La Td Santa Marinella avanti in Coppa Lazio

Per la decima giornata del girone di ritorno del campionato di calcio a cinque di C2, la Td Santa Marinella sarà impegnata domani pomeriggio alle 17 sul campo del Laurentino Fonte Ostiense 80, squadra che viaggia al terzo posto in classifica a sole due lunghezze dal duo di testa Eur Massimo e Real Fiumicino.  
I tirrenici, collocati in nona posizione a 10 lunghezze dalle prima in classifica, devono dare continuità ai risultati, dopo il successo conseguito nel derby con la Futsal Santa Severa. 
Intanto, in settimana, i ragazzi di Vincenzo Di Gabriele, superano il turno di Coppa Lazio, grazie al successo ottenuto in casa per 1 a 0 contro il Nazareth, con rete del neo entrato Giordano De Fazi, che si era già distinto nel derby, nonostante avesse sulle gambe solo due allenamenti. Il giocatore civitavecchiese, ha in effetti dato maggior peso offensivo alla sua squadra, oltre ad essere determinante per la sua grande esperienza. 
Per quel che riguarda il Futsal Santa Severa la gara con la Virtus Monterosi è stata rinviata.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Corneto Tarquinia vola, la Cpc2005 perde la vetta

Finisce 2-2 il confronto tra la Cpc2005 e il Città di Cerveteri, al termine di una gara gagliarda e divertente.  Resta dunque un tabù per i civitavecchiesi il campo etrusco, dove non sono riusciti mai a vincere, complice un Cerveteri che imbavaglia ogni manovra. Zeoli, disegna la sua squadra in maniera accorta, davanti Di Fiandra è supportato da Paraschiv e Teti nelle progressioni offensive. Il resto della squadra controlla ed è pronta a innescare gli avanti. La Compagnia Portuale è la stessa che ha dilagato in casa con la Pmc, ma non ha lo stesso impatto sulla partita. Gara statica per larghi tratti, sembra imbavagliare le manovre. Due occasioni per i portuali nel giro di un minuto alla mezz’ora, fino a quel momento solo tanta melina a centrocampo. Prima Tabarini, assist di Ruggiero, e poi ancora Serpieri di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 33’ passa la Compagnia Portuale, sale in cattedra Ruggiero che appena entrato in area viene atterrato da Giustini, calcio di rigore realizzato da Tabarini. Si attende il fischio di chiusura del primo tempo ma arriva, invece, il pareggio dei locali. Punizione dalla tre quarti battuta da Palombini, la sfera vaga nell’area, arriva Vignaroli che non sbaglia il tiro. Ad inizio ripresa il Cerveteri torna in vantaggio con Di Fiandra che, davanti a Pancotto, non sbaglia, mentre la Cpc2005 sembra uscire fuori dal letargo intorno al ventesimo con Serpieri e poi Feuli che vanno vicino al pari. Pari che giunge al 40’ dopo un lungo forcing. Ruggiero mette una palla d’oro per la testa di Funari che da due passi non sbaglia. Il tecnico del Cerveteri Michele Zeoli commenta positivamente il pari ottenuto: «Abbiamo sfruttato al meglio tutte le occasioni che ci sono capitate. Ci aspettavamo il forcing finale della Cpc. Se avessi avuto un difensore a disposizione ci saremmo potuti mettere in modo diverso. Mercoledì abbiamo un’altra partita e domenica di nuovo un’altra, ho dovuto fare i cambi in avanti». La Csl Soccer impatta 1-1 con l’Aranova sul campo Le Muracciole. Un buon risultato per la compagine di mister Fracassa che dopo essere andata in svantaggio al 25’ della ripresa, subendo il gol del solito Italiano, risponde prontamente grazie al sigillo del centravanti Carmine Gaeta a pochi minuti dal termine. Con questo segno ics i rossoblù rimangono saldamente al quinto posto a quota 22 punti all’attivo in compagnia del Tolfa. «È un buon risultato – spiegano dalla società – per come si è messa la gara, abbiamo sfornato una grande prestazione e meritavamo anche qualcosa di più, ma ci accontentiamo lo stesso. Ora bisogna pensare più al campionato che al mercato». Il Santa Marinella porta a casa un buon pareggio con il Pian Due Torri. Finisce 1 a 1 con un gol del neo acquisto Luca Di Meglio che si è dimostrato uno dei migliori in campo. Dunque, alla fine dei conti, per come è arrivato è sicuramente un buon punto che muove la classifica. I rossoblù si presentavano rimaneggiati in difesa, oltre alle defezioni per infortunio di Attardo e di Morasca, mister Fabrizio Morelli si vedeva costretto mettere al centro della difesa un Roberto Famà febbricitante e il centrocampista Carra. La gara, fin dall’inizio, viene incanalata dagli avversari sull’agonismo asfissiante tanto è che all’8’ passano in vantaggio con un bel tiro in diagonale a cui nulla può Sanfilippo. Il Santa Marinella non ci sta e si mette a specchio, ribattendo colpo su colpo le giocate degli avversari e al 39’ trova il meritato pareggio con il nuovo arrivato Di Meglio abile a fulminare, con un tiro potente, il portiere ospite. Nella ripresa l’intensità agonistica non cala e nella prima parte sono Zimmaro e compagni a creare le occasioni migliori, ma la retroguardia ospite tiene bene. «Abbiamo iniziato male per le tante assenze – dice mister Morelli – e sinceramente avevo paura di perdere. Fortuna che siamo riusciti a tesserare quei tre giocatori che ci hanno dato una grossa mano. Comunque abbiamo fatto la nostra partita, anche se negli ultimi dieci minuti abbiamo rischiato. Ora dobbiamo chiudere con la campagna acquisti e poi ci getteremo a capofitto nel campionato». Il Corneto Tarquinia è la squadra più in forma del campionato. Nella gara di ieri con l’Atletico Ladispoli, gli uomini di Del Canuto, hanno messo a segno sei reti. Dunque, quello etrusco, è il secondo miglior attacco del girone dopo quello della Cpc con 40 reti. Una doppietta a testa per i gemelli del gol Catracchia-Pastorelli. Troili ed il neo arrivato Massaini completano la sestina vincente che porta i tirrenici in testa alla classifica con gli stessi punti della Pmc. Buon pareggio per il Tolfa sul campo dell’Urbetevere. La squadra di mister Sperduti fa 1-1 contro i romani e conserva il sesto posto in classifica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Corneto Tarquinia vola, la Cpc2005 perde la vetta

Finisce 2-2 il confronto tra la Cpc2005 e il Città di Cerveteri, al termine di una gara gagliarda e divertente.  Resta dunque un tabù per i civitavecchiesi il campo etrusco, dove non sono riusciti mai a vincere, complice un Cerveteri che imbavaglia ogni manovra. Zeoli, disegna la sua squadra in maniera accorta, davanti Di Fiandra è supportato da Paraschiv e Teti nelle progressioni offensive. Il resto della squadra controlla ed è pronta a innescare gli avanti. La Compagnia Portuale è la stessa che ha dilagato in casa con la Pmc, ma non ha lo stesso impatto sulla partita. Gara statica per larghi tratti, sembra imbavagliare le manovre. Due occasioni per i portuali nel giro di un minuto alla mezz’ora, fino a quel momento solo tanta melina a centrocampo. Prima Tabarini, assist di Ruggiero, e poi ancora Serpieri di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 33’ passa la Compagnia Portuale, sale in cattedra Ruggiero che appena entrato in area viene atterrato da Giustini, calcio di rigore realizzato da Tabarini. Si attende il fischio di chiusura del primo tempo ma arriva, invece, il pareggio dei locali. Punizione dalla tre quarti battuta da Palombini, la sfera vaga nell’area, arriva Vignaroli che non sbaglia il tiro. Ad inizio ripresa il Cerveteri torna in vantaggio con Di Fiandra che, davanti a Pancotto, non sbaglia, mentre la Cpc2005 sembra uscire fuori dal letargo intorno al ventesimo con Serpieri e poi Feuli che vanno vicino al pari. Pari che giunge al 40’ dopo un lungo forcing. Ruggiero mette una palla d’oro per la testa di Funari che da due passi non sbaglia. Il tecnico del Cerveteri Michele Zeoli commenta positivamente il pari ottenuto: «Abbiamo sfruttato al meglio tutte le occasioni che ci sono capitate. Ci aspettavamo il forcing finale della Cpc. Se avessi avuto un difensore a disposizione ci saremmo potuti mettere in modo diverso. Mercoledì abbiamo un’altra partita e domenica di nuovo un’altra, ho dovuto fare i cambi in avanti». La Csl Soccer impatta 1-1 con l’Aranova sul campo Le Muracciole. Un buon risultato per la compagine di mister Fracassa che dopo essere andata in svantaggio al 25’ della ripresa, subendo il gol del solito Italiano, risponde prontamente grazie al sigillo del centravanti Carmine Gaeta a pochi minuti dal termine. Con questo segno ics i rossoblù rimangono saldamente al quinto posto a quota 22 punti all’attivo in compagnia del Tolfa. «È un buon risultato – spiegano dalla società – per come si è messa la gara, abbiamo sfornato una grande prestazione e meritavamo anche qualcosa di più, ma ci accontentiamo lo stesso. Ora bisogna pensare più al campionato che al mercato». Il Santa Marinella porta a casa un buon pareggio con il Pian Due Torri. Finisce 1 a 1 con un gol del neo acquisto Luca Di Meglio che si è dimostrato uno dei migliori in campo. Dunque, alla fine dei conti, per come è arrivato è sicuramente un buon punto che muove la classifica. I rossoblù si presentavano rimaneggiati in difesa, oltre alle defezioni per infortunio di Attardo e di Morasca, mister Fabrizio Morelli si vedeva costretto mettere al centro della difesa un Roberto Famà febbricitante e il centrocampista Carra. La gara, fin dall’inizio, viene incanalata dagli avversari sull’agonismo asfissiante tanto è che all’8’ passano in vantaggio con un bel tiro in diagonale a cui nulla può Sanfilippo. Il Santa Marinella non ci sta e si mette a specchio, ribattendo colpo su colpo le giocate degli avversari e al 39’ trova il meritato pareggio con il nuovo arrivato Di Meglio abile a fulminare, con un tiro potente, il portiere ospite. Nella ripresa l’intensità agonistica non cala e nella prima parte sono Zimmaro e compagni a creare le occasioni migliori, ma la retroguardia ospite tiene bene. «Abbiamo iniziato male per le tante assenze – dice mister Morelli – e sinceramente avevo paura di perdere. Fortuna che siamo riusciti a tesserare quei tre giocatori che ci hanno dato una grossa mano. Comunque abbiamo fatto la nostra partita, anche se negli ultimi dieci minuti abbiamo rischiato. Ora dobbiamo chiudere con la campagna acquisti e poi ci getteremo a capofitto nel campionato». Il Corneto Tarquinia è la squadra più in forma del campionato. Nella gara di ieri con l’Atletico Ladispoli, gli uomini di Del Canuto, hanno messo a segno sei reti. Dunque, quello etrusco, è il secondo miglior attacco del girone dopo quello della Cpc con 40 reti. Una doppietta a testa per i gemelli del gol Catracchia-Pastorelli. Troili ed il neo arrivato Massaini completano la sestina vincente che porta i tirrenici in testa alla classifica con gli stessi punti della Pmc. Buon pareggio per il Tolfa sul campo dell’Urbetevere. La squadra di mister Sperduti fa 1-1 contro i romani e conserva il sesto posto in classifica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Real Fiumicino accarezza la vetta

Nel weekend s’è consumato l’ottavo turno del campionato di serie C2.
Il Real Fiumicino/Futsal Isola bissa il successo del turno infrasettimanale con il secondo 2-1 consecutivo in pochi giorni. Mazzuca e Albani stendono il Santa Severa e fanno volare la Banda Picciano e Consalvo portandola a un solo punto dalla vetta. 
«È stata una partita difficile, come quella di mercoledì – spiega Mattia Mazzuca, al secondo gol in una settimana -. Il Santa Severa è una squadra fisica, molto agguerrita. Sono un po’ giù in classifica e volevano fare punti, soprattutto perché giocavano in casa. Siamo stati bravi a controllarla dall’inizio alla fine e ad avere sempre il pallino del gioco in mano. Dovevamo chiuderla prima. Siamo stati un po’ imprecisi e un po’ sfortunati (tre traverse per la squadra di Fiumicino). È stato un match aperto fino all’ultimo, su questo dobbiamo migliorare. «La squadra? Stiamo bene. Le assenze pesano: eravamo partiti con una rosa ampia che si è dimezzata purtroppo – spiega il centrale -. Abbiamo reagito da grande gruppo. Dopo due sconfitte di seguito non era facile e invece ci siamo immediatamente rilanciati. Anche io mi sento finalmente bene. Dopo l’infortunio non sono ancora al 100 per cento ma non mi lamento. L’ambiente? È l’ideale. Nuova società, nuovo ambiente ma l’organizzazione rimane da serie A». 
Ora un tour de force: «Incontreremo le prime della classe – spiega l’ex capitano della Futsal Isola -. Sabato in casa affrontiamo il Laurentino. Tra infortuni e squalifiche saremo un po’ corti. Ma abbiamo dimostrato di saper vendere cara la pelle e giocheremo comunque per vincere. Affronteremo partita per partita. Vogliamo rimanere in cima alla classifica e daremo tutto quello che abbiamo». 
Dopo i primi tre punti presi sul campo del Ronciglione, il Santa Severa Futsal, quindi, non trova la giusta continuità e deve rimandare ancora l’appuntamento con i primi tre punti casalinghi. 
«È stata un’ottima prestazione – commenta mister Villella – purtroppo siamo qui a commentare una nuova sconfitta. Oggi ho visto una buona intensità e tanta voglia di vincere ma purtroppo non sono bastate. Ora abbiamo il derby con il Santa Marinella con qualche squalificato, ma in settimana prepareremo la partita al meglio per cercare di fare bottino pieno».
La Futsal Academy affronta a Roma l’Eur Massimo secondo in classifica, partita dalle attese importanti vista la classifica di entrambe.
Parte bene la squadra di casa con ottimo possesso palla e velocità ma la prima vera occasione per passare in vantaggio ce l’ha la Futsal Academy con Bertini lanciato da Rocchi che con un forte tiro esalta il bravo portiere avversario deviando in angolo.
Al 7’ l’Eur Massimo passa in vantaggio con Padellaro su punizione trovando Saraudi non preparato.Reagisce la Futsal Academy con Cibelli appena entrato al 9’ sfiorando il pareggio. Al 14’ invece arriva il raddoppio dei padroni di casa con una vole’ di Locchi lesto a intervenire sotto porta dopo una mancata presa di Saraudi con un tiro non irresistibile. Finisce il primo tempo sul 2 a 0. Nel secondo tempo la Futsal Academy alza il baricentro del gioco con pressing a tutto campo e al 9’ trova il gol con Fattori (migliore in campo) deviando di destro un forte tiro di Notarnicola diretto in porta. Si accende la partita e la Futsal Academy crede nel pareggio che arriva al 21’ con Rosalba imbeccato da Notarnicola dopo uno scambio con Guzzone. Sulle ali dell’entusiasmo prova a vincere la partita andando vicino con Fattori, ma su una ripartenza avversaria Saraudi è bravo a deviare in angolo un forte tiro diretto all’ incrocio dei pali. Sul susseguente calcio d’ angolo Teofilatto con un preciso sinistro con tutta la difesa immobile segna il 3 a 2 per l’Eur Massimo. Taldini le prova tutte giocando gli ultimi quattro minuti con il portiere di movimento ma il risultato non cambia. Sabato il derby con la Cpc2005, stracittadina che sancirà il valore delle due squadre civitavecchiesi.
Indigesta l’ottava stagionale per la Cpc2005. Sorride invece la Pisana che annulla le quattro sconfitte consecutive che l’avevano portata fin qui. Gli bastano le due volte di  Ridolfi, un gol per tempo, a  rendere vana la rete di Leone nel finale; termina 2-1. Match che i romani nel primo tempo giocano in surplace, domando con facilità la compagine diretta da Branchesi. Persi da una parte, provvidenziale in più di una occasione, e Arduini dall’altra limitano i danni nel primo tempo a chiara marca La Pisana.  Solo nella seconda parte della gara i portuali cercano quel qualcosa in più  che potrebbe regalargli il pareggio, ma è tardi. Prima i romani raddoppiano e poi gestiscono il gioco, subendo si la rete di leone ma non rischiando più di tanto. Prima è Ranzoni a tentar la via del gol, si spegne alta l’occasione, poi è Caselli sul finale ad avere la palla del pari. Ma non basta.  Match nervoso in casa portuale dove nel primo tempo ne fanno le spese mister Branchesi e un dirigente. Per dover di cronaca  hanno pesato  le assenze, a Tangini e Frusciante si è aggiunto Cerrotta uscito per infortunio. Sabato prossimo c’è il derby, una partita che non vale una stagione ma che rappresenta tanto in chiave cittadina.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

In cerca di hashish d� in escandescenze: arrestato

CIVITAVECCHIA – Deve rispondere di lesioni aggravate, furto con destrezza e resistenza a pubblico ufficiale il 24enne A.N., originario di Foligno, arrestato ieri sera dagli agenti della squadra Volanti del commissariato di Polizia. 

Il giovane, arrivato in città con un treno proveniente da Grosseto, ha raggiunto a piedi la zona del Ghetto dove, dopo aver avvicinato un gruppo di ragazzi alla ricerca di hashish e non ricevendo risposta positiva, ha iniziato ad inveire contro di loro colpendoli e lanciando contro anche degli sputi, per poi allontanarsi. Dopo circa 10 minuti, però, il giovane è tornato sul posto, pretendendo da alcuni ragazzi presenti di essere accompagnato per acquistare stupefacente; all’ennesimo rifiuto ha iniziato a spingere e sferrare calci verso di loro, costringendoli a scappare e nascondersi all’interno di un bar.

Non contento, il 24enne è entrato nel locale e, dopo aver rubato una bottiglia di birra, ha iniziato a colpire alla nuca uno dei ragazzi. Alcuni dei presenti hanno telefonato al 113 e subito sono giunte sul posto due pattuglie del Commissariato che, dopo aver individuato l’aggressore, hanno iniziato ad inseguirlo a piedi con l’ausilio di due militari dell’Esercito Italiano, in servizio presso l’11 Reggimento Trasmissioni di Civitavecchia.

Bloccato poco dopo in vicolo Ranucci il ragazzo ha cercato di colpire con la bottiglia un giovane presente sul posto. Gli agenti dopo aver assicurato, non senza difficoltà il giovane e sentito le testimonianze dei presenti e delle vittime della vicenda, lo hanno arrestato. Il ragazzo è stato denunciato anche per rifiuto di fornire le proprie generalità. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vecchia, che la rivoluzione abbia inizio

di MATTEO CECCACCI

Che squillino le trombe e rullino i tamburi: il Civitavecchia Calcio 1920 ha già ingranato la quinta  marcia e piazzato il primo colpo di mercato nonostante l’apertura sia fissata sabato primo dicembre, ma la società nerazzurra, come giusto che sia data la posizione di classifica incommentabile e la situazione negativa in cui versa, non vuole perdere assolutamente tempo.
Il primo acquisto messo a segno porta il nome di Edoardo Filoia: pregiato attaccante classe 2000 con trascorsi nelle giovanili della Roma e del Perugia, reduce dall’esperienza marchigiana con la Berretti della Sambenedettese, dove è riuscito a calcare per ben due volte il manto erboso dello stadio Riviera delle Palme anche con la maglia  della Serie C del tecnico Giorgio Roselli. Poi, per motivi di studio, il giovane è stato costretto a lasciare e a trasferirsi nella sua città natale: Roma, dove i vertici societari l’hanno inquadrato e portato subito a Civitavecchia. Un under, dunque, che va a rafforzare l’organico civitavecchiese, soprattutto il reparto offensivo insieme a bomber Manuel Vittorini e Lorenzo Serafini.
Il ragazzo, diciottenne da gennaio, ha cominciato martedì ad allenarsi insieme ai suoi compagni alla Cavaccia di Allumiere.
«Sono molto contento – esordisce il giovane neo acquisto del Civitavecchia Calcio – di essere entrato a far parte di questo team. Sono consapevole del contesto in cui si trova la squadra, ma sono sicuro che da qui a poco le cose possono cambiare, soprattutto quando inizierà il mercato di dicembre. Cercherò – conclude il centravanti Edoardo Filoia – di dare il meglio di me stesso per cercare di raggiungere l’obiettivo prefissato dalla società».
Allo stato attuale, quindi, la rosa cresce di un solo elemento, ma a dicembre senza ombra di dubbio bisognerà aspettarsi altri innesti, in particolar modo nella retroguardia. Da non escludere chiaramente gli addii che si potrebbero verificare tra due settimane, infatti da ultime indiscrezioni sarebbero a rischio quattro calciatori. A chiarire lo stato attuale in casa Civitavecchia Calcio ci pensa il Dirigente Responsabile Fabio Ceccacci: «Sono molto contento per l’acquisto che abbiamo fatto, perché Filoia è un ragazzo che va a rafforzare l’eccellente gruppo di under che abbiamo tra  la Juniores e l’Eccellenza. Riguardo il mercato che si aprirà tra due settimane tengo a specificare un concetto che voglio sia chiaro a tutti: nel Civitavecchia Calcio ora come ora non è a rischio nessuno, ma siamo tutti sotto esame, dal presidente al magazziniere; è ovvio che le quattro partite di dicembre saranno decisive».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Lazzari approda al Senigallia come preparatore dei portieri

Un grande obiettivo raggiunto per l’ex giocatore dell’Atletico Civitavecchia e della Primavera del Perugia Lazzari che recentemente è entrato nello staff tecnico come preparatore dei portieri della squadra marchigiana del Senigallia, compagine che milita nel campionato di Seconda Categoria.
«Mi trovo da dio – commenta soddisfatto l’ex preparatore dei portieri del Civitavecchia – qui nella Marche. Ringrazio per la fiducia il direttore generale Massimiliano Frulla e il mister Gianluca per la fiducia nei miei riguardi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Fratelli d’Italia dà il benvenuto ad Alberto Riglietti

TARQUINIA – Un nuovo importante ingresso nelle file di Fratelli d’Italia. In questi giorni, infatti, anche il dottor Alberto Riglietti, stimato professionista che esercita la professione medica a Tarquinia, è entrato a far parte del partito. «Fratelli d’Italia dà il benvenuto al dottor Riglietti e al suo gruppo – si legge in una nota – Convergenza di idee e valori condivisi hanno permesso una naturale confluenza, consequenziale alla decisione di iniziare insieme un percorso che culminerà nelle prossime elezioni comunali di Tarquinia».  «Si tratta di un appuntamento di fondamentale importanza per la città di Tarquinia – affermano da  Fratelli d’Italia di Viterbo – in cui Fratelli d’Italia giocherà un ruolo da protagonista e Riglietti, supportato da tutto il partito, rappresenterà senza dubbio una importante risorsa per Tarquinia e l’intero movimento». Da capire ora come si collocherà la lista di Fratelli d’Italia nel panorama del centrodestra.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mister Tossio si dimette al termine della sfida contro l’Urbetevere

di MATTEO CECCACCI

Qualcosa di clamoroso quanto accaduto domenica scorsa al termine della sfida valevole per l’ottava giornata del campionato Under 15 Elite. Subito dopo il triplice fischio dell’arbitro il tecnico Patrizio Tossio è entrato, prima nello spogliatoio per parlare coi ragazzi e dopo ha rassegnato le proprio dimissioni dinanzi ai vertici societari. Una scelta davvero inaspettata, in quanto i classe 2004, nonostante le quattro sconfitte stagionali e una posizione di classifica non delle migliori, stavano crescendo partita dopo partita. Ora si cerca un allenatore in possesso del tesserino Uefa B, ma la caccia sembra complicata.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###