cui affidare il progetto di crescita. Se ne vedono già i risultati con i volti dei nuovi arrivi. Sono convinto che non snatureremo mai la volontà di far fare calcio a tutti, è la nostra priorità e qualunque cosa avvenga sarà in nostro incipit di calcio».
«Ci mettiamo sempre l’anima perchè crediamo nello sport vero e senza business – sottolinea Enrico Luciani -. Dal primo all’ultimo indistintamente sono necessari per la causa, questo è il modo in cui intendiamo il calcio. Gli uomini che ho al mio fianco non credo abbiano bisogno di presentazione, uomini preparati che di calcio ne sanno e pure approfonditamente. Sarà un anno importante quello che sta per iniziare, perchè finalmente vedremo coronato il nostro sogno. La proiezione nel calcio della nostra città in una dimensione che gli appartiene. Possibile tramite i progetti del Tamagnini e del Fattori oramai in fase di arrivo. Il sogno di unire le due tifoserie, ora distinte tra Civitavecchia e Cpc2005, non è fantasia: ci crediamo in questa unione e la porteremo a termine. Ci abbiamo provato con Ivano Iacomelli, che ringrazio ancora pubblicamente per quanto fatto, ma sono convinto che è stato solo un rimandare».
«Onorato di essere qui – esordisce Paolo Caputo -, un gruppo dirigenziale a cui sono legato da anni e che conosco bene. La loro solidità, struttura e programmi futuri mi hanno convinto da subito ad accettare. Lavoreremo per plasmarla da grande questa Cpc2005, con Sandro (il ds Fabietti – ndr), stiamo costruendo una rosa importante che possa competere in maniera significativa. Non faccio proclami ma lavoreremo sempre in tal senso».
«Ho l’onore di essere qui al fianco dell’amico Sergio – conclude Sandro Fabietti -, con cui sono convinto di fare qualcosa di unico. Mi ha entusiasmato da subito la stabilità societaria e come intendono il calcio. Abbiamo l’intenzione nel giro di tre o quattro anni di portarla dove merita, basta solo lavorare a testa bassa in tal senso. Il mercato? Abbiamo appena iniziato». 

Ecco i primi tre colpi: arrivano Treccarichi, Tabarini e Papa Ndao

In occasione della conferenza stampa i vertici portuali hanno inoltre annunciato i primi tre colpi di mercato ufficiali per la stagione 2018/2019: Alessio Treccarichi, difensore classe ’98 nell’ultima stagione al Civitavecchia1920 in Eccellenza; Giuseppe Tabarini, attaccante classe ’95 che ha concluso la stagione al Real Monterotondo in Eccellenza, in prestito dal Civitavecchia, con cui ha giocato fino all’apertura del mercato invernale; Papa Ndao, attaccante classe ’85, nell’ultima stagione al Maccarese in Promozione.
Il club ha poi fatto sapere che Stefano Gallo, esterno classe ’96 che nell’ultima stagione ha giocato col Pomezia in Eccellenza, era presente alla conferenza stampa, ma nulla è definito a tal proposito, anche se rimane l’auspicio che possa indossare a breve la maglia della Roja.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc2005 promette scintille

L’anno zero della Cpc2005 a livello calcistico era nell’aria e se n’è avuta la conferma ieri mattina. Una conferenza stampa presenziata dai vertici portuali, tenutasi presso gli uffici della Compagnia Portuale Civitavecchia, dove il presidente onorario Enrico Luciani, il presidente Sergio Presutti, il tecnico Paolo Caputo, il direttore sportivo Sandro Fabietti e il direttore generale Patrizio Presutti   hanno presentato la prossima stagione. 
Si è prima ribadito che la priorità è un calcio aperto a tutti, a partire dalla scuola calcio, con quote accessibili, si sono poi gettate le basi per un futuro da protagonisti.
Sandro Fabietti e Paolo Caputo sono gli uomini chiave per la rinascita e il consolidamento di un movimento che da ora in avanti ha intenzione di essere il faro per il calcio cittadino.
Per l’inizio dei lavori allo stadio Fattori si attende l’ok dei beni culturali, una risposta che potrebbe arrivare domani come a ottobre. 
Nel frattempo le squadre portuali svolgeranno preparazione e gare ufficiali al Tamagnini.
Il presidente della Cpc2005 Sergio Presutti in primis ha delineato e sottolineato le linee guida: «Iniziamo questa stagione con la convinzione di far praticare calcio a tutti, come del resto da tempo facciamo, ma in special modo quest’anno dove abbiamo deciso di ampliare e consolidare la nostra realtà. Onorato di intraprendere questo cammino, sempre con sulle spalle il nome importante della Compagnia Portuale di Civitavecchia che ci guida ovunque, con il nuovo ds Sandro Fabietti e il mister Paolo Caputo. Si guarda al presente e al futuro, quanto fatto in passato ci serva solo come esperienza. C’è la determinazione più che la convinzione di far bene, con il lavoro e dei ruoli ben definiti all’interno della società. Personaggi forti e preparati, tutti, con cui iniziamo questa nuova avventura calcistica».
«È un nuovo anno calcistico che iniziamo innanzi tutto con la definizione dei ruoli, – dichiara Patrizio Scilipoti -. Lavoro di collaborazione da parte nostra, parte amministrativa di cui ci faremo carico, ma che è stata determinata dalla scelta di due uomini chiave: Sandro Fabietti e Paolo Caputo. In loro quella professionalità necessaria a far crescere la società, e nell’ambito dilettantistico sono certo che sono i nomi migliori a cui affidare il progetto di crescita. Se ne vedono già i risultati con i volti dei nuovi arrivi. Sono convinto che non snatureremo mai la volontà di far fare calcio a tutti, è la nostra priorità e qualunque cosa avvenga sarà in nostro incipit di calcio».
«Ci mettiamo sempre l’anima perchè crediamo nello sport vero e senza business – sottolinea Enrico Luciani -. Dal primo all’ultimo indistintamente sono necessari per la causa, questo è il modo in cui intendiamo il calcio. Gli uomini che ho al mio fianco non credo abbiano bisogno di presentazione, uomini preparati che di calcio ne sanno e pure approfonditamente. Sarà un anno importante quello che sta per iniziare, perchè finalmente vedremo coronato il nostro sogno. La proiezione nel calcio della nostra città in una dimensione che gli appartiene. Possibile tramite i progetti del Tamagnini e del Fattori oramai in fase di arrivo. Il sogno di unire le due tifoserie, ora distinte tra Civitavecchia e Cpc2005, non è fantasia: ci crediamo in questa unione e la porteremo a termine. Ci abbiamo provato con Ivano Iacomelli, che ringrazio ancora pubblicamente per quanto fatto, ma sono convinto che è stato solo un rimandare».
«Onorato di essere qui – esordisce Paolo Caputo -, un gruppo dirigenziale a cui sono legato da anni e che conosco bene. La loro solidità, struttura e programmi futuri mi hanno convinto da subito ad accettare. Lavoreremo per plasmarla da grande questa Cpc2005, con Sandro (il ds Fabietti – ndr), stiamo costruendo una rosa importante che possa competere in maniera significativa. Non faccio proclami ma lavoreremo sempre in tal senso».
«Ho l’onore di essere qui al fianco dell’amico Sergio – conclude Sandro Fabietti -, con cui sono convinto di fare qualcosa di unico. Mi ha entusiasmato da subito la stabilità societaria e come intendono il calcio. Abbiamo l’intenzione nel giro di tre o quattro anni di portarla dove merita, basta solo lavorare a testa bassa in tal senso. Il mercato? Abbiamo appena iniziato». 

Ecco i primi tre colpi: arrivano Treccarichi, Tabarini e Papa Ndao

In occasione della conferenza stampa i vertici portuali hanno inoltre annunciato i primi tre colpi di mercato ufficiali per la stagione 2018/2019: Alessio Treccarichi, difensore classe ’98 nell’ultima stagione al Civitavecchia1920 in Eccellenza; Giuseppe Tabarini, attaccante classe ’95 che ha concluso la stagione al Real Monterotondo in Eccellenza, in prestito dal Civitavecchia, con cui ha giocato fino all’apertura del mercato invernale; Papa Ndao, attaccante classe ’85, nell’ultima stagione al Maccarese in Promozione.
Il club ha poi fatto sapere che Stefano Gallo, esterno classe ’96 che nell’ultima stagione ha giocato col Pomezia in Eccellenza, era presente alla conferenza stampa, ma nulla è definito a tal proposito, anche se rimane l’auspicio che possa indossare a breve la maglia della Roja.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il CNRT non si ferma mai

È appena terminata la 30+Trenta e all’orizzonte si affaccia già la Riva di Traiano Sailing Cup Este 24 che inizia domani. A seguire sarà il turno, il 30 giugno, della Veleggiata – Coppa d’Estate, una vera festa non solo per i regatanti, ma anche per le famiglie, in una giornata di avvicinamento alla vela, di condivisione e di festa.
L’agonismo è però solo rimandato di qualche giorno, con la Coppa Italia d’Altura che bussa alla porte e che vedrà le migliori barche italiane contendersi il Trofeo nelle acque di Riva di Traiano dal 13 al 15 luglio prossimo, con una formula innovativa studiata dall’Uvai che coinvolge direttamente i circoli velici. Il vincitore, infatti, potrà ospitare in casa sua la sfida del prossimo anno.
«Tante novità – commenta il presidente del CNRT Alessandro Farassino – e anche tanto impegno per le strutture del nostro circolo. Ma non ci tiriamo indietro, onorati che l’Uvai ci abbia scelto per questo importante appuntamento. Anche la scelta degli Este di regatare qui a Riva, ci conforta perché è anch’essa un riconoscimento del buon lavoro tecnico e umano che svolgiamo da anni. E poi la nostra stagione non finisce ancora, perché a settembre avremo anche la classica Roma-Giraglia che chiuderà davvero la nostra ‘‘estate in regata’’, prima dell’Invernale 2018/19. Ma vista la continuità delle date, possiamo anche dire, senza tema di smentita, che non ci fermiamo praticamente mai».   
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Vespucci torna a Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – La Vespucci arriva a Civitavecchia per la prima fase della Campagna d’Istruzione 2018. Lasciata Palermo,la  nave scuola della Marina militare dirige alla volta di Civitavecchia, dove sosterà da mercoledì a sabato. La “nave più bella del Mondo”, dopo la consueta sosta lavori invernale finalizzata alla manutenzione e al miglioramento generale delle strutture, riprende così a navigare per svolgere la prima fase della Campagna d’istruzione di quest’anno con il compito di addestrare gli allievi volontari in ferma prefissata quadriennale (Vfp4), della scuola sottufficiali di La Maddalena.

Durante il periodo a bordo gli 82 allievi marinai, di cui 25 nocchieri e 57 tecnici di macchina, saranno impegnati in numerose attività didattiche ed addestrative nell’ambito delle discipline marinaresche e della formazione etico-militare, al fine di far propri i valori di fedeltà, disciplina e senso del dovere e acquisire l’importanza del lavoro di squadra, che caratterizza ogni marinaio nell’assolvimento dei compiti della forza armata al servizio della collettività.

Mercoledì, alle 10, il comandante dell’Amerigo Vespucci, capitano di vascello Roberto Recchia, terrà una conferenza stampa a bordo per illustrare la nave e le attività che la vedranno protagonista durante la sosta nella città laziale.

Dopo la sosta a Civitavecchia, l’Amerigo Vespucci farà ritorno a la Spezia, dove parteciperà, dal 19 al 23 giugno, alla 6^ edizione del Seafuture 2018, evento dedicato alle innovazioni navali e marittime e di importanza strategica per lo sviluppo di opportunità di business per le imprese nazionali ed internazionali del “comparto difesa”.

La nave sarà ormeggiata presso la banchina Cialdi del porto di Civitavecchia e sarà aperta alle visite a bordo da parte della popolazione. Mercoledì dalle 15 alle 20, giovedì dalle 17 alle 20 e venerdì dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 20.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Eventi musicali, istruzioni per l'uso

LADISPOLI – Lo aveva annunciato durante la prima tappa del tour degli amministratori locali per i quartieri della città e l'ordinanza che regola gli eventi musicali è arrivata come promesso. Col sopraggiungere dell'estate sono molti infatti i cittadini, in particolar modo i residenti del lungomare ladispolano e quanti vivono a ridosso di attività commerciali (pub, bar, ristoranti, ….) che chiedono un po' di rispetto per chi il giorno dopo deve andare a lavoro. Detto fatto, i cittadini sono stati accontentati. Il sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando, ha di fatto firmato l'ordinanza che disciplina le attività musicali non solo durante il periodo estivo, ma anche durante il periodo invernale. Musica sì ma non oltre certi orari. E così, all'interno dei locali, negli spazi esterni p all'aperto, da ottobre a maggio dal lunedì alla domenica, si potranno effettuare spettacoli musicali ma non oltre le 24. Vietato disturbare oltre gli orari indicati sull'ordinanza e fino alle 8. Da giugno a settembre da domenica a giovedì musica sì ma fino a mezzanotte. Proroga di un'ora invece per gli eventi musicali realizzati venerdì, sabato e prefestivi. Le attività di diffusione sonora e musicale svolte all'esterno dell'attività, su aree pubbliche e private, anche attraverso l'installazione di diffusori acustici, derivanti da impianti interni ai locali, determinano l'obbligo per il titolare – si legge nell'ordinanza – di dotarsi, propedeuticamente all'avvio dell'attività, della relazione previsionale di impatto acustico di cui alla Legge 447/1995 e potranno esercitarsi esclusivamente nel rispetto dei valori limite dell'emissione. L'ordinanza dà allo stesso tempo la possibilità agli esercenti, tramite una richiesta formale e motivata da presentare al comune almeno 30 giorni prima di un determinato evento, di ottenere dagli amministratori di palazzo Falcone una deroga temporanea a quanto stabilito nell'ordinanza. I trasgressori saranno puniti con una sanzione che potrà oscillare da 25 a 500 euro. Il superamento dei limiti di emissione o di immissione sonora sarà invece punito con una sanzione amministrativa che potrà oscillare da mille a 10mila euro. 

"L'amministrazione comunale – spiega il primo cittadino nell'ordinanza – riconosce l'importante ruolo sociale ed economico svolto dalle attività di somministrazione di alimenti e bevande, non solo perché con la loro presenza contribuiscono efficacemente all'animazione e allo sviluppo turistico, ma anche perché offrono a tutta la cittadinanza, attraverso l'organizzazione di piccoli intrattenimenti musicali e iniziative complementari di allietamento, la possibilità di divertimento entro i confini comunali, con particolare riferimento ai giovani che vengono sottratti al grave rischio di incidenti stradali cui si esporrebbero qualora, non trovando in città locali idonei a soddisfare questo tipo di domanda, fossero costretti a tragitti notturni in automobile per raggiungere ritrovi situati in altre località esterne". Nonostante questo, però, queste attività "possono tuttavia costituire una causa oggettiva di disturbo e disagio per i cittadini residenti nelle aree interessate, particolarmente nelle ore serali e notturne, per cui si rende necessario garantire il giusto equilibrio tra le diverse esigenze. L'ingente flusso di persone nelle zone interessate anche alla 'movida' serale e notturna, gli assembramenti di persone – si continua a leggere nell'ordinanza – di avventori e clienti nelle adiacenze delle attività, sono caratterizzate dagli atteggiamenti incivili sopra evidenziati e risultano pregiudizievoli della incolumità delle persone, del decoro urbano, dell'igiene e della sicurezza urbana in generale". 

L'ordinanza sugli eventi musicali va infatti di pari passo con quella firmata dal sindaco qualche settimana fa per contrastare l'uso di alcol da parte di giovani e meno giovani entro certi orari e in luoghi pubblici, per evitare sia problemi relativi alla sicurezza che il proliferare di discariche abusive soprattutto lungo le spiagge libere situate nei pressi dei locali della movida. Già lo scorso week end, la Polizia locale, durante le attività di controllo del rispetto dell'ordinanza anti alcol, aveva individuato e ammonito circa 150 ragazzi, trovati in possesso di bottiglie di alcol, anche di vetro. 

Ora, con la regolamentazione delle attività musicali, di fatti, l'amministrazione ha voluto disciplinare a 360 gradi il fenomeno 'movida' per cercare di dare delle risposte concrete ai tanti cittadini che da tempo lamentano, non solo il disturbo della quiete pubblica a causa della musica alta, o degli schiamazzi notturni, ma anche l'abbandono sconsiderato di rifiuti sulle spiagge tanto da non renderle fruibili al mattino ai tanti residenti e villeggianti che vorrebbero godersi una bella giornata al mare. Il tutto, cercando però di conciliare le "esigenze delle parti interessate tra cittadini residenti e attività imprenditoriali, nel pieno rispetto della norma". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Locali sotto al ponte di viale Europa, al via lo sgombero

LADISPOLI – “La situazione igienico sanitaria dei locali sotto al cavalcaferrovia di viale Europa era giunta ad un punto allarmante, non si poteva più rimandare lo sgombero dei clochard che vivono in condizioni precarie e fortemente disagiate”. Così il sindaco Alessandro Grando ha annunciato l'avvio delle operazioni di sgombero dei magazzini sotto il ponte alla periferia di Ladispoli, utilizzati come riparo da circa 20 persone senza fissa dimora. (agg. 11/05 ore 10.25)

“In più occasioni – prosegue il sindaco – la polizia locale insieme alle associazioni di volontariato sociale ha effettuato sopralluoghi nei locali di viale Europa, riscontrando gravissime carenze strutturali ed igieniche. Ricoveri improvvisati e precari privi perfino della pavimentazione dove le persone sono costrette a vivere in modo inaccettabile, nel degrado e nella sporcizia. Inoltre, è emerso anche uno stato di degrado dell'area adiacente ai locali  dove sono ammassati vari materiali come mobilio, materassi e coperte. Tutti altamente infiammabili e dunque potenzialmente pericolosi per l’incolumità delle persone. Le operazioni di sgombero dovranno concludersi entro la fine del mese, parteciperanno alle operazioni anche i volontari delle associazioni e personale medico. E’ una scelta dolorosa ma inevitabile, i locali del ponte di viale Europa sono inadeguati, fatiscenti e vi sono accadute troppe tragedie. Ora saranno bonificati e sigillati”. (agg. 11/05 ore 10.40)

Resterà, comunque da capire, dove i 20 clochard che fino ad oggi hanno potuto contare su un riparo sopra la testa, soprattutto nel rigido periodo invernale (dove i volontari della Croce Rossa si sono rimboccati le maniche per garantire loro una costante assistenza sanitaria, ndr), dove troveranno un nuovo riparo. I locali sotto al cavalcaferrovia di viale Europa non sono gli unici ad essere stati utilzzati, negli anni, dai senza fissa dimora. E' probabile dunque che questi, chiederanno "asilo" in altri ricoveri simili. (agg. 11/05 ore 11)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Leocon si gode il momento magico degli Esordienti 2006

Gli Esordienti 2006 della Leocon, allenati dai tecnici Paoloemili, Amanti e Tamalio, dopo la fase invernale senza subire sconfitte, continuano la loro stagione entusiasmante. La fase primaverile è iniziata affrontando squadre del 2005 e i ragazzi già dalle prime partite (2 vittorie e un pareggio) hanno dimostrato coraggio e forza di gruppo grazie giocate sopraffine; continuando così il loro percorso positivo. Un bel biglietto da visita per la Scuola Calcio Leocon del presidente Stefano Ambrosi, dove lavoro, serietà e professionalità stanno dando i  frutti sperati. Questa la composizione della foto di rito. In piedi: i tecnici Paolemili, Zanacchi, Dell’Oste, Tamalio, Spagnolo, Scotti, Giancaterini, Amanti, Valletti, D’Errico. In ginocchio: Costa, Di Fabio, Criscio, Forno, Santoni, Colasanti, Maggi; seduti: La Rosa, Cicognani, Cillo, Gaetano, Cencioni, Marzi, Amanti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###