Rubavano cani e gli cambiavano il microchip per rivenderli

CERVETERI – I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia hanno denunciato in stato di libertà R.C. 58enne e C.S. 36enne e 40enne alla Procura della Repubblica di Civitavecchia, per traffico di cani rubati, ricettazione e maltrattamenti contro gli stessi nonché detenzione abusiva di armi e di munizionamento.

Si è conclusa stamattina con il blitz scattato all’alba, l’attività di indagine condotta dalla Stazione Carabinieri di Cerveteri che ha permesso di ricostruire le modalità con cui i 3 uomini commissionavano i furti di cani di razza, per lo più da caccia, e li rivendevano in tutta la provincia, per un giro di affari di diverse decine di migliaia di euro.

L’indagine ha permesso di scoprire, infatti, che i soggetti avevano studiato nei minimi dettagli tutte le operazioni necessarie per non essere scoperti, provvedendo a togliere, senza la dovuta assistenza di alcun veterinario, i microchip identificativi e  sottoponendo così i poveri cani a torture e sevizie di inaudita crudeltà, tanto che gli animali che non riuscivano a essere immessi nel mercato in nero venivano uccisi.

Durante le perquisizioni eseguite in due terreni agricoli situati a Cerveteri e a Cineto Romano, i Carabinieri di Cerveteri, unitamente a quelli di Vicovaro e delle Stazioni Carabinieri Forestale di Civitavecchia e Cineto Romano, nonché del Nucleo Cinofili Carabinieri di Roma, hanno trovato 54 cani, di cui 15 cuccioli, detenuti in gabbie costruite con reti metalliche, in gravissime condizioni igieniche, molti malati e malnutriti. Oltre agli animali, gli operanti hanno rinvenuto e sequestrato numerosi farmaci per uso veterinario, bisturi, siringhe monouso per impianto di microchip con i quali gli stessi venivano resi irrintracciabili nonché un collare in grado di emanare scariche elettriche tramite comando a distanza.

Purtroppo, sul luogo sono state rinvenute anche le carcasse dei cani morti, di volatili e di un cinghiale cacciati di frodo. In possesso del 58enne, infine, i militari hanno trovato un fucile marca Franchi cal. 12, con matricola contraffatta e 100 cartucce dello stesso calibro. Per questo reato, l’uomo è stato anche arrestato e condotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G..

I cani sono stati affidati al canile di Cineto Romano e in attesa di restituiti ai legittimi proprietari, saranno ospitati, nei giorni a seguire, da alcune associazioni volontarie che hanno fornito la propria disponibilità.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc2005 ospita la capolista Polisportiva Monti Cimini

Il big match della 12^ giornata del campionato di Promozione, è indubbiamente quello che vede di fronte la Cpc2005 seconda in classifica e la Polisportiva Monti Cimini, capolista del girone con tre lunghezze di vantaggio. Dopo la vittoria in rimonta in quel di Canale Monterano, la compagine portuale affronta la solida Pmc, reduce tra l’altro dal secco due a zero inflitto al Pian Due Torri. Scontro tra titani, che non vale però una stagione. Di fronte, il miglior attacco della Promozione, quello portuale, contro una squadra, i Monti Cimini, nata per sognare in grande e fino ad ora impeccabile. I presupposti per una gara scintillante ci sono tutti. Già due precedenti in questa stagione, culminati nei due pareggi in occasione dei 32esimi di Coppa Italia. Li ebbe la meglio la compagine diretta da Caputo ai calci di rigore, ma oggi sarà un’altra storia. L’altra seconda in classifica, la Corneto Tarquinia, affronta in trasferta la Gallese, mentre la Vigor Acquapendente, dietro di una lunghezza dai portuali e dalla Corneto, sarà in scena al Vitali contro il Canale. La Csl Soccer vuole ripartire col piede giusto e alle 11, al Flavio Gagliardini contro il Duepigreco Roma, non vuole affatto scherzare. I ragazzi del tecnico Daniele Fracassa, tornano sul rettangolo di gioco più carichi che mai, il quarto posto dopo undici giornate ha stupito sia i tifosi che gli stessi calciatori, se si pensa che l’obiettivo di inizio stagione era la salvezza, ma siamo ancora all’inizio e c’è un girone di ritorno tutto da gustare, certo è che i rossoblù possono veramente ambire a qualcosa di storico per una società neo promossa. Tornando alla gara, i capitolini vogliono i tre punti e avvicinarsi al quinto posto, mentre i civitavecchiesi dovranno fare a meno dell’attaccante Emanuele Siani che a breve dovrà sostenere alcune visite per accertare le sue condizioni fisiche e Carmine Gaeta, convocato, ma per partire dalla panchina, perché il mister lo vuole tenere pronto per mercoledì riguardo la sfida di ritorno di Coppa Italia al Galli contro il Città di Cerveteri. Una partita, dunque, di metà classifica, che vedrà di fronte due squadre ben attrezzate per cercare la vittoria e i rispettivi tre punti. Dopo una settimana di sosta dovuta e che dovrebbe far riflettere tutto il sistema calcio, il campionato del Tolfa riparte dall’Aurelio Academy. Sebbene sia una partita dal facile pronostico vista la posizione in classifica della squadra romana, questa è una delle partite che mister Sperduti teme maggiormente, perché la giovane squadra biancorossa, come già accaduto, è facile ai cali di tensione. Il tecnico, in settimana, ha spinto gli allenamenti forzando sul piano della concentrazione e della determinazione, ci si aspetta una squadra che fin dal primo minuto spingerà per portare a casa l’intera posta in palio. Allo Scoponi il calcio di inizio sarà alle 14.30 e tutta la rosa é stata convocata come consuetudine in casa, non saranno disponibili Capolonghi e Mercuri, mentre ritorna in gruppo Scudi uscito malconcio dalla trasferta di Santa Marinella. «Nell’allenamento di venerdì – spiega il presidente Giorgio Franchi – ho visto un gruppo veramente saldo. Il clima é ottimo, la squadra, a parte qualche piccolo acciacco, sta in salute ed ho avuto la sensazione che oggi faranno una grande partita. Il fatto che giochiamo contro una squadra che attualmente sta messa male in classifica non vuol dire nulla. Bisogna entrare in campo con la giusta determinazione, con il giusto approccio e con tanta voglia di fare bene. Con questi ingredienti arriveremo lontano. Ho molta fiducia in tutta la rosa della squadra, sul mister, sullo staff tecnico: lavorando tutti in sintonia i risultati arriveranno di sicuro». Gara esterna invece per il Santa Marinella che questa mattina fa visita all’Urbetevere. Una partita da vincere a tutti i costi, altrimenti lo spettro della retrocessione diventa una realtà. «Rispetto all’inizio – dice mister Morelli – ho visto buoni segnali di miglioramento, considerando anche che siamo piuttosto corti numericamente e stiamo aspettando di rinforzarci. Andremo dunque a Roma cercando di fare la nostra partita. Dati i nostri pochi punti, tutte le sfide da qua alla fine saranno importanti, perchè tutte rappresenteranno un’occasione di collezionare punti importanti. Andremo come sempre con pochi uomini e con una rosa ristretta, ma i ragazzi in allenamento si comportano sempre bene e vedo una gran voglia di fare». Gara difficile anche per l’Atletico Ladispoli che affronta stamani l’Aranova. Un incontro complicato per i giovani ladispolani che troveranno un gruppo che nelle ultime domeniche ha trovato tutte vittorie. Facile invece la sfida tra il Corneto Tarquinia e la Gallese. Gli ospiti, capolista del girone, sfrutteranno l’occasione per cercare di lasciarsi dietro sia i Monti Cimini che la compagnia portuale. Infine il Città di Cerveteri sarà di scena sul campo del Pian Due Torri per puntare al successo pieno e salire ulteriormente in classifica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Corneto alza la voce

Grazie al successo ottenuto sul Duepigreco Roma, l’Acquapendente si porta in testa alla classifica, approfittando del pareggio esterno dell’ex capolista Compagnia Portuale Civitavecchia. La Cpc2005 dunque fa pari e patta con l’Aranova, partendo sulle gambe e consentendo ai padroni di casa di mettere nella loro metà campo i tasselli per il pareggio finale. Poi tanta Cpc e qualche sfortuna di troppo sulle occasioni avute. Nunziata da una parte e Italiano dall’altra sono i protagonisti di questa gara, il portiere portuale vanifica un rigore dell’attaccante che, però, si rifà poco dopo con il gol e una super prestazione. L’occasione più ghiotta prima del vantaggio degli ospiti ce l’ha Italiano, fallo di mano in area di Treccarichi e Testoni di Ciampino fischia il penalty, va sul dischetto lo stesso Italiano ma Nunziata si supera nel respingere. Prima del 10’ passa l’Aranova, Serpieri perde palla a centrocampo e Italiano si invola verso Nunziata, a tu per tu non sbaglia. Si spegne però piano piano l’Aranova e la Cpc2005, più ordinata e determinata rispetto all’avvio, comincia a tessere azioni nella metà campo avversaria. Il gol portuale arriva alla mezz’ora, corner battuto da Metta che serve Ruggiero, dribbling e cross per Serpieri che brucia un Comandini immobile tra i pali. L’Aranova si affida a Italiano e alla sua velocità, Nunziata si fa trovare pronto in almeno due occasioni da lì in avanti. Manca poco alla fine, la Cpc2005 ha una limpida palla gol con Tabarini al 47’, la sfera colpisce il palo e si spegne sul fondo. «Pareggio giusto per quanto visto in campo – dicono i vertici societari – di fronte c’era una signora squadra che ha solo fallito l’approccio al campionato, ma tanto avrà da dire. La Cpc? Forse paga le fatiche di coppa e qualche infortunio di troppo, ma l’approccio timido ha pregiudicato, forse, il risultato finale». 
La Csl Soccer di vincere in trasferta non ne vuole proprio sapere e domenica, sul campo della Gallese, ha perso 1-0. Mister Fracassa schiera il 4-3-3, ma nel primo tempo a creare più occasioni è solo la Gallese che al 43’ trova il vantaggio con Mechilli. Nella ripresa i rossoblù provano a reagire, ma non trovano il pari e al triplice fischio del direttore di gara i leoni del presidente Vitaliano Villotti non possono che uscire dal terreno di gioco sconfitti. «Potevamo fare di più – spiegano dalla società – ma non siamo riusciti a ottenere il pareggio per le occasioni sbagliate. Ora bisogna continuare ad allenarci e dare in ogni partita il cento per cento». 
Il Santa Marinella rimedia un sonoro schiaffone casalingo nella sfida con una diretta concorrente qual’era il Canale Monterano. Gli ospiti si impongono per 4 a 1 ed affondano ancora di più i tirrenici che restano penultimi in classifica insieme all’Atletico Ladispoli. 
«Lo so che la situazione calcistica che ho scelto è difficile – spiega mister Morelli in un momento complicato per lui e per la squadra – so che molte persone conosciute nei campi di calcio tifano per me e sperano sinceramente che me la cavi. Io fino all’ ultimo proverò a cavarmela anche grazie alla forza trasmessa da chi tifa per me. Se la barca affonda provo a tenerla a galla con tutte le mie forze o anche io affondo con lei». 
Il Tolfa si impone per 1-0 sull’Atletico Ladispoli grazie ad un gol di Trincia. Il team di mister Riccardo Sperduti continua la sua serie positiva e guadagna la quinta posizione in classifica. L’inizio per i collinari è scoppiettante. Nei primi due minuti, i padroni di casa si divorano tre occasioni clamorose e al 24’ passano in vantaggio con il solito Trincia che riprende una respinta della traversa e insacca. Sembra il preludio per una goleada, infatti i pupilli di patron Franchi continuano per alcuni minuti a tambureggiare la retroguardia ospite. Probabilmente questa facilità di arrivare al tiro crea una certa rilassatezza nei locali che pian piano perdono spinta e lucidità, al contrario degli ospiti che iniziano ad affacciarsi con più continuità nella metà campo avversaria. Il primo tempo finisce così e probabilmente la strigliata di mister Sperduti negli spogliatoi provoca i suoi effetti nei primi 10 minuti della ripresa, dove prima Compagnucci e poi Trincia e Perfetti, sfiorano il raddoppio. Passato lo spavento gli ospiti riprendono a cercare il pareggio e complice anche la stanchezza per la terza partita settimanale dei tolfetani prendono l’iniziativa ed in un’azione confusa ci scappa il calcio di rigore che l’immortale Boriello para, conservando l’1 a 0 ed i tre punti che valgono il quinto posto in classifica. 
«È stata una partita più complicata del previsto – spiega mister Sperduti – abbiamo sbagliato molte occasioni tenendo il risultato in bilico con la pericolosità che ne consegue in questi casi, per fortuna ci ha pensato Boriello a conservare la vittoria neutralizzando il calcio di rigore. Sicuramente la terza partita settimanale si è fatta sentire nella parte finale della gara, ma tutto questo è normale, i ragazzi stanno tenendo una continuità di prestazioni e risultati ottima». 
La Monti Cimini torna di gran carriera in corsa dopo il ko della scorsa settimana contro il Tolfa ma conquista una importante vittoria sul campo del Città di Cerveteri, che viene travolto dall’undici di Camillucci. È stata la domenica delle doppiette al Galli, con Zahr e Provinciali a segno per gli ospiti e Di Fiandra per i padroni di casa. Il Corneto Tarquinia rialza subito la testa dopo la sconfitta della scorsa settimana contro l’Urbetevere. L’undici di Del Canuto vince in casa del Pian Due Torri al Darra di Maccarese. Gli ospiti chiudono il primo tempo in vantaggio per 1-0 grazie al centro di Martelli. Poi, dopo poco dall’inizio della ripresa, arriva anche il 2-0 con Ventolini, poco prima della rete dei padroni di casa firmata Buscia. Ci pensa poi Catracchia a certificare il successo dei viterbesi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La capolista Corneto Tarquinia  alla prova Doc Gallese

Per la settima giornata di andata del campionato di Promozione, la Cpc2005 sarà impegnata stamani allo Sbardella contro il Duepigreco Roma. Compagine, quella romana, che fino ad ora non è mai stata incontrata dai rosso portuali, provenienti dalla prima categoria, dopo un campionato da assoluti protagonisti. I numeri parlano a loro favore e in maniera chiara fino ad ora. Tutto ciò la colloca in una posizione di giusto rilievo di questo campionato, rendendola temibile per chiunque. Sul fronte portuale, ripresasi dalla sbornia del derby perso con la Csl, grazie alla quaterna all’Aurelio, ci si prepara con la tranquillità necessaria alla gara con il Duepigreco. In un campionato dove le goleade sono all’ordine del giorno ed è evidente la spaccatura tra le prime otto nove squadre e le altre, perdere terreno con chi al momento è nei piani alti, potrebbe essere fatale nel computo finale. «È necessario vincere per non perdere terreno dalla Polisportiva Monti Cimini e il Corneto, avanti di una sola lunghezza – dicono in società – per continuare a credere all’obiettivo prefissato. A maggio si tireranno le somme, con quel giudice supremo che sia chiama terreno di gioco». La Csl Soccer di patron Vitaliano Villotti, affronta alle 11 il Bomarzo. I rossoblù diretti da mister Daniele Fracassa, vogliono rifarsi a tutti i costi della sconfitta di Coppa Italia subita mercoledì scorso dal Canale Monterano. Per i leoni, indisponibile ancora l’infortunato Emanuele Siani, mentre tra i convocati rientra l’estremo difensore Stefano Del Duchetto e il centravanti Carmine Gaeta che ha terminato il turno di squalifica. «Sarà una partita – commenta il direttore sportivo Daniel D’Aponte – molto complicata. Non dovremo farci ingannare dalla classifica del Bomarzo che, nonostante sia a soli quattro punti, ha un organico di tutto rispetto, basti pensare a giocatori come Pecci che è stato il capocannoniere del girone A di Promozione nella stagione 2015/2016, Russo e Ingiosi. Sarà veramente un match molto complicato in cui per vincere dovremo dare tutti il nostro massimo».
Il Santa Marinella invece viaggia alla volta di Montefiascone.
Assenti l’attaccante Bonaventura per squalifica e Attardo per motivi familiari. «Ci siamo allenati duramente sul campo di via delle colonie – spiega mister Morelli – per prepararci al meglio. Purtroppo ho pochi giocatori under e quindi ho bisogno di un fuori quota e due grandi. Li stiamo cercando tra gli svincolati anche se l’organico, fino a dicembre, resterà questo. Ho parlato con i giocatori e gli ho detto che conto molto su di loro per uscire da questa difficile situazione».
Impegno esterno per il Tolfa di mister Riccardo Sperduti. I collinari sono attesi stamani alle 11 sul campo di Vignanello dagli ostici padroni di casa dei Monti Cimini, formazione viterbese che viaggia in quarta posizione a 13 punti, mentre i pupilli di patron Franchi sono al decimo posto a otto lunghezze. «Ci attende un impegno molto difficile – dicono dal team collinare – in quanto la squadra che andiamo ad affrontare è costruita per vincere e soprattutto in casa cercheranno di fare il doppio per portare via i tre punti in palio. Comunque, noi partiamo per far bene e per dare il massimo per tornare a casa con almeno un punto. Purtroppo, l’unico problema, è che ci presentiamo all’appuntamento ancora una volta incompleti ma, ripetiamo, non partiamo di certo battuti». Rientra sicuramente Sgamma ed è nuovamente a disposizione Lavagnini, mancheranno invece Capolonghi, Galli, Pistola e Braccini. Il presidente Franchi, ieri in panchina con la Juniores, continua a esortare i suoi a tirare fuori grinta e determinazione e a portare il cuore oltre l’ostacolo. Spero che prima o poi di vedere tutti a disposizione e guariti dagli infortuni per mostrare quale è la forza del Tolfa al completo. Il Città di Cerveteri di Michele Zeoli è impegnato in trasferta sul campo del Canale Monterano. «Purtroppo con i giocatori contati – dice il mister – visto che mi mancheranno Esposito e D’Amelio. Abbiamo un’ottima rosa ma mancano delle alternative. Il Canale fino ad ora ha raccolto meno di quello che meritava, quindi sono certo che sarà una partita difficile. Venerdì nella rifinitura, ho ripreso alcuni giocatori che erano disattenti e questo non deve succedere».
L’Atletico Ladispoli ospita questa mattina la Gallese in una gara dove i tre punti sono pesantissimi. La capolista Corneto Tarquinia sarà impegnata in casa contro una Gallese che è nei pressi della zona play out.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, tre punti per non perdere terreno dalla vetta

Giornata interessante, quella di oggi, per le squadre che militano nel girone A del campionato di Promozione. La CPC2005 dopo una settimana travagliata susseguente alla sconfitta nel derby con la CSL, affronta stamane in casa l’Aurelio Roma Academy, squadra fanalino di coda del girone. «Lo stop domenica e il pareggio in coppa non possono influire sulla brillantezza di testa e gioco vista fino ad ora – spiega Stefano Gallo – sicuramente uno stop inaspettato per quanto avevamo espresso fino ad ora, mentre per quanto riguarda la Coppa sono convinto che è una partita a sè. Mancano ancora novanta minuti e l’importante è aver segnato. Ci poteva anche stare un pareggio visto chi incontravamo, ora serve assolutamente vincere in casa loro; ma c’è tempo per pensarci. Lo stop con la Csl invece ha un altro senso, essendo un derby era importante vincerlo. Averlo perso comunque non deve assolutamente influire sulla nostra stagione e i nostri obiettivi, che sono ben altri e non la singola gara. Sicuramente ci farà bene questa sconfitta, quando vai forte e non sei consapevole dei tuoi limiti è tutto fin troppo facile. Ma la forza di una squadra si misura nei momenti di difficoltà, se riesci ad alzarti, continuare come nulla fosse, l’incidente che ti ha colpito è stato solo un ostacolo superato. Arriva al Tamagnini una delle peggiori situazioni che potesse capitare. Loro a zero punti e che si giocheranno la partita senza nulla da perdere. Noi con una strada da riprendere con forza, mostrando a tutti che è stato solo una caduta. Oggi può essere una svolta, nel senso che la partita sarà facile senza nessun ostacolo e riprendiamo a correre come prima, o forse la peggiore che potevamo incontrare in questo momento. Non hanno nulla da perdere vista l’attuale differenza in classifica, sono ancora a zero punti e cercheranno la cosiddetta gara della vita, come tutti del resto faranno con noi. Sta solo a noi decidere quale piega far prendere alla gara e al proseguo di stagione». La Csl Soccer del tecnico Daniele Fracassa dopo la straordinaria vittoria nel derby con la Cpc2005 e l’inaspettata sconfitta in Coppa Italia col Canale Monterano rimediata mercoledì, sfida la terza della classe la Vigor Acquapendente. Una partita che nasconde molte insidie e i rossoblù devono dare il tutto per tutto per ottenere la quarta vittoria consecutiva e i rispettivi tre punti per la gioia dei tifosi e dell’intera dirigenza. Indisponibili ancora gli attaccanti Gaeta squalificato e gli infortunati Siani e Spirito. Il terzo posto in graduatoria deve essere difeso a denti stretti. «Dovremo fare – spiegano i dirigenti societari – una buona gara su tutti i punti di vista. Sappiamo le qualità e le doti che possediamo e cercheremo di vincere per i nostri tifosi». Nel pomeriggio, alle 15,30 al Tamagnini, il Santa Marinella ospita il Corneto Tarquinia. Dopo quattro sconfitte e una sola vittoria nelle cinque gare fino ad ora disputate, la squadra del neo allenatore Fabrizio Morelli affronta la capolista. Dunque, in un momento così delicato per il team di via Delle Colonie, trovarsi di fronte la prima della classe non è certamente il massimo. Sinceramente, in questa fase, non ci voleva la migliore del lotto, in quanto i rossoblù rischiano di rimediare un’altra battuta di arresto. Il mister, però, che è un combattente, non si dà per sconfitto e per l’intera settimana ha catechizzato i suoi affinchè scendano in campo con la giusta concentrazione per tentare il miracolo. «Sono qui da poco – dice il mister – e vedo che la situazione in classifica non è delle migliori. Io sono uno che chiede ai suoi giocatori sempre il massimo e l’ho fatto anche questa volta perché ci troveremo di fronte la prima in classifica. Chiaramente capisco che affronteremo la più forte del girone ma questo deve essere da stimolo ai giocatori per offrire una prestazione oltre le loro possibilità». Questa mattina al Galli, il Città di Cerveteri affronta il Montefiascone, formazione molto giovane che in classifica ha collezionato appena 4 punti. I cerveterani, invece, restano a quota 7 ma il campionato è appena iniziato. «Ho trovato grossa disponibilità della società – dice il neo tecnico Michele Zeoli – mercoledì siamo andati in Coppa Italia ed abbiamo vinto, ho visto giovani interessanti, ma per fare un campionato più tranquillo c’è bisogno di una rosa più lunga. Abbiamo preso un attaccante come Di Fiandra in quanto vogliamo rinforzare la zona offensiva. È un giocatore molto esperto che ci tornerà utilissimo. Conosco l’allenatore del Montefiascone, è bravo, la squadra è giovane che lo segue. Io ho fuori D’Amelio su cui puntavo tantissimo oltre che Esposito. Quindi il nostro obiettivo è la vittoria». Dopo la bella vittoria di domenica scorsa a Canale, il Tolfa se la vede oggi pomeriggio in casa con la Gallese, formazione che ha sei punti in classifica (uno in meno del Tolfa). I collinari, scendono allo Scoponi con un unico obiettivo, allungare la striscia positiva. Per questa partita interna, il mister ha convocato tutti. «È una partita importante per capire il tipo di campionato che vuol fare la nostra giovane squadra – spiegano i vertici del Tolfa – dopo le due vittorie consecutive, tre se mettiamo la coppa di mercoledì». Sperduti fa un respiro di sollievo in difesa recuperando Carlini e Galli, ma ha ancora problemi a centrocampo con le assenze di Lavagnini, Capolonghi e Pistola. Non sarà della partita nemmeno Sgamma reduce da un piccolo intervento. Il presidente Franchi suona la carica. «Cerchiamo di consolidare il posto in classifica che attualmente occupiamo cercando di prendere tutti e tre i punti in palio – afferma il patron – la Gallese è un’ottima squadra e ha giocatori di livello per cui tanto di rispetto all’avversario. Cercheremo di tirar fuori il meglio dai nostri under e che sia sufficiente per la vittoria davanti al pubblico amico». L’Atletico Ladispoli  infine affronterà oggi in trasferta il Bomarzo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Spazio al derby

Giornata al fulmicotone, quella di oggi, per le squadre impegnate nel girone A del campionato di Promozione. Derby ad alto tasso tecnico quello che affronteranno al Dopolavoro Ferroviario la Cpc2005 e la Csl Soccer. Stracittadina che metterà di fronte due tecnici protagonisti dell’ottimo inizio stagionale delle due. Da una parte il navigato Paolo Caputo e dall’altra l’emergente Daniele Fracassa. Sfida che promette scintille a suon di accorgimenti tattici. «Che squadra incontreremo? – si domanda Caputo – la Csl è indubbiamente un’ottima squadra. Tra individualità eccellenti e una guida tecnica di spessore, posso tranquillamente affermare che è tra le migliori del girone. Giocatori di livello che sapranno esprimersi al meglio, il tutto suffragato dal fatto che alcuni li conosco bene visto che ho avuto il piacere di allenarli. Che derby sarà? È una squadra che non dico mi preoccupi, ma verso la quale nutro massimo rispetto, con un bravissimo allenatore e con dietro un’ottima società. Dobbiamo essere bravi noi ad essere umili, entrare in campo con la giusta mentalità e continuare poi per la nostra strada. Mi auguro che sia una giornata di sport e che faccia divertire i tanti che accorreranno. Ovviamente non sarà la gara che deciderà i nostri campionati, né da una parte né dall’altra, ci sono altre e ventinove gare e limitare il campionato a questa sola gara sarebbe un errore». La Csl non ha voglia di scherzare, vuole fare sul serio e battere le maglie rosse della Cpc2005. I rossoblù di mister Fracassa dovranno fare a meno per due giornate della punta Gaeta, espulso domenica scorsa sul campo del Maccarese. I leoni hanno molta voglia di riscatto, la prima sconfitta stagionale brucia ancora e quindi daranno il tutto per tutto fino all’ultimo minuto di gioco per mettere in difficoltà i ragazzi di Paolo Caputo che stazionano solitari in classifica a punteggio pieno dopo quattro giornate. «Non sarà facile – spiega il vice allenatore della Csl Di Raimondo – affrontare una squadra come la Cpc2005 che sta dimostrando di essere una delle pretendenti alla vittoria finale. Noi dovremo imporre il nostro gioco sin da subito pressandoli altri anche se manca lo squalificato Gaeta. Sarà un derby emozionante che riserverà senza dubbi grandi gesti tecnici». 
Il Santa Marinella, dopo le inaspettate dimissioni dei due tecnici Di Martino e Stuccilli è corso ai ripari e dopo giorni di trattative, ieri ha presentato ufficialmente il nuovo tecnico Fabrizio Morelli. Il neo allenatore santamarinellese torna in veste di mister dopo aver vestito la maglia rossoblù da giocatore, sia nel campionato di Eccellenza che in quello di Promozione. Oggi farà il suo esordio in campo e probabilmente, sul sintetico di Aranova, presenterà uno schieramento tattico leggermente diverso da quello di Stuccilli. «Bisogna pensare solo a vincere – dice Morelli – perché la nostra situazione in classifica non è delle migliori. Voglio vedere bene il gruppo che ho a disposizione e poi provvederò alle varianti tattiche». 
Dopo la bella prova di domenica con il Bomarzo, il Tolfa affronta in trasferta il Canale Monterano in uno dei tanti derby del girone di promozione. Il team di patron Giorgio Franchi, anche oggi, scenderà in campo in formazione fortemente rimaneggiata e mister Riccardo Sperduti dovrà inventare un undici che dovrà fare a meno degli assenti Carlini, Sgamma e Capolonghi. Inoltre ci saranno Cascianelli che dovrà stringere i denti e Galli che riparte dalla panchina al rientro dall’infortunio. «Il cammino della nostra squadra – spiegano i vertici del Tolfa – è stato finora caratterizzato dalle tante assenze, ma ciò ha permesso di fare giocare tanti ragazzi e dunque il vero obiettivo stagionale della società biancorossa è quello di ricreare uno zoccolo duro che possa garantire un futuro ed in questo, il tecnico Sperduti, è un maestro». Fra l’altro il Tolfa si sta preparando anche per il derby del prossimo 3 ottobre contro il Santa Marinella valido per la Coppa Italia e quindi Sperduti quando sceglierà chi mandare oggi in campo lo farà pensando anche a mercoledì. 
Altro confronto interessante, quello di oggi tra il Corneto Tarquinia e il Cerveteri che si giocherà sul sintetico dei viterbesi. 
In casa anche l’Atletico Ladispoli che se la vedrà tra le mura amiche con l’Acquapendente.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Corneto e Cpc provano a non perdere la testa

Per la terza giornata del campionato di Promozione, turni esterni per Santa Marinella, Compagnia Portuale, Cerveteri e Tolfa, mentre giocano in casa Atletico Ladispoli, Corneto Tarquinia e Csl. Impegno esterno dunque per il Tolfa che oggi è di scena sul campo del Montefiascone. Per questa sfida saranno assenti Galli, Capolonghi e Carlini per infortunio, mentre il giovane promettente under Perfetti, si trova in condizioni non ottimali. Per mister Riccardo Sperduti quindi c’è da inventare praticamente la difesa col probabile utilizzo di Sgamma centrale e come già successo domenica scorsa contro l’Acquapendente, con l’arretramento di Cascianelli nel corso della gara. Le due formazioni del Tolfa e del Montefiascone sono entrambi a zero punti, con la squadra collinare che ha già incontrato nelle precedenti gare, due tra le formazioni più accreditate alla vittoria finale. I biancorossi di patron Giorgio Franchi non sono ancora al top, ma stamattina alle 11, l’imperativo e il grido di battaglia del team tolfetano sarà uno solo, quello cioè di fare punti. Evitata la trasferta in quel di Carbognano dopo la decisione del Gallese di giocare in pomeridiana al Martori di Monterosi, la Cpc2005 si appresta a giocare la terza d’andata da primatista. Ostacolo non indifferente quello di domenica e, seppur la compagine portuale sia ben salda in vetta alla classifica, a suon di gol e senza subirne, servirà comunque la stessa concentrazione dei match precedenti per uscire indenni dal Martori. Due gare con altrettante vittorie, frutto di sette gol fatti e nessuno subito. Gallo capocannoniere, Ruggiero a rincorrerlo ad una sola lunghezza, con tutto questo da una parte. Dall’altra invece una Gallese con tre punti in classifica, e in risalita dopo la seconda stagionale. Alla sconfitta all’esordio tra le mura amiche ad opera dell’Urbetevere, ha risposto domenica scorsa in casa del Pian Due Torri portando a casa l’intera posta. Fischio d’inizio alle ore 15. La Csl Soccer di patron Vitaliano Villotti, sfiderà alle 11 al Dlf i gialloblu dell’Urbetevere. Il club di via della Pisana, allenato dal tecnico Felice Murrazzani, è reduce da due vittorie consecutive, maturate prima in trasferta con la Gallese e con l’Atletico Ladispoli, mentre i rossoblù di Daniele Fracassa vogliono continuare a fare bene, soprattutto dopo i primi tre punti ottenuti domenica scorsa al Fattori nel derby col Santa Marinella, grazie all’eurogol del talento Gaudenzi. L’umore, inutile negarlo, è dei migliori all’interno dello spogliatoio e questo sarà un vantaggio per tutta la rosa, oltre al sostegno dei tifosi che riempiranno la tribuna. Indisponibili il capitano Tiziano Campari per motivi di lavoro e l’infortunato Emanuele Siani, che attende lunedì la risposta della risonanza magnetica per la contusione subita durante la gara d’esordio col Città di Cerveteri. «Per noi – commenta il direttore sportivo Daniel D’Aponte – è un crocevia fondamentale, perché una vittoria ci permetterebbe di fare un altro passo in avanti verso l’obiettivo stagionale, cioè la salvezza». Questi i convocati: Barzellotti, Bresciani, Campari G, Carru, Castagnola, Cherubini, D’Angelantonio, De Fazi, De Felici, Della Camera, Gaeta, Gaudenzi, Gibaldo, Nunziata, Paniccia, Peveri, Saraceno, Spera, Spirito, Trebisondi. Priva di ben sei titolari (Capoccia e Iacovella squalificati, Carra e Sanfilippo infortunati e con Famà e Zimmaro in non perfette condizioni), il Santa Marinella sarà impegnata questa mattina alle 11nella trasferta con l’Aurelio Roma Academy. Una gara che i tirrenici devono fare loro se non vogliono entrare in quel vortice negativo che crea disagio nella società e nervosismo nei giocatori. Entrambe le formazioni sono relegate all’ultimo posto in classifica a quota zero, per cui chi delle due vincerà potrà uscire momentaneamente dalla crisi. «L’obiettivo è la vittoria – commenta Di Martino – per cui lasciamoci alle spalle le due precedenti sconfitte e cerchiamo di portare a casa i primi tre punti stagionali». Il Città di Cerveteri di mister Silvestri invece va sul rettangolo del Duepigreco Roma. Quinti in classifica con quattro punti nel carniere, gli etruschi puntano ad un successo che li porterebbe nelle zone alte della classifica. L’Atletico Ladispoli sarà impegnato stamani in casa contro il Pian Due Torri, una compagine neo promossa che vanta un solo punto in classifica. Turno interno invece per il Corneto Tarquinia che se la vedrà con una delle migliori formazioni del girone e cioè l’Acquapendente.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fattori: derby e spettro della chiusura

Per la seconda giornata del girone di andata del campionato di Promozione, il turno prevede i due derby tra il Santa Marinella e la Csl e tra il Corneto Tarquinia e il Montefiscone. 
Dopo l’esordio positivo in casa della Vigor Acquapendente, culminato in un due a zero con le firme di Ruggiero e Gallo, la Cpc2005 diretta da Paolo Caputo attende stamani il Bomarzo. Al Tamagnini, alle 11, andrà in scena la prima gara tra le mura amiche, esordio assoluto per la compagine portuale, nel fortino di Campo dell’Oro. Avversario è l’ostico Bomarzo reduce, all’esordio, dal pareggio casalingo con il Pian due Torri. La rifinitura di venerdì ha dato le definitive indicazioni per i venti da portare in lista gara, con l’unica assenza certa di Lanari che è fermo da tempo per un problema alla caviglia.
Derby intenso, quello di stamani al Comunale di Civitavecchia tra il Santa Marinella e la Csl Soccer. Una gara che regalerà sicuramente emozioni forti con un grande gioco fin dai primi minuti. Da una parte ci sono i ragazzi di mister Fracassa, reduci dalla sconfitta di mercoledì per 1-0 coi Pescatori Ostia nel primo turno preliminare di Coppa Italia, che cercheranno a tutti i costi il riscatto, in particolar modo per ottenere i primi tre punti stagionali dopo aver impattato 1 a 1 all’ultimo secondo all’esordio con il Città di Cerveteri. Una rosa che, nonostante tutto, piace e convince i tanti tifosi e i vertici dirigenziali che sperano nella vittoria. «Sono molto fiducioso – spiega a tal proposito il tecnico Daniele Fracassa – per la gara che andremo a giocare, stiamo bene e vogliamo dimostrarlo sul campo». 
«Rispettiamo il Santa Marinella – dice il ds D’Aponte – che ha delle ottime individualità sia in campo che fuori, basti pensare a Bonaventura, Iacobucci e Stenbock, oltre al preparatissimo mister Stuccilli. Noi, però, andremo al Fattori per prenderci i tre punti, sappiamo che sarà un derby combattuto, ma allo stesso tempo leale ed onesto». 
Dall’altra sponda, invece, c’è il Santa Marinella, che dopo l’amara sconfitta con l’Atletico Ladispoli, vuole a tutti i costi vincere. Privi di Carra, Sanfilippo, Famà e Iacobucci, i padroni di casa puntano a portare via i tre punti. «Ovviamente l’obiettivo è quello di riscattare la sconfitta di domenica – dice Paolo Di Martino – non siamo contenti della gara giocata con l’Atletico Ladispoli e quindi dovremo cambiare atteggiamento. E’un derby molto importante, loro stanno bene sulle gambe. Mentre noi abbiamo problemi di conoscenza visto che ci sono undici giocatori nuovi. La nostra squadra deve migliorare fisicamente e tecnicamente, sono certo che con questa rosa possiamo fare bene. Starò in tribuna perché posso vedere meglio gli errori che facciamo». 
Turno esterno per la Corneto Tarquinia che alle 11 sarà di scena sul campo del Montefiascone. Mister Del Canuto dovrà rinunciare a Varchetta mentre gli altri sono a disposizione. 
«Domenica scorsa abbiamo ottenuto una vittoria importante – dice il tecnico – e direi anche meritata seppur faticosa. Andare a Montefiascone è sempre difficile. Loro sono molto ringiovaniti, conosco bene l’ambiente perché li ho allenato per quattro anni. Hanno un gruppo molto solido. Noli abbiamo fatto un’ottima squadra, vogliamo divertirci e fare un bel campionato, poi tireremo le somme». 
Gara esterna per l’Atletico Ladispoli che questa mattina affronta l’Urbetevere. Assenti Giustini, Screponi, Pulcini e Rago, i ragazzi di Neto puntano al secondo successo consecutivo. 
«La nostra linea quest’anno è quella di portare avanti i giovani – spiega il tecnico – non è facile ma dobbiamo provarci. Abbiamo dei ragazzi validi e puntiamo su di loro per un progetto di tre anni. Un progetto nato già lo scorso anno con Centanni e che quest’anno porto avanti io. Purtroppo la retrocessione ha lasciato il segno, la società inizialmente non voleva partecipare al campionato e invece abbiamo deciso di seguire il progetto giovani e fare una squadra di tutti under presi dalla juniores, insieme a giovani arrivati da altre squadre limitrofe. I presupposti ci stanno. Oggi ci troveremo di fronte dei neo promossi». 
Dopo la bella prova di domenica scorsa a Tarquinia in cui la squadra collinare meritava almeno un punto, alle 15.30 il Tolfa attende allo Scoponi l’Acquapendente, reduce dalla sconfitta casalinga con la forte Cpc. Contro l’ostica squadra viterbese la giovane compagine biancorossa (domenica scorsa in alcuni frangenti ha giocato con ben 7 under in campo) è attesa da una partita dura e complicata da lottare su ogni palla secondo lo spirito tolfetano. Per questa gara mister Sperduti ha convocato tutti. Rientrano Mecucci e l’infortunato Capolonghi, ancora assente Galli (che ritornerà tra due settimane); fuori invece Mojoli.
«lo abbiamo perso fino a gennaio – spiega il team manager Salcatore Incorvaia – perché in partenza per l’Erasmus». 
«Siamo di nuovo alle prese con un’altra partita difficile contro una squadra di tutto rispetto che ha costruito una rosa per ritornare in Eccellenza, non a caso l’Acquapendente é nominata insieme alla Cpc e al Corneto tra le favorite alla vittoria del campionato – spiega patron Giorgio Franchi – noi siamo molto fiduciosi, i ragazzi hanno lavorato sodo e bene durature la settimana, le motivazioni ci stanno tutte e il gruppo sembra essersi riformato come ai vecchi tempi e quindi mi aspetto domani una partita ad alti livelli domani. Inoltre è la prima giornata di campionato che giochiamo allo Scoponi e ciò avrà pure una sua influenza. Infine stanno crescendo molto i giovani a cui mister Sperduti da molta fiducia. Sono certo che domani faremo la partita». 
«Abbiamo affrontato il Tarquinia domenica scorsa – afferma mister Sperduti – ma ci ha detto male. Nonostante le assenze avremmo potuto portare a casa un pareggio. Recupero per oggi Mecucci e Capolonghi, mentre resteranno fuori Galli e Moioli. Noi siamo abbastanza equilibrati perché oltre ad aver riconfermato la vecchia guardia, ho inserito buoni giovani fuori quota, tutti prodotti del posto. Vogliamo fare una stagione positiva, se poi ci troviamo lassù, punteremo al miglior posto possibile». 
Partita interna per il Città di Cerveteri che stamani al Galli affronterà la Roma Academy. Un incontro molto interessante, soprattutto dopo quello che hanno fatto vedere gli etruschi nella sfida con la Csl che sono riusciti a pareggiare in pieno recupero.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport street festival non delude

ALLUMIERE – Successo domenica scorsa per la II edizione dello ''Sport Street Festival'' promosso dal delegato allo Sport coadiuvato da Giovanni Giordano e Diego De Paolis e in collaborazione con la Pro Loco e l'amministrazione comunale e con alcune associazioni sportive. Allumiere per una giornata si è trasformato in una palestra a cielo aperto per piccoli e grandi. A partire dalle 11 del mattino via Roma, viale Garibaldi e piazza della Repubblica si sono ritrovati tutti gli sportivi, di appassionati di sport e di curiosi e tutto si è trasformato in un immenso villaggio olimpico di strada e in un’area sicura dove svolgere della sana attività fisica. Grazie a questa giornata dello sport è stato possibile vivere e condividereun’esperienza unica all’insegna dell’amicizia e del concept “mens sana in corpore sano”. Questo evento è nato per soddisfare le esigenze di ogni singolo atleta e di tutte le persone, indipendentemente dalle loro abilità, capacità ed età e alla fine così è stato: le attività e i momenti ludici, ricreativi e competitivi sono stati orovati da tutti. C'è chi si è avvicinato allo street soccer, al volley ed al basket, o chi ha fatto zumba, lo jump e chi ha ballato e fatto ginnastica. In tanti si sono avvicinati all'hockey in line, al krav maga, al muay thai, allo yoga. Si è poi svolta una gara podistica ed un'altra di urban cross race. Infine, visto che lo sport è anche educazione e può essere uno strumento utile per veicolare alle nuove generazioni dei messaggi chiari e precisi come quello della sicurezza stradale è statp possibile andare in minimoto o fare un corso di educazione stradale. Lo Street Sport Festival di Allumiereha coinvolto grandi e piccini, sportivi competitivi e amanti della forma fisica, praticanti e curiosi. Attraverso questa manifestazione, le persone si sono incontrate, è stata promossa la buona pratica sportiva per contrastare l’abbandono dell’attività fisica e veicola dei valori positivi. Le associazioni sportive e partecipanti allo Street Sport Festival 2018 sono state i, Moto club Rugged (presidente Giuseppe Sestili); ASD Monti della Tolfa Basket (presidente Francesca Stefanini); ASD CM TolfAllumiere (presidente Enrico Brodolini); USD Allumiere (presidente Enrico Superchi), ASD Spartan Gym (presidente Flavio Franchi), Dance World allumiere (di Gabriella Moroni); New Dance Evolution Center (di Isabella Superchi); Asd Volley Allumiere (Rino Moraldi); CV skating – hockey in linea (presidente Riccardo Valentini); Italian B.L.A.D.E. presidente Simone Zorzetto; Gruppo podistico l’Airone (patron Fausto Fiorucci), Ass.ne fight club Muay Thai (presidente Leonardo Finori), A.C. Anthea Yoga Family (Daniela Barra). "Ringrazio – spiega il delegato allo Sport, Gabriele Volpi – iI sindaco Pasquini, Tiziana Franceschini e tutta la Pro loco, Diego De Paolis, Giovanni Giordano, Graziano Padroni il dottore Venturino Mocci; Amedeo Verbo; Erasmo Pennesi; Karin Minerva, Luigi Maffei, tutti i colleghi dell’amministrazione comunale; l'Ente di promozione sportiva OPES Regione Lazio, il corpo dei vigili di Allumiere, la Comon, l'Agraria, la Protezione Civile Allumiere, la Croce Rossa Allumiere, l'Associazione Amici della musica, il Centro sportivo collina verde, la falegnameria di Emiliano Giannini, l'assicurazione Vittoria Allumiere, pizzeria 2D De Fazzi, supermercato Metà Allumiere, Pneucar di Angelo Ciucci, Grafic Idea di Vittorio Capolonghi". Volpi poi prosegue: "L’evento è stato organizzato dal comune di Allumiere in collaborazione con la Pro loco di Allumiere. Ringrazio i miei collaboratori Giovanni Giordano e Diego De Paolis che ringrazio tantissimo; il nostro punto di riferimento è il sindaco che ha creduto da subito in questo progetto e lo ringrazio per la fiducia che mi ha dato. Siamo stanchi ma soddisfatti dell'ottimo risultato: quest'anno con la partecipazione di più associazioni abbiamo ampliato l'area della festa e siamo riusciti a far lavorare quelle attività commerciali che sono lontane dal centro. Vogliamo puntare tanto su questa festa e vediamo ampi margini di crescita. Vogliamo far diventare lo ''Street Sport Festival'' la seconda festa del paese dopo il Palio, già abbiamo delle novità per il prossimo anno. Quest'anno hanno partecipato associazioni di Allumiere, Tolfa, Cvitavecchia e Ladispoli. Arrivederci al prossimo anno".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###