Esonerato mister Andrea Silvestri

Cambio di guida tecnica a Cerveteri.  Il tecnico Andrea Silvestri  è stato sollevato dall’incarico e al suo posto è stato incaricato Michele Zeoli. Dopo la sconfitta di Tarquinia, la società etrusca ha ritenuto di dare un segnale forte  esonerando  Silvestri che lascia la squadra insieme al ds Fabio Ciampa, il quale ha ritenuto giusto seguire l’allenatore romano. «Mi dispiace – spiega l’ormai ex direttore sportivo Fabio Ciampa – di quanto  accaduto, ma siccome ritengo di essere una persona onesta con me stessa ho rassegnato le dimissioni dal mio incarico». Il nuovo allenatore  Michele Zeoli, che lo scorso anno ha guidato il Santa Marinella, vanta un passato importante da calciatore per aver vestito la maglia del Catania in serie B. Probabilmete Silvestri è stato sollevato in anticipo rispetto alle attese dal momento che il torneo  è iniziato solo da un mese. Oggi c’è la Coppa Italia contro il Due Torri e domenica ci aspetta il Montefiascone. Entrambi sono due test impotanti e molto fondamentali per avvertire  se la squadra cambierà rotta.  Mister Michele Zeoli, comunque, ha già iniziato nella giornata di ieri il primo allenamento pomeridiano per valuterà le condizioni della rosa in modo tale da decidere chi mettere in campo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Usi civici, un consiglio per approvare la perizia del Comune

CIVITAVECCHIA – Si tornerà a parlare di usi civici in consiglio comunale. A breve, infatti, sarà convocata una seduta per approvare l'analisi del territorio redatta dal perito demaniale incaricato dal Comune di Civitavecchia. Lo ha sottolineato il consigliere del M5S Emanuele La Rosa il quale, parlando proprio della perizia, ha sottolineato come siano state "identificate, ricollocate e ridimensionate le tenute soggette della sentenza del 90 – ha spiegato – ed è stato fatto uno studio storico che dimostra che il territorio di Civitavecchia non è gravato da usi civici di demanio collettivo, ma è privato o al più privato gravato da uso civico, assai più snello nella gestione. Sul posizionamento delle aree hanno convenuto sia il perito dell’Università Agraria che il perito del Comune, per questa ragione invieranno alla Regione la nuova cartografia per annullare la precedente determina e farne una nuova con la cartografia aggiornata. Per stabilire una volta per tutte se le aree rimaste gravate possono essere liberate, bisogna attendere la sentenza del primo ricorso davanti al Commissario agli Usi Civici, in cui il Comune si è costituito al fianco dei cittadini".

Tra qualche settimana quindi verrà convocato un consiglio comunale apposito per approvare la perizia del Comune al quale seguirà un dibattito pubblico con una seduta di consiglio aperta. "Credo sia doveroso ricordare – ha concluso La Rosa – che finora solo il Movimento 5 Stelle ha portato all'attenzione del consiglio comunale degli atti che parlano di questo tema e che quando questi si sono discussi, i membri dell'opposizione o sono usciti dall'aula o si sono astenuti". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, scende dallo scuolabus e si ritrova in una classe diversa dalla sua

LADISPOLI – Un primo giorno di scuola turbolento per un bambino della Corrado Melone. Scende dallo scuolabus e si ritrova in una classe che non è la sua. A raccontare la disavventura del bambino è stata la madre che ha prontamente denunciato l'accaduto alla dirigenza scolastica e all'amministrazione comunale. Alcune aule della scuola primaria della Melone sono state trasferite, per esigenze, al plesso Odescalchi. Ed è da qui che sarebbe nato il problema. Chi avrebbe accompagnato i bambini lasciati a piazzale Ancheschi del plesso Fumaroli fino al plesso Odescalchi. A quanto pare il dirigente scolastico, venuto a conoscenza della situazione, avrebbe fatto richiesta all'amministrazione comunale di istituire una nuova fermata scuolabus nei pressi di Piazza Falcone, o quantomeno di attivare qualche volontario che avrebbe prelevato i bambini alla fermata e li avrebbe accompagnati in classe. Il tutto in attesa di conoscere il personale ATA in capo all'istituto così da "smistare" i compiti. "Il comune – racconta il genitore – non ha accolto nessuna di queste richieste". E così iscritto il figlio al servizio scuolabus, comunicati gli orari della fermata, ma ignari che il servizio per i ragazzi trasferiti al plesso Odescalchi sarebbe partito con qualche giorno di ritardo, l'ignaro genitore ha accompagnato il figlio al pullmino e salutandolo lo ha visto partire direzione scuola. Ma qualcosa nell'animo la turbava. E così seguito lo scuolabus ha notato qualcosa di insolito. Giunti alla fermata di piazzale Ancheschi del plesso Fumaroli il bambino scende con l'assistente scuolabus, per poi risalire sull'autobus giallo dopo la segnalazione del personale Ata. Il bambino dunque viene portato fino alla fermata di via Torino. Ed è qui che nasce il problema. Il genitore "pedinatore" perde le tracce del figlio a causa della calca di alunni e docenti che si stavano avviando all'interno dell'istituto. Non riuscendo più a individuare il bambino tra la folla, trascorso inoltre diverso tempo, si avvia verso la sua classe e qui l'amara scoperta: suo figlio non c'è. Nessuno lo aveva visto: dagli agenti di Polizia municipale fuori dal plesso che allertati hanno subito chiamato il comando per verificare se fosse stato portato un bambino in stazione, fino all'autista della linea scuolabus del bambino che ha ribadito come tutti fossero scesi in via Torino. Solo una volta giunta alla segreteria della Corrado Melone è arrivato il sospetto che il bambino fosse sì entrato a scuola, ma in una classe diversa dalla sua. Ed infatti era proprio così. Il figlio era sì nella classe indicata anche sui suoi quaderni di scuola, ma della Ladispoli 1. "Ho recuperato mio figlio che era naturalmente confuso e non capiva perché si era ritrovato improvvisamente in un'altra classe, con altri compagni e altri insegnanti, che a quanto pare (e qui la vicenda tocca l'apice dell'assurdo) non si sono chiesti chi fosse questo nuovo bambino". Della vicenda sono stati informati sia il dirigente scolastico della Melone che "con una circolare ha comunicato l'incarico del personale interno per accogliere i bambini da piazzale Anceschi"; e agli uffici competenti del Comune dove è stata ammessa "la gravità dell'accaduto". Della vicenda si è anche interessata l'assessora alla Pubblica istruzione Lucia Cordeschi che ha assicurato ai genitori del bambino il suo impegno personale per richiamare formalmente il personale incaricato. Per fortuna, tutto bene quel che finisce bene. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Giornata formativa per la Protezione Civile Comunale di Ladispoli

LADISPOLI – Incontro formativo ieri a Ladispoli per i nuovi volontari della Protezione civile comunale. Obiettivo dell'incontro: fornire ai nuovi arrivati importanti nozioni sulle attività di Prociv. Ad aprire l'incontro il responsabile operativo comunale, Salvatore Zingale, che ha spiegato le varie regole comportamentali che un volontario deve adottare durante un servizio o un'emergenza, con l'importanza dell'utilizzo della radio, mezzo salva vita, che rende possibile la comunicazione tra i volontari. Il responsabile operativo Prociv ha anche sottolineato l'importanza dei corsi all'interno del gruppo, sottolineando che questi saranno ripetuti più volte, dando così la possibilità ai volontari di ottenere una formazione completa. Tra i corsi anche quello di diritto, già annunciato nei giorni scorsi dal presidente del consiglio Maria Antonia Caredda che metterà a disposizione del gruppo la sua professionalità; e quello sanitario che sarà organizzato di concerto col responsabile sanitario del gruppo Alessandro Colace. A spiegare invece alle new entry, la funzionalità delle varie attrezzature in dotazione alla Prociv, è stato il responsabile della formazione dei volontari Roberto Crescenzi. Tra i mezzi a loro disposizione utilizzati durante le emergenze vanno ricordati la motosega, l'idrovora, il generatore, gli estintori e la torre faro. Durante il corso, ovviamente, i riflettori sono stati puntati anche sulla sicurezza in cui devono operare i volontari, garantita dall'uso di accorgimenti indispensabili a garantirne l'incolumità, come ad esempio i DPI (dispositivi di protezione individuale) come maschere, guanti, casco. 
Attività, quelle portate avanti dai volontari della Prociv, rese possibili, come sottolineato anche dal responsabile operativo Zingale, dal lavoro di squadra, non solo tra volontari della Prociv ma anche con i volontari delle altre associazioni presenti sul territorio. 
Presente all'incontro anche il Capo segreteria del Sindaco e Incaricato alla Tutela degli Animali, dell'Ambiente e della Protezione Civile, Miska Morelli, che ha ringraziato la Prociv per il suo impegno, non solo nelle attività messe a punto per garantire la sicurezza sul territorio, ma anche nella formazione dei suoi volontari. Formazione fondamentale, ha sottolineato Morelli, che va incentivata e resa costante.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Si allaga il sito archeologico di Palo, Prociv a lavoro

LADISPOLI – Non sono ancora state messe da parte ufficialmente le tute e il materiale della campagna antincendio che i volontari della Protezione civile di Ladispoli sono già a lavoro per liberare alcune zone dall'acqua portata dal violento nubifragio della notte scorsa. Allagata l'area archeologica di Palo. Qui i volontari della Prociv, grazie alle idrovore in loro possesso sono riusciti a liberare lo scavo che nella notte si era allagato. Un impegno costante il loro che li ha visti protagonisti, insieme a tanti altri volontari di svariate associazioni del territorio, nei week end pedonali su viale Italia. A complimentarsi con loro il Capo della Segreteria del Sindaco Incaricato della Tutela Animali, dell'Ambiente e della Protezione civile, Miska Morelli: «I volontari – ha detto – sono stati presenti per tutta l'estate», ricordando in particolar modo l'intervento del 15 agosto sera che ha salvato la vita a un uomo trovato riverso in una pozza di sangue in una delle vie centrali della città. «La Protezione civile – ha proseguito Morelli – è attiva tutti i giorni con il nucleo antincendio, ma non appena inizierà il periodo invernale – ha aggiunto – sarà pronta a dare ancora il suo contributo». Tra un intervento e un altro, inoltre, novità in arrivo per i volontari. Si andrà a lezione di diritto. A promuovere l'iniziativa, grazie alla disponibilità del responsabile curativo Salvatore Zingale, sarà nella sua veste privata, il presidente del Consiglio Maria Antonia Caredda: «Abbiamo preso accordi – ha spiegato – per impartire ai ragazzi, utilizzando la mia professionalità, lezioni di diritto così da renderli edotti su ciò che possono fare e ciò che non devono fare». Intanto sono ancora aperte le iscrizioni per coloro i quali desiderassero diventare parte attiva della Protezione civile. «Siamo sempre aperti ad accogliere nuovi volontari – ha detto la Responsabile della Comunicazione Irene Fossa – Chiunque lo desideri ci può contattare anche tramite la nostra pagina Facebook per chiedere informazioni».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, una città a misura di ''Pet''

LADISPOLI – “Lo sportello per la Tutela degli animali è un successo. In poco più di un mese dall'apertura oltre a dare tante informazioni utili ai cittadini, grazie al buon lavoro fatto assieme le associazioni animaliste, ha contribuito a far adottare diversi animali dal canile comunale”.
Con queste parole Miska Morelli, Capo Segreteria del sindaco ed incaricato della Tutela degli Animali, aveva commentato i primi risultati ottenuti dalla struttura fortemente voluta dall’amministrazione del sindaco Grando.
Lo sportello animali del comune, lo ricordiamo, è attivo il martedì dalle 15.00 alle 17.00 e il Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,00 e si occupa della gestione di problematiche legate al rispetto delle norme sanitarie e del randagismo, nonché alla lotta contro il maltrattamento, l’abbandono degli animali. E’ inoltre un punto di riferimento per i cittadini che curano colonie feline, gattili, rifugi e canili situati sul territorio municipale.
“Lo sportello, sottolinea Miska Morelli, funziona a pieno regime ricevendo le segnalazioni dai cittadini e inoltrandole alle altre associazioni o ai nuclei di guardie zoofile. Inoltre forniamo informazioni di carattere burocratico o etologico. Il settore più importante di attività è legato alla promozione delle adozioni di cani e gatti dal canile convenzionato con il Comune. Ad oggi, dopo appena 2 mesi, ne abbiamo fatti adottare 6. Si tratta di un numero importante considerando che siamo nel periodo estivo”.
La città, insomma, tenta di diventare sempre più a misura degli animali. Per andare in questa direzione sono stati recentemente installati in città, grazie anche al lavoro del consigliere Carmelo Augello, nuovi cestini per le deiezioni canine, gli Ecodog. Punti di raccolta sono sparsi in tutta la città. Nello specifico gli ecodog sono stati installati in Piazza De Michelis, Via Ancona (da via Flavia a via Trieste), Via Corrado Melone , Largo della Stazione di Palo Laziale, Lungomare Marina di Palo,Piazza della Rugiada, Via Firenze, Via Claudia, Lungomare Marco Polo, Piazza Matteotti, Viale California, Largo Frezza, Viale Europa, Via delle Primule, Via dei Fiordalisi, Via Andorra, Piazza Domitilla, Lungomare Regina Elena.
Il comune di Ladispoli ha inoltre stanziato, per la prima volta nella storia come ci tiene a ribadire l'incaricato Morelli, ben 4500 euro per la sterilizzazione dei gatti attivando una convenzione con tutti i veterinari della città. L’obiettivo è quello di tenere sotto controllo la popolazione felina randagia. La cattura, la degenza e il successivo rilascio dei gatti è affidata all’Associazione ‘Dammi la Zampa’, convenzionata con il comune. 
“Le sterilizzazioni procedono bene, racconta il Presidente di ‘Dammi la Zampa’ Susanna Tedeschi. Come da obiettivo per fine settembre avremo sterilizzato già 50 randagi. La cat-tura è assai complessa e ci vuole pazienza ed attenzione, perché parliamo di gatti di strada spesso molto selvatici e forastici. Inoltre noi seguiamo anche la fase post operatoria, e spesso e volentieri provvediamo a curare anche altre patologie di questi mici. Questa campagna è innovativa, e la prevenzione mediante sterilizzazione è un elemento fonda-mentale e concreto per combattere veramente il randagismo. Le richieste di aiuto che stiamo ricevendo dalla cittadinanza sono veramente tantissime e stiamo facendo del nostro meglio per intervenire su tutte. Per far fronte alle molteplici emergenze sarà assoluta-mente necessario rinnovare questa campagna di sterilizzazioni anche per il prossimo anno. Ringrazio, sottolinea il Presidente, a nome di tutti i volontari dell’associazione il comune di Ladispoli per aver capito quanto la prevenzione sia fondamentale nella lotta al randagismo, così come i veterinari della città e tutti gli ambulatori che con grande professionalità e sensibilità hanno aderito alla campagna. 
La nostra associazione, chiosa il Presidente Tedeschi, oltre alla prevenzione mediante sterilizzazioni, si occupa anche di tantissime altre attività, come la cura delle colonie feline, l’adozione di cani e gatti, di aiutare famiglie in difficoltà proprietarie di animali, fare campagne di sensibilizzazione sui diritti e la tutela degli animali e di sfamare e curare animali in difficoltà o pericolo sul territorio. Per questo cerchiamo sempre nuovi volontari”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L'ex consigliere La Rosa: ''Rotonda del Pirgo completamente abbandonata''

CIVITAVECCHIA – “La rotonda del Pirgo è completamente abbandonata a se stessa”. A lanciare l’allarme è l’ex consigliere comunale del M5S Rolando La Rosa che sottolinea lo stato di degrado e di abbandono in cui versa l’intera area, centralissima e a due passi dal cuore della movida cittadina estiva. Un luogo che sicuramente, secondo La Rosa, potrebbe essere sfruttato meglio anche perché “è tutto risolvibile  – dichiara – con un po’ di buona volontà”. In primis per La Rosa sarebbe necessario riparare il cancello che blocca l’accesso alla rotonda.

“Si tratta – ha spiegato – di una riparazione che potrebbero effettuare dei volontari e per cui mi metto a disposizione in prima persona. Della chiusura se ne potrebbe occupare un qualche incaricato. Chiudendolo durante la notte si metterebbe un freno al degrado. Una volta ripristinato il cancello si potrebbero – ha continuato La Rosa – installare delle telecamere per vigilare meglio sull’area”. La rotonda del Pirgo è nel degrado più totale, tra cestini della spazzatura stracolmi, cumuli di bottiglie in vetro abbandonate e incastrare nei pertugi del muro, scale rotte e pezzi di vetro ovunque. Stessa situazione per gli scogli subito sotto la rotonda.

Ma per La Rosa si potrebbe ridare vita e decoro all’area con un bando per l’affidamento, magari l’installazione di un chiosco “a privati o a qualche onlus o cooperative. Sicuramente si sfrutterebbe meglio – ha concluso – la rotonda e un maggior decoro verrebbe da sé”. Per risolvere eventuali problemi per l’uscita di sicurezza La Rosa propone un pontile in legno. Una serie di idee per riconsegnare alla città un’area che di notte diventa infrequentabile.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, venerdì lo spettacolo delle "Fontane danzanti"

TARQUINIA – Il Comune di Tarquinia in collaborazione con l' associazione culturale Viva Tarquinia, la ProLoco,  nell'ambito delle iniziative proposte dal consigliere Ziccardi incaricato al Commercio, venerdì 31 agosto, propongono una serata ricca di eventi, regalando alla città di Tarquinia il suggestivo spettacolo di luci e colori, con  giochi di riflessi,  danze di zampilli d’acqua e fuoco il tutto su  16 mt. di palco, fontane danzanti con  getti fino a 20 metri di altezza creeranno un imperdibile light show. Il primo spettacolo è in programma a Piazzale Belvedere alle 22, replica alle 23. 

Una serie di eventi e iniziative a partire dalle 18.00 daranno inizio al “Summer Light Water”: a via Umberto I sarà allestito un mercatino di artigianato, modernariato e hobbistica; a piazza San Giovanni esposizione di pittura collettiva e possibilità di visitare il Museo Diocesano d’Arte Sacra e in prossimità dello spettacolo, apertura straordinaria a Sant’Antonio della chiesa della comunità ortodossa . 

Per le vie interessate non mancheranno intrattenimento di artisti di strada e musica.

Si ringrazia per  l’organizzazione il consigliere incaricato al commercio Stefania Ziccardi, il presidente dell’Associazione Viva Tarquinia Maria Antonietta Valerioti, il presidente della Proloco Stefano Attili e il vicepresidente dell’Università Agraria Alberto Tosoni, i volontari della protezione civile comunale, Aeopc, Gen e Croce Rossa italiana.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, venerdì al piazzale Belvedere spettacolo delle "Fontane danzanti"

TARQUINIA – Il Comune di Tarquinia in collaborazione con l' associazione culturale Viva Tarquinia, la ProLoco,  nell'ambito delle iniziative proposte dal consigliere Ziccardi incaricato al Commercio, venerdì 31 agosto, propongono una serata ricca di eventi, regalando alla città di Tarquinia il suggestivo spettacolo di luci e colori, con  giochi di riflessi,  danze di zampilli d’acqua e fuoco il tutto su  16 mt. di palco, fontane danzanti con  getti fino a 20 metri di altezza creeranno un imperdibile light show. Il primo spettacolo è in programma a Piazzale Belvedere alle 22, replica alle 23. 

Una serie di eventi e iniziative a partire dalle 18.00 daranno inizio al “Summer Light Water”: a via Umberto I sarà allestito un mercatino di artigianato, modernariato e hobbistica; a piazza San Giovanni esposizione di pittura collettiva e possibilità di visitare il Museo Diocesano d’Arte Sacra e in prossimità dello spettacolo, apertura straordinaria a Sant’Antonio della chiesa della comunità ortodossa . 

Per le vie interessate non mancheranno intrattenimento di artisti di strada e musica.

Si ringrazia per  l’organizzazione il consigliere incaricato al commercio Stefania Ziccardi, il presidente dell’Associazione Viva Tarquinia Maria Antonietta Valerioti, il presidente della Proloco Stefano Attili e il vicepresidente dell’Università Agraria Alberto Tosoni, i volontari della protezione civile comunale, Aeopc, Gen e Croce Rossa italiana.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###