Un esposto sulla nomina di Vincenzo Conte

CIVITAVECCHIA – Una serie di anomalie e criticità, non solo nella nomina di Andrea Rigoni – così come evidenziato già nell’esposto presentato qualche settimana fa da un professionista civitavecchiese – ma oggi anche sull’incarico affidato a Vincenzo Conte. Continua a far discutere la procedura con la quale Molo Vespucci ha affidato l’incarico di amministratore unico della Port Authority Security a Conte, già direttore tecnico della stessa società. Tanto che sui tavoli della magistratura è arrivato un secondo esposto, anche questa volta presentato da uno dei professionisti locali che aveva partecipato all’avviso di selezione pubblica proprio per ricoprire quel ruolo.

Ripercorrendo quanto già evidenziato nella precedente denuncia, questa volta l’esposto mette in evidenza presunte criticità anche sulla recente decisione presa dal vertice dell’Adsp, dopo le dimissioni di Rigoni.

«Dimissioni – si legge nel documento – che per legge sono riconosciute come atto unilaterale e le norme prevedono, espressamente, che l’Amministratore dimissionario rimane in carica fino alla nomina del nuovo Amministratore. Non si comprende come in questo caso non sia stata espletata la selezione pubblica come in precedenza. Ma cosa ancora più grave, non si comprende come il presidente Francesco Maria Di Majo abbia nominato colui che è assunto, con l’incarico di Direttore Tecnico. Nomina che non è stata ancora pubblicata nella sezione amministrazione trasparente della società, così come non è stato pubblicato copia del verbale dell’assemblea con la quale il dott.Vincenzo Conte è stato nominato anche Amministratore Unico della Pas. Si tratta dell’unica figura dirigenziale presente nella pianta organica della società che, in modo unilaterale ed assolutamente arbitrario, è stato chiamato a ricoprire anche il ruolo di Amministratore Unico. Scelta incomprensibile e, soprattutto, contraria a qualsiasi normativa vigente».   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bucci di Roma1 condanna la Cpc

Finisce sei a sei tra valentia e Cpc2005, con Bucci di Roma1 protagonista di un arbitraggio da 2 in pagella. Sarebbe stato un buon punto ottenuto in trasferta contro il Valentia per gli uomini di Branchesi, se Fabrizio Bucci di Roma1 non fosse stato colpito da un minuto di ordinaria follia al termine della gara. Perchè quanto successo ha del paradossale, Bucci convalida il pareggio del sei a sei del Valentia con la sfera che non era entrata, era da quindici secondi passato il trentesimo su un recupero dichiarato di due minuti,  con gli stessi giocatori romani che indicavano all’arbitro l’errore di valutazione. Fasi concitate subito dopo in cui i portuali pretendevano l’annullamento, non concesso, e con i giocatori del Valentia che sportivamente,  sul calcio da centrocampo delle ripresa del gioco, avrebbero concesso  la rete del vantaggio senza opporre resistenza, ristabilendo quanto era prima del 30’ e 15’’. Mancavano almeno due minuti alla fine ma Bucci, dopo che i portuali battevano la ripresa del gioco, fischiava immediatamente la fine nel trambusto che potete ben immaginare. Primo tempo scoppiettante terminato 4-2 a favore dei portuali e ripresa che vedeva riprendere le redini del gioco ai romani, che arrivavano al pareggio grazie a Bedini Marco e Manzetti, per poi essere di nuovo sorpassati dalla doppietta di Cerrotta. Nei minuti finali Bedini Marco portava i suoi sul 5 a 6 e allo scadere Bedini Gianluca segnava quel gol/non goal che valeva il pareggio. Cade alla seconda giornata di campionato la Futsal Academy contro il Grande Impero  superiore e con obiettivi molto più ambiziosi rispetto alla squadra civitavecchiese. Sconfitta indolore per la squadra del duo Taldini/Nunzi sia per la disparità delle forze in campo sia per le numerosissime assenze che ne hanno decimato la rosa a soli 6 calciatori di movimento e 2 portieri. Il primo tempo risulta comunque piacevole ed equilibrato, con qualche occasione anche per gli ospiti che però si confermano ancora poco cinici sottoporta. Il Grand Impero la sblocca al 12 minuto con una gran giocata di Di Pascasio che sarà indiscutibilmente tra i migliori a fine partita dimostrando di essere un calciatore di categoria superiore. Di tutt altra storia la ripresa durante la quale quale è uscita fuori la qualità della rosa della squadra romana che si è impossessata del gioco e della partita. Impossibile per la Futsal contrastare un tale palleggio a corto di  cambi a disposizione. Così il goal del raddoppio che chiude il match arriva da Cerri bravo a sfruttare lo sbagliato rinvio di Saraudi che fino a quel momento aveva tenuto a galla la squadra. Da sottolineare la prestazione di Capitan Fattori, nonostante la carta d’identità  ha completato tutti i 40 minuti di certo un esempio da seguire per i tanti giovani atleti della Futsal. Sconfitta indolore quindi, che non mi mina la stabilità di un gruppo già pronto a rifarsi sabato prossimo al Riccucci contro il Valentia, un buona squadra alla ricerca dell prima vittoria in campionato.
Il Real Fiumicino/Futsal Isola fa l’impresona e batte il Santa Marinella violando uno dei campi off limits della serie C2. Bonanno, Pascariello e Serbari fanno volare la banda Consalvo che fa due su due in campionato e si piazza in cima all’Olimpo insieme a Eur Massimo e Laurentino. dente, cede in casa al Fiumicino per 3 a 1. I padroni di casa, dopo aver subito il gol ad inizio primo tempo, ottengono il pari al 7’ della ripresa con Maggi. Poi però vanno di nuovo sotto per un autogol di Nistor e, nel momento cruciale della gara, prendono la terza rete. Il Santa Severa Futsal di  mister Villella perde 2-1 sul campo de La Pisana, mentre gli uomini della Td Santa Marinella di Di Gabriele, cedono in casa 3-1 al Real Fiumicino. Le società sabato incontreranno rispettivamente la capolista Laurentino e La Pisana. Attualmente le due formazioni della Perla del Tirreno stazionano a metà classifica classifica.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Csl, Cpc e Santa Marinella a rischio eliminazione

di MATTEO CECCACCI

Tutto pronto per il ritorno dei 32esimi di Coppa Italia. In Promozione le compagini del comprensorio saranno di scena alle 15.30.
Chi può stare sicuramente tranquillo, nonostante il pallone sia rotondo e nel calcio tutto può succedere, è il Corneto Tarquinia di Stefano Del Canuto che oltre a far bene in campionato, capolista fino a domenica scorsa, sta brillando anche in Coppa Italia, infatti all’andata ha battuto 3-0 il Bomarzo, oggi ospite al Bonelli. Sorride anche il Tolfa di Riccardo Sperduti che dopo la splendida vittoria di misura realizzata al Felice Scoponi, sfida un Santa Marinella che, nonostante il recente cambio di allenatore dovuto alle dimissioni del duo Di Martino – Stuccilli, sta ancora in piena crisi non riuscendo più a fare bottino pieno in campionato. La Cpc2005, invece, dopo l’inaspettato segno ics in casa della Pol. Monti Cimini, dovrà assolutamente approfittare del calore dei tifosi per battere i viterbesi e continuare il tragitto. La Csl Soccer di Fracassa rischia l’eliminazione dopo il 2-0 subìto dal Monterano e i rossoblu al Gagliardini sono chiamati all’impresa. Il Città di Cerveteri sarà ospite del Pian Due Torri dopo l’1-0 dell’andata.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Montalto, via al concorso di idee per la riqualificazione di viale Garibaldi

MONTALTO – Presto ci sarà un viale Garibaldi in una veste tutta nuova.  «Abbiamo dato il via – commenta l’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Corona – ad un concorso di idee per la redazione di un progetto preliminare per la riqualificazione di viale Garibaldi. Dopo aver pressoché terminato l’iter per il restyling di via Aurelia Tarquinia (i cui lavori inizieranno tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019), siamo convinti che una sistemazione del viale che porta verso il centro storico sia più che mai necessaria e doverosa. Daremo così via, proprio partendo dal viale alberato, ad un coraggioso ed incisivo programma di decoro incentrato sul centro storico del paese: una serie di opere che, compatibilmente con le risorse di bilancio,  passeranno anche dal rifacimento di piazzale Gravisca, della piazza del comune e di tante altre fino a piazza felice Guglielmi. entrando più nello specifico – spiega l’assessore – il tratto di progetto che dovrà essere presentato per viale Garibaldi va dal passaggio pedonale (zona ex shell) al raccordo del marciapiede all’altezza del locale comunale denominato Museo del Mare». Tra i principali Interventi da inserire nel preliminare ci sono: ampliamento del marciapiede dal lato delle attività commerciali; Demolizione del marciapiede che da su via Aurelia Grosseto con relativo avanzamento dei posti auto; Demolizione e sostituzione delle alberature su ambo i lati; Sostituzione e adeguamento della pubblica illuminazione; Creazione di aree di sosta intervallate con parcheggi auto sul lato sinistro; Inserimento di elementi di arredo urbano; Abbattimento delle barriere architettoniche; Studio della viabilità anche per i mezzi pesanti. «Il progetto – continua Corona – dovrà prevedere un importo massimo dei lavori di 230 mila euro al netto di IVA e dovrà essere consegnato a mano (presso l’ufficio protocollo dell’ente) o tramite pec (llpp.comune.montaltodicastro@legalmail.it) entro e non oltre venerdì 16 novembre alle ore 12:00. La commissione per la valutazione del progetto assegnerà al vincitore un premio di 5mila euro iva compresa. C’è ancora tanto da fare – conclude l’assessore ai lavori pubblici – ma stiamo lavorando giorno dopo giorno e siamo convinti che ridare vita al centro storico di Montalto sia un obiettivo da raggiungere assolutamente per portare sviluppo turistico ed economico al paese».

 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raccolta differenziata: multe fino a 1200 euro a chi non segue le regole

CERVETERI – Con l’ordinanza numero 83 del 12 ottobre, il sindaco Alessio Pascucci intende contrastare lo sversamento illecito di rifiuti urbani. In particolare l’esigenza di evitare il conferimento fuori dagli orari previsti, nei luoghi non idonei e comunque al di fuori degli appositi contenitori o in modalità non conformi alle attuali direttive.  A partire dal 29 ottobre, giorno dell’entrata in vigore, saranno effettuati tramite la Polizia Locale e le Guardie Ambientali controlli e verifiche continue, confidando ovviamente, come sempre, che il rispetto per la città prevalga, ma sono previste per i trasgressori, multe che vanno da venticinque fino a mille e duecento Euro.  Si vogliono evitare così quei comportamenti che causano l’imbrattamento del suolo e dei contenitori con danno per il decoro cittadino e per l’ambiente, pericolo di incendi, oltre ad un aggravamento dei i costi di gestione del servizio. 
«Era necessario  dare un segnale chiaro per mettere un limite a queste azioni irresponsabili che hanno conseguenze su tutti i nostri cittadini e sul nostro ambiente – dichiara l’assessora Gubetti – L’ordinanza traccia in modo chiaro quali sono i comportamenti corretti da tenere per rendere efficace il sistema di raccolta sia in termini di decoro e igiene che in termini di una buona raccolta differenziata che limita al massimo la produzione di rifiuti indifferenziati.  L’attenzione dei cittadini al rispetto delle buone pratiche come sempre farà la differenza».
«Nonostante – spiega Gubetti – il sistema di raccolta differenziata porta a porta esteso in tutto il territorio oramai da un anno e mezzo, sia stato ben recepito dalla maggior parte dei cittadini, ci sono ancora alcuni utenti che faticano ad adeguarsi  e con i loro comportamenti continuano a deturpare il nostro territorio e le nostre strade».  
«Ricordo – conclude l’assessora – che tutte le informazioni sul servizio di Igiene Urbana, in maniera dettagliata, chiara ed illustrata, sono disponibili: sul sito del Comune di Cerveteri nella sezione ‘Cerveteri chiama a Raccolta’, presso gli uffici comunali, presso il centro comunale di raccolta di via Settevene Palo Nuova, quest’ultimo aperto 7 giorni su 7. Inoltre abbiamo messo a disposizione di tutti gratuitamente Junker, un app semplice che oltre a contenere tutte le informazioni legate al servizio di raccolta del nostro Comune permette il corretto conferimento di più di 1 milione di prodotti riconoscendoli attraverso il codice a barre».
E’ questa una ulteriore misura deterrente verso un fenomeno tanto diffuso quanto incomprensibile dal momento che l’igiene e il decoro della città in cui si vive dovrebbe toccare corde diverse di sensibilità che superano anche quelle di eventuali risentimenti o proteste verso amministrazioni o personaggi che possano essere più o meno graditi, anche se da una parte limitata della popolazione.  Se così fosse e non semplicemente male educazione sarebbe come colui che si taglia qualcosa per far dispetto alla moglie.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Trasversale, Zingaretti accelera

CIVITAVECCHIA – Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti è intervenuto nel corso dell'assemblea di Unindustria a Roma, annunciando come prima della fine dell'anno verrà inaugurata la tratta Cinelli-Monte Romano della Orte-Civitavecchia. "E abbiamo il 100% dei finanziamenti per gli ultimi chilometri tra Monte Romano e l'autostrada Tirrenica. Quindi, dovremo correre. Noi stiamo costruendo uno schema per cui il porto di Civitavecchia, che ha l'entroterra che permette uno sviluppo della logistica – ha concluso – sia collegato alla grande arteria autostradale verso Orte, che lo renderà un quadrante produttivo non per l'Italia, ma per l'intera Europa oltre che per tutto il mezzogiorno". 

Un annuncio importante, come ha sottolineato il consigliere regionale del Pd Marietta Tidei, vicepresidente della commissione Sviluppo economico e Attività produttive perchè "attesta la volontà dell'amministrazione regionale di andare fino in fondo su una sfida imprescindibile per quanto riguarda la logistica e lo sviluppo del territorio. La Orte-Civitavecchia è un'infrastruttura strategica per il nostro territorio, lo stesso presidente Tortoriello, nella sua relazione ha ribadito la centralità di quest’opera. Collegare la zona del porto alla grande arteria autostradale verso Orte porterà benefici a tutti i livelli: è positivo che il presidente Zingaretti abbia inserito questa priorità tra quelle elencate nel corso del suo intervento a Unindustria. Importante poi è l'attenzione e il lavoro sulla Zona logistica semplificata di Civitavecchia: gli investimenti che saranno possibili grazie alle risorse fornite dalla Banca europea per gli investimenti – ha aggiunto – permetteranno di mettere in campo un avanzamento importante per il porto", aggiunge. "Chi, attraverso i ricorsi, sta ostacolando un'opera così strategica come la Orte-Civitavecchia, per la quale il governo precedente aveva investito 470 milioni di euro, sta facendo un danno alla collettività perché è solo attraverso gli investimenti che si genera lavoro". 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, aria irrespirabile a causa di roghi tossici

“Si intervenga, l’aria è davvero irrespirabile”. Ancora roghi tossici a Ladispoli, dal pomeriggio tardo fino a notte. Stavolta l’allarme scatta nelle campagne di Monteroni, Olmetto e Boietto dove lunedì scorso molti cittadini hanno protestato per l’odore acre e malsano che si respirava nell’aria. “Difficile stabilire dove fosse il punto esatto, speriamo carabinieri o polizia riescano ad individuarli perché sono dei criminali”, si lamenta un residente. Effettivamente la sensazione è che venga bruciata plastica e anche gomma, che costerebbe molto di più se smaltita correttamente. Ecco la soluzione: dare tutto alle fiamme quando cala l’oscurità per risparmiare e non pagare nulla, a costo di inquinare l’ambiente e le persone. Non è la prima volta a Ladispoli. Quest’anno proprio per i fumi e le esalazioni che ormai da tempo i residenti del quartiere Miami sono costretti a inalare quasi quotidianamente è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica. L'esposto era stato presentato al comando della Stazione dei Carabinieri di Ladispoli e poi indirizzato alla Procura della Repubblica. 

“Confidiamo nella maggiore capacità ed autorità d’intervento della magistratura viste le oggettive difficoltà riscontrate, malgrado la volontà espressaci, rivolgendoci sia alle autorità comunali che alle forze dell’ordine presenti sul territorio", aveva scritto il presidente del Comitato Tommaso Forese. 

L'aria è diventata irrespirabile ora anche in periferia a causa di odori acri assimilabili a gomma, plastica bruciata e prodotti chimici, altamente pericolosi per la salute dei residenti. 

Il Comune si muove invece per il bosco di Palo impiegando le “sentinelle”, volontari in azione a sorvegliare il parco pubblico dopo i tentativi di dare alle fiamme il simbolo della città ladispolana.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Gli Snipers tengono un tempo prima di crollare sotto i colpi dei campioni d’Italia

Esordio positivo per gli Snipers TecnoAlt che sul campo dei campioni di Italia (da 7 anni consecutivi) del Milano Quanta cede per 15-3. Ma il punteggio non deve ingannare: i civitavecchiesi hanno disputato un primo tempo da applausi, giocando per larghi tratti alla pari contro la corazzata milanese e fino a metà frazione il punteggio era sul 2-2. Solo nel finale di tempo, grazie anche ad alcune penalità dubbie, i padroni di casa, indiscutibilmente di qualità superiore, allungano fino al 6-3. Nella ripresa il Milano allunga subito nel punteggio: da li in poi ampio spazio ai giovani di entrambe le squadre ed il match termina 15-3 con il Quanta che sfoggia tutta la sua classe. 
Sulla partita si è espresso Manuel Fabrizi: «Il primo impatto con la massima serie è durissimo per chiunque, lo è stato particolarmente per noi a cui è toccato Milano, indiscutibilmente la formazione che esprime il miglior gioco da anni. Abbiamo approcciato alla partita molto bene nonostante la differenza abissale di esperienza. Posso dire che anche se molto duro è stato divertente confrontarsi con ragazzi del loro talento. Fiero comunque dei miei compagni, anche dei più piccoli che sono riusciti ad avere spazio nel finale».
Il tabellino: Stefano Loffredo, Eugenia Pompanin; Manuel Fabrizi (1), Ravi Mercuri (1), Stefano Cocino (1), Gianmarco Novelli, Riccardo Valentini, Luca ed Elia Tranquilli, Simone Pontecorvi, Federico Parmegiani, Ciro Zaccaria, Marco Stefani, Davide Ceccotti, Mattia Padovan.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella espugna Aprilia

Un’ottimo Santa Marinella espugna 59-54 il campo della Virtus Aprilia. Ancora un match di grande intensità, difficile, mai scontato. Iniziano bene le santamarinellesi, portandosi avanti per 5 a 0, poi le virtussine prendono le misure e rimontano passando in testa per 9 a 8, poi il buon finale di quarto delle ospiti, che chiudono sul +2 (13 a 11). Nella frazione successiva le ragazze di coach Precetti, accelerano la velocità degli scambi e la circolazione di palla, liberando bene al tiro le proprie giocatrici, soprattutto capitan Del Vecchio che solo in questo quarto imbuca quattro triple, aumentando nettamente il vantaggio (30 a 19). Il bel gioco delle tirreniche prosegue dopo l’intervallo lungo, dominando nettamente questa fase della partita ed arrivando fino al + 21. Ma le pontine ritrovano sempre stimoli e, a testa bassa, alzano la difesa e pressano forte, al limite del fallo, le portatrici di palla avversarie. Piazzano così un parziale di 18-2 e rientrano in partita (44 a 39). L’ultimo quarto è equilibratissimo. Si lotta su tutti i palloni e la squadra di casa, spinta dal pubblico, si avvicina ancora, fino a un canestro di distanza. Le tirreniche sono stanche e fanno qualche errore di troppo. Ma qui subentra il carattere e la determinazione. Le santamarinellesi, si stringono attorno a una lucida Del Vecchio e gestiscono bene il convulso finale. Una difesa grintosa contiene la squadra di casa, si riesce nel contempo a far punti ai liberi, causati da falli sistematici della Virtus per recuperare palla.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia sprecona

di MATTEO CECCACCI

L’obiettivo del Civitavecchia Calcio 1920 era mantenere l’imbattibilità tra le mura amiche della Cavaccia, ma quanto accaduto domenica ad Allumiere nel match valevole per la 7^ giornata del campionato di Eccellenza ha fatto sfumare completamente tutto quello che di buono aveva fatto fino al  30 settembre scorso. I nerazzurri, infatti, su tre match disputati in collina hanno ottenuto ben sette punti, frutto di due vittorie e un pareggio (c’è da considerare il punto di penalizzazione). I ragazzi di patron Ivano Iacomelli scendono in campo col solito 4-3-3 con Tomarelli tra i pali, in difesa torna l’esperta coppia Boriello e Simmi, a destra Leo Bellumori e a sinistra Fatarella, preferito al figlio del presidente, in mezzo al campo i soliti Mannozzi e Nuti con Pietranera a dar manforte alle spalle del micidiale tridente d’attacco Lorenzo Serafini, Manuel e Miguel Vittorini. I primi 45’ vedono una Vecchia che crea continue occasioni, prima con Fatarella e Mannozzi e dopo con un’occasione a testa dei fratelli Manuel e Miguel Vittorini, ma la sfera non entra, merito anche del portiere ospite Giordano. Nella ripresa i civitavecchiesi si intimidiscono e subiscono qualche tiro di troppo, in particolare quello dell’1-0 realizzato dal centrocampista Giusto al 25’ con un siluro dai venti metri che trafigge Tomarelli. Poco dopo arriva il generoso rigore di giornata, ma Vittorini colpisce la traversa e 5’ più tardi capitan Boriello viene mandato sotto la doccia per un gesto di stizza fatto dopo essere stato sostituito. Un Civitavecchia Calcio, dunque, troppo sprecone che costa l’imbattibilità tra le mura amiche.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###