Bagarre alla Camera sul caso del tribunale di Bari, seduta sospesa

A lavori ripresi, polemiche sull’intervento del sottosegretario Ferraresi che ha accusato alcuni deputati di «comportamenti penalmente rilevanti»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Migranti, prof all’esame di maturità in maglietta rossa. La Lega: «Intervenga il ministro»

I deputati Zoffili e Belotti: «La scuola dovrebbe astenersi dal fare politica militante, in quanto luogo istituzionale e quindi doverosamente neutrale»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ecomafia, Legambiente: «Nel 2017 record di arresti e inchieste»

Rapporto Ecomafia 2018 presentato alla Camera dei deputati: business da 14 miliardi. Il settore dei rifiuti è quello dove si concentra la percentuale più alta di illeciti

Leggi articolo completo

@code_here@

Rifiuti di Roma a Civitavecchia, domani nuovo tavolo istituzionale a Tolfa

TOLFA – Il sindaco di Tolfa Luigi Landi ha convocato la seconda riunione con i sindaci del territorio e i rappresentanti istituzionali sul tema dell'arrivo dei rifiuti capitolini sul territorio. L'incontro avrà luogo domani, mercoledì 27 giugno alle ore 21 presso il Comune di Tolfa. 

Come per il primo incontro della scorsa settimana, oltre ai primi cittadini di Allumiere, Civitavecchia e Santa Marinella, sono stati invitati a partecipare anche gli eletti presso la Regione Lazio De Paolis, Tidei, Minnucci e Porrello, Manunta per la città metropolitana, Battilocchio e Grande per la Camera dei Deputati e il senatore Battistoni. 

Questa volta parteciperà come annunciato anche l'assessore alla Regione Lazio delegato ai rifiuti Massimiliano Valeriani.

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

n. 134 SENTENZA 22 maggio – 26 giugno 2018

Giudizio di legittimita' costituzionale in via incidentale.

Elezioni – Cause di incompatibilita' dei deputati regionali –
Deputato regionale dichiarato, in via definitiva, contabilmente
responsabile per fatti compiuti nella qualita' di amministratore
ovvero di impiegato dell'amministrazione regionale o di enti da
essa dipendenti o vigilati e che non abbia ancora estinto il
relativo debito.
– Legge della Regione Siciliana 20 marzo 1951, n. 29 (Elezione d………(T-180134)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Commissione Esteri: Marta Grande presidente

CIVITAVECCHIA – Marta Grande è stata eletta presidente della commissione esteri della Camera dei Deputati. Succedendo a Casini, la Grande andrà a ricoprire un ruolo di grande prestigio. Laura Boldrini, Paolo Gentiloni, Dario Framceschini, Marco Minniti, Mariastella Gelmini ed Emilio Carelli. Sono solo alcuni dei nomi della commissione che verrà presieduta dalla civitavecchiese del Movimento Cinque Stelle. A nulla sono valse le polemiche che dal comune di Civitavecchia sono arrivate per fermare la carriera politica della grillina che forte dei cinque anni di commissione esteri nella passata legislatura è stata votata dal suo gruppo di partito e poi dalla maggioranza di governo rappresentata in commissione (le commissioni permanenti rispecchiano in percentuale i gruppi politici e le maggioranze in parlamento).

«Con grande umiltà accolgo questo ruolo, pronta ad imparare ma anche forte della mia esperienza nella passata legislatura. Sono convinta che sarà possibile fare un grande lavoro in questa commissione» ha spiegato la Grande raggiunta telefonicamente. Tra gli obiettivi della Grande quelli di «incentivare il lavoro e la sinergia tra i membri della commissione e quelli di mettere in evidenza non solo le dinamiche di politica estera ma anche quelli legata alla ricerca internazionale». La grillina che è arrivata prima alle scorse parlametarie nel nostro comprensorio ci tiene a precisare che la politica estera del governo così come del Movimento Cinque Stelle «è assolutamente distante da discorsi razzisti e xenofobi, ma convinta fermamente che il problema immigrazione vada risolto a livello europeo, in maniera sinergica con gli altri stati».

Commissione di prestigio anche per il deputato di Forza Italia Alessandro Battilocchio che parteciperà alla commissione delle politiche dell’Unione Europea. Una delle commissioni più importanti insieme a bilancio e affari costituzionali. Compito della commissione è infatti quello di valutare la conformità normativa continentale di tutte le leggi proposte. Una sorta di nullaosta necessario per l’iter legislativo: «Da sempre sono impegnato sulle Politiche comunitarie che vanno profondamente modificate e migliorate – spiega il deputato -.Sono davvero contento che in questa legislatura potrò lavorare su aspetti che conosco bene e che sono trasversali a dossier nodali. Trasporti, ambiente, giustizia, immigrazione, agricoltura, difesa, politiche del lavoro sono solo alcune delle tematiche che passeranno dalla commissione Politiche UE. Vedremo anche il programma e l’azione del Ministro Savona che sarà in Commissione nelle prossime settimane. Per me inoltre sarà un’ulteriore opportunità di interagire con il Presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani che è a capo della prima istituzione a 27 dell’Unione e con il quale rafforzerò la cooperazione creando un legame ancora più stretto tra Bruxelles, Roma ed il territorio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Battilocchio membro della Commissione Politiche dell'Unione Europea

Alessandro Battilocchio è stato nominato membro della commissione politiche dell’Unione Europea della Camera dei Deputati.

Una commissione fortemente auspicata dal deputato vista la sua esperienza nel Parlamento Europeo maturata nel 2004 quando venne eletto come il più giovane eurodeputato del Parlamento europeo.

“Da sempre sono impegnato sulle Politiche comunitarie che vanno profondamente modificate e migliorate – spiega il deputato -.Sono davvero contento che in questa legislatura potrò lavorare su aspetti che conosco bene e che sono trasversali a dossier nodali. Trasporti, ambiente, giustizia, immigrazione, agricoltura, difesa, politiche del lavoro sono solo alcune delle tematiche che passeranno dalla commissione Politiche UE. Vedremo anche il programma e l’azione del Ministro Savona che sarà in Commissione nelle prossime settimane. Per me inoltre sarà un’ulteriore opportunità di interagire con il Presidente dell’Europarlamento Antonio Tajani che è a capo della prima istituzione a 27 dell’Unione e con il quale rafforzerò la cooperazione creando un legame ancora più stretto tra Bruxelles, Roma ed il territorio”.

La commissione permanente delle politiche dell'Unione Europea valuta i profili di conpatibilità con la normativa comunitaria per questo motivo riveste un'importanza legislativa rilevante insieme alla commissione bilancio e a quella affari costituzionali.  

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Marta Grande presidente della Commissione Esteri della Camera

CIVITAVECCHIA – Marta Grande è il nuovo presidente della commissione Esteri della Camera. Importante riconoscimento per l'esponente locale del Movimento Cinque Stelle, classe 1987, al suo secondo mandato come parlamentare. 

Già membro Commissione esteri nella precedente legislatura e da ottobre 2014 componente della Commissione parlamentare di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro. Eletta alle politiche del 2013 alla Camera dei deputati presso la circoscrizione Lazio 1, è stata confermata alle ultime elezioni. Dal Luglio 2013 ha fatto parte del comitato permanente sulla politica estera e relazioni esterne dell’Ue. (SEGUE) 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rifiuti, Luigi Landi: “Si apra un tavolo interistituzionale"

TOLFA – «Tolfa è pronta ad ospitare un tavolo interistituzionale volto ad affrontare il problema rifiuti, al fine di scongiurare l’arrivo dell’immondizia della capitale sul nostro territorio». Questo quanto affermato domenica con un comunicato dal sindaco di Tolfa Luigi Landi, il quale ha ripreso l’appello del deputato tolfetano Alessandro Battilocchio (FI) e le varie disponibilità emerse in questi giorni da quasi tutti i rappresentanti del territorio a discutere sul tema. «Invito – ha aggiunto Landi – tutti i sindaci e le amministrazioni locali, oltre agli eletti presso le istituzioni sovra-comunali nella nostra cittadina, al fine di poter discutere con serenità ma con estrema determinazione questo tema importante per il nostro futuro. Non possiamo più subire scelte dettate dall’alto senza il nostro preventivo coinvolgimento: come amministratori locali abbiamo il compito di tutelare e difendere il nostro territorio”. Dopo l’annuncio il sindaco Landi è passato ai fatti: Landi ha infatti convocato la riunione annunciata coi sindaci del territorio e i rappresentanti istituzionali per mercoledì prossimo alle ore 21 presso il Comune di Tolfa. Oltre ai primi cittadini di Allumiere e di Civitavecchia e al commissario di Santa Marinella, sono stati invitati a partecipare anche gli eletti presso la Regione Lazio De Paolis, Tidei, Minnucci e Porrello, Manunta per la città metropolitana, Battilocchio e Grande per la Camera dei Deputati e il senatore Battistoni. «Si tenterà così di fare il punto sulla situazione del trasferimento dei rifiuti da Roma a Civitavecchia – conclude Landi – con l’obiettivo di cercare delle soluzioni per scongiurare tale ipotesi». Intanto ferma contrarietà alla decisione della Regione di portare i rifiuti di Roma a Civitavecchia è espressa dal consigliere comunale di opposizione di Allumiere, Giovanni Sgamma: «Sono fermamente contrario alla soluzione proposta dalla Determinazione n G07509 dell’11 giugno 2018  proposta n.9533 dello stesso giorno effettuata dalla Direzione Regionale Politiche Ambientali e ciclo dei rifiuti con oggetto che prevede dal primo luglio il trasferimento di circa 160.000 MC nei lotti 2 e 3 di rifiuti prodotti dal Comune di Roma. Questa soluzione proposta dalla Regione Lazio è una scappatoia per il presidente Zingaretti per evitare il commissariamento e quindi un nuovo fallimento della sua gestione della regione stessa. Mi auguro che tale determina venga annullata o quantomeno rivista, spero vivamente  che i consiglieri regionali del territorio che fanno parte della «fantomatica» maggioranza presente in consiglio riescano a far fare un passo indietro al loro capo, e non facciamo uno scarica barile con il sindaco di Roma Virginia Raggi sulla questione ed intanto a pagarne le spese saremo noi ed il nostro territorio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###