MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA – CONCORSO (scad. 12 dicembre 2018)

Concorso straordinario per titoli ed esami per il reclutamento a
tempo indeterminato di personale docente per la scuola
dell'infanzia e primaria su posto comune e di sostegno, indetto ai
sensi dell'articolo 4, comma 1-quater, lettera b), del
decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito, con modificazioni,
dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, recante: «Disposizioni urgenti
per la dignita' dei lavoratori e delle imprese».
(18E11482)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

LEGGE 9 agosto 2018, n.96

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 12 luglio
2018, n. 87, recante disposizioni urgenti per la dignita' dei
lavoratori e delle imprese. (18G00122)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 12 luglio 2018, n.87

Testo del decreto-legge 12 luglio 2018, n. 87 (in Gazzetta Ufficiale
– Serie generale – n. 161 del 13 luglio 2018), coordinato con la
legge di conversione 9 agosto 2018, n. 96 (in questa stessa Gazzetta
Ufficiale – alla pag. 1 ), recante: «Disposizioni urgenti per la
dignita' dei lavoratori e delle imprese.». (18A05455)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

«Valutiamo: non possiamo far pagare un progetto senza benefici»

Il ministro: sul decreto dignità lavoro per evitare la fiducia

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dal voto ai voucher, la (breve) luna di miele tra Di Maio e Cgil

Susanna Camusso che sventola cartelli contro il decreto Dignità e Luigi Di Maio che rispolvera uno dei vecchi cavalli di battaglia anti-sindacati segnano la fine dell’idillio

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Onorato: «Un progetto in Sicilia per far resuscitare i piccoli trasportatori»

L’azienda armatoriale lancia il suo «Progetto Dignità». «Faremo resuscitare i piccoli trasportatori in Sicilia saremo il loro scudo e li libereremo dalla minaccia del monopolio». Onorato: sulla Maria Grazia Onorato lavoreranno 30 marittimi tutti italiani

Leggi articolo completo

@code_here@

Agraria Tarquinia, Idea Sviluppo: ''Stefania Ceccarini si dimetta per coerenza''

TARQUINIA – E due. Il gruppo Idea Sviluppo all’Università Agraria di Tarquinia chiede le dimissioni della ex alleata Stefania Ceccarini. Dopo Guarisco, l’attenzione si sposta sulla Ceccarini. «Ci  dobbiamo correggere – dicono da Idea Sviluppo –  perché  nell’ultimo articolo si era  detto  che  all’Università  Agraria non succedeva nulla,  invece  non  è  così.  Leggiamo nei  quotidiani  che  l’assessore  al  Sociale, con  un  progetto  che  sanerà  il  bilancio  dell’Ente,  svolgerà  un  seminario  dedicato  alla  cucina  mediterranea   per  le  badanti, molto  lodevole  il  pensiero  ma  un ente  che  rischia il dissesto  finanziario dovrebbe  mettere  in  campo  altre  idee all’interno  della  sua  giunta, invece  le  piace  apparire  senza  portare  un  nulla  di  concreto”.  “Parliamo di un assessore nominato  da  Idea Sviluppo   che  al  primo  bivio  cambia  strada  e casacca, senza  un  minimo  di  dignità  verso  il gruppo  e  le  persone  che  gli  hanno  permesso  di  fare  questa  esperienza, in  barba  alle  sue  colleghe  che  forse  meritavano il suo posto per  meritocrazia. Un  assessore  poco  presente  in  giunta  ma  molto  presente  a  sagre  e  feste, dove  non  disdegna  selfie». «Proponiamo   al  medesimo  assessore  di  dimettersi  per  coerenza, e soprattutto  rispetto  verso  il  gruppo che  aveva  creduto  il  lei  e  gli  ha  permesso  di  prendere  una  delega  da  assessore  pur  non avendo raccolto  le  preferenze necessarie ad  essere  eletta.  Ha  beneficiato  dell’estrema  democraticità  del  gruppo  Idea sviluppo  che  ha  consentito  alla  stessa Ceccarini di  ricoprire  la  carica di  assessore  che  mai  avrebbe  potuto in  altre liste. Questo  è  il  giusto ringraziamento  ad  un  progetto  che  ha  dato dei  benefici  a  tutti. Vogliamo  capire  che la Ceccarini  è  alla  sua  prima  esperienza, ma ci sembra che sia manipolata da  qualche  mentore  politico e  si  sia  fatta  influenzare   per un  fantomatico  periodo  di  gloria. Ora  vedremo  se la Ceccarini  alle  prossime  giunte  sarà  più  presente, e se  porterà  idee  per  sanare  il  disavanzo  al  bilancio  consuntivo. E vedremo se saprà reperire quei  crediti  di  dubbia  esigibilità  che  ad oggi  continuano  ad allontanarsi  dalle  casse  dell’ente, costringendo  i  dipendenti  ad  arrivare  a  fine  mese  con  il  fiato  sospeso».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Gino De Paolis: "Il problema è il lavoro: non si strumentalizzino i fatti"

CIVITAVECCHIA – "L'unica verità incontrovertibile è che la nostra città e tutto il comprensorio sono disperati per il lavoro, alias dignità, che non c'è e quello che esiste è messo a rischio. I lavoratori portuali, assieme alle altre società che operano nel settore, stanno facendo proprio questo: chiedono tutela del diritto, sviluppo del territorio e attenzione da parte di tutti i livelli istituzionali. Non ascoltarli e non affiancarli in questa lotta è una violenza inaccettabile". È quanto dichiara il consigliere regionale Gino De Paolis all'indomani del consiglio di venerdì scorso durante il quale i lavoratori portuali si sono presentati "per avere ascolto dal Sindaco rispetto le problematiche inerenti la crisi che attraversa il porto di Civitavecchia. Succede frequentemente, a tutti livelli istituzionali – ha spiegato – che si approfitti della massima assise proprio per rimarcare le difficoltà e le problematiche che si stanno vivendo. È proprio quello che non è accaduto venerdì scorso. A fronte di una richiesta di un consigliere per una sospensione di 10 minuti, votata all'unanimità da tutto il consiglio, il Sindaco si è alzato ed è uscito dall'aula per non dare visibilità e palcoscenico ai lavoratori. A seguito di questa deprecabile decisione del Sindaco, gli animi si sono scaldati. Senza voler giustificare cosa successivamente è accaduto (cosa della quale il Presidente della Compagnia Portuale si è giustamente scusato in diretta e solo allora spiegare il motivo di quella presenza), è fondamentale non scivolare in letture facili e demagogiche, che non hanno altro scopo ha concluso De Paolis – che distogliere l'attenzione dal vero problema e lavarsene le mani".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Di Maio: �Nessun allarme razzismo, vogliono solo attaccare Salvini�

Il ministro, ospite della trasmissione �Omnibus�, ha parlato anche di Tav e decreto Dignit�

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Di Maio: «Flat tax emergenza sociale La Tav? Va ridiscussa coi francesi»

Il vicepremier: «Sul gasdotto si ascolti la gente». «In 45 giorni abbiamo tagliato i vitalizi, rottamato l’Air Force Renzi, approntato il dl Dignità, messo mano ai centri per l’impiego. Con la Lega lavoriamo bene insieme»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###