Alla Pucci incontro aperto sugli usi civici

CIVITAVECCHIA – L’amministrazione comunale ha convocato per questo pomeriggio alle 16 presso l’Aula Pucci un incontro pubblico sul tema degli usi civici e delle ultime novità emerse.
A volerlo fortemente è stato il consigliere comunale Emanuele La Rosa che in un botta e risposta con l’ex sindaco Tidei ha sottolineato gli errori della Regione Lazio. Tidei al contrario aveva illustrato quella che era la sua ricetta, compresa la delibera di ritiro di tutte le perizie e atti che non fossero legate alla Regione Lazio.
Il dibattito puramente giuridico sul gravame degli usi civici si sta trasformando sempre più in politico con le istituzioni che si rimpallano le responsabilità. Nasce quindi la volontà da parte del Comune di fare chiarezza aprendo al dibattito civile l’argomento con questo incontro. All’evento parteciperà sicuramente il circolo locale di Fdi: «Una delegazione del Circolo territoriale Giorgio Almirante di Fratelli d’Italia – commentano- parteciperà all’incotro sull’importante tema degli usi civici ed interverrà nel dibattito con il geometra Pietro Di Pietrantonio, delegato agli usi civici del circolo di Fratelli d’Italia, che illustrerà alcuni importanti documenti, che il circolo di Fratelli d’Italia metterà a disposizione della cittadinanza, perché molto utili per supportare la tesi secondo la quale gli usi civici, nella Città di Civitavecchia, non sarebbero dovuti e, quindi, per tutelare i tanti cittadini vittime degli usi civici, che hanno bloccato decine di atti di compravendita immobiliare, danneggiando tante famiglie che non hanno portato acquistare o vendere immobili che si presumevano gravati». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cpc, goleada pazzesca dell’Under 19

Il bilancio degli Allievi è di un pareggio e una sconfitta. Pesante quella degli Under17 che oltre all’incontro perdono anche la testa della classifica. Di prestigio quello degli Under16 che impattano in casa della capolista per tre a tre, ma partiamo con ordine. L’Under16 provinciale diretta da Colapietro ottengono un buon punto in casa della capolista Aranova. Lo fanno con una rosa martoriata dagli infortuni, tra i tanti Scarabotti Fusco  e Dionisi, dopo un’autentica prova di forza. Sotto di due reti dimezzano momentaneamente, l’Aranova segna ancora e  va sul tre a uno, poi nel finale i portuali reagiscono segnando due volte  agguantanso il pari. In rete bomber Amato, due reti per lui e Saladini. In classifica la Cpc2005 è quinta.
Altro discorso per l’Under 17 regionale classe 2002 di Di Pietro, che dopo aver strabiliato si prendono, forse, una giornata di riposo. Regalano i tre punti all’Etruria e la vetta al Petriana, corsara sul campo del Tanas. Ora la vetta per gli Under17  è a due punti. È il valzer degli errori, inaspettato. Dopo  neanche 5’ gli ospiti vanno in vantaggio, errore della difesa e Giunta ne approfitta. Zero  auno. La Cpc2005 ritorna in gara cinque minuti dopo,  schema da calcio d’ angolo con Fusini che serve Grossi, velo della  punta e Di Domenico insacca. Uno a uno. È solo un fuoco di paglia perché dopo dieci minuti un’altra palla sbagliata, questa volta del centrale di centrocampo,  la difesa va in difficoltà e il Dragomirescu beffa il portiere portuale. Uno a due. I portuali provano a ristabilire la parità ma non è giornata, altro errore e Bedini da calcio da fermo insacca l’1-3.
Il Primo tempo finisce qui.  Ripresa all’arma bianca, Zerilli insacca il rigore che vale il due a tre quasi subito, poi tante trame offensive rischiando anche la quarta degli ospiti. La palla del pari capita a Fusini, che raccoglie il cross di Grossi, ma la sfera si spegne a lato. L’Etruria amministra per bene e  non si segnerà più fino alla fine.
Finisce in goleada al Tamagnini per l’Under 19 regionale ne rifila otto al Pianoscarano. Risultato storico per la Cpc2005 in questa categoria, sarà difficile fare di meglio. Ci mette indubbiamente di suo l’avversario, ma che caparbietà i portuali. Risultato già consolidato nella prima frazione dopo l’uno due in apertura  di Memmoli e Sansolini, in pallonetto il primo e con una bordata da fuori area il secondo, che spianava oltre modo  la strada alle manovre dei ragazzi di Secondino. Sul due a zero prima Cuomo e poi Pesci hanno la palla per dimezzare lo svantaggio, ma è solo un’utopia visto quanto sta per avvenire da li a breve.  La Cpc2005 risale in cattedra e ne realizza altre e  tre reti. Inizia  Magi, che si ripete allo scadere, e subito dopo ancora lui, Memmoli. Si va all’intervallo sul cinque a zero.  
Ripresa al piccolo trotto fino agli ultimi dieci minuti, prevalgono le tante sostituzioni per lasciar spazio a tutti, poi i portuali finiscono l’opera segnandone altre e tre di reti.  Prima Lipparelli, di tacco se la aggiusta e insacca, poi Mondelli di giustezza da pochi passi e quasi allo scadere Nocchia, una perla la sua.
È un tripudio che rende pesantissimo il  passivo per gli avversari, e consolida un cammino di una compagine che, oltre al risultato, sembra essere finalmente una squadra.  
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Snc stecca la prima al PalaGalli 

di MARCO GRANDE

In un match in cui ha fatto parecchio discutere il duo arbitrale composto dai signori Camoglio e Marongiu, la Snc guidata da coach Marco Pagliarini inizia nel peggiore dei modi il proprio esordio casalingo nel campionato di serie A2: i padroni di casa cedono 8-7 al cospetto del Como Nuoto, che riscatta a sua volta l’opaco debutto di sette giorni fa in cui i lombardi sono usciti sconfitti contro i cugini del Brescia Waterpolo. La partita inizia in modo positivo per la Snc, che trova il vantaggio dopo appena 57’’ grazie al capitano Romiti, abile a concretizzare il suggerimento del compagno Minisini e ad insaccare alle spalle di un incerto Viola. Durante il primo quarto sembra essere evidente la supremazia territoriale della compagine di Viale Lazio, ma nonostante ciò legni colpiti e occasioni non sfruttate contribuiscono a rimanere sul punteggio di 1-0. 
La beffa arriva a 40’’ dal termine dei primi otto minuti, grazie al pareggio di Foti, lesto ad approfittare della momentanea superiorità numerica a proprio favore.
Nel secondo quarto la formazione casalinga sembra abbandonare sul piano mentale la propria partita, subendo il contraccolpo psicologico derivato dal gol incassato allo scadere della prima frazione di gioco: a Minisini e ad Echenique rispondono prontamente Pagani e Fusi. Di Ferrero e Toth, poi, le reti che fissano alla fine del primo tempo il punteggio sul 3-6.
Il terzo periodo di gara parte con la massima frustrazione della Snc, dovuta sia ad un passivo obiettivamente immeritato che al gioco scorretto degli avversari, spesso autori di falli antisportivi. La sfida si incattivisce e i rossocelesti subiscono un ulteriore 1-2 determinante ai fini del risultato finale.
L’ultimo periodo di gioco inizia con l’evidente delusione del pubblico sugli spalti per un match che rischia di diventare una disfatta vera e propria, ma i padroni di casa reagiscono clamorosamente: il classe 2000 Luca Pagliarini (nella foto) segna una doppietta, intervallata dalla rete dell’esperto Muneroni e la gara torna improvvisamente sul binario di parità. L’inerzia psicologica dell’incontro sembra essere ora totalmente a favore del team civitavecchiese, gli spettatori lo capiscono e si lasciano andare ad un tifo sfrenato. Proprio nel miglior momento, però, il temuto Busilacchi trova una rete che dà morale e fiducia ai comaschi, che alla fine resistono nei 180’’ finali e tornano in Lombardia con il bottino pieno.
Autore di una delle reti della speranza è stato il classe 1997 Checchini, il quale ha commentato la debacle interna subìta dai suoi: «Abbiamo affrettato troppo ma soprattutto ci siamo svegliati tardi – esordisce il 21enne – e queste sono le dirette conseguenze che dobbiamo pagare. Riconosco che ci siamo innervositi per l’arbitraggio rivedibile e per la loro cattiveria in acqua, ma ciò non ci attribuisce nessuna scusante. Ora lavoreremo duro con la testa rivolta al prossimo impegno».
Tutto da rifare dunque per la formazione laziale, attesa da una settimana di fuoco in cui dovrà non solo rivedere gli errori di giornata ma preparare anche la prossima impegnativa trasferta contro lo Sportivo Surla.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Di Maio: �Luigi attaccato con ferocia. La responsabilit� degli errori � mia�

Il padre del vicepremier: �Ai figli abbiamo sempre raccontato che era tutto in regola�. �Lo conosco, � mio figlio, non avrebbe potuto avere altro comportamento perch� � una persona onesta�

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Weekend negativo per il Crc

Ancora un altro weekend di sano rugby per le squadre del settore giovanile del Crc. Qualche sconfitta di troppo per la verità in questa settimana ha caratterizzato il percorso del vivaio biancorosso. 
L’Under 10 che domenica scorsa è stata protagonista al Torneo nazionale ‘‘capitolino’’ a Roma. Sotto una incessante pioggia i ragazzi di Felice Raponi e Simone Di Giovanni hanno incontrato squadre molto competitive provenienti da Milano passando per Prato fino al Sannio, vincendo 2 partite e subendo 3 sconfitte, dalle quali si deve ripartire per migliorare in determinazione e concentrazione. Soddisfatti i tecnici e la società della crescita dei nostri giovani Crc.
Tanta pioggia, e anche un terreno di gioco proibitivo, hanno accolto invece i rugbisti Under 12 del Crc (nella foto), i quali hanno partecipato al Torneo Portus a Fiumicino. Difficile il gioco sotto molti aspetti che tuttavia non ha impedito ai nostri di mettere in pratica gli insegnamenti dei coach Caprio e Cosimi. E come nello spirito rugbistico alla fine «scivolata» sul terreno fangoso.
Sconfitta per l’Under 16 del Crc/Villa Paphili, sul campo amico Moretti della Marta di Civitavecchia contro Ftgi R. Lions Alto Lazio, partita tutta in salita contro una squadra più fisica e ben organizzata, con l’aggravante delle condizioni del campo, ai limiti della praticabilità e sotto una pioggia battente. I nostri giovani atleti non sono stati capaci di sfruttare i palloni che erano in proprio possesso e hanno dimostrato delle difficoltà a difendere nello spazio. Molto lavoro aspetta in settimana gli allenatori Maddaloni e Bruschi.
Partita ostica, invece, per l’Under 18 del Crc, sempre domenica scorsa, ma a Viterbo contro Ftgi R. Lions Alto Lazio. I biancorossi allenati da Alessio Moretti e Simone Montana Lampo sono riusciti ad esprimere un discreto gioco sul campo nonostante i vari errori commessi e a progredire di minuto in minuto riuscendo ad andare in meta con un buon gioco collettivo. La sconfitta brucia ma i rimproveri in settimana hanno dato i loro frutti. Molti meno falli e molto più gioco hanno fatto ben figurare la squadra biancorossa. La strada è ancora lunga ma se i giocatori risponderanno così anche in futuro saranno tempi duri per i prossimi avversari.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Weekend negativo per il Crc

Ancora un altro weekend di sano rugby per le squadre del settore giovanile del Crc. Qualche sconfitta di troppo per la verità in questa settimana ha caratterizzato il percorso del vivaio biancorosso. 
L’Under 10 che domenica scorsa è stata protagonista al Torneo nazionale ‘‘capitolino’’ a Roma. Sotto una incessante pioggia i ragazzi di Felice Raponi e Simone Di Giovanni hanno incontrato squadre molto competitive provenienti da Milano passando per Prato fino al Sannio, vincendo 2 partite e subendo 3 sconfitte, dalle quali si deve ripartire per migliorare in determinazione e concentrazione. Soddisfatti i tecnici e la società della crescita dei nostri giovani Crc.
Tanta pioggia, e anche un terreno di gioco proibitivo, hanno accolto invece i rugbisti Under 12 del Crc (nella foto), i quali hanno partecipato al Torneo Portus a Fiumicino. Difficile il gioco sotto molti aspetti che tuttavia non ha impedito ai nostri di mettere in pratica gli insegnamenti dei coach Caprio e Cosimi. E come nello spirito rugbistico alla fine «scivolata» sul terreno fangoso.
Sconfitta per l’Under 16 del Crc/Villa Paphili, sul campo amico Moretti della Marta di Civitavecchia contro Ftgi R. Lions Alto Lazio, partita tutta in salita contro una squadra più fisica e ben organizzata, con l’aggravante delle condizioni del campo, ai limiti della praticabilità e sotto una pioggia battente. I nostri giovani atleti non sono stati capaci di sfruttare i palloni che erano in proprio possesso e hanno dimostrato delle difficoltà a difendere nello spazio. Molto lavoro aspetta in settimana gli allenatori Maddaloni e Bruschi.
Partita ostica, invece, per l’Under 18 del Crc, sempre domenica scorsa, ma a Viterbo contro Ftgi R. Lions Alto Lazio. I biancorossi allenati da Alessio Moretti e Simone Montana Lampo sono riusciti ad esprimere un discreto gioco sul campo nonostante i vari errori commessi e a progredire di minuto in minuto riuscendo ad andare in meta con un buon gioco collettivo. La sconfitta brucia ma i rimproveri in settimana hanno dato i loro frutti. Molti meno falli e molto più gioco hanno fatto ben figurare la squadra biancorossa. La strada è ancora lunga ma se i giocatori risponderanno così anche in futuro saranno tempi duri per i prossimi avversari.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

I sei errori da non fare nel colloquio

Come prepararsi all’incontro decisivo. Chi vuole aumentare le possibilità di ottenere un impiego adeguato, deve darsi un metodo, muoversi con ordine e su più canali. Ma quali sono le trappole da evitare nel percorso? I consigli degli esperti

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Errori giudiziari: a Civitavecchia un convegno per avvocati e cittadini

CIVITEVECCHIA – Errori giudiziari storie, testimonianze e riflessioni. 

È questo il tema del convegno di alta partecipazione contenutistica previsto per questo venerdì a Civitavecchia presso la sala meeting dell'Hotel San Giorgio.

Un appuntamento organizzato dalla Camera penale di Civitavecchia, presieduta dall'avvocato Andrea Miroli, che rientra anche nell'ambito degli incontri della Scuola per i difensori d'ufficio, coordinata dagli avvocati Paolo Pirani e Remigio Sicilia, rispettivamente della Camera penale di Civitavecchia e Viterbo.

Il convegno, aperto agli avvocati, ai quali viene richiesto l'accreditamento,  – con l'assegnazione da parte dell'ordine di 4 crediti formativi rilasciati a legali di qualunque foro – è inserito anche nel calendario del corso per difensori d'ufficio, ma soprattutto si estende anche alla partecipazione dei cittadini perché il tema, è un tema di tutti.

È giusto, infatti, che in un momento così caldo, in cui sostanzialmente c'è molta attenzione a quella che è la problematica giustizia, il cittadino inizi anche a sentire e toccare con mano le esperienze, soprattutto quelle dirette di persone che hanno vissuto da vicino questo tipo di problema, nell'obiettivo generale di riflettere e comprendere nei dettagli cosa può comportare la giustizia. 

Relatori di eccezione pertanto, per un incontro che punta alla  sensibilizzazione generale su un argomento sempre più attuale. 

Oltre al presidente della camera penale di Civitavecchia avvocato Miroli, interverrà anche il presidente dell'Ucpi, Unione delle Camere penali italiane, Giandomenico  Caiazza, il quale parlerà della "Vicenda Enzo Tortora, per non dimenticare".

Testimonianza illustre anche quella della moglie di Enzo Tortora, onorevole Francesca Scopelliti, presidente della Fondazione internazionale per la giustizia Enzo Tortora, che rappresenterà tutto l'iter e tutta la storia Tortora, esempio di errore giudiziario, storicamente più noto, che ha fatto maggiore scalpore.

Autorevole anche la relazione dei giornalisti Benedetto Lattanzi e Valentino Maimone, noti fondatori di Errorigiudiziari.com, primo archivio on line di errori giudiziari e ingiuste detenzioni, dal quale è stato creato anche 'Io sono innocente' il programma di Rai Tre dove si è parlato di vittime di errori giudiziari che sono statisticamente davvero numerosi. Un argomento, pertanto, sul quale esperti della materia e semplici cittadini devono interrogarsi e riflettere. I noti giornalisti focalizzeranno l'attenzione su cosa è cambiato da Tortora ad oggi.

Tra le testimonianze anche Giuseppe Gulotta, esempio storico di vittime di errori giudiziari, probabilmente emblema del più grave caso di errore giudiziario mai accaduto in Italia. Gulotta, che è  oggi presidente del Progetto innocenti della Fondazione che porta il suo nome, racconterà la sua vicenda, la sua esperienza e come si è reinserito in una società che lo aveva condannato. Non poteva mancare in questo contesto di alto profilo l'intervento dell'avvocato Enrico Delahaye che fino a dicembre 2016 era procuratore generale di Corte di Cassazione. Delahaye si occuperà della parte relativa al risarcimento del danno per le vittime di errori giudiziari costrette ad una ingiusta detenzione. L'ex giudice di sorveglianza interverrà con ogni probabilità anche sulla vicenda Tortora. 

L'appuntamento è per venerdì 23 novembre dalle 15,30 alle 19,30 presso la sala meeting dell'Hotel San Giorgio, viale Garibaldi 34 Civitavecchia.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###