Allumiere in fermento: arriva il Palio

ALLUMIERE – Ad Allumiere ormai si respira aria di Palio con l’adrenalina che sale sempre di più e col paese completamente vestito a festa con tutti i colori delle sei Contrade. Dappertutto è un risuonare di tamburi, uno sventolare di bandiere, un brulicare di persone intente a cucire, a stirare, a preprare ogni minimo particolare: tutto nel giorno del Palio dovrà essere perfetto. In ogni Contrada vige il massimo riserbo sui fantini e sui somari che gareggeranno per conquistare l’ambito Cencio. Sbanderatori e tamburini sono intenti a fare le prove cercando di tenere nascoste le prese più dificili e spettacolari. Da lunedì comincia la settimana di ‘‘passione’’, quella cioè che precede il Palio delle Contrade, giunto quest’anno alla 54^ edizione. Amministrazione Comunale, Pro Loco, Contrade e forze dell’ordine sono all’opera per garantire un’edizione pressochè perfetta del prossimo Palio: a garantire sicurezza e viabilità ci sarà una vera e propria task force (coordinata dal sindaco) con carabinieri, forestale, vigili urbani, volontari della Protezione Civile e polizia. La manifestazione si terrà il 18 e 19 agosto nel paese collinare ormai da mesi in fermento. Preparazione, tensione e rivalità si rinnovano, sempre uguali e sempre diverse, come ogni anno dal 1965. Le sei Contrade scalpitano e sono pronte a darsi battaglia per la conquista dell’ambito Cencio. I tre minuti della corsa degli asini in piazza della Repubblica decideranno il campione che, oltre al Cencio, porterà in Contrada anche il diritto di sbeffeggiare tutti gli avversari per un anno intero; fino alla prossima disputa, in un eterno ciclo di lavoro, passione, speranze, scaramanzie, sogni infranti e gioia dirompente. Sabato 18 la manifestazione si apre con la tradizionale Provaccia; alle 19.00 le sei Contrade potranno finalmente calcare l’anello in terra battuta della piazz circondata da . Ciascuna avrà circa 8 minuti per provare circuito e asini della scuderia e prendere una decisione fatale: scegliere i tre campioni a quattro zampe a cui affidare le speranze di tutti i contradaioli il giorno seguente. A seguito della Provaccia si prosegue con il Minipalio disputato su due batterie: il presidente della Contrada vincitrice viene premiato sul balcone del Comune. Dalle 21.30 si scioglie la tensione e la Notte delle Contrade si anima; come da tradizione le sei Contrade, ciascuna in una delle piazzette del paese, offrono da bere a paesani e visitatori: musica, divertimento, degustazione di prodotti locali proseguono fino a notte fonda. Nella ‘‘Notte colorata’’ si susseguiranno feste imperdibili, spettacolari e divertenti in ogni Contrada. Sono previste dj set, ballerine sud americane, danza del ventre, spettacoli per bambini, discoteca all’aperto con cubiste, schiuma party, animatori, balli di gruppo, prodotti enogastronomici e piatti tipici locali, vino birra, cocktail a fiumi e tanto altro il tutto in un clima di festa, di amicizia e anche di contesa fra le Contrade che faranno di tutto per fare la festa più bella e partecipata. La mattina di domenica 19, nonostante la baldoria della notte precedente, non si potrà mancare al rito della benedizione di asini e fantini sul sagrato della Chiesa di S.S. Maria Assunta e alla successiva ‘‘Punzonatura’’ (la numerazione degli asini che correranno il Palio domani pomeriggio. In aula consigliare verrà controllato, timbrato e sigillato il materiale per i fantini e per gli asini che saranno poi consegnati ai presidenti di ogni Contrada). Le Contrade hanno scelto i tre asini che correranno il Palio e quegli stessi asini vengono segnati con un numero progressivo che li rende riconoscibili: le speranze di tutto il paese saranno tutte riposte nella forza delle loro zampe. Alle 17 il corteo storico inizierà il suo maestoso cammino verso la piazza: circa 250 comparse faranno rivivere l’epoca del primo Rinascimento, della scoperta dei giacimenti di alumite e degli appalti di Da Castro, dei Medici e del Chigi in una spettacolare rievocazione storica. Papi, prelati, dame, signori, soldati, guardie, popolani, giocolieri, duellanti, nessuno sarà dimenticato grazie alle sapienti mani delle sarte delle Contrade che ogni anno regalano grandi emozioni al pubblico, numerosissimo, della manifestazione. Una giuria di docenti e di esperti valuterà ogni dettaglio per stabilire la Contrada vincitrice del trofeo: ‘‘Miglior corteo storico’’. Tra le comparse e nei cuori dei contradaioli un posto speciale è tradizionalmente riservato ad alfieri e tamburini. Gli sbandieratori di Burò, Ghetto, La Bianca, Nona, Polveriera e S. Antonio si esibiranno e si sfideranno in una gara di agilità, abilità e coreografia. I loro lanci e le loro prese terranno col fiato sospeso il pubblico e delizieranno tutti con performances mozzafiato: questi verranno giudicati da una giuria di esperti della Fisb: la giuria sarà presieduta dal tecnico e maestro di bandiera Aquilino Mancinelli del gruppo sbandieratori di Soriano del Cimino; il gruppo migliore riceverà il trofeo. Al termine del Corteo Storico e delle esibizioni degli alfieri si procederà alla disputa del Palio vero e proprio. La piazza, come ogni anno tratterrà il fiato al primo clangore della prima prova delle gabbie. Come ogni anno attenderà trepidante la voce dagli altoparlanti che annuncerà il sorteggio delle gabbie fino ad esplodere in grida in esortazione, tifo, disperazione o gioia all’uscita degli asini in ogni batteria. Ma il vero boato sarà quello della Contrada che vincerà con la corsa liberatoria e trionfante dei contradaioli da ogni angolo della piazza sotto il balcone del Palazzo Comunale. Il coro esultante quando da quello stesso balcone, finalmente il Cencio, quest’anno realizzato dalla bravissima e poliedrica artista tolfetana Silvia Di Silvestro e offerto dalla farmacia Toti, sarà calato tra le mani dei fantini e del popolo. E poi il silenzio irreale del resto delle Contrade, che però non si abbatteranno e si prepareranno a rimboccarsi le maniche: guarderanno il vincitore portarsi a casa il Palio per cui hanno, in puro spirito volontaristico, lavorato per tutto un anno e in quel momento tutti sapremo che la sfida al Palio del prossimo anno sarà già iniziata. Da rilevare che a fine Palio si svolgerà la festa (aperta a tutti) nella Contrada vincitrice e poi in piazza dal balcone del Comune ci sarà la tradizionale Tombola. Molte le novità a corollario del Palio. In primis va rilevato che la delegata al Commercio Dania Trotti in collaborazione con il Comune di Allumiere ha dato il via alla 1^ edizione del ‘‘Palio in Vetrina’’. Il concorso, rivolto a tutti gli esercenti e attività economiche del Comune, prevede, previa adesione, l’allestimento delle proprie vetrine in base al tema del Palio, con addobbi e colori della Contrada appartenente. «L’iniziativa – spiega la delegata al Commercio, Dania Trotti – è finalizzata a rallegrare lo spirito di festa nelle vie cittadine e dar modo ai turisti di conoscere meglio la storia e la cultura del Palio e delle Contrade stesse, un ulteriore piccolo passo per portare a conoscenza una tradizione folcloristica e culturale, in  linea con la volontà della giunta stessa, di rendere il Comune di Allumiere protagonista del Palio a livello europeo. Si evidenzia che tutte le vetrine partecipanti al concorso verranno fotografate e giudicate da una giuria e verrà premiata la vetrina con l’addobbo migliore in concomitanza con la premiazione della gara del Palio. In questa settimana prima del Palio si terranno le varie ‘‘Cene del Contradaiolo’’ (una per ogni Contrada). Alle 18 ci sarà l’inaugurazione del Museo del Palio nel Palazzo Camerale. Il museo, che sarà diviso in sei sezioni, una per ogni Contrada, ospiterà anche delle teche in vetro nelle quali saranno riposti dei vecchi documenti messi a disposizione del grande Riccardo Rinaldi ideatore di questa manifestazione. Dalle 18.30 alle 20 spettacoli di giocoleria a cura dei giullari di Davide Rossi; alle 21.30 partenza del corteo storico da viale Garibaldi; alle 22.30 ci sarà la presentazione del Cencio; alle 23 spettacolo ‘‘La Terra dei briganti’’ a cura dei ‘‘Giullari di spade’’ e poi ‘‘Lunares in statera’’ a cura dei Giullari di Davide Rossi; alle 23.30 gran finale a sorpresa. «Il Palio ad Allumiere l’ho creato io – spiega Riccardo Rinaldi – lo volevo già anni indietro, ma non mi è stato possibile realizzarlo se non nel 1965. Ho inventato io gli stemmi e i colori, ho diviso il paese in 8 Contrade (2 non ci sono più – ndr) e ho pensato al Palio come summa di Corsa dei somari, corteo storico e gara degli sbandieratori. Per il nostro Palio mi sono ispirato a quello di Siena, patria del nostro Agostino Chigi».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tolfa, a ferragosto il torneo regionale dei Butteri

TOLFA – Prosegue a Tolfa il Festival della Musica e Sagra della Griigliata. Dopo il live della popolare band ‘‘Radici nel cemento’’ si proseguirà stasera con il live music degli Audio Magazine; domani sera lo spettacolo del duo Manovelli-Saladini ‘‘Ma dove va biondina in bicicletta’’, una storia d’amore in musica e parole. Protagonista la canzone della Roma degli anni ‘40 – ‘44. È una storia d’amore tra Anita e Cesare sullo sfondo della grande storia di quegli anni. Gli altri musicisti sono: Mauro Ferrari, Fabio Pizzardi, Emanuele Tienforti e gust star Marco Guidolotti; ospite d’onore Mogol. La serata sarà a scopo benefico; Manovelli e Saladini ricorderanno l’indimenticato amico avvocato Vincenzo Cacciaglia. Il 14 agosto appuntamento con il Festival Canoro Cantando sotto la Rocca e il 14 chiusura con il concerto della banda e lo spettacolo pirotecnico. Ogni sera alle 20 aprirà lo stand enogastronomico: agli avventori saranno servite ottime grigliate miste di carne genuina locale, acquacotta, beghe all’amatriciana, insalata, patate fritte e frittelle di San Giuseppe; il tutto con fiumi di vino locale e birra alla spina: questo il menu che sarà possibile degustare dall’11 al 14 agosto. Il 15, invece, il menù prevede solo grigliata. Per info e prenotazioni 3298126866 o 3497776245. Da mezzanotte per tutte le serate saranno distribuiti cornetti caldi. Saranno attivi anche gli stan del cannolicchio e del bar. Da rilevare che ci saranno concerti d’alto livello musicale: oggi alle 18 il concerto del quartetto di clarinetti; il 13 agosto l’ensemble di flauti diretti dalla professoressa Luigina Sestili; martedì 14 agosto concerto del gruppo di musica d’insieme diretta dal maestro Giancarlo Annibali; il 15 agosto alle 22 concerto della banda Verdi diretta dal maestro Stefania Bentivoglio. E’ ormai conto alla rovescia a Tolfa per l’edizione 2018 del tradizionale e atteso ‘‘Torneo Regionale dei Butteri’’, la gara equestre fra i migliori team del comprensorio che si terrà a La Nocchia il 15 agosto a partire dalle 16.30. Quattordici le squadre in gara: I Tre Confini (Ugo Chiavari, Giuseppe Tarantino, Gabriele Toso); L’Infernetto (Pierluigi Befani, Umberto Befani e Remo Mellini); La Torara Fabrizio Costa, Maurizio Mgagnini, Fabrizio De Carolis; La Caballera Stefano e Moreno Olivetti e Fabrizio Chima); Ponton De Bianchi Renzo Crisostomi, Maurizio Camilli e Fabio Porchianello); Fontana Murata (Carlo Chiavari, Alfio Raso e Matteo Sorci); Gli Intrusim(Marcello Spolverini, Claudio Traballoni e Niko Barberini); Campo PIombino (Marco Santacroce e Francesco Di Bartolomeo); Rione Bassano (Pierluigi e Marta Papa e Daniele Piermarini); Circolo Ippico Arillà Francesco Fiorucci, Danila Petrini e Luca Corrado; La Quercia Marco e Sara Quattrini e Luca Bonafede); La Parentina Mirko e Giovanni Guiducci e Mauro Maranini; Poggio Cetraulli (Angelo Graziani, Livio Santoni e Guido Agostini) e Le Guardiole (Fabrizio Fronti, Giulio Onori e Fabrizio D’Ascenzio). Fervono poi i preparativi in vista del ‘‘Drappo dei Comuni’’: la corsa dei cavalli al fantino che si svolge da sempre lungo il Viale d’Italia. Una tradizione che qualcuno fa risalire addirittura agli etruschi: di vero c’è un’anfora rinvenuta nella necropoli tolfetana del Ferrone che raffigura una gara tra cavalieri. Arrivando ai giorni nostri, i manifesti dei festeggiamenti del patrono S. Egidio Abate di inizio ‘900 riportano con evidenza questa tradizione, che da dieci anni (anche alla luce delle nuove norme di sicurezza relative a questo genere di eventi) ha trovato nuova linfa nella formula del “Drappo dei Comuni” che vede la partecipazione di 8 Comuni del comprensorio. A contendersi il Drappo saranno i Comuni di Civitavecchia, Santa Marinella, Cerveteri, Oriolo, Canale Monterano, Manziana, Allumiere e i padroni di casa di Tolfa.  Le batterie  e l’abbinamento scuderie-Comuni avverrà durante la Cena di gala, che si svolgerà il prossimo 24 agosto alle 20 e a seguire queste operazioni sarà Angela Ceccarelli.  Sempre durante la cena di gala, alla presenza dei Sindaci e rappresentanti istituzionali dei Comuni partecipanti e delle scuderie verrà presentato il Drappo. Domenica 26 la corsa prenderà il via alle 15.30, subito dopo la ‘‘Sfilata dei Sindaci’’ con fascia tricolore e del Drappo. Il tracciato della corsa dei cavalli di Tolfa è lungo circa 450 metri e si snoda lungo Viale d’Italia, in leggera salita e con una curva. Oltre all’interramento completo del percorso  verranno installate una serie di transenne esclusive a collo d’oca, con le quali il Comune di Tolfa, insieme ad altre precauzioni specifiche, vuole garantire la massima protezione per gli spettatori e per i cavalli. Il pubblico come di consueto potrà assistere alla gara gratuitamente lungo il Viale d’Italia. L’organizzazione del Drappo dei Comuni è curata dalla Pro Loco di Tolfa, guidata dal presidente Alessio Testa e dalla vice Stefania Marcelli, con la collaborazione diretta del sindaco Luigi Landi e del Comune. A garanzia della sicurezza del pubblico oltre alla protezione civile sono impegnate le forze dell’ordine ed uno staff ad hoc.Per le prenotazioni della cena ed informazioni sulla manifestazione è possibile contattare la Pro Loco ai numeri 0766/93474 o 349/6180761. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tolfa, agosto mese della tradizione

TOLFA – A Tolfa la seconda metà di agosto sarà un susseguirsi di eventi tradizionali e di iniziative per tutti i gusti. In primis procedono spediti i preparativi per l’organizzazione del Torneo Regionale dei Butteri 2018 che spegne quest’anno ben 50 candeline. A coordinare tutte le attività sono la pro Loco e il sindaco Luigi Landi. L’appuntamento è a Ferragosto nel polo fieristico della Nocchia a partire dalle 16.30. In questo torneo si sfideranno i migliori team del Lazio e tra loro ha c’è il Rione Bassano che ha conquistato di diritto l’accesso a questa finalissima regionale con la vittoria riportata nel Torneo dei butteri Rionale.  Marta Papa insieme a suo padre Pierluigi Papa su Kira e al suo fidanzato Daniele Piermarini su Coletta hanno portato il Rione Bassano del presidente Stefano Riversi alla vittoria e nel Regionale cercheranno il bis. Al torneo parteciperanno anche i Fratelli Olivetti (arrivati secondi nel Rionale) che scenderanno in pista con l’obiettivo ‘‘Rivincita’’.

Il sindaco Landi e il suo staff hanno poi messo a punto il calendario per i festeggiamenti in onore del patrono Sant’Egidio. Anche quest’anno sono previsti due tranche di festeggiamenti. La prima si svolgerà i 24, 25 e 26 agosto con l’XI Drappo dei Comuni e le altre iniziative facenti parte di questa kermesse. La tre giorni comincerà il 24 agosto alle 20 con la ‘’Cena di gala’’ durante la quale si svolgeranno due momenti importanti: la presentazione dle Drappo e l’abbinamento cavalli Comuni. Si proseguirà sabato 25 agosto alle 17 con la XX edizione dell’Arrampicata. Le attivissime socie della Fidapa Tolfa, presiedute da Pamela Pierotti sono invece all’opera da giorni per mettere a punto un’altra edizione di successo di ‘‘Miss Drappo’’ dove le più belle di ogni Comune si sfideranno si sfideranno per conquistare la fascia e lo scettro spettante alla più bella del Reame. La vincitrice sarà poi la ‘’madrina’’ durante l’XI edizione del Drappo dei Comuni che si terrà domenica 26 agosto. Alle 15 ci sarà la sfilata dei sindaci dei Comuni partecipanti alla competizione     e poi seguirà la tradizionale e attesa corsa dei cavalli al fantino in onore di Sant’Egidio con partenza ‘’alla traina’’. I festeggiamenti proseguiranno il 31 agosto con ‘‘Omaggio a Lucio battisti’’ con Roberto Pambianchi ‘‘Il canto libero tour’’ che si terrà alle 22 in piazza Veneto. Il live music sarà preceduto alle 20 dalla solenne processione in onore del patron Sant’Egidio. Cresce pi l’attesa per il grande concerto in piazza (alle ore 21) che sarà tenuto dai popolarissimi Matia bazar, la band che ha all’attivo anni di successi in Italia e all’estero. Il concerto sarà preceduto alle 17 nel polo culturale dalla presentazione del libro di Marco e Bruno Fracassa: ‘‘L’eremo della Santissima Trinità di Allumiere’’. I festeggiamenti in o onore del patrono si concluderanno domenica 2 settembre con il concerto in piazza degli ‘‘Echoes’’; a seguire la tombola di Sant’Egidio e poi gran finale con il meraviglioso spettacolo pirotecnico ‘’La forza della luce’’ alle 23.30 con voce narrante fuori campo. Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito. Da rilevare poi che il 2 settembre, presso il campo equestre di Poggio Cedraulli, si terrà la seconda edizione de ‘‘Il Palio degli anelli’’. Iscrizioni entro il venerdì; per info e iscrizioni 3289734261, o 3272161186 o 3270434401.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Antonio Tiberi pedala più forte di tutti

Weekend ricco di grandi risultati per il team Franco Ballerini-Primigi Store che nelle tre corse affrontate ha occupato tutte e tre le posizioni del podio.
È di pochi minuti fa la notizia del successo di Antonio Tiberi che ha dominato in solitario il Gp Neri Sottoli dopo aver staccato tutti i suoi rivali sulle durissime pendenze del Fornello, incrementando e poi gestendo il vantaggio nei successivi 40 km e chiudendo con 1’ di vantaggio sugli inseguitori. Per Tiberi si tratta del sesto successo stagionale che porta il team Franco Ballerini-Primigi Store a quota sette.
Tiberi era stato assoluto protagonista anche nella giornata di domenica conquistando la medaglia d’argento ai campionati nazionali Juniores a 20’’ da Andrea Piccolo. In 24 ore due risultati di prestigio per un corridore che, nonostante sia solo al primo anno, sta dimostrando qualità impressionanti. «È un periodo positivo – spiega il team manager Marco Cacciamani – che ci sta portando molte soddisfazioni. Dobbiamo continuare così».
Il terzo podio del weekend, invece, è stato ad appannaggio di Luca Roberti che ha ceduto la maglia di campione Regionale del Lazio a Martin Marcellusi lottando comunque fino alla fine per salire nella top 3. Missione compiuta in una corsa che ha visto Marcellusi attaccare da lontano con Roberti che ha tenuto duro chiudendo al 3° posto alle spalle di Giustino.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Daisy Osakue: «Mi hanno colpita perché di colore. La situazione è al limite ma non è questa l’Italia»

L’atleta azzurra, specialista nel lancio del disco, colpita dal lancio di uova da un’auto in corsa: «Questo comportamento appartiene a una minoranza che va punita, perché non ci siano più discriminazioni né verso me, né verso nessun altro»

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Rubano bagagli da un’auto: arrestati due rom

SANTA MARINELLA – Colpo grosso dei Carabinieri della stazione di Santa Marinella e di quelli di altre cittadine del litorale che, nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati predatori, hanno arrestato due giovani rom già noti alle forze dell’ordine, domiciliati presso un campo nomadi di Roma, con l’accusa di furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. Nel corso di mirati servizi di controllo del territorio predisposti proprio per contrastare il fenomeno dei furti su autovetture ai danni dei turisti stagionali che visitano la Perla del Tirreno, una pattuglia dei militi dell’arma della cittadina tirrenica hanno sorpreso due individui che, dopo aver forzato un’autovettura parcheggiata sul lungomare, stavano asportando i bagagli contenuti all’interno, caricandoli sulla loro auto. I due, alla vista dei militari, sono subito scappati a bordo della loro autovettura. A quel punto, ne è scaturito un rocambolesco inseguimento. 
I Carabinieri si sono messi subito all’inseguimento della vettura per le vie del centro cittadino e successivamente sull’autostrada A12 in direzione Roma. 
L’inseguimento è stato coordinato dalla Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Civitavecchia, che ha collocato le pattuglie a disposizione lungo le probabili vie di fuga. Infatti, i malviventi, si sono diretti al casello di Torrimpietra e lì, hanno trovato ad aspettarli, un’altra pattuglia che si è messa al loro inseguimento. Poco dopo, i fuggitivi, ormai braccati, hanno interrotto la corsa dopo aver impattato contro il guardrail della Statale Aurelia in località Aranova, e quindi l’inseguimento è continuato a piedi e si è concluso con il fermo dei due. Nel corso dell’inseguimento, due militari sono rimasti lievemente feriti. La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata al proprietario. Anche lo scorso anno si era verificato un simile episodio che aveva portato all’arresto di due cittadini rom che, durante la fuga, dopo aver rubato all’interno di un’auto, avevano speronato una pattuglia che li aveva intercettati.   

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Chapeau Daniele Di Stefano

di MATTEO CECCACCI

Ancora un successo di grande prestigio per la Debby Roller Team.
La società di pattinaggio corsa ha brillato al campionato italiano strada 2018 in scena da giovedì a sabato scorsi a Cassano D’Adda (Mi).
Il club di Ladispoli ha esultato grazie alla strepitosa prova di Daniele Di Stefano, il quale s’è laureato campione italiano dei 20mila metri eliminazione nella categoria Assoluta.
«Un’esperienza fantastica – commenta il campione classe ‘99 Daniele Di Stefano – disputare il campionato italiano a Cassano D’Adda; sono stati tre giorni fondamentali per me. Vincere il primo titolo italiano Assoluto da senior dopo tanti anni di Juniores e Allievi è stata una grandissima soddisfazione che ripaga da tutti i sacrifici fatti finora. Devo questo trionfo al mio allenatore Andrea Farris e alla mia squadra, perché loro sono la mia seconda famiglia. I miei prossimi obiettivi – conclude Di Stefano – sono i campionati europei, perché dopo aver partecipato ai Mondiali e ai campionati italiani sono ‘‘obbligato’’ ad ambire al gradino più alto possibile, così da per poter raggiungere altri importanti successi. Certo, devo stare sempre con i piedi per terra, ma sognare non costa nulla».
«Facciamo i più vivi complimenti- dicono dalla dirigenza della Debby Roller Team – al nostro atleta: Daniele sei straordinario».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Raffaele Giammaria protagonista al Mugello

Una rimonta entusiasmante in gara uno e una prestazione da assoluta in gara due hanno caratterizzato il weekend appena trascorso per Raffaele Giammaria, impegnato sul circuito del Mugello nel quarto appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo 2018. Il pilota italiano, Lamborghini Factory Driver, ha difeso i colori di Imperiale Racing, che lo ha voluto al volante di una Lamborghini Huracán GT3 #36 in equipaggio con Jia Tong Liang (PRC), per una partecipazione spot nella massima serie tricolore su una delle piste tecnicamente più caratteristiche dell’intero campionato. Per Giammaria si è trattato di un gradito ritorno nel Campionato Italiano Gran Turismo dopo la vittoria ottenuta nel 2014 e le numerose partecipazioni fin dalla stagione 2006. Sul tracciato toscano, l’italiano ha dimostrato fin da subito di avere il passo per giocare un ruolo da protagonista, con ottimi riferimenti cronometrici nelle prove libere e nella serratissima Q2, dove ha fermato i cronometri in 1’47.142 e si è assicurato il quinto miglior tempo a poco più di tre decimi dalla pole. In gara uno, Giammaria ha preso il volante della Lamborghini Huracán GT3 #36 nel secondo stint, dopo il turno di guida di Liang scattato dall’undicesima piazza. Il pilota italiano ha messo in pista tutta la sua determinazione, concretizzando una rimonta emozionante che gli ha permesso di recuperare fino al settimo posto, e di ingaggiare una bella battaglia con l’Audi R8 LMS #7 di Marcel Fässler. Nella fase finale della corsa, l’italiano ha però subito un contatto con la Porsche 911 #163 che non gli ha consentito di finalizzare il sorpasso su Fässler ed ha tagliato il traguardo al settimo posto. In gara due Giammaria ha nuovamente dato prova delle sue qualità di guida, con uno spunto vincente al via che lo ha visto salire al terzo posto assoluto dopo i primi giri. Grazie ad un ottimo passo gara con tempi da assoluta, l’italiano non ha perso il contatto con i primi ed è rientrato ai box per il cambio pilota dopo uno stint da incorniciare. Nella seconda parte di gara Liang ha subito il ritorno di alcuni piloti ed ha dovuto difendersi in alcune bagarre, tagliando il traguardo in sesta posizione.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Passerelle sulla spiaggia, arriva lo slargo

LADISPOLI – Alcune delle passerelle installate sugli arenili liberi per consentire l'accesso in spiaggia anche dei diversamente abili, sono state dotate dello slargo. Nei giorni scorsi Assobalneari aveva assicurato l'intervento che proprio ieri è stato effettuato in un paio di punti più frequentati, in attesa che l'arrivo del resto del materiale possa garantire l'installazione anche su tutti gli altri arenili liberi interessati dalla concessione, così da perfezionare il servizio.

Proprio nei giorni scorsi infatti, alcuni cittadini sui social network e il consigliere del Movimento 5 Stelle Francesco Forte durante la seduta del consiglio comunale, avevano fatto notare come le passerelle installate solo alcune settimane fa non fossero dotate di uno slargo utile a consentire lo stazionamento a mare di più persone contemporaneamente. Il problema, ora a quanto pare, è stato risolto. Per cominciare in un paio di punti per poi cercare di riuscire a coprire tutte le spiagge libere interessate dal progetto.

Durante la massima assise cittadina, inoltre, il consigliere comunale aveva puntato i riflettori anche su un altro aspetto riguardante proprio le passerelle: il loro mancato arrivo sulla battigia che non permetterebbe, per il consigliere, ai diversamente abili di usufruire al 100% del mare. «Il nostro – ha spiegato il vicesindaco e assessore al Demanio marittimo Pierpaolo Perretta – è una costa particolare, colpita da una forte erosione». In sostanza: ciò che la sera lasci non è detto che la mattina si ritrovi a causa delle forti mareggiate che molto spesso hanno colpito le spiagge ladispolane. Motivo per il quale le passerelle terminano la loro corsa qualche metro prima della battigia. «Le passerelle – ha spiegato dal punto di vista politico Perretta – sono state installate per consentire una fruizione più agevole rispetto agli scorsi anni. Abbiamo delle spiagge libere che da quest'anno sono dotate anche di questo servizio».
Più duro il sindaco Alessandro Grando: «Grazie all'attività amministrativa posta dagli uffici del demanio siamo riusciti ad avere dei servizi che mai il nostro comune aveva visto realizzati. Servizi che non sono stati realizzati nemmeno in altri luoghi della Regione Lazio, tanto che la Guardia Costiera prende il nostro Piano di Salvamento come modello nell'ambito di convegni con altri Comuni». «Abbiamo cose più importanti da fare piuttosto che replicare a chi non ha nient'altro da fare oltre che a cercare il pelo nell'uovo. Stiamo amministrando dopo 20 anni in cui il mare non è stato mai considerato». E per rafforzare ancora di più l'utilità e la buona riuscita del progetto, non è mancata la “frecciatina” al Comune di Cerveteri: «Ci sono comuni limitrofi – ha detto – che evidentemente soffrendo questa nostra attività, per quattro pezzi di plastica e una torretta hanno fatto dichiarazioni epocali, inaugurazioni e tagli del nastro. Noi abbiamo 28 torrette, due centri di coordinamento, uno a San Nicola e uno a Ladispoli, con mezzi di soccorso, 30 bagnini con tutta la strumentazione necessaria per salvare vite». Da qui l'invito all'opposizione: «Lasciateci lavorare in pace».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

A Fano rivive l’impero Romano con la corsa notturna delle bighe

Per una settimana oltre mille figuranti hanno fatto rivivere la Fano dei Cesari con la spettacolare corsa in centro delle bighe in notturna, la creazione di decine di accampamenti civili, ronde di legionari e dispute tra le quattro fazioni cittadine

Leggi articolo completo

@code_here@