Pagine a colori, un’edizione dai grandi numeri

TARQUINIA – Chiude la sua XIII edizione il Festival Pagine a colori, con la presentazione del libro Con le ali, di Roberta Angeletti, primo della collana “Senti senti… quel che so sui sentimenti”, la nuova collezione di Splen Edizioni. Per molti anni Roberta Angeletti ha condotto laboratori per la promozione della lettura nella scuola primaria e proprio in uno di questi laboratori, di tanto tempo fa, ha sperimentato per la prima volta quello che oggi chiama libro interattivo, un libro con dei sentieri segreti che i bambini possono percorrere in completa autonomia e dove lo scopo principale è quello di contrastare la passività stimolando il piccolo lettore-scrittore-disegnatore a diventare l’indiscusso padrone del proprio pensiero. Dal germoglio di quest’idea l’illustratrice, attraverso anche il suo percorso di insegnante, ha sviluppato il progetto del libro ‘‘Con le Ali’’, che ha trovato terreno fertile nella casa editrice siciliana Splen edizioni. Un progetto che vuole conciliare la dimensione operativa, il divertimento, il fare, con le riflessioni su temi particolarmente significativi, temi universali, temi emotivi come la memoria, la libertà, il tempo, che stimolano sin dall’infanzia riflessioni profonde e soprattutto la capacità di introspezione e di conoscenza del mondo e di se stessi. Alla presentazione del libro, i destinatari dei primissimi esperimenti di laboratorio con il libro interattivo, Leonardo e Thomas, ormai diciottenni, con la loro maestra Maria Cristina Pennacchioni, che ha conservato gelosamente i primissimi albi prodotti dalla classe. L’evento chiude la XIII edizione del Festival Pagine a colori, manifestazione promossa dal Comune di Tarquinia e dalla biblioteca comunale V. Cardarelli, quest’anno in partnership con Tarquinia Film Office e il supporto di Enel a cui si affiancano le partecipazioni di Bcc Roma, Unicoop Tirreno, Dg Cinema & Consulting, Cbm e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia. Numeri grandi quelli di questa edizione: tutte le classi dell‘I. C. Ettore Sacconi hanno aderito al progetto, 1000 bambini in visita alla Mostra accompagnati dalle 40 guide ufficiali dell’IISS Cardarelli, 60 bambini della Scuola primaria di Montalto di Castro, tutte le classi della Scuola delle Filippine, i piccolissimi del Nido. Un’iniziativa che copre tutta la popolazione scolastica del territorio, che offre puntualmente innumerevoli occasioni formative e didattiche completamente gratuite, che rinnova anno dopo anno la sua convinzione sull’inclusività, coinvolgendo ancora una volta i nonni del Centro Diurno Anziani e i ragazzi seguiti dalla Neuropsichiatria.
Un’iniziativa fiore all’occhiello del Comune e della Biblioteca, con partner istituzionali e privati di alto profilo, con ospiti illustri, illustratori, autori, esperti ed editori di primissimo livello, attesa ogni anno da tantissimi, genitori, insegnanti, bambini. Con la certezza che l’impegno futuro aprirà nuove imperdibili occasioni per tutti, il Festival Pagine a colori ci dà appuntamento alla prossima edizione…non prima di aver concluso il percorso di quest’anno con altri eventi già messi in programma: gli incontri con gli autori per gli alunni della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e Secondaria di I e di II grado che hanno già aderito, come in passato ed in modo unanime, a tale proposta.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pagine a colori, un’edizione dai grandi numeri

TARQUINIA – Chiude la sua XIII edizione il Festival Pagine a colori, con la presentazione del libro Con le ali, di Roberta Angeletti, primo della collana “Senti senti… quel che so sui sentimenti”, la nuova collezione di Splen Edizioni. Per molti anni Roberta Angeletti ha condotto laboratori per la promozione della lettura nella scuola primaria e proprio in uno di questi laboratori, di tanto tempo fa, ha sperimentato per la prima volta quello che oggi chiama libro interattivo, un libro con dei sentieri segreti che i bambini possono percorrere in completa autonomia e dove lo scopo principale è quello di contrastare la passività stimolando il piccolo lettore-scrittore-disegnatore a diventare l’indiscusso padrone del proprio pensiero. Dal germoglio di quest’idea l’illustratrice, attraverso anche il suo percorso di insegnante, ha sviluppato il progetto del libro ‘‘Con le Ali’’, che ha trovato terreno fertile nella casa editrice siciliana Splen edizioni. Un progetto che vuole conciliare la dimensione operativa, il divertimento, il fare, con le riflessioni su temi particolarmente significativi, temi universali, temi emotivi come la memoria, la libertà, il tempo, che stimolano sin dall’infanzia riflessioni profonde e soprattutto la capacità di introspezione e di conoscenza del mondo e di se stessi. Alla presentazione del libro, i destinatari dei primissimi esperimenti di laboratorio con il libro interattivo, Leonardo e Thomas, ormai diciottenni, con la loro maestra Maria Cristina Pennacchioni, che ha conservato gelosamente i primissimi albi prodotti dalla classe. L’evento chiude la XIII edizione del Festival Pagine a colori, manifestazione promossa dal Comune di Tarquinia e dalla biblioteca comunale V. Cardarelli, quest’anno in partnership con Tarquinia Film Office e il supporto di Enel a cui si affiancano le partecipazioni di Bcc Roma, Unicoop Tirreno, Dg Cinema & Consulting, Cbm e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia. Numeri grandi quelli di questa edizione: tutte le classi dell‘I. C. Ettore Sacconi hanno aderito al progetto, 1000 bambini in visita alla Mostra accompagnati dalle 40 guide ufficiali dell’IISS Cardarelli, 60 bambini della Scuola primaria di Montalto di Castro, tutte le classi della Scuola delle Filippine, i piccolissimi del Nido. Un’iniziativa che copre tutta la popolazione scolastica del territorio, che offre puntualmente innumerevoli occasioni formative e didattiche completamente gratuite, che rinnova anno dopo anno la sua convinzione sull’inclusività, coinvolgendo ancora una volta i nonni del Centro Diurno Anziani e i ragazzi seguiti dalla Neuropsichiatria.
Un’iniziativa fiore all’occhiello del Comune e della Biblioteca, con partner istituzionali e privati di alto profilo, con ospiti illustri, illustratori, autori, esperti ed editori di primissimo livello, attesa ogni anno da tantissimi, genitori, insegnanti, bambini. Con la certezza che l’impegno futuro aprirà nuove imperdibili occasioni per tutti, il Festival Pagine a colori ci dà appuntamento alla prossima edizione…non prima di aver concluso il percorso di quest’anno con altri eventi già messi in programma: gli incontri con gli autori per gli alunni della Scuola dell’Infanzia, della Scuola Primaria e Secondaria di I e di II grado che hanno già aderito, come in passato ed in modo unanime, a tale proposta.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il mercatino dei bambini approda su Rai Gulp

LADISPOLI – Dopo aver conquistato la piazza il mercatino dei bambini è pronto a conquistare anche l'Italia. La dedizione delle organizzatrici dell'iniziativa, dell'associazione Cittadinanza Dinamica Ladispoli, e la passione messa nell'evento da bambini e famiglie ha infatti fatto accendere i riflettori delle rete nazionali. Al prossimo appuntamento è infatti pronta a sbarcare in città Rai Gulp. Obiettivo: mostrare anche agli altri, fuori dai confini ladispolani, che cosa possono fare i piccoli ladispolani e le loro famiglie con i mezzi messi a disposizione dai volontari dell'associazione. Un'iniziativa partita forse in sordina e rilegata per le prime edizioni nei giardini di via Ancona, ma non per questo non al centro dell'attenzione sin dal suo esordio. L'obiettivo era semplice: insegnare ai più piccini l'importanza del riciclo e del riuso. E così anziché chiedere a mamma e papà un giocattolo nuovo, perché non portare i propri giocattoli usati ma in buone condizioni al mercatino e fare a cambio con quelli di un altro bambino? In questo modo i desideri dei più piccoli potevano essere realizzati, con l'acquisto di un nuovo gioco, e dall'altro si isegnava loro, tramite l'attività di vendita, l'importanza del denaro. Dei veri e propri piccoli commercianti che hanno messo a disposizione anche dei meno fortunati i loro giochi. E non solo: bambini che aiutano bambini (come nel caso della raccolta fondi per i piccoli Marco e Francesco, i due bambini di Cerveteri affetti dalla malattia di Batten). Bambini che imparano a giocare fuori, all'aria aperta, senza avere per forza in mano un telefonino o una play. Perché per divertirsi basta poco: due lattine, uno spago ben teso, ed ecco il caro vecchio telefono senza fili torna di moda regalando un sorriso e anche tanto stupore alle piccole nuove generazioni. Come il gioco della campana. Degli scarabocchi per terra e un sassolino. L'incertezza sul che cosa farci, dei genitori che borsa in spalla iniziano a saltellare tra i numeri con la felicità dei bambini negli occhi per aver ritrovato i giochi dell'infanzia e con essi i ricordi, e all'improvviso non c'è più distinzione: i bambini diventano gli adulti, si dedicano alla vendita dei giocattoli e gli adulti diventano i bambini e insieme a loro riscoprono l'armonia dello stare insieme all'aria aperta, riscoprendo quei valori e quelle emozioni di un tempo. Quando si stava fuori fino a sera e l'unico modo per tornare a casa era sentire mamma che dalla porta urlava “è pronta la cena”. Ora però è tempo di imparare una nuova lezione: il riciclo. Utilizzare materiale riciclato per confezionare giocattoli e decorazioni natalizie in vista del nuovo mercatino. E sarà quella l'occasione in cui le telecamere di RaiGulp accenderanno i loro riflettori sugli adulti del domani. I bambini sono già all'opera. «Stanno producendo a costo zero e con molto divertimento dei giocattoli ''nuovi'' che – hanno scritto sulla pagina dedicata all'evento – andranno a formare gli adulti del domani. Attenti alle esigenze della propria città e al consumismo sfrenato che ormai fa parte delle nostre vite, i nostri piccoli Dinamici stanno lavorando sodo. Grazie ai bambini per queste piccole lezioni di vita! Siamo fieri di voi! Fare come i bambini: loro sanno quel che fanno».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana in concerto a Tarquinia

TARQUINIA – Un evento che fonde la magia delle feste, la bellezza della solidarietà e l’incanto della musica. È il concerto “Aspettando… il Natale 2018” organizzato dal Lions Club Tarquinia che da 11 anni apre il calendario delle manifestazioni natalizie della città etrusca. Nella sala consiliare del palazzo comunale, il 1° dicembre, alle ore 17, si esibirà (ingresso libero) la Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana.

"Il concerto è oramai parte della tradizione natalizia di Tarquinia, un evento atteso da tutta la cittadinanza e il perfetto connubio tra musica e solidarietà. Quella solidarietà fatta di ‘services’, territoriali e non, ai quali il Lions Club Tarquinia è sempre partecipe e attento. – dichiara l'avvocato Paolo Pirani, presidente del Lions Club Tarquinia – La partecipazione della Banda del Corpo della Gendarmeria Vaticana è l’espressione sintomatica dell’importanza che ha acquisito negli anni questa manifestazione".

“Una scelta che è venuta naturale, nel solco delle grandi orchestre che si sono esibite nelle precedenti edizioni – afferma la professoressa Roberta Ranucci, direttore artistico del concerto – L'orchestra è molto apprezzata per la varietà del repertorio e per la precisione delle esecuzioni, partecipando a importanti manifestazioni in Vaticano e in tutt’Italia”.

Fondata nel 2007, la banda è composta da musicisti di ogni età. L’organico attuale è di circa 100 elementi, volontari, diplomati in conservatorio, provenienti dalle diverse bande militari italiane, diretti dal maestro Giuseppe Cimini.

"Come per le precedenti edizioni, il concerto è il momento per fare un bilancio dell’anno lionistico 2017-2018. – dice il presidente Pirani – Un anno nel quale il nostro club ha promosso diverse iniziative nelle scuole tarquiniesi (simulazioni dei colloqui lavoro, con consegna di una borsa di studio al vincitore, concorso internazionale “Un poster per la pace”, consegna alla dirigente scolastica Dilva Boem di un contributo per il progetto di musicoterapia), ha donato all'ospedale cittadino quattro pulsossimetri portatili, due televisori per le sale relax dei pazienti, un elettrocardiografo, un lettino medico elettrico per la sala ecografica di radiologia e tre panche da riposo. Guardando al futuro il Lions Club Tarquinia ha in progetto di sostenere iniziative a tutela delle vittime di violenza, con particolare attenzione a donne e minori, progetti finalizzati a sensibilizzare la collettività a temi legati alla salute e all’ambiente, con il coinvolgimento delle scuole. Un sincero ringraziamento va all’Accademia Tarquinia Musica, che ha curato organizzazione del concerto; al Comune, che ha concesso la sala consiliare come ogni anno; e a chi, come Leonardo Piozzi di Ortopedia Giuliani e alcuni soci del club, ha voluto contribuire alla realizzazione di questo evento".

“Rinnovo l’invito ai tarquiniesi a partecipare numerosi. – conclude la professoressa Ranucci – Saluteremo insieme l’inizio delle feste di Natale, trascorrendo un pomeriggio all’insegna della bella musica e della solidarietà”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Cestistica: un allenamento a settimana in inglese

Un’iniziativa particolare della Cestistica Civitavecchia, una novità nel mondo della pallacanestro che va incontro alle esigenze formative delle famiglie e soprattutto, dei ragazzi. 
Da domani, un allenamento settimanale dei bambini del minibasket e delle squadre giovanili, si svolgerà in lingua inglese.
«Si tratta – spiega il dirigente responsabile del settore giovanile, Giovanni Boccalato – di un’idea che stavamo maturando da tempo, anche alla luce del successo che l’abbinamento basket-lingua inglese ha avuto nelle ultime due edizioni del camp estivo e del fatto che ormai da tre anni gli allenamenti della prima squadra vengono condotti praticamente tutti in inglese. Dalla prossima settimana partiremo in via sperimentale. I bambini del minibasket avranno la loro “ora di inglese” il mercoledì e avranno a disposizione un madrelingua, il nostro Jonathan Foulds, che cercherà di insegnargli i concetti base della lingua attraverso tutto ciò che riguarda la pallacanestro. Si tratterà, ovviamente, di un approccio inizialmente semplice. Poi, se la cosa avrà successo, il discorso si farà progressivamente più completo».
Diverso, invece, il discorso per quanto concerne i gruppi dagli Esordienti in poi. «In questo caso – riprende Boccalato – l’intero allenamento sarà condotto dagli istruttori, fortunatamente preparatissimi non solo sull’aspetto dell’insegnamento del basket, ma anche sotto quello della conoscenza della lingua inglese. Nell’allenamento settimanale tutti i concetti tecnico-tattici saranno spiegati in inglese, per dare modo ai ragazzi di apprendere il più possibile una lingua che magari conoscono solo dal punto di vista scolastico. Dopo un paio di mesi di sperimentazione, sentiti bambini, ragazzi e genitori, decideremo se continuare, ma riteniamo che l’iniziativa, così come altre che abbiamo proposto in questi ultimi anni guardando al futuro e non al passato, sia destinata ad avere successo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

‘‘Buio di blu…I libri della notte’’: Pagine a colori festeggia la sua 13esima edizione

TARQUINIA – La città si prepara per la 13esima edizione di ‘‘Pagine a colori’’, la manifestazione promossa dal Comune e dalla biblioteca comunale “Vincenzo Cardarelli” di Tarquinia, che quest’anno si svolge in partnership con Tarquinia Film Office, con il supporto di Enel e a cui si affiancano le partecipazioni di BCC Roma, Unicoop Tirreno, DG Cinema & Consulting, CBM e dell’IIS Vincenzo Cardarelli di Tarquinia.  Il 2018 è l’anno della tredicesima edizione. 
Pagine a colori nasce come una mostra di illustratori affermati, anche stranieri, molti dei quali a livello internazionale, di libri per bambini e ragazzi, per poi trasformarsi nel tempo in un ricco contenitore di eventi: incontri con autori, editori, personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo, laboratori didattici con gli stessi illustratori, conferenze, spettacoli e altro ancora, finalizzati ad una esplorazione stimolante e avventurosa del fenomeno della letteratura illustrata e, più in generale, della dimensione comunicativa in cui vive e si evolve il libro per l’infanzia.

Pagine a colori oggi è un Festival della Letteratura e delle Arti visive che ha una significativa risonanza ben oltre il territorio laziale e contribuisce in maniera rilevante alla promozione alla lettura e alla conoscenza del linguaggio dell’illustrazione come riconosciuta forma d’arte. ‘‘Buio di blu… I libri nella Notte’’ è il tema della XIII edizione: Pagine a colori esplora quest’anno il buio e la notte, dimensione necessaria per costruire la consapevolezza dei nostri punti ciechi, di ciò che sappiamo di non sapere, di ciò che c’è, ma non è visibile o di ciò che non c’è, ma è immaginabile.

L’esperienza del buio esaltata dal fascino della notte, diventa così qualcosa che implica un’attività molto concreta e un’abilità creativa particolare della nostra mente che equivale a vedere, immaginare, sognare, costruire, evocare ciò che il buio stesso ci impedisce di percepire con i nostri occhi.  Attraverso il buio, prendiamo così coscienza di quali sono le lenti con le quali osserviamo il mondo, di quali sono i presupposti che organizzano il nostro sguardo e le informazioni che si traggono dalla vita quotidiana.

E’ grazie a queste informazioni che il nostro immaginario si rigenera incessantemente, alimentando la curiosità di esplorare territori sconosciuti, di avventurarsi nell’ignoto, sicuri di non sapere e di poter far emergere una realtà, il più possibile coerente con ciò che si desidera.  Ulteriori elementi di riflessione sono offerti dalle tematiche ambientali riguardanti l’energia (luce come energia), l’educazione al consumo dell’energia (l’equilibrio ecologico esaminato in rapporto al degrado ambientale, alle pratiche del consumo e al problema degli sprechi).  Il tema del buio guiderà il pubblico dei piccoli e dei grandi attraverso generi narrativi, libri illustrati, punti di vista, esperienze, personaggi, esperti, autori e illustratori che in vario modo confluiscono in un luogo, la notte, dove si compiono azioni coraggiose, si rompono le convenzioni, si abbandona il già pensato e il già visto, si riflette su quanto e su come si organizzano i dati che ci vengono offerti dalla vita diurna e dalla nostra coscienza e ci si abbandona alle suggestioni emotive più profonde.  

Il tema, quanto mai universale, trova peraltro un collegamento coerente a quelli esplorati nelle precedenti due edizioni che si sono distinte per la ricchezza dei valori sociali a cui si sono ispirate tante iniziative con coinvolgimento del Centro Diurno Anziani, dell’IISS Cardarelli e del Cinema Etrusco e che, in tal modo, hanno consentito di realizzare esperienze significative di inclusione, integrazione e interazione tra tutte le fasce d’età: bambini, giovani, adulti, anziani.

Significativa a tale proposito è la collaborazione che si realizzerà con CBM Italia, la più grande organizzazione umanitaria internazionale impegnata nella prevenzione e cura della cecità e della disabilità nei Paesi del Sud del mondo, attraverso le cui attività il nostro pubblico di piccoli e grandi sarà sensibilizzato ai valori dell’inclusione e della solidarietà.

Quanto mai provvidenziale il supporto di Enel, ad illuminare le meravigliose illustrazioni della Mostra.

Gli illustratori Mostra 2018 BUIO DI BLU

Giulia Pintus, Valeria Valenza, Antongionata Ferrari, Lucia Scuderi, Gabriel Alborozo, Mattias De Leeuw, Miriana Ruiz Johnson , Roger Olmos, Giorgia Atzeni, Paola Formica, Mara Cerri, The Fan Brothers, Dale Blankenaar

Ospiti di PAGINEaCOLORI 2018

RuotaLibera Teatro, Carla Chiuppi, Roger Olmos, Ernesto Valerio, Laura Tosi, Vanja Passerini, Eros Miari, Paola Formica, Fabio Stassi, Valeria Valenza, Laura Salerno e Valentina Simioli per CBM.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Amici della Musica, Stefania Cammilletti  si racconta

ALLUMIERE – La nuova presidente dell’associazione ‘’Amici della Musica di Allumiere’’, Stefania Cammilletti si racconta. «È da poco che sono stata eletta presidente ma è da 30 anni che ‘’vivo’’ l’associazione: sono entrata – spiega la presidente Cammilletti – nell’89 quando entrò il mio primo figlio allora bambino, negli anni sono entrati gli altri due figli e ora il mio nipotino. Io e mio marito abbiamo sempre collaborato attivamente. Questa è stata ed è per tutti una seconda famiglia. Si sono sviluppate grandi amicizie che tuttora vanno avanti al di là dell’associazione. Qui siamo tutti uniti dall’’interesse per la musica e io ne sono rimasta coinvolta sotto cari punti di vista: operativo, organizzativo ed emotivo.  Prima sono srata consigliera, poi negli ultimi 5 anni non ho avuto nessuna carica, ma non mi sono allontanata ma ho continuato a collaborare per l’associazione come addetta stampa, presentando i vari eventi, lavorando in cucina per le varie edizioni della Festa della Musica. In questi ultimi anni la nostra presidente è stata Maria Letizia Beneduce che è una donna attiva, brillante e competente e musicalmente ha dato tanto alla nostra associazione. Ora che lei ha dovuto lasciare mi è stato chiesto di impegnarmi come presidente e io ho accettato perchè conosco tutto di questa realtà, anche le piccole sfaccettature. Ho sempre avuto la consuetudine di stare coi ragazzi, di ascoltare le prove e tutti i musicanti sono abituati a vedermi tra loro. Qui c’era mio marito Attilio che ha retto tutta la parte organizzativa pratica. Ho cominciato la mia nuova avventura da presidente con lo scambio con la banda di Appignano, una iniziativa a cui nel 2012 io e Anna Mancini abbiamo dato il via allo scambio con i bambini di Appignano e la loro presenza ad Allumiere a pochi giorni dalla mia elezione l’ho presa come buon auspicio». La Cammilletti poi prosegue: «Sono fortunata perchè ho preso una realtà positiva e apportare migliorie a una cosa così bella non è semplice. I miei obiettivi sono di lavorare di più sulla banda e di prefiggerci obiettivi musicali di un certo livello. Siano fortunati perché abbiamo come professori delle vere e proprie eccellenze e perchè i nostri allievi e musicanti sono eccezionali. Mi piace ascoltare tutti perché dalla molteplicità nascono tante cose belle. Voglio essere il presidente che coordina e collabora attenta a tutto ciò che accade. Il maestro Cardinali è instancabile ma c’è necessità di allegerirgli il carico e io farò di tutto per supportarlo. Un altro obiettivo  è quello di riportare le famiglie e non solo i ragazzi. Abbiamo più di 300 iscritti ai corsi e faremo di tutto per fornire a tutti la migliore preparazione possibile. Ci tengo poi a fare un grande ringraziamento a Umberto Profumo, uno dei fondatori di questa associazione e parte attiva anche oggi. Lui è il direttore artistico e suona in banda, è un grande esempio per tutti. Lui per tutti non è un professore ma il professore; è l’anima dell’associazione. Spero di lavorare bene e di portare risultati positivi. Quando esce questa associazione esce Allumiere, essere presidente di questa grande realtà è un onore immenso. Dedico la mia presidenza ad Attilio». 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Coppa delle Province:  il Tc Dlf cala il poker

È stata sicuramente l’edizione più bella della storia della Coppa delle Province AICS. Vince nuovamente, stabilendo il record di quattro vittorie nelle ultime quattro edizioni, la squadra del Dlf Civitavecchia 1 in finale contro il DR24 1 di Lucca. 
Dal 7 al 9 settembre scorsi a Cervia/Cesenatico presente la folta schiera di tennisti Agostini, Zeoli, Barone, Guccione,  Donti, Donghi,  Anniballi, Russi, Di Michele, Salvi, Vucetich, Corrao, Mentonelli e Bentivoglio, in rappresentanza dei colori del Tc Dlf Civitavecchia diretti dal capitano non giocatore Paolo Corrao.
«Nonostante il maltempo annunciato – raccontano dal Tc Dlf Civitavecchia – l’intera manifestazione è stata accompagnata da uno splendido sole e una temperatura estiva ideale. Sportività, agonismo, goliardia, hanno reso ogni incontro piacevole e divertente da giocare e da osservare. La professionalità dello staff che ha condotto la manifestazione è stata come sempre ineccepibile. L’ospitalità di Marco della struttura del “Ten… Pinarella” e dell’incomparabile Lorenzo del circolo “Il Circolino”, hanno fatto sentire di casa i giocatori arrivati dalle varie parti di Italia. Un ringraziamento all’Hotel Thomas per l’accoglienza, la disponibilità e la flessibilità negli orari dei pasti. Ma soprattutto grazie a tutte le squadre partecipanti, ben 21, tre in più dello scorso anno, che hanno aderito all’appuntamento nazionale, confermando il gradimento e l’apprezzamento per l’organizzazione dello staff dell’Aics Tennis».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tolfa: domani � il giorno del ''Drappo dei Comuni''

TOLFA – Oltre 100 persone si sono incontrate ieri sera presso il ristorante La Loggia per la Cena di Gala con cui l’amministrazione comunale di Tolfa in collaborazione con la Pro Loco hanno aperto i festeggiamenti del patrono Sant’Egidio e, in particolare, dell’XI Drappo dei Comuni.

Il calendario della tregiorni del Drappo dei Comuni prevede oltre alla cena di ieri sera la manifestazione di stasera ‘‘Miss Drappo’’ e domenica la corsa al fantino dei cavalli mezzosangue in cui 8 Comuni si contenderanno la vittoria del Drappo dipinto quest’anno dalla pittrice tolfetana Silvia Di Silvestro.

I Comuni che quest’anno hanno aderito all’invito del sindaco di Tolfa Luigi Landi oltre a Tolfa sono: Allumiere, Civitavecchia, Manziana, Oriolo Romano, Santa Marinella, Cerveteri, Canale Monterano.

Per il Comune di Tolfa c’erano il sindaco Luigi Landi, il vicesindaco Stefania Bentivoglio; gli assessori Cristiano Dionisi e Paola Aloisi, i consiglieri Domenico Lucianatelli, Claudia Pagliarini e i delegati Angela Ceccarelli, Pamela Pierotti e Anita Carminelli. Presenti per la Pro Loco, invece, il presidente Alessio Testa, la vicepresidente Stefania Marcelli e Silvia Marazzi. Alla cena sono stati presenti le autorità dei vari Comuni c’erano per Allumiere il sindaco Antonio Pasquini e il consigliere comunale Sante Superchi; per Civitavecchia il vicesindaco Daniela Lucernoni e il consigliere Fortunato; per Manziana l’assessore Eleonora Brini e il consigliere comunale Giacomo Levati; per Oriolo Romano l’assessore Gianni Petrocchi; per Santa Marinella il consigliere Fabrizio Fronti; per Cerveteri il vice sindaco Giuseppe Zito.

Momento clou della serata il sorteggio Comuni-scuderie, a cura della delegata Ceccarelli e della vicepresidente Pro Loco Marcelli. Civitavecchia con il cavallo Vidoc della scuderia Carducci; Cerveteri cavallo Su Conte scuderia Monte Castagno; Oriolo Romano cavallo Nalmahmoud della scuderia Orlandi; Santa Marinella con cavallo Tuscia scuderia Pennesi Pierotti; Allumiere con Urban Spire scuderia Fontanatonna; Tolfa con Sorighittu con scuderia Monumento; Canale Monterano Saphiria scuderia Marco Canino; Manziana con cavallo Spoon River scuderia Pasquali.   

Al termine dei sorteggi si sono composte le batterie: prima batteria Civitavecchia contro Cerveteri; seconda batteria Oriolo contro Santa Marinella; terza batteria Allumiere contro Tolfa; quarta batteria Canale contro Manziana. Tra i fantini che correranno il Drappo c’è l’allumierasco Bruno Carolini che con tre vittorie e 2 secondi posto è il fantino che ha vinto di più; di poco sotto Bebo Filippini.

Domenica sarà quindi il giorno dell’11^ edizione del ‘‘Drappo dei Comuni’’, la corsa dei cavalli purosangue che ogni anno infiamma la collina. Il Comune collinare sarà protagonista di un grande evento calamiterà tutta l’attenzione, cioè la corsa dei cavalli purosangue al fantino promossa dall’amministrazione comunale di Tolfa in collaborazione con la Pro Loco. Questo evento ha origini molte antiche: c’è, infatti, un’anfora rinvenuta nella necropoli tolfetana del Ferrone che raffigura una gara tra cavalieri. Questa corsa dei cavalli fin dall’inizio del 1900 faceva e fa parte dei festeggiamenti in onore del patrono Sant’Egidio. Da 11 anni questa corsa si è evoluta e vede in gara alcuni Comuni delle province di Roma e Viterbo (quest’anno 8). Per quanto riguarda l’albo d’oro del Drappo nel 2008 vittoria del Comune di Vejano; nel 2009 Allumiere; nel 2010 Tolfa; 2011 Anguillara; 2012 Manziana; 2013 e 2014 Trevignano (unico Comune ad aver vinto 2 edizioni); 2015 Formello; 2016 Canale Monterano; 2017 Santa Marinella. I Comuni che non hanno mai vinto questa competizione sono Civitavecchia, Cerveteri e Oriolo Romano.

Domenica quindi sarà una giornata tutta da vivere a Tolfa fra sport equestre, divertimento, tradizione e cultura. Il tutto comincerà alle 900 con la ‘‘Giostra del Saraceno’’ con gli anelli promossa dall’Asd Cavalieri Tolfa nella quale saranno protagonisti i cavalli tolfetani. Alle 10.45 seguirà la corsa degli asini in linea sul percorso interrato di viale d’Italia promossa dalla scuderia ‘‘Come va va’’.

Il pomeriggio si aprirà alle 15 con la sfilata dei sindaci coi gonfalaoni dei Comuni, le autorità, il Drappo, Miss Drappo 2018; il corteo sarà accompagnato dalla musica della banda Giuseppe Verdi diretta dal maestro Stefania Bentivoglio. Dalle 16 si susseguiranno le batterie della corsa dei cavalli mezzosangue al fantino: al termine della competizione il sindaco di Tolfa premierà i vincitori con il Drappo 2018.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Gli incontri di ArgenPic nell’Area Eventi Pineta Avad di Tarquinia Lido

TARQUINIA – Ogni anno nel corso della Festa del Peperoncino e nell’ambito degli eventi previsti dalla fase finale del concomitante Premio Culturale, ArgenPic riserva momenti dedicati ad approfondimentisui temi più scottanti dell'attualità prendendo spunto da opere letterarie o cinematografiche.

Nell’incontro previsto per oggi a partire dalle ore 18,00 presso L’Area Eventi della Pineta AVAD di Tarquinia Lido(lungomare dei Tirreni) i momenti di riflessione saranno dedicati ad un tema ben preciso   “La Donna . . . e quel piccante da rispettare”  con la partecipazione di giornaliste, attrici, registe, scrittrici, poeti  e la presentazione di libri, proiezione di documentari, cortometraggi relativi il tema della violenza sulle donne.

All’evento interverrà Annalisa Venditti della trasmissione “Chi la Visto “ di Rai3 che presenterà il suo ultimo libro “Donne Perse(phone)” (dei Merangoli Editrice), legato al suo omonimo spettacolo teatrale diretto da Paola Sarcina che dopo il debutto a Roma è in replica in diversi teatri italiani. Presenti anche alcune delle attrici, tra le quali Erika Sharon Biancone, che nel corso del pomeriggio interpreteranno per l’occasione alcune scene del recital, un dramma moderno sulla violenza alle donne che si ricollega al mito classico della dea greca Demetra e di sua figlia Persefone. Ispirato dalle cronache dei nostri giorni, alle storie di ragazze e donne uccise o abusate da un marito, da un fidanzato o un compagno violento.

Tra gli altri ospiti Rita D’Andrea che con il volume “Il mistero della farfalla dorata” (Sovera Edizioni) introdotto da un booktrailer sceneggiato dalla stessa autrice per la regia di Alfredo Villa approfondisce aspetti scabrosi della violenza in genere sugli abusi sessuali. 

Quale siano invece le linee di confine che separano la galanteria, gli apprezzamenti, l’intraprendenza e le avance dalla molestia è l’argomento di estrema attualità proposto dalla giornalista e scrittrice Paola Cimmino alias Gamy Moore, con un articolo in versi  dal titolo “Ardere e Ardir d’amore” (LetterMagazine.it)

Saranno trasmessi anche cortometraggi e documentari che trattano sempre temi forti legati al problema delle violenze come lo short di Paolo Budassi “Senza occhi mani e bocca e l’inchiesta della giornalista brasiliana Daniele Cristina Rosa Ferrari Serejo“L’erotizzazione della donna di colore di Rio de Janeiro inserita nella società” (titolo originale: A erotização da mulher NEGRA CARIOCA inserida na sociedade).

Nella giornata di domani, Sabato 24, dedicata agli short film interverranno il regista, scrittore e sceneggiatore conosciuto dai David di Donatello, dai Nastri d'Argento e dalla Mostra del Cinema di Venezia, Francesco Colangelo, il Film-Maker e regista della Sala-TV de Il Messaggero, Paolo Budassi, l'attore Philippe Boa, protagonista di fiction e film come "Il mercante di stoffe", "Un caso di coscienza" e "Il Maresciallo Rocca", il produttore ed attore Vitaliano Loprete, il Presidente di Tarquinia Film Office, Gérôme Bourdezeau, la giornalista e regista Annalisa Vendittidi Rai 3 vincitrice della sezione documentari con “La Voce di San Gerardo”.  E’ La Storia di un gruppo di ufficiali italiani, originari della Lucania internati, nell’inverno del 1943 nel lager tedesco di Biala Podlaska (Polonia) che decide di realizzare clandestinamente, un giornale: otto pagine interamente scritte e dipinte a mano con i poveri mezzi a disposizione. In onore del santo patrono di Potenza, fu chiamato La Voce di San Gerardo. Tra i suoi redattori c’era anche il pittore Mauro Masi (Potenza 1920 – Roma 2011), cui si devono molte delle illustrazioni. Articoli e surreali pubblicità documentano con ironia le condizioni di vita nel lager e il desiderio di tornare a casa.   

Tra le opere finaliste nella sezione film "La decima onda", "Sogni a orologeria", "Senza occhi, mani e bocca", “Giochi di ruolo”. Per i premi speciali Beppe Gallo, Philippe Boa, Giorgio Colangeli e Valeria Solarino. La premiazione per le assegnazioni della Giuria Tecnica (Francesco Presta, Direttore Artistico del Mediterraneo Festival Corto e del Cinecircolo Maurizio Grande di Diamante) e del Premio del Pubblico Cinema Etrusco avrà luogo nell’Area Eventi Pineta Avad del Lido Sabato alle ore 18.00, mentre le proiezioni avranno inizio alle ore 21,00 dopo la cena con i piatti cucinati all’ArgenPic.

La Festa del Peperoncino ArgenPic ed il Premio Culturale, sono patrocinati dal Comune e dell'Università Agraria di Tarquinia e dall'ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio). Madrina della manifestazione Anna Moroni. Presidente Onorario del Premio Osvaldo Bevilacqua.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###