Ladispoli, botte a via Siracusa: intervengono i Carabinieri

LADISPOLI – Paura questa mattina in via Sicuracusa per alcuni cittadini che in quel momento si trovavano a transitare nella zona. Due uomini, entrambi a quanto pare pregiudicati, hanno iniziato a litigare tra loro, spaccando addirittura delle bottiglie. I passanti, per evitare di restare coinvolti nella rissa, si sarebbero barricati all'interno dei negozi della zona. Per fortuna si è rilevato tempestivo l'intervento dei Carabinieri della stazione di Ladispoli che ha evitato il peggio. Una volta sedata la rissa i militari hanno trasportato in caserma i due per maggiori approfondimenti. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Camboni e Benedetti portano l’Italia a Tokyo

Dopo il ticket strappato nelle classi Laser Radial, 470 maschile e 470 femminile, venerdì l’Italia ha conquistato altre tre qualifiche per le Olimpiadi di Tokyo 2020 nell’RS:X maschile, RS:X femminile e Nacra 17.
Le buone notizie arrivano da Aarhus, in Danimarca, dove il campionato del mondo di vela a classi unificate è giunto alla fase finale.
A tenere alto il tricolore ci stanno pensando i civitavecchiese Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) e Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza), i quali hanno permesso all’Italia di qualificarsi matematicamente nella classe RS:X maschile, dove per stabilire chi sarà l’autore della qualifica bisognerà attendere la Medal Race di oggi, perchè Camboni e Benedetti sono entrambi nei primi dieci e si trovano appaiati rispettivamente in settima e ottava posizione a soli quattro punti di distanza. Troppo lontano per loro il podio, ma possono andare fieri entrambi per la qualifica dell’Italia ai Giochi Olimpici giapponesi.
«Partiremo dalla settima posizione – commenta sul suo profilo social Mattia Camboni – con le medaglie piuttosto lontane. Rimane un po’ il rammarico della penalità subita il primo giorno, che ci ha impedito di scartare il brutto 27 di giovedì, ma è comunque un Mondiale molto complicato ed essere tra i primi dieci rimane un segnale molto forte e una conferma dopo l’oro di Tarragona. Ora sotto con la Medal».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Mondiali: Camboni e Benedetti non mollano

Sono ben quattro i civitavecchiesi di scena al Mondiale che si sta svolgendo in Danimarca nella città di Aarhus: Mattia Camboni, Daniele Benedetti, Matteo Evangelisti e Veronica Fanciulli. L’esperienza danese è partita nel migliore dei modi per entrambi gli atleti, sia per Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) e Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza) che si trovano attualmente in terza posizione. A partire meglio, però, è stato Benedetti, che ha conquistato i primi due posti per poi rifarsi sotto a Camboni, che ha portato a casa due volte la seconda piazza. Partenza del tutto inaspettata, invece, per Matteo Evangelisti che al momento si trova piazzato al 61° posto, mentre al 34° c’è la campionessa Veronica Fanciulli che ha subito una penalizzazione subito dopo aver perso il ricorso con un’avversaria giapponese finendo addirittura fuori dalla flotta. Una situazione, dunque, più che positiva per l’Italia, in particolar modo grazie a Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza) e Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) che si stanno comportata molto bene: il primo è terzo con i parziali 8, 14, 6 e il secondo è quarto a pari punti con due ottimi secondi posti ed un settimo ottenuto nella giornata di ieri. Domani e venerdì sono previsti ancora due giorni di gare, prima della pausa di sabato e della medal race di domenica.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE UMBRIA 2 – SPOLETO – CONCORSO (scad. 6 settembre 2018)

Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la copertura di un posto
di veterinario dirigente e due posti di dirigente medico,
disciplina di otorinolaringoiatria, entrambi a tempo indeterminato.
(18E07703)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Prima da ''grandi'' per Marini e Luciani

di MATTEO CECCACCI

Il progetto giovani sta prendendo sempre più forma nel Civitavecchia Calcio 1920, ma d’altronde puntare sui talenti del settore giovanile è uno dei primi importanti obiettivi di quest’anno per patron Iacomelli, mister Rocchetti e il direttore sportivo dell’agonistica Fabio Ceccacci. Proprio oggi, infatti, è arrivata l’inaspettata chiamata del club nerazzurro nei confronti dei due baby fenomeni Tiziano Marini e Marco Luciani. Entrambi classe 2002 sono cresciuti fin da piccoli sul terreno di gioco del Tamagnini, anche se Marini inizialmente ha calcato stadi davvero importanti, come quello del centro sportivo Fulvio Bernardini di Trigoria. Un grande traguardo raggiunto per i due talenti che durante l’anno si sono maggiormente distinti con la rosa regionale di mister Mazza segnando molti gol decisivi e regalando numerose prestazioni eccelse. Una convocazione, dunque, più che meritata, frutto della continua dedizione e passione che Marini e Luciani hanno sempre messo negli allenamenti compensando allo stesso tempo anche lo studio. «Indescrivibile – spiega il sedicenne Tizi Marini – l’emozione che ho provato al momento della chiamata. Ora dovrò dare il meglio di me stesso per esordire in Eccellenza: è il mio sogno».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Alla Marina assegnati i titoli regionali di fondo e mezzofondo

Weekend di gare di alto livello alla Marina di Civitavecchia, nello specchio acqueo prospicente la sede storica della Snc Civitavecchia, società organizzatrice unitamente al Comitato Regionale Lazio della Fin, si sono svolti i campionati regionali del Lazio di nuoto in acque libere, sia agonisti che master, di fondo e mezzofondo sulla distanza rispettivamente di 5km e di 2,8km. Più di 450 atleti si sono dati battaglia. Nella gara di sabato scorso, la 5km, atleti di spicco hanno conquistato la classifica assoluta: per gli agonisti Alessio Occhipinti sale sul gradino più alto del podio mentre per i master vince Giovanni Brazzale M35, seguito da Marco Pucci M35 e il tritone locale Maurizio Valiserra M45, mentre in campo femminile Sara Alfonsi M35, ed a pari merito sul secondo gradino Laura Palasciano M45 e l’inossidabile ondina civitavecchiese Michela D’Amico. Il giorno successivo il podio assoluto agonisti si compone con Alessandro Righini, Giorgio Chialastro entrambi categoria ragazzi e Alessandro Addis, categoria junior, per le agoniste invece Matilde Cassinis, Federica Di Stefano e Marta Calisti tutte categoria cadetti. Per il settore master sul podio maschile Marco Pucci M35, seguito dall’intramontabile Maurizio Valiserra M45 e da Raffaello Clavari M40. In ambito femminile Lucrezia Casu M25 che precede di neanche un decimo la nostrana Michela D’Amico M45 seguita da Sara Alfonsi M35. In casa Snc ancora risultati d’eccellenza per Maurizio Valiserra e Michela D’Amico che reduci del titolo italiano in vasca ed in acque libere, conquistano entrambi anche il titolo regionale sia di fondo che di mezzofondo piazzandosi non solo 1° di categoria in entrambe le gare ma anche secondi in classifica assoluta in tutte e due le competizioni. Bene anche gli altri atleti rossocelesti Stefano Iacomelli 4° nella 5km e 5° nella 2,8km e Massimo Donnini rispettivamente 13° e 23° entrambi nella categoria M50. «La sicurezza in mare è stata la nostra preoccupazione principale – afferma il vice presidente Simone Feoli, organizzatore dell’evento e barcaiolo d’eccellenza nell’assistenza agli atleti – per questo devo ringraziare l’opera svolta dalla protezione civile di Civitavecchia nonché dagli amici fraterni del nucleo sommozzatori di Santa Marinella,  ma non solo, i medici e il personale della Croce rossa  Civitavecchia preposti ai primi accertamenti e cure mediche e per la quale ringrazio loro ed il presidente Roberto Pettiruti. Non da meno i maestri del mare, rappresentati della Lega Navale di Civitavecchia, che come la scorsa edizione hanno permesso lo svolgimento della gara con le loro imbarcazioni e barcaioli quali il professor Marco Corti, Vincenzo Pisano e Francesco Rossi, coadiuvati dai volontari e appassionati di sport Augusto Jacopucci e Roberto Ruina. Un ringraziamento di cuore al tecnico dei nostri atleti Marcello Jacopucci che con la collaborazione di Alessio Pisarri e Nicola Di Fatta hanno svolto tutte le operazioni di montaggio campo gara e portale di arrivo. Un saluto a Luca Triolo, per la Cosepo, che ha messo gentilmente  a disposizione materiali ed un gommone. Inoltre, devo ringraziare la Capitaneria di Porto per la concessione delle autorizzazioni e soprattutto la Guardi di Finanza di Civitavecchia per quanto hanno fatto sul campo gara. Superba tutta l’organizzazione, pre e post gara, che ha operato all’interno della piscina di largo Caprera, dove 12 bagnini dello staff della piscina stessa e della H2O si sono alternati tra piscina e spiaggia, Federica Feoli e Michela D’Amico che hanno gestito l’accoglienza e l’organizzazione generale coadiuvate da Giulia Giannini e Martina Mellini oltre allo staff della Snc con Alice, Filippo, Tommaso, Fabrizio and ‘‘teacher’’ Chris. Un ringraziamento agli amici “umbri” Luca Leccamuffi e Luca ed Antonella Saffioti, nonché a tutto il personale dell’Abbazia Umbra, che hanno intrattenuto gli atleti con vivande e pasta party. E per ultimi, ma non tali, voglio ringraziare il Comune di Civitavecchia, gli assessori  Daniela Lucernoni e Vincenzo D’Antò per il patrocinio e l’assistenza logistica, Giulio Santoni, la dottoressa Elena Amalfitano, la Luciani Controsoffitti e Pavimenti srl che da anni sono vicini a questa manifestazione, il Forno a legna “La Bianca” per la fornitura della Crostata casareccia da distribuire agli atleti, ma soprattutto alle signore del Dragon Boat per il sostegno ed il contributo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cestistica: preso il lungo Sebastiano Manetti

Sebastiano Manetti, 24 anni, lungo di 2 metri, è un nuovo giocatore della Stemar 90 Cestistica Civitavecchia. Nonostante la giovane età vanta esperienze di ottimo livello in A2 con il Ravenna e in serie B con Isernia, Sestu e Viterbo. 
Lo scorso anno è stato tra i protagonisti dell’ottima stagione della Stella Azzurra Viterbo. 
«Sono entusiasta di arrivare a Civitavecchia – dichiara il neo rossonero – in una società i cui obiettivi rispecchiano a pieno le mie aspettative. Sicuramente sarà un campionato molto difficile, ma le nuove sfide mi sono sempre piaciute e per questo sono impaziente di iniziare questa nuova avventura con una squadra che sono convinto lotterà su ogni possesso». 
«Manetti – spiega coach Lorenzo Cecchini – è un lungo che nonostante l’età ha già notevoli esperienze alle spalle. Al di là della solidità e della possibilità di ricoprire entrambi i ruoli da lungo, sono contento del suo arrivo perché è un giocatore che ha voglia di rivalsa e avrà fame da vendere». 
«Manetti è un giocatore che conoscevamo – commenta il ds Maurizio Campogiani – e che abbiamo cercato e fortemente voluto fin dal primo momento». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Anguillara, tenta di rubare tre sedie a sdraio: 19enne in manette

ANGUILLARA – Furto aggravato. Questa l'accusa con la quale i Carabinieri della Compagnia di Bracciano hanno arrestato un 19enne di Anguillara. La segnalazione al 112 è arrivata da un residente del posto che ha segnalato ai militari la presenza di alcune persone intente a forzare il cancello di ingresso di un negozio di arredi nei pressi di via Anguillarese. Sul posto è immediatamente intervenuta l'Aliquota Radiomobile che ha bloccato il 19enne, in compagnia di due complici, entrambi 13enne, mentre si stavano allontanando con 3 sedie a sdraio appena rubate dall'esercizio commerciale. I minorenni sono stati riaffidati ai rispettivi familiari mentre il 19enne è stato accompagnato in caserma in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo. La refurtiva è stata riconsegnata al proprietario del negozio. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, cacciati e denunciati ma i clochard tornano nel tugurio di viale Europa

LADISPOLI – Uno stendipanni, i materassi e un gruppetto che si riunisce di nuovo. Erano stati allontanati dai carabinieri e dalla polizia municipale, per altro poi anche denunciati. Ed ora sono ancora una volta lì i clochard, tornati ad occupare i locali angusti sotto al cavalcaferrovia di viale Europa a Ladispoli. Un problema di degrado non ancora risolto. Sia per i senzatetto che continuano a condividere uno spazio al limite tra sporcizia e topi, sia per i residenti della zona che assistono quotidianamente a scene di inciviltà. In pieno giorno fanno i bisogni all’aria aperta persino di fronte ai bambini – sono le testimonianze di alcuni clienti dell’ufficio postale di via Caltagirone situato proprio di fronte alla baraccopoli. I senza fissa dimora, allontanati circa una ventina di giorni fa, hanno di nuovo portato materassi per dormire e gli stendini per far asciugare i panni. In prevalenza sono originari dell’Est europa – come hanno sempre confermato i membri della Caritas – ma di questo gruppo fa parte anche qualche sbandato italiano. In mattinata e nell’ora di pranzo solitamente si spostano bussando proprio al centro Caritas dove ricevono un pasto caldo e indumenti. Nel pomeriggio tornano nel tugurio. Un problema non di poco conto visto che i magazzini del cavalcaferrovia sono a pochi metri dai binari. I clochard, dopo aver bucato le recinzioni della ferrovia, attraversano le rotaie per far rientro nella loro “casa”. Negli ultimi mesi sono stati almeno tre gli incidenti mortali sulla linea ferroviaria all’altezza di Ladispoli. Pochi giorni fa invece un altro gruppo di clochard sotto al ponte di via Firenze ha dato vita ad una rissa. Un cittadino polacco è stato picchiato ed è finito in ospedale. Grazie ad un’indagine condotta sia dalla polizia di Stato che dai carabinieri di Civitavecchia è stato possibile risalire agli aggressori, un 42enne moldavo e un 35enne polacco. Entrambi sono stati arrestati perché “traditi” dalle intercettazioni nella caserma dei carabinieri di Civitavecchia. Un’altra storia di disperazione tra persone che a Ladispoli vivono sempre più ai margini della comunità. In città non esistono centri di accoglienza per i clochard che necessariamente sono costretti ad accamparsi nelle aree naturali o sulle sponde dei fiumi.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Europei: l’Italia di Marco Del Lungo chiude quarta

Marco Del Lungo e Giovanni Melchiorri sfiorano il bronzo agli Europei di Barcellona. Il portiere di Tarquinia cresciuto nella Snc e il dottore di Civitavecchia, entrambi protagonisti seppur con diversi ruoli con la Nazionale di Sandro Campagna, alla fine si sono dovuti accontentare del quarto posto. Gli azzurri hanno prima inanellato una serie di ottime prestazioni che li hanno catapultati in semifinale, poi è arrivata la beffarda sconfitta per 8-7 con la Spagna, con un gol fantasma di Figlioli negli ultimi secondi non assegnato dagli arbitri. Male anche la finale per il bronzo, persa 10-8 contro la Croazia. Nonostante tutto, resta la bella prova di Marco Del Lungo, titolare dei pali azzurri.   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###