Michela D’Amico regina dello Stretto di Messina

Domenica scorsa nella suggestiva cornice racchiusa tra Punta Faro in Sicilia e Villa San Giovanni in Calabria la fortissima ondina master di forgia Snc Michela D’Amico non si è accontentata del primo posto nella categoria M45 e, nonostante una corrente ostile e contraria per tutta la durata della gara che ha messo a dura prova persino gli agonisti delle Fiamme Oro Ercoli, Raimondi, Lamberti e non solo, ha nuotato come è solita fare con grinta e determinazione conquistando la vittoria assoluta tra le Master nella Traversata dello Stretto di Messina. 
Da subito portata via dalle correnti fortissime dopo la prima boa siciliana, insieme a tutti gli altri atleti e barche, grazie anche al bravissimo barcaiolo calabrese Giuseppe Campolo che legge nel modo giusto le correnti, lentamente ma inesorabilmente il passo dell’atleta civitavecchiese riesce ad imporsi sulle altre atlete e sulla corrente giungendo al traguardo prima assoluta Master donne e logicamente prima di categoria, chiudendo in 01.39.53 al 26° posto in classifica generale in mezzo agli agonisti.
Così, dopo le recenti vittorie ai Nazionali di Palermo e la recentissima vittoria al Regionale di Civitavecchia, giunge un’altra prestigiosa vittoria in casa Snc Civitavecchia, dove il vice presidente Simone Feoli, distante dalla gara ma sempre vicino e in contatto con l’atleta, non può che continuare ancora con i complimenti per una stagione al top che non è ancora finita.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Spostamento della farmacia comunale: otto operatori scrivono a Pincio e Procura

CIVITAVECCHIA – Un esposto, inviato al Sindaco, ai vari uffici del Comune, alla Asl e alla Procura della Repubblica per lo spostamento della farmacia comunale Cisterna da via degli Orti, al Faro, a viale Palmiro Togliatti. A firmare il documento otto farmacisti di Civitavecchia, Sofi, Palombo, Baldini, Turchi, Cernusco, Spurio, Rossi e Amalfitano, che mettono in evidenza cinque criticità che potrebbero sorgere proprio con la decisione del Comune di procedere al trasferimento. Il primo problema è di tipo sociale, perché spostando la farmacia si lascerebbe sguarnita e priva di un servizio una zona periferica della città, il Faro appunto, mentre nei pressi di viale Togliatti, a poco meno di 400 metri, ci sarebbero già due farmacie, Sofi e Turchi. C’è poi un problema di tipo economico-finanziario amministrativo. «Si lascerebbe un locale di proprietà comunale – si legge – con ampio parcheggio, studio medico e grosista adiacente per un locale in affitto, senza parcheggi e studi medici limitrofi». Messa in evidenza poi una criticità di tipo strutturale, legata alle altezze del locale e soprattutto gli accessi a scalini, ed un problema di bilancio comunale. «Sembrerebbe molto difficile da parte del Comune – hanno spiegato – pensare di riuscire a compensare le eventuali spese di affitto e trasloco con un ipotetico aumento di fatturato, visto che la farmacia andrebbe a spostarsi in un’area dove troverebbe 2 o 3 farmacie private storiche e ben radicate oltre alle varie parafarmacie e sanitarie veterinarie». Infine un problema di pianta organica non rispettata, relativamente ad una delibera regionale di marzo. «Per questo noi farmacisti di Civitavecchia – hanno concluso – chiediamo urgentemente un incontro chiarificatore con il Sindaco per trovare possibili punti di incontro tra le parti».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vertenze portuali: l'eco diventa nazionale

CIVITAVECCHIA – C'è preoccupazione, e non solo ormai a livello locale, per le possibili ripercussioni negative dovute alla decisione dell'Adsp di disporre lo scarico dei container solo ed esclusivamente alla banchina 25 dal 15 settembre prossimo. E l'eco dei malumori e delle criticità presenti all'interno dello scalo ha raggiunto livelli nazionali. 

Lo dimostra anche l'intervento di Federico Barbera, presidente Uniport – l'associazione che, all’interno di Fise, rappresenta le imprese portuali che svolgono operazioni di imbarco e sbarco, spostamento delle merci, attività accessorie alla navigazione, terminals operator e servizi portuali – che ha scritto alla Direzione Trasporto Marittimo del Ministero dei Trasporti chiedendo di intervenire  tempestivamente in relazione a quanto sta accadendo presso i porti di competenza delle Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno del Nord e Centro Settentrionale. "Con l’ordinanza dello scorso 13 luglio, l’Autorità ha imposto alle cosiddette “navi in servizio di linea” – ha spiegato – di utilizzare un unico terminal contenitori autorizzato nel porto di Civitavecchia. In questo modo si è impedito a uno storico operatore del settore su navi specializzate nel trasporto di frutta, sia essa trasportata in stiva o con contenitori frigorifero, di decidere liberamente come svolgere le attività oggetto del proprio piano industriale, favorendo un diretto competitor". Secondo Barbera “si tratta una decisione liberticida, che dà il via libera ad un nuovo monopolio e che rischia – ha aggiunto – di avere ripercussioni occupazionali, oltre che di penalizzare operatori che in passato hanno investito sulle infrastrutture del porto. Abbiamo chiesto al Ministero dei Trasporti di acquisire dettagli su quanto sta accadendo e di intervenire per favorire omogeneità di regole a livello nazionale, piena concorrenza, investimenti e sviluppo di nuovi traffici”.

Preoccupazione anche del centro studi marittimi "Raffaele Meloro". "Si stanno consumando una serie di situazioni che mettono seriamente a rischio l’occupazione portuale e tutto l’indotto connesso – hanno sottolineato – è saltata la “pace sociale” e con essa si stanno deteriorando equilibri faticosamente costruiti nel corso di alcuni decenni, grazie ad una sapiente concertazione che mirava a rendere il porto di Civitavecchia una punta di diamante del Mediterraneo. I toni delle parti coinvolte in contratti e concessioni che riguardano i lavoratori portuali sono estremamente accesi. Sarebbe auspicabile mettere in campo la capacità  di mediare e creare un tavolo permanente che metta di fronte i soggetti tutti: Adsp, Comune, Enel, Rtc, Compagnia portuale, Cfft e le aziende che sono legate ad essi, nonché sindacati e lavoratori. La  professionalità e la competenza di ogni componente, relativamente al proprio ambito,  garantirebbe un’analisi obiettiva dei problemi e contribuirebbe alla loro soluzione".

Secondo il centro studi "ognuno deve riprendersi il proprio ruolo e, soprattutto, garantire le maestranze in primis, in quanto sono quelle che alla fine pagano per tutti e ciò non solo è sbagliato, ma profondamente ingiusto. Il porto non può permettersi di perdere posti di lavoro – hanno aggiunto – ma anche aziende e compagnie che operano con professionalità e hanno investito nella logistica, rispondendo alle richieste di clienti importanti che potrebbero scegliere di andarsene, dirottando importanti traffici verso altri scali. Le banane, ad esempio, furono una vera e propria conquista per il nostro porto ed oggi rischiano di cambiare destinazione. A questo addio ne seguirebbero altri non meno pesanti. Può permettersi l’economia cittadina di rinunciare a società che hanno investito milioni di euro, creando occupazione? Perché non si pretende il mantenimento di promesse che sono rimaste sulla carta, quando avrebbero dovuto creare occupazione per un comprensorio che tanto ha dato in termini di ambiente e di salute? Anche se si perdesse un solo posto di lavoro, la città dovrebbe mobilitarsi perché è solo il lavoro che rende gli uomini liberi. Non spegniamo il faro del nostro porto, diamo a Civitavecchia ciò che merita: rispetto, qualità della vita, occupazione. Non gettiamo alle ortiche – hanno concluso – la storia millenaria del nostro scalo, dimostriamo invece che Traiano scelse bene e creiamo pace sociale così da assicurare lavoro alla comunità. Il mare è il nostro tesoro, il porto ci renda orgogliosi di Civitavecchia".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Spostamento farmacia del Faro, il Codacons diffida il Comune

CIVITAVECCHIA – “L'associazione ha diffidato il Comune dall'autorizzare l'amministratore De Leva allo spostamento della farmacia del quartiere Cisterna – Faro a viale Palmiro Togliatti”. Lo rende noto il rappresentante del Codacons Civitavecchia Sabrina De Paolis che spiega: “Conseguentemente ad articoli usciti sulla stampa – prosegue – alcuni abitanti del quartiere Faro hanno segnalato al Codacons l'inopportunità dello spostamento che lascerebbe un quartiere molto popoloso senza farmacia. L'associazione – sottolinea De Paolis – ha diffidato il dirigente Riccardo Rapalli dal prendere iniziative in tal senso, soprattutto considerando che alla Consulta delle associazioni dei consumatori, si era in attesa di riformulare ed approvare la Carta della qualità del servizio pubblico "Farmacie comunali", e che certamente – conclude dura – ogni spostamento sostanziale come quello di in oggetto, va approvato dalle Associazioni”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, al quartiere Messico ''Piazza Franco Cuccu''

LADISPOLI – Lo storico campetto del quartiere Messico, annesso al nuovo ponte pedonale sul fosso Sanguinara che unisce la zona con il quartiere Faro, sarà dedicato a Franco Cuccu, ex consigliere comunale, "figura storica che ha contribuito a far crescere e sviluppare il quartiere Messico stesso". La proposta è arrivata ieri dal Pd locale ed è stata accolta dal consiglio comunale che ha detto sì alla mozione presentata. "Il Partito democratico di Ladispoli – scrivono – al fianco della vera storia di Ladispoli, quella da conservare e valorizzare. Convinzione ulteriormente rinnovata nella giornata di ieri in occasione del Consiglio comunale, convocato per discutere le mozioni. Una di esse è stata formulata e presentata dal gruppo consiliare Pd, nella quale si è voluto unire il pregio della memoria alla virtù del rinnovato valore dei luoghi, proponendo di ridare dignità allo storico campetto del quartiere "Messico", annesso al nuovo ponte pedonale sul fosso Sanguinara che unisce la zona con il quartiere Faro, dedicando e intitolando il sito a Franco Cuccu". 

"La proposta nella forma Piazza Franco Cuccu, è stata accolta e votata all'unanimità da tutto il consiglio comunale. Il Partito democratico – hanno concluso i dem – considera questo gesto "tutto" l'atto con il quale il passato di Ladispoli e della sua comunità sono ricollocati nel giusto modo, un piccolo quanto grande gesto per una persona importante per la crescita della città in ogni suo spazio di vita, la vera storia di salvaguardia".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Estate tolfetana per tutti i gusti

TOLFA Tolfa rinnova l’estate degli eventi. Dopo i successi dello scorso anno l’assessore alla cultura Cristiano Dionisi ha organizzato un cartellone che vede praticamente tutti i weekend colmi di eventi dal sapore spesso internazionale con un occhio sempre vigile sul locale. Si parte dalla festa del rione Cappuccini del prossimo fine settimana per arrivare agli eventi di punta di tutta la regione come Tolfarte e Tolfa Jazz. Eventi quest’ultimi che hanno preso la scena anche nella programmazione culturale romana con tantissimi turisti che si segnano le date degli eventi per programmare i weekend fuori porta.  Novità di quest’anno sarà inoltre il Tolfa relax day di domenica prossima con musica e arte alla villa comunale Parco Fondazione Cariciv. Giovedì 19 luglio invece sarà l’associazione Anta & Go ad esibirsi all’interno del polo culturale. Venerdì 20 invece ci sarà l’inizio della nona edizione del Tolfa Jazz che durerà fino a domenica mentre giovedì 26 luglio sarà Maria Letizia Beneduce e lo spettacolo Variegato ad animare il polo culturale tolfetano, il venerdì 27 spazio all’associazione locale de Il Barsolo con Roma Sparita presso via del Lavatoio. In contemporanea nello stesso weekend ci sarà inoltre la rinomata Sagra del Prosciutto. Domenica 29 ci sarà il XXIX torneo dei butteri ma gli eventi più grandi ci saranno ad agosto. Il mese finale dell’estate tolfetana aprirà con la XIV edizione di Tolfarte che quest’anno per la prima volta inizierà di giovedì, puntando al record di 30 mila presenze dello scorso anno. Da sabato 11 a mercoledì 15 ci sarà invece la festa della Musica mentre venerdì  24 agosto si partirà con la festa per il Patrono ed il Drappo dei Comuni con la corsa dei purosangue. Insomma Tolfa si candida nuovamente ad essere il faro culturale del comprensorio anche per l’estate 2018.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc2005 promette scintille

L’anno zero della Cpc2005 a livello calcistico era nell’aria e se n’è avuta la conferma ieri mattina. Una conferenza stampa presenziata dai vertici portuali, tenutasi presso gli uffici della Compagnia Portuale Civitavecchia, dove il presidente onorario Enrico Luciani, il presidente Sergio Presutti, il tecnico Paolo Caputo, il direttore sportivo Sandro Fabietti e il direttore generale Patrizio Presutti   hanno presentato la prossima stagione. 
Si è prima ribadito che la priorità è un calcio aperto a tutti, a partire dalla scuola calcio, con quote accessibili, si sono poi gettate le basi per un futuro da protagonisti.
Sandro Fabietti e Paolo Caputo sono gli uomini chiave per la rinascita e il consolidamento di un movimento che da ora in avanti ha intenzione di essere il faro per il calcio cittadino.
Per l’inizio dei lavori allo stadio Fattori si attende l’ok dei beni culturali, una risposta che potrebbe arrivare domani come a ottobre. 
Nel frattempo le squadre portuali svolgeranno preparazione e gare ufficiali al Tamagnini.
Il presidente della Cpc2005 Sergio Presutti in primis ha delineato e sottolineato le linee guida: «Iniziamo questa stagione con la convinzione di far praticare calcio a tutti, come del resto da tempo facciamo, ma in special modo quest’anno dove abbiamo deciso di ampliare e consolidare la nostra realtà. Onorato di intraprendere questo cammino, sempre con sulle spalle il nome importante della Compagnia Portuale di Civitavecchia che ci guida ovunque, con il nuovo ds Sandro Fabietti e il mister Paolo Caputo. Si guarda al presente e al futuro, quanto fatto in passato ci serva solo come esperienza. C’è la determinazione più che la convinzione di far bene, con il lavoro e dei ruoli ben definiti all’interno della società. Personaggi forti e preparati, tutti, con cui iniziamo questa nuova avventura calcistica».
«È un nuovo anno calcistico che iniziamo innanzi tutto con la definizione dei ruoli, – dichiara Patrizio Scilipoti -. Lavoro di collaborazione da parte nostra, parte amministrativa di cui ci faremo carico, ma che è stata determinata dalla scelta di due uomini chiave: Sandro Fabietti e Paolo Caputo. In loro quella professionalità necessaria a far crescere la società, e nell’ambito dilettantistico sono certo che sono i nomi migliori a cui affidare il progetto di crescita. Se ne vedono già i risultati con i volti dei nuovi arrivi. Sono convinto che non snatureremo mai la volontà di far fare calcio a tutti, è la nostra priorità e qualunque cosa avvenga sarà in nostro incipit di calcio».
«Ci mettiamo sempre l’anima perchè crediamo nello sport vero e senza business – sottolinea Enrico Luciani -. Dal primo all’ultimo indistintamente sono necessari per la causa, questo è il modo in cui intendiamo il calcio. Gli uomini che ho al mio fianco non credo abbiano bisogno di presentazione, uomini preparati che di calcio ne sanno e pure approfonditamente. Sarà un anno importante quello che sta per iniziare, perchè finalmente vedremo coronato il nostro sogno. La proiezione nel calcio della nostra città in una dimensione che gli appartiene. Possibile tramite i progetti del Tamagnini e del Fattori oramai in fase di arrivo. Il sogno di unire le due tifoserie, ora distinte tra Civitavecchia e Cpc2005, non è fantasia: ci crediamo in questa unione e la porteremo a termine. Ci abbiamo provato con Ivano Iacomelli, che ringrazio ancora pubblicamente per quanto fatto, ma sono convinto che è stato solo un rimandare».
«Onorato di essere qui – esordisce Paolo Caputo -, un gruppo dirigenziale a cui sono legato da anni e che conosco bene. La loro solidità, struttura e programmi futuri mi hanno convinto da subito ad accettare. Lavoreremo per plasmarla da grande questa Cpc2005, con Sandro (il ds Fabietti – ndr), stiamo costruendo una rosa importante che possa competere in maniera significativa. Non faccio proclami ma lavoreremo sempre in tal senso».
«Ho l’onore di essere qui al fianco dell’amico Sergio – conclude Sandro Fabietti -, con cui sono convinto di fare qualcosa di unico. Mi ha entusiasmato da subito la stabilità societaria e come intendono il calcio. Abbiamo l’intenzione nel giro di tre o quattro anni di portarla dove merita, basta solo lavorare a testa bassa in tal senso. Il mercato? Abbiamo appena iniziato». 

Ecco i primi tre colpi: arrivano Treccarichi, Tabarini e Papa Ndao

In occasione della conferenza stampa i vertici portuali hanno inoltre annunciato i primi tre colpi di mercato ufficiali per la stagione 2018/2019: Alessio Treccarichi, difensore classe ’98 nell’ultima stagione al Civitavecchia1920 in Eccellenza; Giuseppe Tabarini, attaccante classe ’95 che ha concluso la stagione al Real Monterotondo in Eccellenza, in prestito dal Civitavecchia, con cui ha giocato fino all’apertura del mercato invernale; Papa Ndao, attaccante classe ’85, nell’ultima stagione al Maccarese in Promozione.
Il club ha poi fatto sapere che Stefano Gallo, esterno classe ’96 che nell’ultima stagione ha giocato col Pomezia in Eccellenza, era presente alla conferenza stampa, ma nulla è definito a tal proposito, anche se rimane l’auspicio che possa indossare a breve la maglia della Roja.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Cpc2005 promette scintille

L’anno zero della Cpc2005 a livello calcistico era nell’aria e se n’è avuta la conferma ieri mattina. Una conferenza stampa presenziata dai vertici portuali, tenutasi presso gli uffici della Compagnia Portuale Civitavecchia, dove il presidente onorario Enrico Luciani, il presidente Sergio Presutti, il tecnico Paolo Caputo, il direttore sportivo Sandro Fabietti e il direttore generale Patrizio Presutti   hanno presentato la prossima stagione. 
Si è prima ribadito che la priorità è un calcio aperto a tutti, a partire dalla scuola calcio, con quote accessibili, si sono poi gettate le basi per un futuro da protagonisti.
Sandro Fabietti e Paolo Caputo sono gli uomini chiave per la rinascita e il consolidamento di un movimento che da ora in avanti ha intenzione di essere il faro per il calcio cittadino.
Per l’inizio dei lavori allo stadio Fattori si attende l’ok dei beni culturali, una risposta che potrebbe arrivare domani come a ottobre. 
Nel frattempo le squadre portuali svolgeranno preparazione e gare ufficiali al Tamagnini.
Il presidente della Cpc2005 Sergio Presutti in primis ha delineato e sottolineato le linee guida: «Iniziamo questa stagione con la convinzione di far praticare calcio a tutti, come del resto da tempo facciamo, ma in special modo quest’anno dove abbiamo deciso di ampliare e consolidare la nostra realtà. Onorato di intraprendere questo cammino, sempre con sulle spalle il nome importante della Compagnia Portuale di Civitavecchia che ci guida ovunque, con il nuovo ds Sandro Fabietti e il mister Paolo Caputo. Si guarda al presente e al futuro, quanto fatto in passato ci serva solo come esperienza. C’è la determinazione più che la convinzione di far bene, con il lavoro e dei ruoli ben definiti all’interno della società. Personaggi forti e preparati, tutti, con cui iniziamo questa nuova avventura calcistica».
«È un nuovo anno calcistico che iniziamo innanzi tutto con la definizione dei ruoli, – dichiara Patrizio Scilipoti -. Lavoro di collaborazione da parte nostra, parte amministrativa di cui ci faremo carico, ma che è stata determinata dalla scelta di due uomini chiave: Sandro Fabietti e Paolo Caputo. In loro quella professionalità necessaria a far crescere la società, e nell’ambito dilettantistico sono certo che sono i nomi migliori a cui affidare il progetto di crescita. Se ne vedono già i risultati con i volti dei nuovi arrivi. Sono convinto che non snatureremo mai la volontà di far fare calcio a tutti, è la nostra priorità e qualunque cosa avvenga sarà in nostro incipit di calcio».
«Ci mettiamo sempre l’anima perchè crediamo nello sport vero e senza business – sottolinea Enrico Luciani -. Dal primo all’ultimo indistintamente sono necessari per la causa, questo è il modo in cui intendiamo il calcio. Gli uomini che ho al mio fianco non credo abbiano bisogno di presentazione, uomini preparati che di calcio ne sanno e pure approfonditamente. Sarà un anno importante quello che sta per iniziare, perchè finalmente vedremo coronato il nostro sogno. La proiezione nel calcio della nostra città in una dimensione che gli appartiene. Possibile tramite i progetti del Tamagnini e del Fattori oramai in fase di arrivo. Il sogno di unire le due tifoserie, ora distinte tra Civitavecchia e Cpc2005, non è fantasia: ci crediamo in questa unione e la porteremo a termine. Ci abbiamo provato con Ivano Iacomelli, che ringrazio ancora pubblicamente per quanto fatto, ma sono convinto che è stato solo un rimandare».
«Onorato di essere qui – esordisce Paolo Caputo -, un gruppo dirigenziale a cui sono legato da anni e che conosco bene. La loro solidità, struttura e programmi futuri mi hanno convinto da subito ad accettare. Lavoreremo per plasmarla da grande questa Cpc2005, con Sandro (il ds Fabietti – ndr), stiamo costruendo una rosa importante che possa competere in maniera significativa. Non faccio proclami ma lavoreremo sempre in tal senso».
«Ho l’onore di essere qui al fianco dell’amico Sergio – conclude Sandro Fabietti -, con cui sono convinto di fare qualcosa di unico. Mi ha entusiasmato da subito la stabilità societaria e come intendono il calcio. Abbiamo l’intenzione nel giro di tre o quattro anni di portarla dove merita, basta solo lavorare a testa bassa in tal senso. Il mercato? Abbiamo appena iniziato». 

Ecco i primi tre colpi: arrivano Treccarichi, Tabarini e Papa Ndao

In occasione della conferenza stampa i vertici portuali hanno inoltre annunciato i primi tre colpi di mercato ufficiali per la stagione 2018/2019: Alessio Treccarichi, difensore classe ’98 nell’ultima stagione al Civitavecchia1920 in Eccellenza; Giuseppe Tabarini, attaccante classe ’95 che ha concluso la stagione al Real Monterotondo in Eccellenza, in prestito dal Civitavecchia, con cui ha giocato fino all’apertura del mercato invernale; Papa Ndao, attaccante classe ’85, nell’ultima stagione al Maccarese in Promozione.
Il club ha poi fatto sapere che Stefano Gallo, esterno classe ’96 che nell’ultima stagione ha giocato col Pomezia in Eccellenza, era presente alla conferenza stampa, ma nulla è definito a tal proposito, anche se rimane l’auspicio che possa indossare a breve la maglia della Roja.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni, Evangelisti e Fanciulli dominano nel Mediterraneo

Strepitosi civitavecchiesi signori del windsurf. Ai Giochi del Mediterraneo prestazioni eccelse messe a segno nel Windsurf (classe Rs:X Olimpica) dai civitavecchiesi Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre e testimonial Unicef), Matteo Evangelisti e Veronica Fanciulli (GS Aeronautica Militare): dopo le regate di questi giorni Camboni è primo, secondo Evangelisti e quinta la Fanciulli. Nelle due prove di oggi Camboni ha chiuso due volte primo e Evangelisti due volte secondo. Grande Veronica Fanciulli che nella prima regata ha chiuso al secondo posto e nella seconda regata addirittura prima assoluta e ora è sempre quinta ma con il podio a soli 7 punti di distanza. In una competizione così importante dove partecipano solo i migliori atleti a rappresentare le proprie nazioni raggiungere questi risultati è davvero una grande impresa che dà lustro allo sport azzurro e alla nostra città. La vela e quindi il windsurf è tra gli sport facenti parte della grande competizione sportiva dei Giochi del Mediterraneo che si stanno svolgendo a Tarragona in Spagna e che si concluderanno con la medal race che si svolgerà venerdì 29 giugno; per il team Italia a rappresentare tutta la vela ci sono solo 8 atleti, tre dei quali civitavecchiesi. Nel femminile l’azzurra Flavia Tartaglini rincorre l'oro e con lei la nostra Veronica Fanciulli, talento giovane classe ’94 (oro mondiale e argento olimpico youth) che gareggiando oggi in medal può raggiungere uno dei gradini del podio. Per la squadra maschile Mattia Camboni è il faro della squadra della classe RS:X. Proprio Camboni è il bronzo europeo e a Tarragona sta dando il massimo. Da rilevare le eccellenti prestazioni del giovane Matteo Evangelisti (classe ’98), il ragazzo nonostante la giovane età ha già fatto un ottimo cammino fin qui e anche a Tarragona e riuscito a mettere sotto botta anche gli atleti più esperti. Nella prima giornata sono andati bene sia Mattia Camboni che Matteo Evangelisti nell’unica prova della classe RS:X maschile: i due hanno chiuso rispettivamente al terzo e al quarto posto, in scia al francese Louis Giard campione d’Europa in carica; ottimo secondo posto per Veronica Fanciulli dietro alla spagnola Blanca Maria Manchon Dominguez. Nella seconda giornata si sono svolte tre regate. Straordinaria doppietta italiana nella regata 2: Matteo Evangelisti ha preceduto Mattia Camboni; nella terza regata dominio assoluto di Mattia Camboni e quarto posto per Matteo Evangelisti. Nella regata 4 secondo posto di Mattia Camboni e settimo posto per Matteo  Evangelisti. Al termine della giornata quindi Camboni era secondo in classifica, mentre Evangelisti era quarto. Nella stessa giornata nell'Rs:X femminile settimo e sesto posto per Veronica Fanciulli e quindi in classifica generale Tartaglini era seconda, mentre Fanciulli era quinta. Nella terza giornata Matteo Evangelisti ha brillato con un secondo e un primo posto, risultati che gli hanno consentito di salire al terzo posto della classifica generale con 12 punti, ad una lunghezza dal compagno Mattia Camboni, che è rimasto secondo grazie ad un quarto e un terzo posto. Nel femminile al termine delle regate l'azzurra Flavia Tartaglini era terza, mentre Veronica Fanciulli è rimasta saldamente al quinto posto dopo un buon terzo posto seguito da un ottavo e un settimo. Martedì si è osservato un giorno di riposo. Oggi nel femminile dominio della Fanciulli migliore di tutti anche della compagna di squadra Flavia Tartaglini. Eccezionali risultati anche nel maschile: doppietta di Mattia Camboni e Matteo Evangelisti nelle due regate quindi Camboni è primo in classifica generale mentre Evangelisti è secondo. Domani si svolgeranno invece le ultime due prove prima della medal race di venerdì.  (Rom. Mos.)

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni, Evangelisti e Fanciulli dominatori assoluti del Mediterraneo

Strepitosi civitavecchiesi signori del windsurf. Ai Giochi del Mediterraneo prestazioni eccelse messe a segno nel Windsurf (classe Rs:X Olimpica) dai civitavecchiesi Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre e testimonial Unicef), Matteo Evangelisti e Veronica Fanciulli (GS Aeronautica Militare): dopo le regate di questi giorni Camboni è primo, secondo Evangelisti e quinta la Fanciulli. Nelle due prove di ieri Camboni ha chiuso due volte primo e Evangelisti due volte secondo. Grande Veronica Fanciulli che nella prima regata ha chiuso al secondo posto e nella seconda regata addirittura prima assoluta e ora è sempre quinta ma con il podio a soli 7 punti di distanza. In una competizione così importante dove partecipano solo i migliori atleti a rappresentare le proprie nazioni raggiungere questi risultati è davvero una grande impresa che dà lustro allo sport azzurro e alla nostra città. La vela e quindi il windsurf è tra gli sport facenti parte della grande competizione sportiva dei Giochi del Mediterraneo che si stanno svolgendo a Tarragona in Spagna e che si concluderanno con la medal race che si svolgerà venerdì 29 giugno; per il team Italia a rappresentare tutta la vela ci sono solo 8 atleti, tre dei quali civitavecchiesi. Nel femminile l’azzurra Flavia Tartaglini rincorre l'oro e con lei la nostra Veronica Fanciulli, talento giovane classe ’94 (oro mondiale e argento olimpico youth) che gareggiando oggi in medal può raggiungere uno dei gradini del podio. Per la squadra maschile Mattia Camboni è il faro della squadra della classe RS:X. Proprio Camboni è il bronzo europeo e a Tarragona sta dando il massimo. Da rilevare le eccellenti prestazioni del giovane Matteo Evangelisti (classe ’98), il ragazzo nonostante la giovane età ha già fatto un ottimo cammino fin qui e anche a Tarragona e riuscito a mettere sotto botta anche gli atleti più esperti. Nella prima giornata sono andati bene sia Mattia Camboni che Matteo Evangelisti nell’unica prova della classe RS:X maschile: i due hanno chiuso rispettivamente al terzo e al quarto posto, in scia al francese Louis Giard campione d’Europa in carica; ottimo secondo posto per Veronica Fanciulli dietro alla spagnola Blanca Maria Manchon Dominguez. Nella seconda giornata si sono svolte tre regate. Straordinaria doppietta italiana nella regata 2: Matteo Evangelisti ha preceduto Mattia Camboni; nella terza regata dominio assoluto di Mattia Camboni e quarto posto per Matteo Evangelisti. Nella regata 4 secondo posto di Mattia Camboni e settimo posto per Matteo  Evangelisti. Al termine della giornata quindi Camboni era secondo in classifica, mentre Evangelisti era quarto. Nella stessa giornata nell'Rs:X femminile settimo e sesto posto per Veronica Fanciulli e quindi in classifica generale Tartaglini era seconda, mentre Fanciulli era quinta. Nella terza giornata Matteo Evangelisti ha brillato con un secondo e un primo posto, risultati che gli hanno consentito di salire al terzo posto della classifica generale con 12 punti, ad una lunghezza dal compagno Mattia Camboni, che è rimasto secondo grazie ad un quarto e un terzo posto. Nel femminile al termine delle regate l'azzurra Flavia Tartaglini era terza, mentre Veronica Fanciulli è rimasta saldamente al quinto posto dopo un buon terzo posto seguito da un ottavo e un settimo. Martedì si è osservato un giorno di riposo. Ieri (27 giugno) nel femminile le regate svoltesi non hanno cambiato la classifica con la Tartaglini terza e la Fanciulli quinta. Oggi eccezionali risultati nel maschile: doppietta di Mattia Camboni e Matteo Evangelisti nelle due regate quindi Camboni è primo in classifica generale mentre Evangelisti è secondo. Oggi si svolgeranno invece le ultime due prove prima della medal race di venerdì.  (Rom. Mos.)

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###