Il distaccamento dei Vigili del fuoco di Tarquinia � realt�

TARQUINIA – Dopo anni di attese, finalmente, si è tagliato il nastro. 

Il distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco sito in via Enrico Fermi, presso la zona artigianale, è stato inaugurato stamattina alla presenza di molte autorità civili e militari: il Prefetto di Viterbo Giovanni Bruno, il Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Viterbo Giuseppe Paduano, i rappresentanti del Corpo dei Vigili del Fuoco e delle Forze dell’Ordine, della protezione civile e delle pubbliche assistenze.

Presenti in sala anche gli onorevoli Francesco Battistoni, Alessandro Battilocchio ,Enrico Panunzi, Alessandro Mazzoli, Silvia Blasi e i rappresentanti istituzionali dei Comuni di Tarquinia, Civitavecchia, Viterbo, Monteromano.

Sono intervenuti il capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi e il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Viterbo Giuseppe Paduano.

Il vice sindaco di Tarquinia, Martina Tosoni, ha portato il saluto del sindaco Pietro Mencarini e dell’ Amministrazione Comunale:“Esprimo tutto il mio orgoglio nell’annunciare l’apertura del distaccamento permanente dei Vigili del Fuoco di Tarquinia, un presidio dello Stato a garanzia della sicurezza dei cittadini del nostro territorio e di tutti i comuni che rientrano nell’area di pertinenza. Una struttura voluta e desiderata  dalla popolazione che certamente garantirà maggiore sicurezza e che, dopo tanta attesa, oggi si concretizza. Un ringraziamento di cuore al Prefetto Giovanni Bruno, al Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giomi e al Comandante Provinciale dei Vigili del fuoco di Viterbo Giuseppe Paduano che, grazie al loro proficuo lavoro, hanno fatto si che un progetto così ambito si sia realizzato. Un grazie sincero va agli uomini e alle donne dei vigili del fuoco per il lavoro che svolgono quotidianamente. Un Corpo che rappresenta uno dei comparti più importanti nel soccorso, contraddistinto da valori imprescindibili quali la dedizione al lavoro, lo spirito di sacrificio e l’unità nelle difficoltà e che da oggi sarà un punto di riferimento per la città di Tarquinia.Certamente , ognuno di noi, grazie alla presenza dei Vigili del Fuoco si sentirà più sicuro e protetto.”

Il distaccamento permanente dei vigili del fuoco con sede a Tarquinia è un progetto che risale a diversi anni fa quando, nel 1994, fu istituito un presidio antincendio boschivo estivo. Per tutti questi anni si è cercato di crearne uno permanente per le necessità concrete che il territorio in questione richiede. Il distaccamento di Tarquinia, prevede la presenza in sede di 20 vigili del fuoco, 8 caposquadra e 2 caporeparto con la possibilità di essere incrementato negli anni a venire e avrà una vasta area di competenza, oltre il comune di Tarquinia interesserà i comuni di Montalto di Castro, Canino, Monteromano, Tuscania, Vetralla e Blera. Non sarà solo un presidio per il soccorso ma costituirà anche uno sportello di prevenzione incendi sui quali i vigili del fuoco hanno una specifica competenza. Le sede quindi, oltre a garantire il primo soccorso, sarà attiva nel divulgare la Cultura della Sicurezza.

L’inaugurazione si è conclusa con la benedizione da parte delVicario della Diocesi Tarquinia- Civitavecchia Mons. Rinaldo Copponi ,seguita dal taglio del nastro e dalla cerimonia dell’alzabandiera accompagnata dalla note della banda cittadinaG. Setaccioli.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La città piange la scomparsa di Cacciaglia

CIVITAVECCHIA – Iniziano ad arrivare le prime reazioni alla scomparsa dell'avvocato Vincenzo Cacciaglia. 

IL PARTITO DEMOCRATICO – "Esprimo a nome del Partito Democratico di Civitavecchia le nostre più sentite condoglianze alla famiglia per l'improvvisa dipartita dell'avv. Vincenzo Cacciaglia, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia". Così il segretario del Pd Germano Ferri. "Un uomo dai grandi valori morali il quale, negli anni, è diventato insieme alla Fondazione Cariciv un punto di riferimento per il territorio e chi nello stesso aveva bisogno di aiuto. Ricordo le finalità della Fondazione – ha aggiunto – e di conseguenza i principi morali dell'Avvocato possono essere esemplificati in quelli di assistenza e tutela alle classi sociali più deboli ampliando poi nel tempo gli orizzonti, sponsorizzando a livello locale arte e cultura e diventando promotori di un'istruzione di livello, istituendo a Civitavecchia un polo universitario nato in collaborazione con le università "La Sapienza" e "Tuscia". Una perdita importante per tutta la città".

IL GRUPPO CONSIGLIARE DEL PD – "Apprendiamo con dolore che l'Avvocato Vincenzo Cacciaglia ci ha lasciato dopo aver combattuto a lungo con la grave malattia che, in questi ultimi mesi, Lo aveva profondamente provato nel corpo ma non nello spirito. A noi che abbiamo avuto avuto il privilegio di essere Suoi amici, rimarrà il ricordo di una meravigliosa persona con uno straordinario amore per la propria Città che ha dimostrato in ogni occasione, sia nello svolgimento dei tanti prestigiosi ruoli affidatigli negli anni, sia nella vita di tutti i giorni. Alla famiglia ed ai parenti le nostre più sentite condoglianze". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Nardangeli e Della Portella due donne di grande spessore''

SANTA MARINELLA – «Esprimo grande soddisfazione per la nomina della nuova Giunta di Santa Marinella». A dirlo è Marietta Tidei, consigliere regionale di maggioranza. «Desidero formulare i miglior auguri di buon lavoro al sindaco e a tutti gli assessori. Particolare soddisfazione per la nomina di Stefania Nardangeli all’istruzione e Ivana Della Portella alla cultura. Due donne di grande spessore umano, culturale e professionale. Sono sicura che faranno bene, contribuendo alla rinascita di Santa Marinella in due ambiti strategici e imprescindibili come sono la scuola e la cultura. Lo sviluppo di una città, infatti, è tale se è in grado di intercettare le possibilità di sviluppo e di crescita a tutti i livelli. Sono inoltre particolarmente contenta del fatto che il nuovo consiglio comunale di Santa Marinella potrà contare su ben sei donne, come non era mai successo in passato. A tutti i consiglieri e alle consigliere in particolar modo, vanno i miei auguri di buon lavoro».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Novantacinque anni fa le prime unità Nbc

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA – È stata celebrata questa mattina, presso la caserma Piave di Civitavecchia, sede del 7° Reggimento difesa Nbc "Cremona", la cerimonia commemorativa per il 95° anniversario della costituzione delle prime unità Nbc dell'esercito, istituite il 1° Luglio 1923.

La manifestazione è iniziata con la Banda del Comando artiglieria controaerei, la quale ha accompagnato l'ingresso dei vari reparti, che hanno mostrato a loro volta, gli indumenti che proteggono uomini e donne da possibili infiltrazioni di gas, agenti batteriologici o particelle radioattive che possono incontare nei diversi scenari operativi. Nell'ambito militare infatti, la sigla Nbc, sta ad indicare l'insieme di accorgimenti studiati per limitare l'impatto sulle proprie forze di agenti aggressivi lanciati dal nemico nella guerra nucleare, biologica e chimica. (SEGUE)

IL COMMENTO – "Desidero porgere il mio omaggio alla bandiera di guerra del 7° Reggimento difesa nbc "Cremona", simbolo della patria e dell'onore militare, così come ai gonfaloni della città di Civitavecchia e del comune di Santa Marinella, sincera testimonianza dell'indissolubile legame che unisce il reggimento alla cittadinanza – ha commentato il comandante di reggimento, colonnello Fabrizio Benigni – Un sentimento di sincera gratitudine lo esprimo al comandante del Comando artiglieria, generale di brigata Fabio Giambartolomei, che con la sua presenza testimonia la costante vicinanza nei confronti di tutti gli uomini e donne del 7°, nel contempo formulo un sentito ringraziamento alle autorità civili, al sindaco di Civitavecchia, Antonio Cozzolino, al Sindaco di Santa Marinella, rappresentato dal consigliere Andrea Bianchi, alle autorità religiose e militari, alle Associazioni combattentistiche e d'Arma, ai colleghi e rappresentanti delle forze dell'ordine che con la loro presenza conferiscono lustro all'odierna cerimonia. Infine mi rivolgo a voi, uomini e donne del reggimento, oggi celebriamo la ricorrenza con la quale consolidiamo la consapevolezza della nostra importanza in uno scenario che chiede altissima professionalità e capacità per affrontare sfide sempre più impegnative". (Agg 29/06 ore 18,19 SEGUE)

I RICONOSCIMENTI – Durante la cerimonia sono stati consegnati riconoscimenti ai militari che si sono distinti in modo particolare durante il servizio ed è stato assegnato l'annuale "Trofeo Santa Barbara" alla compagnia che ha raggiunto i migliori risultati in una serie di prove ginnico-militari e tecnico-professionali. Il trofeo, identificato nella "statua dell'artigliere stanco", viene conferito per il secondo anno al capitano Codella, comandante della 2'CP. "Diavoli".

Il 7° reggimento difesa Nbc è l'unica unità, nel suo genere, dell'Esericito Italiano. È impegnato costantemente in tutte le questioni che vedono la partecipazione delle Forze Armate ed è responsabile del supporto tecnico-specialistico agli organismi – enti della difesa civile in caso di evento cbrn sul territorio nazionale.

"Sono ragazzi che si impegnano – ha dichiarato il generale di brigata Giambartolomei, riferendosi al personale del reggimento – in tutte le operazioni che vedono la partecipazione dell'esercito, nell'operazione "Strade Sicure" e nelle diverse operazioni per la bonifica del territorio; Sono grandi professionisti".  (Agg 29/06 ore 19,08)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Allumiere, celebrata la Liberazione

<p>ALLUMIERE -&nbsp;Nel giorno della&nbsp;Festa della&nbsp;Liberazione&nbsp;l&#39;amministrazione comunale di Allumiere ha&nbsp;dato vita ad alcune partecipate iniziative. Alle 10.30 c&#39;&egrave; stata la deposizione di una corona d&#39;alloro presso la lapide del&nbsp;Palazzo&nbsp;comunale e poi si&nbsp;&egrave; svolto il corteo fino al monumento dei caduti in piazza Turati con la deposizione della corona di alloro davanti al monumento. Alla cerimonia&nbsp;erano presenti il sindaco Antonio Pasquini e tutte le&nbsp;autorit&agrave; civili e militari del paese.&nbsp;</p>

<p>&quot;Confesso un po&#39; di&nbsp;emozione&nbsp;essendo la prima volta che,&nbsp;nella veste di&nbsp;sindaco&nbsp;ho&nbsp;partecipato a questa festa&nbsp;- ha sottolineato Pasquini – esprimo&nbsp;un profondo&nbsp;sentimento di gratitudine alle famiglie di quei&nbsp;giovani&nbsp;partigiani&nbsp;caduti nella lotta di liberazione dal nazi-fascismo&nbsp;e un&nbsp;pensiero va anche a tutte quelle&nbsp;donne, partigiane combattenti, staffette o semplicemente&nbsp;donne&nbsp;pronte a dare il&nbsp;loro contributo in ogni gesto&nbsp;di vita quotidiana&nbsp;e alla&nbsp;lezione di vita che ci hanno tramandato e&nbsp;che noi abbiamo il dovere di mantenere viva e di rispettare&nbsp;&nbsp;interrogandoci&nbsp;sul valore&nbsp;e sul significato&nbsp;delle conquiste di libert&agrave; e&nbsp;democrazia.Voglio ricordare la&nbsp;mattina del 6 giugno 1944&nbsp;in cui Allumiere fu&nbsp;dichiarata libera ed antifascista grazie alleavanguardie&nbsp;che&nbsp;con jeep e mezzi americani raggiunsero&nbsp;la piazza del paese&nbsp;ed inizi&ograve; il periodo di rinnovamento e di libert&agrave;.&nbsp;Il rispetto si deve a tutti i&nbsp;caduti e ad&nbsp;ogni vittima della Resistenza e della Liberazione&nbsp;e soprattutto ai partigiani&nbsp;morti&nbsp;per dare il proprio contributo a salvare l’Italia restituendogli libert&agrave; e democrazia.&nbsp;E&#39; ai valori di libert&agrave;, uguaglianza, diritti civili, lavoro, solidariet&agrave;, &nbsp;cardini&nbsp;della nostra Costituzione,&nbsp;che i giovani di oggi devono&nbsp;guardare; credere a quegli ideali di &nbsp;libert&agrave; per affrontare le tante sfide che un mondo globalizzato ogni giorno ci presenta.&nbsp;L&#39;Europa ed il mondo hanno pi&ugrave; che mai bisogno di riappropriarsi del concetto di libert&agrave;.&nbsp;La piaga del terrorismo,&nbsp;la brutalit&agrave; dell&#39;integralismo, l&#39;immigrazione clandestina, la tratta degli schiavi,&nbsp;hanno colpito il cuore dell&#39;occidente,&nbsp;l&#39;idea moderna di eguaglianza, di solidariet&agrave;&nbsp;tra gli uomini e di libert&agrave;, compresa quella di professare il proprio credo religioso.&nbsp;Ma non dobbiamo farci intrappolare nella spirale della violenza n&eacute; accettare che in nome dell&#39;emergenza siano ristrette proprio quelle libert&agrave; che sono alla base del nostro mondo. Dobbiamo essere&nbsp;compatti, uniti, rivendicando&nbsp;la nostra vita ed i nostri valori, consapevoli del fatto che, a livello internazionale, la lotta all&#39;Isis e all&#39;integralismo &nbsp;vuole l&#39;apporto&nbsp;e la collaborazione&nbsp;di tutti perch&eacute; &egrave; un problema&nbsp;che riguarda&nbsp;tutti.&nbsp;Oggi la parola libert&agrave; rappresenta le libert&agrave; personali gi&agrave; riconosciute dalla nostra carta costituzionale e quelle pi&ugrave; moderne come la libert&agrave; dei bisogni, la libert&agrave; nell’affermazione della personale identit&agrave; rispetto alle differenze di genere,&nbsp;di costume;&nbsp;la libert&agrave; nella determinazione del diverso, dell’immigrato, dell’emarginato, la libert&agrave; alla cultura, al lavoro,all’occupazione.&nbsp;Dalla Resistenza abbiamo avuto un’idea di nazione fraterna, solidale, ed un’idea di patria popolare, sobria, umile e generosa, cosciente ed orgogliosa delle sue possibilit&agrave;, accogliente, non razzista.&nbsp;Ideali che&nbsp;evocano la nostra italianit&agrave;, l’appartenenza ad un&nbsp;destino&nbsp;comune e condiviso, che non esclude, anzi implica, il confronto con il diverso, la proiezione verso l’inclusione sociale, verso quell’unita’ solidale che ammette le&nbsp;differenze e le particolarit&agrave;.&nbsp;La Liberazione &egrave; patrimonio di tutti, e&nbsp;tutti siamo chiamati a&nbsp;seguire&nbsp;il suo insegnamento; ora tocca a noi essere degni di quelle parole e del sacrificio dei nostri partigiani&quot;.&nbsp;Dopo la deposizione delle corone&nbsp;nell&#39;aula nobile di Palazzo Camerale si &egrave; svolta la presentazione del libro di Sesto Galimberti: &#39;&#39;I miei ricordi&#39;&#39;. (Rom.&nbsp;Mos.)</p>

<p>&nbsp;</p>

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Atto vandalico contro Tidei: l’autore ha confessato

di GIAMPIERO BALDI

S. MARINELLA – Dopo ore di interrogatorio presso il Commissariato di Civitavecchia, l’autore dell’insano gesto vandalico compiuto mercoledì sera alla sede elettorale del candidato sindaco Pietro Tidei, ha confessato. Si tratta di un uomo molto conosciuto in città per essere stato consigliere comunale, ma oggi sottoposto a cure mediche per problemi di natura psichiatrica. Dopo aver ammesso le sue colpe, il residente, è stato ricoverato all’ospedale di Civitavecchia. Dunque, in poco meno di quattro ore, gli investigatori del Commissariato guidati dal dottor Nicola Regna, hanno assicurato alla giustizia una persona con gravi problemi mentali e quindi pericoloso per se stesso e per gli altri. In effetti, non hanno impiegato molto gli inquirenti, a individuare l’uomo che mercoledì intorno alle 17,30 si era reso protagonista di un atto vandalico, spaccando con un corpo metallico il vetro di una bacheca e dar fuoco, con un accendino, ai manifesti elettorali del candidato sindaco della coalizione di centro sinistra Pietro Tidei, la cui sede è collocata lungo l’Aurelia nei pressi di una pescheria molto frequentata da clienti e avventori. Gli uomini del dottor Regna, in collaborazione con gli operatori della Polizia locale comandati dal capitano Keti Marinangeli, hanno subito iniziato le indagini, partendo da pochissimi indizi. Visualizzando però le immagini delle telecamere della vicina tabaccheria e ascoltando alcuni testimoni, sono risaliti ad una persona che aveva il profilo psicologico vicino a quello dell’uomo fermato dopo appena due ore dal fatto. L’autore del gesto è stato prelevato dalla sua casa e condotto al Commissariato di  viale della Vittoria e sottoposto ad un interrogatorio, durante il quale ha confessato le sue colpe ammettendo di essere stato l’autore del gesto vandalico. Sulla vicenda sono intervenuti diversi personaggi politici locali, che hanno espresso la loro solidarietà al candidato sindaco della coalizione di centro sinistra. L’altra sera, è intervenuta anche la segretaria del Pd di Civitavecchia. «A nome del Pd di Civitavecchia – dice il segretario Germano Ferri – esprimo la nostra più sentita solidarietà a tutti i militanti del Partito Democratico di Santa Marinella. Provvidenziale l’intervento di chi, con celerità e competenza, ha subito spento le fiamme, minimizzando i danni ed impedendo eventuali feriti. Un gesto meschino e criminale questo, il quale deve essere rinnegato con forza da tutta la politica in quanto, la violenza, non deve essere mai parte del civile dibattito politico. Il clima di intolleranza e violenza che si sta registrando oggi, non deve mettere a rischio la libertà di manifestare le proprie opinioni, purché queste rientrino nel rispetto della legge e dei principi costituzionali. Agli attori politici, oggi è chiesto il compito importante di disinnescare il dibattito politico, che sta portando i cittadini a protrarre vere e proprie guerre di bandiera non più basate su temi politici concreti, creando di fatto un contesto che rappresenta una vera e propria bomba ad orologeria pronta ad esplodere». Anche il candidato sindaco del centrosinistra ha voluto commentare il gesto vandalico. «Un atto – dice Pietro Tidei – che ci ha lasciati molto perplessi. Mi auguro che la campagna elettorale, non sia più costellata da gesti simili, per questo chiedo alle forze dell’ ordine a prestare l’attenzione necessaria, in questi frangenti, per consentire alla città di vivere con tranquillità questa campagna elettorale. Quello che mi indigna è che ci sono stati dei commenti sui social network che hanno insinuato che quel gesto vandalico me lo sono procurato da solo. Alla signora, sostenitrice dell’ex delegato al Bilancio Emanuele Minghella, faccio sapere che oggi stesso andrà alla Procura della Repubblica per presentare una querela nei suoi confronti per dimostrare con fatti certi quanto ha dichiarato su facebook». 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vandali contro la sede del Pd di S. Marinella: solidarietà da Civitavecchia

SANTA MARINELLA – Solidarietà del segretario del Pd di Civitavecchia,  Germani Ferri, a Pietro Tidei e a tutti i militanti del Partito democratico di Santa Marinella dopo l’atto vandalico di ieri.

“A nome del PD di Civitavecchia esprimo la nostra più sentita solidarietà a tutti i militanti del Partito Democratico di Santa Marinella, – scrive in una nota Ferri –  contro la cui sede è stata lanciata una bottiglia incendiaria. Provvidenziale l'intervento di chi, con celerità e competenza, ha subito spento le fiamme, minimizzando i danni ed impedendo eventuali feriti”.

”Un gesto meschino e criminale questo, – dice Ferri –  il quale deve essere rinnegato con forza da tutta la politica in quanto, la violenza, non deve essere mai parte del civile dibattito politico. Il clima di intolleranza e violenza che si sta registrando oggi non deve mettere a rischio la libertà di manifestare le proprie opinioni, purché queste rientrino nel rispetto della legge e dei principi costituzionali”.

” Agli attori politici oggi – conclude Ferri –  quindi è chiesto il compito importante di disinnescare il dibattito politico che sta portando i cittadini a protrarre vere e proprie guerre di bandiera non più basate su temi politici concreti, creando di fatto un contesto che rappresenta una vera e propria bomba ad orologeria pronta ad esplodere”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ferri (Pd): ''No ai personalismi''

CIVITAVECCHIA – “Con la presente risposta esprimo la massima solidarietà e vicinanza al gruppo consiliare, precisando che la dichiarazione di Enrico Leopardo è del tutto personale ed inaspettata oltre che contraria alla linea della sua stessa area dato che anche questa ha caldamente consigliato una via che possa unificare ed appacificare tutte le anime del partito”.

Lo dichiara in una nota il segretario del Pd di Civitavecchia Germano Ferri. “In un momento di disfacimento politico quale quello attuale – prosegue il dem – tempo in cui il Pd sta vivendo una grave crisi di identità, è fondamentale che ogni suo membro abbandoni ogni sorta di personalismo accantonando le mire personali, facendo responsabilmente un passo indietro per il bene del gruppo”.

Ferri spiega che per costruire un partito forte “in grado di poter affrontare la sfida delle prossime comunali, è fondamentale ricostruire un amalgama democratica coesa che faccia da fondamenta per la realizzazione di un Pd locale unico ed unito. Questa è la linea da seguire indicata anche dalla direzione nazionale del nostro partito, chiunque continuerà a mettere ancora al primo posto le proprie ambizioni e questioni personali – conclude duro – si trova purtroppo in una condizione di incompatibilità ideologica che gli impedisce di poter continuare il suo percorso con noi”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###