Cpc2005 e Td S. Marinella regine di derby

Il derby di Civitavecchia valevole per la nona giornata del campionato di serie C2 ha dato il suo verdetto: la regina della città, almeno per ora, è la Cpc2005, che espugna 5-2 il campo della Futsal Academy. Tante le defezioni in casa portuale,  prima e durante la gara. Cerrotta tra tutte, neanche partecipa alla diatriba, a cui si aggiunge durante il match quella di Ranzoni. Qualcuno il campo non lo vedeva da un po invece. Al rientro Frusciante dopo un lungo infortunio, cosi come Agozzino fermo da quasi un mese tra una squalifica e lo stop dei campionati. Corredo per gli annali e le statistiche, ma che  non frenano gli uomini di Angelo Branchesi, in tribuna e sostituito da Oreste Francavilla. Da annoverare le due espulsioni che segnano il referto, da una parte il portiere Saraudi nella prima frazione, dall’altra quella di Tangini a fine gara. Pubblico delle grandi occasioni, finalmente per il calcio a cinque cittadino ci sono due solide realtà da ammirare.  Queste le note a margine di un derby corretto ma in cui si sentiva il brivido, già dall’avvio. Al secondo minuto la Cpc2005 è già avanti, fucilata di Arduini da centrocampo che Ranzoni devia quel tanto che basta per insaccare. Zero a uno. La Futsal tenta di rientrare in gara quattro minuti dopo, bolide di Rocchi ma  è Persi a dire di no. Bell’intervento il suo. Al decimo la Futsal rimane temporaneamente in inferiorità numerica, Ranzoni si invola e Saraudi respinge la sfera fuori dall’area con le mani. Espulso. La Cpc2005 cerca di approfittare della superiorità numerica, punizione calciata da Tangini ma la sfera si spegne sul palo. Poco dopo Arduini e Agozzino quasi a botta sicura, ma l’estremo difensore del Futsal si supera in entrambe le occasioni. Al 19’ è però la Futsal a segnare e  agguantare il pari, è Fattori a beffare Persi. Uno a uno. La Cpc2005 non ci sta e due minuti dopo rimette la testa avanti, tiro di Agozzino con  Leone che è nei pressi della traiettoria e insacca. Uno a due. la Futsal chiude la prima frazione con un legno, lo colpisce Rosalba direttamente da calcio da fermo. Si va a riposo cosi, vantaggio meritato. Si rientra sul terreno di gioco e dopo qualche schermaglia la Cpc2005 triplica, calcio di punizione da quasi centrocampo  di cui se ne incarica lo specialista Agozzino: tiro e palla nel sacco. Uno a tre.  Persi poco dopo si oppone da far suo al tiro di un giocatore della Futsal, è il preludio però alla quaterna portuale. Galoppata di Frusciante e sfera a Leone che non sbaglia. Uno a Quattro. La Futsal al 23’ accorcia le distanze con Rosalba. I falli la fanno da padrone e si inizia con i tiri liberi, da entrambe le parti.  Agozzino su tiro libero non sbaglia e ristabilisce le distanze, siamo ora sul due a cinque. Dall’altra parte il protagonista è Persi, che prima  si mette in mostra  sul tiro di Notarnicola e poi su quello di Rosalba. L’ultima occasione per i portuali è di Panunzi, respinta. Non c’è più tempo se non per festeggiare negli spogliatoi. La Cpc2005 del binomio Cpc e Atletico Tirrena si aggiudica il primo derby di C2 nel calcio a 5 sulla Futsal Academy. 
Futsal Academy: Notarnicola, Pinna, Bertini, Rocchi, Fattori, Rasalba, Ferraccioli, Cibelli, Saraudi, Moretti, Lancia, Guzzone. Allenatore: F. Nunzi.
Cpc2005: Agozzino, Cacace, Cerrotta, Caselli, Frusciante, Arduini, Leone, Panunzi, Persi, Tangini, Petretto, Ranzoni. Allenatore: O. Francavilla (Branchesi in tribuna).
La nona giornata del girone di andata prevedeva anche il derby tra la Td Santa Marinella e il Futsal Santa Severa. La prima stracittadina nella storia delle due società di calcetto, che si è chiusa a favore dei ragazzi di mister Di Gabriele, che si sono imposti per 4-2. C’è da sottolineare che la gara è stata di una correttezza esemplare e pochi sono stati i falli sanzionati dall’arbitro nei confronti dei due quintetti. Iniziavano bene i padroni di casa che dopo appena sette minuti si trovavano in doppio vantaggio grazie ai gol di Nistor e di Maggi. Nella ripresa, la Td realizzava la terza marcatura (sempre con Nistor) e praticamente metteva una seria ipoteca alla vittoria finale. Ma a dare maggior soddisfazione ai locali, era il gol segnato da Kenji Fantozzi, classe 2001, il più giovane giocatore del campionato di C2, che al 18’ realizzava il quarto gol. Al 26’ però, il bomber santaseverino Simone Fantozzi, dopo aver tenuto in piedi la squadra praticamente da solo, si toglieva la soddisfazione di segnare una rete ai suoi ex, quando ormai i giochi erano fatti. «È stato un incontro molto corretto – dice il neo allenatore della Futsal Luchetti – purtroppo siamo stati sfortunati nelle conclusioni, mentre loro con due tiri hanno realizzato i due gol che ci hanno messo in ginocchio». 
«Sapevo che era una squadra tosta – afferma mister Di Gabriele – e per questo avevo chiesto ai giocatori di partire forte. Chiaramente potevamo fare di più ma sono contento così, in particolare del giovane Kenji che a 16 anni entra nel mondo del calcetto con un bel gol».
Sontuosa, infine, la prova del Real Fiumicino Futsal Isola, che vince 6-2 lo scontro diretto col Laurentino Fonte Ostiense e vola in testa in compagnia dell’Eur Massimo.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Bilancio, Fantozzi: ''Stagnazione, carestia e degrado''

SANTA MARINELLA – Il coordinatore locale di Fratelli d’Italia Ilaria Fantozzi spara a zero contro il sindaco Tidei che nel suo resoconto sul bilancio, ha annunciato ufficialmente che per il prossimo anno ci saranno degli aumenti considerevoli di tutte le tasse comunali. 
«Il bilancio è stato approvato – spiega la Fantozzi – ed a causa del dissesto i cittadini avranno un aumento Irpef dell’undici per cento e un aumento della Tari del 23 per cento, su una tariffa già alta di suo per un servizio di bassa qualità. Via Quattro Novembre è stata chiusa in direzione Roma e non c’è alternativa di viabilità, le buche sono ancora presenti malgrado l’impegno dei cittadini volontari, la segnaletica stradale in alcune zone continua a mancare. Insomma, due anni difficili per la cittadinanza, così come ci comunica l’onorevole sindaco, preparandoci ad un tartassamento economico e degrado urbanistico e ambientale. Le attività continuano a chiudere per il vuoto turistico che non trasuda economia e la mortadella viene venduta anche a 18 euro al chilo in alcuni esercizi per fronteggiare le spese. Bene, questa la realtà dopo sei mesi di insediamento di questa amministrazione. L’importante però, a detta del sindaco, è che si inizi ad intravedere una luce in fondo al tunnel. La veggente amministrazione è fortunata nel vederla». 
«Noi – prosegue la Fantozzi –  per il momento non vediamo nulla anzi, notiamo stagnazione, carestia e degrado. E’ questa l’innovazione politica promessa in campagna elettorale che ha portato al consenso popolare di questa amministrazione? Erano queste le promesse fatte alla cittadinanza? In sei mesi il vuoto. Ma si è colpa del passato e dell’immobilismo politico e strutturale di chi aveva vinto, è colpa del passato se i servizi sono peggiorati, se si pagano più tasse, se ci sono le buche, se le vie vengono chiuse, se ci sono quasi cento deleghe che non servono a nulla se non per accontentare sostenitori e non far crollare questa macchina senza carburante? Ma una parte di questi problemi si conoscevano già e non è forse per questo che si parlava di programmi elettorali per la rinascita della Perla? Quali sono le iniziative concrete che l’amministrazione vuole intraprendere per aiutare i cittadini, per aggiustare le cose, per rendere vivibile questo Paese? “Lo sapremo nella prossima puntata – conclude la Fantozzi – della serie Tidei e il meraviglioso mondo del dissesto santamarinellese. Accorrete tutti e sostenete il nostro sindaco buttando ghirlande per le strade».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella ospite del Tuscia Ants

Dopo aver saltato l’ultimo turno di campionato con la Stella Azzurra per l’indisponibilità del Pala De Angelis, danneggiato dal forte vento delle scorse settimane, il Santa Marinella di Daniele Precetti sarà impegnato nella serata di oggi al Pala Malè di Viterbo per affrontare la Tuscia Basket Ants, squadra attestata al terzo posto in classifica dietro San Raffaele e Frascati. Le tirreniche, con i loro sei punti in classifica, sono appena a due punti di distanza dalle viterbesi e quindi punteranno a vincere la gara e appaiare in graduatoria le padrone di casa. In settimana, invece, le Under del coach Liturri, hanno affrontato la Virtus Albano Pavona, uscendo sconfitte per 61 a 38, in una partita che, dopo alcuni minuti del primo quarto, le ha viste sempre in svantaggio. 
Dopo quella fase, infatti, è parso che le santamarinellesi procedessero con il freno tirato, non riuscendo a trovare le misure giuste per contrastare la zona difensiva e gli attacchi in ripartenza delle padrone di casa. Molti gli errori delle tirreniche, con percentuali realizzative, soprattutto dalla lunetta, al di sotto dei loro standard. 
Anche nel secondo tempo l’andazzo rimane lo stesso, con le ospiti che non riescono a trovare gli stimoli giusti per reagire contro un’avversaria apparsa più incisiva.
Santa Marinella: Casciani 8, Celestini 7, Mercolini 6, Lostia 4, Quaicoe 4, Zampolini 3, Salomone 2, Bettini 2, Liturri 2, Passacantilli, Fantozzi, Lo Presti. Allenatore: Liturri.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella ospite del Tuscia Ants

Dopo aver saltato l’ultimo turno di campionato con la Stella Azzurra per l’indisponibilità del Pala De Angelis, danneggiato dal forte vento delle scorse settimane, il Santa Marinella di Daniele Precetti sarà impegnato nella serata di oggi al Pala Malè di Viterbo per affrontare la Tuscia Basket Ants, squadra attestata al terzo posto in classifica dietro San Raffaele e Frascati. Le tirreniche, con i loro sei punti in classifica, sono appena a due punti di distanza dalle viterbesi e quindi punteranno a vincere la gara e appaiare in graduatoria le padrone di casa. In settimana, invece, le Under del coach Liturri, hanno affrontato la Virtus Albano Pavona, uscendo sconfitte per 61 a 38, in una partita che, dopo alcuni minuti del primo quarto, le ha viste sempre in svantaggio. 
Dopo quella fase, infatti, è parso che le santamarinellesi procedessero con il freno tirato, non riuscendo a trovare le misure giuste per contrastare la zona difensiva e gli attacchi in ripartenza delle padrone di casa. Molti gli errori delle tirreniche, con percentuali realizzative, soprattutto dalla lunetta, al di sotto dei loro standard. 
Anche nel secondo tempo l’andazzo rimane lo stesso, con le ospiti che non riescono a trovare gli stimoli giusti per reagire contro un’avversaria apparsa più incisiva.
Santa Marinella: Casciani 8, Celestini 7, Mercolini 6, Lostia 4, Quaicoe 4, Zampolini 3, Salomone 2, Bettini 2, Liturri 2, Passacantilli, Fantozzi, Lo Presti. Allenatore: Liturri.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Le famiglie espongano un tricolore in onore ai caduti''

SANTA MARINELLA – «Apprendiamo dalla stampa che oggi ci sarà la cerimonia per la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. In realtà avremmo voluto leggere, da qualche parte, nella locandina, il ricordo del centenario della vittoria della prima guerra mondiale». Ad affermarlo è Roberta Felici coordinatore locale della Lega. «Non trovandone traccia – continua Felici – la cerimonia sa tanto di compitino e cela un non per niente velato imbarazzo, nel celebrare quella che per molti è una ricorrenza scomoda, calpestata dalla logica del politicamente corretto. Non dare risalto all’anniversario significa oscurare il valore degli oltre 650mila soldati il cui sacrificio ha permesso di mettere un tassello fondamentale per la storia della nostra Nazione. Una storia che abbiamo il dovere morale di ricordare e trasmettere alle nuove generazioni le quali devono conoscere il patriottismo che animò quelle battaglie. Invitiamo pertanto tutti i cittadini e le forze politiche che vorranno rendere omaggio al sacrificio dei nostri nonni e bisnonni a venire alle 11 al Monumento dei Caduti per ricordare, a cento anni di distanza, l’eroismo ed il coraggio di chi ha combattuto per l’onore della patria». Sulla questione interviene anche Fratelli D’Italia. «Noi scegliamo la coerenza – commenta Ilaria Fantozzi – non presentandoci alla cerimonia presenziata da un Sindaco che, la settimana prima, era nelle piazze cittadine offrendo solidarietà al sindaco di Riace e allo sprar, una linea politica in netto contrasto con una cerimonia che vede la vittoria dell’Italia e la fine della grande guerra contro l’invasore straniero. I caduti che hanno combattuto per la sovranità nazionale e l’indipendenza meritano rispetto. Invitiamo la cittadinanza ad esporre un tricolore nelle proprie abitazioni, come simbolo di onore ai caduti e per la salvaguardia delle libere istituzioni, sovrane in uno stato democratico, grazie a questi eroici soldati che ci hanno regalato la dignità di chiamarci italiani sotto un’unica bandiera».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Real Fiumicino/Futsal Isola non sbaglia un colpo

Per la terza giornata del campionato di serie C2, il Santa Severa Futsal fa visita alla capolista Laurentino Fonte Ostiense in una trasferta sicuramente difficile. Gli ospiti si presentano con soli 10 elementi, date le molte defezioni degli ultimi giorni. L’inizio è difficile con i padroni di casa che spingono forte e il Santa Severa va in difficoltà e dopo dieci minuti trovano il vantaggio. Da quel momento la partita diventa più equilibrata, con occasioni da una parte e dall’altra fino alla chiusura del primo tempo dove i locali trovano il raddoppio su un errore della difesa ospite. Nella ripresa, i ragazzi di Villella trovano subito la rete con un ottimo Ragone che, dopo qualche minuto, è costretto ad uscire per infortunio. Gli ospiti premono e trovano il pareggio con Fantozzi. La gara va via su ritmi molto intensi e i padroni di casa trovano a dieci minuti dalla fine un uno-due che li porta sul 4-2. Il Santa Severa non ci sta e torna sotto con Morra. Gli ultimi minuti sono vibranti ma la partita termina sul punteggio di 4-3 per i padroni di casa. 
«Nonostante le tante assenze – commenta il presidente Daniele Guidoni – i ragazzi sono entrati con l’atteggiamento giusto, è un momento particolarmente delicato, molti ragazzi hanno deciso di non dare fiducia al nostro progetto ed al mister ma quelli che sono rimasti stanno dimostrando grande compattezza e sono convinto che da qui in avanti dimostreremo sempre di più di poterci stare in questa categoria». 
Pareggio interno per la Td Santa Marinella che non va oltre il 2-2 con La Pisana. Un momento non molto felice per i tirrenici che nelle ultime due gare interne hanno ottenuto un solo punto all’attivo.
Tre su tre. Nove punti nel borsone e cima della classifica arpionata, a braccetto con Eur e Laurentino. Il Virtus Monterosi all’Olimpia Club fa solo da sparring partner. Il finale recita 4-2, con doppiette di Bonanno e Serbari, in una partita che il Real Fiumicino/Futsal Isola chiude già nel primo tempo e gestisce nel secondo. Roba da grandi. Miglior inizio di campionato il presidente Giuseppe Picciano non poteva chiedere. 
«È stata una partita dominata nel primo tempo e portata a casa nel secondo senza troppo soffrire – spiega Daniele Zaza -. Forse siamo scesi un pochino di intensità dopo il 3-0 ma ci sta. Il risultato non è mai stato in discussione. Il campionato? Volevamo partire bene, non era semplice – spiega il laterale di Fiumicino -. Abbiamo incontrato squadre comunque competitive. Il Monterosi si difendeva con ordine, non ripartiva. Non era facile portarla a casa. Siamo stati invece maturi, non ci siamo mai scomposti, abbiamo gestito il possesso e colpito al momento giusto. Siamo un ottimo roster. Normale che ci si debba ancora amalgamare del tutto, ma siamo sulla strada giusta. Io dopo l’infortunio in preparazione mi sento bene. Sto piano piano recuperando il ritmo partita, va sempre meglio sia con i compagni che con il mister. Sabato affrontiamo un’altra ottima squadra, in casa loro. Il Grande Impero vuole vincere il campionato. Noi vogliamo fare un’altra grande impresa e far felici i tifosi e la società». 
Cade per la prima volta in casa la Futsal Academy contro il Valencia per 2-3. Dopo il 2-0 indolore della settimana scorsa contro il Grande  Impero, ecco un’altra sconfitta per la compagine civitavecchiese autrice di una prestazione decisamente non all’altezza. Eppure la partita si mette bene per i padroni di casa bravi ad andare in vantaggio dopo pochi minuti di gioco con una bella azione corale conclusa da Cibelli. Il goal sveglia però gli ospiti fin lì poco reattivi, che pareggiano dopo nemmeno 2 minuti: un triangolo stile Basket Dai&Vai sul quale Cleri non può nulla. Mentre la Futsal accusa il colpo e perde certezze, gli Amaranto galvanizzati dal pareggio immediato prendono in mano il gioco, alzano il pressing e si avvicinano al raddoppio più volte con ripartenze fulminee. Il gol è nell’aria ed infatti è Egidi che ribalta il risultato al 20’ sfruttando proprio una di queste ripartenze. Si chiude il primo tempo con il risultato di 1-2 per gli ospiti decisamente più in forma.
La seconda frazione si apre nel segno della Futsal, che prova a ribaltare nuovamente il risultato con il suo classico giro palla, ma senza riuscire mai a impensierire il portiere avversario. Così sfruttando l’ennesima ripartenza Egidi conferma il suo momento di grazia e segna il 3 goal dopo l’ennesima ripartenza fotocopia. 
Mister Taldini prova a scuotere i suoi inserendo tutti i giocatori  della rosa, ma la Futsal non riesce mai ribaltare l’inerzia o a rendersi pericolosa sotto porta. Troppo tardiva la rete su tiro libero di Notarnicola nel recupero che fissa il risultato finale sul 2-3 per i romani.
Una Futsal lenta e confusionaria esce nuovamente sconfitta, ma questa volta senza nessun alibi sui quali aggrapparsi.
Vittoria di misura della Cpc2005, che al centro sportivo di San Liborio supera 4-3 il Blue Green. Dopo essere andata in vantaggio con Panunzi il Blue Green opera il sorpasso, in rete per i romani  Federico Francescangeli, doppietta per lui. Amnesia che Branchesi deve aver spiegato per bene negli spogliatoi ai suoi, perchè  al ritorno in campo, dopo neanche un minuto, Ranzoni riportava il punteggio in parità. Agozzino e Leone a metà tempo mettevano i loro nomi a referto con due segnature,  portando  avanti i portuali di due lunghezze. A poco serviva  il gol ospite di Lucioli nel finale di gara, la Cpc2005 vince meritatamente per 4 a 3 e si porta a casa i tre punti. È servito solo ritrovare le energie e la giusta determinazione negli spogliatoi, per una vittoria che fa fare un bel balzo in avanti in classifica e che porta la squadra a ridosso dei playoff.  Classifica bugiarda nei confronti del Blue Green, davanti alla Cpc2005  oggi c’è stata una squadra che non merita assolutamente l’ultimo posto in classifica.
«Una partita che abbiamo rischiato di compromettere sul finire del primo tempo – dichiara mister Branchesi – in concomitanza dell’infortunio accaduto a Tangini abbiamo preso due gol in contropiede. Al ritorno in campo ho visto tutt’altra squadra, capace di arrivare fino al 4 a 2 senza subire nulla di particolare. Solo in zona Cesarini abbiamo subito il loro terzo gol,  sfruttando il portiere in movimento».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fratelli d'Italia rilancia l'unità del centrodestra

CIVITAVECCHIA – "Dopo l’accordo tra Salvini, Berlusconi e Meloni a livello nazionale, anche a livello locale e, quindi, anche nei principali comuni del Lazio chiamati al voto a maggio 2019, Civitavecchia in primis, Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia avranno certamente la capacità e la volontà di mettere da parte eventuali personalismi e di andare uniti, per offrire ai cittadini di Civitavecchia e degli altri Comuni del Lazio l’unica alternativa di governo e di cambiamento seria e credibile, quella del centrodestra unito". Parola di Paolo Iarlori, il presidente del circolo territoriale "Giorgio Almirante" di Fratelli d'Italia che ieri ha partecipato al seminario "Una destra in movimento" organizzato dal circolo Pyrgi di Santa Marinella. 

"Ringraziamo in particolare Ilaria Fantozzi e Fabrizio Fratini per l'ospitalità e ci congratuliamo con loro per la riuscita della manifestazione – ha commentato Iarlori – grazie alla partecipazione dei rappresentanti di Fratelli d’Italia di Santa Marinella, Civitavecchia, Cerveteri, Ladispoli e Bracciano è stato possibile confrontarsi sulle problematiche dei territori e rinsaldare i rapporti di collaborazione tra i circoli del litorale a Nord di Roma (in questo grande merito va ascritto a Renzo Marchetti, consigliere comunale di Ladispoli e coordinatore sul litorale per Fratelli d’Italia da alcuni mesi). Grazie alla presenza di autorevoli rappresentanti istituzionali negli enti sovracomunali di Fratelli d’Italia, da sempre attenti alle istanze del nostro territorio, Andrea Volpi e Micol Grasselli (Consiglieri Metropolitani) e Giancarlo Righini (consigliere regionale) è stato possibile confrontarsi con i nostri esponenti nelle istituzioni, rafforzando anche la collaborazione tra loro ed i circoli territoriali, ai quali è rimessa l’azione politica del nostro partito sul territorio veicolando istanze e proposte, attraverso i nostri rappresentanti, nelle istituzioni di competenza. Sottolineata per Fratelli d’Italia l’importanza della militanza e dell’attività dei circoli presenti sul territorio, con sedi politiche aperte sempre, non soltanto in periodo elettorale, a differenza di altri partiti e movimenti – ha aggiunto – per offrire un costante punto di riferimento ai cittadini, proprio come da sempre avviene a Civitavecchia grazie al circolo “Giorgio Almirante”. Alla riuscita della manifestazione ha contributo in misura essenziale anche la partecipazione di autorevoli rappresentanti degli altri partiti del centrodestra: il deputato del nostro collegio e coordinatore provinciale di Forza Italia Alessandro Battilocchio, il consigliere regionale Roberta Angelilli e Vincenzo Piso, William De Vecchis, senatore della Lega: grazie a questi autorevoli esponenti del centrodestra abbiamo avuto l’opportunità di confrontarci e condividere l’obiettivo di rilanciare, anche nel Lazio e nel nostro territorio, una coalizione di centrodestra unita – ha concluso Iarlori – che possa uscire vincente dalle importanti sfide amministrative della prossima primavera, quando si andrà al voto in città importanti come Tivoli, Nettuno, Ciampino e, soprattutto, nella nostra Civitavecchia".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Servizi Sociali, è ancora scontro tra Barbazza e Fantozzi

SANTA MARINELLA – Continua la polemica tra il referente cittadino di Fratelli D’Italia Ilaria Fantozzi e l’assessore ai servizi sociali Renzo Barbazza. “Fa piacere il fatto che forze giovani, come Ilaria Fantozzi, si impegnino per problemi sociali, al di là del colore politico – dice Barbazza – ma le situazioni vanno conosciute nei dettagli precisi, dopo aver ascoltato e approfondito i diversi aspetti, non solo quelli portati avanti dai diretti interessati, per non rischiare di poter scivolare nella demagogia politica e nel mancato rispetto della verità. La signora Abbatiello prende un contributo economico per il sostegno alla locazione mensile di 500 euro esattamente dal 2011.Su valutazione del servizio sociale, da febbraio 2018, si è aggiunta la carta Rei, con un ulteriore sostegno di 187 euro al mese. La legge stabilisce, altresì che, laddove ci siano figli maggiorenni, questi sono tenuti a provvedere al sostegno dei genitori. Dopo la dichiarazione di dissesto economico, il servizio sociale ha dovuto rivalutare tutte le situazioni economiche delle persone che avevano avuto l'accesso al reddito di sostegno. I mesi di giugno, agosto e settembre sono stati pagati da impegni che il servizio sociale aveva già preparato da tempo ma che, a seguito del dissesto, erano rimasti temporaneamente in sospeso all'ufficio ragioneria con determina 44 del 24 settembre, e poi sbloccati quando le condizioni lo hanno consentito naturalmente, ma non certo per l'intervento di FdI. Infine i mesi di aprile, maggio e luglio sono stati impegnati con i fondi del distretto socio-sanitario del Comune. Quindi, la signora ha avuto una risposta adeguata, compatibilmente con le tante altre condizioni di povertà e indigenza che il Comune ha il dovere di considerare e valutare in piena autonomia, senza pressioni mediatiche o politiche, ma nel rispetto della normativa e di criteri valutativi di giustizia sociale”.

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###