Exercise 2018, grande esercitazione di Prociv nei giorni scorsi ad Allumiere

ALLUMIERE – Si è conclusa domenica 9 dicembre ''Exercise 2018'' ossia l’esercitazione di protezione civile svoltasi lo scorso weekend presso la Cavaccia di Allumiere organizzata dal gruppo comunale di Prociv di Allumiere in collaborazione con Aeopc Italia su proposta del sindaco Antonio Pasquini.

All’evento hanno partecipato numerosi gruppi e associazioni di Tolfa, Civitavecchia, Propyrgi di S.Marinella con il nucleo sommozzatori e la Misericordia, gruppo cinofili di Civitavecchia, gruppo comunale di Tarquinia, Aeopc Tarquinia, Aeopc Roma, Aeopc Viterbo Favl, Castiglione in Teverina, Aeopc Monterosi, Apc Marta, Avab di Enza Vergari, Vallerano, Vignanello, Modavi Roma, Calcata, la CRI di Allumiere e Tolfa, gruppo Copcea di Castel S.Elia. Il campo base e la sala operativa sono stati allestiti nei pressi del campo sportivo, dove sono state montate le tende per l’alloggiamento dei volontari.

"Le esercitazioni sono iniziate sabato mattina con l’accreditamento dei gruppi, poi è stato simulato un grosso incendio nella zona artigianale dove risultavano due contadini intossicati: sono intervenute sei squadre Aib, la Misericordia e la CRI per il recupero dei feriti che venivano trasportati presso il campo base per il primo soccorso. Dopo pranzo – spiega il coordinatore della Prociv Allumiere, Alfonso Superchi abbiamo simulato la ricerca di due dispersi all’interno del Faggeto, precisamente alla Cava del Silenzio, qui sono intervenuti i cinofili di Civitavecchia, sette squadre di ricerca, la Cri e la Misericordia per il soccorso.

Al rientro al campo base abbiamo avuto un’enorme sorpresa: è venuto a farci visita l’ex sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi; lui ha salutato i volontari e ha ringraziato tutti noi per quello che facciamo, una sua frase mi ha colpito e riempito di orgoglio “Voi siete stati la fortuna della mia vita” detta con grande umiltà e sincerità da un uomo che oggi più di ieri sta lottando per la sua gente". Dopo cena in notturna si è svolta una simulazione di una scossa di terremoto con evacuazione del Palazzo Comunale e ritrovamento di due gemellini che sono stati tratti in salvo e calati dal balcone municipale. Domenica mattina, dopo la visita del funzionario della Regione Lazio Tibaldeschi è stata simulata la caduta di un pescatore nel laghetto della Farnesiana, recuperato dai sommozzatori di S.Marinella e il crollo del borgo con un ferito; a seguire il crollo della scuola materna di via del Faggeto con un disperso.

"Molte attività durante le quali ci siamo messi alla prova per migliorarci e per trovare i punti di forza e le critictà; sicuramente avremo commesso degli sbagli, io in primis, ma anche quelli servono per crescere. Devo ringraziare tante persone che hanno permesso la riuscita dell’evento: il sindaco Pasquini e la sua amministrazione, le contrade di Allumiere, l’Università Agraria che ci ha fornito la carne, la Comunità Montana, il sindaco Landi, l’onorevole Alessandro Battilocchio che, nonostante i numerosi impegni, è venuto per i saluti finali prendendosi un impegno davanti a tutti, quello cioè di affrontare alcune problematiche riguardanti la Protezione civile in Parlamento, Carlo Piroli della Prociv di Città Metropolitana di Roma, il comandante della stazione dei Carabinieri Andrea Nuzzi, l’ex sindaco Peppino Cammilletti, la ASL che ha messo a disposizione due dottori, la CRI di Allumiere e Tolfa coordinate con maestria dalla volontaria Sonia Matricardi, l’Unione Sportiva di Allumiere, l’elettricista Carlo Marazzi, l’ing. Spellucci per la location della Farnesiana, le cuoche Teresa, Francesca, Bruna e Alessio che si sono occupati della cucina, Andrea Verbo, Bernardo Sgamma, Silvia Caravaglia, Iole Superchi, Francesca Scarin, Karin Minerva e Luigi Maffei per le foto. Un ringraziamento speciale ad areti Acea e all’ing. Stefano Liotta per averci messo a disposizione un drone per le riprese dall’alto. Ringrazio Alessandro Sacripanti, un amico, un instancabile collaboratore, un uomo che dedica tutta la sua esistenza al volontariato, che giorno dopo giorno ci dà la possibilità di imparare e di migliorare le nostre capacità operative, infine ringrazio di cuore tutti i ragazzi del mio gruppo: Andrea, Alessia, Emilia, Fabrizio, Pietro, Leonardo, Erasmo, Cristian, Ivana, Serena per la collaborazione perché senza di loro non avrei potuto fare niente. Chiedo scusa ai paesani se abbiamo procurato un po’ di allarme, ma anche il paese deve essere preparato ad eventi di emergenza".

Il sindaco Pasquini, con l’assessore Luigi Artebani, a fine manifestazione hanno consegnato ad Alfonso Superchi una targa per il gruppo come ringraziamento per l’ottima organizzazione dell’evento.

"Come amministrazione non posso che elogiare l’operato del mio gruppo di protezione civile e di Alfonso Superchi – spiega il sindaco Pasquini – il quale ha dimostrato forti capacità organizzative e una valida preparazione, sono orgoglioso di come hanno gestito questi due giorni di esercitazione. Squadra vincente non si cambia, andiamo avanti così collaborando sempre di più. Forte il legame con il vicino paese di Tolfa, con il quale dobbiamo cercare di unire le nostre forze. Purtroppo spesso ci troviamo ad affrontare problematiche burocratiche, ma mi impegnerò per superarle insieme a voi, perché voi siete la nostra forza. Ringrazio tutti i gruppi che sono venuti nel nostro territorio sacrificando due giornate di festa, che potevano trascorrere in famiglia, dimostrando di possedere un alto senso civico".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ansi, premiati i vincitori del quinto concorso letterario

CIVITAVECCHIA – Si conclude il quinto concorso letterario dell’Associazione nazionale sottoufficiali d’Italia. Una bella iniziativa quella dell’Ansi dedicata ai piccoli alunni delle scuole medie delle scuole cittadine che si sono “sfidati” a colpa di elaborati sul tema della Prima guerra mondiale. Quest’anno è toccato ai ragazzi e alle ragazze della scuola media Manzi.

“Con questo concorso letterario siamo arrivati al quinto anno – ha spiegato Alviero Arezzini – e ci siamo rivolti agli alunni della terza media della Manzi. Con l’occasione della ricorrenza della fine del primo grande conflitto mondiale abbiamo deciso di scegliere proprio questo tema. L’intento – ha continuato – è quello di avvicinare i ragazzi alle istituzioni. Ringraziamo i nostri sponsor Tecnoalt e Unicoop Tirreno”. Sono nove i ragazzi premiati con dei buoni acquisto di materiale scolastico e si tratta di Elisa Montella, Irene Marcelli, Aurora Caponi, Filippo Taiani, Mirco Baldi, Francesco Baghini, Simone Tinnirello, Francesca Annovazzi e Martina De Liguori.

Tra applausi e incoraggiamenti i piccoli alunni sono stati premiati davanti a compagni, insegnanti, parenti e istituzioni militari. Era presente anche il vice comandante della Capitaneria di porto. Perché quest’anno il concorso era dedicato al luogotenente Paolo Bellini recentemente scomparso, una figura molto amata e rispettata. Il progetto è partito da Civitavecchia e la presidenza dell’Ansi ne ha riconosciuto il valore al punto da adottarlo e rivolgerlo a tutta Italia, senza limiti di età. “Chiunque sia interessato – ha spiegato Arezzini – si può rivolgere alla nostra associazione entro il 30 gennaio per avere informazioni o chiamare il numero 3382799295”. Soddisfatta anche la vice preside dell’istituto comprensivo XVI Settembre Antonietta Del Genio. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Flavioni, ultima chance dell’anno

di MATTEO CECCACCI

Chiudere il girone d’andata almeno con un sorriso: questo è l’obiettivo della Flavioni Handball Civitavecchia nel match valevole per la 9^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1. Le gialloblu della presidentesse Lola Gorla domani alle 16.30 al PalaSport affronteranno le romagnole del Casalgrande Padana del tecnico Yassine Lassouli per uno scontro diretto a tutti gli effetti. Le casalgrandesi, reduci dalla bellissima vittoria nel derby per 27-24 ai danni dell’Ariosto Ferrara, hanno conquistato il secondo successo stagionale dopo quello ottenuto in casa del Leno il 22 settembre scorso e attualmente stazionano al penultimo posto con quattro lunghezze all’attivo in compagnia del Cassano Magnago e Leno. Le biancorosse inoltre hanno recentemente realizzato un acquisto coi fiocchi che porta il nome del centrale della Nazionale italiana Irene Fanton che già la scorsa settimana si è contraddistinta nella partita interna con l’Ariosto.
Riguardo il team di coach Patrizio Pacifico mancheranno due fondamentali pedine come l’ala sinistra Francesca Fanelli, assente per motivi di salute, e il centrale Mara Bonamano, ancora infortunata. Le civitavecchiesi, quindi, sono chiamate ad una sorta di impresa non facile da realizzare, ma capitan Maruzzella e compagne cercheranno di dare il massimo come sempre, approfittando anche del rientro dell’italo-romena Alexandra Ravasz che è tornata dalla Sicilia già da due settimane riprendendo a pieno ritmo le sedute d’allenamento.
Una partita, dunque, tutta da seguire perché gli ingredienti per assistere a 60’ intensi ci sono tutti, d’altronde l’occasione per conquistare i primi due punti tanto attesi dal popolo ‘‘parassita’’ è molto ghiotta e chiudere col sorriso  la prima fase della stagione sarebbe il top, per poi tornare il 12 gennaio più carichi che mai cercando di iniziare il girone di ritorno nel migliore dei modi che si aprirà con la sfida interna contro il Cassano Magnago.
«Vedo il gruppo – spiega l’assente della gara Mara Bonamano – molto compatto e abbiamo buone possibilità per vincere. Riguardo la mia situazione infortunio dipende dalla visita che avrò tra pochi giorni, ma la certezza è che rientrerò sicuramente ad anno nuovo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Due premi per la web series ambientata a Tolfa

TOLFA – Tolfa ancora una volta agli onori della cronaca. ‘’The broken circle’’, la web series  thriller ambientata a Tolfa, ha vinto due premi al ‘’Roma Web Festival’’, il festival internazionale delle web series. The Broken Circle ha vinto il premio di qualità primo premio assoluto come ‘’serie più votata del Festival’’ in competizione con oltre 200 serie provenienti da tutto il mondo: la serie realizzata a Tolfa The broken circle ha vinto anche il premio di categoria nella sezione Movieland come ‘’serie più votata della rete’’.  Autore di questa web series è Pietro Giorgetti che ha curato anche la regia, la sceneggiatura, il suono, la fotografia, la grafica e il montaggio; nel cast gli attori protagonisti Francesca Nunzi, Lara Paolillo, Giuseppe Scoglio, Mauro Annovazzi, Marcomaria Della Vecchia; società di Produzione ExcaIibur. La teama della premiata serie tolfetana si snoda a partire dall’omicidio di una ragazza che turba la tranquillità della splendida cittadina dell’altoLazio: da qui tutta una serie di eventi che cambierà per sempre la vita dei protagonisti di questa avvincente nuova serie. «Approfitto di questa occasione per ringraziare tutto lo splendido gruppo che ha lavorato a questa avventura e che  che ci ha consentito di ricevere questo ambito premio – spiega il regista Pietro Giorgetti – ringrazio tutto il pubblico che ci ha seguito, incoraggiato e votato sia nella sezione webseries (dove siamo risultati la serie con il maggior numero di voti nella storia del festival) sia nella sezione Movieland dove abbiamo vinto il prestigioso contest. Ringrazio chi ci ha aiutato a crescere con considerazioni e critiche costruttive e ringrazio anche ci ci ha criticato gratuitamente (a volte in maniera anche improbabile), perchè ci ha fatto capire di essere sulla strada giusta. Grazie di cuore a tutti e speriamo che questo sia solo il nostro «primo passo». Grazie ancora a tutte le persone che ci hanno seguito e supportato in questa lunga avventura». Soddisfatto il sindaco Luigi Landi: «Grande soddisfazione e soprattutto un grazie al regista Piero Giorgetti e a tutti i protagonisti della fiction che, oltre a vincere i due prestigiosi premi hanno promosso le bellezze della città di Tolfa in maniera eccellente».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Francesca Fialdini: «Nonostante la tv sono timida (e rompiscatole)»

La conduttrice della «Vita in diretta» pronta alla finale di sabato dello «Zecchino: «Già da piccola non volevo che i miei sogni fossero quelli che gli altri avevano su di me»

Leggi articolo completo

@code_here@

Saluto romano a Predappio con una bimba in braccio: procedimento disciplinare per un’avvocatessa

Francesca Risito appare in uno scatto pubblicato sul Corriere della Sera. L’ordine degli avvocati di Recanati apre un procedimento contro di lei che si difende: «Manifestazione autorizzata. Era un mio diritto. Mi hanno fotografato forse perché sono bionda»

Leggi articolo completo

@code_here@

Cv Volley e Asp pronte a stupire la città

Due meravigliosi eventi di sport sono in arrivo e coinvolgeranno non solo tutta la famiglia Cv Volley, ma anche l’intera cittadinanza che avrà l’opportunità durante le festività natalizie di vedere Civitavecchia animata dai ragazzi dei settori giovanili delle società locali e limitrofe coinvolti in tornei giovanili di pallavolo. In ordine cronologico il primo evento si terrà nella due giorni del 7 e 8 dicembre e vedrà in campo le cv volline dell’Under 14 Eccellenza Volley Sì che sono state invitate a partecipare al 3^ Memorial Andrea Scozzese organizzato dal Volleyrò Casal de’ Pazzi per commemorare il compianto Presidente. Nel corso della manifestazione oltre al torneo di categoria Under 14 Eccellenza si svolgerà anche il Torneo Nazionale di Sitting Volley. Il 29 e 30 dicembre gli staff della Civitavecchia Volley e dell’Asp Civitavecchia saranno coinvolti nell’organizzazione della 1^ edizione del ‘‘Torneo di pallavolo città di Civitavecchia – L’ultima schiacciata dell’anno’’ realizzato con il patrocinio del comune di Civitavecchia e della Fipav Comitato Regionale  Lazio. Le due società, realtà pallavolistiche affermate da anni a livello cittadino, sono unite non solo dalla collaborazione sancita all’inizio della stagione, ma soprattutto dalla voglia di promuovere la pallavolo e di far divertire i propri giovani atleti che si sfideranno con ragazzi e ragazze provenienti da tutta la regione. Parteciperanno al torneo le categorie Under 12, 13, 14, 16 e 18 femminile, l’Under 13 nel settore maschile. Il Palazzetto dello Sport sarà la cornice dei momenti più importanti: apertura, finali e premiazioni, mentre le gare si terranno anche nella palestra Corsini La Rosa e in quelle dell’Iis Marconi. I momenti di gioco saranno intervallati da momenti conviviali tra cui, i più importanti, la cena del 29 ed il pranzo del 30 in cui atleti, allenatori, dirigenti e genitori festeggeranno insieme. Altra nota positiva questa settimana in casa Cv Volley è la convocazione al Cqr di Francesca Catanesi, giovane palleggiatrice nata e cresciuta sotto i colori rossoneri.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sequestrati i beni della famiglia Torlonia: ''congelati'' anche gli affreschi della Tomba di Francois

MONTALTO – Anche i famosi affreschi della Tomba François, scoperti nel 1857 nella necropoli di Ponte Rotto a Vulci, sono finiti sotto sequestro nell’ambito del maxi provvedimento a scopo conservativo disposto dai giudici all’immenso patrimonio della famiglia Torlonia. Beni di enorme valore, contesi tra i fratelli eredi – Carlo, Paola, Francesca e Giulio -, nell’ambito di una miliardaria lite seguita alla morte del principe Alessandro, nel 2017. Un’eredità principesca, che vale miliardi di euro, e che comprende opere d’arte inestimabili.  Il giudice Fulvio Vallillo, dell’VIII sezione del Tribunale civile di Roma, ha deciso nei giorni scorsi per i sigilli anche ai i 623 marmi (la più ricca raccolta privata al mondo di originali romani e greci), insieme a Palazzo Torlonia, in via della Conciliazione, a due passi dal Vaticano, la monumentale Villa Albani – dove sono custoditi proprio i preziosi affreschi della Tomba di Francois -, e Villa Delizia Carolina, a Castel Gandolfo.  

Il  testamento del principe Alessandro (risalente a novembre 2016), è stato impugnato nel 2017 da Carlo Torlonia, primogenito del principe, assistito dall’avvocato Adriana Boscagli, subito dopo la morte del padre. Carlo ha denunciato collezioni a rischio, in procinto di essere vendute all’estero o cedute Paul Getty Museum. Secondo la denuncia di Carlo i fratelli sarebbero stati in procinto di ‘’depauperare il patrimonio’’. Ma non solo. Tramite una rete di società, stavano cercando anche di ottenere fondi da utilizzare per un’operazione di ‘’ricapitalizzazione della Banca del Fucino’’, partecipata dalla famiglia.  

Secondo quanto riportato nel ricorso presentato da Carlo, i fratelli lo avrebbero allontanato  dal padre negli ultimi anni di vita del principe Alessandro, deceduto il 28 dicembre 2017. Carlo avrebbe scoperto, solo dopo la morte del padre, le carte della sua malattia; “conti correnti chiusi poco prima della morte; scatoloni chiusi e pronti per essere spediti altrove”; assemblee convocate a sua insaputa dai fratelli; e ‘’donazioni’’ – tra cui Palazzo Torlonia – effettuate dal padre agli altri figli dopo l’aggravarsi della malattia. Carlo avrebbe dichiarato nel ricorso anche che, all’epoca del testamento, ‘’non riusciva a raggiungere il padre nemmeno con comunicazioni telefoniche, che venivano filtrate dalla secondogenita o dalla segretaria, le quali “riferivano uno stato di salute ottimo”. “Solo casualmente – ha dichiarato Carlo Torlonia –  sono poi venuto a conoscenza dalla stampa che era stata costituita una “Fondazione Torlonia”, in cui né io né i miei figli avevano alcun ruolo, e che aveva assunto in comodato la gestione di tutte le collezioni di opere’’. Dagli atti, sarebbe anche emerso ‘’il tentativo di vendere all’estero opere statuarie’’. Nel corso delle operazioni di inventario,  secondo Carlo Torlonia, sarebbe emerso pure che la famosissima collezione di marmi sarebbe stata stata oggetto di una trattativa di vendita, con un accordo tra la Fondazione, il Paul Getty Museum e il Ministero che poi non si sarebbe più concretizzata.  Per tutto questo il principe avrebbe quindi chiesto «l’accertamento dell’asse ereditario», tenendo conto di tutte le proprietà «oggetto di donazione». Per il giudice, «posto che i beni, comprese le opere d’arte e le statue, sono di valore storico e irrisarcibile e che è stata offerta la prova di una vendita effettuata di beni storici, la concessione del sequestro giudiziario è elemento idoneo ad assicurare la conservazione integra del patrimonio, fino alla decisione di merito».

Tutto il patrimonio congelato e inutilizzabile, quindi, fino alla definizione della causa civile o, almeno, finché lo sterminato patrimonio verrà inventariato, catalogato e, soprattutto, stimato, per essere poi equamente diviso tra gli eredi. Nella prossima udienza, fissata per  il 5 dicembre, il giudice dovrà anche decidere se disporre o meno il sequestro conservativo di ‘’almeno un miliardo e 800 milioni di euro’’ e, in caso di conferma del provvedimento, nominerà i custodi giudiziari.

Intanto Montalto di Castro e la Tomba di Francois dovranno dire addio ai tanto attesi affreschi, tornati ‘’ a casa’’ solo per un breve periodo. La Tomba di Francois è considerata uno dei più importanti monumenti etruschi.  Nel 1863, a pochi anni dalla scoperta, gli affreschi furono distaccati, per iniziativa del Principe Torlonia e, dopo un primo intervento di restauro, furono conservati a Roma, sempre in proprietà privata, prima nel Museo Torlonia di Via della Lungara e in seguito trasferiti a Villa Albani, dove si trovano ancora oggi, accessibili solo agli studiosi. Nel 2017 il presidente della Fondazione Vulci e del Parco Naturalistico Archeologico di Vulci, Carmelo Messina,  lanciò un appello ai Torlonia affinché  concedessero la fruizione degli affreschi, ferma restando la titolarità dell’opera senza la quale, però, “la tomba appariva violata e incompleta’’. Per riportare l’opera nel suo contesto originale, la Fondazione Vulci si era dichiarata disposta a riconoscere ai Torlonia sia il valore economico del prestito, versando loro i proventi delle visite o delle mostre, sia il prestigio di tale prestito intestando loro un museo", ma dalla famiglia giunse il rifiuto a della disputa ereditaria sulla proprietà degli affreschi della Tomba François, tra i Torlonia agli Sforza Cesarini.

Così, in attesa di una parola definitiva sulla ingarbugliata vicenda di principi, il ciclo pittorico che narra le gesta di Mastarna, il condottiero etrusco divenuto sesto re di Roma con il nome di Servio Tullio, resta invisibile ai cittadini. E a quanto pare lo rimarrà a lungo.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una giornata scoppiettante per il Winnie Dry Runch

Una finale letteralmente al cardiopalma quella svoltasi domenica scorsa a Civitavecchia per il terzo campionato regionale  W.D.R. Team Roping Classic 2018 nella stupenda cornice del Winnie Dry Ranch di Diego Tiselli, dove un pubblico numerosissimo ha sostenuto i ropers in campo che per oltre tre ore si sono dati battaglia a suon di prese in una domenica piena di emozioni.
 Grazie appunto alle tante prese effettuate il risultato è rimasto in bilico fino all’ultima sgabbiata lasciando tutti con il fiato sospeso.
 «È stato davvero un onore organizzare un campionato pieno di grandi atleti – commenta a caldo Tiselli – come quello che si è appena concluso. Come immaginavo, l’ingresso di cavalieri provenienti da altre parti d’Italia è stato da stimolo per tutti i cowboys e le cowgirls che con grande cuore forza e determinazione non hanno mai mollato fino all’ultima tappa garantendo così uno spettacolo entusiasmante a tutto il pubblico presente di tappa in tappa sempre più numeroso. Un ringraziamento agli sponsor selleria Equitime e Horse Nutrition».
Questa la classifica della 5^ tappa e poi la definitiva del campionato:
STEER STOPPING: 1 Emiliano Rosina, 2 Marco Allegrini, 3 Francesca Alunni, 4 Eleonora Galiani.
TEAM ROPING 25 TEAM:1 Marco Allegrini – Silvano Sicchiero, 2 Marco Allegrini – Diego Tiselli, 3 Barbara Barletta – Silvano Sicchiero , 4 Simone Sarna’ – Samuel Unali , 5 Emiliano Rosina – Diego Tiselli, 6 Eleonora Galiani – Samuel Unali , 7 Marco Allegrini – Samuel Unali , 8 Samuel Unali – Marco Allegrini.
STEER STOPPING: 1 Champion Marco Allegrini , 2 Res.Champion Silvano Sicchiero , 3 Eleonora Galiani , 4 Samuel Unali , 4 Barbara Barletta , 5 Francesca Alunni.
CLASSIFICA DEFINITIVA CAMPIONATO:
1 Champion Marco Allegrini – Champion Silvano Sicchiero, 2 Res.Champion Samuel Unali – Res.Champion Diego Tisell, 3 Eleonora Galiani – Samuel Unali, 4 Simone Sarna’ – Marco Allegrini, 4 Barbara Barletta, 5 Francesca Alunni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###