Continuano i controlli a Sant’Agostino e San Giorgio

TARQUINIA – Controlli a tappeto sulle spiagge di Sant’Agostino e San Giorgio. Questa mattina si è svolto un sopralluogo da parte della Polizia locale, la Guardia Costiera e la G.E.N. (Guardie Ecozoofile Ambientali) che, monitorando le spiagge, hanno rilevato numerose infrazioni da parte dei bagnanti che frequentano queste zone.
L’azione delle Forze di Polizia ha portato al sequestro di diverso materiale contraffatto, così come sono stati sanzionati coloro che si ostinano a parcheggiare in divieto di sosta o sotto gli alberi della pineta di San Giorgio.
Sono stati anche invitati alcuni signori ad interrompere la pratica della pesca vietata nelle ore diurne.
Ulteriori controlli  sono stati effettuati dai Carabinieri Forestali che hanno elevato anch’essi delle contravvenzioni.
«Prosegue l’attività di controllo e monitoraggio su tutto il litorale tarquiniese – dichiara il consigliere incaricato alla Protezione Civile Roberto Benedetti- Oggi ho partecipato con le Forze di Polizia a questa ennesima attività di prevenzione e repressione delle infrazioni che vengono compiute sulla spiaggia e lungo la costa”.
Gli esercenti degli stabilimenti balneari hanno espresso il loro apprezzamento per l’attività svolta che sarà di carattere continuativo, soprattutto nella settimana di Ferragosto in vista delle numerose presenze di bagnanti su tutto il litorale tarquiniese. L’opera, portata avanti dall’amministrazione comunale, si svolge nell’intento di sensibilizzare i cittadini a rispettare l’ambiente, prevenendo i rischi di incendi nelle zone in questione, soprattutto nel periodo estivo dove il caldo e le cattive abitudini tendono ad incentivarli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

San Giorgio, spiaggia e pineta sorvegliate speciali

TARQUINIA – Continua l’opera di controllo dell’amministrazione comunale di Tarquinia sul litorale tarquiniese, in particolare in località San Giorgio, dove nei giorni scorsi è scoppiato un incendio subito domato dal pronto intervento dei vigili del fuoco e della protezione civile.

Questa mattina la polizia locale guidata dal maggiore Mauro Bagnaia ha effettuato un pattugliamento della pineta che sorge nella frequentata località balneare. Sotto gli alberi non c’erano autovetture parcheggiate e la presenza degli agenti è servita da deterrente.

Sono stati notati i resti di due falò, evidentemente accesi nei giorni scorsi. Contemporaneamente, una pattuglia della Guardia costiera ha controllato che sulla spiaggia venisse rispettata l’ordinanza balneare emessa dalla Capitaneria di Porto di Civitavecchia. Sia il personale della Guardia costiera che quello della Polizia locale sono stati accolti ovunque con viva simpatia dai numerosi bagnanti presenti sulla spiaggia. Non sono mancate parole di consenso all’opera svolta dagli agenti in difesa della pineta e per il rispetto delle regole.

«Ho notato apprezzamento da parte dei bagnanti – dice Silvano Olmi, consigliere comunale incaricato alla Sicurezza e all’Ambiente che ha assistito al pattugliamento – il personale della Polizia locale e della Guardia Costiera è stato accolto in maniera positiva dalla gente. In molti hanno avuto parole di stima per come è stato condotto il controllo di questa zona che, soprattutto nei fine settimana, è frequentata da molti bagnanti. Tutte le autovetture sono state parcheggiate lungo la strada d’accesso e nessuno è entrato con l’automobile dentro la pineta o sulla spiaggia. Contiamo, la prossima settimana, di installare alcuni nuovi cartelli di avviso e divieto, perché quelli presenti sono stati divelti o sporcati con la vernice. L’azione di controllo del Comune – conclude Olmi – compatibilmente con la disponibilità di personale, proseguirà anche nelle prossime settimane».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, ripulita la spiaggia di San Giorgio

TARQUINIA – È stata effettuata nella mattinata di ieri la pulizia del tratto di spiaggia antistante la pineta di San Giorgio a Tarquinia, al confine con Civitavecchia.

Il personale della ditta Lanzi ha raccolto cinque sacchi di immondizia più vari oggetti  come contenitori di plastica, due sedie da giardino, ombrelloni e una sedia a sdraio in metallo.

"L’operazione di pulizia – spiegano dal Comune – è stata necessaria in quanto, parte del materiale raccolto, si trovava a ridosso della pineta all’interno della quale, nei giorni scorsi, è scaturito un incendio subito domato dal pronto intervento dei Vigili del fuoco e della Protezione civile".

Importante la collaborazione di alcuni residenti e bagnanti che hanno indicato al personale della ditta i punti in cui erano stati abbandonati dei rifiuti particolarmente ingombranti.

Prosegue l’opera di prevenzione delle forze di polizia,  pronte a sanzionare coloro che continuano ad entrare con le auto all’interno della pineta. 

Il consigliere comunale Silvano Olmi, incaricato all’Ambiente e alla Sicurezza, ribadisce l’invito avanzato nelle settimane scorse e chiede a tutti i cittadini di "rispettare la pineta e la spiaggia di San Giorgio evitando di parcheggiare le autovetture sotto gli alberi e di accendere fuochi poiché questo comporterebbe un alto rischio di incendio".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sequestri sulle spiagge:  plauso di Olmi e Ziccardi alle forze dell’ordine

TARQUINIA –  Sabato e domenica scorsa, la polizia locale di Tarquinia ha effettuato il sequestro di circa 200 capi d’abbigliamento contraffatti e vari oggetti che venditori abusivi cercavano di smerciare sulla spiaggia del Lido di Tarquinia.
Inoltre sono state contestate diverse infrazioni ed elevate multe ai venditori non in regola. L’operazione rientra tra quelle messe in atto in collaborazione con la Questura di Viterbo e coinvolge, oltre alla Polizia Locale, anche la Guardia Costiera e la Guardia di Finanza. Per il momento i risultati di questa operazione non sono ancora stati resi noti, ma i consiglieri comunali Stefania Ziccardi, incaricata al Commercio e Silvano Olmi, incaricato alla Sicurezza, esprimono il loro apprezzamento per quanto fatto dalle forze dell’ordine. «Ringraziamo le forze di polizia per l’azione di controllo effettuata sulla spiaggia del Lido – dicono Ziccardi e Olmi –  il fenomeno dei venditori abusivi colpisce tutto il litorale italiano e va represso adeguatamente. Oltre a vendere capi con marchi contraffatti, che creano danni alle case di moda italiane, i venditori ambulanti sono privi di qualsiasi autorizzazione alla vendita. La legalità è una priorità di questa amministrazione comunale e siamo impegnati costantemente per far rispettare le leggi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

San Giorgio, Olmi: ''Prima gli avvisi poi le sanzioni''

TARQUINIA – Dura vita per chi non rispetta le regole civili. Il consigliere comunale Silvano Olmi, incaricato all’Ambiente, pronto ad adottare la  linea dell’intolleranza. Il consigliere lancia infatti un appello per il rispetto della spiaggia e della pineta in località San Giorgio e avvisa che saranno elevate sanzioni a carico dei trasgressori. «Da anni San Giorgio è presa d’assalto dai bagnanti – dice Olmi – molti si comportano bene, alcuni purtroppo non rispettano la legge e si assiste a uno spettacolo di degrado. Forse lo fanno per ignoranza delle leggi in vigore. Alcuni parcheggiano le autovetture dentro la pineta o accendono fuochi, con grave pericolo d’incendio per l’importante polmone verde. Altri giungono con le automobili fin sulla spiaggia, con rischi per i bagnanti che si trovano sull’arenile. Altri ancora installano tende dentro la pineta, mentre sull’intero territorio comunale vige il divieto di campeggio fuori dagli spazi autorizzati. Chiedo la collaborazione di tutti i cittadini che si recano sulla spiaggia di San Giorgio – conclude Silvano Olmi – affinché sia rispettata la spiaggia e la pineta. L’amministrazione comunale vuole salvaguardare l’intero litorale, in particolare San Giorgio. Chi rispetta le regole è ben accetto, chi le viola subirà presto delle sanzioni molto pesanti».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, cercasi volontari della Protezione civile

LADISPOLI – Cercasi volontari della Protezione civile. Sul sito istituzionale del Comune è stato pubblicato l'avviso pubblico per il reclutamento dei volontari per il corpo di Prociv. Una realtà che a Ladispoli sta prendendo sempre più corpo, coinvolgendo giovani e adulti nell'impegno a favore del prossimo. 

“Questo gruppo di volontari – ha detto il capo segreteria del Sindaco e incaricato della Prociv Miska Morelli – rappresenta una preziosa risorsa per il nostro territorio. La Protezione Civile interviene in caso di eventi calamitosi, catastrofi, situazioni di emergenza, sia a livello locale che nazionale, al fine di garantire l'incolumità delle persone, dei beni e dell'ambiente. E’ ovvio che la massiccia partecipazione dei cittadini può contribuire a rendere sempre più efficiente questo corpo di volontari, lanciamo un appello a tutta la popolazione. Ladispoli ha bisogno di persone motivate e responsabili per svolgere questo compito indispensabile per la nostra città. Cogliamo l'occasione per ringraziare i volontari che in questi anni hanno profuso un lodevole impegno a favore del prossimo, possiamo definirli veramente degli angeli che vegliano silenziosamente su tutti noi per garantire sicurezza ed incolumità. Desideriamo anche segnalare come, dall'insediamento della nuova amministrazione, sia in continuo aumento il numero di persone che per spirito di collaborazione e per amore della città partecipano alle attività di volontariato, mettendosi a disposizione della comunità in termini di tempo e competenze”.

L’amministrazione ricorda che per informazioni è possibile contattare la Protezione Civile all’indirizzo e-mail protezione.civile@comunediladispoli.it o il Responsabile Operativo Comunale, Salvatore Zingale, al seguente indirizzosalvatore.zingale@comunediladispoli.it

E intanto Il sindaco Alessandro Grando ha voluto ringraziare pubblicamente i volontari della Protezione civile comunale che insieme ai Nogra e Fare Ambiente "ogni fine settimana" sono impegnati "in tutte le manifestazioni. Un prezioso valore aggiunto per garantire a residenti e villeggianti una stazione estiva serena e sicura. I volontari – ha aggiunto Grando – coordinati dal Responsabile operativo comunale della Protezione Civile, Salvatore Zingale, affiancano la  Polizia locale del Comandante Sergio Blasi, nella vigilanza ed assistenza nelle aree dove si svolgono tutte le  manifestazioni,  patrocinate dall'amministrazione di Ladispoli. A tutti loro il ringraziamento della cittadinanza".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DECISIONE 4 maggio 2018, n. 696

Decisione di esecuzione (UE) 2018/696 della Commissione, del 4 maggio
2018, relativa alla proroga della misura, presa dal ministero
francese dell'Ambiente, dell'energia e del mare incaricato dei
negoziati internazionali sul clima, che permette la messa a
disposizione sul mercato e l'uso del biocida Phero-Ball Pin in
conformita' all'articolo 55, paragrafo 1, del regolamento (UE) n.
528/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio [notificata con il
numero C(2018) 2643] – Pubblicato nel n. L 117 dell'8 maggio 2018
(18CE1340)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A 40 anni dalla scomparsa, Tarquinia ricorda  Angelo Jacopucci

TARQUINIA – Il 20 luglio Tarquinia ricorda il suo Campione Angelo Jacopucci. A 40 anni dalla sua scomparsa, l’amministrazione comunale invita tutta la popolazione alla cerimonia di commemorazione che si terrà alle ore 10, presso il cimitero comunale San Lorenzo, dove verrà depositata una targa e ricordato il nostro concittadino insieme ai familiari e alle squadre della nazionale dilettantistica di pugilato italiana e moldava. 
La stessa sera, alle ore 21, in piazza delle Naiadi, presso Tarquinia Lido, le due squadre si sfideranno in un incontro internazionale di pugilato.
 Presenti anche i pugili tarquiniesi Miriam Podda e Christian Gasparri.
«È un evento straordinario, di grande importanza per la nostra città – dichiara il consigliere incaricato allo Sport Stefano Zacchini – ringrazio la Cosmo Box nella persona del presidente Bernardo Podda e la Asd Angelo Jacopucci nella persona del presidente Luigi Angelucci per la disponibilità e la collaborazione nella realizzazione di un evento di tale rilievo». 
«Tarquinia – prosegue Zacchini – per alcuni giorni sarà sede del ritiro della Nazionale Italiana di box e, insieme alla famiglia di Angelo, è stato deciso di commemorare la scomparsa del nostro campione il 20 piuttosto che il 22, a causa di impegni già calendarizzati dalla Nazionale». 
«Alla commemorazione – conclude il delegato –  parteciperanno anche le società sportive locali in segno di grande rispetto verso un atleta che è e rimarrà per sempre il nostro Angelo Jacopucci’».
L’iniziativa è il primo appuntamento di una serie di eventi che verranno organizzati in memoria del grande campione.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A 40 anni dalla scomprsa, Tarquinia ricorda  Angelo Jacopucci

TARQUINIA – Il 20 luglio Tarquinia ricorda il suo Campione Angelo Jacopucci. A 40 anni dalla sua scomparsa, l’amministrazione comunale invita tutta la popolazione alla cerimonia di commemorazione che si terrà alle ore 10, presso il cimitero comunale San Lorenzo, dove verrà depositata una targa e ricordato il nostro concittadino insieme ai familiari e alle squadre della nazionale dilettantistica di pugilato italiana e moldava. 
La stessa sera, alle ore 21, in piazza delle Naiadi, presso Tarquinia Lido, le due squadre si sfideranno in un incontro internazionale di pugilato.
 Presenti anche i pugili tarquiniesi Miriam Podda e Christian Gasparri.
«È un evento straordinario, di grande importanza per la nostra città – dichiara il consigliere incaricato allo Sport Stefano Zacchini – ringrazio la Cosmo Box nella persona del presidente Bernardo Podda e la Asd Angelo Jacopucci nella persona del presidente Luigi Angelucci per la disponibilità e la collaborazione nella realizzazione di un evento di tale rilievo». 
«Tarquinia – prosegue Zacchini – per alcuni giorni sarà sede del ritiro della Nazionale Italiana di box e, insieme alla famiglia di Angelo, è stato deciso di commemorare la scomparsa del nostro campione il 20 piuttosto che il 22, a causa di impegni già calendarizzati dalla Nazionale». 
«Alla commemorazione – conclude il delegato –  parteciperanno anche le società sportive locali in segno di grande rispetto verso un atleta che è e rimarrà per sempre il nostro Angelo Jacopucci’».
L’iniziativa è il primo appuntamento di una serie di eventi che verranno organizzati in memoria del grande campione.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rebus usi civici

CIVITAVECCHIA – Un consiglio comunale aperto lungo e per certi versi proficuo quello che si è svolto giovedì sera all’Aula Pucci sul tema degli usi civici. Un tema che ha coinvolto centinaia di famiglie e operatori soprattutto alla luce della sentenza della Corte di Cassazione che aboliva una sorta di scorciatoia normativa per sdoganare i terreni e le case edificate dagli usi civici e dava il via libera ai rogiti. Intere famiglie in attesa di poter vendere o comprare casa e operatori, banche e consulenti in attesa di veder sbloccati affari decennali hanno visto quindi sfumate le loro presenze con la sentenza dello scorso maggio.

In sintesi ci sono problematiche politiche con divergenze di vedute tra Comune e Università Agraria, problematiche riguardo la prassi da seguire per levare gli usi civici dai terreni resi più complessi dopo l’intervento dell Corte Costituzionale, una presunta ridefinizione delle zone gravate dagli usi civici e un vuoto normativo che faccia chiarezza su norme che risalgono al regno dei Savoia quando le urbanizzazioni delle città erano differenti. 

Tornando al consiglio comunale aperto, nonostante l’ora (si è concluso quasi alle due) oltre 150 persone hanno assistito e numerose hanno preso parola tra cui il consigliere Emanuele La Rosa che ha rimarcato la guerra aperta tra Comune e Università Agraria e la volontà dell’amministrazione di affiancarsi ai ricorsi dei cittadini: «Già prima di questo consiglio il Comune si era costituito ad adiuvandum nei ricorsi dei cittadini che sostengono che le loro aree di pertinenza non ricadano nelle zone soggette a uso civico. Una risposta da parte del Commissario degli usi civici è attesa nei prossimi mesi ma è un segnale importante che il Comune sia al fianco dei civitavecchiesi in questa grande voglia di chiarezza». Il sindaco Cozzollino ha puntato il dito contro l’atteggiamento dell’Agraria «collaborativo solo a parole». Sempre il sindaco ha espresso le difficoltà nel muoversi attraverso la gestione dell’uso civico utilizzato dai diversi enti a seconda del colore politico. E’ intervenuto nel consiglio anche l’avvocato Lettera che difende e rappresenta numerosi cittadini nell’udienza che si sarebbe dovuto tenere la prossima settimana con il commissario regionale agli usi civici. Lettera ha confermato che la seduta è stata rinviata a novembre e sottolineato come la sentenza della corte costituzionale abbia di fatto aggravato la situazione dei cittadini ricorrenti.

Altra notizia emersa attraverso il lavoro svolto dall’ex consigliere Vittorio Petrelli è l’errata definizione delle zone gravate dagli usi civici. Sarebbero infatti molte di meno di quelle attualmente indicate.

«Il perito demaniale incaricato dal Comune – ha sottolineato sempre La Rosa -, che ha già iniziato il suo lavoro, effettuerà la propria perizia di parte in cui saranno ridefiniti le aree oggetto di uso civico: tale perizia sarà parte fondamentale della tesi del Comune nel ricorso sostenuto dai cittadini.  Eventuali gravami sul terreno o sull’immobile di volta in volta oggetto della querelle saranno riportati dal Comune sul certificato di destinazione d’uso».

Ha preso parola anche l’Università Agraria attraverso due membri dell’attuale maggioranza che hanno espresso la volontà di risolvere la situazione, rispettando la legge e gli interessi della collettività.

Molto partecipato il consiglio anche a livello di presenza politiche con Gino De Paolis e Marietta Tidei che hanno sottolineato la volontà di mettersi a disposizione del territorio dalla Regione.

L’opposizione ai grillini in consiglio è stata rappresentata come di consueto da Massimiliano Grasso: «Credo che l’unico modo di dare una risposta immediata sia quello che Comune e Agraria seppelliscano l’ascia di guerra e consentano per il privato gravato di procedere, con un gentleman agreement, a transazioni e conciliazioni allo stesso prezzo che sarebbe scaturito dall’applicazione degli abbattimenti della legge regionale nella parte dichiarata incostituzionale. Contemporaneamente, è necessario arrivarsi, visti gli evidenti errori contenuti nell’attuale perimetrazione, per definire attraverso una nuova perizia le aree del territorio di Civitavecchia effettivamente gravate da usi civici. Infine, su un binario parallelo, è necessario risolvere il problema alla radice attraverso un intervento legislativo nazionale che consenta, per le aree urbanizzate da decenni, una “sdemanializzazione” retroattiva gratuita, mantenendo invece i vincoli nelle zone da tutelare paesaggisticamente». E proprio di normative si parlerà nel convegno organizzato dall’onorevole Alessandro Battilocchio lunedì presso il teatro della Fondazione Cariciv alle 17.30. Ad annunciarlo durante il consiglio lo stesso moderatore, l’ingegner Andrea Bargiacchi che ha sottolineato che la via normativa è l’unica perseguibile.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###