Lanciata la candidatura di Tarantino

CIVITAVECCHIA – Grandi manovre e primi nomi. La margherita dei candidati a sindaco del centrosinistra inizia ad essere sfogliata. Sullo sfondo tre nomi che aspirerebbero realmente alla poltrona da sindaco: Enrico Luciani, Marco Piendibene e Marietta Tidei. La prima mossa in questo panorama l’ha compiuta la componente Tidei che ha proposto il dottor Carlo  Tarantino. Ex amministratore di Ippocrate è talmente vicino e amico di Gino De Paolis da non poter incassare che un sì dagli ex Sel. In realtà però la candidatura è lontana dal diventare concreta. Piendibene dopo decenni di consiglio comunale vorrebbe far valere i suoi rapporti extra Pd per essere candidato unico. Luciani, al contrario, potrebbe scegliere la via solitaria in caso di rottura nel centrodestra puntando al ballottaggio con i grillini. In tutto questo Pietro Tidei ha riunito i comitati civici da sempre vicino alle sue campagne elettorali. La sensazione è che alla fine a staccare i petali della margherita, decidendo il candidato, sia uno che di margherite se ne intende. Valentino Carluccio con la sua dote di voti e tessere potrebbe avere la parola decisiva, come già accaduto all’ultimo congresso Pd: la sua virata da Bertolo a Ferri fu decisiva per la vittoria dell’attuale segretario dem. In questa ottica si fa strada il nome di Marco Manovelli, committente responsabile di Tidei alle ultime elezioni e molto vicino a Carluccio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lanciata la candidatura di Tarantino

CIVITAVECCHIA – Grandi manovre e primi nomi. La margherita dei candidati a sindaco del centrosinistra inizia ad essere sfogliata. Sullo sfondo tre nomi che aspirerebbero realmente alla poltrona da sindaco: Enrico Luciani, Marco Piendibene e Marietta Tidei. La prima mossa in questo panorama l’ha compiuta la componente Tidei che ha proposto il dottor Carlo  Tarantino. Ex amministratore di Ippocrate è talmente vicino e amico di Gino De Paolis da non poter incassare che un sì dagli ex Sel. In realtà però la candidatura è lontana dal diventare concreta. Piendibene dopo decenni di consiglio comunale vorrebbe far valere i suoi rapporti extra Pd per essere candidato unico. Luciani, al contrario, potrebbe scegliere la via solitaria in caso di rottura nel centrodestra puntando al ballottaggio con i grillini. In tutto questo Pietro Tidei ha riunito i comitati civici da sempre vicino alle sue campagne elettorali. La sensazione è che alla fine a staccare i petali della margherita, decidendo il candidato, sia uno che di margherite se ne intende. Valentino Carluccio con la sua dote di voti e tessere potrebbe avere la parola decisiva, come già accaduto all’ultimo congresso Pd: la sua virata da Bertolo a Ferri fu decisiva per la vittoria dell’attuale segretario dem. In questa ottica si fa strada il nome di Marco Manovelli, committente responsabile di Tidei alle ultime elezioni e molto vicino a Carluccio.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Outlet a Fiumaretta, le perplessit� del Pd

CIVITAVECCHIA – Come già ampiamente espresso dalla Confcommercio, anche il Pd torna ad avanzare alcune perplessità sull'outlet a Fiumaretta. E lo fa attraverso il segretario Germano Ferri che parla di "un'idea scellerata utile esclusivamente agli interessi di bilancio comunali e di chi, con tale struttura, ne trarrà profitto". Tutto questo a danno del commercio cittadino. 

"Un complesso voluto e progettato non tenendo minimamente in considerazione le obiezioni dei commercianti civitavecchiesi – ha infatti sottolineato – questo edificio infatti, con gli oltre 70 negozi previsti al suo interno, andrà di fatto ad ostacolare le attività lavorative dei nostri concittadini grazie alle quali sostengono le loro famiglie. Tra le tante perplessità relative alla struttura, mi chiedo come mai l'uscita dal porto dei croceristi sia di volta in volta stata spostata sempre più verso l'esterno della città, arrivando addirittura ad ideare ora un "Welcome centre" che catalizzerà la totalità del traffico turistico locale sempre più in espansione, costringendo quindi i turisti a prendere navette e pullman, private e comunali, per recarsi anche solo alla stazione locale, annullando qualsiasi possibilità che questi si fermino nei negozi di strada lungo un eventuale loro tragitto a piedi. È noto infatti che quando i turisti uscivano dal porto da Varco Fortezza, il commercio locale viveva un periodo più che positivo. Inoltre lo scalo portuale di Civitavecchia è stato eletto uno dei più belli in Italia, soprattutto per la presenza di importanti monumenti storici, tra cui il Forte Michelangelo. Mi chiedo quindi – ha concluso Ferri – il perché si voglia realizzare una struttura di ricezione turistica esterna alla città quando si potrebbe sfruttare e valorizzare quanto la città ha da offrire, mediante un progetto armonico che valorizzi Civitavecchia, aiutando quindi il commercio locale. Spero il Sindaco Cozzolino possa dare risposta a queste mie riflessioni, frutto di una sintesi delle obiezioni cittadine relative al progetto in previsione per Fiumaretta".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei su vittoria di Astorre a Civitavecchia: ''Determinante la Compagnia Portuale''

CIVITAVECCHIA. Marietta Tidei commenta i risultati delle primarie regionali del Pd a Civitavecchia. "Desidero innanzi Tutto formulare  le mie congratulazioni a Bruno Astorre – spiega la consigliera regionale -, nuovo segretario regionale del PD ma anche ringraziare i quasi mille iscritti e simpatizzanti del pd che hanno consentito alla lista Avanti insieme con Mancini di risultare la lista più votata a Civitavecchia e di ottenere su questo collegio il risultato più importante della Provincia di Roma. Vorrei con grande serenità esprimere qualche considerazione. La prima che emerge è che le primarie di sabato non sono state le primarie del PD. Determinante, infatti, è stato l'apporto della Compagnia Portuale di Civitavecchia che, in maniera molto organizzata, ha convogliato a favore di Bruno Astorre tutte le sue forze e quelle delle entità satelliti. Abbiamo visto, a presidio del seggio, i vertici della Compagnia Portuale, compreso il presidente, il coordinatore e molti componenti del direttivo della ex Sel che hanno seguito, penna alla mano, dentro e fuori la struttura, l'afflusso delle persone e addirittura lo spoglio. Senza nulla togliere al tanto lavoro che hanno svolto i tradizionali sostenitori di Astorre, è chiaro che la partecipazione alle primarie è stata drogata. Civitavecchia ha visto al voto 2163 persone. In molti municipi di Roma molto più popolosi di Civitavecchia, le cifre non arrivano a 1000. A Guidonia, comune che ha quasi il doppio degli abitanti di Civitavecchia, le adesioni sono state poco più di un migliaio. Il dato di Civitavecchia, visto anche lo stato di tragica inattività del partito, è difficilmente giustificabile. Gioire della partecipazione come fa il segretario Ferri è comprensibile solo tenendo ben presente la sua palese inesperienza".

L'ex deputata spiega quindi quelle che sono per lei le possibilità dopo questo risultato. 

"Prendiamo atto della situazione – dichiara – e ci aspettiamo che tutta l'area che ha gravitato intorno agli ex Sel, entri ufficialmente nel partito. E che lo faccia a tutti i livelli istituzionali. Ci aspettiamo, inoltre, che cadano le "riserve di caccia" e che sia possibile discutere, nel partito, anche del destino del porto, senza che qualcuno gridi "il porto siamo solo noi e nessuno si azzardi a parlarne”. Perché entrare in un partito vuol dire discutere e condividere le decisioni. Tutte. In questo caso sarà possibile verificare quale è il tessuto connettivo di coloro che danno sempre lezioni da sinistra al pd con la parte ex democristiana del partito. Ci auguriamo, inoltre, che da compagni di partito, smettano di insultare veementemente e periodicamente il pd, i suoi dirigenti locali e nazionali. Se questo accadrà ne saremo felici. Se questo non dovesse accadere sarà chiaro che si è trattato solo di un tentativo di acuire le divisioni interne al Pd. Facendo finta di essere amici. E sarà chiaro che, se non ci saranno quegli ingressi e quelle adesioni, il movente di chi ha gonfiato le primarie sarà stato quello di condizionare, per i propri interessi politici, la vita di un altro partito. Noi vogliamo ripartire dai tanti che ci hanno sostenuto, aprendo una discussione sul futuro della città a 360 gradi. Auguri di nuovo a Bruno Astorre. Gli auguriamo un sereno e proficuo mandato".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Al Ferrero Medici lo spettacolo dell'Acrobatic Team

Domenica a partire dalle ore 13 presso l’impianto sportivo Ferrero Medici, si terrà l’evento Acrobatic Team, la prima gara di ginnastica artistica organizzata dall’Unione Sportiva delle Acli di Roma. L’evento precede il campionato di ginnastica artistica, che comincerà a gennaio e comprenderà anche gli atleti principianti. Alla gara parteciperanno 23 squadre miste composte dai tre a sei membri, per un totale di 122 atleti e sette società sportive. I partecipanti saranno divisi in tre fasce d’età acro 1, 2 e 3 che vanno dai bambini nati nel 2012 fino ai ragazzi del liceo e dell’università. Tutti gli atleti e atlete sono di livello avanzato e si esibiranno in esercizi di acrobatica, corpo libero e trampolino. Ciascun partecipante riceverà una medaglia di partecipazione. La prima categoria gareggerà alle 13, seguita dalla seconda a partire dalle 14 e la terza dalle 16:15. «È la prima volta – dichiara Luca Serangeli –  che il presidente dell’Us Acli Roma e provincia organizza delle gare di ginnastica artistica. Siamo molto contenti perché rappresenta per noi un’importante tappa di crescita e perché daremo a tanti bambini e ragazzi la possibilità di avvicinarsi a questa bellissima disciplina.
«La cosa bella – afferma la responsabile tecnica provinciale  Carlotta Ferri – è che si tratta di una gara di squadra, in uno sport che di solito è individuale. Questi ragazzi si conoscono da anni perché fanno parte degli stessi circuiti: anche se si tratta di squadre diverse, c’è amicizia fra i ginnasti, non si tratta di un agonismo esasperato ma di un confronto positivo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tutto pronto per il decennale della Festa dell’Olio Nuovo

CERVETERI – «Anche quest’anno – dice  Riccardo Ferri, assessore all’Agricoltura – gli organizzatori della Festa dell’Olio Nuovo hanno preparato un programma ricchissimo e capace di coniugare in maniera impeccabile tradizione e nuove proposte. Un appuntamento diventato ormai tradizionale nella nostra Città ed un’ottima occasione per promuovere le eccellenze e le tipicità del nostro territorio. Cittadini e turisti sono quindi invitati a degustare i migliori prodotti delle nostre terre e per visitare il nostro centro Storico».
Questa edizione presenta intanto  una novità assoluta. il connubio tra olio e vino. L’Assessorato all’Agricoltura, con l’associazione Momenti Divini, propone  la Piazza del Vino e dei Sapori, con i prodotti più esclusivi delle cantine vitivinicole del territorio. Tanto avrà luogo a Piazza Risorgimento. La Festa dell’Olio Nuovo di Cerveteri compie dieci anni, e torna come tradizione nel primo week end di dicembre. 
Si conferma come l’evento che da un decennio richiama migliaia di visitatori provenienti da tutto il Lazio per degustare le eccellenze olearie e i prodotti tipici del territorio etrusco. Due giorni di iniziative organizzate dall’assessore Ferri e dall’associazione  Olio E.V.O., e patrocinato dalla presidenza del Consiglio Regionale del Lazio e da ARSIAL, che si terranno questo weekend all’interno del centro storico.
Sabato: il programma  prevede un lungo ciclo di convegni, dimostrazioni pratiche e spettacoli itineranti. Alle 14.45 aprono i battenti gli stand dei produttori di olio e degli espositori di artigianato locale. Alle 15, lo stand Esigibili proporrà con Riccardo Macari dimostrazioni di tecniche di potatura. Alle 16.30 il dottor Massimo Griscioli terrà la conferenza tecnica dal titolo ‘Danni da gelo e gestione post emergenza dell’uliveto’. A seguire, un divertente complesso di Stornellatori itineranti animerà la manifestazione per le vie del centro storico.
Domenica:  ricco e di qualità sarà anche il programma di questa giornata, con stand gastronomici e di artigianato pronti ad aprire già dalle 9.30. Alle 10 ci sarà la sfilata in musica del Gruppo Bandistico Cerite, seguita dall’esposizione di auto d’epoca del Club Vecchi4Tempi. Dalle 10,20  si terrà un secondo appuntamento  presso lo stand Esigibili, con le dimostrazioni di tecniche di potatura seguite da Riccardo Macari. Alle 11, poi, un interessante convegno, curato dal dottor Pietro Barachini di Vivai Spoolivi di Pescia, dal titolo ‘Il futuro dell’olivicoltura italiana un modello da seguire’. A mezzogiorno e un quarto scocca l’ora della premiazione del Concorso del Miglior Olio Nuovo 2018, seguita poi da degustazioni enogastronomiche gratuite. Alle 15 il dottor Nicola Di Noia guiderà gli ospiti nel riconoscere un buon olio extravergine d’oliva, con degustazioni guidate degli oli in concorso. Il lato dell’intrattenimento è affidato alla Zambra Dixie Jazz Band del maestro Augusto Travagliati e dall’Associazione I Rasenna, con la rappresentazione di ‘Scene di vita etrusca’.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cacciapuoti (FdI): "Imbarazzante l'intervento di Ferri a difesa di Di Majo"

CIVITAVECCHIA – "L’intervento del segretario del Pd Ferri a difesa del presidente dell’Adsp Di Majo è imbarazzante". Ne è convinto il coordinatore comunale di Fratelli d'Italia Raffaele Cacciapuoti. "Imbarazzante per il Partito democratico che dopo aver nominato il peggior presidente di sempre al porto, oggi ne tenta un’ultima difesa in vista della campagna elettorale, per il congresso regionale del partito e per le prossime elezioni amministrative ed europee – ha spiegato – imbarazzante per lo stesso Di Majo, che oggi ipocritamente si professa “laico” e non appartenente ad alcun partito, quando ieri è sceso in campo partecipando all’apertura della campagna elettorale di Marietta Tidei e Zingaretti e oggi sta organizzando, insieme al candidato Stefano Giannini, avvistato sempre più spesso a Molo Vespucci la campagna di Bruno Astorre. Di Majo un giorno parla con Giannini, il giorno dopo con Tidei. Tutti insieme a difendere gli interessi del Pd insieme al presidente del Pd. Che oggi anche il prefetto nominato commissario ad acta per la vicenda Total Erg, definita in pochi giorni – ha concluso Cacciapuoti – bacchetta per il suo immobilismo e per non aver ottemperato ad una sentenza del Consiglio di Stato. Ci auguriamo che il porto di Civitavecchia venga liberato quanto prima da questo presidente supporter del Pd".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cacciapuoti (FdI): "Imbarazzante l'intervento di Ferri a difesa di Di Majo"

CIVITAVECCHIA – "L’intervento del segretario del Pd Ferri a difesa del presidente dell’Adsp Di Majo è imbarazzante". Ne è convinto il coordinatore comunale di Fratelli d'Italia Raffaele Cacciapuoti. "Imbarazzante per il Partito democratico che dopo aver nominato il peggior presidente di sempre al porto, oggi ne tenta un’ultima difesa in vista della campagna elettorale, per il congresso regionale del partito e per le prossime elezioni amministrative ed europee – ha spiegato – imbarazzante per lo stesso Di Majo, che oggi ipocritamente si professa “laico” e non appartenente ad alcun partito, quando ieri è sceso in campo partecipando all’apertura della campagna elettorale di Marietta Tidei e Zingaretti e oggi sta organizzando, insieme al candidato Stefano Giannini, avvistato sempre più spesso a Molo Vespucci la campagna di Bruno Astorre. Di Majo un giorno parla con Giannini, il giorno dopo con Tidei. Tutti insieme a difendere gli interessi del Pd insieme al presidente del Pd. Che oggi anche il prefetto nominato commissario ad acta per la vicenda Total Erg, definita in pochi giorni – ha concluso Cacciapuoti – bacchetta per il suo immobilismo e per non aver ottemperato ad una sentenza del Consiglio di Stato. Ci auguriamo che il porto di Civitavecchia venga liberato quanto prima da questo presidente supporter del Pd".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dalla Regione 38 milioni per l’agricoltura

CERVETERI – “Un importante incentivo per un settore fondamentale per lo sviluppo economico del nostro territorio”. Così Riccardo Ferri, Assessore alle Politiche Agricole del Comune di Cerveteri commenta la delibera di Giunta Regionale del Lazio che prevedeun ulteriore stanziamento  di 12 milioni di euro, per un totale complessivo di 38 milioni, per il bando in favore dell’agricoltura biologica promosso all’inizio del 2018. “Una risposta concreta a tutti gli operatori del settore – prosegue l’Assessore Ferri – che possono  così nutrire nuova speranza nel dare ulteriore linfa ad un settore che da oltre un decennio, sta facendo registrare una crescita costante e vede l’Italia primeggiare a livello europeo per numero di imprese. In questo modo le aziende agricole potranno programmare e intraprendere azioni strutturali e innovative, fi nalizzate alla modernizzazione, alla sostenibilità ambientale e alla difesa del territorio. Un elemento che garantirà dunque una crescita reale, stabile e continuativa  dell’agricoltura della nostra Regione”. “Il mondo agricolo negli ultimi anni è stato messo a dura prova dagli agenti atmosferici, soprattutto nel nostro territorio, a partire dalla tromba d’aria di due anni fa fi no alle nevicata del febbraio scorso – conclude Ferri – l’azione intrapresa dalla Regione rappresenta dunque un ulteriore segno di vicinanza per un settore fondamentale per l’economia locale, regionale e nazionale”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###