''Più tutele per i disabili sulle strisce blu''

LADISPOLI – "Le strisce blu a Ladispoli, nella stagione estiva per quanto riguarda la fruizione del nostro lungomare ma essenzialmente tutto l’anno, non sono disciplinate  con l’adeguata sensibilità per quanto riguarda le esigenze dei diversamente abili". A parlare è l'esponente dem Emanuele Perini. "Sebbene nel nostro paese  essi non  hanno diritto all’esenzione del ticket a meno che il Comune non preveda esplicitamente, con specifiche disposizioni in merito, l’esonero nei loro confronti (principio espresso in una sentenza della Suprema Corte n.13851 del 21.03.2017) nello specifico la disciplina del nostro Comune che li riguarda (oltre alle 2 ore di sosta tollerate per chi espone il contrassegno) non presenta misure atte a venire incontro alle esigenze dei più disagiati. Perché non inserire, come è stato fatto in altri comuni, in caso che il posto appositamente designato per i disabili sia occupato, la possibilità per i possessori del contrassegno di poter parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu immediatamente limitrofe?  Dobbiamo immaginare di costruire una città sempre più accessibile e vicina a tutti, offrendo la possibilità di un sereno parcheggio per esempio vicino al mare a che non ha la possibilità di parcheggiare lontano dalla spiaggia, dove i posti sono gratuiti". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Scontro alla Camera sul ministero della Disabilità. Il 5 stelle Dell’Osso attacca il Pd

I dem: «No alla ghettizzazione». La replica del deputato: «Ci avete ignorati per anni»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stella: ''Il Pd è una forza essenziale e qualificante per il centrosinistra''

CIVITAVECCHIA – «Il Partito Democratico di Civitavecchia, come già dichiarato dal segretario cittadino, subito dopo il periodo di ferie avrà modo di affrontare il problema delle alleanze politiche attraverso il naturale percorso negli organismi dirigenti del partito. Ci si confronterà sui contenuti politici e programmatici da mettere in campo auspicando un dibattito serrato ma sereno e costruttivo al fine di arrivare ad una linea che possa avere la più ampia condivisione possibile». Lo dichiara in una nota l’esponente dem Paola Rita Stella, che in vista delle elezioni amministrative già immagina un programma e una coalizione contrapposta ai Cinque Stelle e ripropone il modello Zingaretti.

«È nostro scopo dar vita ad una coalizione che sappia interpretare le istanze dei nostri cittadini aperta a quanti si riconoscono in una politica programmatica del centro sinistra – spiega Stella – coinvolgendo il mondo economico, ogni categoria professionale, le forze sociali della nostra città. Confronti dai quali poter attingere quella linfa necessaria a far nascere un buon governo alternativo ai cinque stelle e al centrodestra. È necessario far prevalere gli interessi dei cittadini, avendo come obiettivo l’unità politica della coalizione, superando incomprensioni e divisioni per dar vita ad una coalizione con che condivida alcuni principi fondamentali». Tre, appunto, i punti fondamentali elencati dalla dem: «La capacità di attrarre tutte le forze di centro sinistra e progressiste attraverso un programma condiviso e realmente attuabile, la necessità di evitare pregiudiziali nei confronti di chiunque e la consapevolezza che l’autosufficienza rappresenta un grave errore politico, l’ovvia considerazione che il Pd resta la forza essenziale e qualificante per ogni prospettiva di coalizione di centro sinistra».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ferri (Pd) contro l’amministrazione: ''Prima gridava contro l’inquinamento, oggi rimane muta di fronte a questo scempio ambientale''

CIVITAVECCHIA – «Ritengo che  in città si debba cominciare a lavorare al fine di sanificare una situazione ambientale ormai nociva per la salute, impegnandosi con controlli al fine di evitare eventi simili e riducendo, soprattutto, le fonti inquinanti». Lo dichiara Germano Ferri, intervenendo sull’incendio che ha interessato l’Autodemolizioni Bertini. Il segretario del Pd  dice la sua anche sui 102 nuovi malati di tumore censiti dalla Asl negli ultimi mesi: «Civitavecchia è una città che ha pagato a caro prezzo e con il sangue lo sviluppo economico, energetico, turistico e commerciale del paese – dichiara Ferri –  una città in cui sono presenti alcune tra le più grandi strutture energetiche e portuali europee, giganti nella produzione di inquinanti. Tanti gli interventi possibili al fine di migliorare la situazione ma, sicuramente, fondamentale per partire risulterebbe uno studio epidemiologico che analizzi i tassi di incidenza locali specifici per neoplasie correlate all’inquinamento ambientale».

Il segretario dem attacca l’amministrazione: «Per poter migliorare la situazione servirebbe un impegno costante e sentito da parte dell’amministrazione comunale, la quale prima delle passate elezioni gridava ai quattro venti contro l’inquinamento che attanaglia il nostro territorio, amministrazione oggi ormai muta dinanzi allo scempio ambientale che si sta consumando in città. A Civitavecchia – conclude Ferri – siamo ormai soli nella battaglia contro il cancro».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Container abbandonati a Fiumaretta: il Pd interroga il Sindaco

CIVITAVECCHIA – Container acquistati circa due anni fa, utilizzabili per il primo soccorso alle popolazioni colpite da eventi naturali, in buono stato di conservazione, ma inspiegabilmente parcheggiati a Fiumaretta.

Un fatto sul quale il gruppo consiliare del Partito democratico intende fare luce, per questo motivo è stata presentata un’interrogazione urgente.

Da una verifica i container risulterebbero ora in uno stato di totale abbandono, spogliati di ogni accessorio di valore.

A parlare di ‘‘container destinati ai terremotati’’ la det. dir. nr 2650 del 2016, mentre l’amministrazione comunale recentemente avrebbe smentito categoricamente che i container fossero destinati ai terremotati.

Secondo i dem si tratterebbe di un chiaro esempio di sciatteria e negligenza di chi avrebbe dovuto gestire un bene acquistato per nobili fini con ben altra cura, motivo per il quale il gruppo interroga il sindaco Cozzolino: «A chi è stata affidata, sin dall’acquisto, la custodia dei container? Per quale motivo i container non sono più stati inviati sui luoghi interessati dal sisma del 2016? Quali provvedimenti saranno attuati per il danno arrecato ai container e per il mancato utilizzo previsto in origine? Quale utilizzo si intende fare dei container nella condizione attuale?».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Ladispoli, al quartiere Messico ''Piazza Franco Cuccu''

LADISPOLI – Lo storico campetto del quartiere Messico, annesso al nuovo ponte pedonale sul fosso Sanguinara che unisce la zona con il quartiere Faro, sarà dedicato a Franco Cuccu, ex consigliere comunale, "figura storica che ha contribuito a far crescere e sviluppare il quartiere Messico stesso". La proposta è arrivata ieri dal Pd locale ed è stata accolta dal consiglio comunale che ha detto sì alla mozione presentata. "Il Partito democratico di Ladispoli – scrivono – al fianco della vera storia di Ladispoli, quella da conservare e valorizzare. Convinzione ulteriormente rinnovata nella giornata di ieri in occasione del Consiglio comunale, convocato per discutere le mozioni. Una di esse è stata formulata e presentata dal gruppo consiliare Pd, nella quale si è voluto unire il pregio della memoria alla virtù del rinnovato valore dei luoghi, proponendo di ridare dignità allo storico campetto del quartiere "Messico", annesso al nuovo ponte pedonale sul fosso Sanguinara che unisce la zona con il quartiere Faro, dedicando e intitolando il sito a Franco Cuccu". 

"La proposta nella forma Piazza Franco Cuccu, è stata accolta e votata all'unanimità da tutto il consiglio comunale. Il Partito democratico – hanno concluso i dem – considera questo gesto "tutto" l'atto con il quale il passato di Ladispoli e della sua comunità sono ricollocati nel giusto modo, un piccolo quanto grande gesto per una persona importante per la crescita della città in ogni suo spazio di vita, la vera storia di salvaguardia".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Pd contro Salvini per il volo di Stato a Mosca (ma c’è andato in economy)

Duro attacco dei dem contro il ministro, andato in Russia per la finale dei Mondiali. Ma c’è il biglietto che il leghista ha fatto per il viaggio andata e ritorno con un volo di linea

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Enel, Tidei (PD): espressa la volontà di accorpare Civitavecchia e Viterbo

CIVITAVECCHIA – «Apprendiamo da fonti sindacali che Enel ha espresso la volontà di accorpare le zone (gli uffici della distribuzione) di Civitavecchia e Viterbo». Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Marietta Tidei che prosegue: «Mi auguro che se si dovesse, alla fine, scegliere di intraprendere questa azione si provveda prima a fornire le dovute rassicurazioni e garanzie sul fronte dell’occupazione».

Per Tidei è necessario, in particolare «da scongiurare, in modo assoluto, la perdita di posti di lavoro e la cancellazione della direzione di Civitavecchia in favore di quella di Viterbo. Non si tratta – evidenzia il consigliere regionale dem – di scatenare una sterile competizione tra territori ma di esigere rispetto per un territorio che negli anni tanto ha dato alla sicurezza del Sistema elettrico nazionale. Sarebbe davvero paradossale la progressiva perdita di altri posti di lavoro. Un conto sono le legittime esigenze organizzative dell’azienda, altro è non comprendere la specificità di questo territorio. Mi auguro – conclude dura Tidei – che da parte dell’azienda arrivino quanto prima dei chiarimenti per fugare qualsiasi tipo di dubbio».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tidei: ''Università Agraria nel mirino di Cozzolino, intervenga il prefetto''

CIVITAVECCHIA – “Ho appena inviato una lettera al prefetto di Roma ed al presidente della Regione Lazio in merito alla vicenda che vede protagonista il Sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino”.

Lo dichiara il neo eletto Sindaco di Santa Marinella del Pietro Tidei. “Questi si è permesso di chiedere al presidente Zingaretti il commissariamento dell’Università agraria di Civitavecchia – prosegue duro il dem – senza considerare che l’Ente è la prima forma di intervento democratico dei cittadini di una comunità ed è il mezzo attraverso il quale gli stessi cittadini, sempre in maniera democratica, possono controllare il loro territorio. A Cozzolino, incolto autore del più brutto periodo della storia civitavecchiese, non va sicuramente giù il modo con cui il presidente dell’Università Agraria Daniele De Paolis intende rispettare e far rispettare la legge. Il problema degli usi civici a Civitavecchia – incalza Tidei – è particolarmente sentito e Cozzolino, invece di utilizzare gli strumenti normativi e contrattuali a sua disposizione, tenta di forzare le cose con uno dei colpi di teatro al quale ci ha abituati. Purtroppo non glie ne è mai riuscito uno e questo i cittadini di Civitavecchia lo sanno bene. Adesso cerca di far paralizzare l’ultimo ente che gli è rimasto di sfasciare ma mi impegnerò personalmente con le autorità competenti perché quest’ultimo scempio non avvenga. Se c’è qualcosa da commissariare – conclude duro – è la penosa gestione di Cozzolino al Pincio, ma il prefetto lo sa bene”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Grando pensi ai ragazzi e indica le elezioni del consiglio comunale dei giovani''

LADISPOLI – Sul fronte "consiglio comunale dei giovani" da palazzo Falcone, ancora tutto tace. A puntare i riflettori sulla questione è l'esponente del Pd di Ladispoli Emanuele Pierini. "Il Consiglio Comunale dei giovani della Città di Ladispoli ha scaduto il suo mandato e non vi è stato segnale fino a questo momento,da parte di questa amministrazione, di mettere in campo le azioni necessarie per garantire lo svoglimento delle nuove elezioni. Tralasciando il silenzio assordante che ruota intorno all’argomento giovani della nostra città, poco presi in considerazione dalle scelte della politica – prosegue Pierini – auspichiamo almeno che i ragazzi di buona volontà e le energie nuove  che vogliono impegnarsi per migliorare la nostra comunità possano essere messi in condizione di utilizzare gli strumenti a disposizione,come il Consiglio dei Giovani appunto, organo che va rinnovato ogni tre anni. Se non si è in grado di produrre  il cambiamento, non si tappino le ali alle energie nuove che rappresentano il futuro della nostra città. Chiediamo quindi che il Sindaco Grando – conclude l'esponente dem – produca gli atti necessari di sua competenza invece di perdere tempo con questioni ideologiche che non sono utili alla nostra città".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###