Si conferma l'eccellenza di Paolo Migliori

CIVITAVECCHIA – Per il secondo anno consecutivo uno studente del liceo scientifico Galileo Galilei è stato premiato con la possibilità di collaborare con l’IFOM (Istituto di oncologia Molecolare) di Milano per il suo successo al concorso nazionale ‘‘Youscentifist 2018’’. Paolo Migliori, questo il nome del ragazzo, alunno della classe IV C, avrà la possibilità di collaborare per 15 giorni, seguito ovviamente da uno specifico tutor, con scienziati provenienti da tutto il mondo impegnati nello studio di una ricombinazione genetica basata sull’uso di batteri e lieviti. Il ragazzo non è nuovo a questo tipo di successi avendo vinto lo scorso anno una borsa di studio dell’Università “Luiss Guido Carli” grazie alla quale ha partecipato al progetto “LUISS Orientation Summer School”. Lo studente potrà poi partecipare quest’anno anche all’orientamento Universitario 2018 bandito dalle Scuole Universitarie Federate: Sant’Anna – Normale di Pisa  e IUSS di Pavia, avendo, anche in questo caso, superato le prove di selezione. Oltre a quello del ragazzo che ha con impegno raggiunto dei primi importanti traguardi nella sua carriera accademica, è grande anche l’orgoglio della sua professoressa di scienze naturali   Lorella Battilocchio e la direttrice scolastica Maria Zeno che hanno espresso le loro congratulazioni ed augurato al giovane di distinguersi anche in queste esperienze tanto quanto fatto tra i banchi di scuola. È grande anche l’imbocca al lupo di tutta la città che spera per il meglio per la comunità scientifica anche grazie ad un possibile  futuro apporto del ragazzo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella, ecco i nuovi tecnici

Nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta lunedì presso la sede dell’Usd Santa Marinella Calcio, è stato reso noto lo staff tecnico e dirigenziale, nato all’indomani della conclusione dei rapporti tra i dirigenti del Santa Marinella e del Santa Severa. Con la partenza dello staff della frazione santamarinellese e dell’allenatore Michele Zeoli, la dirigenza tirrenica riparte da zero. Ad avere l’onore dell’apertura della conferenza, sono stati i due nuovi tecnici della prima squadra Paolo Di Martino e Leonardo Stuccilli. 

I due gestiranno tutte le operazioni di mercato, organizzeranno le fasi della preparazione e dei rapporti tra la squadra e la società. Paolo Di Martino non è un volto nuovo di questa città. Autore di una doppia vittoria del campionato con la sua Santamarinellese, l’ex presidente ha deciso di intraprendere una nuova strada, quella di allenatore, anche se ha già avuto esperienze in tal senso con il Santa Marinella, il Tolfa, il Bassano e l’Ortana. Il suo “collega” Leonardo Stuccilli è conosciuto per aver iniziato quest’attività nelle giovanili d’elite del Ladispoli, per poi guidare la panchina della Virtus Ladispoli e negli ultimi tre anni rivestire il ruolo di allenatore in seconda nel Ladispoli con Graniero e successivamente con Scudieri in Eccellenza e in serie D con la SFF Atletico. 
«Ringrazio tutti i dirigenti che hanno collaborato – commenta il presidente Patrizio Gramegna – in particolare quelli che hanno lasciato la nostra società per percorrere altre strade. A breve indiremo l’assemblea dei soci per eleggere i nuovi dirigenti. Ripartiamo da Di Martino e Stuccilli per fare una squadra che faccia un campionato di buon livello e gli auguro una stagione ricca di soddisfazioni. A loro due demanderemo la campagna rafforzamento della squadra che tra l’altro hanno già iniziato, mentre a me e gli altri dirigenti spetterà l’onere di organizzare al meglio la nostra società. Anche quest’anno partiremo con l’handicap dell’impiantistica, stiamo lavorando per cercare i campi da allenamento e da gioco».

«Sono contento di poter avere quest’opportunità – ha ribadito Di Martino – ritorno da tecnico dopo la sfortunata parentesi di qualche anno fa quando ero alla guida della prima squadra partecipante al campionato di eccellenza, categoria in cui mi piacerebbe rivedere questo sodalizio. Con Stuccilli ci sentiamo quotidianamente, abbiamo iniziato a chiamare i calciatori della passata stagione e nello stesso tempo siamo alla ricerca di nuovi profili che possano fare al caso nostro». 

«Sono onorato di approdare in un club cosi blasonato – dice il neo allenatore – una piazza che ha calcato categorie di valore. Con Di Martino e la dirigenza c’è la massima sintonia e già stiamo lavorando per poter fare qualcosa di buono. Sono ottimista, nei vari incontri che ho avuto sia con i calciatori già in rosa sia con i papabili nuovi arrivi ho notato tanta positività e disponibilità ad affrontare questa nuova avventura calcistica». Al Pala De Angelis erano presenti oltre al presidente Patrizio Gramegna, anche i dirigenti Venanzio Bravetti, Alessandro Civico, Fabrizio Di Stefano, Massimo Falasca, Orazio Sanfilippo Massimo Di Stefano, Luciano Varchetta e il neo dirigente Guido Rosati.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Valcanneto: dopo la metanizzazione via al rifacimento del manto stradale

CERVETERI – «Si tratta di un passaggio storico – ha dichiarato Giuseppe Zito, vicesindaco  e assessore alle opere pubbliche – ora anche gli utenti di Valcanneto, il terzo territorio più popoloso del nostro Comune, è servita dal metano e come avevamo annunciato, visto il concludersi degli allacci, nei prossimi giorni vedrà un completo restyling della propria rete stradale. Ma la novità è anche un’altra: proprio ieri abbiamo deliberato in Giunta comunale l’estensione del metano anche in quelle reti che risultano come strade private ad uso pubblico. Una svolta epocale che garantirà a tutti i cittadini di Valcanneto gli stessi servizi. Colgo l’occasione, infine, per ringraziare l’Ingegner Di Franceschi della Società Italgas e l’Ufficio Ripartizione Opere Pubbliche del nostro Comune, nella figura del geometra Bruno Zinno e a tutto il personale, che con estrema professionalità hanno seguito passo dopo passo l’iter dei lavori». 
Cominceranno con via Guido D’Arezzo, via Pergolesi e via Cimarosa i lavori di rifacimento completo del manto stradale nella frazione di Valcanneto. Come stipulato nell’accordo firmato con l’Amministrazione comunale di Cerveteri infatti, Italgas procederà alla riasfaltatura di tutte le strade interessate dagli allacci alla rete del metano. 
Interviene quindi il delegato Andrea Mundula che è lieto di dichiarare: «Oltre ai lavori di rifacimento del manto stradale, abbiamo chiesto ad Acea, che ringrazio per la pronta risposta, la risistemazione dei pozzetti delle fognature a servizio della frazione che risultavano non più in condizioni eccellenti. Come Amministrazione, abbiamo cercato di portare avanti un lavoro coordinato con Italgas, per far sì che i lavori di rifacimento del manto stradale venissero portati a termine nel miglior modo possibile. Tra le prossime strade interessate dai lavori di riasfaltatura, ci sarà un’arteria fondamentale della frazione, come l’anello stradale di via Boito e via Scarlatti».

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Elezioni Santa Marinella, le preferenze

Le preferenze:

 

Candidato sindaco PIETRO TIDEI 34,25%    3.069 VOTI

 

LISTA TIDEI

9,82%   834 Voti

1 Andolfi Pietro                       8

2 Angeletti Roberto             62

3 Faiazza Barbara                39

4 D’Alia Agata                          4

5 D’Amico Giovanni           53

6 Farnese Michele               15

7 Gentili Enrica                      3

8 Bianchi Gilberto               13

9 Befani Patrizia                138

10 Narducci Paola                17

11 Verzilli Danila verzilli   57

12 Fronti Fabrizio              187

13 Bianchi Patrizia              15

14 Greci Spada M. P.           28

15 Midei Davide                  48

16 Sansolini Carla               16

 

UNITI PER CAMBIARE

0,88%   75  Voti

1 Colombi Orlando                 37

2 Angradi Riccardo                   0

3 Biagiotti Erika                       29

4 Campo Ambra                        8

5 Ceccarelli Carlo                      1

6 Cinotti Mario                          5

7 Angradi Pamela                      0

8 Coppola Marco                      0

9 Dell’Orso Gloria                     0

10 Fresilli Daniele                   17

11 Pagnoncelli Alessandro    0

12 Proietti Rachele                   8

13 Tidei Franca                        10

14

15

16

 

PD, PARTITO DEMOCRATICO

11,26%    956  Voti

1 Bianchi Andrea                 320

2 Nardangeli Stefania         103

3 Amanati Andrea                  65

4 Andreani Anna                     19

5 Biancucci Enrico                  31

6 Bolasco Enrico                       2

7 Chegia Maura                     179

8 D’Emilio Pierluigi             116

9 Fratarcangeli Paola             46

10 Frezza Caterina                    41

11 Marcelletti Massim.         22

12 Mariotti Anna Maria          8

13 Mazzalupi Leonardo          4

14 Passamonti Maurizio      23

15 Rago Michael                        4

16 Tiberti Leandro                    7

 

S. MARINELLA C’E’

4,41%   375 Voti

1 Ferullo Marina                    228

2 Arcai Emanuela                     11

3 Caserta Roberta                    16

4 Corinti Paolo                             1

5 Cresti  Daniele                       22

6 Faccennini Federico           28

7 Frezza Emanuele                  56

8 Gabella Franco                       27

9 Giorgianni Antonio C.         20

10 Di Giacinto Stefania            4

11 Modesti Emanuela              2

12 Modica Carmelo                     3

13 Pierucci Massimiliano        8

14 Rossi Francesca                     2

15 Serci Amedeo                         3

16 Servi Gloria                             2

 

AMICI DELLO SPORT

5,06%   430  Voti

1 Di Martino Paolo                62

2 Magrini Isola detta Isola   25

3 Diamante Roberta               18

4 Petretto Simona                     9

5 Iachini Jacopo                      121

6 Galano Giordano                29

7 Sanfilippo Orazio                37

8 Ferracci Laura                       89

9 Pieretti Giuseppe                   5

10 Diamante Anna                    1

11 Trebiani Mauro                 93

12 Biagiotti Alessandra           3

13 Giacomantonio Danie.   62

14 Vurchio Pasquale                   6

15 Orfei Liana                                 1

16 Fantozzi Simone                     0

 

 

SINISTRA DEM. BENE COMUNE

2,68%    228 Voti

 

1 Barbazza Renzo        104

2 Calistri Claudia           52

3 Borghini Ivano            16

4 Colucci Marco                1

5 D’Agostino Raffaele     1

6 Falzani Rosetta                       3

7 Fantozzi Maria              3

8 Fidani Marina              12

9 Flori Giuseppe               0

10 Ilie Doinita                    0

11 Mastrangelo Nicola 13

12 Minguzzi Leonarda   3

13 Pavesi Fabrizio            3

14 Pistola Marcella        16

15 Ricci Giancarlo            5

16 Tito Flavio                     6

 

**********************************************************************************************************************************************************************************

Candidato Sindaco: BRUNO RICCI    24,43%    2.189 VOTI

 

FI, FORZA ITALIA

4,85%  412  Voti

1 Ferlin Valentina

2 Fusco Elena

3 Luchetti Anna Rita

4 Maggiorelli Paola

5 Marchionne Carlotta

6 Marongiu Gavina

7 Saccani Wanda

8 Salerni Antonella

9 Brutti Sandro

10 Gabriello Angelo

11 Galli Paolo Roberto

12 Giuliani Giuseppe detto Pino

13 Muscianesi Paolo

14 Noga Gennadiy

15 Parpaglioni Ornello

16 Iadicicco Vincenzo

 

 

 

LEGA, NOI CON SALVINI

9,87%    838 Voti

1 Barletta Alessio

2 Benedetti Adele detta Lalla

3 Boccoli Roberto

4 Bronzolino Raffaele

5 Calvo Massimiliano

6 Cesarini Roberta

7 Ciammaruchi Gianfranco

8 Degli Esposti Marco

9 De Marchis Daniela

10 De Santis Tiziana

11 Felici Roberta

12 Gigliotti Claudio

13 Meniconi Stefania

14 Pichierri Luana

15 Signoracci Sonia

16 Zavarelli  Tiziana

 

L’ANCORA NOI CON S. M.

2,38 %  202  Voti

1 Fratturato Eugenio

2 Bernardini Paolo

3 Borriello Salvatore Massimo

4 Castellano Fabiana

5 Caputo Michele

6 Cinquegrana Liliana

7 Conti Silvia

8  D’Angelo Lorenzo

9 Donadeo Vincenzo

10 Fulgenzi Monica

11 Gioiosa Cristina

12 Imparato Maria Daniela 13 Matalone Alessandra

14 Pirisi Maria Daniela

15 Salerno Maria Rosaria

16 Zappi Germana

BRUNO RICCI SINDACO

7,63%   648  Voti

1 Barigelli  Valentina

2 Campnelli Claudia

3 Grecu Angela

4 Lauria Monica

5 Papalini Rosanna

6 Pomponio Elisa

7 Baffioni Marco

8 Di Mauro Simone

9 Fantasia Simone

10 Fiorucci Francesco

11 Gambino Domenico

12 Gasparri Damiano

13 Granzotto Mirko

14 Mania Roberto

15 Mancino Giuseppe

16 Opromolla Alessandro

 

Candidato sindaco ROBERTO MARONGIU  8,94%   801 VOTI

 

PASSIONE CIVICA

7,25%   616  Voti

1 Aceto Adriano

2 Carusone Linda

3 Conteddu Sandro

4 Di Marco Rosalba

5 Fiorellu Domenico

6 Furfaro Domenico

7 Graziani Rita

8 Marasco Gernardo

9 Pignanelli Rocco

10 Sabuzi Simona

11 Saccomanno Emiliana

12 Scala Giovanni detto Gianni

13 Scopinaro Timmy

14 Sinopoli Christian

15 Soaccarelli Vittorio

16 Tassone Angela

 

POLITICA ETICA

1,54%  131  Voti

1 Diaco Teodora detta Rosella Gagliato

2 Acri Leonardo

3 Bravi Angelo

4 Cacciatore Claudio

5 Doppio Fabiana

6 Ferri Stefano

7 Giannini Simone

8 Lipparelli Anna Maria

9 Lori Federica

10 Mandrici Samanta

11 Ottavi Tito

12 Pulcini Arianna

13 Saioni Nadia

14 Sorcelletti Ugo

15 Soro Cristina

16 Susini Claudio

 

**********************************************************************************************************************************************************************************

Candidato sindaco ALFREDO DE ANTONIIS  5,58%  500 VOTI

 

LISTA CUORI SANTA MARINELLA

3%       255  VOTI

1 Giorgia Mulargia

2 Luigi Santecchi

3 Marco Patrizi

4 Fabrizio Fratini

5 Laura Bonfigli

6 Filomena Ruggiero detta Mena

7 Enrico Catinari

8 Paolo Davoli

9 Ornella Tucci

10 Damiano Peretti

11 Fabrizio Guredda

12 Emiliana Catalano

13 Michele Di Gennaro

14 Paolo Breccia

15 Alessandro Follo

16 Rosanna Cirillo

 

FRATELLI D’ITALIA

2,42%    206  Voti

1 Ilaria Fantozzi

2 Milena Sammartino

3 Antonino di maggio

4 Orazio de pasquale

5 Andrea Fanni

6 Marisa banin

7 Chiara Murgia

8 Bruna Carancini

9 Vittorio Vargiolu

10 Nanu Alessandro

11 Alfonso Mellace

12 Daniele Fusco

13 Claudio senigagliesi

14 Albanesi Marcello

15 Romano Rosa

16 Federico Nazio

 

***********************************************************************************************************************************************************************************

Candidato sindaco LORENZO CASELLA 8,28%   742 VOTI

 

PAESE CHE VORREI

8,42%   715  Voti

1 Stefano Crispu

2 Clelia di Liello

3 Andrea Riga

4 Desirée De Bakker

5 Simonetta Gazzella

6 Daniele Renda

7 Marinella Elia

8 Elisabetta Gallo

9 Germano di Francesco

10 Miriam Fantozzi

11 Mario Berlinguer

12 Eliana Petrini

13 Alessandra De Luca

14 Simona Gaudi

15 Paolo Maria Montaldo

16 Roberto Orazi

 

*************************************************************************************************************************************************************************************************

Candidato sindaco CARLO PISACANE 5,87%   526 VOTI

 

S. MARINELLA CITTA’ DEL SOLE

5,86%    498  Voti

 

1 Vergati Dario

2 Toppi Stefano

3 Astori Luca

4 Coronas Lorenzo

5 Lera Raoul

6 Stracci Glauco

7 Russo Angelo

8 Politi Guido

9 Benato Juglair junior

10 Catoni Davide

11 Quattrini Roberta

12 Russino Laura

13 Mazza Antonella

14 Silvestri Patrizia

15 Veltri Pamela

16 Mastropietro Sara

 

******************************************************************************************************************************************************************************************************************

Candidato sindaco GIAMPIERO ROSSANESE 1,36%   122 VOTI

 

NO SLOGAN

1,35%   115  Voti

 

1 Sebastiani Valerio

2 Anna Sada

3 Ciancarelli Gianna

4 Alessandra i Carlo

5 Leandro Mariani

6 Francesco Vozza

7 Dario De Angelis

8 Golino Antonio

9 Mudu Cristina

10 Daniele Mazzalupi

11 Imperatori Alessio

12 Rita Scaglione

 

*****************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************

Candidato sindaco FRANCESCO SETTANNI 11,26%  1009 VOTI

 

MOVIMENTO  5  STELLE

11,20%   951Voti

 

1 Davide Flores

2 Caterina D’Ottavi

3 Gerardo Sorrenti

4 Marcella Griffo

5 Sandro D’Alessandro

6 Valentina Di Serio

7 Giuseppe Spagnuolo

8 Federica Galosi

9 Piero Bassi

10 Monica Romitelli

11 Mauro Fondato

12 Barbara Mantovani

13 Massimo Padroni

14 Lucia Petrocchi

15 Stefano Cacciatori

16 Alessandro Di Spirito

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

TRIBUNALE DI TREVISO

Notifica per estratto del decreto di accoglimento della domanda di
usucapione speciale proposta da Baldo Guido ai sensi dell'art. 1159
bis c.c. e 3 della Legge 10 maggio 1976, n. 346

(TX18ABM6276 )

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Turismo balneare: appello alla Camera

CIVITAVECCHIA – La riforma delle concessioni balneari ha bisogno di una categoria più unita. È l’appello che la classe politica ha rivolto ieri in occasione degli “Stati generali del turismo balneare”: da Forza Italia al Partito democratico, alla Lega, gli interventi di deputati e senatori hanno sottolineato l’importanza di una maggiore coesione tra gli imprenditori, pur nella diversità di idee per risolvere l’annosa incertezza in cui versano gli stabilimenti balneari, dal categorico “no alle gare” di Gasparri (Fi) alla proroga di 75 anni proposta da Marsilio (Fdi), fino al legittimo affidamento e al doppio binario evocato da D’Alfonso (Pd).

L’associazione Federbalneari Italia, organizzatrice dell’evento svoltosi ieri mattina alla Camera dei deputati, si è fatta carico di lavorare verso l'unità intorno alla proposta del "doppio binario": «Redigeremo un documento programmatico chiedendo alle altre associazioni di categoria di sottoscriverlo – ha annunciato il presidente Renato Papagni tirando le conclusioni del convegno – nel quale raccoglieremo le richieste principali per far ripartire gli investimenti: immediate gare solo sulle spiagge libere per adeguarci alle disposizioni europee secondo il meccanismo del “doppio binario”, un adeguato periodo transitorio per gli attuali concessionari durante il quale si obblighino le Regioni a redigere i piani della costa, poi un lungo periodo concessorio dai 30 ai 75 anni in base al business plan per chi vince l’evidenza pubblica, l’adeguamento dell’Iva al 10% come per le altre imprese turistiche e il riordino dei canoni con l’abolizione dei valori Omi. L’importante è che il nuovo governo agisca entro la fine dell’anno, inserendo un provvedimento-quadro sul settore balneare già all’interno della legge finanziaria. Forse questa legislatura, grazie alla strana combinazione politica che si è formata per creare il nuovo governo, rappresenta il momento giusto per mettere fine a 12 anni di incertezza». In seguito al saluto del presidente di Confimprese Italia Guido D’Amico («La blue economy rappresenta il futuro più della green, e mi auguro che il “governo del cambiamento” ne tenga conto»), si sono susseguiti gli interventi politici, aperti dal senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri: «Nel settore balneare proliferano sigle, alcune storiche e altre meno, che ci fanno richieste diverse. Così per la politica è difficile capire chi rappresenta chi: per questo faccio un appello alla coesione, invitando a costituire una piattaforma unitaria che vi faccia arrivare al risultato». Gasparri ha poi commentato l’opposta visione che Lega e Movimento 5 Stelle hanno in merito alla riforma delle concessioni: «Il governo è composto da una mezza mela marcia, quella dei grillini che criticano i balneari e vogliono mandarli a gara, e da una mezza mela buona, quella della Lega che sulla Bolkestein la pensa come tutto il resto del centrodestra: siamo cioè contrari alle evidenze pubbliche. Confido perciò nel partito di Salvini e nel ministro Centinaio per salvaguardare le storiche aziende balneari italiane. Da parte nostra, incalzeremo il governo sin da subito con iniziative parlamentari affinché si faccia partire la redazione della riforma. Personalmente sono positivo, perché il contesto è ora in parte amico dei balneari». Marco Marsilio, deputato di Fratelli d’Italia, ha invece ricordato la «differenza rispetto agli altri paesi europei, con le proroghe di 30 e 75 anni istituite da Spagna e Portogallo che rendono evidente come la Bolkestein non sia stata recepita allo stesso modo in Ue. Per questo, nei giorni scorsi abbiamo presentato una proposta di legge per istituire una proroga di 75 anni anche sulle concessioni balneari italiane». Di diverso avviso è invece il Partito democratico, che con il senatore Luciano D’Alfonso ha ricordato che «occorre lavorare soprattutto sul legittimo affidamento come elemento chiave per istituire un doppio binario di riforma», evocando dunque i contenuti del disegno di legge portato avanti dal governo Gentiloni ma non portato a termine. In linea con Gasparri anche l’on. Alessandro Battilocchio (Forza Italia) che ha sostenuto sin da subito l’organizzazione dell'iniziativa a livello nazionale garantendo il suo sostegno ai balneari in parlamento e così pure verso le varie proposte normative a difesa della categoria come peraltro già fatto per il commercio ambulante.  

 La seconda parte della mattinata è stata dedicata al racconto delle esperienze regionali, con gli interventi di Antonio Cecoro (Assobalneari Campania – Federbalneari), Mauro Della Valle (Federbalneari Salento) e Giorgio Ardito (Federbalneari Friuli Venezia Giulia) e alla presenza di rappresentanti della Regione Abruzzo (lo stesso D'Alfonso, nei panni di governatore) e della Regione Lazio (con il consigliere leghista Angelo Tripodi). Per Cecoro «l’attesa infinita di una norma che regoli le nostre attività è arrivata a punto insostenibile per tutti, sia sotto profilo imprenditoriale che amministrativo, a causa di una eccessiva e immotivata sudditanza alle direttive comunitarie e della mancanza di una regolamentazione ordinata». Della Valle ha poi aggiunto che «le spiagge sono uno dei simboli del “made in Italy” e non possiamo farcele strappare di mano, proprio come le ostriche francesi che sono molto tutelate in quanto interesse di Stato». Infine Ardito ha sottolineato «l’urgenza di riformare il settore balneare, perché con il caos attuale stiamo perdendo più tempo a fare ricorsi che a dirigere le nostre aziende».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stati generali del turismo balneare, alla Camera appello all’unità della categoria per la riforma del settore

CIVITAVECCHIA – La riforma delle concessioni balneari ha bisogno di una categoria più unita. È l’appello che la classe politica ha rivolto ieri in occasione degli “Stati generali del turismo balneare”: da Forza Italia al Partito democratico, alla Lega, gli interventi di deputati e senatori hanno sottolineato l’importanza di una maggiore coesione tra gli imprenditori, pur nella diversità di idee per risolvere l’annosa incertezza in cui versano gli stabilimenti balneari, dal categorico “no alle gare” di Gasparri (Fi) alla proroga di 75 anni proposta da Marsilio (Fdi), fino al legittimo affidamento e al doppio binario evocato da D’Alfonso (Pd).

L’associazione Federbalneari Italia, organizzatrice dell’evento svoltosi ieri mattina alla Camera dei deputati, si è fatta carico di lavorare verso l'unità intorno alla proposta del "doppio binario": «Redigeremo un documento programmatico chiedendo alle altre associazioni di categoria di sottoscriverlo – ha annunciato il presidente Renato Papagni tirando le conclusioni del convegno – nel quale raccoglieremo le richieste principali per far ripartire gli investimenti: immediate gare solo sulle spiagge libere per adeguarci alle disposizioni europee secondo il meccanismo del “doppio binario”, un adeguato periodo transitorio per gli attuali concessionari durante il quale si obblighino le Regioni a redigere i piani della costa, poi un lungo periodo concessorio dai 30 ai 75 anni in base al business plan per chi vince l’evidenza pubblica, l’adeguamento dell’Iva al 10% come per le altre imprese turistiche e il riordino dei canoni con l’abolizione dei valori Omi. L’importante è che il nuovo governo agisca entro la fine dell’anno, inserendo un provvedimento-quadro sul settore balneare già all’interno della legge finanziaria. Forse questa legislatura, grazie alla strana combinazione politica che si è formata per creare il nuovo governo, rappresenta il momento giusto per mettere fine a 12 anni di incertezza». In seguito al saluto del presidente di Confimprese Italia Guido D’Amico («La blue economy rappresenta il futuro più della green, e mi auguro che il “governo del cambiamento” ne tenga conto»), si sono susseguiti gli interventi politici, aperti dal senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri: «Nel settore balneare proliferano sigle, alcune storiche e altre meno, che ci fanno richieste diverse. Così per la politica è difficile capire chi rappresenta chi: per questo faccio un appello alla coesione, invitando a costituire una piattaforma unitaria che vi faccia arrivare al risultato». Gasparri ha poi commentato l’opposta visione che Lega e Movimento 5 Stelle hanno in merito alla riforma delle concessioni: «Il governo è composto da una mezza mela marcia, quella dei grillini che criticano i balneari e vogliono mandarli a gara, e da una mezza mela buona, quella della Lega che sulla Bolkestein la pensa come tutto il resto del centrodestra: siamo cioè contrari alle evidenze pubbliche. Confido perciò nel partito di Salvini e nel ministro Centinaio per salvaguardare le storiche aziende balneari italiane. Da parte nostra, incalzeremo il governo sin da subito con iniziative parlamentari affinché si faccia partire la redazione della riforma. Personalmente sono positivo, perché il contesto è ora in parte amico dei balneari». Marco Marsilio, deputato di Fratelli d’Italia, ha invece ricordato la «differenza rispetto agli altri paesi europei, con le proroghe di 30 e 75 anni istituite da Spagna e Portogallo che rendono evidente come la Bolkestein non sia stata recepita allo stesso modo in Ue. Per questo, nei giorni scorsi abbiamo presentato una proposta di legge per istituire una proroga di 75 anni anche sulle concessioni balneari italiane». Di diverso avviso è invece il Partito democratico, che con il senatore Luciano D’Alfonso ha ricordato che «occorre lavorare soprattutto sul legittimo affidamento come elemento chiave per istituire un doppio binario di riforma», evocando dunque i contenuti del disegno di legge portato avanti dal governo Gentiloni ma non portato a termine. In linea con Gasparri anche l’on. Alessandro Battilocchio (Forza Italia) che ha sostenuto sin da subito l’organizzazione dell'iniziativa a livello nazionale garantendo il suo sostegno ai balneari in parlamento e così pure verso le varie proposte normative a difesa della categoria come peraltro già fatto per il commercio ambulante.  

 La seconda parte della mattinata è stata dedicata al racconto delle esperienze regionali, con gli interventi di Antonio Cecoro (Assobalneari Campania – Federbalneari), Mauro Della Valle (Federbalneari Salento) e Giorgio Ardito (Federbalneari Friuli Venezia Giulia) e alla presenza di rappresentanti della Regione Abruzzo (lo stesso D'Alfonso, nei panni di governatore) e della Regione Lazio (con il consigliere leghista Angelo Tripodi). Per Cecoro «l’attesa infinita di una norma che regoli le nostre attività è arrivata a punto insostenibile per tutti, sia sotto profilo imprenditoriale che amministrativo, a causa di una eccessiva e immotivata sudditanza alle direttive comunitarie e della mancanza di una regolamentazione ordinata». Della Valle ha poi aggiunto che «le spiagge sono uno dei simboli del “made in Italy” e non possiamo farcele strappare di mano, proprio come le ostriche francesi che sono molto tutelate in quanto interesse di Stato». Infine Ardito ha sottolineato «l’urgenza di riformare il settore balneare, perché con il caos attuale stiamo perdendo più tempo a fare ricorsi che a dirigere le nostre aziende».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stati generali del turismo balneare, alla Camera appello all’unità della categoria per la riforma del settore

CIVITAVECCHIA – La riforma delle concessioni balneari ha bisogno di una categoria più unita. È l’appello che la classe politica ha rivolto ieri in occasione degli “Stati generali del turismo balneare”: da Forza Italia al Partito democratico, alla Lega, gli interventi di deputati e senatori hanno sottolineato l’importanza di una maggiore coesione tra gli imprenditori, pur nella diversità di idee per risolvere l’annosa incertezza in cui versano gli stabilimenti balneari, dal categorico “no alle gare” di Gasparri (Fi) alla proroga di 75 anni proposta da Marsilio (Fdi), fino al legittimo affidamento e al doppio binario evocato da D’Alfonso (Pd).

L’associazione Federbalneari Italia, organizzatrice dell’evento svoltosi ieri mattina alla Camera dei deputati, si è fatta carico di lavorare verso l'unità intorno alla proposta del "doppio binario": «Redigeremo un documento programmatico chiedendo alle altre associazioni di categoria di sottoscriverlo – ha annunciato il presidente Renato Papagni tirando le conclusioni del convegno – nel quale raccoglieremo le richieste principali per far ripartire gli investimenti: immediate gare solo sulle spiagge libere per adeguarci alle disposizioni europee secondo il meccanismo del “doppio binario”, un adeguato periodo transitorio per gli attuali concessionari durante il quale si obblighino le Regioni a redigere i piani della costa, poi un lungo periodo concessorio dai 30 ai 75 anni in base al business plan per chi vince l’evidenza pubblica, l’adeguamento dell’Iva al 10% come per le altre imprese turistiche e il riordino dei canoni con l’abolizione dei valori Omi. L’importante è che il nuovo governo agisca entro la fine dell’anno, inserendo un provvedimento-quadro sul settore balneare già all’interno della legge finanziaria. Forse questa legislatura, grazie alla strana combinazione politica che si è formata per creare il nuovo governo, rappresenta il momento giusto per mettere fine a 12 anni di incertezza». In seguito al saluto del presidente di Confimprese Italia Guido D’Amico («La blue economy rappresenta il futuro più della green, e mi auguro che il “governo del cambiamento” ne tenga conto»), si sono susseguiti gli interventi politici, aperti dal senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri: «Nel settore balneare proliferano sigle, alcune storiche e altre meno, che ci fanno richieste diverse. Così per la politica è difficile capire chi rappresenta chi: per questo faccio un appello alla coesione, invitando a costituire una piattaforma unitaria che vi faccia arrivare al risultato». Gasparri ha poi commentato l’opposta visione che Lega e Movimento 5 Stelle hanno in merito alla riforma delle concessioni: «Il governo è composto da una mezza mela marcia, quella dei grillini che criticano i balneari e vogliono mandarli a gara, e da una mezza mela buona, quella della Lega che sulla Bolkestein la pensa come tutto il resto del centrodestra: siamo cioè contrari alle evidenze pubbliche. Confido perciò nel partito di Salvini e nel ministro Centinaio per salvaguardare le storiche aziende balneari italiane. Da parte nostra, incalzeremo il governo sin da subito con iniziative parlamentari affinché si faccia partire la redazione della riforma. Personalmente sono positivo, perché il contesto è ora in parte amico dei balneari». Marco Marsilio, deputato di Fratelli d’Italia, ha invece ricordato la «differenza rispetto agli altri paesi europei, con le proroghe di 30 e 75 anni istituite da Spagna e Portogallo che rendono evidente come la Bolkestein non sia stata recepita allo stesso modo in Ue. Per questo, nei giorni scorsi abbiamo presentato una proposta di legge per istituire una proroga di 75 anni anche sulle concessioni balneari italiane». Di diverso avviso è invece il Partito democratico, che con il senatore Luciano D’Alfonso ha ricordato che «occorre lavorare soprattutto sul legittimo affidamento come elemento chiave per istituire un doppio binario di riforma», evocando dunque i contenuti del disegno di legge portato avanti dal governo Gentiloni ma non portato a termine. In linea con Gasparri anche l’on. Alessandro Battilocchio (Forza Italia) che ha sostenuto sin da subito l’organizzazione dell'iniziativa a livello nazionale garantendo il suo sostegno ai balneari in parlamento e così pure verso le varie proposte normative a difesa della categoria come peraltro già fatto per il commercio ambulante.  

 La seconda parte della mattinata è stata dedicata al racconto delle esperienze regionali, con gli interventi di Antonio Cecoro (Assobalneari Campania – Federbalneari), Mauro Della Valle (Federbalneari Salento) e Giorgio Ardito (Federbalneari Friuli Venezia Giulia) e alla presenza di rappresentanti della Regione Abruzzo (lo stesso D'Alfonso, nei panni di governatore) e della Regione Lazio (con il consigliere leghista Angelo Tripodi). Per Cecoro «l’attesa infinita di una norma che regoli le nostre attività è arrivata a punto insostenibile per tutti, sia sotto profilo imprenditoriale che amministrativo, a causa di una eccessiva e immotivata sudditanza alle direttive comunitarie e della mancanza di una regolamentazione ordinata». Della Valle ha poi aggiunto che «le spiagge sono uno dei simboli del “made in Italy” e non possiamo farcele strappare di mano, proprio come le ostriche francesi che sono molto tutelate in quanto interesse di Stato». Infine Ardito ha sottolineato «l’urgenza di riformare il settore balneare, perché con il caos attuale stiamo perdendo più tempo a fare ricorsi che a dirigere le nostre aziende».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella: sospesa per 45 giorni la licenza al bar ritenuto "centrale dello spaccio"

SANTA MARINELLA – Rimarrà chiuso per 45 giorni il bar di Santa Marinella il cui titolare, nei giorni scorsi, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Polizia con l'accusa di spaccio di stupefacenti.  

Il Questore di Roma, Guido Marino, dopo aver esaminato la proposta presentata dal Dirigente del Commissariato di Civitavecchia, Nicola Regna, ha infatti sospeso la licenza ai sensi dell’art.100 del Testo Unico di Pubblica Sicurezza.

Il provvedimento è stato adottato a seguito dell’intervento effettuato lo scorso 16 maggio, quando gli agenti del commissariato di viale della Vittoria, durante mirati, integrati servizi di Polizia Giudiziaria e di Polizia Amministrativa, arrestavano, nella flagranza di reato, il proprietario del locale trovato in possesso di 150 grammi di hashish, di cui 50 nascosti nella tasca dei pantaloni e altri 100 grammi celati dietro il bancone del bar.

"La sospensione della licenza – hanno spiegato dalla Polizia – è stata necessaria in quanto il locale rappresenta una base logistica per l’illecita attività messa in piedi dal titolare, ritrovo di pregiudicati e  soggetti dediti all’uso ed al traffico di stupefacenti".

Nel pomeriggio di venerdì i poliziotti hanno notificato al titolare del bar l'ordinanza di chiusura emessa dal Questore ed apposto i sigilli al locale.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Guido i rover su Marte e ogni giorno è una meraviglia»

Paolo Bellutta guida dal Jet Propulsion Laboratory di Pasadena in California le sonde interplanetarie che scavano su Marte. Ed ora è entrato nel Guinness dei Primati

Leggi articolo completo

@code_here@