Fiom – Cgil, Casafina confermato segretario generale

CIVITAVECCHIA – Il 2° Congresso della Fiom – Cgil Civitavecchia Roma nord Viterbo, che si è tenuto venerdì scorso, si è concluso con il rinnovamento del gruppo dirigente territoriale composto da delegati metalmeccanici e con la conferma di Giuseppe Casafina come segretario generale.

Hanno partecipato i delegati eletti nelle assemblee di base svolte sui posti di lavoro dell'Alto Lazio, Fabio Palmieri per la Fiom – Cgil nazionale, Francesca Megna per la Cgil Camera del lavoro territoriale, Ivano Tassarotti per il patronato Inca, Claudio Roggerone per l'Ufficio vertenze Cgil e Valerio Bruni per l'Anpi provinciale di Roma.

“Nell'ultimo anno i metalmeccanici dell'Alto Lazio – spiegano dal sindacato – hanno subito licenziamenti e chiusure, dopo che le aziende non sono riuscite a realizzare i piani di sviluppo previsti, né a differenziare le attività, una strada che invece sarebbe necessaria anche per far fronte al drammatico problema dei continui ribassi negli appalti. Un grave problema quest'ultimo – proseguono dalla Fiom – Cgil Civitavecchia Roma nord Viterbo – che non deve essere lasciato in balìa delle dinamiche di concorrenza tra le imprese appaltatrici, perché con una piena responsabilità sociale della committenza principale verso il territorio avrebbe proporzioni diverse e meno gravi”.

Dal sindacato evidenziano come si sia registrato anche il caso di un provvedimento giudiziario “nei confronti di un'impresa, con accuse gravissime tra cui quella di caporalato e sfruttamento del lavoro, per cui la Fiom – Cgil è costituita parte civile in udienza. È questa – continuano – in estrema sintesi la fase di crisi che il settore attraversa, fase che dura da tempo e che investe anche i lavoratori attivi, perché le condizioni di lavoro peggiorano e i ricorsi alle casse integrazioni rimangono costanti”.

Per superare la crisi che investe l'occupazione locale, secondo la Fiom, è necessario il massimo impegno da parte di tutti “dalle istituzioni locali alle grandi realtà industriali e affini, in particolare di Enel – concludono duri dal sindacato – vista l'importanza e la connotazione produttiva di un'area che vede la presenza, tra le altre attività, di due centrali ciascuna delle quali necessita di lavorazioni costanti, di manutenzione e pulizie per l'una e di demolizione per l'altra. Rimangono, infine, l'atteso sviluppo del Porto di Civitavecchia e la necessità di un progetto sulle cosiddette aree interne, necessità per il viterbese in particolare”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Medio Tirreno, domani i lavori di manutenzione sulla condotta

CIVITAVECCHIA – È programmato per domani l’intervento di manutenzione ordinaria da parte del Consorzio Acquedotto Medio Tirreno sull’adduttrice verso Civitavecchia, inizialmente previsto per giovedì scorso e rinviato per maltempo. Per questo motivo, dalle 8 alle 17, si potrebbero verificare abbassamenti di pressione e/o mancanze d’acqua nella zona nord della città alle utenze alimentate dall’Impianto Filtri di Aurelia. Per i casi di effettiva necessità Acea potrà predisporre un servizio di rifornimento con autobotte da richiedere preventivamente via fax al numero 06 57994116. Per eventuali segnalazioni è possibile contattare il numero verde Acea 800 130 335. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Comune e la Frates di Pescia Romana ad Amatrice

MONTALTO DI CASTRO – Una giornata all’insegna della solidarietà quella trascorsa domenica dall’amministrazione comunale e da una delegazione della Fratres di Pescia Romana. Il presidente Oliviera Lombardi insieme al sindaco Sergio Caci, all’assessore Corona, alla delegata all’agricoltura Goddi, e un gruppo di volontari Fratres hanno incontrato i rappresentati delle Avis di Amatrice, Fara Sabina e Latina per offrire la loro vicinanza a una cittadina che tanto ha sofferto, ma che tanto ha saputo impegnarsi per ricominciare.
I donatori hanno compiuto un gesto di generosità, offrendo alla popolazione di Amatrice i prodotti tipici locali di Montalto di Castro e Pescia Romana. «Siamo molto vicini alle persone di Amatrice – ha detto il presidente della Fratres Oliviera Lombardi –. In passato, durante la prima emergenza, avevamo già donato computer, stampanti e toner. Consegniamo oggi i prodotti della nostra terra alla Croce Rossa che provvederà a distribuirli alla popolazione». 
La delegazione di Montalto di Castro ha partecipato alla Santa Messa, poi si è recata nel centro commerciale della cittadina, dove ad attendere il sindaco Caci c’era il referente locale dell’Avis. Durante la lunga visita, il primo cittadino ha incontrato il vescovo di Rieti, Mons. Domenico Pompili e ha ricevuto la vista del consigliere regionale Sergio Pirozzi.
«Siamo tornati a casa con un cuore più grande e un’azione concreta – ha detto il sindaco Sergio Caci – contribuendo a fare shopping nei negozi e offrire così il nostro apporto alla crescita economica di Amatrice. Grazie alla Fratres di Pescia Romana per il suo aiuto alla popolazione».
La giornata si è poi conclusa al parco comunale, al monumento dedicato alle vittime del terremoto.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Incontri d’Autunno, cambio di programma per alcuni eventi

TARQUINIA – Cambio di programma per alcuni appuntamenti di “Incontri d’Autunno”, la rassegna dedicata alla conoscenza e alla valorizzazione del patrimonio archeologico di Tarquinia organizzata dal Comune, in collaborazione con la Soprintendenza Abap-Rm-Met, la delegazione Fai di Viterbo e l’Università Agraria di Tarquinia. È stata rinviata la mostra personale di Carlo Brignola, “Eìde kai epòiesen”, alla cava Maggi, di fronte alla tomba della Mercareccia, prevista dal 19 al 21 ottobre. È stata rimandata anche la presentazione del libro sul restauro della camera centrale della tomba degli Scudi, il 27 ottobre, alle ore 11, nella sala consiliare del palazzo comunale. Le nuove date saranno comunicate quanto prima. Rimane confermata l’apertura della tomba degli Scudi, il 27 ottobre, dalle ore 16, con obbligo di prenotazione a viterbo@delegazione.fai.fondoambiente.it.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Banda Tarquinia, tutti in piedi per la canzone del Piave

TARQUINIA – Si è tenuto domenica pomeriggio, nella Chiesa di San Francesco, il concerto della banda musicale “Giacomo Setaccioli” di Tarquinia, che quest’anno festeggia i duecento anni di vita.
Il corpo bandistico tarquiniese, con il concerto di ieri ha voluto commemorare il centenario della fine della prima guerra mondiale e ricordare tutti i direttori e i musicanti del sodalizio.
Il concerto si è aperto con la marcia sinfonica “Roma” del maestro Mariano Bartolucci, ed è proseguito con vari medley di celebri arie operistiche. Molto apprezzate le marce “Risveglio Bandistico” scritta da Francesco Gioffreda e quella tratta dall’opera “Ernani” di Giuseppe Verdi.
Strepitosi gli assoli di Agostino Allegrini e Danilo Ciatti al sax contratto, Gabriele Tamiri alla tromba, Attilio Pascucci all’Euphonium, Mario Fanelli al sax tenore e Fabrizio Centino all’ottavino.Particolarmente emozionante e con tutto il pubblico in piedi, è stata l’esecuzione della canzone del Piave e dell’Inno nazionale italiano, inframezzati dalle note struggenti del “Silenzio”. Sul palco, per fare un saluto, sono saliti l’ex assessore Martina Tosoni e l’ex consigliere comunale Silvano Olmi, che prima delle dimissioni del sindaco Pietro Mencarini avevano ideato una serie di iniziative per ricordare i cento anni dalla fine della Grande Guerra, tra le quali appunto il concerto della banda musicale di Tarquinia.
Il presidente Sergio Bernabei e il direttore Mauro Senigagliesi hanno ringraziato i due ex amministratori, la banda per la straordinaria esibizione e il bellissimo pubblico, dando appuntamento a tutti per i festeggiamenti in onore di Santa Cecilia.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Compostaggio: contributo di 400 mila euro

CERVETERI – Un contributo di 400 mila euro,  quanto si è aggiudicato il Comune di Cerveteri, derivante dalla partecipazione al bando emesso dalla Regione Lazio, Direzione Politiche Ambientali e Ciclo dei Rifiuti, per le misure a favore delle attività di compostaggio e autocompostaggio per la riduzione della frazione organica per i Comuni del Lazio e di Roma Capitale. Ciò grazie al lavoro dell’assessora alle Politiche ambientali Elena Gubetti, che ha  partecipato al bando.
«Il compostaggio domestico – ha spiegato l’assessora Gubetti – è una pratica davvero molto semplice che ci permette di recuperare le sostanze organiche presenti nei nostri rifiuti e trasformarle in concime organico molto ricco di sostante nutritive per i nostri orti e per i nostri giardini. In più, il compostaggio ci permette di risparmiare grandi quantità di rifiuti che sarebbero altrimenti portati nei centri di conferimento adatti con un grande costo in termini di trasporto e di conferimento visto che, ad oggi, è quasi impossibile conferire questa frazione all’interno della nostra Regione a causa di una emergenza divenuta ormai strutturale. Il risparmio sarà quindi anche economico, perché avrà un effetto diretto sul costo della TARI: riducendo il volume dei rifiuti portati in discarica, diminuendo quindi  anche la tassa pagata dagli utenti. Sono estremamente soddisfatta  –  continua l’assessora Gubetti – dell’esito del bando e dell’apprezzamento che la Regione Lazio ha mostrato nei nostri confronti. Un progetto in cui ho creduto sin dall’inizio. L’attività di compostaggio sul nostro territorio è già cominciata quando abbiamo distribuito le compostiere domestiche a tutte le famiglie residenti nelle zone rurali cosa che ha apportato immediatamente un risparmio per chi ha aderito a questo sistema per lo smaltimento dell’umido ottenendo una riduzione della tariffa Tari 2018 pari al 20%. Con questo progetto andremo ad ampliare questo sistema alternativo di smaltimento dell’organico e ci consentirà di premiare altri utenti»
Il contributo concesso dalla Regione, è pari al 78,81% del costo totale del progetto presentato dal Comune di Cerveteri, che ammonta ad oltre 500 mila euro.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Conte: amministratore "a tempo" della Pas

CIVITAVECCHIA – "La nomina del dottor Vincenzo Conte quale amministratore unico pro tempore della Pas per il tempo strettamente necessario all’individuazione di un nuovo amministratore è stata effettuata nel pieno rispetto della legge". Arriva direttamente da Molo Vespucci la difesa della decisione presa dal presidente dell'Adsp Francesco Maria di Majo – all'indomani delle dimissioni lampo, ed inaspettate, di Andrea Rigoni – di affidare l'incarico a Conte, già direttore tecnico della Port Authority Security.  

E l'Authority cita il D.Lgs. 175/2016 per confermare come non vi sia alcuna incompatibilità nel ricoprire entrambi i ruoli. "L’articolo 11, comma 8, del D.Lgs. 175/2016 stabilisce infatti – hanno sottolineato – che gli amministratori delle società a controllo pubblico non possono essere dipendenti delle amministrazioni pubbliche controllanti o vigilanti. Qualora siano dipendenti della società controllante, in virtù del principio di onnicomprensività della retribuzione, fatto salvo il diritto alla copertura assicurativa e al rimborso delle spese documentate, nel rispetto del limite di spesa di cui al comma 6, essi hanno l'obbligo di riversare i relativi compensi alla società di appartenenza. Dall'applicazione del presente comma non possono derivare aumenti della spesa complessiva per i compensi degli amministratori”. L’ incompatibilità poteva quindi sussistere, come peraltro è stato in passato precisato anche dal Mit, laddove il dottor Conte fosse stato dipendente dell’Autorità di Sistema Portuale, ovvero utilizzando la formulazione della norma sopra richiamata, dipendente dell’amministrazione pubblica controllante".

L'Adsp ha poi precisato come Conte abbia rinunciato ai compensi di amministratore unico "ed è stato espressamente autorizzato dalla propria amministrazione di provenienza, la Presidenza del Consiglio dei Ministri – hanno concluso – a svolgere l’incarico di amministratore con soli compiti di ordinaria amministrazione, senza retribuzione, per il periodo necessario alla nomina del nuovo amministratore. L’assemblea della Pas aveva infatti anch’essa deliberato di nominare il dottor Conte ad interim".  

Rimangono però i dubbi, al di là del decreto citato relativo tra l'altro al pubblico impiego. Quelli cioè legati al fatto che in una società in house come la Pas amministratore unico e dipendente – come è il caso di Conte già direttore tecnico – difficilmente possono essere la stessa persona, con controllato e controllore che vanno a coincidere, senza più il necessario vincolo di subordinazione. Ma a dirimere questi dubbi, a questo punto, potrebbero essere il collegio dei revisori – al quale poteva essere affidato l'incarico ad interim come già accaduto in precedenza – e la stessa Anac, competente a decidere in questi contesti. 

 
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Taxi –ncc, Codacons: ''Bene il nuovo regolamento comunale''

CIVITAVECCHIA – “In dirittura di arrivo il nuovo regolamento comunale per il trasporto pubblico non di linea”. Lo rende noto Sabrina de Paolis rappresentante del Codacons di Civitavecchia che esprime soddisfazione, dopo anni di battaglie, e indica due grandi novità che consentiranno un servizio migliore e regolare. “Una svolta clamorosa – prosegue De Paolis – sarà l'inserimento di tariffe fisse e calmierate, che saranno stabilite dalla giunta comunale (per le quali il Codacons presenterà le sue proposte già nella seduta della Commissione consultiva del 17 ottobre), che tutelerà tutti i consumatori, crocieristi compresi, da brutte sorprese”.

Per De Paolis grazie alle tariffe non ci saranno più conti astronomici “per un trasferimento di circa 2 chilometri, come quello dalla stazione o da un bed and breakfast fino a largo della Pace. Così come sarà finalmente possibile chiamare un taxi tramite l'istituzione del servizio centralizzato di radio taxi”.

Si tratta di uno strumento fondamentale e chiesto a gran voce dal Codacons perché “il telefono pubblicizzato anche sul sito istituzionale del Comune – incalza De Paolis -(e pagato dai cittadini), ubicato fuori alla stazione, squilla sempre a vuoto”. Un disservizio che mette in cattiva luce tutta la città. Finalmente si potrà avere un servizio regolare, cosa fino ad ora impossibile “con tutti i taxi impegnati nei tour romani con incassi fino a 600 euro a corsa, come balzato recentemente agli onori della cronaca – tuona De Paolis – dopo le indagini dei Carabinieri che hanno portato alla comminazione della sanzione amministrativa e alla denuncia di un tassista che addirittura essendo adibito esclusivamente al trasporto disabili, effettuava invece questa corsa a Roma per passeggeri normodotati”.

Prevista anche la possibilità dell'inserimento di nuove aree di stazionamento.

“Ringraziando – aggiunge De Paolis – l'ottimo lavoro dell'Ufficio trasporti pubblici del comune di Civitavecchia, nella persona della dirigente Gabriella Brullini, per la stesura del regolamento, nonché quello del Nucleo operativo e radiomobile comandato dal tenente Roberto Lacatena che ha permesso di accertare i fatti esposti dal Codacons, il cui esito è stato certamente utile al perfezionamento del nuovo regolamento l fine di dotarlo di strumenti atti a contrastare comportamenti illeciti, confidiamo ora nel buon senso di tutti i titolari di licenza taxi affinché si smetta di fare ostruzionismo a spese degli utenti e dei cittadini, nella rapida attuazione di quanto di competenza della giunta, e – conclude – in una pronta approvazione finale in consiglio comunale”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Violenza di genere: convegno con la Polizia locale

CIVITAVECCHIA – Il Comando di polizia locale del Comune di Civitavecchia ha organizzato per venerdì 19 ottobre una giornata di formazione sulla violenza di genere, con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Civitavecchia, che ha riconosciuto all’iniziativa 5 crediti formativi, nonché dell’Ufficio scolastico regionale.

Un tema purtroppo di forte attualità che verrà affrontato attraverso l'intervento di professionisti ed esperti – magistrati, avvocati, funzionari delle forze dell'ordine, medici e psicologi – andando ad analizzare i diversi aspetti, partendo da numeri e statistiche passando per gli aspetti pratici dei processi e alle proposte operative per il coordinamento tra Procura e Polizia giudiziaria, fino alla prevenzione e contrasto da parte di carabinieri e polizia e all'importanza del dna per riconoscere le tracce biologiche. Porterà la propria testimonianza anche Luigi Mangiapelo, il padre di Federica, vittima di femminicidio e trovata senza vita sulle rive del lago di Bracciano. Modera il comandante della Polizia locale Pietro Cucumile. 

L'appuntamento è a partire dalle 8 di venerdì presso la sala convegni “Giusy Gurrado” della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia in via Risorgimento 8/12. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Litorale, controlli a tappeto

LADISPOLI – Proseguono i controlli a tappeto sul litorale a nord di Roma da parte degli uomini della Compagnia dei Carabinieri di Civitavecchia. Anche nel fine settimana appena trascorso sono stati intensificati i controlli nel centro abitato di Ladispoli. In particolare, i militari della stazione di via Livorno hanno segnalato alla Prefettura – Ufficio Territoriale del Governo di Roma – due individui per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale. Gli stessi, nel corso dei controlli, sono stati trovati in possesso di modiche quantità di hashish, sottoposte a sequestro. Sempre a Ladispoli un 42enne, è stato denunciato perché sorpreso alla guida della propria auto con la patente revocata dalla Prefettura di Roma.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###