Emiliano Marsili incrocia i guanti col serbo Milan Delic

A quasi dieci mesi dalla sua ultima apparizione, Emiliano Marsili (36-0-1) torna sul ring domani sera, quando al Teatro Principe di Milano sfiderà il 20enne serbo Milan Delic (6-19-0). Sulla carta le sei riprese previste dovrebbero essere una passeggiata per il Tizzo, poco più di un allenamento insomma, ma si sa, mai sottovalutare gli avversari, specialmente tra le sedici corde. Il pugile di Civitavecchia dovrà salire sul quadrato con la giusta concentrazione, d’altronde un atleta che punta a chiudere la carriera con una chance Mondiale non può permettersi di prendere nessun impegno alla leggera.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Civitavecchia-Orte: i commenti della politica

CIVITAVECCHIA – Tanti i commenti a margine dell'inaugurazione del tratto Cinelli-Monte Romane Est della trasversale Civitavecchia-Orte. Nei lavori sono state coinvolte quattro società, per oltre 250 operai impegnati. Il tratto Cinelli-Monte Romano presenta tre gallerie artificiali per uno sviluppo di oltre 400 metri, tre viadotti per un totale di 1300 metri e altri 4,7 chilometri realizzati accanto all'Aurelia bis. La trasversale è fondamentale per la mobilità delle persone e delle merci dall’autostrada del Sole verso il porto di Civitavecchia e costituisce il collegamento diretto tra il porto di Civitavecchia e la costa adriatica.

MARIETTA TIDEI E GINO DE PAOLIS – "L'apertura del tratto Cinelli-Monte Romano Est rappresenta un importantissimo passo in avanti per la Orte-Civitavecchia, infrastruttura chiave per lo sviluppo del nostro territorio e, più in generale, per la nostra Regione. Nonostante la confusione dell'attuale governo, che sul tema infrastrutture e sulla Orte-Civitavecchia ha le idee poco chiare, questa opera sta vedendo la luce. È grazie ai fondi stanziati dai governi precedenti e al lavoro portato avanti dalla Giunta regionale di centrosinistra guidata da Nicola Zingaretti se oggi possiamo festeggiare questo risultato. Ci auguriamo che anche l'oltranzismo dei comitati per il no possa cessare perché senza infrastrutture non c'è mobilità adeguata, sviluppo, crescita. Il nostro territorio ha necessità di più collegamenti, di aprirsi all'esterno, creando sinergie più grandi. Ci auguriamo che il nodo dei ricorsi si sciolga favorevolmente e anche dal governo attuale arrivi quella giusta e doverosa attenzione che fino ad oggi è mancata così da poter completare l’ultimo tratto". Lo dichiarano, in una nota congiunta, la consigliera regionale del Pd Marietta Tidei e il consigliere regionale della Lista Zingaretti Gino De Paolis.

ENRICO PANUNZI – "Ho sempre creduto in quest'opera, perché strategica per la Tuscia, il Lazio e l'Italia. Il presidente Zingaretti ha sottolineato che ci sono voluti 9 anni per le procedure burocratiche e solo due per realizzare i lavori – prosegue il vice presidente della X commissione – un plauso va alla Regione Lazio per aver confermato il finanziamento di 117 milioni di euro, nonostante il debito di 12miliardi di euro trovato, e alle ditte dell'ati che hanno rispettato i tempi di consegna. Sono 6 chilometri importanti, perché rompono, almeno in parte, l'isolamento della nostra provincia, e ci avvicinano al porto di Civitavecchia e al litorale. Se il completamento della trasversale è l'obiettivo finale, c'è un passaggio intermedio da raggiungere. Quello di superare la strozzatura dell'arco di Monte Romano, uno dei simboli del ritardo infrastrutturale della Tuscia. Consegniamo alla Tuscia e ai suoi cittadini un'infrastruttura fatta bene e costruita in tempi rapidi. A dimostrazione che, se c'è unità di intenti tra le istituzioni, è possibile realizzare progetti nel migliore dei modi anche nel settore delle opere pubbliche". 

EMILIANO MINNUCCI – “L’inaugurazione di questa mattina del penultimo tratto di strada della Civitavecchia – Orte rappresenta l’ennesimo passo in avanti verso il completamento di un’opera fondamentale per la crescita dell’intero territorio regionale. In particolare quello compreso tra la tuscia romana e l’alto Lazio” ha detto il consigliere della Regione Lazio, Emiliano Minnucci. “Il completamento della trasversale è necessario da qualsiasi punto di vista, a partire da quello della mobilità e dello sviluppo socio-economico del nostro territorio. Collegare definitivamente il porto di Civitavecchia, con il suo indotto, al cuore del nostro Paese è senza ombra di dubbio un risultato di eccezionali proporzioni maturato, e possiamo dirlo senza possibilità di smentita, dal protagonismo dall’ultimo Governo di centro sinistra e dalla stessa Regione Lazio e a cui, insieme alla collega Marietta Tidei, abbiamo garantito il nostro contributo sia dagli scranni del Parlamento che da quelli della Pisana” ha concluso Minnucci.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emiliano, la svolta del governatore pop: ora un trans-partito con i temi del Papa

Dopo la rinuncia alla tessera del Pd. Emiliano l’ha presa a ridere. A differenza di molti suoi colleghi, spesso elettrici e retrattili, sembra quasi esaltarsi davanti a chi gli è ostile

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Entro Natale riconsegneremo la scuola di via Rapallo''

LADISPOLI – "Come avevamo annunciato nei mesi scorsi, entro Natale la scuola elementare di via Rapallo sarà riconsegnata al comune essendo terminati i lavori di adeguamento e ristrutturazione. Alla ripresa delle lezioni a gennaio gli alunni potranno ritornare nelle loro classi”.

Con queste parole l’assessore alla pubblica istruzione ha comunicato alle famiglie che sono stati rispettati i tempi per gli interventi di messa in sicurezza dell’istituto che ospita sei classi, attualmente dislocate nei plessi di Marina di San Nicola e via Lazio a Ladispoli.

“Sarà compito del dirigente scolastico professor Roberto Mondelli – prosegue l’assessore Cordeschi – decidere le classi che per prime alla ripresa delle lezioni dopo le vacanze natalizie torneranno in via Rapallo. Anche a nome del consigliere delegato alla manutenzione scolastica Emiliano Fiorini, ringraziamo i genitori dei bambini che si sono proposti per la pulizia della scuola. Al contrario di altre situazioni dove si parla molto e si agisce poco. Chiederemo agli uffici preposti l’autorizzazione affinchè le famiglie possano effettuare gli interventi di pulizia dei locali. Un ringraziamento anche all’ufficio tecnico del comune che ha assiduamente seguito la pratica burocratica della vicenda”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Passaggio ad Acea, per ora abbiamo schivato l'iceberg»

LADISPOLI – La gestione in house del servizio idrico è salvo. Almeno per ora. La Regione non procederà al commissariamento trascorso il 3 dicembre. Questo quanto emerso dall'incontro di ieri in Regione tra una delegazione dei Comuni che ad oggi non hanno ancora ceduto il servizio idrico all'Ato di pertinenza e l'assessore ai Lavori Pubblici della Pisana, Mauro Alessandri. «La Regione Lazio, che ha ricevuto a sua volta una richiesta da parte del Ministero dell'Ambiente di relazionare entro il 15 dicembre sullo stato di attuazione del servizio idrico nell'intera Regione, per ora si ''limiterà'' a recepire le osservazioni dei Comuni che non intendono aderire e ad inoltrarle al Ministero nell'ambito della rendicontazione richiesta». Annuncio che però non fa cessare il ''pericolo'' ma lo rimanda, almeno fino al prossimo anno. Tanto che da palazzo Falcone non si esclude ora la possibilità di andare a sensibilizzare sull'argomento direttamente il Ministero competente. Se è infatti vero che, al momento la nuova legge sull'acqua pubblica prevede delle ''eccezioni'' per la gestione in house, come ad esempio i comuni montani sotto i 5mila abitanti, e Ladispoli non è certamente una di queste realtà; è anche vero che proprio in questi giorni alla Commissione VIII della Camera dei Deputati si stanno svolgendo delle audizioni informali con i vari rappresentanti istituzionali a più livelli delle varie realtà italiane. E tra queste, pochi giorni fa, c'era anche Ladispoli, che ha spiegato ai membri della Commissione, con una relazione molto dettagliata, i motivi per i quali la città non intende cedere il servizio idrico cittadino all'Ato di pertinenza, chiedendo dunque che realtà come la sua, possano essere tenute in considerazione all'atto del perfezionamento della legge stessa. Mentre dunque da palazzo Falcone, nelle prossime settimane si continuerà a lavorare per cercare di sensibilizzare anche il Ministero su questa vicenda, auspicando che non si proceda, una volta recepite le osservazioni inviate dalla Regione, al Commissariamento dei Comuni che ancora gestiscono in house il servizio, almeno fino all'approvazione della nuova legge; il sindaco Grando ha voluto ringraziare tutti gli esponenti politici locali e non che in questi mesi si sono rimboccati le maniche su questa vicenda: «Lega, Partito democratico, Movimento 5 Stelle, Fratelli d'Italia. A Ladispoli tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione, tranne rare eccezioni, si sono dati da fare per trovare una soluzione. A loro va il mio personale ringraziamento e quello di tutta la città, nonché il plauso per aver messo da parte l'appartenenza politica per risolvere un problema comune. Un ringraziamento particolare lo rivolgo inoltre alla Consigliera regionale Roberta Angelilli, da sempre schierata al nostro fianco in questa battaglia, al Consigliere regionale Emiliano Minnucci che si è speso in prima persona per trovare una soluzione e all’Assessore Mauro Alessandri che si è dimostrato una persona seria e responsabile. Continueremo a seguire con molta attenzione l’iter della nuova legge sull’acqua pubblica allo studio dell’VIII Commissione della Camera dei Deputati, alla quale abbiamo chiesto di prevedere nel nuovo testo la salvaguardia delle gestioni virtuose del servizio idrico integrato come quella di Ladispoli».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, a palazzo Falcone riorganizzate le deleghe

LADISPOLI – Dopo il decreto di revoca arriva quello di ri-conferma dei delegati da parte del primo cittadino. Una ''mossa'' quella effettuata dal sindaco Alessandro Grando per mettere un po' di ordine all'interno dell'organizzazione amministrativa. Dal giorno dell'insediamento e del conferimento delle deleghe a semplici cittadini e a consiglieri comunali, infatti, alcuni di questi hanno rinunciato all'incarico affidatogli dal Sindaco rimettendo la delegha che gli era stata consegnata nelle sue mani. E così per fare il punto della situazione, da palazzo Falcone hanno optato per un decreto di revoca e di riassegnazione. E nell'elenco non manca nessuno. Dal delegato al servizio idrico Filippo Moretti, al delegato all'igiene urbana Carmelo Augello.Cambiano le deleghe per il consigliere Marco Antonio Fioravanti. Mentre prima il sindaco lo aveva delegato all'edilizia residenziale pubblica, finanza di progetto e partenariato pubblico e privato, ora il consigliere si occuperà di acquisizione nuove aree al patrimonio pubbico ed efficientamento delle risorse.  
Spariscono dall'elenco dei delegati invece il dimissionario assessore al Commercio Patrizio Falasca, il delegato alla sanità Roberto Oertel (che aveva già rimesso la sua delega nelle mani del sindaco), Olimpia De Prosperis incaricata in precedenza di occuparsi della delega prevenzione delle patologie, Alessandro De Pasquale (a lui era stata affidata la delega per le ''attività di collaborazione delle Associazioni di categoria del Comparto Difesa, Sicurezza e Soccorso Pubblico'') ed Emiliano De Simone (delega censimento e gestione del patrimonio comunale). 
Con l'occasione, inoltre, il primo cittadino, ha assegnato anche delle nuove deleghe, come quella relativa all'abbattimento delle barriere architettoniche affidata alla consigliera Daniela Marongiu. Andrea Cerqua si occuperà di Arte, Alessandra Fattoruso di eventi, cinema e spettacolo mentre a Giuseppe Fusco va la delega per la metanizzazzione del Cerreto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Una giornata scoppiettante per il Winnie Dry Runch

Una finale letteralmente al cardiopalma quella svoltasi domenica scorsa a Civitavecchia per il terzo campionato regionale  W.D.R. Team Roping Classic 2018 nella stupenda cornice del Winnie Dry Ranch di Diego Tiselli, dove un pubblico numerosissimo ha sostenuto i ropers in campo che per oltre tre ore si sono dati battaglia a suon di prese in una domenica piena di emozioni.
 Grazie appunto alle tante prese effettuate il risultato è rimasto in bilico fino all’ultima sgabbiata lasciando tutti con il fiato sospeso.
 «È stato davvero un onore organizzare un campionato pieno di grandi atleti – commenta a caldo Tiselli – come quello che si è appena concluso. Come immaginavo, l’ingresso di cavalieri provenienti da altre parti d’Italia è stato da stimolo per tutti i cowboys e le cowgirls che con grande cuore forza e determinazione non hanno mai mollato fino all’ultima tappa garantendo così uno spettacolo entusiasmante a tutto il pubblico presente di tappa in tappa sempre più numeroso. Un ringraziamento agli sponsor selleria Equitime e Horse Nutrition».
Questa la classifica della 5^ tappa e poi la definitiva del campionato:
STEER STOPPING: 1 Emiliano Rosina, 2 Marco Allegrini, 3 Francesca Alunni, 4 Eleonora Galiani.
TEAM ROPING 25 TEAM:1 Marco Allegrini – Silvano Sicchiero, 2 Marco Allegrini – Diego Tiselli, 3 Barbara Barletta – Silvano Sicchiero , 4 Simone Sarna’ – Samuel Unali , 5 Emiliano Rosina – Diego Tiselli, 6 Eleonora Galiani – Samuel Unali , 7 Marco Allegrini – Samuel Unali , 8 Samuel Unali – Marco Allegrini.
STEER STOPPING: 1 Champion Marco Allegrini , 2 Res.Champion Silvano Sicchiero , 3 Eleonora Galiani , 4 Samuel Unali , 4 Barbara Barletta , 5 Francesca Alunni.
CLASSIFICA DEFINITIVA CAMPIONATO:
1 Champion Marco Allegrini – Champion Silvano Sicchiero, 2 Res.Champion Samuel Unali – Res.Champion Diego Tisell, 3 Eleonora Galiani – Samuel Unali, 4 Simone Sarna’ – Marco Allegrini, 4 Barbara Barletta, 5 Francesca Alunni.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Allarme topi alla Livatino, la denuncia dei genitori

LADISPOLI – Invasione di Topi alla scuola Livatino? La questione era emersa già la scorsa settimana a seguito delle segnalazioni dei genitori che avevano rilevato, insieme al personale scolastico e docente, tracce ed escrementi di roditori nei corridoi del plesso di competenza della Castellammare e che, in stato di allarme, avevano deciso di lasciare i propri figli a casa, nonostante nessuno degli organi competenti avesse dichiarato la scuola inagibile.

La ditta era stata attivata, in quei giorni, per un sopralluogo: esito? Non veniva rilevata la presenza di topi dentro la scuola. A confermare questa versione le stesse fonti comunali.

Silenzio per qualche giorno. Bimbi di nuovo in classe. Ma poi la situazione di protesta è riemersa e ieri, in relazione a nuovi abbondanti avvistamenti di escrementi di roditori, i genitori in presenza di docenti, hanno lanciato nuovamente l'allarme informando i vertici scolastici e stavolta anche le forze dell'ordine.

Secondo le ultime notizie i tecnici si sarebbero recati nuovamente presso l'istituto per un altro sopralluogo, di cui si attende l'esito.

Genitori sul piede di guerra dunque, fortemente preoccupati per le condizioni igienico sanitarie del plesso dove c'è anche la mensa dei bambini del tempo prolungato.

Da verificare se la segnalazione è stata inoltrata anche alla asl a seguito degli ultimi interventi e delle scorse settimane.

La scuola, come da prassi, topi o non topi, fino a contrordine, resterà aperta. Molti bambini anche questa mattina sono rimasti a casa. Tra le testimonianze raccolte risulterebbe che i roditori hanno preso di mira persino gli armadietti interni alle aule, rosicchiando crackers e biscottini destinati alla merenda dei piccoli, rompendone quindi gli involucri e lasciando escrementi in aula dopo i gustosi banchetti.

Segnalazioni insistenti quelle delle famiglie, che andranno verificate con accuratezza e contezza da tutti gli organi preposti: non è possibile demandare questo ruolo ai genitori.
E non tarda ad arrivare la replica da parte dell'amministrazione comunale che parla di “allarmismi diffusi in queste ore sui social e sul web, in merito alla presunta presenza di topi nella scuola Livatino”. Da palazzo Falcone fanno sapere che proprio questa mattina a scuola si sarebbero presentati ispettori della Asl “chiamati da alcuni genitori legittimamente preoccupati dalle voci, hanno effettuato un accurato controllo del plesso scolastico. Durante l’ispezione di tutti gli ambienti dell’istituto era presente il consigliere comunale Emiliano Fiorini, delegato alla manutenzione scolastica”.

“Al termine della lunga ispezione – spiega il consigliere Fiorini – gli inviati dell’Asl hanno rivolto i loro complimenti alla scuola ed all’amministrazione comunale per la pulizia e la situazione igienico sanitaria della scuola. Nel corso del sopralluogo non sono stati trovati escrementi di roditori, ne tracce della loro presenza. L’unico piccolo roditore era stato rinvenuto qualche ora prima in una delle otto trappole che la ditta aveva posizionato all’interno dell’edificio.

Ricordiamo alle famiglie degli alunni che il plesso è stato totalmente bonificato e sanificato, così come accade quotidianamente grazie al lodevole impegno delle collaboratrici scolastiche che elogiamo anche a nome dell’assessore alle politiche sociali Lucia Cordeschi. Siamo perplessi dall’atteggiamento allarmistico di alcune persone che hanno diffuso notizie totalmente infondate e pretestuose, inondando il web di informazioni che hanno ottenuto soltanto l’effetto di gettare nella paura centinaia di famiglie. Purtroppo a Ladispoli ci sono ancora personaggi che tentano vigliaccamente di fare politica sulla pelle dei nostri figli. A tutti coloro che sui social hanno annunciato di voler invadere il palazzetto comunale per chiedere spiegazioni su questa fantomatica invasione dei ratti, annunciamo di essere pronti ad accoglierli in modo caloroso”.

 

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###