Incidente sulla A12, un ferito grave

SANTA MARINELLA -Incidente questo pomeriggio intorno alle 18 sulla A12 al km 41.700  (altezza svincolo S.Severa/S.Marinella) corsia nord per incidente stradale (probabile tamponamento), nell’ambito del quale sono rimaste coinvolte due autovetture (con a bordo 2 adulti su ogni autovettura) e un pulmino 9 posti (con a bordo 3 bambini e 4 adulti). Nell'incidente é rimasto ferito in maniera apparentemente grave una persona trasportata in eliambulanza presso un ospedale romano, gli altri occupanti in buone condizioni ma trasportati a scopo precauzionale presso l’ospedale S.Paolo di Civitavecchia. Sul posto anche i Vigili del fuoco di Civitavecchia che hanno messo in sicurezza l’area. LA12 è rimasta chiusa in entrambe i sensi di marcia per alcune ore fra gli svincoli di Civitavecchia Nord e S.Severa/S.Marinella.
Sul posto Polizia Stradale; 118 e elisoccorso.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sant’Agostino: disagi in paradiso

VIDEO TARQUINIA – Sant’Agostino, il ‘’piccolo paradiso’’ situato lungo la costa viterbese al confine con Civitavecchia, è ancora un lembo di terra dimenticato e privo di servizi. 
Grido d’allarme del comitato ‘’Le Villette’’ per voce del suo presidente Bruno Vannini, che chiede lo sblocco dei numerosi progetti predisposti dall’amministrazione Mencarini e non ancora realizzati. Progetti e iter ancora al palo – «nonostante la volontà politica di produrre migliorie» -, che di fatto ingessano lo sviluppo dell’area.
Le idee e le possibili soluzioni a diversi problemi giacciono sulle scrivanie degli uffici comunali, mentre gli oltre duecento proprietari delle case del borgo, e i tantissimi turisti e bagnanti (molti dei quali civitavecchiesi), sono costretti a far fronte ogni giorno ai numerosi disagi legati alla scarsa fruibilità di uno dei luoghi più belli del litorale.
Le criticità sono molteplici, dall’assenza di accessi pubblici a mare per bagnanti e mezzi, alla carenza assoluta di parcheggi. Per non parlare della mancanza di servizi per disabili e di pulizia approfondita delle spiagge. Oltre a strade ancora senza nome e numeri civici e l’inaccessibilità per i disabili.
Spiagge, pochi servizi, scarsa pulizia. “A Sant’Agostino da anni stiamo chiedendo i servizi primari, finora adempiuti solo in parte – spiega Vannini – La spiaggia è trattata in maniera non etica, con il rischio di andare incontro a carenze igieniche. Le normative regionali prevedono che in una spiaggia balneabile, specie con un centro urbano intorno, si effettui la pulizia giornalmente e questo viene fatto – dice Vannini – poi però prevede anche che, da luglio ad agosto, si passi almeno tre volte a settimana con i mezzi.  Dovrebbero essere previsti anche maggiori controlli per la sicurezza, perché la spiaggia è molto frequentata da bambini e famiglie: ma tutto ciò non avviene”. “In base  alla normativa regionale 19 del 2016 – afferma inoltre Vannini – si prevede poi  che sulle spiagge libere balneabili ci siano anche dei bagni pubblici; servizi igienici anche per portatori di handicap. Ma qui non c’è nulla” .
I privati e la pulizia della spiaggia all’attenzione della Finanza. C’è anche un caso finito all’attenzione della Guardia di Finanza. “I privati – segnala Vannini – hanno raschiato la spiaggia accumulando i rifiuti che poi sono stati accatastati su una duna. Abbiamo chiesto se c’era il permesso. Né il Comune né altri risulta abbiano rilasciato autorizzazioni. Ho denunciato il fatto su un verbale della finanza, ma ad oggi nessuno è venuto a vedere cosa sia stato lasciato lì sotto”. 
L’assenza di accessi a mare. “Nell’ultimo anno ci sono stati diversi contatti con il Comune di Tarquinia, per quanto riguarda la pulizia della spiaggia, importantissima per noi, purtroppo però non abbiamo gli accessi a mare, un altro grave problema. – spiega Vannini – Non abbiamo cioè un passaggio alla spiaggia adeguato ai mezzi di pulizia. Questo problema risale agli anni ’70. Il Comune di Tarquinia all’epoca aveva identificato anche dove doveva essere realizzato il passaggio a mare. Con il via alla lottizzazione questo passaggio è stato chiuso dai privati, così ora il Comune si trova in difficoltà ad effettuare la pulizia della spiaggia e l’unica possibilità ad oggi è quella di far passare il mezzo dal varco del vicino stabilimento balneare”.  L’unico accesso al mare, nella zona delle villette, è quindi ancora oggi un passaggio stretto e ripido con scalini irregolari e senza appoggi. Un passaggio molto difficoltoso: per anziani e disabili quasi improponibile. “La spiaggia è esclusivamente frequentata da famiglie, bambini e anziani quindi urge un passaggio idoneo. – afferma Vannini – Passare dallo stabilimento significa passare su un’area privata e non pubblica, quindi non può essere considerata una soluzione. Il Comune ha intimato i gestori di lasciare aperto il varco, 24 ore su 24, ma ciò non avviene perché la chiave è nella disponibilità della ditta delle pulizie. Così nei fatti  non è garantita la fruibilità ai portatori d’handicap; e l’area è irraggiungibile per un’ambulanza che dovesse avere bisogno di accedere dopo le 19,30 perché il cancello è chiuso. Noi vogliamo che venga aperto un varco pubblico, come previsto nella lottizzazione. Abbiamo l’identificazione del passo, inserito nell’ordinanza comunale del  ’77”.
Strade e numeri civici. “Un’altra situazione da segnalare è l’assenza dei numeri civici – spiega il presidente del comitato Le Villette – Il Comune si sta interessando, ma la procedura non va avanti. Per noi si tratta di un aspetto molto importante perché attraverso i numeri civici si identificano le case e ciò consente un maggiore ordine pubblico. Alcune vie non sono ancora nominate e non si sa nemmeno se siano private o pubbliche. Ad esempio c’è via Ugo Neri chiamata così da alcuni residenti, ma non è accatastata e non risulta al Comune. Noi abbiamo chiesto di cambiare la denominazione della via principale con la dicitura: via Fontanella di Sant’Agostino perché nel 1300 qui esisteva un agglomerato agostiniano frequentato dai fedeli e si credeva che l’acqua che proveniva da una sorgente vicina fosse miracolosa. Chiediamo pertanto una denominazione della strada che sia significativa”. 
Niente servizi per i disabili. Sant’Agostino è off limits per i disabili. Emblematico il caso del signor Dino Rizzo: “Io non ho la possibilità di scendere in spiaggia da solo: non mi hanno infatti messo il corrimano che ho richiesto. Sono affetto da parecchi mali: polineuropatia agli arti inferiori, Parkinson e cardiopatia. Per arrivare al mare sono costretto a chiedere aiuto agli amici e diverse volte sono anche caduto. E non solo. Ho chiesto un parcheggio garantito sotto casa, con un apposito stallo per disabili, ma non ho avuto la possibilità di vederlo realizzato. Ho un verbale della commissione medica che attesta l’invalidità al 100% ma ancora io questo stallo non sono riuscito ad averlo. Così una mattina ho deciso di disegnarmelo da solo sull’asfalto, ma chiaramente non essendo valido nessuno lo rispetta. In tutta la zona di Sant’Agostino non esiste uno stallo per invalidi”. Ed ancora: “La mia strada è senza luce, senza numero civico e senza nome. Dieci giorni fa ho dovuto chiamare l’ambulanza perché non  mi sentivo bene e ha impiegato diverso tempo per capire dove doveva arrivare; fortunatamente i miei amici sono usciti in strada a dare indicazioni”. 
Le priorità per i proprietari delle case. Precisa la segnalazione di una donna, Adalgisa Maria Caliendi: “Sant’Agostino è una piccola insenatura incantevole tra Civitavecchia e Tarquinia, apprezzabile dal punto di vista naturalistico e paesaggistico con cui ho un legame affettivo trasmesso nel tempo a figli e nipoti, ma qui ci sono tanti problemi irrisolti che si trascinano negli anni. Il primo è la mancanza di passaggi a mare pubblici e fruibili agevolmente da persone e mezzi di soccorso; poi la lista è lunga: carenza di parcheggi; scarsa pulizia della spiaggia e della strada; acqua che spesso scarseggia; eccessiva presenza di persone rispetto alla ricettività che offre il tratto di arenile; assenza di controllo delle forze dell’ordine sulla spiaggia stessa e sulle attività permesse e praticate. Non uniformità nel far rispettare leggi e decreti da parte degli enti preposti quali Comune, Guardia di finanza e Guardia costiera. Non c’è sinergia tra gli organi di controllo”.
Niente parcheggi. “Il fine settimana la località di Sant’Agostino si riempie in ogni angolo – segnala Vannini – ma non ci sono parcheggi. Noi abbiamo una strada catalogata a doppio senso ma non c’è adeguato spazio, poiché non essendo nell’area presenti dei parcheggi, i turisti sostano lungo la carreggiata e si creano veri e propri ingorghi che rendono impossibile anche il passaggio alle ambulanze. Chiediamo con urgenza la realizzazione di parcheggi, soprattutto per i proprietari delle case. Anche su questo, la politica comunale si è attivata, però poi gli uffici competenti sembrano  non riuscire ad identificare il luogo dove poter realizzare questi benedetti parcheggi”.
Gli uffici comunali. “La nuova amministrazione come programma ha inserito interventi su Sant’Agostino ma i risultati si allungano – conclude Vannini – Sindaco e assessori, immediatamente dopo l’insediamento, si sono attivati: il problema sembra essere legato ai vari settori amministrativi comunali e non sappiamo il perché. L’attuale amministrazione Mencarini dal punto di vista politico è stata molto attenta al problema della zona, lo stop ai progetti sembra arrivare dai responsabili dei vari settori. Ci auguriamo che questi puntelli vengano rimossi così da trasformare finalmente Sant’Agostino in un luogo di sogno, quale è e merita di essere”.

VIDEO
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Crisi idrica: parte la raccolta firme

CIVITAVECCHIA – Boccelle, via Apollodoro, viale matteotti, piazzale Torraca, via Buonarroti, San Liborio. Sono solo alcune delle zone da dove arrivano segnalazioni per la mancanza d'acqua. Rubinetti a secco da giorni in alcuni casi, in altri quartieri, invece, l'acqua scompare nel tardo pomeriggio per tornare la mattina. Disagi che si moltiplicano, senza che vi sia una soluzione. L'acqua manca. E anche il Pincio, dopo settimane di solleciti da parte dei cittadini, ha deciso di intervenire scrivendo formalmente ad Acea e chiedendo di trovare un modo per risolvere queste criticità. 

Nel frattempo i cittadini non stanno con le mani in mano. E come promesso il mese scorso quando è stato costituito il comitato spontaneo contro la carenza idrica – apolitico ma aperto a tutti i contributi possibili – oggi si parte con la raccolta firme. Nella lettera di accompagnamento viene evidenziata "un'interruzione continua, costante e reiterata nel tempo – si legge – dell'erogazione di acqua per uso domestico ed igienico in vaste aree di Civitavecchia. Situazione venutasi a creare in modo allarmante soprattutto durante il periodo estivo, ma che è perdurata, peggiorando ad oggi". COme spiegato dal presidente e dal suo vice, rispettivamente Daniele Di Sante e Cinzia Luciano, l'obiettivo è quello di risolvere il grave problema, chiedendo con un esposto alla Procura della Repubblica "di voler accertare la sussistenza di eventuali responsabilità sull'accaduto – si legge ancora ipotizzando i reati di interruzione di pubblico servizio – al fine di applicare le dovute, quanto necessarie, sanzioni penali. In un paese normale l'esposto sarebbe dovuto partire dal Sindaco che sta subendo in maniera pesante i disagi legati prima alla presunta siccità, poi dal malfunzionamento dei vari acquedotti Acea-Oriolo che stanno diminuendo la portata dell'acqua. Purtroppo così non è stato e quindi – chiude la lettera – per impedire che la negazione di un diritto passasse inosservata abbiamo deciso cge lo scriveremo di nostro pugno". 

Nel frattempo i quartieri di Campo dell'Oro, San Gordiano e Boccelle devono fare i conti anche con la non potabilità dell'acqua, in base all'ordinanza emessa dal Pincio dopo le analisi eseguite dalla Asl sulle fontanelle pubbliche dei quartieri. In attesa dei risultati delle nuove verifiche, con Acea che è intervenuta per riportare la situazione nei limiti di legge, l'ordinanza rimane ancora in vigore.   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Severa, scontro tra auto e scooter: muore 30enne

SANTA SEVERA – Brutto incidente ieri in tarda serata a Santa Severa nei pressi di un distributore sulla statale Aurelia. Una moto, con a bordo due ragazzi, si sarebbe scontrata con un'auto guidata da una ragazza di Santa Marinella. A causa del forte impatto uno dei due giovani, a bordo dello scooter, un 30enne A.L. di Ladispoli, sarebbe morto sul colpo. Grave l'altro ragazzo che stava viaggiando a bordo delle due ruote con lui. Dopo un primo trasporto d'urgenza all'ospedale di Civitavecchia, il ragazzo infatti sarebbe stato trasferito in elisoccorso in un ospedale romano. Sul posto vigili del fuoco di Cerveteri, i Carabinieri di Santa Severa, i sanitari del 118, la Croce Rossa, la Pro Pyrgi e la Misericordia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Morosità incolpevole: il bando sempre aperto

CIVITAVECCHIA – E’ stato rinnovato nei giorni scorsi l’invito da parte del comune di Civitavecchia alla consultazione del bando per la concessione di contributi agli inquilini cosiddetti “morosi incolpevoli”, titolari di contratto di locazione soggetti a provvedimenti di sfratto. In pratica potranno utilizzare il bando tutti i cittadini di Civitavecchia che per diversi motivi si trovano in una situazione di sfratto dovute a fatti oggetivamente gravi come la perdita del lavoro per licenziamento; accordi aziendali o sindacali con consistente riduzione dell’orario di lavoro; cassa integrazione ordinaria o straordinaria che limiti notevolmente la capacità reddituale;mancato rinnovo di contratti a termine o di lavoro atipici; cessazioni di attività libero-professionali o di imprese registrate, derivanti da cause di forza maggiore o da perdita di avviamento in misura consistente; malattia grave, infortunio o decesso di un componente del nucleo familiare che abbia comportato o la consistente riduzione del reddito complessivo del nucleo medesimo o la necessità dell’impiego di parte notevole del reddito per fronteggiare rilevanti spese mediche e assistenziali.
Per accedere al bando è necessario essere in possesso dei requisiti sopra elencati. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incidente sulla A12, auto con roulotte si ribalta

LADISPOLI – Brutto incidente questo pomeriggio sull'autostrada A12 tra Ladispoli e Torrimpietra (in direzione Roma). Un'auto con roulotte al seguito, con a bordo due turisti tedeschi, per cause in corso di accertamento, si sarebbe capovolta andando a finire fuori strada, in uno dei terreni che costeggia l'autostrada. A causa del forte impatto, uno dei due occupanti, una donna, sarebbe rimasta ferita in maniera più grave a causa del forte impatto tanto che sul posto si è portata un'eliambulanza per il trasporto in ospedale. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Malore in spiaggia: grave una donna

MONTALTO DI CASTRO – Allarme in spiaggia stamane a Pescia Romana. Una donna di circa 70 anni è stata colta da un malore mentre si trovava nei pressi dello stabilimento Caletta del Moro.

Immediato l’intervento dei soccorsi: oltre all’ambulanza del 118 è stato richiesto anche l’intervento dell’elicottero per il trasferimento della donna all’ospedale Belcolle di Viterbo. 

Secondo quanto appreso la donna si trovava sul bagnasciuga quando si è accasciata sulla riva.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Moto contro auto: grave un 26enne

CIVITAVECCHIA – Grave incidente all'altezza dello svincolo per l'autostrada Civitavecchia Nord. Una moto stava scendendo via Terme di Traiano, verso la città, quando si è scontrata con un'auto proveniente dall'incrocio che porta all'autostrada. L'impatto, avvenuto alle 9,45 circa, è stato violentissimo e il centauro 26enne è volato per circa 30 metri. Le dinamiche sono ancora poco chiare. Il giovane è stato trasportato all'ospedale Gemelli di Roma in eliambulanza, pare fosse cosciente e muovesse un braccio ma le sue condizioni sono molto gravi. La donna alla guida dell'auto era in forte stato di shock. La 50enne è stata trasportata all'ospedale San Paolo.

Sul posto due ambulanze, auto medica Vigili del Fuoco, Polizia stradale – che ha iniziato ad effettuare rilievi e cercare testimoni – e agenti del commissariato di viale della Vittoria e Carabinieri. I pompieri hanno messo in sicurezza la moto e la macchina che perdeva benzina.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Moto contro auto su via Terme di Traiano

CIVITAVECCHIA – Grave incidente all'altezza dello svincolo per l'autostrada Civitavecchia Nord. Una moto stava scendendo via Terme di Traiano, verso la città, quando si è scontrata con un'auto proveniente dall'incrocio che porta all'autostrada. L'impatto è stato violentissimo e il centauro è volato per parecchi metri. Le dinamiche sono ancora poco chiare. Il giovane è stato trasportato a Roma in eliambulanza, pare fosse cosciente e muovesse un braccio. La donna alla guida dell'auto era in forte stato di shock. Sul posto soccorsi, Vigili del Fuoco, Polizia – che ha iniziato ad effettuare rilievi e cercare testimoni – e Carabinieri. (SEGUE)

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, incivili in azione al bosco di Palo

LADISPOLI – Piatti di plastica sporchi, cartacce, bottiglie di vetro, lattine …. Il bosco di Palo a pochi giorni dalla sua riapertura si ripresenta così. Colpa sicuramente degli incivili che anziché utilizzare i secchi per la raccolta dei rifiuti (peraltro fatti cadere in terra), hanno deciso di lasciare tutto per terra arrecando un grave danno all'ambiente e vanificando gli sforzi di tutti quei volontari che il giorno della riapertura si erano rimboccati le maniche per riqualificare l'aria. Ora, per consentirne una pulizia straordinaria, l'area resterà chiusa nella giornata di domani, come spiegato dai volontari della Protezione civile. "Sono state trovate – hanno detto i volontari – bottiglie di vetro rotte, pericolose per l'incolumità dei cittadini". 

(foto di repertorio)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###