Santa Severa Futsal pronto per una nuova avventura

Il Santa Severa Futsal si affaccia alla sua prima avventura in serie C2. E lo fa contando sull’entusiasmo di un quadro dirigenziale che, con tanta passione e non pochi sacrifici, ha costruito una squadra in grado, nei suoi primi tre anni di vita, di togliersi belle soddisfazioni. Un quadro dirigenziale che torna a contare sulla personalità, sul carisma e sulla competenza del dg Biagio Di Micco. 
Con Di Micco, al centro del progetto, il Santa Severa Futsal riacquista un grande dirigente, altra colonna portante del progetto guidato dal presidente Daniele Guidoni e il ds Pierfrancesco Luchetti. La sua capacità nel gestire i delicati equilibri dei rapporti interni si è rivelata fondamentale nelle passate stagioni e non è da escludere un suo sempre maggiore coinvolgimento a livello di campo. Nello staff tecnico entra Alessandro Piccini nella doppia veste di preparatore atletico e giocatore in grado di mettere d’accordo tutti con la sua grande competenza e personalità. «Squadra – dice il presidente Daniele Guidoni – che potrà contare quasi per intero sul gruppo storico, a partire da Lorenzo Appetecchi, portiere di grande spessore, il capitano Jeanpier Gaone, il tutto campista Luca Bellumori, la forza e il temperamento di David Zeppa, la tecnica e l’imprevedibilità di Simone Panunzi, la classe del vice capitano David Delluniversità, la potenza e il ruolo da leader di Simone Fantozzi e dopo una stagione in chiaro scuro per via degli infortuni si spera nel pronto recupero e nella lucidità di Cristiano Matteo, nel cinismo di Alessandro Guidoni, nel dinamismo e nella voglia di rivincita di Manuel Pizzi, la serietà di Federico Capoccia e Andrea Guidoni, lo spirito battagliero di Anas Salama e la grande disponibilità e voglia di Matteo Corona”. Gli addii di Alessio Donati e Daniele Santecchi sono stati per ragioni diverse dolorosi. A rinforzare la rosa ci saranno però anche i nuovi innesti. Decisamente di livello il parco Under, che potrà contare sul portierino Cesare Catena, sulla voglia di Matteo Agresti, sulla vivacità di Alessio Ragone, ed infine sul talento classe ‘95 di Manuel Morra. Di ottimo valore anche gli acquisti di Mattia Trombetta, Claudio Traini e Andrea Chinese».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

DiVino etrusco, Martina Tosoni: "Quest'anno spazio anche alla cultura e allo spettacolo dal vivo"

TARQUINIA – Il vino e gli Etruschi, un legame imprescindibile presente nella quotidianità e nella spiritualità di questo popolo.

Così, dopo 3000 anni, a Tarquinia si rinnovano le antiche usanze riscoprendo la storia ed il mistero che circonda la civiltà etrusca.

Una 12esima edizione quindi , quella del 2018 , arricchita di tanti appuntamenti di grande interesse culturale.

"Mercoledì 22 agosto, – spiega il vicesindaco Martina Tosoni – apriremo la kermesse dedicata agli eventi collaterali del Divino Etrusco con " Prospettive Etrusche " (VII ed.),  che si terrà  sul Pianoro della Civita, la manifestazione organizzata dalla STAS in collaborazione con ArcheologicaMente onlus, Comune di Tarquinia, Università Agraria di Tarquinia e Soprintendenza, Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per L’area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale. Protagonista assoluta della serata sarà una delle location più affascinanti del territorio tarquiniese e non solo :il tempio dell’Ara della Regina; dove sarà pubblico ad essere protagonista attraverso le invasioni di “Etruschi Digitali”, un' iniziativa in cui ogni visitatore contribuirà alla promozione dell’evento attraverso il proprio smartphone e i social network, in base a indicazioni e materiali forniti sul posto. Alle ore 20.00, ci sarà la visita guidata del sito al termine della quale sarà possibile fare un viaggio virtuale all’interno del tempio etrusco grazie alle ricostruzioni in 3D realizzate dalla Studio ArchituttoDesigner’s. e ancora mostre di artigianato, un punto di ristoro e degustazione dei vini delle aziende partecipanti al Divino Etrusco. Alle 21.00 il concerto “Electric Sheep” un gruppo capitanato da Angelo Olivieri che alternerà brani dalle sonorità groove tipici del funk e del Hip-Hop a composizioni di matrice jazzistica, fortemente influenzate dalla scena free newyorkese e chicagoana accompagnati alla console dal deejay Joe S".

Venerdì 24 agosto apertura straordinaria della Necropoli Scataglini,  dalle ore 17,00 con una visita guidata teatralizzata a cura di Artemide Guide .

Un'occasione unica per poter ammirare il sito archeologico e la bellissima tomba degli Aninas.

Il percorso guidato si unirà con lo spettacolo " Donne di Mare" un viaggio sonoro, danzato , narrato tutto al femminile che traghetterà gli spettatori attraverso millenni di storia.

Un altro appuntamento sicuramente da non perdere quello di Sabato 25 agosto, presso il  Museo Nazionale Archeologico di Tarquinia, promosso dal Polo Museale del Lazio  e inserito all'interno del programma “I Bambini e Artcity” , il nuovo progetto di educazione al teatro che struttura una correlazione organica tra l’esperienza della visita e quella della visione: sette siti culturali tra i più belli della regione ospitano sette spettacoli teatrali destinati alle nuove generazioni, tra i quali la città di Tarquinia. Tra i meravigliosi reperti esposti nel Museo Vitelleschi, verrà messo in scena uno spettacolo di narrazione e teatro di figura dedicato ai bambini, un viaggio attraverso la storia di un popolo, quello tzigano, attraverso l’accettazione del diverso, il superamento delle avversità della vita, l’amicizia e la capacità di immaginare che il proprio destino non sia scritto ma è in continuo cambiamento.

E ancora  all'interno del programma Art city 2018 , ma questa volta presso la Necropoli Monterozzi, domenica 26 agosto , ore 19.00, sarà in scena "Bermudas" . Un sistema coreografico pensato per un numero variabile di interpreti intercambiabili tra loro, un organismo di movimento basato su regole semplici e rigorose che producono un moto perpetuo, adottabile da ogni performer come una condizione per esistere accanto agli altri e costruire un mondo ritmicamente condiviso. Ideazione e coreografia Michele Di Stefano

"L'offerta culturale all'interno del Divino Etrusco non finisce qui, – spiega il vicesindaco Martina Tosoni – grande spazio anche per l'arte e  la fotografia".

Presso L'auditorium San Pancrazio, tra le bellissime mura medievali sarà possibile visitare " Emozioni a contrasto " la doppia personale mostra di pittura di Emanuele Gagliardi e Giancarlo Foschi, che proseguirà fino al 31 agosto.

Un’esplosione di colori che caratterizzano e sono la forma plastica del camino spirituale dell'artista. Un progetto intimista il suo, dal titolo "Segni e disegni”, in cui la figurazione che ha contraddistinto i cicli pittorici precedenti compare intermittente, tra l’in-conoscibilità delle forme e l’informalità delle morfologie intellettuali che propendono verso una scelta aniconizzante. Subito dopo questo stato di percezione retinico-razionale ne segue, però, uno di assimilazione dell’opera attraverso il diaframma dell’emozionalità che ricompone il linguaggio artistico in maniera intelligibile.

Promossa dalla delegazione Fai Viterbo, nella sala  Lawrence invece, dal 23 agosto protagonista sarà la fotografia con la mostra "Senzazioni Primordiali" allestita e curata da Elisa Eutizi.

Quattro ragazzi, colleghi e neo diplomati presso l'ISFCI di Roma, tra analogico e digitale, tra colori e geometrie, esperimenti e riflessioni, vengono immersi dall'ancestrale Natura, circolo e labirinto, ma infine preda di questa ricerca e culla di  questo cammino.  
Foreste magiche, eteree montagne, incroci e vialoni popolati da figure fiabesche, folletti che corrono, orchi in giacca. Vivaci strutture sospese, palazzi che sembra cerchino toccare il cielo già incatenato dalle aggrovigliate chiome degli alberi.
Sensazioni primordiali è un confronto tra sguardi che si incrociano, quasi si fondono come fiumi nel mare, e formano visioni che attraversano paesaggi immateriali, suggestive distese, arrivando dalla Mitologia fino alle sublimi emozioni. E' la presenza umana che diventa impressione, una traccia che poi si trasforma in ombra, poi in fantasma.  Presso la sala Ex Agostiniani della barriera San Giusto, una mostra fotografica amatoriale ripercorre la storia di una delle Ville più belle e importanti della città di Tarquinia, Villa Bruschi Falgari. Inserita tra i luoghi del cuore del FAI la villa oggi è gestita della Curia

Durante tutti i giorni del Divino Etrusco inoltre, le "Ragazze del Mattonato " presso l'ex lavatoio, in via di Granari,  esporranno le loro opere pittoriche, allietando gli sguardi dei passanti fra torri e scorci medievali, in una mostra dedicata proprio alla manifestazione denominata " Arte colori e Bacco " realizzata in collaborazione con l'Associazione culturale La Lestra.

Circa 40 infine gli eventi musicali e di arte da strada che animeranno piazze e vie del bellissimo centro storico.

Grazie alla collaborazione del Polo Museale del Lazio tornerà l'apertura notturna del Museo Nazionale Etrusco sino alle 24.00  e grazie all'impegno dei volontari dell'associazione Anteas  sarà inoltre possibile salire e visitare il bellissimo Torrione Matilde di Canossa fino a tarda sera, quando il gioco di luci artistiche illumineranno una delle parti più belle e antiche della città di Tarquinia

"Avevo promesso un 12esimo Divino Etrusco all'insegna della cultura e dello spettacolo dal vivo, – conclude la Tosoni – con tanti eventi collaterali in varie location di grande valore archeologico e artistico e il programma rispecchia in pieno quello che avevo in mente. Ringrazio anticipatamente tutte le associazioni, gli enti, le istituzioni che hanno partecipato ad arricchire questo programma, tutti gli artisti che parteciperanno, gli uffici comunali e tutti i miei collaboratori. Ora non resta che aprire il sipario e iniziare lo show… Buon Divino Etrusco a tutti".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Acqua, Mecozzi all’attacco

CIVITAVECCHIA – “Una crisi idrica che attanaglia diverse aree della città ormai in pianta stabile e la cosa peggiore è che il Sindaco Cozzolino continua a dire che questo anno la fornitura è doppia rispetto allo scorso anno e quindi non si capisce cosa determina questa situazione insostenibile per migliaia di cittadini. Ad aggravare la situazione ci si è messa un’ordinanza  di non portabilità tuttora vigente che non ne consente l'uso se non attraverso degli accorgimenti sanciti dalla ASL. Appare chiaro quali e quante siano le responsabilità del fatto e l'Amministrazione non ne è affatto esclusa perché il Sindaco Cozzolino è e resta il maggior responsabile della tutela della salute pubblica ed è lui che deve intervenire con tutti i mezzi che ha a disposizione per obbligare ACEA a porre fine a questa vicenda dai lati oscuri”. 

È critico il consigliere di opposizione Mirko Mecozzi, alla luce dei numerosi disagi vissuti dai cittadini. E ricorda che “Il Sindaco di Cerveteri Pascucci è riuscito a far aumentare da Acea la portata idrica per Campo di Mare dando soluzione – ha spiegato – ad una questione analoga a Civitavecchia, con l'unica differenza che lui ci è riuscito e Cozzolino ancora no. Acea adotta la medesima tattica dello scorso anno riducendo al lumicino le portate idriche nel fine settimana, perché deve garantire un afflusso idrico superiore alle utenze litoranea a Nord di Roma che proprio nel fine settimana vedono duplicare i cittadini che si affollano sulle spiagge romane e tutto a danno dei civitavecchiesi che riescono a respirare, si fa per dire, solo nei giorni infrasettimanali. Anche le manovre suggerite dai tecnici comunali, sempre che siamo messe in atto – ha aggiunto – hanno dato risultati deludenti ed allora ci si chiede, se le portate sono doppie rispetto allo scorso anno, che fine faccia l'acqua immessa in rete anche perché mi sembra di osservare che le perdite idriche al momento sono abbastanza contenute rispetto al recente passato. Il giochino di dare la responsabilità agli altri non regge più, le risposte serie il cittadino le pretende dal suo Sindaco, quello che hanno votato affinché guidasse la città in un percorso di crescita e non certo di involuzione, cosa invece che sta sotto gli occhi di tutti. Appare chiaro proprio agli occhi di tutti, che in questi ormai quasi 5 anni di mandato non è stato creato un sol posto di lavoro, si è invece incrementato, la disoccupazione, l'incertezza del futuro delle aziende storiche, il commercio in crisi, gli esercizi commerciali chiusi, le periferie abbandonate, la crisi idrica, l'acqua non potabile, le strade dissestate, i cimiteri esauriti, il verde pubblico malcurato, il trasporto pubblico mediocre, la qualità dell'aria mediocre/pessima, la mortalità ai primi posti a livello nazionale e chi più ne ha più ne metta. Un quadro desolante – ha concluso Mecozzi – che fa di questa Amministrazione, nonostante i buoni propositi, forse, una delle peggiori che la storia di Civitavecchia ricordi e pensare che solo pochi anni fa è stata considerata quella della svolta e del cambiamento, peccato però che lo abbia fatto soltanto in negativo”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Europei: ora tocca a Lodadio e Russo

Il consigliere nazionale della FGI, Pierluigi Miranda, presidente As Gin Civitavecchia, esulta per la grande prestazione dell’Italbaby.  «Siamo al settimo cielo – spiega Miranda – la nostra squadra azzurra Junior ha vinto il titolo ai Campionati Europei tenutesi a Glasgow (Scozia – ndr). Nelle finali per attrezzo dei Campionati Europei junior le nostre eccezionali azzurrine hanno vinto 2 ori, 2 argenti e un bronzo, portando il bottino del team Italia a 7 medaglie, dopo l’oro a squadra e quello individuale di Giorgia Villa nell’All Around. Buona prestazione, poi. della squadra femminile Senior che ha chiuso al 6° posto». Miranda e l’As Gin da ieri, poi, sono in fibrillazione doppia: «Come As Gin siamo agli Europei di Glasgow coi nostri atleti Marco Lodadio e Andrea Russo e il coach Gigi Rocchini che fanno parte del team azzurro che da oggi è impegnato nel Campionato Europeo a Glasgow. Dopo le belle soddisfazioni che come Federazione ci siamo presi agli Europei femminili auspichiamo di far bene anche nel maschile. Mister Rocchini han allenato al meglio i nostri due ragazzi e quindi hanno tutte le carte in regola per far bene e per regalarci emozioni e soddisfazioni». Ora si svolgeranno due giorni di gare di qualificazione e poi i migliori accederanno alle finali e l’auspicio di tutti che a strappare il pass siano anche Lodadio e Russo. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Consapevoli del nostro valore, voleremo in alto»

Con Caronte che in questi giorni sembra accompagnare all’Inferno l’intera penisola italica, allo stesso tempo tende la mano ai giocatori portuali nella doppia seduta, con le energie che vengono meno ad ogni passo sotto i trenta gradi del manto erboso del Tamagnini, la Cpc2005 getta le basi fisico-tattiche per questa stagione. 
Prevale lo spirito di sacrificio, nella concentrazione dei nuovi schemi, che mister Caputo e il suo staff stanno provando e riprovando in vista dell’esordio stagionale del 2 settembre. 
Nel mezzo anche alcune amichevoli che testeranno i progressi e metteranno minuti utili nelle gambe dei giocatori. 
Di questo ha parlato capitan Marco Bevilacqua, uno dei pochi rimasti dopo il terremoto provocato nella rosa dal direttore sportivo Sandro Fabietti.
Tante le facce nuove all’avvio di questa stagione, com’è stato l’approccio con loro e com’è lo spirito del gruppo in questo periodo di fatica della preparazione?
«I “nuovi” si sono inseriti bene in questa loro nuova realtà. Se da una parte parliamo sotto l’aspetto tecnico penso che non c’è bisogno di presentazioni, visto che sappiamo tutti il loro valore, mentre se parliamo dell’aspetto umano posso dire che sono ragazzi intelligenti e seri, che di calciano ne sanno. Stiamo creando un bel gruppo e questo per un gioco di squadra è la base ad ogni successo».
Passiamo al tecnico. Ritrova il mister dopo qualche anno di soddisfazioni che vi siete tolti insieme. È cambiato nel modo di allenare o è sempre il Caputo meticoloso che tutti conosciamo?
«Ritrovare il mister è stato veramente un piacere, è rimasto il mister meticoloso che ricordavo e tutti conosciamo, che sa usare carota e bastone nei momenti giusti. L’affiancamento di De Luca e Macaluso darà sicuramente i suoi frutti, perchè tanto possono darci sia sotto l’aspetto umano che sportivo».
Partiamo dal fatto che quest’anno si inizia la stagione senza proclami, ma allo stesso tempo con la voglia di fare bene. Parliamo invece della nuova sede che ha la Cpc2005?
«Sono molto contento per quel che riguarda il campo. Il Fattori portava solo dolori fisici e troppi infortuni. Per quello che riguarda l’anno che verrà sappiamo tutti il nostro valore, ma adesso bisogna pedalare e basta gettando delle basi concrete per la stagione. Solo il campo ci dirà a maggio se in questo periodo abbiamo lavorato bene o no».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Sport’n Roll: prima serata di adrenalina a Tarquinia

TARQUINIA – Pronti, via: scatta l’edizione 2018 di Sport’n’Roll!  Oggi a Tarquinia Lido il lungomare si anima di tante iniziative per aprire un weekend ad alta intensità di divertimento.
Centro focale, piazza degli Eventi, in viale dei Tritoni, che ospiterà il BigAirbag, megamaterasso sul quale dalle 19 ci si potrà tuffare a corpo libero da un’altezza anche di dieci metri, grazie allo staff del Parco Avventura Riva dei Tarquini che aiuterà i coraggiosi a vivere l’esperienza in massima sicurezza. 
A far da contorno, tanta musica, sia con il dj set che con il concerto, alle 22 e 30, dei Latte+.
A poca distanza, sulla spiaggia, andrà invece in scena il torneo di Foot Volley della Next Generation Arena, mentre la Bike Arena ospiterà dalle 21 e 30 l’esibizione di Mountain Bike curata da Etrusca Bike.
Per la musica, alle 22 al via l’esibizione dei Lines n’ Roses a piazza della Cantera, mentre alle 22 e 30 in piazza dello Sport suoneranno i Quicksand. 
Non mancheranno gli appuntamenti con il fitness: alle 21 e 30 doppia lezione gratuita, con lo steo curato da Sara Caforio in piazza degli Eventi e il pilates capitanato da Raffaela Renzi in piazza della Cantera.
Sport’n’Roll è organizzato dalla ProLoco Tarquinia con il patrocinio del Comune di Tarquinia e la collaborazione di Assotur, Sib, Evensound, Domus Artis, Cag e Camping Village Riva dei Tarquini.
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Risarcimento diretto, domanda improponibile se manca la doppia raccomandata

La sentenza emessa dal Tribunale di Firenze l’8 maggio 2018 a firma del Dott. Massimo Donnarumma merita una particolare attenzione poiché affronta da…

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Nuove cucce per i piccoli felini che abitano al castello di Santa Severa

S. MARINELLA – Dopo il successo della giornata nazionale contro l’abbandono promossa dall’Enpa in tutta Italia, i piccoli amici della colonia felina che abitano l’antico maniero di Santa Severa, inaugurano le nuove cucce in legno, realizzate da uno degli artigiani del castello con materiali forniti a spese dei volontari,  in uno stile vintage che si sposa perfettamente con il contesto. Si tratta di un vero e proprio borgo in miniatura, il piccolo rione degli aristogatti, con tanto di fiori. «Le nuove cucce – spiega Cristina Civinini presidente della sezione Enpa di Santa Marinella – vanno a integrare quelle fornite dall’Enpa nazionale con il progetto Amici Cucciolotti, in collaborazione con la Pizzardi, cucce speciali dotate di una doppia parete termica, capace di migliorare notevolmente la vita degli ospiti che hanno maggiori difficoltà a sopportare le escursioni termiche. L’appuntamento, oltre a sensibilizzare la cittadinanza sul dramma dell’abbandono, pone l’accento anche sul difficile e faticoso lavoro svolto dai volontari che si prendono cura dei felini che popolano l’antico maniero, soprattutto adesso che è tornato a nuova vita con la riapertura ufficiale. In questo senso, l’Enpa di Santa Marinella, sta lavorando da tempo a un progetto specifico già presentato alla Regione Lazio, che sembra ben disposta. I piccoli aristogatti, in fondo sono stati fortunati. Anche se qualcuno li ha gettati via come una carta sporca, al castello hanno trovato una casa accogliente e tanto amore”. Per sostenerli, i volontari invitano tutti a partecipare domani all’aperitivo solidale presso il chiosco del castello, dalle 19 alle 21. Dalle 17, presso lo stand mercatino dell’associazione, per i più piccoli saranno a disposizione simpatici gadget.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Tirreno corre forte e fa il pieno di successi

L’Atletica non si ferma, una stagione più calda del solito con un susseguirsi di gare da vivere sul campo e gare da gustare  sui media per le vicende vincenti degli azzurri U18 in terra magiara, dei mondiali U20 targati Finlandia e del grande appuntamento con gli Europei Assoluti di Berlino del prossimo 6 agosto. In tutto questo turbinio di campioni, in ogni casa dell’Atletica italiana scalpitano giovani  che hanno desiderio di emergere,  che si allenano  giorno dopo giorno e prendono consapevolezza di poter migliorare ancora molto. Il recente weekend di gare ha visto la pista di Rieti ospitare le categorie assolute per i campionati regionali individuali.
In pista con la categoria Allievi che si tuffa fra i ‘‘grandi’’ e sull’onda dell’entusiasmo portato in  campo da Andrew Howe con il 20”47 sul  200m che lo proietta a Berlino, i ragazzi bianco azzurri raccolgono parole di grande soddisfazioni da parte dei loro giovani allenatori Alessio Mangano  e Federico Ubaldi. Record personale per i tre dei 100 metri: Filippo Masoni 11”74, Ivan Abbondanza 12”01 e Christian Ceccarelli 12”06. Ivan si replica sui 200m, calando di mezzo secondo con il suo  24”91 che trova ad aprirgli la strada, il suo coach Federico Ubaldi con 24”14. Lorenzo Patanè con 1’00”83 sfiora il personale di pochi centesimi sui 400 ad ostacoli, dopo una gara fin troppo generosa che lo porta a forzare i passaggi intermedi  e che lascia intravedere ampi margini di miglioramento. Doppio giro di pista per Simone Silvestrini, 800 metri in 2’11”33 con una condotta di gara con ritmo regolarissimo utile a  sforbiciare il personal best  di ben 2’’ Doppia staffetta per i CR.:  la 4×100  di Ceccarelli, Abbondanza, Silvestrini e Masoni chiude con il nuovo record di 45”73 mentre per  la 4×400 Ceccarelli e Masoni  sono guidati dall’esperienza dei loro tecnici Lorenzo Patanè e Federico Ubaldi  e concludono in 3’39”25  la sfida con il cronometro,  che vale anche il titolo regionale.  A Latina nella prima giornata e a Roma nella seconda, il gruppo Master , nei campionati regionali individuali, risponde colpo su colpo e mette in cassa  l’oro e la maglia di campione  regionale sui 100m in 11”73 di Luca Forti che , nella stessa giornata coglie anche l’argento nei 400 metri, una distanza da lui poco praticata, con un soddisfacente 55”98;  sul gradino più alto del podio gli  fanno buona compagnia, Christian Panico M40, vincitore assoluto del salto in lungo con la misura di 5,38m e Giuseppe Passarelli che fa poker con i quattro ori per la gara di getto del  peso da 4Kg con la misura di 10,74 ; per il lancio del martello con 24,87m; per il giavellotto scagliato a 31,20m e per il martello con maniglia alla misura di 10,62m. A corolla della ricca  giornata, si aggiunge la  medaglia di bronzo nei 100m di Mauro Scherzo nella categoria M50 con  12”82.  «Un movimento vivo – commenta il presidente Claudio Ubaldi – che miscela  ironia ed esperienza dei Master con l’entusiasmo e la voglia di apprendere dei giovani atleti un sistema dove tutti quanti sudano, faticano uno accanto all’altro e gioiscono per le prestazioni realizzate, proprie e dei compagni di squadra».
 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Gaia Cantucci si laurea campionessa slovacca U20

Gaia Cantucci, atleta dell’Etruria Scherma Cerveteri, si laurea campionessa nazionale slovacca di fioretto femminile. La ragazza, in possesso della doppia cittadinanza italo-slovacca, si allena con la società etrusca e partecipa alle competizioni internazionali difendendo però i colori della Nazionale materna, che ha conquistato già la scorsa stagione vincendo il titolo Under 17.
Nei giorni 8, 9 e 10 giugno a Bratislava, la Cantucci si è confermata campionessa, stavolta nella categoria Under 20, proiettatandosi così verso un ottimistico futuro a soli 17 anni. 
Inoltre, nelle stesse giornate, si è aggiudicata il 3° posto nella gara individuale e il titolo di campionessa nella prova a squadre, addirittura nella categoria Assoluti, insieme alle compagne del suo secondo club di allenamento a Bratislava.
«Quest’anno – spiega la maestra del club cerite Marcela Lessova – abbiamo ottenuto dei risultati inaspettati; sapevamo di avere ottime possibilità, ma non avremmo immaginato di conquistare tanti podi sia in Italia che all’estero. Abbiamo un vicecampione italiano di sciabola Under 14, un campione regionale Lazio di fioretto, una campionessa nazionale Slovacca che fra l’altro la prossima stagione prenderà parte alle prove di qualificazione per la Coppa del Mondo. Più una serie di ottimi piazzamenti con altri atleti in tutte le competizioni a cui abbiamo partecipato». 
Una nota di merito per il fiorettista Francesco Merlino, il campione regionale Lazio Under 14 che nei giorni 23 e 24 giugno ha preso parte all’importante competizione internazionale ‘‘La Maratona di Fioretto di Parigi’’.
Merlino si è posizionato in 32esima posizione su ben 120 bambini provenienti da tutto il mondo: dopo i gironi era 14° in classifica, con 12 assalti vinti su 15 disputati, poi negli scontri diretti si è dovuto arrendere ad un inglese con un po’ più di esperienza internazionale.
A conferma degli ottimi risultati dell’Etruria Scherma Cerveteri, la classifica annuale stilata dalla Federazione Italiana, che vede il club al 51° posto su 284 in Italia, ben sopra a società storiche e più blasonate.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###