Allumiere in fermento: arriva il Palio

ALLUMIERE – Ad Allumiere ormai si respira aria di Palio con l’adrenalina che sale sempre di più e col paese completamente vestito a festa con tutti i colori delle sei Contrade. Dappertutto è un risuonare di tamburi, uno sventolare di bandiere, un brulicare di persone intente a cucire, a stirare, a preprare ogni minimo particolare: tutto nel giorno del Palio dovrà essere perfetto. In ogni Contrada vige il massimo riserbo sui fantini e sui somari che gareggeranno per conquistare l’ambito Cencio. Sbanderatori e tamburini sono intenti a fare le prove cercando di tenere nascoste le prese più dificili e spettacolari. Da lunedì comincia la settimana di ‘‘passione’’, quella cioè che precede il Palio delle Contrade, giunto quest’anno alla 54^ edizione. Amministrazione Comunale, Pro Loco, Contrade e forze dell’ordine sono all’opera per garantire un’edizione pressochè perfetta del prossimo Palio: a garantire sicurezza e viabilità ci sarà una vera e propria task force (coordinata dal sindaco) con carabinieri, forestale, vigili urbani, volontari della Protezione Civile e polizia. La manifestazione si terrà il 18 e 19 agosto nel paese collinare ormai da mesi in fermento. Preparazione, tensione e rivalità si rinnovano, sempre uguali e sempre diverse, come ogni anno dal 1965. Le sei Contrade scalpitano e sono pronte a darsi battaglia per la conquista dell’ambito Cencio. I tre minuti della corsa degli asini in piazza della Repubblica decideranno il campione che, oltre al Cencio, porterà in Contrada anche il diritto di sbeffeggiare tutti gli avversari per un anno intero; fino alla prossima disputa, in un eterno ciclo di lavoro, passione, speranze, scaramanzie, sogni infranti e gioia dirompente. Sabato 18 la manifestazione si apre con la tradizionale Provaccia; alle 19.00 le sei Contrade potranno finalmente calcare l’anello in terra battuta della piazz circondata da . Ciascuna avrà circa 8 minuti per provare circuito e asini della scuderia e prendere una decisione fatale: scegliere i tre campioni a quattro zampe a cui affidare le speranze di tutti i contradaioli il giorno seguente. A seguito della Provaccia si prosegue con il Minipalio disputato su due batterie: il presidente della Contrada vincitrice viene premiato sul balcone del Comune. Dalle 21.30 si scioglie la tensione e la Notte delle Contrade si anima; come da tradizione le sei Contrade, ciascuna in una delle piazzette del paese, offrono da bere a paesani e visitatori: musica, divertimento, degustazione di prodotti locali proseguono fino a notte fonda. Nella ‘‘Notte colorata’’ si susseguiranno feste imperdibili, spettacolari e divertenti in ogni Contrada. Sono previste dj set, ballerine sud americane, danza del ventre, spettacoli per bambini, discoteca all’aperto con cubiste, schiuma party, animatori, balli di gruppo, prodotti enogastronomici e piatti tipici locali, vino birra, cocktail a fiumi e tanto altro il tutto in un clima di festa, di amicizia e anche di contesa fra le Contrade che faranno di tutto per fare la festa più bella e partecipata. La mattina di domenica 19, nonostante la baldoria della notte precedente, non si potrà mancare al rito della benedizione di asini e fantini sul sagrato della Chiesa di S.S. Maria Assunta e alla successiva ‘‘Punzonatura’’ (la numerazione degli asini che correranno il Palio domani pomeriggio. In aula consigliare verrà controllato, timbrato e sigillato il materiale per i fantini e per gli asini che saranno poi consegnati ai presidenti di ogni Contrada). Le Contrade hanno scelto i tre asini che correranno il Palio e quegli stessi asini vengono segnati con un numero progressivo che li rende riconoscibili: le speranze di tutto il paese saranno tutte riposte nella forza delle loro zampe. Alle 17 il corteo storico inizierà il suo maestoso cammino verso la piazza: circa 250 comparse faranno rivivere l’epoca del primo Rinascimento, della scoperta dei giacimenti di alumite e degli appalti di Da Castro, dei Medici e del Chigi in una spettacolare rievocazione storica. Papi, prelati, dame, signori, soldati, guardie, popolani, giocolieri, duellanti, nessuno sarà dimenticato grazie alle sapienti mani delle sarte delle Contrade che ogni anno regalano grandi emozioni al pubblico, numerosissimo, della manifestazione. Una giuria di docenti e di esperti valuterà ogni dettaglio per stabilire la Contrada vincitrice del trofeo: ‘‘Miglior corteo storico’’. Tra le comparse e nei cuori dei contradaioli un posto speciale è tradizionalmente riservato ad alfieri e tamburini. Gli sbandieratori di Burò, Ghetto, La Bianca, Nona, Polveriera e S. Antonio si esibiranno e si sfideranno in una gara di agilità, abilità e coreografia. I loro lanci e le loro prese terranno col fiato sospeso il pubblico e delizieranno tutti con performances mozzafiato: questi verranno giudicati da una giuria di esperti della Fisb: la giuria sarà presieduta dal tecnico e maestro di bandiera Aquilino Mancinelli del gruppo sbandieratori di Soriano del Cimino; il gruppo migliore riceverà il trofeo. Al termine del Corteo Storico e delle esibizioni degli alfieri si procederà alla disputa del Palio vero e proprio. La piazza, come ogni anno tratterrà il fiato al primo clangore della prima prova delle gabbie. Come ogni anno attenderà trepidante la voce dagli altoparlanti che annuncerà il sorteggio delle gabbie fino ad esplodere in grida in esortazione, tifo, disperazione o gioia all’uscita degli asini in ogni batteria. Ma il vero boato sarà quello della Contrada che vincerà con la corsa liberatoria e trionfante dei contradaioli da ogni angolo della piazza sotto il balcone del Palazzo Comunale. Il coro esultante quando da quello stesso balcone, finalmente il Cencio, quest’anno realizzato dalla bravissima e poliedrica artista tolfetana Silvia Di Silvestro e offerto dalla farmacia Toti, sarà calato tra le mani dei fantini e del popolo. E poi il silenzio irreale del resto delle Contrade, che però non si abbatteranno e si prepareranno a rimboccarsi le maniche: guarderanno il vincitore portarsi a casa il Palio per cui hanno, in puro spirito volontaristico, lavorato per tutto un anno e in quel momento tutti sapremo che la sfida al Palio del prossimo anno sarà già iniziata. Da rilevare che a fine Palio si svolgerà la festa (aperta a tutti) nella Contrada vincitrice e poi in piazza dal balcone del Comune ci sarà la tradizionale Tombola. Molte le novità a corollario del Palio. In primis va rilevato che la delegata al Commercio Dania Trotti in collaborazione con il Comune di Allumiere ha dato il via alla 1^ edizione del ‘‘Palio in Vetrina’’. Il concorso, rivolto a tutti gli esercenti e attività economiche del Comune, prevede, previa adesione, l’allestimento delle proprie vetrine in base al tema del Palio, con addobbi e colori della Contrada appartenente. «L’iniziativa – spiega la delegata al Commercio, Dania Trotti – è finalizzata a rallegrare lo spirito di festa nelle vie cittadine e dar modo ai turisti di conoscere meglio la storia e la cultura del Palio e delle Contrade stesse, un ulteriore piccolo passo per portare a conoscenza una tradizione folcloristica e culturale, in  linea con la volontà della giunta stessa, di rendere il Comune di Allumiere protagonista del Palio a livello europeo. Si evidenzia che tutte le vetrine partecipanti al concorso verranno fotografate e giudicate da una giuria e verrà premiata la vetrina con l’addobbo migliore in concomitanza con la premiazione della gara del Palio. In questa settimana prima del Palio si terranno le varie ‘‘Cene del Contradaiolo’’ (una per ogni Contrada). Alle 18 ci sarà l’inaugurazione del Museo del Palio nel Palazzo Camerale. Il museo, che sarà diviso in sei sezioni, una per ogni Contrada, ospiterà anche delle teche in vetro nelle quali saranno riposti dei vecchi documenti messi a disposizione del grande Riccardo Rinaldi ideatore di questa manifestazione. Dalle 18.30 alle 20 spettacoli di giocoleria a cura dei giullari di Davide Rossi; alle 21.30 partenza del corteo storico da viale Garibaldi; alle 22.30 ci sarà la presentazione del Cencio; alle 23 spettacolo ‘‘La Terra dei briganti’’ a cura dei ‘‘Giullari di spade’’ e poi ‘‘Lunares in statera’’ a cura dei Giullari di Davide Rossi; alle 23.30 gran finale a sorpresa. «Il Palio ad Allumiere l’ho creato io – spiega Riccardo Rinaldi – lo volevo già anni indietro, ma non mi è stato possibile realizzarlo se non nel 1965. Ho inventato io gli stemmi e i colori, ho diviso il paese in 8 Contrade (2 non ci sono più – ndr) e ho pensato al Palio come summa di Corsa dei somari, corteo storico e gara degli sbandieratori. Per il nostro Palio mi sono ispirato a quello di Siena, patria del nostro Agostino Chigi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Stefanini, addio con testamento

di ALESSIO ALESSI

Dopo sei stagioni da capitano e 22 anni da giocatore dell’Asp, Patrizio Stefanini lascia la società di Civitavecchia per approdare alla Rim Cerveteri in Prima Divisione.
«La scelta più che personale – spiega l’esperto schiacciatore – è stata funzionale alla squadra. Qualche anno fa la società mi chiese di sposare un nuovo progetto che prevedeva la crescita dei ragazzi del vivaio e il mio ruolo sarebbe stato quello di chioccia; accettai volentieri. Ora credo sia finito quel percorso e la mia figura non ha più senso all’interno dello spogliatoio. Per me, comunque, l’addio vero alla pallavolo è arrivato quando anni fa quasi tutti i miei compagni andarono via; lì si chiuse un cerchio. Lasciare dopo 22 anni è come cambiare casa, anche mia madre giocò nell’Asp, è una sorta di tradizione di famiglia; è ovvio ci sia un po’ di tristezza. Ora vado a Cerveteri, dove trovo il mio amico Davide Menegatto, col quale ci eravamo promessi di giocare almeno una stagione insieme prima di smettere».
Due parole, infine, sul suo possibile successore nel ruolo di capitano: «Chiunque prenderà la fascia, dovrà farlo con serietà e senso di responsabilità, nel rispetto della storia di questa società. Io la vedrei bene al braccio di Mancini o Brunelli».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

''Palio Marinaro, bilancio estremamente positivo''

«Il bilancio del PalIo Marinaro dell’Assunta e del Saraceno e quello dei Tre Porti è estremamente positivo visto che tutto è andato bene e che anche gli equipaggi di fuori si sono divertiti e si sono complimentati con noi». Ad esprimersi così il presidente dell’associazione Mare Nostrum 2000, Sandro Calderai che traccia un bilancio positivo della manifestazione afferente il 39° Palio Marinaro dell’Assunta e del Saraceno ed il 10° Palio Marinaro dei Tre Porti  che ha avuto il patrocinio della Regione Lazio, Citta’ Metropolitana Di Roma Capitale, Città di Civitavecchia e dell’Autorità Portuale di Civitavecchia, del C.O.N.I. CR Lazio e del C.S.I. CP di Roma, del Comitato Parolimpico R.L, FIDS C.R. Lazio, della Fondazione Cassa Di Risparmio di Civitavecchia e del sostegno pastorale della diocesi di Civitavecchia e Tarquinia, inserita anche questo anno nel cartellone dei Festeggiamenti del Natale cittadino nella sezione “La Vecchia Estate”. Al termine delle varie combattute regate del Palio Marinaro fra i Rioni Storici c’è stata la vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Nel Palio Marinaro dei Tre Porti ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1 con l’equipaggio composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli;  3° posto per Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Calderai poi prende l’occasione per porgere «un sentito ringraziamento a quanti con la loro presenza, collaborazione, partecipazione e contributo hanno reso possibile lo svolgimento del programma presentato». In particolare Calderai ringrazia: “i soci storici della Mare Nostrum 2000: Enrico Grieco, Antonino Ponzio, Elio Urbani, Roberto Muliello, Mario Piscini, Mario Borgi, Claudio Guida, Agostino Coppola, Ciro Cozzolino, Francesco Cristini. A loro il ringraziamento più grande perché fanno un grandissimo lavoro nascosto ma fondamentale: si occupano della manutenzione delle barche, allenano i team, si occupano del progetto del canottaggio nelle scuole e di tante altre cose importanti. Grazie poi al Consiglio Direttivo e i soci; i Capitani e i Governatori dei Nuovi Rioni Storici: Margherita Fraticelli, Patrizia Manunza, Cristiana Giardini, Vincenzo Ricotta, Gianfranco Gargiulo, Gennaro Lo Iacono, Davide Orlandi, Ciro Farace, Daniele Pinchi, Paolo Parigiani, Massimiliano Rossi, Roberto Ansaldo; i giudici Giovanni Spinelli (prestato dalla LNI di cui è vicepresidente) e Vincenzo Ricotta; il realizzatore del campo di gara Marco Corti della L.N.I; atlete e atleti che hanno gareggiato nelle varie discipline sportive:  dal canottaggio con Palio Marinaro che hanno dato vita a gare entusiasmanti difendendo con onore i colori della città ai Giochi al Mare e alla Lotta Saracena, alla Vela e ai bambini impegnati nella Prova di Pesca sportiva con la canna, i ragazzi del Circolo Canottieri Civitavecchia del coach Franco Tranquilli; le forze dell’ordine civili e militari per la collaborazione prestata durante le gare e tutta la manifestazione;  le associazioni presenti per la loro presenza e collaborazione;  l’IIS Stendhal e Via della Immacolata P.A. Guglielmotti con il Liceo Artistico collegato realizzatori del Damasco; la testimonial per il canottaggio Silvia Felicioni; la direttrice artistica per la serata delle premiazioni e intrattenimento Barbara Brugè; gli artisti dell’estemporanea di pittura e quanti si sono esibiti nella forma di “amichevole partecipazione” la serata del 28 luglio; il maestro Arnaldo Massarelli per aver concesso di utilizzare la stampa di CV del 1715 nel materiale pubblicitario.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Vaccini: scoppia la polemica nel M5S

ROMA – Scoppia la polemica sul tema vaccini all’interno del Movimento Cinque Stelle laziale. Ad innescarla un post del consigliere regionale, collega di Devid Porrello, Stefano Barillari. Nel post Barillari teorizzava la supremazia della politica sulla scienza, giustificando così il dubbio sulla validità dei vaccini.

“Allora ve lo dico chiaramente – dice Barillari -. La politica viene prima della scienza. I politici devono ascoltare la scienza, collaborare, non farsi ordinare dalla scienza cosa è giusto e cosa è sbagliato, accettando le parole della scienza mainstream come dogmi religiosi. Perché la scienza DEVE ESSERE DEMOCRATICA, e quindi deve ascoltare tutti… compresi ricercatori e scienziati, che con dati alla mano, contestano il dogma ufficiale”.

Sul tema naturalmente sono intervenuti politici di ogni schieramento e lo stesso post è stato commentato e criticato da centinaia di migliaia di persone.

Alla fine è arrivato il distinguo del Movimento Cinque Stelle regionale sul tema: “Il Movimento 5 Stelle prende totalmente le distanze dalle dichiarazioni del consigliere regionale del Lazio Davide Barillari – ha scritto il Movimento in un comunicato stampa. – La linea del Movimento sui vaccini è quella messa nero su bianco nel contratto di governo votato dagli iscritti e portata avanti dal ministro della Salute Giulia Grillo”.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Oltre 700 atleti alla Granfondo dell’Est! Est!! Est!!!

La nuova Granfondo dell’Est! Est!! Est!!! ha ottenuto un grande successo e l’alto gradimento da parte dei numerosi partecipanti. In una calda domenica di fine luglio, oltre 700 sono state le iscrizioni giunte alla Mtb Montefiascone, società organizzatrice dell’ultima tappa del Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale. Per la prima volta, infatti, a Montefiascone è stato proposto il percorso Marathon, una gara di 52 km per 1600 metri di dislivello. Questo tracciato impegnativo ha affiancato il tradizionale percorso della Granfondo di 42 km, oltre a quello non competitivo di 18 km.
Il re del percorso Marathon è stato Davide Di Marco (Race Mountain Folcarelli team), già vincitore più volte in passato della granfondo di Montefiascone e ora primo vincitore nell’albo d’oro del percorso lungo. Su questa distanza il corridore marchigiano non ha avuto rivali, precedendo di circa 7 minuti Lorenzo Ciutti (Custom4it). Sul terzo gradino del podio assoluto sale Pierluigi Torelli (Team Bike Race Mountain Civitavecchia). Tra le ragazze, sul percorso di 52 km il successo è andato a Fabia Romana Costantini (Team Bike Palombara). 
Alfredo Balloni (Custom4it) è riuscito ad imporsi sul percorso di 42 km. Anche il corridore laziale è riuscito a dare un distacco di circa sette minuti al secondo classificato, Valerio Piancatelli (Team Bike Palombara); al terzo posto chiude uno dei compagni di squadra di Piancatelli, Stefano Prati. Tra le ragazze il successo è per Simona Petrini (Team Civita Bike) davanti a Laura Sopranzi (Centro Bici Team Terni) e a Claudia Cantoni (Team Bike Race Mountain Civitavecchia). 
Ulderico Catteruccia, presidente del comitato organizzatore, afferma: «Siamo molto felici della grande partecipazione alla gara. Abbiamo riscontrato tanti feedback positivi e questo non può farci altro che piacere. Abbiamo proposto un nuovo percorso molto impegnativo, e l’apprezzamento dei tanti corridori, sia per ciò che riguarda il tracciato che per ciò che concerne la sicurezza e i ristori, ci ripaga del grande sforzo organizzativo».
Il Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale conclude così la propria decima storica edizione, confermando i grandi numeri in continua crescita non solo da parte degli abbonati, ma anche dei singoli iscritti alle gare. Nei prossimi giorni saranno comunicati in via ufficiale luogo e data della premiazione conclusiva.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Il Palio Marinaro dà i suoi verdetti

Per una frazione di secondo l’equipaggio di Castiglione della Pescaia (Rione Piazza) ha battuto l’equipaggio Civitavecchia 1 conquistando la Coppa del X Palio Marinaro dei Tre Porti del settore maschile; sul terzo gradino del podio l’equipaggio Civitavecchia 2 con il team composto dai ragazzi della cantera del Circolo Canottieri Civitavecchia di mister Franco Tranquilli. Per il settore femminile vittoria dell’equipaggio di Livorno, argento per il team delle ‘‘Tenaci’’ di Civitavecchia (reduci dalla vittoria del Palio Marinaro 2018 conquistata il giorno prima) e bronzo per il team di Fiumicino. Anche quest’anno alla Marina di Civitavecchia si è svolta una ricca duegiorni di festa e eventi inerenti il palio Marinaro tra i Rioni Storici di Civitavecchia (39^ edizione) e il Palio Marinaro dei Tre Porti (X edizione) con una serie di iniziative a margine di questo evento sportivo. Tutta la manifestazione è stata promossa, organizzata e curata alla perfezione da Sandro Calderai e dai soci dell’associazione ‘‘Mare Nostrum 2000’’ Sabato mattina il Palio Marinaro si è aperto con la sfilata; a questo momento. Nel pomeriggio (dalle 17 in poi) si sono svolte le regate valide per l’assegnazione del titolo. Al termine delle varie combattute regate vittoria del Rione Storico Aurelia con il team composto da Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli (timoniere); secondo posto per il Rione Storico Campo Dell’Oro con Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); terzo posto per il Rione Storico Pirgo con il team composto da Davide Orlandi, Gianfranco Gargiulo, Massimiliano Rossi, Vincenzo Farace, Margherita Fraticelli (Timoniere). Quarto il Rione San Liborio con Roberto Ansaldo, Maurizio Appetecchi, Gabriele Grassi, Diego Zanella e Giorgio Ansaldo (Timoniere). Per quanto riguarda il settore femminile vittoria del Rione Storico San Liborio: il team de ‘‘Le Tenaci’’, composto da Patrizia Manunza,  Letizia Del Vecchio, Margherita Fraticelli, Lancella Rosa e Davide Orlandi (timoniere)per la quarta volta consecutiva ha vinto il Palio Marinaro iscrivendo il proprio nome nell’albo d’oro. Secondo posto per il Rione Storico Aurelia composto da: Cristiana Giardini, Stefania Melissari, Martina Moscatelli, Elena Rescigno e Claudio Guida (Timoniere). Combattuta la Lotta Saracena: vittoria di Emanuele Arciprete; a seguire Gabriele Lisiola; Dario Masoni e Matteo Lisiola. Nella gara dimostrativa di canottaggio fra gli atleti del Circolo Canottieri Civitavecchia vittoria dell’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Gabriele e Matteo Lisiola, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere); secondi Giuseppe Corati, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Gabriele Grassi e Paolucci senior (timoniere). Domenica poi si è svolto il Palio Marinaro dei Tre Porti che ha visto svolgersi gare combattutissime con vittorie decise sul finale. Ad avere la meglio è stato il team di Castiglione che si è imposto su Civitavecchia 1: i civitavecchiesi Ciro Farace, Gennaro Gifuni, Marco Maddaloni, Orlando Di Donato e Emiliano Morbidelli per gran parte della gara hanno avuto la supremazia poi per un guasto alla pedaliera hanno perso qualche secondo e l’espertissimo team toscano hanno sferrato la remata vincente piazzando la prua della loro barca davanti ai locali. Terzo Civitavecchia 2 con l’equipaggio composto da Alessandro Paolucci, Michele Pizzichelli, Edoardo Azoitei, Matteo Granella e Giordano Floris (Timoniere), quarti i ragazzi di Livorno. Solo quinti i campioni in carica uscenti dell’Isola del Giglio; sesti i canottieri del terzo equipaggio civitavecchiese composto da Roberto Ansaldo, Davide Orlandi, Abramo Silva, Vincenzo Farace e Giorgio Ansaldo. Da rilevare che nella duegiorni le donne hanno gareggiato con il simbolo della Komen per la cura, prevenzione del tumore alla mammella. Anche questa edizine 2018 va in cantiere e verrà ricordata come una bella manifestazione pienamente riuscita. Il popolo del Remo è cresciuto, ora bisogna che i civitavecchiesi imparino ad amare questa manifestazione che unisce tradizione, sport, solidarietà, cultura, storia, folklore. Complimenti all’attivissimo patron Sandro Calderai, ai soci storici per il grande lavoro che fanno nell’anno; agli allenatori, ai giudici (Vincenzo Ricotta, Giovanni Spinelli), ai collaboratori e agli atleti, a Tranquilli per il supporto e per i suoi ragazzi. 
Rom. Mos.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Manziana, torna in funzione il compattatore della plastica

MANZIANA – Torna in funzione da domani sera il compattatore della plastica e, conseguentemente, come annunciato il 28 novembre del 2017, tornerà a pagamento l'erogazione dell'acqua dalle tre casette localizzate rispettamente nel parcheggio dello stadio comunale, in via Prati del Ponte e a Quadroni. Per usufruire del servizio sarà dunque di nuovo necessario usare le Carte Servizio acquistabili e/o ricaricabili alla Tabaccheria Garofolo Davide, all'alimentari -Tabaccheria Minelli e alla Tabaccheria Italo Pizzi. Continuerà, invece, ad erogare acqua gratuitamente, la casetta Acea di piazza della Piscina.

Per quanto riguarda invece «i numerosi e ripetuti guasti accorsi in passato al compattatore a causa del conferimento di riufit non conformi», dall'amministrazione comunale arriva qualche linea guida: «Il compattatore accetta solo bottiglie di plastica e/o contenitori di plastica PET (sono esclusi i contenitori dei detersivi), funziona con bottiglie intere (non vanno quindi compresse), i tappi vanno tolti al momento e inseriti nell'apposita fessura. Per un buon funzionamento è inoltre necessario – concludono dal Comune – inseriore una bottiglia alla volta, seguendo le indicazioni presenti sul display».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Maturità, finale con il sorriso per molti studenti

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA – Sono stati tantissimi gli studenti che quest’anno, al termine della maturità, hanno raggiunto notevoli risultati. Questi i nomi dei più bravi, premiati con voti che vanno dal 95 al 100 e 100 e lode. 

Dall’ISS Guglielmotti: Credenzone Simone(98), Tedeschi Sofia(100), Sabatini Andrea(95), Fofi Irene(100), Mancini Giulia(100), Puzzovio Elena(100), Ciambella Flavia(97), Cosimi Sara(100 e lode), Gagliardi Chiara(96), Pagavino Mirko(100), Soia Federica(100), Capozzi Alessia(100) e Travagliati Roberta(100 e lode).

Dall’IIS Stendhal, Palomba Marta(96), Pampinella Giada(98), Foschi Mattia(100), Giuli Kinvelyn Marco(100), Mattei Lorenzo(100), Hodor Oana Beatrice(96), Santacroce Marica(100 e lode), Varchetta Giulia(100), Burattini Elisa(100), Gabellone Eugenio(100), Presutti Mattia(100), Pensato Martina(100), Pasiowiec Aleksandra Kamila (98) e La Rocca Mattia(100).

Al liceo scientifico Galileo Galilei si sono contraddistinti Bellucci Samuele(100 e lode), Cedano Tobanda Cristal Stefania(100), Dottarelli Arianna(100 e lode), Garofalo Aurora(100), Guida Matteo(100), Rosati Chiara(100), Salmistraro Serena(95), Vitiello Alessandro(96), Clemente Annarita(100), Caimi Iacopo(100), Fanzani Francesca(100), Baghini Michela(97), Della Sala Irene(96), De Marco Francesco(100 e lode), Di Bari Bruno Gabriele(100), Maranini Gabriele(100 e lode), Fisco Federica(97), Stopponi Damiano(96), Volpe Francesca(100) e Di Concilio Moschen Antonella(95).

Dall’IIS Luigi Calamatta, Cassano Daniele(95), Bertolino Mattia(100), Castiglione Alberto(100 e lode), Esposito Luigi(96), Grandi Simone(100), Alpigiano Tiziano(96), Tasca Lorenzo(100) e Falcone Nicolas(100).

Infine dall’IIS G.Marconi spiccano i nomi di Galletti Davide(97), Bazzano Pietro(100), Bernetti Sara(98), Tarantino Giulia(100), Bartoli Laura(100 e lode), Francesconi Annagiulia(96), Mollica Lucrezia(100), Tidei Rachele(100), Travagliati Alessia(100), Bevacqua Emanuele(100), Vignati Mattia(100), Zeno Giuseppe(95), Caprasecca Thomas(96), Crisostomi Alessio(100), Fraticelli Francesco(100), Ghiani Leonardo(100), Napolitano William(100), Sereni Leonardo(100 e lode), Travaglini Andrea(100), Fiaoni Alessandro(98), Cifoletti Daniele(100), Farro Andrea (100) e Morachioli Andrea(100 e lode).

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Santa Marinella: a segno ben nove colpi

Sta per volgere al termine la campagna acquisti del Santa Marinella. La coppia Di Martino-Stuccilli sta per chiudere la questione relativa ai rinforzi di una squadra che, dopo le note vicende estive che hanno registrato il divorzio tra la dirigenza del Santa Marinella e quella del Santa Severa, ha  portato anche all’abbandono del tecnico Michele Zeoli e di gran parte dei giocatori che vestivano la casacca rossoblu. Si sono salvati “dall’epurazione naturale” solo Andrea Sanfilippo e alcuni fuoriquota. Dopo essersi assicurati le prestazioni del bomber Francesco Bonaventura in arrivo dal Tolfa, i due mister hanno vincolato il giovane portiere Priori Gianmarco classe 2000, anche lui proveniente dal Tolfa e tre vecchie conoscenze di questa società, di ritorno dall’esperienza in terra toscana con la maglia del Manciano e cioè Federico Fanari centrocampista classe 1994, Davide Iacovella centrocampista classe 1987 e il bomber Marco Zimmaro classe 1990. Mercoledì i due dirigenti hanno rinforzato la rosa giocatori facendo firmare il vincolo a Carmine Tersigni, anno ‘83 difensore, lo scorso anno al S. Lorenzo, Andrea Bordoni (’91) una punta proveniente dal Maccarese, Gianluca Carra (’81) in arrivo dal Manciano, Manuel Arilli (2001) un attaccante ex Ladispoli, Alessandro Paoloni (‘81) portiere ex Latera, Patrizio Mancini (‘87) difensore ex Civitavecchia e Cpc, Matteo Scaramozzino (‘97) lo scorso anno al Manciano, il difensore D’Errico classe 2000 in arrivo dall’SFF, la punta Famà, ed infine Kevin Capoccia, classe ‘99, difensore proveniente dal Tolfa dove ha disputato 25 gare. La preparazione precampionato comincerà il 6 agosto ad Allumiere, mentre gli allenamenti settimanali e le gare di campionato, che aprirà i battenti il 2 settembre prossimo, si svolgeranno al Dlf di Civitavecchia. Intanto sono state programmate le amichevoli: l’11 agosto con il Canale Monterano al comunale di Civitavecchia, il 21 con la SFF Fiumicino, il 22 ad Allumiere con il Civitavecchia, il 26 con il Montalto ed infine il 29 con il Bassano Romano.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Csl Soccer: arriva la firma del classe 2000 Davide De Fazi

La Csl è inarrestabile. Il club rossoblu del presidente Vitaliano Villotti ingaggia un altro under per rinforzare la rosa. Trattasi del difensore classe 2000 Davide De Fazi che ha militato nelle giovanili del Dlf, poi l’ascesa al Ladispoli dove ha disputato ben due stagioni Elite con Allievi e Juniores. Un altro giovane, dunque, che va a completare la scuderia fuoriquota della Csl.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###