Pampinella vince la Coppa Italia

È Tommaso Pampinella il nuovo campione d’Italia di Sup. Il pluripremiato atleta civitavecchiese continua quindi a mettere trofei e vittorie nel suo palmares. Dopo il terzo posto ottenuto domenica scorsa a Livorno si è concluso ufficialmente il Campionato Italiano di SUP Race FISW e Pampinella è potuto salire sul massimo gradino del podio. «Mi sentivo molto stanco essendo l’ultima delle 11 gare di campionato – spiega Pampinella – per questo è stata davvero dura, ma sono riuscito comunque a non mollare e a rimanere sempre tra le prime posizioni, il risultato finale mi ha permesso di portare a casa la vittoria della Coppa Italia 2018. E’ stato un campionato davvero duro e aperto fino all’ultima giornata e posso ritenermi più che soddisfatto del risultato ottenuto». Le gare si sono svolte a Livorno, Firenze, Taranto, Vasto, Milano, Anzio, Maccarese, Senigallia, Cecina, Noli e Antignano: «Sono stato costretto a saltare tre gare a causa degli impegni internazionale dell’Eurotour e per questo – prosegue Pampinella – è stato ancora più difficile portare a casa il titolo. Ci tengo a ringraziare i miei sponsor che mi hanno supportato durante il campionato, la Lni Civitavecchia per avermi dato la possibilità di allenarmi nelle migliori condizioni possibili e il mio club di appartenenza, l’ASD The Beach Club. Ora non resta che riposarmi qualche giorno per poi riprendere gli allenamenti e in vista degli assoluti a Riva del Garda l’1 e 2 settembre per poi prepararmi alla fase finale della stagione 2018». Complimenti a Pampinella da parte del vice presidente della Lni, Giovanni Spinelli: «Tommaso è un campione in correttezza, serietà e impegno. Siamo orgogliosi di averlo nel roster dei nostri tecnici perchè è un campione in acqua e nella vita ed è un buonissimo esempio per tutti. A lui i miei complimenti e quelli di tutto il nostro Circolo». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Alla Marina assegnati i titoli regionali di fondo e mezzofondo

Weekend di gare di alto livello alla Marina di Civitavecchia, nello specchio acqueo prospicente la sede storica della Snc Civitavecchia, società organizzatrice unitamente al Comitato Regionale Lazio della Fin, si sono svolti i campionati regionali del Lazio di nuoto in acque libere, sia agonisti che master, di fondo e mezzofondo sulla distanza rispettivamente di 5km e di 2,8km. Più di 450 atleti si sono dati battaglia. Nella gara di sabato scorso, la 5km, atleti di spicco hanno conquistato la classifica assoluta: per gli agonisti Alessio Occhipinti sale sul gradino più alto del podio mentre per i master vince Giovanni Brazzale M35, seguito da Marco Pucci M35 e il tritone locale Maurizio Valiserra M45, mentre in campo femminile Sara Alfonsi M35, ed a pari merito sul secondo gradino Laura Palasciano M45 e l’inossidabile ondina civitavecchiese Michela D’Amico. Il giorno successivo il podio assoluto agonisti si compone con Alessandro Righini, Giorgio Chialastro entrambi categoria ragazzi e Alessandro Addis, categoria junior, per le agoniste invece Matilde Cassinis, Federica Di Stefano e Marta Calisti tutte categoria cadetti. Per il settore master sul podio maschile Marco Pucci M35, seguito dall’intramontabile Maurizio Valiserra M45 e da Raffaello Clavari M40. In ambito femminile Lucrezia Casu M25 che precede di neanche un decimo la nostrana Michela D’Amico M45 seguita da Sara Alfonsi M35. In casa Snc ancora risultati d’eccellenza per Maurizio Valiserra e Michela D’Amico che reduci del titolo italiano in vasca ed in acque libere, conquistano entrambi anche il titolo regionale sia di fondo che di mezzofondo piazzandosi non solo 1° di categoria in entrambe le gare ma anche secondi in classifica assoluta in tutte e due le competizioni. Bene anche gli altri atleti rossocelesti Stefano Iacomelli 4° nella 5km e 5° nella 2,8km e Massimo Donnini rispettivamente 13° e 23° entrambi nella categoria M50. «La sicurezza in mare è stata la nostra preoccupazione principale – afferma il vice presidente Simone Feoli, organizzatore dell’evento e barcaiolo d’eccellenza nell’assistenza agli atleti – per questo devo ringraziare l’opera svolta dalla protezione civile di Civitavecchia nonché dagli amici fraterni del nucleo sommozzatori di Santa Marinella,  ma non solo, i medici e il personale della Croce rossa  Civitavecchia preposti ai primi accertamenti e cure mediche e per la quale ringrazio loro ed il presidente Roberto Pettiruti. Non da meno i maestri del mare, rappresentati della Lega Navale di Civitavecchia, che come la scorsa edizione hanno permesso lo svolgimento della gara con le loro imbarcazioni e barcaioli quali il professor Marco Corti, Vincenzo Pisano e Francesco Rossi, coadiuvati dai volontari e appassionati di sport Augusto Jacopucci e Roberto Ruina. Un ringraziamento di cuore al tecnico dei nostri atleti Marcello Jacopucci che con la collaborazione di Alessio Pisarri e Nicola Di Fatta hanno svolto tutte le operazioni di montaggio campo gara e portale di arrivo. Un saluto a Luca Triolo, per la Cosepo, che ha messo gentilmente  a disposizione materiali ed un gommone. Inoltre, devo ringraziare la Capitaneria di Porto per la concessione delle autorizzazioni e soprattutto la Guardi di Finanza di Civitavecchia per quanto hanno fatto sul campo gara. Superba tutta l’organizzazione, pre e post gara, che ha operato all’interno della piscina di largo Caprera, dove 12 bagnini dello staff della piscina stessa e della H2O si sono alternati tra piscina e spiaggia, Federica Feoli e Michela D’Amico che hanno gestito l’accoglienza e l’organizzazione generale coadiuvate da Giulia Giannini e Martina Mellini oltre allo staff della Snc con Alice, Filippo, Tommaso, Fabrizio and ‘‘teacher’’ Chris. Un ringraziamento agli amici “umbri” Luca Leccamuffi e Luca ed Antonella Saffioti, nonché a tutto il personale dell’Abbazia Umbra, che hanno intrattenuto gli atleti con vivande e pasta party. E per ultimi, ma non tali, voglio ringraziare il Comune di Civitavecchia, gli assessori  Daniela Lucernoni e Vincenzo D’Antò per il patrocinio e l’assistenza logistica, Giulio Santoni, la dottoressa Elena Amalfitano, la Luciani Controsoffitti e Pavimenti srl che da anni sono vicini a questa manifestazione, il Forno a legna “La Bianca” per la fornitura della Crostata casareccia da distribuire agli atleti, ma soprattutto alle signore del Dragon Boat per il sostegno ed il contributo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Oltre 700 atleti alla Granfondo dell’Est! Est!! Est!!!

La nuova Granfondo dell’Est! Est!! Est!!! ha ottenuto un grande successo e l’alto gradimento da parte dei numerosi partecipanti. In una calda domenica di fine luglio, oltre 700 sono state le iscrizioni giunte alla Mtb Montefiascone, società organizzatrice dell’ultima tappa del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale. Per la prima volta, infatti, a Montefiascone è stato proposto il percorso Marathon, una gara di 52 km per 1600 metri di dislivello. Questo tracciato impegnativo ha affiancato il tradizionale percorso della Granfondo di 42 km, oltre a quello non competitivo di 18 km.
Il re del percorso Marathon è stato Davide Di Marco (Race Mountain Folcarelli team), già vincitore più volte in passato della granfondo di Montefiascone e ora primo vincitore nell’albo d’oro del percorso lungo. Su questa distanza il corridore marchigiano non ha avuto rivali, precedendo di circa 7 minuti Lorenzo Ciutti (Custom4it). Sul terzo gradino del podio assoluto sale Pierluigi Torelli (Team Bike Race Mountain Civitavecchia). Tra le ragazze, sul percorso di 52 km il successo è andato a Fabia Romana Costantini (Team Bike Palombara). 
Alfredo Balloni (Custom4it) è riuscito ad imporsi sul percorso di 42 km. Anche il corridore laziale è riuscito a dare un distacco di circa sette minuti al secondo classificato, Valerio Piancatelli (Team Bike Palombara); al terzo posto chiude uno dei compagni di squadra di Piancatelli, Stefano Prati. Tra le ragazze il successo è per Simona Petrini (Team Civita Bike) davanti a Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni) e a Claudia Cantoni (Team Bike Race Mountain Civitavecchia). 
Ulderico Catteruccia, presidente del comitato organizzatore, afferma: «Siamo molto felici della grande partecipazione alla gara. Abbiamo riscontrato tanti feedback positivi e questo non può farci altro che piacere. Abbiamo proposto un nuovo percorso molto impegnativo, e l’apprezzamento dei tanti corridori, sia per ciò che riguarda il tracciato che per ciò che concerne la sicurezza e i ristori, ci ripaga del grande sforzo organizzativo».
Il Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale conclude così la propria decima storica edizione, confermando i grandi numeri in continua crescita non solo da parte degli abbonati, ma anche dei singoli iscritti alle gare. Nei prossimi giorni saranno comunicati in via ufficiale luogo e data della premiazione conclusiva.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio Marinaro dà i suoi verdetti

Per una frazione di secondo l’equipaggio di Castiglione della Pescaia (Rione Piazza) ha battuto l’equipaggio Civitavecchia 1 conquistando la Coppa del X Palio Marinaro dei Tre Porti del settore maschile; sul terzo gradino del podio l’equipaggio Civitavecchia 2 con il team composto dai ragazzi della cantera del Circolo Canottieri Civitavecchia di mister Franco Tranquilli. Per il settore femminile vittoria dell’equipaggio di Livorno, argento per il team delle ‘‘Tenaci’’ di Civitavecchia (reduci dalla vittoria del Palio Marinaro 2018 conquistata il giorno prima) e bronzo per il team di Fiumicino. Anche quest’anno alla Marina di Civitavecchia si è svolta una ricca duegiorni di festa e eventi inerenti il palio Marinaro tra i Rioni Storici di Civitavecchia (39^ edizione) e il Palio Marinaro dei Tre Porti (X edizione) con una serie di iniziative a margine di questo evento sportivo. Tutta la manifestazione è stata promossa, organizzata e curata alla perfezione da Sandro Calderai e dai soci dell’associazione ‘‘Mare Nostrum 2000’’ Sabato mattina il Palio Marinaro si è aperto con la sfilata; a questo momento. Nel pomeriggio (dalle 17 in poi) si sono svolte le regate valide per l’assegnazione del titolo. Al termine delle varie combattute regate vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Combattuta la Lotta Saracena: vittoria di Emanuele Arciprete; a seguire Gabriele Lisiola; Dario Masoni e Matteo Lisiola. Nella gara dimostrativa di canottaggio fra gli atleti del Circolo Canottieri Civitavecchia vittoria dell’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Gabriele e Matteo Lisiola, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); secondi Giuseppe Corati, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Gabriele Grassi e Paolucci senior (timoniere). Domenica poi si è svolto il Palio Marinaro dei Tre Porti che ha visto svolgersi gare combattutissime con vittorie decise sul finale. Ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1: i civitavecchiesi Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli per gran parte della gara hanno avuto la supremazia poi per un guasto alla pedaliera hanno perso qualche secondo e l’espertissimo team toscano hanno sferrato la remata vincente piazzando la prua della loro barca davanti ai locali. Terzo Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Anche questa edizine 2018 va in cantiere e verrà ricordata come una bella manifestazione pienamente riuscita. Il popolo del Remo è cresciuto, ora bisogna che i civitavecchiesi imparino ad amare questa manifestazione che unisce tradizione, sport, solidarietà, cultura, storia, folklore. Complimenti all’attivissimo patron Sandro Calderai, ai soci storici per il grande lavoro che fanno nell’anno; agli allenatori, ai giudici (Vincenzo Ricotta, Giovanni Spinelli), ai collaboratori e agli atleti, a Tranquilli per il supporto e per i suoi ragazzi. 
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chapeau Daniele Di Stefano

di MATTEO CECCACCI

Ancora un successo di grande prestigio per la Debby Roller Team.
La società di pattinaggio corsa ha brillato al campionato italiano strada 2018 in scena da giovedì a sabato scorsi a Cassano D’Adda (Mi).
Il club di Ladispoli ha esultato grazie alla strepitosa prova di Daniele Di Stefano, il quale s’è laureato campione italiano dei 20mila metri eliminazione nella categoria Assoluta.
«Un’esperienza fantastica – commenta il campione classe ‘99 Daniele Di Stefano – disputare il campionato italiano a Cassano D’Adda; sono stati tre giorni fondamentali per me. Vincere il primo titolo italiano Assoluto da senior dopo tanti anni di Juniores e Allievi è stata una grandissima soddisfazione che ripaga da tutti i sacrifici fatti finora. Devo questo trionfo al mio allenatore Andrea Farris e alla mia squadra, perché loro sono la mia seconda famiglia. I miei prossimi obiettivi – conclude Di Stefano – sono i campionati europei, perché dopo aver partecipato ai Mondiali e ai campionati italiani sono ‘‘obbligato’’ ad ambire al gradino più alto possibile, così da per poter raggiungere altri importanti successi. Certo, devo stare sempre con i piedi per terra, ma sognare non costa nulla».
«Facciamo i più vivi complimenti- dicono dalla dirigenza della Debby Roller Team – al nostro atleta: Daniele sei straordinario».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lorenzo Bedegoni e Ilaria Balzarotti trionfano alla Sei Ore di Moncuni

Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini alla ribalta nella seconda domenica di luglio dove i biker santamarinellesi hanno messo in mostra tutto il loro impegno tra strada e sterrato con alcune vittorie e  brillanti piazzamenti.
Lorenzo Bedegoni e Ilaria Balzarotti sono stati i protagonisti in positivo alla Sei Ore di Moncuni, la gara di mountain bike nei boschi di Moncuni, una delle aree verdi più frequentate da ciclisti e dagli escursionisti in Val Sangone a Reano in Piemonte. Bedegoni e Balzarotti hanno terminato con successo la propria performance al primo posto nella gara riservata ai team da due elementi.
Nella mountain bike cross country, Domenico Abruzzese ha ottenuto un altro importante risultato salendo sul gradino più alto del podio tra gli élite al Trofeo Team Evoluzione a Gravina in Puglia. Team altolaziale protagonista negli appuntamenti su strada con Diego Antimi presente alla Granfondo del Lago di Piediluco in Umbria terminando in 30°posizione assoluta e decimo di categoria master 1.
Trasferta in Francia per Marco Segatori alla celeberrima Granfondo La Marmotte tra le mitiche montagne del Tour de France con il Col du Glandon, il Col du Télégraphe, il Col du Galibier e i 21 tornanti arrivare in cima all’Alpe d’Huez: una fatica onorevolmente terminata per Segatori con il tempo di 8.11’37” in 1258.ma posizione assoluta, il 407°posto di categoria tra i master 4 e la conquista del brevetto d’oro per essere stato tra i finisher della granfondo di 174 chilometri con 5200 metri di dislivello.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Tirreno corre forte e fa il pieno di successi

L’Atletica non si ferma, una stagione più calda del solito con un susseguirsi di gare da vivere sul campo e gare da gustare  sui media per le vicende vincenti degli azzurri U18 in terra magiara, dei mondiali U20 targati Finlandia e del grande appuntamento con gli Europei Assoluti di Berlino del prossimo 6 agosto. In tutto questo turbinio di campioni, in ogni casa dell’Atletica italiana scalpitano giovani  che hanno desiderio di emergere,  che si allenano  giorno dopo giorno e prendono consapevolezza di poter migliorare ancora molto. Il recente weekend di gare ha visto la pista di Rieti ospitare le categorie assolute per i campionati regionali individuali.
In pista con la categoria Allievi che si tuffa fra i ‘‘grandi’’ e sull’onda dell’entusiasmo portato in  campo da Andrew Howe con il 20”47 sul  200m che lo proietta a Berlino, i ragazzi bianco azzurri raccolgono parole di grande soddisfazioni da parte dei loro giovani allenatori Alessio Mangano  e Federico Ubaldi. Record personale per i tre dei 100 metri: Filippo Masoni 11”74, Ivan Abbondanza 12”01 e Christian Ceccarelli 12”06. Ivan si replica sui 200m, calando di mezzo secondo con il suo  24”91 che trova ad aprirgli la strada, il suo coach Federico Ubaldi con 24”14. Lorenzo Patanè con 1’00”83 sfiora il personale di pochi centesimi sui 400 ad ostacoli, dopo una gara fin troppo generosa che lo porta a forzare i passaggi intermedi  e che lascia intravedere ampi margini di miglioramento. Doppio giro di pista per Simone Silvestrini, 800 metri in 2’11”33 con una condotta di gara con ritmo regolarissimo utile a  sforbiciare il personal best  di ben 2’’ Doppia staffetta per i CR.:  la 4×100  di Ceccarelli, Abbondanza, Silvestrini e Masoni chiude con il nuovo record di 45”73 mentre per  la 4×400 Ceccarelli e Masoni  sono guidati dall’esperienza dei loro tecnici Lorenzo Patanè e Federico Ubaldi  e concludono in 3’39”25  la sfida con il cronometro,  che vale anche il titolo regionale.  A Latina nella prima giornata e a Roma nella seconda, il gruppo Master , nei campionati regionali individuali, risponde colpo su colpo e mette in cassa  l’oro e la maglia di campione  regionale sui 100m in 11”73 di Luca Forti che , nella stessa giornata coglie anche l’argento nei 400 metri, una distanza da lui poco praticata, con un soddisfacente 55”98;  sul gradino più alto del podio gli  fanno buona compagnia, Christian Panico M40, vincitore assoluto del salto in lungo con la misura di 5,38m e Giuseppe Passarelli che fa poker con i quattro ori per la gara di getto del  peso da 4Kg con la misura di 10,74 ; per il lancio del martello con 24,87m; per il giavellotto scagliato a 31,20m e per il martello con maniglia alla misura di 10,62m. A corolla della ricca  giornata, si aggiunge la  medaglia di bronzo nei 100m di Mauro Scherzo nella categoria M50 con  12”82.  «Un movimento vivo – commenta il presidente Claudio Ubaldi – che miscela  ironia ed esperienza dei Master con l’entusiasmo e la voglia di apprendere dei giovani atleti un sistema dove tutti quanti sudano, faticano uno accanto all’altro e gioiscono per le prestazioni realizzate, proprie e dei compagni di squadra».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Snc, bronzo dal sapore amaro

di MATTEO CECCACCI

Tanta amarezza. dispiacere e forse anche un po’ di rimpianti per i ragazzi dell’Under 20 della Snc Enel Civitavecchia che, nelle Final Four B1 disputate sabato e domenica scorsa presso la Piscina dei Mosaici del Foro Italico, hanno ottenuto il terzo posto conquistando così la medaglia di bronzo. 
Il settebello di Marco Pagliarini che aveva ottenuto l’accesso all’ultimo atto decisivo grazie alle strepitose  vittorie acquisite nelle semifinali giocate domenica 1 luglio al PalaGalli, è stato capace di dare filo da torcere alle numerosi compagini che erano giunte a Roma, come Brescia, Latina e Salerno. 
La prima gara, andata in scena sabato alle 16 è stata Latina-Salerno che ha visto cedere i campani alla corte dei latinensi e alle 18.15 Snc-Brescia con la vittoria dei lombardi a discapito di un Civitavecchia troppo cinico, in particolar modo sotto porta. 
Domenica, invece, giornata delle attesissime finali, ha visto sfidarsi Snc-Latina per il terzo e quarto posto, conclusasi con la straordinaria vittoria dei rossocelesti che si sono imposti 6-5; un risultato che ha concesso ai pupilli di patron Roberto D’Ottavio di salire sul terzo gradino del podio per una medaglia di bronzo più che  meritata, visto il lungimirante tragitto delle quindici calottine civitavecchiesi, anche se con molte pecche da migliorare. Per il primato le contendenti sono state Salerno e Brescia per un match al cardiopalma che alla fine ha visto esultare la rosa campana. Secondo posto, dunque, per i bresciani che erano assolutamente la formazione favorita,  ma le Final Four si sa,  riservano come ogni anno numerosi colpi di scena e il 2018 non ha fatto eccezioni. 
A commentare il tragitto del torneo il forte attaccante Daniele Midio, punto di riferimento anche per la serie A1: «Sono state delle finali inaspettate, soprattutto il primo posto del Salerno. Noi abbiamo fatto il possibile, ma non è bastato».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

L’As Gin marchia a fuoco gli Assoluti

L’As Gin continua a brillare. Con grande soddisfazione e gioia del presidente Pierluigi Miranda e di tutto il suo staff i portacolori della società civitavecchiese di ginnastica artistica continuano a vincere e a convincere. Questa volta i ginnasti civitavecchiesi hanno sbaragliato la concorrenza ai Campionati Italiani Assoluti individuali che si sono svolti a Riccione. Medaglia d’oro per Marco Lodadio che ha stravinto agli anelli e ha conquistato il massimo gradino del podio per il terzo anno consecutivo; tris di medaglia per Andrea Russo: argento nell’all around, bronzo agli anelli e bronzo alla sbarra; bronzo per Gian Maria Tosti e nel femminile bronzo per Manila Esposito nel Criterium dei Giovani. Ad un passo dal podio, invece, Giulia Cotroneo, quarta al corpo libero; tredicesimo posto per Giulia Bencini. «Russo ha meritato il secondo posto – spiega mister Gigi Rocchini – era un po’ stanco ma ha dimostrato quanto vale confermandosi ai massimi livelli italiani e riguadagnando un podio dopo l’assenza dell’anno scorso per infortunio. Domenica ha proseguito conquistando altre medaglie di spessore nelle gare di specialità, peccato solo per la medaglia mancata alle parallele. Russo si presenterà alla possibile convocazione agli Europei in una condizione ed una situazione importante. Per quanto riguarda Lodadio lui ha confermato di essere il numero uno in Italia agli anelli. Benissimo Tosti che ha portato a casa la medaglia di bronzo nel Criterium, risultato che conferma la sua crescita; Tiziano Perni poi si sta lanciando per la prima volta ad alti livelli. Il gruppo sta dando buoni risultati». 
Orgogliosa delle presrazioni del Team As Gin agli Assoluti coach Camilla Ugolini: «Questi sono stati i primi Assoluti sia per Giulia Cotroneo che per Giulia Bencini. Entrambe hanno molto sentito la gara e hanno ben figurato. Bencini ha fatto bene a corpo libero e a volteggio, ma purtroppo ha compiuto due errori a parallele e a trave chiudendo quindi al 12° posto. Come sempre lineare e pulita Giulia Cotroneo che ha conquistato il pass per la finale di domenica nel corpo libero e ha sfiorato il colpaccio: ha infatti chiuso al quarto posto mancando il podio di poco. Va benissimo così, è stato un buon risultato. Anche Manila Esposito ha avuto una prestazione soddisfacente, grazie alla medaglia di bronzo nel Criterium. Bravissimi i nostri atleti anche nel maschile. Questi campionati ci hanno visto completamente protagonisti sia nel maschile che nel femminile. Siamo molto contenti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Luca Roberti vince ''La Corsa del Dottor Carlo''

Il Team Franco Ballerini – Primigi Store torna al successo vincendo a Cepagatti la seconda edizione de “La Corsa del Dottor Carlo” con Luca Roberti, alla prima vittoria stagionale, in una giornata trionfale per la squadra tosco – laziale che ha piazzato sul gradino più basso del podio anche Jodi Passa. «Siamo andati motlo bene – afferma il team manager Marco Cacciamni –  merito del gruppo, una prestazione straordianaria che sancisce il nostro ritorno nei piazzamenti più importanti. Pertanto credo che sia tutte le condizoni per proseguire su questa stada». Una prova spettacolare quella di Roberti che è sempre stato in fuga negli ultimi 50 km, rilanciando l’azione ogni volta che il gruppo si avvicinava e tenendo sempre a distanza i tentativi di rincorsa. L’azione decisiva è avvenuta all’ultimo giro quando Roberti, vedendo avvicinarsi il gruppo, è partito in contropiede conservando quei pochi secondi sufficienti per tenere a bada la rimonta di un drappello che vedeva Jodi Passa sprintare al terzo posto alle spalle di Gabriele Greco (G.S. Gulp Pool Val Vibrata).
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###