Successo per il Memorial Alessio Torroni

ALLUMIERE – Con Alessio Torroni nel cuore domenica alla Cavaccia si è svolta la quinta edizione del Memorial ''Alessio Torroni'' ed è stata un'esplosione di amicizia, adrenalina, emozioni e voglia di ricordare uno stupendo e indimenticabile angelo scomparso troppo prematuramente. Trentuno asini, tanti ragazzi, tanti amici di ogni età, tanta passione, tanti ricordi, mille domande a cui ancora nessuno sa rispondere, sorrisi ma anche lacrime. La manifestazione è nata dall'idea di un gruppo di ragazzi intenzionati a ricordare con un torneo con fantini e somari l'amico purtroppo scomparso nel 2012 e domenica pomeriggio ancora uba volta in tanti ci si è ritrovati per ricordarlo a dimostrare ad Alessio, che da lassù guarda tutti ed ormai è per tutti un angelo custode, che nessuno si è dimenticato di lui e che non lo si dimenticherà mai e sarà sempre nei cuori di chi l'ha cinisciuto e gli ha voluto bene. Lo spiruto che ha animato il pomeriggio di domenica è stato quello della passione e del divertimento derivato dagli splendidi animali che sono gli asini, passione questa condivisa anche da Alessio. Alessio ha seminato bene e ha lasciato un segno in tutti e oggi la strada che ha aperto continua. È stata una domenica bellissima ed emozionante dove asini e fantini si sono sfidati in gare al cardiopalma. La manifestazione è stata organizzata dagli amici di Alessio coordinati da Francesco Piramidi (tra l'altro ideatore dell'evento) in collaborazione con la Pro Loco e il Comune (presenti l'assessore Luigi Artebani, il consigliere comunale con delega alle Politiche Ambientali Carlo Cammilletti e il sindaco Antonio Pasquini) in cui si sono susseguite la corsa dei somari; il Palio delle ''Vecchie Glorie'' e la disputa del Mini Palio. Per quanto riguarda la corsa al termine della prima manche gli asini che hanno superato il turno sono stati: Leone, Giuliano, Unico Erede, Bob, Fate Largo, Nieddosa, Contrabbando, Dante, Sangue Blu, Platini, Pistacchio, Shakira, Bubu, Papero, Scardazza, Caronte, Serafino, Non è Francesca, Tredici, Ultimo e Principe. Dopo la seconda manche invece sono passati Fate Largo, Nieddosa, Serafino, Bubu, Tredici, Dante, Scardazza e sono stati poi ripescati Leone e Shakira, poi quest'ultima si è infortunata e dal ripescaggio è uscito Principe. Fra tutti questi hanno conquistato il pass per la finale Leone, Tredici  e Serafino e al termine della gara vittoria per Leone del Ghetto con il fantino Mario Vela. Secondo posto per Tredici della Polveriera con Massimiliano Virgili. Terzo Serafino di proprietà del fantino Tommy Bresciani. A seguire si è svolto il ''Palio delle vecchie glorie'' e a vincere è stato Luca Buzzi del Ghetto, a seguire Bruno Carolini del Burò, Vincenzo Bellocco del Sant'Antonio, Alessandro Crocicchia della Nona, Emanuele Stendardi della Polveriera e Bruno Fracassa de La Bianca. A seguire si sono svolte le tre batterie a sei con la sgabbiata come al Palio. Al termine delle tre batterie vittoria della Polveriera con Massimiliano Virgili con 30 punti. Secondo il Sant'Antonio con 22 punti; terzi pari merito Nona e Ghetto con 20 punti; quarto Burò con 18 punti e infine La Bianca con 16 punti. Al termine delle gare si sono svolte le premiazioni e l'omaggio alla famiglia di Alessio. Mossiere della giornata Paolo Brogi. Giudici di gara Marco Regnani e Marco Torroni. Attivi i volontari della Prociv e della Croce Rossa di Allumiere. Per la Pro Loco al tavolo dell'organizzazione c'erano Flavia Verbo e Valerio Chiacchierini; Valentina Mellini e Fabiana Mellini hanno invece ''coccolato'' il pubblico al punto ristoro; fotografo della manifestazione Luigi Maffei.  "Complimentarsi per l'ottima organizzazione è poco – spiega il sindaco di Allumiere, Antonio Pasquini – ci tengo ad elogiare e ringraziare "gli amici di Alessio" , un gruppo di ragazzi che nonostante il passare degli anni, dimostrano che il tempo e la lontananza non possono cancellare l'amicizia pura e semplice che nasce dal cuore. Complimenti ragazzi". I genitori di Alessio Torroni ringraziano tutti quelli dell'organizzazione e tutti quelli che hanno  partecipato al Memorial, inoltre ringraziano la Croce Rossa e la Protezione Civile, la Proloco e il   sindaco Antonio Pasquini. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pino Quartullo in scena al Teatro Ghione di Roma

CIVITAVECCHIA – Pino Quartullo porta in scena “Sei lezioni di danza a domicilio” al Teatro Ghione di Roma. Lo spettacolo, con le coreografie di Maria Luisa Rubulotta, sarà sul palco da giovedì a sabato.

Una simpatica signora borghese decide di reagire alla solitudine prendendo lezioni di danza in casa. Un giovane bizzarro ballerino cambierà la sua vita. Sei scene, sei stili di danza da imparare in fretta, 6 attori e 6 attrici si alterneranno per interpretare i 2 personaggi pieni di sorprese. Il primo stile sarà lo swing con Margherita Macor e Roberto Fazioli, sarà poi la volta del tango con Giusy Armato e Antonio Massimo, poi ci sarà il valzer con Maria Luisa Rubulotta e Gabriele Del Cane. Nella quarta settimana ci saranno Francesca Spina e Daniele Ceccarelli con il fox-trot, Iolanda Zanfrisco e Mattia Calefati porteranno in scena il cha cha cha, mentre Silvia Bruni e Alessandro Orfini: disco e balli moderni.

Una commedia brillante, attuale, che non fa mai mancare il colpo di scena, che commuove e crea continuamente spunti di riflessione, anche comici ed ironici. Pino Quartullo  non dirige due attori, ma dodici:  ogni settimana.

Michele insegnerà a Lilli una nuova danza, e ad ogni lezione  entrerà in scena una nuova coppia di attori.
Il progetto nasce da un workshop per attori, diretto da Pino Quartullo nel Forte Michelangelo di Civitavecchia, in collaborazione con la Capitaneria di porto.  Il cambio di coppie sorprenderà lo spettatore scena per scena, facendolo meditare su quanto possa cambiare un personaggio se interpretato da diversi interpreti, scoprendo ogni volta aspetti umani imprevedibili, a seconda dalle caratteristiche fisiche, psicologiche, vocali  dell'interprete. Ogni interprete porterà sulla scene soprattutto se stesso, cercando di mantenere le proprie caratteristiche umane, esattamente come nella vita reale, ma mettendole al servizio dei due personaggi. 

Giovedì  e venerdì lo spettacolo sarà sul palco del Ghione alle 21 mentre sabato doppio spettacolo alle 17 e alle 21.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Domani tutti a scuola

di TONI MORETTI

CERVETERI – Si trasforma in un batter d’occhio in polemica a sfondo politico, l’allarme lanciato sui social dal consigliere d’opposizione Anna Lisa Belardinelli riportato prontamente da alcuni quotidiani on line, circa il fatto che domani, il giorno canonico per l’inizio delle scuole, alcuni studenti di alcune classi della Montessori sarebbero dovuti rimanere a casa per la mancanza di aule non ancora pronte. Lo smentisce con una nota ufficiale l’assessore alla scuola Francesca Cennerilli che non esita a bacchettare la collega che ha diffuso un inutile allarmismo dal momento che: «Tre giorni fa – dice l’assessora – abbiamo partecipato a una riunione con le Insegnanti, la vicepreside e i genitori dei nuovi e dei vecchi iscritti presso il plesso Montessori, spiegando come avverrà il progetto di accoglienza nelle prime due settimane di settembre, inizio dell’anno scolastico, fino al 1 ottobre, momento in cui verranno consegnati i nuovi locali di via Consalvi in cui sarà collocato il plesso della scuola per l’infanzia del Giovanni Cena. Queste due settimane di accoglienza verranno svolte all’interno del plesso Montessori per tutti bambini di nuova o vecchia iscrizione alla scuola dell’infanzia del Giovanni Cena e si svolgeranno utilizzando l’intero plesso, comprendendo l’aula refettorio, gli spazi comuni e il giardino con attività ludico ricreative. L’orario scolastico si svolgerà con progetti specifici che vedranno attività svolte in tutti locali, utilizzati in rotazione delle classi dalle insegnanti e dai bambini. Abbiamo spiegato che la prima settimana, in cui era già previsto l’orario ridotto dalla scuola per le attività di accoglienza, i bambini usciranno tutti prima dell’ora del pranzo. Nella seconda settimana per i bambini che hanno il tempo pieno, stiamo lavorando con la scuola e con la ditta Sodexo  per riuscire a fornire comunque il pasto, evitando così di variare il programma già previsto dalla scuola ed evitando quindi di creare problemi gestionali alle famiglie che necessitano del tempo pieno per motivi lavorativi». 
E’ a questo punto che la Cennerilli rincara la dose concludendo: «Lo stupore di queste dichiarazioni, è quindi ancora maggiore perché si tratta di affermazioni pubbliche che creano allarmismo ingiustificato proprio perché vengono da una consigliera comunale, personaggio pubblico che dovrebbe comprendere le conseguenze di tali dichiarazioni. La consigliera forse avrebbe potuto confrontarsi prima con l’Amministrazione e gli uffici competenti o anche semplicemente consultare il sito della Scuola dove venivano riportate le informazioni corrette prima di creare allarmismi ma ha preferito cavalcare una possibile polemica, creando una ingiustificata confusione nei genitori e nelle famiglie. Pertanto  smentiamo ogni tentativo di procurare falsi allarmi e auguriamo a tutti bambini, le famiglie e il personale docente e non docente un buon inizio di anno scolastico. Ci teniamo che un momento così importante non venga in alcun modo turbato da polemiche strumentali di chi forse ha a cuore solamente la propria visibilità e non la serenità e la corretta informazione dei propri cittadini».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport street festival non delude

ALLUMIERE – Successo domenica scorsa per la II edizione dello ''Sport Street Festival'' promosso dal delegato allo Sport coadiuvato da Giovanni Giordano e Diego De Paolis e in collaborazione con la Pro Loco e l'amministrazione comunale e con alcune associazioni sportive. Allumiere per una giornata si è trasformato in una palestra a cielo aperto per piccoli e grandi. A partire dalle 11 del mattino via Roma, viale Garibaldi e piazza della Repubblica si sono ritrovati tutti gli sportivi, di appassionati di sport e di curiosi e tutto si è trasformato in un immenso villaggio olimpico di strada e in un’area sicura dove svolgere della sana attività fisica. Grazie a questa giornata dello sport è stato possibile vivere e condividereun’esperienza unica all’insegna dell’amicizia e del concept “mens sana in corpore sano”. Questo evento è nato per soddisfare le esigenze di ogni singolo atleta e di tutte le persone, indipendentemente dalle loro abilità, capacità ed età e alla fine così è stato: le attività e i momenti ludici, ricreativi e competitivi sono stati orovati da tutti. C'è chi si è avvicinato allo street soccer, al volley ed al basket, o chi ha fatto zumba, lo jump e chi ha ballato e fatto ginnastica. In tanti si sono avvicinati all'hockey in line, al krav maga, al muay thai, allo yoga. Si è poi svolta una gara podistica ed un'altra di urban cross race. Infine, visto che lo sport è anche educazione e può essere uno strumento utile per veicolare alle nuove generazioni dei messaggi chiari e precisi come quello della sicurezza stradale è statp possibile andare in minimoto o fare un corso di educazione stradale. Lo Street Sport Festival di Allumiereha coinvolto grandi e piccini, sportivi competitivi e amanti della forma fisica, praticanti e curiosi. Attraverso questa manifestazione, le persone si sono incontrate, è stata promossa la buona pratica sportiva per contrastare l’abbandono dell’attività fisica e veicola dei valori positivi. Le associazioni sportive e partecipanti allo Street Sport Festival 2018 sono state i, Moto club Rugged (presidente Giuseppe Sestili); ASD Monti della Tolfa Basket (presidente Francesca Stefanini); ASD CM TolfAllumiere (presidente Enrico Brodolini); USD Allumiere (presidente Enrico Superchi), ASD Spartan Gym (presidente Flavio Franchi), Dance World allumiere (di Gabriella Moroni); New Dance Evolution Center (di Isabella Superchi); Asd Volley Allumiere (Rino Moraldi); CV skating – hockey in linea (presidente Riccardo Valentini); Italian B.L.A.D.E. presidente Simone Zorzetto; Gruppo podistico l’Airone (patron Fausto Fiorucci), Ass.ne fight club Muay Thai (presidente Leonardo Finori), A.C. Anthea Yoga Family (Daniela Barra). "Ringrazio – spiega il delegato allo Sport, Gabriele Volpi – iI sindaco Pasquini, Tiziana Franceschini e tutta la Pro loco, Diego De Paolis, Giovanni Giordano, Graziano Padroni il dottore Venturino Mocci; Amedeo Verbo; Erasmo Pennesi; Karin Minerva, Luigi Maffei, tutti i colleghi dell’amministrazione comunale; l'Ente di promozione sportiva OPES Regione Lazio, il corpo dei vigili di Allumiere, la Comon, l'Agraria, la Protezione Civile Allumiere, la Croce Rossa Allumiere, l'Associazione Amici della musica, il Centro sportivo collina verde, la falegnameria di Emiliano Giannini, l'assicurazione Vittoria Allumiere, pizzeria 2D De Fazzi, supermercato Metà Allumiere, Pneucar di Angelo Ciucci, Grafic Idea di Vittorio Capolonghi". Volpi poi prosegue: "L’evento è stato organizzato dal comune di Allumiere in collaborazione con la Pro loco di Allumiere. Ringrazio i miei collaboratori Giovanni Giordano e Diego De Paolis che ringrazio tantissimo; il nostro punto di riferimento è il sindaco che ha creduto da subito in questo progetto e lo ringrazio per la fiducia che mi ha dato. Siamo stanchi ma soddisfatti dell'ottimo risultato: quest'anno con la partecipazione di più associazioni abbiamo ampliato l'area della festa e siamo riusciti a far lavorare quelle attività commerciali che sono lontane dal centro. Vogliamo puntare tanto su questa festa e vediamo ampi margini di crescita. Vogliamo far diventare lo ''Street Sport Festival'' la seconda festa del paese dopo il Palio, già abbiamo delle novità per il prossimo anno. Quest'anno hanno partecipato associazioni di Allumiere, Tolfa, Cvitavecchia e Ladispoli. Arrivederci al prossimo anno".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chiara Bordi, la tarquiniese con la gamba amputata, finalista a Miss Italia

TARQUINIA – Chiara Bordi vola a Milano. La tarquiniese appena diciottenne è tra le trenta finaliste dell’edizione 2018 di Miss Italia. Con la fascia di Miss Etruria, ottenuta alle selezioni della scorsa settimana a Montalto di Castro, Chiara Bordi ha superato ieri, a Jesolo, le selezioni della commissione tecnica che le consentono il 16 e 17 settembre di prendere parte alle serate finali del concorso che si terranno Milano e saranno trasmesse in televisione su La7.

Capelli e occhi scuri, sorriso smagliante e misure da modella per un metro e 75 di altezza, Chiara Bordi va in canoa, fa windsurf, si arrampica sui muri di roccia, si dedica all’attività di sub e corre sui rollerblade. Studentessa al secondo anno di liceo classico, sulle passerelle di Miss Italia sfila con una protesi alla gamba sinistra.  Il 5 luglio di cinque anni fa, quando aveva appena tredici anni , ha subito un’amputazione fino a sotto il ginocchio, in conseguenza di un incidente stradale in motorino costatole un lungo ricovero al Gemelli a Roma e tre interventi per amputare la gamba.

Dopo un periodo di scoramento, Chiara peró ha deciso di reagire, ricominciando a vivere ancora più intensamente di prima, grazie anche al fondamentale sostegno di mamma Emanuela e papà Sebastiano e della sorella Francesca che la segue e la sostiene in ogni percorso. Al concorso di Miss Italia Chiara si è presentata bussando alla porta di Patrizia Mirigliani in pantaloncini e t shirt. La patronne della gara l’ha accolta subito con entusiasmo: «Questa ragazza è il simbolo della speranza è della rinascita. La nostra è una bellezza senza confini – ha detto Patrizia Mirigliani ai media – e la disabilità in questo caso è sinonimo di una femminilità ferita e riscattata. Chiara è il simbolo della forza di chi ama la vita e vuol rinascere dopo un periodo drammatico».

La ragazza sfila dall’età 15 anni, ma sulle passerelle di Miss Italia vuole portare il suo “messaggio di resilienza”, come già cerca di fare negli incontri con i ragazzi delle scuole, portando avanti il progetto SuperAbile insieme a Lorenzo Costantini, un giovane di 26 anni senza un arto inferiore per un incidente sul lavoro. L’aspirante miss ha scelto di raccontare il coraggio agli studenti  per dare un preciso messaggio ai giovani che è quello di difendere sempre la vita, “concedendole sempre un’opportunità”. “Nei primi mesi non riuscivo nemmeno a guardarmi allo specchio – racconta Chiara – non è facile avere quasi paura di una parte del proprio corpo». 

“Ho odiato la vita,- racconta Chiara sui social ricordando il giorno dell’incidente – ho maledetto il destino,quella sera,quel momento,ho sperato di tornare indietro o partire anche solo un secondo dopo,ho chiesto a Dio o chissà cos'altro perché fosse successo proprio a me,mi sono fatta centinaia di domande riguardo al futuro,ho visto il mio corpo quasi distrutto e preferivo voltare lo sguardo altrove piuttosto che guardarmi le gambe.Ho dovuto guardare sfumarsi nella mia testa i sogni e le certezze che avevo,ho visto persone soffrire per me e ho sofferto per loro,ho provato sensi di colpa e quasi il desiderio di morire…poi ho desiderato con tutta me stessa di tornare ad una vita normale,sono rinata ed insieme a me sono rinati tutti i sogni,le aspettative e la voglia di vivere,ho rivisto le mie gambe camminare,stavolta con una protesi ma a mio parere molto più belle di prima,ho visto le cicatrici chiudersi e il mio corpo si è arricchito di segni,pieni di ricordi e di orgoglio.Mi sono riempita di forza e ho affrontato la vita col mio nuovo corpo,e soprattutto con la mia nuova testa.Ho fatto scalate,ho preso il brevetto da sub,ho provato sport che prima neanche immaginavo,sfilo e faccio servizi fotografici in tutta Italia e a Londra,racconto la mia storia nelle scuole con SuperAbile,e vedo ogni volta centinaia di faccette incuriosite e interessate a quello che dico.Ma la cosa che mi rende più orgogliosa di me stessa è guardare come sono arrivata in quell'ospedale la notte del 5/07/2013,e confrontarla con la me del 5/07/2018,di nuovo in piedi e che guardo queste foto ora che quel tunnel che mi sembrava così infinito è ormai un capitolo chiuso nel migliore dei modi.Non nascondo che c'è un velo di tristezza in questo giorno,perché ricorda tante cose e i ricordi a volte sono così forti che sembra di rivivere certi momenti,ma è il giorno della mia rinascita, dell'inizio di una seconda vita.Ora,a distanza di 5 anni,mi rendo conto  che quel giorno mi ha aperto migliaia di strade,una più bella dell'altra.Certo ci sono difficoltà che altri non hanno,che a volte mi fanno salire il sangue al cervello.Ci vuole una buona dose di forza di volontà per affrontare la vita di tutti i giorni,ma,in fin dei conti,a me le sfide sono sempre piaciute”.

Non è la prima volta che sotto i riflettori di Miss Italia finiscono bellezze del territorio. La biondissima metalmeccanica Tamara Bendotti superó le selezioni approdando fino alla finale, tra l’esultanza dei tarquiniesi che nonostante la mancata fascia finale la accolsero in città come una regina. Tre anni fa invece toccó a Montalto di Castro che esultó dopo aver visto incoronata Miss Italia la statuaria Alice Sabatini. Stavolta però Tarquinia e il comprensorio hanno un motivo ancora più forte per tifare la bellezza di Chiara, una bellezza a 360 gradi che emana forza e speranza e che viene da dentro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Multiservizi, nuovo bando 

SANTA MARINELLA – Dopo essere stato in carica dal dicembre del 2016,  l’avvocato Daniele Barbieri ha lasciato la presidenza della Multiservizi. Il legale, ha concluso il mandato e per questo, l’amministrazione comunale, ha indetto un nuovo bando pubblico per la ricerca dell’amministratore unico. Il primo bando era scaduto il 15 luglio ed ovviamente erano stati presentati dai vari candidati, i relativi curriculum. Dopo aver nominato i tre membri del nuovo collegio sindacale, il sindaco si era riservato la facoltà di scegliere anche il presidente. 
Intanto erano stati eletti il ragioniere Marco Fava con la funzione di presidente del collegio, e i due revisori effettivi il dottor Carlo Romano e la dottoressa Francesca Frusciante. 
Eletti anche i membri supplenti nelle figure del dottor Vincenzo Nocera e il dottor Mauro Ranieri. Dopo aver indetto il bando pubblico per la nomina del presidente della Multiservizi, bando scaduto il 15 luglio a cui avevano risposto tredici candidati, il primo cittadino ha provveduto a valutare i curriculum per verificare se ci fosse la professionalità adeguate all’incarico di amministratore unico della partecipata. 
Non avendo trovato la figura giusta, il sindaco ha deciso di riaprire i termini della procedura che sono scaduti proprio ieri. 
Sarà da vedere, quindi, quanti saranno i nuovi candidati e se tra loro ci sarà quello che avrà i requisiti previsti, in modo tale da dare alla Multiservizi il suo presidente.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Argenpic, la festa continua. Ecco tutti i premiati

TARQUINIA – Una festa (Madrina Anna Moroni) raddoppiata, in termini di giorni ed eventi, quella che gli organizzatori di ArgenPic stanno proponendo a Tarquinia Lido in provincia di Viterbo sulle sponde del Mar Tirreno. Il peperoncino è stato di scena in tutte le salse presso l’Area Eventi della Pineta AVAD dal 16 al 19 e lo sarà di nuovo dal 23 al 25 agosto con particolare riferimento ai cortometraggi. In una girandola di avvenimenti si alternano situazioni che dal piano culturale (Premio ArgenPic – Presidente Onorario Osvaldo Bevilacqua che ha partecipato alla consegna dei premi), con un concorso che ha visto in prima linea scrittori, poeti, giornalisti, registi, attori, disegnatori e fotografi impegnati nell’approfondire i temi legati al piccante, hanno finito con il coinvolgere residenti e turisti in corsi gratuiti teorico-pratico sul peperoncino (ARSIAL) e degustazioni gratuite di varietà nazionali e straniere, mostre di vignette satiriche, cene ed animazioni, gare di mangiatori, intrattenimenti folcloristici e canti popolari, stand di prodotti tipici locali ed informativi a carattere scientifico. Non sono mancati momenti di approfondimento su temi sociali di scottante attualità (e non mancheranno neanche nei prossimi giorni), proiezioni di cortometraggi e presentazione di libri da quelli più soft a quelli più hard in compagnia del Genio della Satira Piccante (Gianfranco Tartaglia – Passepartout), del Diabolik del Peperoncino Calabrese di Ugo Ardini, dei Fumettisti di ArgenPic e di Mister Piccante 2018 (Jack Pepper).

Particolarmente seguita anche la Mostra-Concorso sulla Pianta di Peperoncino più Bella, aperta a tutti gli amatori-coltivatori non professionisti delle piante di peperoncino. L’iniziativa è stata articolata in due distinti e precisi settori: Sezione Happening "Aspettando… ArgenPic" riservata alle Piante di Peperoncino varietà Diavolicchio Calabrese (1° Isabel Ribero, 2° Roberto Santinelli rappresentato con delega da Luigi Patrizi e 3° Alemanno) consegnate nel corso di un evento di presentazione svolto durante il mese di Marzo e la Sezione Libera riservata alle piante di tutte le varietà di Peperoncino reperite dai concorrenti(vincitore Mario Babbano).

Il complesso degli eventi, ai quali ha partecipato anche Giovanna Carlino Pirandello, sono stati organizzati dall'Associazione Borgo dell'Argento (Delegazione dell'Accademia Italiana del Peperoncino) in collaborazione con l'Associazione Culturale Oltrepensiero e l'A.V.A.D. con il Patrocinio del Comune e dell'Università Agraria di Tarquinia e dell'ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio) nell'ambito della 4^ edizione della Festa del Peperoncino ArgenPic.  

 I prossimi appuntamenti con ArgenPic sono fissati per Giovedì prossimo, (Giovedì 23) al Cinema Etrusco di Tarquinia e il 24 – 25 sempre nell’Area Eventi Pineta AVAD del Lido con appuntamenti (nei prossimi giorni tutti i particolari) sempre legati alla Sezione Cortometraggi del Concorso e ad un evento simbolo (venerdì 24) con argomento “La Donna . . . e quel piccante da rispettare”. Parteciperanno giornaliste, attrici, registe, scrittrici, poeti con presentazione di libri, proiezioni di documentari, cortometraggi, brevi rappresentazioni teatrali intorno ai temi legati alla “Violenza sulle Donne”.   

 

Di seguito i riconoscimenti già assegnati nei giorni scorsi dal Premio ArgenPic 2018 e i finalisti della sezione cortometraggi di scena dal 23 al 25 agosto prossimi: 

 

 

PREMIO CULTURALE ARGENPIC III EDIZIONE 2018 – ALBO D’ORO

 

Sezione Giornalismo

1) Carlo Canna, Mostri d’Italia. Tracce di draghi tra insoliti resti e abili falsificazioni

2) Paola Cimmino alias Gamy Moore, Ardere e ardir d’amore

3) Carlo Canna, La storia della Sambuca Molinari

 

Sezione Narrativa: Libri inediti

1) Alberto Mazzega, I fratelli Proietti

Attestato di merito – Antonio Suraci, Al bar della pace

Attestato di merito – Maria Grazia Di Mario, La donna senza testa

 

Sezione Narrativa: Libri editi

1) Roberto Crociani, Zampa di capra  (Albatros) 

2) Paolo Jorio e Rossella Vodret, Il mistero dell’angelo perduto(Skira)

3) Annalisa Venditti, Il giorno dell’assoluzione (Dei MerangoliEditore)

 

Sezione Narrativa: Libri editi – Menzioni speciali

– Menzione speciale della Giuria

Perché? (CTL Editore)  di Claudio Crepaldi 

– Menzione speciale  Scrivere Sostenibile

Quel grattacielo nel bosco (Tracce Per La Meta Edizioni) di Fabio Clerici

– Menzione speciale Terra Etrusca

La Porta segreta – Alphonius il Rasenna (Bibliotheka Edizioni) di Stefano Girardi

– Menzione speciale Scrivere Oltre

Rosso Gardenia (Edizioni Leucotea) di Antonella Calvani

– Menzione speciale Strapiccante

Oltre la scelta (Edizioni Youcanprint) di Marco Cibecchini

 

Sezione Racconti

1) Andrés Norberto Baodoino, Amore appassionato

2) Rita D’Andrea, Il braccialetto di corallo

3) Gianfranco Carpine, Dalla corrispondenza segreta di una nobildonna inglese, 

   casualmente ritrovata in un antico baule, in soffitta

 

Sezione Poesia

1) Silvana Cenciarelli, L’ultimo lupo

2) Luca Sborzacchi, Il sogno santo

3) Antonella Calvani, ‘a sposina

3) Antonio Torino, Resilienza di un angelo

 

Sezione Fotografia

1) Alberto Cappellacci, Aglio, olio e peperoncino

2) Raffaele Ballirano, Fire Juggler

3) Massimiliano Brizi, Coccole piccanti

 

Sezione Vignette

1) Enrico Biondi, Piccante bruciore

2) Simone Togneri, Riflessioni

3) Leo Magliacano, Social

3) Gabriele Nicosia, Le solite scuse

 

I premi speciali e le segnalazioni di Argenpic

– Premio speciale della giuria ArgenPic Scrivere donna “Daniela Marrozzi”

Francesca Napoli, Otto settembre: quelle scarpe sanno (a mio padre)

– Premio Delegazione Argenpic

Ugo Ardini, I cuccioli del cane piumato

– Premio Oltrepensiero

Cesare Aloisi, Io sono

– Premio Borgo dell’Argento

Isabel Arrebato, Tarquinia

– Premio AVAD

Daniele Cristina Rosa Ferrari Serejo, Desiderio

– Premio Centro Benedetti

Simone Previti, Spice Odyssey (Odissea della spezia)

– Premio Argenpic alla Carriera

Gianfranco Tartaglia

Per la Sezione Cortometraggi ecco i finalisti. I premi saranno assegnati  Giovedì 23 (Premio del Pubblico)  al Cinema Etrusco di Tarquinia Centro Storico mentre tutti gli altri Sabato 25 nell’Area Eventi Pineta AVAD del Lido: Francesco Colangelo con “La decima onda”, “Sogni a orologeria” e “Once (in my life)”, Paolo Budassi con “Senza occhi, mani e bocca”, Annalisa Venditti con La Voce di San Gerardo e per i Premi Speciali Beppe Gallo, Philippe Boa, Valeria Solarino, Giorgio Colangeli.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Argenpic, quarantuno finalisti  alla terza edizione del Premio culturale

TARQUINIA – Sono 41 i magnifici finalisti della 3ª Edizione del Premio Culturale ArgenPic, organizzato dall’Associazione Borgo dell’Argento – Delegazione dell’Accademia Italiana del Peperoncino in collaborazione con l’Ass. Culturale Oltrepensiero, quest’anno completamente rivoluzionato rispetto al passato con 8 sezioni a concorso e 6 giurie disposte dai promotori per consentire una qualificata valutazione dei numerosi elaborati presentati a concorso e composte da esperti, tecnici, giornalisti, scrittori, operatori di settore, docenti, personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura.

 

Rivoluzione anche nello svolgimento della Cerimonia di Premiazione che, diversamente da quanto previsto nel Regolamento, si svolgerà sempre nell’Area Eventi Pineta AVAD in più giornate, nell’ambito della Festa del Peperoncino di dopo Ferragosto, a questo abbinata. 5 i pomeriggi e le serate che si articoleranno dal 16 al 25 Agosto per permettere di dare un’adeguata visibilità alle opere vincitrici ed ai rispettivi autori. Numerose anche le segnalazioni e menzioni speciali designate dalle giurie e dagli organizzatori. Per la prima volta ArgenPic ha previsto anche la consegna di un Premio alla Carriera ad un noto personaggio della satira politica che sarà reso noto in anticipo nei prossimi giorni insieme a quello della vincitrice del Premio Speciale Scrivere Donna intitolato a Daniela Marrozzi e dell’opera prima classificata nella Sezione Docu-Film per i Cortometraggi.

 

Le premiazioni avranno tutte luogo dopo ferragosto nell’ Area Eventi Pineta AVAD di Tarquinia Lido con inizio alle ore 18:00. Ecco il calendario: Giovedi 16 Cerimonia di Premiazione per le Sezioni Giornalismo – Poesia – Racconti – Libri inediti. Venerdì 17 sarà la volta della Sezione Libri Editi. Sabato 19  cerimonia per le Sezioni Fotografia e Vignette con la partecipazione straordinaria del Campione dei Mangiatori di Peperoncino Giancarlo Gasparotto alias Jack Pepper. Sabato 25 premiazione dei vincitori della Sezione Cortometraggi con la partecipazione di Francesco Presta Direttore Artistico del Mediterraneo Festival Corto e del Cinecircolo Maurizio Grande di Diamante. Per Giovedì 23 è invece prevista al Cinema Etrusco di Tarquinia (evento promosso dalla DG Cinema & Consulting e Gérôme Bourdezeau) la presentazione e proiezione in anteprima dei cortometraggi finalisti presentati al Premio Culturale ArgenPic 2018 che saranno premiati appunto Sabato 25 nell’ Area Eventi della Pineta Avad di Tarquinia Lido. Nel corso dell’evento gli spettatori presenti in sala potranno votare per l’assegnazione del Premio del Pubblico.

 

Madrina del Premio Culturale ArgenPic, patrocinato quest’anno oltre che dal Comune di Tarquinia anche dall’Università Agraria e dall’ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio), registrando la fattiva collaborazione degli insegnanti dell’IIS Vicenzo Cardarelli, sarà, come sempre Anna Moroni di Rai1, mentre Osvaldo Bevilacqua di Rai2 è il Presidente Onorario. Questi, invece, i Presidenti di Giuria delle varie Sezioni a concorso: Antonio Bartalotta (Racconti inediti, Poesia inedita, Giornalismo Edito), Mariangiola Castrovilli (Libri Inediti), Anna Maria Vinci (Libri Editi), Francesco Presta (Cortometraggi), Gianfranco Tartaglia più conosciuto come Passepartout (Vignette), Tiziano Crescia (Fotografia).

 

Ma veniamo ora ai 41 magnifici finalisti per i Premi nelle varie Sezioni e per quelli riservati alle Segnalazioni e Menzioni Speciali. Tra gli Autori (scrittori, poeti, giornalisti, registi, attori, disegnatori e fotografi) si registrano anche artisti stranieri  che hanno partecipato dall’Argentina, il Brasile e Cuba.   

 

I Finalisti per i primi premi nelle sezioni a concorso:

Carlo Canna, Paola Cimmino alias Gamy Moore, Alberto Mazzega, Antonio Suraci, Maria Grazia Di Mario, Roberto Crociani, Paolo Jorio e Rossella Vodret, Annalisa Venditti, Andrés Norberto Baodoino, Rita D’Andrea, Gianfranco Carpine, Silvana Cenciarelli, Luca Sborzacchi, Antonella Calvani, Antonio Torino, Alberto Cappellacci, Raffaele Ballirano, Massimiliano Brizi, Francesco Colangelo, Paolo Budassi, Enrico Biondi, Simone Togneri, Leo Magliacano, Gabriele Nicosia.

 

I Finalisti per i Premi, le Segnalazioni e Menzioni Speciali:

Bebbe Gallo, Philippe Boa, Giorgio Colangeli, Valeria Solarino, Francesca Napoli, Ugo Ardini, Cesare Aloisi, Isabel Arrebato, Daniele Cristina Rosa Ferrari Serejo, Simone Previti, Claudio Crepaldi, Fabio Clerici, Stefano Girardi, Antonella Calvani, Marco Cibecchini.

 

Già pronta l’uscita ufficiale, per il 16 Agosto, dell’Antologia, corredata anche da foto e disegni, interamente dedicata al Premio Culturale ArgenPic 2018 Edita da Bibliotheka Edizioni di Roma, con la pubblicazione delle opere vincitrici e di tutte quelle segnalate. Il libro oltre che nella versione cartacea  sarà disponibile anche in e-book e acquistabile in tutti i siti internet di vendita (tra cui Amazon, IBS), direttamente dal sito della casa editrice www.bibliotheka.it e ordinabile in tutte le librerie italiane.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La magia di Tolfarte continua a stupire

TOLFA – Non finiscono di stupire i ragazzi della Comunità giovanile di Tolfa: per questa edizione 2018 di Tolfarte, in sinergia con l’assessore Cristiano Dionisi e il sindaco Luigi Landi hanno messo in atto un’altra novità che ha colpito tutti, cioè una serata-anteprima con il meraviglioso spettacolo de ‘’Il Circo Bianco’’ che ha richiamato migliaia di persone e tutte sono rimaste incantate. Uno spettacolo eccezionale ed emozionante in ogni sua parte quello proposto dai bravissimi artisti: una favola accompagnata da immagini e da musiche che hanno saputo accompagnare gli artisti (ballerini, funamboli, acrobati, giocolieri, clown) nelle loro performance uniche e mozzafiato in un crescendo di momenti di allegria, magia, poesia ed emozioni. Il tutto si è aperto con l’entrata in scena di tutti i ragazzi della CGT (quest’anno al gruppo si sono aggiunti una quindicina di giovanissimi che hanno portato una ventata di novità) e tutti hanno potuto vedere in faccia gli autori del grande festival del Tolfarte. Sul palco anche l’assessore Dionisi e il sindaco Landi che hanno aperto la serata. Tra il pubblico il deputato Alessandro Battilocchio che ha dato il via a questa manifestazione. Durante la serata è stato inaugurato il premio ‘’Vincenzo Cacciaglia’’ che andrà all’artigiano che sarà giudicato il migliore; un premio alla memoria dell’avvocato Cacciaglia è stato donato a sua figlia Francesca da tre anni attivissima nella Comunità Giovanile di  Tolfa e nel Tolfarte. Molte le autorità presenti tra cui il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci e alcuni membri della sua amministrazione. Tra gli ospiti molti giornalisti, fotografi, cameramen (per loro gli organizzatori hanno allestito un momento conviviale); inoltre sono presenti a Tolfa due delegazioni di Comuni gemelli, quelli cioè di Nesodden e di Malta. Oggi il Tolfarte prosegue con tanti performer di Arte di Strada e gli operatori dell’artigianato artistico, non mancheranno concerti, mostre, iniziative, incontri e tanto buon cibo sia nelle attività commerciali tolfetane che nello spazio Street Food nella ‘’piazza dei Sapori’’ in piazza Veneto. Stasera tra i principali spettacoli  va rilevato che si replica l’emozionante performance de Le Baccanti, le due acrobate che danzeranno ad una altezza di 20 metri su cavo che attraversa piazza Matteotti. Tra i concerti, i Nuju. Alla mezzanotte, sulla Rocca di Frangipane, lo spettacolo di fuoco di Giodi. Continua anche oggi e terminerà domani il Minifestival di Arte di Strada «TolfArte Kids’’: un posto magico interamente dedicato al mondo dei bambini nella Villa Comunale Parco Fondazione Cariciv. Tra le tantissime discipline: yoga, arti circensi, improvvisazione teatrale, body percussion, esperimenti scientifici ed informatica creativa. Tutto da esplorare è il bellissimo Palazzo Buttaoni con l’esposizione degli artisti Lucrezia Testa Iannilli, Sergio Storace, Giampaolo Addari, Manuel Ugarte, Paulina X Miranda. Assolutamente da non perdere, il Blink Circus: in un piccolo tendone di 35 mq 10 spettatori alla volta si ritroveranno in una galleria d’arte in stile vittoriano con fotografie surrealiste-circensi in miniatura da osservare con lenti di ingrandimento e 6 carillon ispirati al circo anni ‘20. Ben 100 sono gli artigiani artistici.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###