Occupazione: serve un tavolo di crisi

CIVITAVECCHIA – "Aprire a breve un tavolo di crisi tra partiti, sindacati dei lavoratori ed istituzioni per una politica per la difesa e lo sviluppo del mondo del lavoro e con questo, l’emancipazione del cittadino". 

La richiesta arriva dall'associazione Onda popolare, convinta che solo con una sana e determinata politica, la città  possa guardare con fiducia al futuro. Una politica fatta di studio e applicazione nella ricerca di soluzioni alle varie tematiche sia sociali che a quelle afferenti il funzionamento della città, a cominciare da idee e progetti per dare prospettive allo sviluppo economico e quindi del mondo del lavoro locale, ora tanto bistrattato.

"L’intervento di alcuni esponenti del Pd locale, ci fa pensare che “il grido di allarme” da noi lanciato nei giorni scorsi tramite il consigliere Patrizio Scilipoti, in difesa del posto di lavoro, delle giuste retribuzioni e della qualità e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori ex Helios, ora Miorelli Srl, impiegati nell’appalto per la pulizia degli stabili del Tribunale locale, sia stato recepito – hanno spiegato – seppur parzialmente, da una parte del mondo politico cittadino".

Motivo per il quale a breve, tramite proprio il consigliere Scilipoti, verrà presentata una interrogazione urgente al Sindaco "per evitare che i lavoratori ex Helios ora impiegati dalla Sgm/Scala per la pulizia degli stabili comunali e quelli della Miorelli per la pulizia del Tibunale – hanno aggiunto – continuino ad essere esposti a “razzie”, troppo spesso e superficialmente tollerate e che affamano ed impoveriscono sotto il ricatto occupazionale, il tessuto sociale cittadino e il mondo del lavoro, rendendolo sempre più inaccessibile per i nostri giovani, oltre che improntato al precariato a vita. Quei giovani, quelle lavoratrici e lavoratori giovani e meno giovani, disoccupati e inoccupati, che hanno bisogno di essere riportati fuori quella fascia di indifferenza divenuta intollerabile oltre che insopportabile e nella quale vive “felicemente” solo chi ci guadagna nel vedere crescere la sfiducia e l’indifferenza alle dinamiche e alle brutture che la città ci sta regalando in questi ultimi anni. E che per questo chiedono l’immediata istituzione di un tavolo di crisi tra partiti, sindacati dei lavoratori e istituzioni competenti, a cominciare dalla trattazione delle oramai note problematiche delle lavoratrici e dei lavoratori ex Helios".

 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

M5S, scoppia il caso Porrello

CIVITAVECCHIA – Strillare più forte, ostentare slogan populisti, qualche volta porta ad ottenere poltrone. In molti altri casi ci si deve accontentare di rimanere alla finestra, pur incassando una marea di preferenze. Sono anni che il Movimento 5 Stelle fa esperimenti e finalmente, dopo qualche anno di esperienza nelle istituzioni, i vertici hanno capito come funziona il meccanismo: una cosa è strillare in piazza, un’altra è contare veramente. E per contare veramente bisogna fare accordi.

La storia di Devid Porrello che incassa la vicepresidenza del consiglio regionale del Lazio la dice lunga sui cambiamente interni al M5S e mette a nudo ancora una volta le fratture scomposte che rende il movimento grillino simile agli altri partiti se non peggiore.

La parte del leone questa volta la fa il parlamentare sfumato Andrea Palmieri, proprio lui che ha sempre sostenuto il cerchio magico di Cozzolino, saltando sul carro a cinque stelle con un tempismo eccezionale. Palmieri oggi scopre che la base del Movimento 5 Stelle non conta nulla e che viene spesso messa di fronte al fatto politico compiuto. Contesta infatti – in un post su facebook – il ruolo del grillino Devid Porrello, neo vicepresidente del consiglio regionale: «Siamo di fronte ad una scelta politica discutibile, se accetti un ruolo del genere stai legittimando ciò che neanche il voto popolare ha legittimato». Secondo Andrea Palmieri «la situazione tra regione Lazio e Governo nazionale sono cose nettamente diverse», ma dove sta la differenza se non nel fatto di aver compreso che o si fanno accordi o si rimane fuori? Che si chiami Lega o Pd le cose non cambiano: i grillini si sono istituzionalizzati da tempo, sempre più lontani dalle piazze e sempre più arroccati nei palazzi. Un dibattito, quello scatenato su facebook, nel quale si sono inseriti diversi grillini, dal consigliere comunale Fabrizio Righetti – molto vicino alle idee di Palmieri – alla vicesindaco Daniela Lucernoni, convinta della scelta di Porrello e che «si tratta di una figura di garanzia». Qualcuno crede di poter «guardare ai contenuti condizionando le decisioni politiche della giunta regionale», ma Palmieri è categorico e non condivide neppure la chiave di lettura dell’ex assessore Massimo Pantanelli: «Andavano stabiliti i punti prima» in modo da fare accettare a Zingaretti una parte del programma del M5S. In sostanza gli accordi fatti dal M5S non piacciono e ancora meno piace il fatto che la base grillina venga esclusa dalle decisioni. Ma Andrea Palmieri se ne accorge solo ora? Antonio Cozzolino governa Civitavecchia da quattro anni e ha operato scelte a dir poco discutibili senza mai chiedere il parere della base. Qualcuno del cerchio magico che oggi contesta la vicepresidenza di Porrello lo ha mai messo in evidenza?

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

‘’Leggere per crescere’’: alla biblioteca di Tarquinia letture ad alta voce per bambini

TARQUINIA – Cultura e pubblica istruzione insieme per "Leggere per Crescere", letture ad alta voce per bambini. L'idea di Leggere per Crescere è nata dalla volontà di voler avvicinare i bambini alla lettura: un bambino che ascolta un racconto impara a scrivere e raccontare, ad ascoltare e ragionare in maniera costruttiva. La lettura lo rilassa e crea effetti positivi per la mente.

Ascoltare un racconto è anche un modo per stare insieme: i bambini si divertono socializzano e le mamme si "riposano". Abbiamo pensato alla biblioteca come il posto ideale per questi incontri, sia per il prezioso valore della bellissima sede storica – che al suo interno vede una zona dedicata ai bambini -, sia per far arrivare il messaggio che la biblioteca può essere un punto di riferimento e ritrovo per tutte le età.

Le favole e racconti che leggeremo grazie all'azione volontaria della dottoressa Alessandra Fanelli, persona qualificata che lavora già da anni a questo tipo di iniziative, saranno seguiti da dibattiti e domande che stimoleranno il bambino a chiedere ed esprimere un'opinione. Le favole saranno tutte illustrate, non lunghissime, piacevoli racconti pieni di stimoli e ricchi di spunti da utilizzare per interagire con i più piccoli.

Con Leggere per Crescere vogliamo dimostrare che se un bambino legge è più creativo, più bravo a scuola, più rilassato, in un mondo che molto spesso è ricco di una comunicazione virtuale e poco attenta all'uso e al potere della lettura. Un modo quindi per passare qualche ora insieme lontano dal pc, tablet e giochi elettronici, un percorso per aiutare a crescere i nostri bambini e insieme un modo per mettere in evidenza l'importanza della biblioteca del comune di Tarquinia come luogo di incontro.

Gli incontri rivolti ai bambini da sei agli otto anni si terranno dalle ore 10 alle ore 12 nei giorni di sabato 24 marzo, sabato 1 e 21 aprile, sabato 5 e 19 maggio. "L'obiettivo di questa iniziativa – spiega l'assessore alla Cultura e Spettacolo Martina Tosoni – è dare ai bambini l'opportunità di imparare e crescere attraverso la lettura e insieme fargli conoscere l'importanza di un luogo culturalmente importante come la nostra biblioteca comunale. Sono convinta che Alessandra saprà trasmettere il suo entusiasmo e la sua professionalità non solo ai bambini, ma anche ai genitori che vorranno sposare la nostra iniziativa. Leggere è un esercizio fondamentale, non solo a livello linguistico, grammatico o didattico: è indispensabile per la formazione e la crescita di ogni essere".

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Feuli: ''Torniamo a parlare con i cittadini'

CIVITAVECCHIA – I risultati del Partito Democratico hanno acceso la discussione all’interno degli iscritti a livello nazionale, ma anche a livello locale. 
In diversi non hanno condiviso le scelte operate in termini di candidature. Il tutto dopo la battaglia molto accesa che c’è stata a livello di congresso solo pochi mesi fa. L’elezione di Germano Ferri ha di fatto spaccato il partito e le elezioni, le candidature ed i risultati non positivi hanno aperto una ferita mai rimarginata. Le singole cordate che hanno portato voti a diversi candidati, anche non locali, non sono state digerite a molti. L’ex segretario del Pd Enrico Leopardo ha inoltre suggerito agli attuali consiglieri comunali Stella, Piendibene e Di Gennaro di dimettersi per lasciare spazio a giovani e nuove leve in vista delle amministrative del prossimo anno.
Nonostante questo una delle più grandi oppositrici della maggioranza congressuale detta una linea unitaria ad i suoi colleghi:  «Mi sembra siano state aperte delle polemiche inutili all’interno del partito. Sono convinta, per ogni tipo di elezione, che il voto dei cittadini vada rispettato – spiega Claudia Feuli -. Detto ciò, invece di occuparci di questo, credo che il partito debba ritornare a parlare con le persone. Capire dove e come abbiamo sbagliato, rimboccarci le maniche e ripartire. Non serve un incarico per farlo».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tutto pronto per il ''processo ai compiti''

CIVITAVECCHIA – Un processo ai compiti, è quello che sarà messo in scena giovedì alle 16 presso l’aula magna del liceo Scientifico Galilei di Civitavecchia con protagonisti alunni, insegnati, genitori e chiunque voglia partecipare.  A realizzarlo l’associazione Siamo Valore in collaborazione con  genitori e alunni di tutta la città. “E’ un percorso che stiamo portando avanti insieme alla nostra associazione – spiega Damiria Delmirani -. Noi siamo terzi e non prendiamo posizione sull’argomento. Lasceremo parlare insegnanti, alunni e genitori su un tema molto sentito. Quello dei compiti a casa. L’obiettivo della scuola deve essere quello di insegnare. A volte i compiti vengono invece intesi come punizione”. Presenti al processo anche esperti internazionali. “Vorrei sottolineare che in Finlandia ci sono scuole fantastiche che funzionano molto bene e che non danno compiti a casa – spiega il professor Fabrizio Orsomando. Ce ne parlerà un esperto come Maurizio Parodi che porterà degli esempi concreti”. “Come assessore ma anche come insegnante sono convinta che i compiti a casa hanno una valena solo come esercitazione, non tanto come studio” ha dichiarato l’assessore alla scuola Lecis presente alla conferenza di presentazione.

L’associazione Siamo valore ha inoltre sottolineato la valenza dei proprio progetti che prevedono sempre “una quota di circa il 40% di ritorno per le stesse scuole che partecipano ai progetti. Immaginiamo cosa potrebbe succedere se le case editrici dei libri dei compiti delle vacanze restituissero il 40% dei proventi in edilizia scolastica” conclude Orsomando.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Emergenza neve, Cozzolino sotto attacco

CIVITAVECCHIA – “Era già stato annunciato da giorni e giorni tramite gli organi di Stampa locale e nazionali, sono stati diramati comunicati della Protezione civile ma niente”. È l'attacco del consigliere comunale Patrizio Scilipoti e dell'associazione Onda popolare al sindaco Antonio Cozzolino, dopo i disagi causati dalla forte nevicata. Una decisione di chiudere le scuole cittadine giunta solo verso le 3 di questa mattina. “Provvedimento – proseguono Scilipoti e Onda popolare – che solo stamattina le famiglie, per quelle che ci sono riuscite, hanno appreso. Tanto che anche questa volta viene spontaneo pensare in quali mani Civitavecchia sia finita: la Città è immobilizzata da neve e ghiaccio , la viabilità è estremamente difficoltosa oltre che pericolosa e non si vede la minima traccia di mezzi o personale necessari a restituire perlomeno percorribili le vie di comunicazione.

Ma anche dal Pd arriva un attaco diretto a Cozzolino. Il segretario di Civitavecchia Germano Ferri incalza: “La faciloneria del sindaco ha seriamente messo a repentaglio la salute dei cittadini che questa mattina comunque hanno dovuto affrontare le strade di Civitavecchia – tuona il dem – dato che l’amministrazione locale, convinta che non avrebbe nevicato nonostante i vari bollettini meteo, non ha programmato alcuna misura di prevenzione per la sicurezza delle strade. Quanto accaduto – dichiara duro Ferri – ci conferma ulteriormente che Civitavecchia è in mano a persone che si improvvisano nella politica e mancano totalmente di competenze e programmazione”. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Tolfa: serve l’impresa col CreCas

Tutti convocati a Tolfa per la sfida odierna valida per la quinta giornata del girone di ritorno del campionato d’Eccellenza laziale girone A. Il mister Paolo Caputo, come ormai fa da settembre nelle partite interne, ha voluto convocare tutti per la partitissima Tolfa-Cre.cas che si disputerà domani pomeriggio alle 15 tra le mura amiche dello Scoponi. 
Una gara dalle mille difficoltà per i biancorossi contro una squadra che sta lottando per la vittoria finale, ben guidata dal tecnico Scorsini, che fa della compattezza di squadra e di un attacco super, in cui spicca l’esperto Gallaccio, le sue prerogative.
Il Tolfa nelle ultime uscite è apparso in difficoltà e anche stavolta deve fare di nuovo i conti con problemi dell’indisponibilità dei portieri: sono, infatti, ancora infortunati Danilo Boriello e Sannino; oltre a loro, poi, mancheranno gli infortunati Oliviero e Fabrizio Boriello. Per il team di mister Caputo sarà fondamentale fare punti e ritrovare la strada della salvezza visto che ancora tutto è in gioco: la squadra ci crede e la società è convinta che questo gruppo e questo allenatore sapranno risalire la china e uscire fuori dalla zona calda. Calcio d’inizio alle 15 allo Scoponi di Tolfa. «Sarà sicuramente una delle partite più difficili della stagione – spiega il calciatore biancorosso, Giordano Mojoli – ma anche una delle più importanti per noi. Dobbiamo cercare di spingerci oltre le nostre possibilità per riuscire a fare risultato contro una squadra come il CreCas. Puntiamo sul calore del pubblico e sulla forza in più che ci dà l’aria di casa».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

La Flavioni torna a casa

Torna sul rettangolo amico la Flavioni Handball Civitavecchia che, nel match valevole per la 15^ giornata del campionato di pallamano femminile di serie A1, saranno di scena domani alle 16.30 al Palazzetto contro le rivali dell’Estense; formazione attualmente 7^ con 13 punti all’attivo.
Le gialloblu, al momento penultime in classifica a quota 4 lunghezze, vengono dalla sconfitta sul campo dell’Oderzo dove hanno però giocato una buona partita e, a eccezione di Bartoli ancora fuori per infortunio, coach Patrizio Pacifico potrà contare su tutte le giocatrici della rosa.
«Sarà – spiega il tecnico civitavecchiese – una partita fondamentale, come tutte quelle che disputeremo in casa da qui alla fine della stagione del resto. L’obiettivo è ovviamente fare punteggio pieno, magari giocando una gara attenta e convinta come quella contro Casalgrande Padana di due settimane fa. Sappiamo che non sarà una partita facile, quindi servirà tanta corsa durante tutta la gara e dovremo fare molta attenzione alle due giocatrici Zuin e Marrochi».
Infine l’auspicio che, come due settimane fa, al Palazzetto possa esserci tanto pubblico.
«Speriamo – conclude coach Pacifico – che il pubblico accorra ancora numeroso».

Gi. Mor.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###