''L’amministrazione comunale cambi rotta''

SANTA MARINELLA – «Siamo tutti felici e contenti che le tariffe del servizio scuolabus siano state ridotte ulteriormente, almeno ufficiosamente, rispetto a quelle annunciate non più di qualche giorno fa e soprattutto da quelle approvate dalla Giunta comunale a ridosso di ferragosto». Questo il commento del rappresentante della lista ‘‘Il Paese che Vorrei’’ Daniele Renda che interviene sul dibattito scaturito dopo l’aumento delle tariffe dei pullman scolastici. «Risulta difficile, comunque, non notare che le stesse, per alcune fasce, siano notevolmente aumentate rispetto all’anno scorso – continua Renda – colpa del dissesto? Se vogliamo dire a tutti i costi di si, possiamo tranquillamente dirlo. Quello che Il Paese che Vorrei sta cercando di suggerire all’amministrazione è di cambiare rotta e di fare una scelta di responsabilità. La Giunta, perseverando su un errore compiuto dalle precedenti amministrazioni, si ostina a considerare il servizio di trasporto scolastico un servizio a domanda individuale. Il Paese che Vorrei e la giurisprudenza italiana, invece, ritengono che non sia così e che il servizio rientri tra i servizi che un Ente debba fornire obbligatoriamente. Ora si badi bene, questa non è ne una diatriba accademica, ne una questione di lana caprina ma riguarda direttamente le tasche di tante famiglie santamarinellesi. Senza entrare nel dettaglio tecnico e in estrema sintesi, considerando il servizio di trasporto scolastico un servizio a domanda individuale, ci sono obblighi di bilancio, resi ancora più severi dalla dichiarazione di dissesto, che costringono le famiglie a doverne coprire il costo con le proprie tasche in maggior misura. Considerando lo stesso come un servizio obbligatorio dell’ente e facendolo rientrare come prestazione fondamentale per garantire il diritto allo studio, come proposto da noi e stabilito da diverse sentenze”. “Il concetto – conclude Renda – non è poi difficile da comprendere, le prestazioni dei servizi che un ente deve garantire obbligatoriamente sono in maggior parte a carico dell’ente stesso, quelle che vengono richieste individualmente dai cittadini ricadono maggiormente sulle spalle di chi le richiede. Quindi considerare il trasporto scolastico come un diritto, precisamente un servizio fondamentale per garantire il diritto allo studio, oltre che a essere giusto, corretto dal punto di vista formale, risulterebbe anche più conveniente per le famiglie di S. Marinella.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, Anas pronta a rimuovere i pini dall'Aurelia

LADISPOLI – Stavolta Ladispoli potrebbe dare davvero l’addio ai pini della via Aurelia, quelli celebri del “Sorpasso”, film di Dino Risi. Anas e Regione – come confermato dal comandante della polizia locale Sergio Blasi – avrebbero ormai iniziato la procedura (al momento solo burocratica) per rimuovere gli arbusti pericolanti sulla statale. Gli alberi erano stati bruciati dall’incendio la scorsa estate, un attacco senza precedenti da parte dei piromani che avevano seminato il panico in quella zona ma anche nei pressi del vicino bosco di Palo Laziale. Sarebbero almeno una decina gli alberi a rischio a Ladispoli, nel tratto dove nel 1962 la via Aurelia si trasformò in un “ciak” per un cult del cinema italiano. L’Anas, nelle settimane successive al rogo innescato dai piromani il 16 luglio del 2017, aveva inviato una lettera al Comune per annunciare la rimozione delle storiche piante all’altezza di Palo Laziale, sul rettilineo al chilometro 37. Poi erano arrivate sollecitazioni sia da parte della giunta comunale che dalle forze di opposizione, in primis il Movimento Cinque Stelle. Da allora non si sono registrati però interventi ma ora finalmente gli operai potrebbero presto arrivare per iniziare l’abbattimento tanto atteso per la sicurezza degli automobilisti. Ai ladispolani tanto affezionati a quei pini non resta che rassegnarsi ormai all’idea di perderli. La strada alberata era stata inquadrata sulla sfondo del film mentre Vittorio Gassman (Bruno Cortona) e Jean Louis Trintignant (Roberto Mariani) erano fuggiti dalla Capitale percorrendo la via Aurelia a bordo di una Spider B24 di colore bianco. Era un ferragosto speciale all’insegna del girovagare in auto senza meta e senza un piano preciso sinonimo di libertà e spensieratezza. Gli ambientalisti e le associazioni del territorio si augurano invece che verranno piantati altri alberi anche se ci vorranno decenni per vederli crescere.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incendio Bertini: ok alla bonifica dell'area

CIVITAVECCHIA – Al via i lavori di messa in sicurezza e bonifica dell’area all’interno dell’Autodemolizioni Bertini, in zona industriale, interessata il mese scorso da un grosso incendio. 
La Procura della Repubblica, infatti, ha accolto la richiesta della società e, dopo l’appello lanciato dagli stessi lavoratori preoccupati per il proprio futuro, ha autorizzato la messa in sicurezza. 
Il centro recupero rottami e demolizioni rimane ancora sotto sequestro: dal 31 luglio scorso, giorno dell’incendio sono stati apposti i sigilli per cercare di verificare quanto accaduto e chiarire appieno i contorni della vicenda, escludendo o meno un’ipotesi dolosa alla base del vasto incendio. 
Da quello stesso giorno le attività sono ferme, gli operai sono in ferie forzate, ma più le settimane passano e più i danni si fanno più consistenti. Solo ieri l’appello degli stessi lavoratori che chiedevano di poter tornare il prima possibile in attività. Prima di Ferragosto la ditta, attraverso il proprio legale, l’avvocato Lorenzo Mereu, aveva presentato un’istanza «per poter accedere all’interno dell’area ed effettuare – ha spiegato – la bonifica, imposta poi anche dal Comune e dalla Asl».
Oggi il primo passo, quello dell’autorizzazione da parte della magistratura a poter procedere con le operazioni di messa in sicurezza dell’area, per riportare i livelli di salubrità nella norma. Poi, una volta conclusi i lavori, si spera che si possa procedere anche al dissequestro dell’area per la ripresa piena dell’operatività- 
«Le preoccupazioni dei lavoratori sono anche quelle dei titolari – ha infatti aggiunto l’avvocato Mereu –  la fase di stallo durata circa un mese non è rassicurante per loro.  Ora dovranno spendere un’ingente somma proprio per la bonifica e la messa in sicurezza; oltre ad essere stata danneggiata dall’incendio, infatti, la società deve procedere di tasca propria per queste attività». E questo per consentire poi di tornare al lavoro: perché il fermo obbligato di un mese si è tradotto in mancate entrate e guadagni, con i costi fissi che però sono rimasti gli stessi e sono alti.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Scuola di via Rapallo, nessun gravissimo problema strutturale»

LADISPOLI – «Smentiamo in modo categorico che nel plesso di via Rapallo ci siano gravissimi problemi strutturali che potrebbero provocare un crollo». A smentire gli allarmismi che da qualche tempo stanno circolando sul web è stato il consigliere delegato alla Manutenzione scolastica Emiliano Fiorini. «Come avevamo annunciato di recente – ha spiegato il consigliere delegato – sono scaturite delle criticità durante gli interventi nel plesso di via Rapallo per cui è stato necessario posticipare l'apertura della scuola subito dopo il ponte di Ognissanti o, al massimo, dopo le vacanze natalizie. Se non sorgeranno ulteriori imprevisti, consegneremo alle famiglie e al corpo docente un istituto rinnovato e funzionale, grazie alla direzione dei lavori coordinati dal direttore Pamela Stracci che segue assiduamente tutto lo svolgimento degli interventi e ha informato più volte l'amministrazione comunale sulla correttezza, pulizia e rispetto delle normative da parte della ditta appaltatrice». E rispondendo a chi in questo periodo si era mostrato preoccupato per l'assenza di operai, il consigliere delegato tranquillizza:«C'è stato solo un naturale fermo per le ferie di ferragosto». Da qui la decisione dell'amministrazione comunale di “trasferire” almeno per il momento gli alunni della scuola di via Rapallo a Marina di San Nicola e in via Fratelli Bandiera «in attesache sia completata la ristrutturazione dell'edificio. A loro disposizione ci saranno delle navette gratuite che, all'andata, partiranno dalla scuola di via Rapallo per i plessi di Marina di San Nicola e via Fratelli Bandiera. Al ritorno saranno lasciati in via Rapallo». Servizio navetta a disposizione anche a per i bambini delle sezioni della materna di via La Spezia trasferiti in via Aldo Moro. «Invitiamo quindi tutti i genitori interessati a recarsi presso lo Sportello Scuolabus della Flavia Servizi per effettuare la richiesta del servizio navetta. Lo sportello – ha concluso il Fiorini – è aperto al pubblico il martedì dalle 10 alle 11.30 e dalle 16 alle 17.30 e il giovedì dalle 11 alle 12.30 e dalle 16 alle 17.30”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mtb Santa Marinella: Piva sul podio del Memorial Bruno Alverà

Seconda domenica di agosto di grande impegno e di bei risultati per la Mtb Santa-Marinella Cicli Montanini, impegnata in due gare svoltesi contemporaneamente tra Trentino e Toscana.

Tutte le attenzioni erano puntate sulla dodicesima edizione della gara cross country intitolata alla memoria di Bruno Alverà che si è disputata a Pergine Valsugana. Il migliore del sodalizio santamarinellese è stato Manuel Piva che è salito sul terzo gradino del podio tra i master 2 dietro alcuni avversari importanti come il tricolore in carica Andrea Zamboni e il pluridecorato Carmine Del Riccio. Gara sottotono per Gianfranco Mariuzzo che si è dovuto ritirare causa una foratura.

Dalla mountain bike alla strada dove Pierluigi Stefanini è stato protagonista al Gran Premio Sassofortino cogliendo l’ottavo posto di categoria tra i gentlemen 1.

Per il sodalizio altolaziale presieduto da Stefano Carnesecchi un breve periodo di pausa coincidente con la festività del Ferragosto per riprendere a pieno ritmo in questo ultimo mese e mezzo di gare nella mountain bike a caccia di alcuni traguardi importanti: tra questi la classifica finale dell’Endurance Tour ed altre manifestazioni a carattere nazionale per poi dedicarsi al ciclocross entro la fine dell’anno e l’inizio del 2019.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, entro la fine dell'anno l'ultimazione dei lavori in stazione

LADISPOLI – Incontro tra amministrazione comunale ed RFI per fare il punto sullo stato dei lavori di riqualificazione della stazione ferroviaria. "Ringrazio il Direttore Territoriale Produzione di Roma di RFI Dottor Vito Episcopo e l'Architetto Matteo Mucci, tecnico che sta seguendo in prima persona i lavori, per averci illustrato nel dettaglio – ha detto il sindaco Alessandro Grando – gli interventi in corso, che sono i seguenti:

– Innalzamento a standard h55 del 1° marciapiede per tutta la sua lunghezza (circa 300 m);

– Allargamento e ripavimentazione del 4° marciapiede per tutta la sua lunghezza (250 m circa);

– Ripavimentazione del 2° e 3° marciapiede per tutta la loro lunghezza, rispettivamente di 340 m e 300 m;

– Installazione di 4 nuove pensiline di 120 m circa ognuna, su tutti e 4 i marciapiedi;

– Restyling del “Sottopasso” e del “Fabbricato Viaggiatori”;

– Installazione di 4 nuovi ascensori elettrici senza locale macchina (MRL) a standard 600 stazioni con controllo remotizzato presso control room;

– Restyling dei servizi igienici di stazione a standard 600 stazioni;

– Installazione delle nuove recinzioni a standard di Protezione Aziendale sul perimetro esterno della stazione.

Nel corso del colloquio – ha proseguito il Sindaco – ci è stato comunicato che i lavori termineranno, salvo imprevisti, entro la fine dell'anno.

A nome della Città di Ladispoli ringrazio Rete Ferroviaria Italiana, che ha interamente finanziato questo importante intervento di riqualificazione, a seguito del quale i pendolari di Ladispoli potranno finalmente usufruire di una stazione moderna e ristrutturata, con le pensiline ripristinate e la riapertura dei servizi igienici”.

Soddisfatto dell'esito dell'incontro anche il Consigliere Comunale Ardita: “Dopo 6 anni riapriremo i bagni della stazione di Ladispoli e dopo 2 anni ripristineremo le pensiline nei 4 binari della stazione, se da una parte noi amministrazione comunale con il Sindaco Grando abbiamo sollecitato i lavori alla stazione di Ladispoli, il nostro ringraziamento va ai vertici di RFI, che hanno compreso l’importanza di questa stazione che con più di 9.000 pendolari è la stazione più frequentata insieme a Fiumicino Aeroporto. Voglio concludere facendo notare il lodevole comportamento dei lavoratori di RFI, tecnici ed operai, che in tutti i giorni della settimana di ferragosto hanno lavorato ininterrottamente. Grazie a voi ben presto riapriremo i bagni della stazione e saranno ripristinate le pensiline che proteggeranno i pendolari dal sole e dalla pioggia”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Maltempo a Manziana, caduti degli alberi su alcune auto

MANZIANA – Torna ad abbattersi sull'area lacustre il maltempo. Dopo la tromba d'aria della vigilia di ferragosto che ha causato non pochi problemi a Ladispoli e Cerveteri, ora il maltempo sembra aver colpito proprio Manziana. A causa delle forti piogge e del forte vento a quanto pare degli alberi sarebbero caduti sulla strada che dal Sasso conduce a Manziana, e un altro nei pressi del bivio dei Carabinieri, causando problemi alla circolazione. A quanto pare un albero avrebbe colpito anche un'auto. Feriti i tre a bordo del veicolo. Sul posto a lavoro vigili del fuovo e polizia comunale. Alberi caduti anche a Trevignano sulla strada che passa per Vicarello. Chiusa la strada Bracciano- Trevignano. In allerta la Protezione civile, mentre i vigili del fuoco stanno verificando le varie criticità.

Allerta meteo per pericolo trombe d'aria anche sul litorale da Civitavecchia a Ladispoli. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

1988. Sogni a occhi aperti nella notte di Ferragosto – L’archivio del Corriere

L’estate del ‘29 accampato in montagna, ascoltando i mortaretti della festa che risuonavano dal fondo della valle. E il ricordo di dieci anni prima, quando da ragazzino sulla spiaggia di Viareggio conobbe Alberto Moravia, «magro, serio e diffidente»

Leggi articolo completo

@code_here@

Aree verdi cittadine, intervento dell’amministrazione

CIVITAVECCHIA – L'amministrazione comunale comunica che nei giorni precedenti il Ferragosto sono stati svolti lavori di messa in sicurezza e sostituzione di alcuni elementi ludici presenti nelle aree a verde di largo dei Mille, piazzale Fucsia, via Orti di Santa Maria, via Leopoli, piazza della Vita ed il Pincio.

“A settembre – spiegano dal Comune – si procederà ad ulteriori lavori per l'installazione di nuovi giochi e la riqualificazione degli esistenti presso piazza della Vita, parco del Pincio, via Flavioni e al parco di San Liborio nei pressi del supermercato EMI. Per quanto riguarda i grandi parchi, anche qui precedentemente comunicato, il 10 settembre ci sarà la consegna delle aree per quanto riguarda l'area verde di fronte al palazzo d'Acciaio e poi si proseguirà con gli interventi allo Yuri Spigarelli, al Saraudi e, in ultimo, al Bricchetto”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tarquinia, denunciato dai Carabinieri spacciatore di eroina

TARQUINIA – Continuano incessanti i controlli della stazione carabinieri di Tarquinia per rendere serene le giornate di ferragosto ai fruitori dei luoghi di vacanza.

Ieri durante un controllo di profondità effettuato in via dei Tritoni è stato controllato un cittadino italiano di 40 anni: perquisito è stato trovato in possesso di quasi un grammo di eroina, e a seguito della perquisizione domiciliare è stato trovato il materiale per il confezionamento delle dosi.

Lo spacciatore è stato quindi condotto in caserma e denunciato.

Nell’ ambito della  stessa operazione è stata segnalata alla prefettura di Viterbo quale assuntrice una ragazza di Tarquinia di 35 anni trovata in possesso di 0,5 grammi di hashish.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###