Moli compromessi alla foce del Fiora

MONTALTO – Questa mattina l’amministrazione comunale, nella figura dell’assessore al Demanio Marco Fedele, ha effettuato un sopralluogo congiunto con la delegazione di spiaggia della Guardia Costiera di Montalto di Castro e l’ufficio Demanio e Lavori pubblici per verificare l’entità dei danni che le mareggiate di questi giorni hanno causato ai moli alla foce del fiume Fiora.  
«I moli sono stati gravemente danneggiati a causa della forte burrasca – dichiara l’assessore al Demanio Marco Fedele – in uno stato già compromesso negli anni dagli agenti marini. Di intesa con la Regione Lazio stiamo valutando la situazione per individuare gli interventi opportuni da realizzare nel minore tempo possibile».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ancora senza un nome il cadavere rinvenuto domenica

SANTA MARINELLA – Non si conoscono ancora le generalità del cadavere trovato domenica mattina nella zona chiamata “I Gabbiani”, ma molto probabilmente entro qualche giorno sarà possibile saperne il nome. Gli uomini del Commissario Nicola Regna infatti stanno lavorando su un particolare molto importante che potrebbe consentire di individuare chi sia quel cadavere rinvenuto sulla battigia da un passante trasportato nella notte dal mare in burrasca e cioè i due braccialetti trovatigli al polso. In commissariato stanno lavorando su alcune segnalazioni provenienti dalle Capitanerie di Porto pontine, che hanno ricevuto denunce di scomparsa di un paio di persone nella zona di Latina. Si tratta di un 70enne sparito in mare con un suo amico dopo essere usciti in barca a Foce Verde, non facendo più ritorno a casa. Uno dei due è stato trovato senza vita a largo di Anzio, mentre il secondo potrebbe essere quello spiaggiato a Santa Marinella. Il corpo dell’uomo, in avanzato stato di decomposizione, è stato rinvenuto sulla spiaggia all’altezza della Curva dei Gabbiani al km 58. Ad individuarlo, intorno alle 9.30 di domenica, un abitante della zona che era sceso sulla spiaggia per ammirare il mare in tempesta. Dopo l’allarme, a portarsi sul posto è stata una pattuglia del Commissariato di Civitavecchia, i Carabinieri della stazione di Santa Marinella e i Vigili del fuoco. L’uomo, dall’apparente età di 40 – 45 anni e di carnagione chiara, aveva due braccialetti al polso, di cui uno in oro. Secondo gli inquirenti potrebbe essere proprio quello che stavano cercando gli uomini della Capitaneria di porto di Anzio, dato che alcuni giorni fa era stata denunciata la scomparsa di due uomini in mare. 
Dopo i rilievi effettuati dalla scientifica dove non sono state rilevate ferite da arma da fuoco o da taglio e il sopralluogo del magistrato di turno della Procura di Civitavecchia, è stata disposta la rimozione e il trasferimento del corpo all’istituto di medicina legale di Roma.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI – COMUNICATO

Fissazione dei limiti tra le acque del demanio marittimo e le acque
del demanio idrico (fluviale – acque interne), presso la foce del
fiume Alento, ricadente nel territorio del Comune di Francavilla al
Mare. (18A06910)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI – PROVVEDIMENTO 23 luglio 2018

Dichiarazione di notevole interesse pubblico dell'area denominata
«Zona della foce del Tagliamento», sita nel Comune di San Michele al
Tagliamento. (18A05680)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cerveteri, cartelli di divieto balneazione rimossi dalle mareggiate

CERVETERI – Non solo le passerelle per la discesa a mare dei diversamente abili, ma anche i cartelli che segnalavano i divieti di balneazione in alcuni tratti della costa di Campo di Mare. Sono queste le "vittime" della mareggiata di domenica scorsa. Anche i cartelli infatti sono stati spazzati via dalla forza del mare e dal forte vento. Del fatto è stata subito allertata la Capitaneria di Porto che "mesi fa – hanno spiegato il sindaco Alessio Pascucci e l'assessore all'Ambiente Elena Gubetti – aveva verificato la corretta segnalazione da parte del comune del divieto di balneazione e provveduto già nei mesi scorsi a ordinare dei nuovi cartelli che a breve verranno riposizionati correttamente". E in attesa che i cartelli vengano riposizionati, l'amministrazione comunale e la Capitaneria di Porto intensificheranno i controlli alla foce dei due fossi "affinché i divieti do balneazione – hanno proseguito Pascucci e Gubetti – vengano rispettati. Nell'attesa del riposizionamento di tutti i cartelli invitiamo pertanto la cittadinanza a prestare attenzione ai divieti di balneazione nella spiaggia di Campo di Mare  nei seguenti tratti (storicamente proibiti):
– da foce fosso Turbino fino a 250 mt a destra della stessa e fino al confine comunale/poligono militare;
– da foce Fosso Zambra fin o a 250 mt a sinistra a 250 mt a destra della stessa".
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Acqua rossa alla foce del fiume Marta, Olmi e Tosoni: "Nessun inquinamento"

TARQUINIA – “Apparentemente nessun inquinamento da pomodoro, ma informazioni inesatte diramate sui social.” Questo il commento del vice sindaco di Tarquinia Martina Tosoni e del consigliere comunale incaricato all’ambiente Silvano Olmi, a seguito di un post pubblicato su Facebook che segnalava un inquinamento del fiume Marta dovuto alla presenza nell’acqua di pomodori. La notizia è stata addirittura ripresa da alcuni giornali on line romani.

“Mi sono recato personalmente alla foce del Marta – dichiara il consigliere comunale Silvano Olmi – e non ho riscontrato la presenza di pomodori, sia nel fiume che lungo le sponde. Alcuni bagnanti mi hanno confermato di non aver notato nessun fenomeno dovuto a un inquinamento o a uno sversamento di questo materiale.

L’acqua del fiume Marta da ieri è di colore rossiccio, in quanto sia sabato che domenica, nell’entroterra viterbese, ci sono state piogge e grandinate che, evidentemente, hanno dilavato il terreno agricolo trasportando nel fiume Marta del terriccio di colore rosso.

L’acqua del fiume, sia lungo il corso che alla foce, presenta questa colorazione. Si tratta di un fenomeno apparentemente naturale.Comunque – prosegue Olmi – per maggiore sicurezza abbiamo avvisato la Guardia Costiera che ha effettuato un sopralluogo, scattando anche delle fotografie. È stata allertata l’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, e i tecnici dell’Arpa stanno effettuando i prelievi dell’acqua del fiume e del mare per le analisi.”

“Appena ho letto la notizia sui social ho informato il Sindaco Mencarini e avvisato il consigliere Olmi – dichiara la vice sindaco di Tarquinia Martina Tosoni – immediatamente ci siamo preoccupati di capire l’origine del fenomeno. L’amministrazione comunale sta facendo ogni sforzo per salvaguardare il fiume Marta e la balneabilità del nostro mare – conclude la Tosoni – per il futuro invito i cittadini a chiamare immediatamente la Polizia Locale o la Guardia Costiera e a non scrivere sui social notizie che mettono a repentaglio l’attività degli stabilimenti balneari e creano allarme tra i bagnanti.”

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Croce rossa in bicicletta a Tarquinia: bilancio più che positivo

TARQUINIA – Bilancio più che positivo per il Comitato di Tarquinia della Croce Rossa Italiana, il cui personale volontario è impegnato dal 1 luglio nel progetto “Cri in bici” al Lido.

Il servizio è svolto nei giorni di sabato e domenica sul lungomare di Tarquinia Lido, al Borgo delle Saline, la foce del fiume Marta e lungo il percorso della pista ciclabile e le vie adiacenti. In totale sono 35 i volontari e le infermiere volontarie coinvolte nel progetto. 

Gli istruttori della Cri, inoltre, il sabato pomeriggio tengono delle dimostrazioni di manovre salvavita pediatriche a gruppi di dieci persone alla volta.

Presso il punto informativo di viale Porto Clementino, le infermiere volontarie della Cri nel mese di luglio hanno effettuato gratuitamente la misurazione della pressione arteriosa e della glicemia a circa 180 cittadini.

Durante il pattugliamento i volontari della Croce Rossa Italiana sono intervenuti per medicare escoriazioni dovute a cadute dalla bicicletta, colpi di calore, punture d’insetto, leggeri malori e un caso di ipotensione secondaria.

“Ringrazio la Croce Rossa Italiana e il presidente del comitato Paola De Costanzo per l’attività svolta – dichiara l’Assessore Comunale ai Servizi Sociali Manuel Catini – abbiamo subito appoggiato il progetto e la soddisfazione espressa da residenti e bagnanti è la conferma della bontà dell’iniziativa.”

Il servizio proseguirà anche ad agosto, tutti i sabati e domenica,terminerà il 15 settembre e sarà effettuato anche il 15 di agosto.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Montalto, tutti gli eventi estivi del mese di agosto

MONTALTO – Montalto entra nel cuore dell'estate e l'amministrazione comunale propone il cartellone per il mese di agosto. Tantissimi gli eventi in programma tra musica, mostre, concerti e intrattenimento anche per i più piccoli. Questo fine settimana: venerdì 3 agosto, alle ore 21,30, a piazza del Palombaro a Montalto Marina, Cristina D’Avena si esibirà in un concerto ripercorrendo tutti i successi intonando le sigle originali dei cartoni animati più famose di ieri e di oggi. Sabato 4 agosto, alle ore 18:00, continua “Garibaldi Street Festival – Amore e bellezza”, l’evento sotto le mura del castello medievale a viale Garibaldi dove alle 21:30 si esibiranno in un concerto i “Zerofobika”: la cover band Renato Zero. Ma non solo musica: presso i punti di informazione turistica di Montalto e Pescia sono esposte le mostre di vari artisti anche locali. Le attività estive sono inoltre in programma al parco naturalistico e archeologico di Vulci.

 

IL PROGRAMMA

 

 

  • Venerdì 3 agosto ore 21:30

ESTATE DEI BAMBINI

                Cartoon Party
                Cristina D'Avena in Concerto
                Piazzale del Palombaro – Marina di Montalto

 

  • Sabato 4 agosto

dalle ore 18:00

                Garibaldi Street Festival – “Amore e bellezza”
                Viale Garibaldi e Centro Storico – Montalto di Castro

               

                ore 21:30

                Concerto Zerofobika, cover band Renato Zero

                Viale Garibaldi e Centro Storico – Montalto di Castro

 

  • Lunedì 6 agosto

ore 21:30

                “Smetto quando voglio 3” – Proiezione cinematografica all'aperto

                Borgo Nuovo – Pescia Romana

 

ore 21:30

Gran Gala Lirico
Anfiteatro Lea Padovani – Montalto di Castro

 

  • Mercoledì 8 agosto ore 21:00

                Vulci Live Fest 2018
                Fiorella Mannoia in concerto
                Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

  • Giovedì 9 agosto ore 21:00

                “Attacco d'arte in piazza” con musica e arte creativa organizzato da “Le Pink Ladies”

                Centro Servizi Via Tevere – Marina di Montalto

 

  • Venerdì 10 agosto ore 22:00

La notte dei desideri, Musica sotto le stelle con Micol in Arpa Rock
Spiaggia libera  – Lungomare Harmine (incrocio via del Palombaro) – Marina di Montalto
 

  • Sabato 11 agosto

dalle ore 17:00

Maremma Beach Color Festival
Marina di Pescia Romana

 

ore 21:00

Vulci Live Fest 2018
Edoardo Bennato in concerto
Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

               

  • Domenica 12 agosto

dalle ore 17:00

Maremma Beach Color Festival
Marina di Pescia Romana

 

ore 22:00

Concerto di pianoforte del maestro Taskayali

Molo foce del fiume Fiora – Marina di Montalto

 

  • Lunedì 13 agosto ore 18:00

Vulci Live Fest 2018
Trap Rock
Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

  • Martedì 14 agosto dalle ore 22:00
    Maremma Beach Festival
    Spiaggia in Loc. Sanguinaro  – Marina di Montalto

                              

  • Mercoledì 15 agosto ore 21.00
    Processione S.M. Assunta e Spettacolo Pirotecnico
    Marina di Montalto

 

  • Giovedì 16 agosto         

ore 9:00

Processione in mare “Madonna dello Speronello”

Marina di Montalto

 

ore 21:00

Vulci Live Fest 2018
Enrico Brignano
Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

ore 21:30

Concerto Doppio Senso con Alberto Rocchetti

Borgo Nuovo – Pescia Romana

 

  • Venerdì 17 agosto ore 21:30

Concerto Queen Rocks

Borgo Nuovo – Pescia Romana

 

  • sabato 18 agosto

ore 9:00

Palio dei Pattini a cura dell'Associazione “Fischi di Tramontana”

Lungomare Harmine – Marina di Montalto

 

                ore 17:30

                “C'era una volta in Maremma” in collaborazione con l'Associazione Cavalieri di Maremma

                Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

                ore 21:30

Fotonika – Dance 70/80 Live

                Borgo Nuovo – Pescia Romana

 

  • Domenica 19 agosto ore 21:30

Zero in Condotta – Tribute Band Renato Zero

Borgo Nuovo – Pescia Romana

 

  • Lunedì 20 agosto ore 21:30

                Concerto Santino Rocchetti e Gli Amici

                Borgo Nuovo – Pescia Romana

 

  • Mercoledì 22 agosto ore 18:00

Vulci…. che spettacolo!
Rappresentazione teatrale “Frammenti”
Casa del Criptoportico – Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

  • Giovedì 23 agosto ore 18:00

Vulci…. che spettacolo!
Rappresentazione teatrale “Frammenti”
Casa del Criptoportico – Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

  • Sabato 25 agosto

 

                ore 17:30

                “Trofeo di Vulci” – X Edizione

                Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

               

                ore 20:00

                I^ Festa dello Sport – A.S.D. Nuova Pescia Romana 2004

                con concerto Band “Doppio Malto”

                Campo sportivo – Pescia Romana

 

ore 21:30

Omaggio a Maria Callas con il soprano Maria Dragoni
Anfiteatro Lea Padovani – Montalto di Castro

 

  • Domenica 26 agosto ore 20:00

                I^ Festa dello Sport – A.S.D. Nuova Pescia Romana 2004

                con concerto Tribute Band Ligabue “Secondo tempo”

                Campo sportivo – Pescia Romana

 

  • Giovedì 30 agosto ore 19:00

Presentazione progetto Terzo Volume del libro su Montalto di Castro

con esibizione del Coro “Notedamare”

                Borgo Vecchio – Pescia Romana

 

  • Venerdì 31 agosto ore 18:00

Summer Joy Dog Show

                Parco della Rimembranza – Montalto di Castro

 

                ore 21:30

                Spettacolo artisti di strada

                Borgo Vecchio – Pescia Romana

 

  • ore 22:00

Miss Lazio 2018 – Finalissima Regionale con sfilate d'Alta Moda

Anfiteatro Lea Padovani – Montalto di Castro

 

  • Sabato 1 settembre

                ore 17:30

                “Trofeo di Vulci” – X Edizione

                Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

ore 21:30

                Street Band

                Marina di Montalto

 

                ore 21:30

                Spettacolo di teatro-canzone “Far finta di esser Gaber”

                Anfiteatro Lea Padovani – Montalto di Castro

 

  • Domenica 2 settembre
  •                ore 21:30

                “Fabrizio De André & PFM” performed by Hamnesia

                con performance di musica-danza-pittura “Tessitura dello svelamento”

                Centro Servizi Via Tevere – Marina di Montalto

 

  • Sabato 8 settembre

ore 17:30

                “Trofeo di Vulci” – X Edizione

                Parco Naturalistico Archeologico di Vulci

 

ESTATE DEI BAMBINI

Tutti i mercoledì ore 21:00

“Una valigia piena di libri” – letture animate

Centro Servizi di Via Tevere – Marina di Montalto

 

Venerdì 3 agosto ore 21:30

Cartoon Party
Cristina D'Avena in Concerto
Piazzale del Palombaro – Marina di Montalto

 

Sabato 4 agosto ore 18:00

Giochi in Legno

Viale Garibaldi e Centro Storico – Montalto di Castro

 

Venerdì 31 agosto ore 21:30

Spettacolo artisti di strada

Borgo vecchio – Pescia Romana

 

DAL 16 AGOSTO AL 20 AGOSTO SUMMER FESTIVAL 2018

Musica dal vivo, stand gastronomico, mercatino, gonfiabili a cura dell'Associazione Zero in Condotta Onlus Piazza delle Mimose – Pescia Romana

 

PARCO DI VULCI

Tutti i giorni: Vulci in e-Bike, visite guidate alla città e necropoli. Per info 0766870179 – info@vulci.it
Tutti i giovedì “A cena con gli Etruschi” preceduta da visita guidata alla città

Tutti i martedì “Vulci sotto le Stelle”. Visita guidata in notturna della Necropoli Orientale

Sabato e Domenica mattina battesimo del kayak presso il Laghetto del Pellicone

 

MOSTRE

Mostre d'arte presso Punti di Informazione Turistica a Pescia Romana e Marina di Montalto

 

MERCATINI

Mercatino artigianato Via dei Coralli –  tutti i giovedì

Mercatino artigianato Via Vetulonia – giovedì e sabato

 

BALLI DI GRUPPO

Tutti i venerdì esibizione balli di gruppo a cura del centro anziani di Montalto di Castro presso Centro Servizi di Via Tevere – Marina di Montalto

 

P.I.T. – PUNTI INFORMAZIONI TURISTICA

Tutti i giorni, orario apertura:

  • Montalto di Castro: 10:00/12:00 – 17:00/19:00
  • Montalto Marina: 10:00/12:00 – 18:00/22:00
  • Pescia Romana: 10:00/12:00 – 17:00/19:00

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chiazza in mare a Tarquinia: intervento della Capitaneria

TARQUINIA – Chiazza d'acqua sporcs in mare. Il fenomeno è stato notato in mattinata da alcuni bagnanti: una striscia opaca , di acqua sporca , proveniente, molto probabilmente, dalla foce del Marta è avanzata fino allo stabilimento San Marco.

Immediata la mobilitazione del Comune di Tarquinia che ha prontamente avvisato la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, ufficio di Tarquinia, accorsa sul posto per le verifiche.

L’amministrazione comunale rassicura i bagnanti che, in merito a quanto rilevato, verranno effettuati scrupolosi accertamenti per individuare la natura degli sversamenti e la sorgente della fuoriuscita.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Moscherini: ''Un progetto articolato per rilanciare Tarquinia'' 

TARQUINIA – Riportare l’attività di pesca a Porto Clementino, ridando vigore all’antico molo. Tutelare le vasche delle Saline e riaprire una piccola fabbrica del sale, proprio come a Cervia, sfruttando la presenza dell’Università della Tuscia quale laboratorio scientifico di ricerca e controllo e ambìto polo culturale attrattivo per scuole ed altri Atenei. Inserire la talassoterapia per la cura della pelle. Coniugare, poi,  la scienza alla storia, grazie al vicino porto di Gravisca. Ma non solo. Costruire anche un porticciolo turistico per piccole navi da crociera, con tanto di oceanario. Un porto che funzioni, al contempo, da barriera protettiva per l’area delle Saline e da veicolo economico di alta qualità per il territorio. Infine, integrare la riqualificazione urbanistica di San Giorgio dentro questo contenitore globale di sviluppo. 
È questo l’ambizioso progetto illustrato dal consigliere comunale Gianni Moscherini mercoledì mattina alla stampa e già presentato ai cittadini di Tarquinia nel convegno dello scorso 13 luglio. Un obiettivo importante per il territorio che coniuga l’ambiente  al turismo, alla cultura e alla riqualificazione urbana. 
Il ‘’Cantiere della nuova politica’’ è in piena attività per portare a termine l’o0biettivo definito «molto importante per il futuro turistico, occupazionale ed urbano della città e del territorio di Tarquinia». Un progetto che punta ad essere discusso – con il disegno preliminare -, in consiglio comunale già a settembre e che, se non incontrerà intoppi nella stesura definitiva,  potrà essere cantierato già entro l’anno 2019. «Il lavoro di preparazione sta per essere concluso – ha spiegato Gianni Moscherini –  e nell’arco di 20 giorni il progetto preliminare, con le relative ed eventuali osservazioni, potrà essere presentato al sindaco Mencarini e portato al vaglio del consiglio comunale».
TRE DIRETTRICI SU CUI LAVORARE. «Il progetto – ha spiegato il leader del ‘‘Cantiere della nuova politica’’ – è articolato, anche se è unico, perché investe tutte le aree comprese tra Porto Clementino e San Giorgio, comprese le Saline. Un lavoro lungo, fatto già prima delle elezioni e ripartito successivamente con lo studio di Porto Clementino. Dal Porto Clementino ci siamo poi allargati, perché l’obiettivo è uno. La difesa ambientale della costa delle Saline dalle continue mareggiate è infatti un problema che può essere arginato anche attraverso la riqualificazione dell’intera area, fino a San Giorgio,  che preveda anche delle protezioni a mare che abbiano una duplice  funzione,  quella ambientale e quella di sviluppo turistico e urbanistico». 
PORTO CLEMENTINO.  «Abbiamo fatto verificare la possibilità di riportare Porto Clementino a svolgere quelle funzioni che aveva ai tempi di Clemente XIII riorganizzando la pesca. I pescatori amatoriali potranno vendere direttamente sul molo il pesce da loro pescato. Un’attività che si legherebbe anche alla storia del vicino porto di Gravisca.
SALINE. Vicino al Porto Clementino ci sono poi le Saline che richiedono un intervento di tutela. «Il progetto è quello di difendere le vasche – ha ricordato Moscherini –  e di questo una grande  lezione ce l’ha data il professor Nascetti che ha studiato la materia. Tutte le opere che saranno realizzate, dovranno garantire l’intoccabilità del fondale marino a partire dalla Posidonia. Poi si tratta di sfruttare il sale, utilizzando le strutture lasciate abbandonate dal sindaco Mazzola. Lì, l’unica parte ancora sfruttata è quella dedicata ai carabinieri Forestali e quella dell’Università della Tuscia con il professor Nascetti, per il resto è tutto in stato di abbandono. Alle Saline vogliamo fare quello che è stato fatto a Cervia: rifare una piccola fabbrica del sale con un investitore, già potenzialmente presente. Ma non solo, l’area si presterebbe a quello che già Luigi Daga, come ha ricordato il professor Nascetti aveva pensato, e cioè la talassoterapia, apportando le opportune modifiche alle strutture già esistenti.
IL PORTICCIOLO. Tra le Saline e San Giorgio viene poi ripensato il porto turistico che era già stato presentato in campagna elettorale. La location è infatti diversa, spostandosi dalla foce del Marta, al confine con San Giorgio. «Le numerose problematiche dell’area – ha spiegato Moscherini –  hanno portato il gruppo di professionisti che sta lavorando sul progetto, a ritenere più idonea l’area a ridosso di San Giorgio, integrando così il porticciolo con l’idea della ‘’città giardino’’ studiata per la riqualificazione urbanistica della zona». «Inserendo il porticciolo lì in quella zona, si attua una riorganizzazione globale dell’area dal punto di vista turistico e sanitario. – ha detto Moscherini – La struttura del porticciolo a forma di coda è anche studiata per proteggere l’area dalle mareggiate. La realizzazione del porticciolo a forma di ‘’nove’’ seguirà, in ogni caso le esigenze ambientali, a seconda dei pescaggi. Qui è previsto anche un oceanario, nei primi trecento e quattrocento metri dalla sabbia, fino ad arrivare a dopo quattrocento metri che si va sul pescaggio delle barche. Poi l’ attracco per piccole navi da crociera: la scelte è legata anche al fatto che le navi più piccole, oltre ad essere meno impattanti dal punto di vista ambientale trasportano turisti più ricchi, che forniscono maggiori garanzie economiche per il territorio ai quali viene offerto un contesto turistico- ambientale e culturale di assoluto interesse». 
IL PROFESSOR GUARASCIO. Il professor Massimo Guarascio, docente universitario della Sapienza di Roma, in  Ingegneria della sicurezza, ha già contribuito alla realizzazione del porto di Civitavecchia ed è stato per parecchi anni presidente della Rete mediterranea della Facoltà di Ingegneria che ha sede a Civitavecchia.  Attualmente è membro del consiglio della stessa rete. «Vorrei dare un contributo dal punto di vista identitario culturale – ha detto – coniugando l’identità del territorio con questo tipo di progetto». Le ragioni storiche del territorio, uniche e preziose, per il professore costituiscono infatti le basi su cui elaborare anche il progetto ambientale e naturalistico. “Quest’area rappresenta una ricchezza unica: a fianco a Roma ma diversa da Roma e prima di Roma. Un fatto importante da poter comunicare all’esterno. Omero ce lo ha raccontato: c'è un inno omerico a Dionisio e Bacco che cita per la prima volta  i Tirreni che hanno rapito Bacco in una delle prime incursioni nell'est del Mediterraneo. Nell'anno mille e un po' prima. Narra il mito che i Tirreni si sono spaventati dai fenomeni strani di Bacco che ha fatto nascere uva sui pali della nave e si sono buttati in mare e sono diventati delfini. I delfini sono la trasformazione degli Etruschi. Basti pensare che sono disegnati all’interno delle tombe etrusche. Andrebbe creato un progetto culturale con le scuole e con le Università per diffondere la storia Etrusca e del territorio. La parte storica della cultura etrusca andrebbe poi integrata con la parte scientifica e ambientale. Il professor Nascetti ad esempio ha lanciato l'allarme dicendo che bisogna intervenire subito su quest’area perché sta diventando mar morto. Rischia cioè di estinguersi la vita marina se non si interviene adeguatamente. Il contributo di Nascetti e del laboratorio di biologia marina della Tuscia costituiscono un polo unico che ha già creato un progetto europeo di elevata importanza scientifica. Nell'ambito residenziale del borgo delle Saline si può creare un'area universitaria per gli studenti per approfondimenti sia storico e culturali del territorio sia scientifici e ambientali per un polo culturale unico nel suo genere. Questo investimento – ha aggiunto il professore – sarebbe un grande attrattore”.

I VINCOLI . “Il vincolo paesaggistico  deve essere messo all'inizio – ha sottolineato il professore -: le scelte vanno calibrate sulla base delle eventuali limitazioni ambientali e sulla necessita di proteggere la riserva; in questo contesto poi vanno inserite le altre opere di balneazione, navigazione e altro. Il laboratorio dell’Università della Tuscia, in questo senso rappresenta il riferimento di punta di come si protegge la vita marina. Il vantaggio sta infatti anche nell'avere la struttura universitaria di controllo fissa sull’area”.

I COSTI. L'equilibrio dei conti  relativi ai costi del progetto nel suo complesso sarà presentato nel progetto preliminare, sottolineano all’unisono Moscherini e il professore. “In approvazione in consiglio – ha spiegato Moscherini – andrà l'approvazione del progetto con gli eventuali investimenti pubblici, che saranno consistenti, e investimenti privati. Una volta approvato il progetto preliminare in consiglio si faranno i vari capitoli di intervento concreto per ogni parte del progetto”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###