Governo, l’offerta di Di Maio a Salvini: ministri e lo «schema-Bossi» | Ecco i 10 punti del contratto del M5S

Il leader della Lega non vuole fare da secondo a DI Maio e pensa a un ruolo da garante, esterno all’esecutivo e con uomini di peso del Carroccio a Palazzo Chigi, in modo da poter «staccare la spina» se qualcosa non andasse come deve

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Appalto pulizie: lavoratori ancora senza stipendi

CIVITAVECCHIA – Ancora problemi per i lavoratori impegnati nell'appalto di pulizie e portierato nelle sedi comunali. Il passaggio di appalto non è servito a risolvere i problemi, legati in modo particolare ad uno stipendio che, mensilmente, tarda ad arrivare. "E parliamo sempre di stipendi medio bassi – ha ricordato Fausto Quattrini, della Fisascat Cgil, denunciando la questione all'aula Pucci davanti a consiglieri presenti e lavoratori interessati – venerdì scorso abbiamo proclamato lo sciopero, pronti a ripeterlo ogni mese, se necessario. Ad oggi i dipendenti non hanno ancora ricevuto lo stipendio di marzo. Sappiamo che i cambi di appalto sono sempre difficili, non conoscevamo la società e l'abbiamo messa alla prova. Ma se i problemi non verranno risolti, saremo pronti a chiedere la revoca dell'appalto. Il contratto dice che il pagamento dello stipendio va eseguito entro il 10 del mese; se così non è l'amministrazione si sostituisca ogni mese". I sindacati richiamano alle proprie responsabilità la Sgm, capofila nell'appalto, e continuano a chiedere se sia stato presentato o meno il certificato antimafia da parte della società. È stato quindi il responsabile della Fisascat Cisl Silvano Corda ad appellarsi al consiglio comunale che, "all'unanimità – ha sottolineato – dovrà portare alla ragione chi opera in modo sbagliato, arrivando anche ai ricatti e alla sostituzione di personale in sciopero, operando anche con favoritismi. Vorremmo quindi che venga anche fatta chiarezza sul tipo di organizzazione di lavoro, per chiarire quanto accade quotidianamente". 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dall’impegno nella Ue al tagliando: ecco i dieci punti del contratto M5S

Nella proposta a dem e Lega si parla di «sostegno al reddito». Toninelli apre alla flat tax

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Adotta una capra per sfalciare l’erba dai cigli delle strade

di TONI MORETTI

CERVETERI – Una provocazione tanto plateale quanto intrigante quella di Luca Piergentili, consigliere comunale di opposizione che in polemica con le inadempienze dell’amministrazione Pascucci adotta una capra ed invita i cittadini ad adottarne una a loro volta affinchè la portino a pascolare lungo i cigli delle strade e dei marciapiedi dove abbondante è l’erba che non viene tolta, tanto da offrire ai residenti, ma soprattutto ai visitatori, un’immagine molto singolare della città. «Ormai è inutile parlare e rimpallare responsabilità con una amministrazione di assenti. Di gente incapace di far rispettare un appalto ad una società che ha mostrato tutti i suoi limiti, difesa fino all’indifendibile, e verso la quale non si riesce a capire tanta clemenza». Lo afferma Luca Piergentili, trovato ed immortalato con la sua capretta al guinzaglio che ha cominciato la sua opera di bonifica per ora solitaria ma non è detto che la cosa non diventi “virale” tra la gente esasperata che non ne può più. 
«Sono tanti – continua Piergentili – che non se la sentono più di essere inclusi tra gli “incivili” a causa di qualche imbecille che probabilmente reagisce male ed abbandona i rifiuti per le strade, da quelle persone che mostrano tanta civiltà lasciando le erbacce per le strade pur avendo il potere ed i mezzi perché ciò non accada con un interlocutore unico che è pagato per non fare quello che deve fare. Ma soprattutto sconvolge l’incapacità a venire a capo della questione. E’ sbagliato il contratto d’appalto? Non si è stati chiari? Qualcuno ha preso fischi per fiaschi? Bene, anche i contratti si possono correggere in corso d’opera. Basta che chi le ha ed ha sbagliato si prenda le proprie responsabilità».

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI – COMUNICATO

Determinazione della misura del diritto di contratto sul risone per
la campagna di commercializzazione 2017-2018 (18A02744)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Isole ecologiche, sabato appuntamento a San Liborio

CIVITAVECCHIA – Torna l’appuntamento con le isole ecologiche itineranti. Sabato dalle 8 alle 16 presso via Domenico Castelli a San Liborio ci sarà il quarto appuntamento del 2018. Nei prossimi mesi, dopo questo ciclo di appuntamenti partirà il ritiro gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti fino a due metri cubi, come previsto nel contratto fra Comune e Csp.

L’amministrazione comunale ricorda infine che è sempre operativo ed in forma gratuita, negli orari indicati nella locandina, l’ecocentro comunale in via Alfio Flores. Le isole ecologiche sono un’iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione  in collaborazione con Csp.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Isole ecologiche, domani appuntamento a San Liborio

CIVITAVECCHIA – Torna l’appuntamento con le isole ecologiche itineranti. Domani dalle 8 alle 16 presso via Domenico Castelli a San Liborio ci sarà il quarto appuntamento del 2018. Nei prossimi mesi, dopo questo ciclo di appuntamenti partirà il ritiro gratuito a domicilio dei rifiuti ingombranti fino a due metri cubi, come previsto nel contratto fra Comune e Csp.

L’amministrazione comunale ricorda infine che è sempre operativo ed in forma gratuita, negli orari indicati nella locandina, l’ecocentro comunale in via Alfio Flores. Le isole ecologiche sono un’iniziativa fortemente voluta dall’amministrazione  in collaborazione con Csp.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Terme Taurine: la Pro Loco ricorre al Tar

CIVITAVECCHIA – La questione aveva già fatto discutere a settembre, quando esplose il caso relativo alla disdetta della convenzione per la gestione delle Terme Taurine, da parte della Soprintendenza, a far data dal mese di aprile. E continuerà a tenere banco ancora per molto, considerato il ricorso presentato al Tar del Lazio da parte della Pro Loco cittadina. L’associazione presieduta da Maria Cristina Ciaffi, infatti, attraverso l’avvocato Claudio Arcadi, si è rivolta al tribunale amministrativo regionale per l’annullamento, previa ordinanza cautelare di sospensione della loro efficacia, della delibera di giunta del 22 gennaio scorso riguardante la nuova convenzione per la gestione del sito, tra il Comune e la Soprintendenza, della convenzione stessa e dell’allegato tecnico. “Atti e provvedimenti amministrativi – spiegano nel ricorso – gravemente lesivi degli interessi della Pro Loco, in quanto palesemente viziati da incompetenza assoluta, eccesso di potere sotto il profilo sintomatico di difetto e/o errata istruttoria nonché per violazione di legge”.

Come già accaduto per il caso della nuova convenzione con Enel, anche questa volta viene messa in discussione la competenza della Giunta. Secondo la Pro Loco, infatti, la nuova Convenzione stipulata tra Pincio e Sovrintendenza sarebbe dovuta passare in Consiglio comunale, e non approvata attraverso una sola delibera di Giunta, poiché si tratta dell’affidamento di un servizio pubblico e non di una semplice concessione d’uso. Tanto che l’approvazione dello schema della precedente convenzione – quella del 1998 in virtù della quale poi la gestione venne affidata proprio alla Pro Loco –  passò per la massima assise cittadina. E viene sottolineato anche un aspetto importante, in questo senso: l’atto sottoscritto tra Pincio e Sovrintendenza a gennaio andrebbe ad introdurre modifiche rilevanti, dalla durata che passa da tre a dieci anni, alle attività a cui si riferisce, fino agli oneri economici a carico del Comune a valere su più esercizi finanziari.

Nel ricorso viene messa in evidenza poi come la naturale scadenza della convenzione sia fissata ad aprile 2019, e non allo stesso mese del 2018 come erroneamente indicato dalla Soprintendenza: motivo per il quale, secondo la Pro Loco, la nuova convenzione non potrà che produrre i suoi effetti solo a decorrere dal 15 aprile 2019, compresa quindi la pubblicazione della procedura di evidenza pubblica per la concessione a terzi dei servizi posti a carico del Comune.

In ultimo la violazione di legge, relativa alla mancata comunicazione e mancata partecipazione al procedimento da parte della Pro Loco, lesa quindi nei propri interessi.

L’associazione difende quindi la propria titolarità alla gestione del sito archeologico, almeno fino al 15 aprile del prossimo anno, sottolineando validità ed efficacia del contratto di affidamento.

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

Dirigenti in fuga: dopo Carugno via anche Rapalli

CIVITAVECCHIA – Dopo Pierluigi Carugno, trasferitosi ad Acquasanta Terme, anche un altro dirigente di Palazzo del Pincio è pronto a fare le valigie. Si tratta del responsabile dei Servizi Finanziari Riccardo Rapalli, in organico al comune di Ladispoli ma a Civitavecchia come articolo 110, nominato dal sindaco Cozzolino ad inizio mandato. Rapalli, infatti, è risultato primo nella graduatoria finale per la selezione pubblica di un dirigente di area economico finanziaria presso il comune di Marino, staccando di 0.25 il secondo professionista. Anche in questo caso si tratta di un contratto a tempo determinato. Due quindi gli incarichi fiduciari ex articolo 110 di Cozzolino, e altrettanti quelli che hanno deciso di lasciare Civitavecchia prima del tempo. E non sembra finire qui la ‘‘fuga’’ da Palazzo del Pincio:  sembrerebbe infatti che anche il segretario generale, Caterina Cordella, da qualche tempo si stia guardando intorno. 

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA – DELIBERA 7 agosto 2017

Contratto di programma 2017 – 2021 parte investimenti tra il
Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e Rete Ferroviaria
Italiana S.p.a. – Parere ai sensi della legge n. 238/1993. (Delibera
n. 66/2017). (18A02537)

Leggi articolo completo

###BANNER_ADS###