Nasce l’associazione commercianti per il rilancio del settore

di TONI MORETTI

CERVETERI – I commercianti di Cerveteri, rispondono con una associazione di settore alla necessità di essere partecipi alle scelte che l’amministrazione comunale fa per tentare il rilancio di un settore sempre stato in sofferenza ma che negli ultimi anni, coi morsi della crisi economica, ne risente ancora di più.  
Ci tengono  a sottolineare gli animatori e gli organizzatori dell’associazione dei commercianti,  che la loro azione non è il frutto di una protesta  ma soltanto l’espressione di un disagio alla risoluzione del quale vogliono partecipare in prima persona. 
E’ per questo che l’associazione, pur partita dai commercianti del centro storico che si sentono maggiormente penalizzati da azioni di sostegno non adeguate alle caratteristiche e alla vocazione della città, ha raccolto adesioni  di commercianti di tutta la città, di ogni zona, confidando in un apporto corale che si rivelerà, alla distanza, anche una fonte di pressione politica considerevole. Ieri pomeriggio, presso il ristorante “Da Bibbo”, c’è stata una riunione informativa prima della costituzione dell’associazione che avverrà giovedì prossimo, che ha visto ben 37 titolari di esercizi presenti che hanno fatto  un primo gesto a dimostrazione della collaborazione che si intende offrire. In risposta al ritardo colpevole o incolpevole che sia, per il posizionamento di decori e luminarie natalizie che impedissero un Natale desolato e buio, la nascente associazione ha provveduto  a posizionare un albero decorato a piazza Aldo Moro, sede non proprio entusiasmante di un villaggio natalizio ancora in costruzione che prevede si una pista di pattinaggio ma anche un blocco totale della circolazione in una delle piazze nevralgiche della città, con una viabilità alternativa che gli operatori economici non ritengono favorevole alle loro attività. Ma l’albero, sia pure di quattro metri, è una provocazione poiché verrà spostato a Piazza Risorgimento mentre in piazza Aldo Moro ne arriverà uno di ben sei metri che renderà dignitoso il Natale di questa città avviata ad un triste declino. La conseguenza immediata è stata la risposta dell’amministrazione che ieri sera ha mandato qualcuno a montare delle luminarie a Piazza Risorgimento. Ora è difficile capire il motivo vero ma sta di fatto che il movimento e la volontà dei commercianti ha salvato, è proprio il caso di dirlo, l’immagine di un gioioso Natale a Cerveteri come da tradizione.  

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nasce l’associazione commercianti per il rilancio del settore

di TONI MORETTI

CERVETERI – I commercianti di Cerveteri, rispondono con una associazione di settore alla necessità di essere partecipi alle scelte che l’amministrazione comunale fa per tentare il rilancio di un settore sempre stato in sofferenza ma che negli ultimi anni, coi morsi della crisi economica, ne risente ancora di più.  
Ci tengono  a sottolineare gli animatori e gli organizzatori dell’associazione dei commercianti,  che la loro azione non è il frutto di una protesta  ma soltanto l’espressione di un disagio alla risoluzione del quale vogliono partecipare in prima persona. 
E’ per questo che l’associazione, pur partita dai commercianti del centro storico che si sentono maggiormente penalizzati da azioni di sostegno non adeguate alle caratteristiche e alla vocazione della città, ha raccolto adesioni  di commercianti di tutta la città, di ogni zona, confidando in un apporto corale che si rivelerà, alla distanza, anche una fonte di pressione politica considerevole. Ieri pomeriggio, presso il ristorante “Da Bibbo”, c’è stata una riunione informativa prima della costituzione dell’associazione che avverrà giovedì prossimo, che ha visto ben 37 titolari di esercizi presenti che hanno fatto  un primo gesto a dimostrazione della collaborazione che si intende offrire. In risposta al ritardo colpevole o incolpevole che sia, per il posizionamento di decori e luminarie natalizie che impedissero un Natale desolato e buio, la nascente associazione ha provveduto  a posizionare un albero decorato a piazza Aldo Moro, sede non proprio entusiasmante di un villaggio natalizio ancora in costruzione che prevede si una pista di pattinaggio ma anche un blocco totale della circolazione in una delle piazze nevralgiche della città, con una viabilità alternativa che gli operatori economici non ritengono favorevole alle loro attività. Ma l’albero, sia pure di quattro metri, è una provocazione poiché verrà spostato a Piazza Risorgimento mentre in piazza Aldo Moro ne arriverà uno di ben sei metri che renderà dignitoso il Natale di questa città avviata ad un triste declino. La conseguenza immediata è stata la risposta dell’amministrazione che ieri sera ha mandato qualcuno a montare delle luminarie a Piazza Risorgimento. Ora è difficile capire il motivo vero ma sta di fatto che il movimento e la volontà dei commercianti ha salvato, è proprio il caso di dirlo, l’immagine di un gioioso Natale a Cerveteri come da tradizione.  

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, se tutto va bene madama la marchesa

di MATTEO CECCACCI

Se tutto va bene madama la marchesa: un’espressione storica, famosissima, che da più di un secolo si usa per indicare una situazione molto negativa in cui non va bene nulla, ma che si cerca invano di minimizzare.
Ecco, questo è probabilmente quello che succederà al termine della partita col Cynthia se il Civitavecchia Calcio dovesse vincere. Nel match valevole per la 13^ giornata del campionato di Eccellenza i nerazzurri di mister Andrea Rocchetti sfidano alle 14.30 alla Cavaccia i biancazzurri del Cynthia 1920 del tecnico Simone Rughetti.
Una partita, l’ennesima, complicata e molto difficile da vincere, perché i ragazzi di patron Ivano Iacomelli vengono da ben sette sconfitte consecutive, con l’ultima vittoria che risale al 30 settembre scorso.  Un periodo negativo, buio, in cui la società sta rischiando veramente il declino, un collasso che sembra prendere sempre più forma, d’altronde la situazione attuale lo conferma: l’infermeria è piena ed è un continuo via via, il pendolarismo ad Allumiere comincia a pesare, soprattutto in questa fase autunnale con l’inverno alle porte, per non parlare delle squalifiche, assenze e infortuni. Il capitano Fabrizio Boriello, infatti, sarà ancora una volta assente e lascerà di nuovo spazio a Verdicchio, rientra invece in piena forma bomber Manuel Vittorini che partirà dal primo minuto, mentre Lorenzo Serafini e Miguel Vittorini nonostante gli acciaccamenti sono stati convocati ugualmente dal tecnico; rientra dalla squalifica il difensore classe ‘99 Fatarella.
A commentare il pre gara ci pensa il giovane fuoriclasse ex Serie C Edo Filoia, pronto ad esordire in campionato al fianco di Manuel Vittorini: «Non aspettavo altro, ora è giunto il mio momento: quello di dimostrare a tutti le mie migliori qualità. Civitavecchia è una piazza straordinaria che non merita l’ultimo posto, ma altri palcoscenici. Lo staff è magnifico, mi ha subito accolto in maniera molto famigliare. Ho molta voglia di riscatto, cercherò di fare tanti gol e rendere felici i tifosi della Vecchia».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Piazza 048 sollecita il Sindaco sulla chiusura della centrale

CIVITAVECCHIA – Si aprirà domani, come annunciato nei giorni scorsi dal sindaco Antonio Cozzolino, il tavolo tecnico presso il Ministero dell’Ambiente che si occuperà della salute ambientale del territorio.

"Siamo certamente lieti che le criticità cittadine siano giunte sul tavolo del Ministro e che siano oggetto di discussione – hanno spiegato dall'associazione Piazza 048, ma leggendo le dichiarazioni del sindaco non possiamo non porci alcune domande. La più importante delle quali nasce dall’espressione: “Il tavolo tecnico si occuperà di alcune questioni fondamentali per Civitavecchia tra cui il riesame dell’Aiadi Torrevaldaliga Nord”. Chi è attento a questi temi sa certamente che il SEN, il documento che delinea la “Strategia Energetica Nazionale”, di recente pubblicazione, prevede l’uscita dal carbone per il 2025 (più o meno indicativamente). Allora la domanda che ci poniamo è: perché nel tavolo tecnico si parla di riesame dell’Aia e non di uscita dal carbone? La revisione dell’Aia richiede certamente tempi non brevi, ed allora che senso ha, volendo e dovendo credere al Sen? Perché il Sindaco di questa città non va a chiedere conferme e progetti per l’uscita dal carbone? Dobbiamo forse pensare che il Sen sia un documento vuoto di significato rispetto alla nostra realtà fatta di servitù energetica da troppi anni? Secondo il M5S le centrali a carbone si possono chiudere già dal 2020, così si esprimeva il M5S a maggio del 2017. Anche la UE ha posto obiettivi in merito sui quali impegnarsi. L’amministrazione brindisina ha coinvolto sul tema le organizzazioni sindacali ed ha incontrato, a fine settembre, la dirigenza Enel – hanno aggiunto – per porre precisamente la questione della chiusura. Da quanto riportato sappiamo che Enel non ha risposto chiaramente sulla centrale brindisina, sebbene abbia reso noti i progetti di trasformazione per altre centrali, come Porto Tolle ed altre. Quindi la domanda è pressante ed ineludibile: Perchè, posti i programmi del M5S, il Sen, le disposizioni UE, i costi sanitari dovuti alle emissioni inquinanti che si sommano tragicamente in questa città, si va ad un tavolo tecnico per riesaminare l’Aia di Tvn? Lo chiederemo certamente al Ministro, ma lo chiediamo senza indugio al sindaco di questa città Antonio Cozzolino".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana in concerto a Tarquinia

TARQUINIA – Un evento che fonde la magia delle feste, la bellezza della solidarietà e l’incanto della musica. È il concerto “Aspettando… il Natale 2018” organizzato dal Lions Club Tarquinia che da 11 anni apre il calendario delle manifestazioni natalizie della città etrusca. Nella sala consiliare del palazzo comunale, il 1° dicembre, alle ore 17, si esibirà (ingresso libero) la Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana.

"Il concerto è oramai parte della tradizione natalizia di Tarquinia, un evento atteso da tutta la cittadinanza e il perfetto connubio tra musica e solidarietà. Quella solidarietà fatta di ‘services’, territoriali e non, ai quali il Lions Club Tarquinia è sempre partecipe e attento. – dichiara l'avvocato Paolo Pirani, presidente del Lions Club Tarquinia – La partecipazione della Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana è l’espressione sintomatica dell’importanza che ha acquisito negli anni questa manifestazione".

“Una scelta che è venuta naturale, nel solco delle grandi orchestre che si sono esibite nelle precedenti edizioni – afferma la professoressa Roberta Ranucci, direttore artistico del concerto – L'orchestra è molto apprezzata per la varietà del repertorio e per la precisione delle esecuzioni, partecipando a importanti manifestazioni in Vaticano e in tutt’Italia”.

Fondata nel 2007, la banda è composta da musicisti di ogni età. L’organico attuale è di circa 100 elementi, volontari, diplomati in conservatorio, provenienti dalle diverse bande militari italiane, diretti dal maestro Giuseppe Cimini.

"Come per le precedenti edizioni, il concerto è il momento per fare un bilancio dell’anno lionistico 2017-2018. – dice il presidente Pirani – Un anno nel quale il nostro club ha promosso diverse iniziative nelle scuole tarquiniesi (simulazioni dei colloqui lavoro, con consegna di una borsa di studio al vincitore, concorso internazionale “Un poster per la pace”, consegna alla dirigente scolastica Dilva Boem di un contributo per il progetto di musicoterapia), ha donato all'ospedale cittadino quattro pulsossimetri portatili, due televisori per le sale relax dei pazienti, un elettrocardiografo, un lettino medico elettrico per la sala ecografica di radiologia e tre panche da riposo. Guardando al futuro il Lions Club Tarquinia ha in progetto di sostenere iniziative a tutela delle vittime di violenza, con particolare attenzione a donne e minori, progetti finalizzati a sensibilizzare la collettività a temi legati alla salute e all’ambiente, con il coinvolgimento delle scuole. Un sincero ringraziamento va all’Accademia Tarquinia Musica, che ha curato organizzazione del concerto; al Comune, che ha concesso la sala consiliare come ogni anno; e a chi, come Leonardo Piozzi di Ortopedia Giuliani e alcuni soci del club, ha voluto contribuire alla realizzazione di questo evento".

“Rinnovo l’invito ai tarquiniesi a partecipare numerosi. – conclude la professoressa Ranucci – Saluteremo insieme l’inizio delle feste di Natale, trascorrendo un pomeriggio all’insegna della bella musica e della solidarietà”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pomeriggio intenso per il pubblico con Fabio Stassi

TARQUINIA – Pomeriggio ricco di intense suggestioni quello che si è svolto martedì 13 novembre nella Sala grande della biblioteca, tra le illustrazioni della XIII edizione di Pagine a Colori, manifestazione promossa dal Comune e dalla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, quest’anno in partnership con Tarquinia Film Office e il supporto di Enel a cui si affiancano le partecipazioni di BCC Roma, Unicoop Tirreno, DG Cinema & Consulting, CBM e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia. 
Ospite d’onore Fabio Stassi, con la sua calda empatia e la sua straordinaria capacità di evocare il potere dei libri e il fascino della lettura, ha accompagnato il pubblico in un caleidoscopico viaggio attraverso ‘‘il buio e la cecità’’ nella letteratura: da Omero a Borges, da Kafka a Saramago, il racconto e la riflessione dello scrittore si sono irradiati in tutte le direzioni, toccando la fotografia e la Torre di Babele, gli alfabeti, i simboli e i segni del linguaggio letterario, il rapporto «promiscuo», ambiguo e misterioso tra il libro ed il lettore, la «voce profetica» della narrazione. Ne è scaturito un elogio appassionato della letteratura come «fenomeno sovranazionale», espressione universale dei sentimenti umani, finzione «più vera» della realtà stessa e baluardo contro le dittature, in quanto capace di vedere ciò che è invisibile, di attivare l’immaginazione, di guardare al mondo con «sguardo simbolico» andando oltre le apparenze e la percezione ingannevole dei sensi. Il tutto arricchito da innumerevoli spunti e suggerimenti bibliografici, in perfetta coerenza con il ruolo di «biblioterapeuta» che, inventato per uno dei suoi più celebri personaggi, l’investigatore Vince Corso, si è ormai identificato con Fabio Stassi, come lui stesso ha simpaticamente confermato. Bibliotecario ed editor della casa editrice Minimum Fax, lo scrittore, tra l’altro, ha curato la selezione dei testi di letteratura italiana raccolti nei due volumi «Curarsi con i libri» e «Crescere con i libri» (di Ella Berthoud e Susan Elderkin, Sellerio editore): veri e propri «prontuari farmaceutici» che, per tutti i possibili disturbi o problemi esistenziali – classificati in rigoroso ordine alfabetico -, suggeriscono il rimedio bibliografico più efficace. «Si tratta di due strumenti particolarmente significativi nell’ambito delle finalità di PaC – ha sottolineato Roberta Angeletti, direttrice artistica del festival dedicato all’illustrazione e alla letteratura per l’infanzia e l’adolescenza – in quanto la formazione degli adulti è un presupposto fondamentale per la corretta fruizione dei testi da parte di bambini e ragazzi». 
La Angeletti ha inoltre annunciato che sarà proprio Stassi l’autore prescelto per il concorso che ogni anno PaC rivolge agli studenti del primo biennio della scuola superiore. Si rinnova dunque il legame speciale tra Fabio Stassi e la città di Tarquinia, sbocciato già lo scorso anno, quando lo scrittore è intervenuto all’inaugurazione del Certame Nazionale Cardarelliano in occasione della proiezione del suo documentario «L’ultima spiaggia», dedicato a Vincenzo Cardarelli. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La compagnia di danza medievale ritorna al castello

SANTA MARINELLA – Domenica, nel piazzale delle Barrozze al castello di Santa Severa, avrà luogo alle 11 un evento di rievocazione a cura della compagnia di danza medievale “I Vireali”, che ritorna al castello proponendo un repertorio ispirato alla ricostruzione delle danze desunte da testi dell’epoca dal XIII° al XV° secolo. Nell’alto Medioevo la danza dei nobili era ancora molto simile a quella dei contadini, quale espressione particolare delle feste rituali di un popolo. Nei documenti trecenteschi sono riportati alcuni tipi di danza tipici quali saltarello, virelai, carola, farandola, estampida. Le danze medievali erano semplici, basate su passi ritmici e figure ripetute, eseguite in girotondo o in fila, sono le carole in cerchio e le farandole in fila, dove tutte le persone si prendono per mano. Il Vireali, che dà il nome alla compagnia, si ipotizza fosse una danza abbinata a testi sull’amor cortese e fosse configurata come una danza di corteggiamento ballata dalla coppia. Alcuni ritengono che il temine virelai significhi musica di Vire ossia musica normanna, altri invece che derivi dal verbo virer che significa torcere e quindi ipotizzano una ricostruzione della danza basandola proprio sul cambio alternato del fronte. In realtà l’origine del virelai è ignota e piuttosto la sua caratteristica sta nella struttura del canto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Usa e getta» la parola del 2018

Il dizionario Collins sceglie «single use» a simbolo dell’ambiente sotto attacco. Dal 2013 ad oggi c’è stato un uso quadruplo dell’espressione

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Elezioni regionali Pd, a Civitavecchia hanno votato in 305

CIVITAVECCHIA –  “Con grande orgoglio posso comunicare che le operazioni di voto hanno avuto luogo nella massima correttezza, serenità e trasparenza possibile”.

È il commento del segretario del Pd di Civitavecchia Germano Ferri dopo le votazioni, con espressione degli iscritti al partito locale, utili all'elezione del segretario regionale del Partito democratico del Lazio.

“I voti validi – spiega Ferri – risultano quindi 305, ripartiti in 125 per l'onorevole Mancini (40,9 % dei voti), 124 per il senatore Astorre (40,6 % dei voti) ed infine 56 per Alemanni (18,6 % dei voti). In base a questi risultati, sono stati eletti alla Convenzione regionale del 31 ottobre a Roma per dare voce al circolo Pd di Civitavecchia Natasha Carrocci, Fabrizio Sciarochi, Alessandro Quaglio, Tiziana Nazio, Matteo Vecchi, Martina Martelli, Katia Galatolo, Francesco Mantovani, Emanuela Mocci e Marco La Rosa, a loro i migliori auguri di buon lavoro da tutto il Pd locale. Infine ricordo che il prossimo 25 novembre 2018 si svolgeranno le primarie aperte, ultima fase nell'iter di elezione del Segretario regionale, al quale – conclude Ferri – potrà partecipare chiunque voglia esprimere la propria opinione in merito, previo versamento di 2 euro da destinare al territorio”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###