REGOLAMENTO 30 ottobre 2018, n. 1628

Regolamento (UE) 2018/1628 del Consiglio, del 30 ottobre 2018, che
stabilisce, per il 2019, le possibilita' di pesca per alcuni stock e
gruppi di stock ittici applicabili nel Mar Baltico e modifica il
regolamento (UE) 2018/120 per quanto riguarda determinate
possibilita' di pesca in altre acque – Pubblicato nel n. L 272 del 31
ottobre 2018
(18CE2317)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELL'INTERNO – DIARIO

Diario degli accertamenti dell'idoneita' psico-fisica ed attitudinale
del concorso pubblico, per titoli, per l'assunzione di trenta
atleti da assegnare ai gruppi sportivi della Polizia di Stato –
Fiamme Oro, che saranno inquadrati nel ruolo degli agenti ed
assistenti della Polizia di Stato.
(18E13134)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DECISIONE 15 ottobre 2018, n. 1540

Decisione (PESC) 2018/1540 del Consiglio, del 15 ottobre 2018, che
modifica la decisione (PESC) 2016/1693, concernente misure
restrittive nei confronti dell'ISIL (Daesh) e di Al Qaeda e di
persone, gruppi, imprese ed entita' a essi associati – Pubblicato nel
n. L 257I del 15 ottobre 2018
(18CE2249)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Editoria, segni di ripresa: Rcs supera Mondadori. Per Cairo 5 anni in utile

R&S Mediobanca: i primi 8 gruppi a quota 3,5 miliardi

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Exercise 2018, grande esercitazione di Prociv nei giorni scorsi ad Allumiere

ALLUMIERE – Si è conclusa domenica 9 dicembre ''Exercise 2018'' ossia l’esercitazione di protezione civile svoltasi lo scorso weekend presso la Cavaccia di Allumiere organizzata dal gruppo comunale di Prociv di Allumiere in collaborazione con Aeopc Italia su proposta del sindaco Antonio Pasquini.

All’evento hanno partecipato numerosi gruppi e associazioni di Tolfa, Civitavecchia, Propyrgi di S.Marinella con il nucleo sommozzatori e la Misericordia, gruppo cinofili di Civitavecchia, gruppo comunale di Tarquinia, Aeopc Tarquinia, Aeopc Roma, Aeopc Viterbo Favl, Castiglione in Teverina, Aeopc Monterosi, Apc Marta, Avab di Enza Vergari, Vallerano, Vignanello, Modavi Roma, Calcata, la CRI di Allumiere e Tolfa, gruppo Copcea di Castel S.Elia. Il campo base e la sala operativa sono stati allestiti nei pressi del campo sportivo, dove sono state montate le tende per l’alloggiamento dei volontari.

"Le esercitazioni sono iniziate sabato mattina con l’accreditamento dei gruppi, poi è stato simulato un grosso incendio nella zona artigianale dove risultavano due contadini intossicati: sono intervenute sei squadre Aib, la Misericordia e la CRI per il recupero dei feriti che venivano trasportati presso il campo base per il primo soccorso. Dopo pranzo – spiega il coordinatore della Prociv Allumiere, Alfonso Superchi abbiamo simulato la ricerca di due dispersi all’interno del Faggeto, precisamente alla Cava del Silenzio, qui sono intervenuti i cinofili di Civitavecchia, sette squadre di ricerca, la Cri e la Misericordia per il soccorso.

Al rientro al campo base abbiamo avuto un’enorme sorpresa: è venuto a farci visita l’ex sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi; lui ha salutato i volontari e ha ringraziato tutti noi per quello che facciamo, una sua frase mi ha colpito e riempito di orgoglio “Voi siete stati la fortuna della mia vita” detta con grande umiltà e sincerità da un uomo che oggi più di ieri sta lottando per la sua gente". Dopo cena in notturna si è svolta una simulazione di una scossa di terremoto con evacuazione del Palazzo Comunale e ritrovamento di due gemellini che sono stati tratti in salvo e calati dal balcone municipale. Domenica mattina, dopo la visita del funzionario della Regione Lazio Tibaldeschi è stata simulata la caduta di un pescatore nel laghetto della Farnesiana, recuperato dai sommozzatori di S.Marinella e il crollo del borgo con un ferito; a seguire il crollo della scuola materna di via del Faggeto con un disperso.

"Molte attività durante le quali ci siamo messi alla prova per migliorarci e per trovare i punti di forza e le critictà; sicuramente avremo commesso degli sbagli, io in primis, ma anche quelli servono per crescere. Devo ringraziare tante persone che hanno permesso la riuscita dell’evento: il sindaco Pasquini e la sua amministrazione, le contrade di Allumiere, l’Università Agraria che ci ha fornito la carne, la Comunità Montana, il sindaco Landi, l’onorevole Alessandro Battilocchio che, nonostante i numerosi impegni, è venuto per i saluti finali prendendosi un impegno davanti a tutti, quello cioè di affrontare alcune problematiche riguardanti la Protezione civile in Parlamento, Carlo Piroli della Prociv di Città Metropolitana di Roma, il comandante della stazione dei Carabinieri Andrea Nuzzi, l’ex sindaco Peppino Cammilletti, la ASL che ha messo a disposizione due dottori, la CRI di Allumiere e Tolfa coordinate con maestria dalla volontaria Sonia Matricardi, l’Unione Sportiva di Allumiere, l’elettricista Carlo Marazzi, l’ing. Spellucci per la location della Farnesiana, le cuoche Teresa, Francesca, Bruna e Alessio che si sono occupati della cucina, Andrea Verbo, Bernardo Sgamma, Silvia Caravaglia, Iole Superchi, Francesca Scarin, Karin Minerva e Luigi Maffei per le foto. Un ringraziamento speciale ad areti Acea e all’ing. Stefano Liotta per averci messo a disposizione un drone per le riprese dall’alto. Ringrazio Alessandro Sacripanti, un amico, un instancabile collaboratore, un uomo che dedica tutta la sua esistenza al volontariato, che giorno dopo giorno ci dà la possibilità di imparare e di migliorare le nostre capacità operative, infine ringrazio di cuore tutti i ragazzi del mio gruppo: Andrea, Alessia, Emilia, Fabrizio, Pietro, Leonardo, Erasmo, Cristian, Ivana, Serena per la collaborazione perché senza di loro non avrei potuto fare niente. Chiedo scusa ai paesani se abbiamo procurato un po’ di allarme, ma anche il paese deve essere preparato ad eventi di emergenza".

Il sindaco Pasquini, con l’assessore Luigi Artebani, a fine manifestazione hanno consegnato ad Alfonso Superchi una targa per il gruppo come ringraziamento per l’ottima organizzazione dell’evento.

"Come amministrazione non posso che elogiare l’operato del mio gruppo di protezione civile e di Alfonso Superchi – spiega il sindaco Pasquini – il quale ha dimostrato forti capacità organizzative e una valida preparazione, sono orgoglioso di come hanno gestito questi due giorni di esercitazione. Squadra vincente non si cambia, andiamo avanti così collaborando sempre di più. Forte il legame con il vicino paese di Tolfa, con il quale dobbiamo cercare di unire le nostre forze. Purtroppo spesso ci troviamo ad affrontare problematiche burocratiche, ma mi impegnerò per superarle insieme a voi, perché voi siete la nostra forza. Ringrazio tutti i gruppi che sono venuti nel nostro territorio sacrificando due giornate di festa, che potevano trascorrere in famiglia, dimostrando di possedere un alto senso civico".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Quanti sono i cittadini che hanno firmato la petizione?»

LADISPOLI – L'opposizione scrive al Prefetto di Roma per chiedere di negare l'intitolazione della nuova piazza che sorgerà in zona Campo Sportivo allo storico segretario dell'MSI Giorgio Almirante e la Lega ''contrattacca'' chiedendo numeri certi. Quanti sono i ladispolani che hanno firmato la petizione promossa dal Comitato No Piazza Almirante da consegnare al Prefetto? «Abbiamo apprezzato, della lettera inviata dai gruppi consiliari di opposizione al Prefetto – ha dichairato il gruppo consiliare Lega Salvini Premier – la ricostruzione fedele dell'iter seguito per l'intitolazione della piazza a Giorgio Almirante. Analiticamente hanno ricordato, evidenziandolo, che è stata seguita la prassi e che abbiamo scrupolosamente rispettato quanto previsto dalla normativa. Abbiamo approvato una mozione in consiglio, per poi ''transitare'' in Commissione Toponomastica prima della delibera di Giunta: tutto limpidamente, in maniera democratica, senza nessuna forzatura». Ma i consiglieri della Lega puntano i riflettori anche su altri due dati «forse più importanti»: «Quello della nostra vittoria elettorale nel giugno 2017 – hanno sottolineato – e il numero dei cittadini residenti a Ladispoli che, rispondendo alla loro ''chiamata alle armi'', hanno sottoscritto la raccolta firme. E' chiaro che vincendo le elezioni, abbiamo ottenuto un mandato che ci permette di dare anche un indirizzo politico allee nostre scelte: come ricordato più volte, vediamo nella figura del politico Giorgio Almirante un modello. Non ultimo, sarebbe importante conoscere esattemente il numero dei ladispolani che hanno apposto la loro firma: quanti sono questi nostri concittadini? Perché sentiamo sempre parlare di maggioranza della cittadinanza contraria ma non veniamo informati sui numeri reali? È veramente così o assistiamo ad una ''prova di forza'' di chi, nonostante sia all'opposizione, vuole condizionare l'azione politico-amministrativa della maggioranza? Non è il ripetere come se fosse un mantra che la nostra è una ''storia sbagliata'' a certificare la nostra iniziativa come forzatura – non è agitando i soliti fantasmi – hanno proseguito dalla Lega – che si può sperare di piegare la volontà del consiglio comunale: la nostra non è stata una scelta sbagliata o imposta, ma semplicemente figlia di un normalissimo e altrettanto democratico iter burocratico».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Quanti sono i cittadini che hanno firmato la petizione?»

LADISPOLI – L'opposizione scrive al Prefetto di Roma per chiedere di negare l'intitolazione della nuova piazza che sorgerà in zona Campo Sportivo allo storico segretario dell'MSI Giorgio Almirante e la Lega ''contrattacca'' chiedendo numeri certi. Quanti sono i ladispolani che hanno firmato la petizione promossa dal Comitato No Piazza Almirante da consegnare al Prefetto? «Abbiamo apprezzato, della lettera inviata dai gruppi consiliari di opposizione al Prefetto – ha dichairato il gruppo consiliare Lega Salvini Premier – la ricostruzione fedele dell'iter seguito per l'intitolazione della piazza a Giorgio Almirante. Analiticamente hanno ricordato, evidenziandolo, che è stata seguita la prassi e che abbiamo scrupolosamente rispettato quanto previsto dalla normativa. Abbiamo approvato una mozione in consiglio, per poi ''transitare'' in Commissione Toponomastica prima della delibera di Giunta: tutto limpidamente, in maniera democratica, senza nessuna forzatura». Ma i consiglieri della Lega puntano i riflettori anche su altri due dati «forse più importanti»: «Quello della nostra vittoria elettorale nel giugno 2017 – hanno sottolineato – e il numero dei cittadini residenti a Ladispoli che, rispondendo alla loro ''chiamata alle armi'', hanno sottoscritto la raccolta firme. E' chiaro che vincendo le elezioni, abbiamo ottenuto un mandato che ci permette di dare anche un indirizzo politico allee nostre scelte: come ricordato più volte, vediamo nella figura del politico Giorgio Almirante un modello. Non ultimo, sarebbe importante conoscere esattemente il numero dei ladispolani che hanno apposto la loro firma: quanti sono questi nostri concittadini? Perché sentiamo sempre parlare di maggioranza della cittadinanza contraria ma non veniamo informati sui numeri reali? È veramente così o assistiamo ad una ''prova di forza'' di chi, nonostante sia all'opposizione, vuole condizionare l'azione politico-amministrativa della maggioranza? Non è il ripetere come se fosse un mantra che la nostra è una ''storia sbagliata'' a certificare la nostra iniziativa come forzatura – non è agitando i soliti fantasmi – hanno proseguito dalla Lega – che si può sperare di piegare la volontà del consiglio comunale: la nostra non è stata una scelta sbagliata o imposta, ma semplicemente figlia di un normalissimo e altrettanto democratico iter burocratico».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Azione cattolica e Gruppo giovanile insieme dopo ben 25 anni

ALLUMIERE – Riuscita e partecipata sabato ad Allumiere la solenne ‘’Cerimonia delle promesse’’ svoltasi nella parrocchia collinare e officiata dal parroco Don Stefano. Per la prima volta, dopo 25 anni di ostilità, il gruppo dell’Azione Cattolica Ragazzi e il Gruppo Giovanile Parrocchiale hanno partecipato insieme alla messa e organizzato insieme la cerimonia e la festa. Essendosi dimessi tutti i capi dell’Azione Cattolica, il consiglio è decaduto e su spinta del parroco e del presidente diocesano di Azione Cattolica Massimiliano Solinas e con la buona volontà e l’impegno dell’educatrice Paola Maestri ad Allumiere l’Acr è ripartita con il gruppo 2006. La Maestri insieme alla presidente del Ggp, Cnzia Bucci e a tutto lo staff del Ggp (questo gruppo opera da 25 anni al servizio dei ragazzi, dei giovani e dell parrocchia) hanno organizzato la cerimonia dividendosi anche i compiti e i momenti. L’animazione musicale della messa è stata effettuata dal Ggp. In due momenti nell’ambito della messa dell’8 dicembre Ggp e Acr hanno fatto le proprie promesse, rinnovando l’impegno per il nuovo anno associativo. Al termine della cerimonia è intervenuto il presidente diocesano dell’Azione Cattolica, Massimiliano Solinas, che si è complimentato per l’impegno della Maestri e per l’unione e la collaborazione fra i due gruppi. Soddisfatto il parroco Don Stefano che ha sempre spinto per una vita associativa in comune e in collaborazione fra i due gruppi pur mantenendo ogni gruppo i suoi valori, le proprie caratteristiche e peculiarità. Alla fine il Ggp ha consegnato i fazzoletti ai nuovi arrivati e l’ACr ha invece consegnato le tessere ai propri ragazzi. Al termine della cerimonia c’è stata una grande festa insieme all’insegna dell’Unione, della collaborazione e della pace, il modo migliore per prepararsi alla venuta di Gesù.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Allumiere pronta per Exercise 2018

ALLUMIERE – Tutto pronto in collina per ‘’Exercise 2018’’, una due giorni di esercitazioni in cui saranno coinvolti i volontari della Protezione civile. Il gruppo di Prociv di Allumiere, in collaborazione con il Comune di Allumiere e con il Coordinamento regionale Aeopc oggi e domani daranno vita a un’esercitazione di 2 giorni nel territorio comunale sulla gestione delle emergenze di tipo sismico, idrogeologico e di ricerca dispersi col supporto delle unità cinofile. Saranno presenti molti gruppi di Protezione civile di tutta la Regione Lazio. «Invitiamo tutti gli iscritti al portale e – spiega il coordinatore della Prociv Allumiere, Alfonso Superchi – tutta la popolazione a seguire gli eventi per comprendere meglio come il sistema di Protezione Civile opera in tali situazioni». Per questa esecitazione sarà allestito un campo area tendopoli con area mensa. Si susseguiranno le prova rischio antincendio, quelle di ricerca di persone disperse con l’ausilio delle unità cinofile, la prova rischio idrogeologico, un intervento per evacuazione palazzo comunale. A tutti i partecipanti saranno consegnati attestati di partecipazione. Il tutto avverrà sotto la visione di funzionari della Sala Operativa della Regione Lazio e di un unzionario della Protezione Civile Città Metropolitana Roma Capitale; ci saranno vigili del fuoco, carabinieri forestali, Capitaneria di Porto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Consulta giovanile, Lecis: ''Aperte le iscrizioni''

CIVITAVECCHIA – “Sono aperte le iscrizioni alla Consulta Giovanile”. Lo dichiara l’assessore all’Istruzione Alessandra Lecis che spiega che “il primo incontro si terrà venerdì 18 gennaio presso L’aula consiliare Pucci e sarà la prima riunione di tutti i giovani interessati a partecipare alle attività della Consulta – continua – con la finalità di approfondire insieme i progetti che potranno essere realizzati”.

Durante l’incontro sarà attivo un tavolo per effettuare l’iscrizione sul momento. La Consulta dei giovani, organismo permanente istituito dal comune di Civitavecchia, avrà  le seguenti finalità: esprimere pareri consultivi e non vincolanti sugli atti dell'Amministrazione Comunale che riguardano le tematiche giovanili; elaborare documenti e proposte da sottoporre agli organi competenti dell'amministrazione comunale inerenti le Politiche giovanili, tramite i quali concorrere alla definizione delle stesse; promuovere progetti, ricerche, incontri, dibattiti e altre iniziative inerenti le tematiche giovanili; favorire il raccordo tra i gruppi giovanili e le istituzioni locali; promuovere rapporti permanenti con altre Consulte giovanili presenti nel territorio provinciale e regionale, con le Consulte presenti nelle altre regioni e si raccorda con il livello nazionale ed internazionale; elaborare annualmente progetti di intervento per i giovani da sottoporre all'amministrazione comunale e favorire scambi culturali dei Giovani nei paesi europei e promuove la ricerca e lo studio dei bandi europei per l’accesso ai finanziamenti comunitari e contribuisce all’eventuale studio di proposte progettuali.

“A tal proposito – conclude Lecis – si invitano tutti i giovani interessati ad aderire alla Consulta giovanile per avviarne il funzionamento e le relative attività, compilando il modulo di iscrizione (disponibile on line sul sito del Comune) in ogni parte e sottoscritti a cura dello studente”. I moduli potranno essere restituiti presso l’ufficio Politiche giovanili dell’ex caserma Stegher.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###